Agrisociale Report OST

2,007 views

Published on

Il report dell'OST (Open Space Technology) del Percorso di Progettazione Partecipata AgriSociale. Organizzato dal GAL Sulcis Iglesiente, Capoterra e Campidano di Cagliari. Masainas (Sardegna) 16/12/2011

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,007
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
17
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Agrisociale Report OST

  1. 1. OPEN SPACE TECHNOLOGY - OST SPAZIO APERTO DI DISCUSSIONECostruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? REPORT FINALE Masainas (CI), 16 dicembre 2011
  2. 2. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? INDICE> IL PROGETTO AGRISOCIALE> LA METODOLOGIA DELLO SPAZIO APERTO DI DISCUSSIONE> PRIMA SESSIONE REINSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISAGIATE: GRUPPO A MINORI AFFIDATI AI SERVIZI EDUCATIVI; DISABILI; SOFFERENTI MENTALI GRUPPO B PROBLEMI NORMATIVI DELLE AZIENDE AGRICOLE E SOCIALI CHE RUOLO DEVE AVERE LA FATTORIA SOCIALE GRUPPO C NELL’ATTIVAZIONE DEI SERVIZI STUDIO DELLE NECESSITÀ SOCIALI LOCALI: SERVIZI GRUPPO D SOCIALI NELLE FATTORIE SOCIALI/FATTORIE DIDATTICHE E PET TERAPHY. SERVIZI PER L’IMPRESA: FATTORIE DIDATTICHE E ASPIRANTI TALI> SECONDA SESSIONE COME POSSIAMO MIGLIORARE L’OSPITALITÀ E I SERVIZI ALLE PERSONE SVANTAGGIATE. CHI MI PUÒ AIUTARE COME PUÒ AIUTARCI IL GAL NON SOLO COME FINANZIAMENTO MA ANCHE COME COORDINAMENTO? GRUPPO A COME POSSIAMO COORDINARE I SERVIZI TRA LE AZIENDE AGRICOLE? POSSIAMO FARE UNA FORMAZIONE? QUALI SERVIZI DEVONO AVERE LE AZIENDE? AGRICOLTURA SOCIALE, AGRICOLTURA BIOLOGICA, AGRITURISMI POSSONO COLLABORARE CON UNA RETE DI GRUPPO B SERVIZI TURISTICI? CREAZIONE DI UNA RETE DI AZIENDE SOTTO FORMA ASSOCIATIVA CON FORNITURA FACILITIES> I PARTECIPANTI> CREDITI OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  3. 3. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? IL PROGETTO AGRISOCIALE Il GAL Sulcis Iglesiente Capoterra e Campidano ha organizzato un percorso di progettazione partecipata per l’attuazione della Misura 321 del PSR 2007-2013 (Piano di Sviluppo Rurale della Regione Sardegna) finalizzata allo sviluppo dell’agricoltura sociale. L’agricoltura sociale è un esempio di multifunzionalità, che si realizza quando l’azienda affianca alla normale produzione agricola, dei servizi alla persona, intervenendo a sostegno delle fasce più deboli della popolazione (soggetti con disabilità fisiche e psichiche, con problemi di dipendenze, detenuti ed ex detenuti, giovani in difficoltà). È un’occasione per rafforzare la rete dei servizi sociali nelle aree rurali, puntando sull’integrazione e l’inclusione sociale, attraverso percorsi socio- riabilitativi, educativi e formativi. Il percorso si inserisce nell’Azione 1 della Nicoletta Piras Misura 321 del PSR che prevede aiuti per l’avviamento di servizi di utilità Direttore Tecnico sociale, a carattere innovativo, riguardanti l’integrazione e l’inclusione sociale attraverso l’erogazione di prestazioni di terapia assistita (pet-therapy, GAL Sulcis Iglesiente horticultural-therapy, agroterapia, arteterapia, ippoterapia, etc.), e/o di reinserimento sociale e lavorativo da realizzarsi presso le fattorie agrosociali che affrontino in modo peculiare il tema dell’inclusione e della formazione mediante pratiche di agricoltura, di manutenzione del paesaggio, nonché attività produttive culturali ed artistiche legate alla ruralità.Cristoforo Luciano Piras Presidente GAL Sulcis Iglesiente OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  4. 4. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? LA METODOLOGIA DELLO SPAZIO APERTO DI DISCUSSIONE Negli ultimi anni sono sempre più frequenti le occasioni in cui si rende necessaria l’interazione costruttiva di grandi gruppi; capita spesso di riunire qualche decina o qualche centinaio di persone e di dover far sì che esse discutano costruttivamente e giungano a qualche conclusione in tempi ragionevoli. A tal fine si sono sviluppate, a livello internazionale, numerose metodologie di facilitazione dei gruppi di lavoro. Il contesto in cui maggiormente si sono sviluppate queste tecniche è sicuramente quello delle politiche pubbliche integrate. Alla base, infatti, di strumenti quali l’Agenda 21 Locale, i Progetti Integrati Territoriali, i Programmi Comunitari quali Leader, Equal o Interreg, i Piani strategici per le città, i PLUS… ci sono processi decisionali inclusivi che necessitano di metodologie per facilitare la partecipazione. Passione e responsabilità, due caratteristiche fondamentali dei processi di cambiamento, sono alla base della metodologia dello Spazio Aperto di Discussione, dell’Open Space Technology (OST), una tecnica di gestione di workshop ampiamente utilizzata da aziende private e pubbliche amministrazioni in oltre 100 paesi del mondo. La metodologia, che si basa sull’autorganizzazione, nasce nella metà degli anni ’80 e permette di far lavorare insieme, su un tema complesso, gruppi da 5 a 2000 persone senza Serenella Paci un programma predefinito. Facilitatrice Poliste Srl Open Space si basa su un’intuizione di Harrison Owen, esperto americano di scienza delle organizzazioni, che notava al termine di un convegno come www.poliste.it spesso il momento più interessante fosse il coffee break… perché ognuno ha la possibilità di decidere con chi parlare, di che cosa e per quanto tempo! Su questi semplici principi Owen ha basato la sua metodologia e un coffee break permanente è presente nello spazio dove si svolgono i lavori. OST è una metodologia molto semplice in cui il ruolo del facilitatore è quello di attivare un processo di empowerment: creare le condizioni, lo “spazio aperto” per Per saperne di più: differenti idee e modi di pensare, dove ognuno ha la possibilità di essere se www.openspaceworld.com stesso e dove ognuno è responsabile della propria esperienza (Legge dei due www.openspaceworld.org piedi); mantenere lo spazio aperto alle diverse esperienze perché la diversitàwww.poliste.com/metodi/open- è ricchezza! space-technology/ Nell’OST gli unici responsabili di un evento noioso o poco stimolante sono quindi i suoi stessi partecipanti, e questa consapevolezza, inspiegabilmente, rende i lavori più intensi, appassionati e produttivi. Nessuno ha totalmente ilPer trovare i facilitatori OST: controllo di ciò che sta succedendo, ma il risultato è sempre di straordinariawww.openspaceworldmap.org creatività e responsabilizzazione. OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  5. 5. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? PRIMA SESSIONE - MATTINAGRUPPO A REINSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISAGIATE: MINORI AFFIDATI AI SERVIZI SOCIALI; DISABILI; SOFFERENTI MENTALIGRUPPO B PROBLEMI NORMATIVI DELLE AZIENDE AGRICOLE E SOCIALIGRUPPO C CHE RUOLO DEVE AVERE LA FATTORIA SOCIALE NELL’ATTIVAZIONE DEI SERVIZIGRUPPO D STUDIO DELLE NECESSITÀ SOCIALI LOCALI: SERVIZI SOCIALI NELLE FATTORIE SOCIALI/FATTORIE DIDATTICHE E PET TERAPHY. SERVIZI PER L’IMPRESA: FATTORIE DIDATTICHE E ASPIRANTI TALI OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  6. 6. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? REPORT GRUPPO DI LAVORO “REINSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISAGIATE:GRUPPO A MINORI AFFIDATI AI SERVIZI SOCIALI; DISABILI; SESSIONE MATTINA SOFFERENTI MENTALI.” Aspetti più importanti della discussioneTEMA PROPOSTO DA…Silvia Ghessa Durante la discussione abbiamo individuato diversi bisogni presenti nel territorio: necessità di una sorta di censimento sulle realtà locali operanti nel territorio e la creazione di una rete tra queste; creazione di un turismo sociale anche per le categorie protette; esecuzione penale esterna attraverso il lavoro; inserimento di sofferenti mentali nelle aziende agricole;PARTECIPANTI AL GRUPPO… promozione dell’agricoltura sociale rivolta a minori affidati ai servizi sociali, famiglie e anziani attraverso il lavoro comune delle aziendeSilvia Ghessa agricole, coop sociali educatori professionali e psicologi e ServiziSalvatore Benizzi Sociali comunali. È emerso inoltre l’aumento dei bisogni del territorio e la carenza di sovvenzioni per il soddisfacimento di questi. La Cooperativa Adest si rende disponibile alla condivisione di obiettivi comuni e la predisposizione di progetti riguardanti: pet therapy; horticultural therapy; agroterapia; arte terapia; ippoterapia. Verranno messi a disposizione dei collaboratori per l’elaborazione di progetti contenenti le attività precedentemente esposte. OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  7. 7. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? REPORT GRUPPO DI LAVOROGRUPPO B “PROBLEMI NORMATIVI DELLE AZIENDE AGRICOLE E SOCIALI” SESSIONE M ATTINA Aspetti più importanti della discussioneTEMA PROPOSTO DA…Pierpaolo Matta La Misura 321 del PSR, azione 1, prevede una compartecipazione finanziaria di 5 anni mentre gli Enti Locali, beneficiari della Misura, hanno la possibilità di programmare le proprie risorse finanziarie con il bilancio pluriennale per una durata massima di tre esercizi finanziari. Quindi sono impossibilitati ad assumere impegni finanziari che vadano oltre la programmazione autorizzatoria del bilancio pluriennale. Come risolvere tale problema?PARTECIPANTI AL GRUPPO…Nicoletta Piras Assenza legge quadro sulle fattorie a livello nazionaleFabio Sergi Assistenze tecnico giuridicheAnna Maria Puggioni È necessaria una sinergia tra azienda agricola e cooperativa socialeChiara Scotto Per progettare a lungo termine però serve una programmazione con ASL eFrancesca Cuccu Comune.Pierpaolo MattaCristina OnnisStefania CinusEmmi FrauLuca DianaLuana PireddaBeppe Vella OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  8. 8. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? REPORT GRUPPO DI LAVOROGRUPPO C “CHE RUOLO DEVE AVERE LA FATTORIA SOCIALE SESSIONE MATTINA NELL’ATTIVAZIONE DEI SERVIZI” Aspetti più importanti della discussioneTEMA PROPOSTO DA… - Competenze acquisite (Agriturismo, F.D.).Gabriele Bonaccorsi - Garantire la sicurezza in azienda. - Organizzazione e collaborazione (Aziendale) “Specializzarsi”. - Partecipazione e collaborazione nella scelta del soggetto per cui “pensare ilPARTECIPANTI AL GRUPPO… progetto”.Alessandro Massa - Rete tra aziende agricole è fondamentale per non duplicare i costi.Giuseppina Mocci - Ruolo attivo nella predisposizione del progetto.Gabriele Bonaccorsi - Diversificare il servizio offerto dall’azienda agricola in base alla tipologia dei bisogni e in base alla normativa.Fabio Muscas - Necessità di avere riferimenti legislativi.Monica Pia, - Formazione.Rosalia SotgiaEnrico SannaChiara Scotto OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  9. 9. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? REPORT GRUPPO DI LAVOROGRUPPO D “STUDIO DELLE NECESSITÀ SOCIALI LOCALI: SERVIZI SOCIALI NELLE FATTORIE SOCIALI/FATTORIE DIDATTICHE E PET TERAPHY. SERVIZI PER L’IMPRESA: FATTORIE DIDATTICHE SESSIONE MATTINA E ASPIRANTI TALI” Aspetti più importanti della discussioneTEMA PROPOSTO DA…Elena Pisu Serve il contatto tra le aziende agricole sociali e i professionisti del sociale che si occupano non solo della terapia di una determinato disagio, ma anche della prevenzione di questoPARTECIPANTI AL GRUPPO… (assistenti sociali, psicologi, educatoriDanilo Bianchini specializzati nel modo più vario e diverso).Elena Pisu Bisogna stabilire quante fattorieMarco Melis sociali e aziende agricole esistono nelEnrico Sanna territorio e quali servizi queste possano offrire in base all’organizzazione e alla loro disposizione. Si intendeMonica Pia indagare su quali bisogni della società potrebbe essere di aiuto la singolaAlessandra Marchesin fattoria sociale e se non attraverso l’assunzione di figure competenti e professionali (operatori di pet therapy – ippoterapia -riabilitazione equestre).Pietro Caredda All’ interno di quest’ esigenza vengono compresi i servizi per le imprese, nonRosalia Sotgiu solo per il cittadino ma anche per i turisti. Quindi organizzare la proposta dei servizi per i turisti partendo dal dialogo della rete di chi offre il servizio (come le cooperative) e di chi professionalmente ha le competenze per svolgerlo (per cui si crede di creare un database che comprenda i nomi e i contatti delle figure professionalmente competenti). Attraverso l’agricoltura sociale vorremmo creare dei progetti che soddisfino le esigenze del prossimo, dal cittadino normodotato a quello disabile, fino a soddisfare i bisogni di chi visita la Sardegna per vacanza. Tra questi progetti, quelli per combattere e prevenire la dispersione giovanile e sviluppare la coscienza ecologica nel cittadino, riabilitazione equestre e pet therapy, educazione ambientale, valorizzazione della cultura e tradizione sarda con il recupero delle varie attività connesse a questa OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  10. 10. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? SECONDA SESSIONE - POMERIGGIOGRUPPO A COME POSSIAMO MIGLIORARE L’OSPITALITÀ E I SERVIZI ALLE PERSONE SVANTAGGIATE. CHI MI PUÒ AIUTARE COME PUÒ AIUTARCI IL GAL NON SOLO COME FINANZIAMENTO MA ANCHE COME COORDINAMENTO? COME POSSIAMO COORDINARE I SERVIZI TRA LE AZIENDE AGRICOLE? POSSIAMO FARE UNA FORMAZIONE? QUALI SERVIZI DEVONO AVERE LE AZIENDE?GRUPPO B AGRICOLTURA SOCIALE, AGRICOLTURA BIOLOGICA, AGRITURISMI POSSONO COLLABORARE CON UNA RETE DI SERVIZI TURISTICI? CREAZIONE DI UNA RETE DI AZIENDE SOTTO FORMA ASSOCIATIVA CON FORNITURA FACILITIES OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  11. 11. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? REPORT GRUPPO DI LAVORO “COME POSSIAMO MIGLIORARE L’OSPITALITÀ E I SERVIZI ALLE PERSONEGRUPPO A SVANTAGGIATE. CHI MI PUÒ AIUTARE? COME PUÒ AIUTARCI IL GAL NON SOLO COME FINANZIAMENTO MA ANCHE COME COORDINAMENTO? COME POSSIAMO COORDINARE I SERVIZI TRA LE AZIENDE AGRICOLE? POSSIAMO FARE UNA FORMAZIONE? SESSIONE POMERIGGIO QUALI SERVIZI DEVONO AVERE LE AZIENDE?” Aspetti più importanti della discussioneTEMA PROPOSTO DA…Rodolfa Atzeni Dalla discussione è emerso come problema principale la necessità di fare formazione, di acquisire competenze specifiche su come accogliere le persone e come erogare servizi. In particolare è emersa l’esigenza di conoscere realtà differenti dove già sono avviate pratiche di agricoltura sociale.PARTECIPANTI AL GRUPPO… Il gruppo ha evidenziato la necessità di costruire una rete di aziende su tutto ilRodolfa Atzeni territorio del GAL che possa erogare diversi servizi e presentare insieme unGigi Pittittu progetto integrato di sviluppo. E’ emersa la necessita di conoscere che cosa prevedono i PLUS e quali sono i fabbisogni sociali reali del territorio. È stataGabriele Bonaccorsi ampiamente sottolineata l’assoluta mancanza di sensibilità da parte delleFranca Loru Amministrazioni locali, quasi completamente assenti dal processo.Samuel Caboni A tal proposito è stata avanzata l’idea di predisporre un “prospetto” che spieghi alle Amministrazioni locali quali sono i vantaggi nell’integrare le persone svantaggiate nelle aziende agricole, anche dal punto di vista di un risparmio economico in termini di spesa oltre che nella formazione di capitale sociale. I partecipanti hanno inoltre proposto di creare un luogo virtuale come luogo di lavoro, dove condividere idee e progetti. OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  12. 12. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? REPORT GRUPPO DI LAVOROGRUPPO B “AGRICOLTURA SOCIALE, AGRICOLTURA BIOLOGICA, AGRITURISMI POSSONO COLLABORARE CON UNA RETE DI SERVIZI TURISTICI? CREAZIONE DI UNA RETE DI AZIENDE SOTTO SESSIONE POMERIGGIO FORMA ASSOCIATIVA CON FORNITURA FACILITIES” Aspetti più importanti della discussioneTEMA PROPOSTO DA…Enrico Massa Data l’assenza di reti locali (formali e informali) inerenti agriturismo, turismoMarco Melis rurale, fattorie sociali, fattorie didattiche, si propone di formare reti “dal basso” definendo le regole e con la necessità di un coordinamento centrale. Si ritiene necessario, inoltre, creare una rete di servizi per le aziende e di figure professionali (guide turistiche). Creare un’offerta territoriale integrata = Aziende + servizi di vario tipo (anche tramite la creazione di una nuova realtà imprenditoriale, a costo zero, per lePARTECIPANTI AL GRUPPO… imprese aderenti).M. Elena PisuFabio MuscasAlessandro MassaEnrico MassaMarco MelisGiuseppina MocciDanilo Biagini OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  13. 13. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? PARTECIPANTIN. Nome Cognome Ente/Organizzazione e-mail 1 Salvatore Altadonna Cooperativa Millepiedi altasalva@tiscali.it Don Soc. Coop. Soc. San 2 Salvatore Benizzi Lorenzo, Iglesias simocabi@tiscali.it 3 Danilo Bianchini Legacoop legacoop.sulcis@libero.it Azienda Agrituristica La 4 Gabriele Bonaccorsi Grotta del Tesoro info@lagrottadeltesoro.it 5 Samuel Caboni Azienda Agricola csdm88@yahoo.de 6 Graziella Cani Cooperativa Isar coop.isar@hotmail.it 7 Pietro Caredda pietro.caredda@gmail.com 8 Gianluca Casula Gruppo Su Paris lucacasula@hotmail.it 9 Stefania Cinus Cooperativa Millepiedi stefaniacinus@tiscali.it10 Francesca Cuccu Provincia Carbonia Iglesias francesca.cuccu@provincia.carboniaiglesias.it11 Denise Cugusi Comune di Perdaxius dcugusi@tiscali.it12 Tobia Desogus Azienda Tobias Desogus tobiadesogus@gmail.com13 Emmi Frau Comune di Santadi emmi.frau@tiscali.it14 Silvia Ghessa Cooperativa sociale Adest silviaghessa@libero.it15 Andrea Ibba Comune di Masainas andibba@hotmail.it16 Franca Loru Azienda Agricola franca.loru@tiscali.it17 Alessandra Marchesin alessandra_marchesin@yahoo.it18 Alessandro Massa Azienda Agricola Pubusinu gnokkettosardo@hotmail.com OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  14. 14. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi?N. Nome Cognome Ente/Organizzazione e-mail19 Pier Paolo Matta Soc. Coop. Tirso consulenze paolo@tirsoconsulenze.it20 Ivo Melis Comune di Masainas comune.sindaco@comune.masainas.ci.it21 Marco Melis marco.melis@gmail.com22 Giuseppina Mocci Agenzia Laore Sardegna giuseppina.mocci@gmail.com Inea - Rete Rurale23 Fabio Muscas Nazionale muscas@inea.it24 Cristina Onnis Coldiretti cristina.onnis@coldiretti.it25 Monica Pia Gruppo Su Paris mony_24@hotmail.it26 Alberto Pili Provincia Carbonia Iglesias albertopili@tiscali.it27 Marco Piras Comune di Tratalias marcoantoniop@tiscali.it Cristoforo28 Luciano Piras Gal Sulcis Iglesiente gal.sulcisiglesiente@tiscali.it29 Nicoletta Piras Gal Sulcis Iglesiente nicolettapiras@gmail.com30 Diana Piras Gal Sulcis Iglesiente gal.sulcisiglesiente@tiscali.it31 Luana Piredda Coldiretti luana.piredda@coldiretti.it32 Maria Elena Pisu cigna@hotmail.it33 Gianluigi Pittittu Circolo Ippico Monte Fracca iszuddas@tiscali.it34 Ilaria Portas Comune di Masainas ilaria.portas@gmail.com35 Anna Maria Puggioni Gal Sulcis Iglesiente puggionianna@gmail.com36 Enrico Sanna sanna.enrico@email.it Regione Sardegna - Servizio37 Chiara Scotto Sviluppo locale cscotto@regione.sardegna.it38 Fabio Sergi Provincia Carbonia Iglesias sergifabio@tiscali.it OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  15. 15. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi?N. Nome Cognome Ente/Organizzazione e-mail39 Daniele Serra Gal Sulcis Iglesiente gal.sulcisiglesiente@tiscali.it40 Silvia Sibiru Cooperativa sociale Adest coop.adest@hotmail.it41 Rosalia Sotgiu Gruppo Su Paris rosaliasotgiu@hotmail.com42 Giuseppe Vella Coldiretti giuseppe.vella@coldiretti.it43 Serenella Paci Poliste srl spaci@poliste.it44 Elena Lai Poliste srl elai@poliste.it45 Manuela Lai Poliste srl mlai@poliste.it46 Marco Piccolo Poliste srl mpiccolo@poliste.it Giusy Franca47 Maria Doneddu Poliste srl gdoneddu@poliste.it48 Valentina Cherchi Poliste srl vcherchi@poliste.it49 Maurizio Difronzo Elaborazioni.org info@elaborazioni.org OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011
  16. 16. OPEN SPACE TECHNOLOGY Costruiamo insieme il sistema della agricoltura sociale nel territorio: quali bisogni e quali servizi? CREDITIPROMOZIONEGAL Sulcis Iglesiente, Capoterra e Campidano di Cagliari:Presidente Cristoforo Luciano PirasDirettore Nicoletta PirasResponsabile amministrativo e finanziario Anna Maria Puggioni,Animatore Daniele SerraSegretario Diana PirasCONSULENZA E COORDINAMENTO METODOLOGICOPoliste S.r.l.: Serenella Paci, Luca, Elena Lai, Manuela Lai, Marco Piccolo,Giusy Franca Maria Doneddu, Valentina Cherchi.DOCUMENTAZIONE E VIDEOElaborazioni.org in collaborazione con MarraiafuraSi ringraziano…Tutti i partecipanti che hanno dato il proprio contribuito allo Spazio Aperto diDiscussione.L’OST è stato realizzato presso il Centro di aggregazione sociale delComune di Masainas. OPEN SPACE TECHNOLOGY MASAINAS, 16 DICEMBRE 2011

×