Il Simbolo

3,850 views
3,664 views

Published on

Published in: Education, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
3,850
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1,682
Actions
Shares
0
Downloads
36
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il Simbolo

  1. 1. IL SIMBOLO Di Martino Sacchi Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  2. 2. COSA IL SIMBOLO NON E' La parola “simbolo” è ambigua e non va confusa con: Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  3. 3. COSA IL SIMBOLO NON E' La parola “simbolo” è ambigua e non va confusa con: SEGNO (esprime una correlazione biunivoca e arbitraria tra due oggetti, per esempio un cartello stradale e la città che esso indica) Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  4. 4. COSA IL SIMBOLO NON E' La parola “simbolo” è ambigua e non va confusa con: SEGNO (esprime una correlazione biunivoca e arbitraria tra due oggetti, per esempio un cartello stradale e la città che esso indica) ALLEGORIA (è la raffigurazione di una situazione o di una virtù: per esempio la donna alata è allegoria della vittoria Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  5. 5. IL SIMBOLO: ETIMOLOGIA Nel mondo greco antico il “simbolo” (da “symbolon”) era un oggetto qualsiasi che veniva spezzato in due Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  6. 6. IL SIMBOLO: ETIMOLOGIA Nel mondo greco antico il “simbolo” (da “symbolon”) era un oggetto qualsiasi che veniva spezzato in due In questo modo due persone che si erano incontrate e poi perse di vista potevano riconoscersi anche molto tempo dopo accostando i due pezzi Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  7. 7. IL SIMBOLO: ETIMOLOGIA Nel mondo greco antico il “simbolo” (da “symbolon”) era un oggetto qualsiasi che veniva spezzato in due In questo modo due persone che si erano incontrate e poi perse di vista potevano riconoscersi anche molto tempo dopo accostando i due pezzi Quindi il simbolo era un “segno di riconoscimento” Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  8. 8. IL SIGNIFICATO DEL SIMBOLO Il simbolo quindi è Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  9. 9. IL SIGNIFICATO DEL SIMBOLO Il simbolo quindi è qualcosa che separa e unisce insieme Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  10. 10. IL SIGNIFICATO DEL SIMBOLO Il simbolo quindi è qualcosa che separa e unisce insieme rievocando l'idea di una unità che esisteva ed è andata perduta, ma che può essere recuperata Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  11. 11. IL SIGNIFICATO DEL SIMBOLO Il simbolo quindi è qualcosa che separa e unisce insieme rievocando l'idea di una unità che esisteva ed è andata perduta, ma che può essere recuperata Nel simbolo quindi è essenziale l'idea del “rinvio a qualcosa d'altro da sé” Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  12. 12. IL SIGNIFICATO DEL SIMBOLO /2 Il simbolo quindi Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  13. 13. IL SIGNIFICATO DEL SIMBOLO /2 Il simbolo quindi annuncia qualcosa che non può essere completamente risolto in una conoscenza razionale Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  14. 14. IL SIGNIFICATO DEL SIMBOLO /2 Il simbolo quindi annuncia qualcosa che non può essere completamente risolto in una conoscenza razionale indica un contenuto di significato che non può mai essere esaurito completamente Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  15. 15. IL SIGNIFICATO DEL SIMBOLO /2 Il simbolo quindi annuncia qualcosa che non può essere completamente risolto in una conoscenza razionale indica un contenuto di significato che non può mai essere esaurito completamente è in qualche modo legato all'esperienza personale di chi lo incontra Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  16. 16. IL SIGNIFICATO DEL SIMBOLO /3 Il simbolo permette di cogliere ed esprimere una relazione che la ragione non può definire Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  17. 17. IL SIGNIFICATO DEL SIMBOLO /3 Il simbolo permette di cogliere ed esprimere una relazione che la ragione non può definire perché in tale relazione un termine è noto (l'oggetto, l'immagine, il suono che noi conosciamo in modo sensibile) Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  18. 18. IL SIGNIFICATO DEL SIMBOLO /3 Il simbolo permette di cogliere ed esprimere una relazione che la ragione non può definire perché in tale relazione un termine è noto (l'oggetto, l'immagine, il suono che noi conosciamo in modo sensibile) ma l'altro termine no Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  19. 19. SIMBOLO E RELIGIOSITA' Il simbolo quindi assume sempre una dimensione religiosa Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  20. 20. SIMBOLO E RELIGIOSITA' Il simbolo quindi assume sempre una dimensione religiosa non nel senso delle religioni “positive” Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  21. 21. SIMBOLO E RELIGIOSITA' Il simbolo quindi assume sempre una dimensione religiosa non nel senso delle religioni “positive” ma nel senso della religiosità “naturale” che è presente in ogni uomo Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  22. 22. MAPPA DI LAVORO Di seguito discuteremo: la nozione simbolica di spazio Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  23. 23. MAPPA DI LAVORO Di seguito discuteremo: la nozione simbolica di spazio la nozione simbolica di tempo Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  24. 24. MAPPA DI LAVORO Di seguito discuteremo: la nozione simbolica di spazio la nozione simbolica di tempo I principali simboli della natura Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  25. 25. LO SPAZIO Spazio e tempo sono le coordinate fondamentali dell'esperienza umana Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  26. 26. LO SPAZIO Spazio e tempo sono le coordinate fondamentali dell'esperienza umana Sono vissute in modo diverso dall'uomo contemporaneo, a-simbolico, e dall'uomo tradizionale, simbolico Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  27. 27. LO SPAZIO / 2 Per l'uomo simbolico: Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  28. 28. LO SPAZIO / 2 Per l'uomo simbolico: lo spazio non è omogeneo (= tutto uguale) Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  29. 29. LO SPAZIO / 2 Per l'uomo simbolico: lo spazio non è omogeneo (= tutto uguale) ma possiede un CENTRO che gli dà significato Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  30. 30. LO SPAZIO / 3 Per l'uomo non simbolico (dal XVII secolo in poi), al contrario: Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  31. 31. LO SPAZIO / 3 Per l'uomo non simbolico (dal XVII secolo in poi), al contrario: lo spazio è assolutamente omogeneo (spazio cartesiano) Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  32. 32. LO SPAZIO / 3 Per l'uomo non simbolico (dal XVII secolo in poi), al contrario: lo spazio è assolutamente omogeneo (spazio cartesiano) non possiede un CENTRO che gli dia significato Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  33. 33. IL TEMPO Lo stesso vale per il tempo: per l'uomo simbolico il tempo è ciclico Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  34. 34. IL TEMPO Lo stesso vale per il tempo: per l'uomo simbolico il tempo è ciclico ossia è dotato di una struttura che si ripete Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  35. 35. IL TEMPO Lo stesso vale per il tempo: per l'uomo simbolico il tempo è ciclico ossia è dotato di una struttura che si ripete scandendo dei momenti-chiave (tempo sacro delle feste) che danno senso al resto Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  36. 36. IL TEMPO / 2 Per l'uomo non simbolico, al contrario: Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  37. 37. IL TEMPO / 2 Per l'uomo non simbolico, al contrario: il tempo è lineare e unidirezionale Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  38. 38. IL TEMPO / 2 Per l'uomo non simbolico, al contrario: il tempo è lineare e unidirezionale viene concepito sul modello dello spazio omogeneo, ossia senza “momenti forti”: ogni attimo è uguale a ogni altro Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  39. 39. IL TEMPO / 2 Per l'uomo non simbolico, al contrario: il tempo è lineare e unidirezionale viene concepito sul modello dello spazio omogeneo, ossia senza “momenti forti”: ogni attimo è uguale a ogni altro è ridotto a cosa (simbolicamente, l'orologio) Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  40. 40. IL TEMPO / 3 Ultima, parziale memoria del tempo simbolico nella vita quotidiana dell'uomo non simbolico Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  41. 41. IL TEMPO / 3 Ultima, debole e parziale memoria del tempo simbolico nella vita quotidiana dell'uomo non simbolico l'alternanza di giorni lavorativi e di vacanza, in particolare i week-end Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  42. 42. IL TEMPO / 3 Ultima, debole e parziale memoria del tempo simbolico nella vita quotidiana dell'uomo non simbolico l'alternanza di giorni lavorativi e di vacanza, in particolare i week-end nei week-end infatti ciclicamente alteriamo i nostri abituali ritmi di vita (senza tuttavia alcun riferimento simbolico o religioso) Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  43. 43. I SIMBOLI DELLA NATURA Adesso diremo qualcosa dei quattro principali simboli dell'esperienza naturale Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  44. 44. I SIMBOLI DELLA NATURA Adesso diremo qualcosa dei quattro principali simboli dell'esperienza naturale cielo Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  45. 45. I SIMBOLI DELLA NATURA Adesso diremo qualcosa dei quattro principali simboli dell'esperienza naturale cielo terra Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  46. 46. I SIMBOLI DELLA NATURA Adesso diremo qualcosa dei quattro principali simboli dell'esperienza naturale cielo terra acqua Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  47. 47. I SIMBOLI DELLA NATURA Adesso diremo qualcosa dei quattro principali simboli dell'esperienza naturale cielo terra acqua fuoco Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  48. 48. I SIMBOLI DELLA NATURA Adesso diremo qualcosa dei quattro principali simboli dell'esperienza naturale cielo terra acqua fuoco più altri simboli speciali (albero, pozzo, monte...) Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  49. 49. IL CIELO
  50. 50. IL CIELO È la prima e più fondamentale esperienza religiosa, nel senso del rapporto a “qualcosa d'altro” Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  51. 51. IL CIELO È la prima e più fondamentale esperienza religiosa, nel senso del rapporto a “qualcosa d'altro” Il cielo (e l'aria) infatti hanno molte delle caratteristiche del divino Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  52. 52. IL CIELO È la prima e più fondamentale esperienza religiosa, nel senso del rapporto a “qualcosa d'altro” Il cielo (e l'aria) infatti hanno molte delle caratteristiche del divino sono dappertutto Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  53. 53. IL CIELO È la prima e più fondamentale esperienza religiosa, nel senso del rapporto a “qualcosa d'altro” Il cielo (e l'aria) infatti hanno molte delle caratteristiche del divino sono dappertutto non si vedono direttamente ma agiscono (vento, pioggia) Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  54. 54. LA TERRA La terra è simbolo della Madre che fa nascere e sostiene la vita in tutte le sue forme Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  55. 55. LA TERRA La terra è simbolo della Madre che fa nascere e sostiene la vita in tutte le sue forme anche storicamente la divinità della Grande Madre Terra viene prima di tutte le divinità agricole per il suo nesso con la generazione è strettamente legata alla donna Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  56. 56. LA TERRA / 2 Il nesso con la donna si articola almeno in tre punti: Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  57. 57. LA TERRA / 2 Il nesso con la donna si articola almeno in tre punti: identificazione della donna e della terra arabile Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  58. 58. LA TERRA / 2 Il nesso con la donna si articola almeno in tre punti: identificazione della donna e della terra arabile identificazione del fallo e del vomere Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  59. 59. LA TERRA / 2 Il nesso con la donna si articola almeno in tre punti: identificazione della donna e della terra arabile identificazione del fallo e del vomere identificazione del lavoro agricolo e dell'atto generatore Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  60. 60. L'ACQUA Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  61. 61. L'ACQUA L'acqua è un simbolo profondo è articolato. Essa esprime: Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  62. 62. L'ACQUA L'acqua è un simbolo profondo è articolato. Essa esprime: la trasformazione perenne Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  63. 63. L'ACQUA L'acqua è un simbolo profondo è articolato. Essa esprime: la trasformazione perenne la sorgente della vita Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  64. 64. L'ACQUA L'acqua è un simbolo profondo è articolato. Essa esprime: la trasformazione perenne la sorgente della vita la purificazione e la rigenerazione Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  65. 65. L'ACQUA / 2 L'acqua come simbolo di trasformazione Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  66. 66. L'ACQUA / 2 L'acqua come simbolo di trasformazione non è mai completamente ferma e identica a se stessa Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  67. 67. L'ACQUA / 2 L'acqua come simbolo di trasformazione non è mai completamente ferma e identica a se stessa Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  68. 68. L'ACQUA / 3 L'acqua come sorgente di vita Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  69. 69. L'ACQUA / 3 L'acqua come sorgente di vita senza l'acqua la vita è impossibile Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  70. 70. L'ACQUA / 4 L'acqua come fonte di purificazione e di rigenerazione Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  71. 71. L'ACQUA / 4 L'acqua come fonte di purificazione e di rigenerazione viene utilizzata da tutte le religioni, in particolare il Cristianesimo col rito del Battesimo Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  72. 72. L'ACQUA / 5 Occorre sempre distinguere le varie forma che l'acqua può assumere Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  73. 73. L'ACQUA / 5 Occorre sempre distinguere le varie forma che l'acqua può assumere la superficie sempre in moto allude all'esistenza, sempre variegata Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  74. 74. L'ACQUA / 5 Occorre sempre distinguere le varie forma che l'acqua può assumere la superficie sempre in moto allude all'esistenza, sempre variegata le profondità simboleggiano l'inconscio Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  75. 75. IL FUOCO Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  76. 76. IL FUOCO Il fuoco, come tutti i simboli, possiede una duplicità profonda Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  77. 77. IL FUOCO Il fuoco, come tutti i simboli, possiede una duplicità profonda allude alla continua trasformazione vitale del cosmo Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu
  78. 78. IL FUOCO Il fuoco, come tutti i simboli, possiede una duplicità profonda allude alla continua trasformazione vitale del cosmo ma può simboleggiare anche le forze cosmiche che distruggono la realtà (o anche la purificano) Martino Sacchi /www.ariannascuola.eu

×