• Save
Guida Ecoidea 9 - Pannelli solari e risparmio energetico
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Guida Ecoidea 9 - Pannelli solari e risparmio energetico

on

  • 1,528 views

Guida Ecoidea 9

Guida Ecoidea 9
Pannelli solari e risparmio energetico
Un posto... al sole

Statistics

Views

Total Views
1,528
Views on SlideShare
1,502
Embed Views
26

Actions

Likes
1
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 26

http://marraiafura.com 26

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Guida Ecoidea 9 - Pannelli solari e risparmio energetico Guida Ecoidea 9 - Pannelli solari e risparmio energetico Document Transcript

  • COLLANA GUIDE ECOIDEA 9 Pannelli solari e risparmio energetico Provincia di Ferrara Un posto... al sole www.provincia.fe.it/ecoidea
  • Introduzione La Provincia di Ferrara nel 1999 ha strutturali, sia iniziative specifiche, avviato la propria Agenda 1 Locale, semplici e concrete. (Per maggiori ovvero un processo partecipato che informazioni sull’Agenda 1 Locale: sulla base delle emergenze e delle www.provincia.fe.it/agenda1). criticità locali, tende allo sviluppo sostenibile, in grado di rispondere Coerentemente all’Obiettivo 1 del alle necessità del presente senza Piano d’Azione, che stimola alla compromettere il futuro delle pros- promozione di comportamenti e sti- sime generazioni. li di vita rispettosi dell’ambiente, la Provincia di Ferrara nel 00, grazie Nel 000 è stato istituito il Forum, ad un cofinanziamento del Ministero costituito da più di 150 “portatori di dell’Ambiente, ha istituito lo Spor- interessi” individuati sul territorio tello ECOIDEA®. ferrarese (in rappresentanza delle  istituzioni, delle associazioni profes- La missione è quella di promuovere sionali, ambientali, sociali e cultu- e diffondere tra i cittadini le buone rali, delle scuole, ecc.), che ha ela- pratiche ambientali attuabili nella borato il Piano d’Azione “Ambiente vita di tutti i giorni e assisterli nel- e Futuro Sostenibile”, reso pubblico le scelte relative alle tecnologie nel Marzo 001. per il risparmio delle risorse e del- l’energia. Nello specifico, la Collana Il Piano d’Azione è un documento Guide Ecoidea attua l’azione 39 del suddiviso in 11 obiettivi strategici e Piano d’Azione di Agenda 1 Locale composto da 18 azioni che riguar- che richiede appunto di divulgare ai dano sia aspetti programmatici e cittadini manuali di questo tipo. Ecolabel Questa Guida Ecoidea promuove il marchio Ecolabel in tutti i modi, a cominciare dalla carta che state sfiorando, carta Ecolabel per tipografia completa- mente diversa dalle altre carte, sia per la qualità che per la tecnica di produzione utilizzata. Per capirci, è la stessa differenza che c’è tra fare l’idromassaggio alle Terme e gettare una mancia- ta di aspirine effervescenti nella vasca da bagno.
  • Indice 2 Introduzione 4 Premessa 5 Solare fotovoltaico: ci aspetta il sereno 7 Conto energia? Ci conto 8 Solare termico 13 E in casa mia? 15 Alcune ecoidee... 16 ESCO... ma ritorno 17 Incentivi e contributi 3 17 Link Vi presentiamo la nostra mascotte: Lucilla! Lucilla è una lucciola tutta speciale: brilla di luce propria grazie ad una lampadina a bas- so consumo energetico e vi accompagnerà in tutta la Collana Guide Ecoidea. Come tutte le lucciole, anche Lucilla è un indicatore di elevata qualità ambientale. Sarà lei ad “illuminare” i consigli e le infor- mazioni contenute nelle nostre guide per ri- spettare l’ambiente e quindi... anche lei!
  • Premessa La scoperta del fuoco è stata la prima forma di controllo dell’energia. Nella notte dei tempi, il controllo dell’ener- gia del fuoco consentì ai nostri ante- nati di disporre di calore e luce anche quando il sole, inesauribile fonte di energia, non era disponibile. Solo negli ultimi 50 anni ci si è rivolti all’uso di combustibili fossili e nell’ul- timo secolo soprattutto al petrolio. Facili da usare e da stoccare, i com- bustibili derivati dal petrolio, come le altre fonti fossili - carbone e gas naturale - hanno però un tempo di ri- generazione enormemente più lungo delle altre fonti di energia (si formano Tutte le fonti rinnovabili si ricostitui- in circa 100 milioni di anni) e per que- scono in un tempo confrontabile con sto motivo l’energia da loro derivata il tempo necessario al loro consumo  viene definita “non rinnovabile”. e quindi si possono considerare ine- Oggi si sta diffondendo la consapevo- sauribili. lezza dei limiti di questo sistema: non In gran parte derivano direttamente possiamo essere più rapidi a bruciare dall’energia solare e non comporta- le risorse di quanto la natura impie- no un incremento di CO. L’adozione ghi a rigenerarle. Inoltre i combusti- di tecnologie capaci di sfruttare fonti bili fossili emettono anidride carbo- rinnovabili, insieme alla riduzione dei nica, gas a cui viene attribuita la re- consumi e al risparmio energetico, è sponsabilità dell’effetto serra, ossido l’unica possibile strategia per il con- di carbonio, di azoto, di zolfo ed idro- tenimento dei cambiamenti climatici carburi che sono causa di una serie di in atto e per dare una speranza di fu- modificazioni climatiche e ambientali turo alla società umana. come l’inquinamento delle città e le piogge acide. Se da un lato si è otte- nuto comfort e benessere, dall’altro è evidente come l’impatto ambientale pesi in maniera non più accettabile. Le scorte inoltre scarseggiano e con esse le certezze che hanno accompa- gnato il tempo dell’allegro e spensie- rato spreco di risorse.
  • 1. Solare fotovoltaico: ci aspetta il sereno Non si sapeva neanche cosa fosse il “blecaut” fino a che una gigantesca Il pannello fotovoltaico interruzione di energia elettrica a Il pannello fotovoltaico, chiamato an- New York paralizzò la città e, fra le che modulo fotovoltaico, è un tipo di tante conseguenze, provocò un boom pannello solare in grado di generare delle nascite 9 mesi dopo. corrente elettrica continua quando viene esposto alla luce. La tecnologia Oggi si parla correntemente di “black attuale ci permette di convertire in out”, attribuendone la causa a energia elettrica soltanto una percen- • avarie di centrali o di rete tuale che va dal 6% al 15% dell’ener- • aumento della richiesta elettrica gia proveniente dal Sole che colpisce dovuto al grande uso di condizio- il pannello fotovoltaico. natori in estate Un limite dei moduli fotovoltaici è il • taglio di energia da parte dei Pae- costo ancora molto elevato, dovuto si da cui l’Italia acquista per il suo sia alla ancora scarsa diffusione di fabbisogno. questa tecnologia che alla loro co- struzione (anche se i numerosi finan- L’ENEA (Ente per le Nuove Tecnologie, ziamenti pubblici stanno promovendo l’Energia e l’Ambiente) sostiene che 5 in maniera notevole lo sviluppo degli occorrerebbe decentrare la produzio- stessi) e la loro limitata efficienza. ne di elettricità, aggiungendo alle ra- Ma come si può trasformare diretta- gioni tecniche altre stategiche: i fatti mente la luce in energia elettrica con tragici dell’11 settembre costringo- un pannello fotovoltaico? no a riconsiderare la sicurezza delle Il dispositivo chiave del funziona- grandi strutture, suggerendo come mento di tale tecnologia è la cella prevenzione “sistemi di generazione fotovoltaica; essa è costituita da una distribuita”. Un contributo sostanzia- piccola lastra di uno speciale mate- le alla decentralizzazione può venire riale (generalmente silicio) chiamato proprio dalla disseminazione sul ter- “semiconduttore” a causa delle sue ritorio di piccoli e grandi generatori di proprietà. La lastrina viene opportu- Energia Fotovoltaica. namente trattata in modo che quando la luce la colpisce, al suo interno si genera una corrente continua. Le “celle” sono collegate tra loro e raggruppate in modo da formare delle superfici più grandi chiamate moduli. I moduli fotovoltaici a loro volta ven- gono collegati fra di loro per formare un “generatore fotovoltaico”, in grado di ottenere potenze più consistenti.
  • Esempio di pannelli fotovoltaici su tetto a terrazzo Gli impianti fotovoltaici si distinguono in e medicinali in ambienti refrigerati due categorie principali: e le stazioni di pompaggio dell’acqua sono tra gli usi più frequenti nelle 6 • ad isola zone aride africane. impianti fotovoltaici dove l’elettricità in eccesso prodotta dal generatore • in rete fotovoltaico durante le ore del giorno impianti fotovoltaici che immettono viene accumulata in batterie, per poi nella rete urbana la corrente prodot- poter essere sfruttata nelle ore not- ta, che viene poi prelevata nel mo- turne. mento del bisogno. Esistono centrali Vengono utilizzati per utenze con elettriche fotovoltaiche, sistemi inse- basso consumo energetico, difficil- riti negli edifici, integrazioni nelle fac- mente collegabili alla rete perché ciate di case e palazzi oltre ai classici ubicate in aree scomode (es.baite) pannelli sul tetto delle case residen- oppure se distanti più di 3 km dalla ziali. rete elettrica. Altri tipici impianti ad Uno dei problemi fondamentali del isola sono installati su barche e cam- fotovoltaico è convertire la corrente per e per l’azionamento di passaggi continua erogata dal sistema solare a livello isolati. Sempre più diffusi i in corrente alternata di tensione e lampioncini fotovoltaici per l’illumi- frequenza uguali a quelli della cor- nazione pubblica ma anche per giar- rente di rete. Per ovviare a questo dini privati. problema si utilizzano gli “inverter”, Un settore in enorme espansione è apparecchiature elettroniche che quello della richiesta di energia elet- convertono la corrente continua in trica nei paesi in via di sviluppo, non una corrente alternata idonea alla ancora dotati di una rete elettrica rete e all’alimentazione degli appa- estesa. La conservazione di vaccini rati funzionanti a 50 hz.
  • 2. Conto energia? Ci conto. Finalmente anche in Italia si può vendere energia elettrica prodot- ta da sistemi fotovoltaici alla rete elettrica locale, come avviene or- mai da anni in altri paesi d’Europa, Germania e Spagna in testa. L’Italia è la potenza industriale più soleggiata e più dipendente, finora, dalle forniture estere di energia. L’incentivazione in conto energia I sistemi fotovoltaici incentiverà davvero l’acquirente di • producono elettricità pulita e rin- un generatore di FV a farselo in- novabile stallare e a mantenerlo in perfetta 7 • non sottraggono nuovi spazi in efficienza. Questo sistema è adot- quanto solitamente sono installati tato con notevole successo in molti su tetti o aree già occupate paesi europei. • producono più energia di giorno, Anche se la procedura è snellita quando c’è più richiesta rispetto a precedenti decreti, , il • producono occupazione. meccanismo del conto energia non Il mercato globale del FV, ha rag- è semplice, informarsi con atten- giunto il suo record di installazioni zione! nel 006: 1.7 MW, con una cre- Col nuovo decreto i pannelli fo- scita del 19% rispetto all’anno pre- tovoltaici godono di un incentivo cedente. Fra i fattori della crescita maggiorato se: vi sono i programmi d’incentiva- zione a cui fanno ricorso numerosi • installati su aziende agricole governi, l’apertura di nuovi canali • in caso di bonifiche da eternit distributivi, l’aumento del costo • quando la maggior parte dell’ener- dei combustibili fossili. gia viene consumata dall’utente.
  • 3. Solare termico Il paese del Sole è agli ultimi posti in Europa nell’impiego dell’energia so- lare termica. Eppure la produzione Il materiale è in continuo aggiorna- di acqua calda per usi sanitari è un mento, i siti accreditati per infor- esempio lampante di come si pos- mazioni chiare e sicure sono sa allo stesso tempo salvaguardare www.grtn.it, l’ambiente e contribuire al bilancio www.casarinnovabile.it; familiare. 800161616 è il numero verde attivo Sfatiamo le classiche obiezioni: per informazioni sul Conto Energia. 1 Poco sole? Il clima sfavorevole non costituisce un ostacolo alla sua applicazione, come si evidenzia dalla sua diffusione in nord Europa e soprattutto in Germania; 2 Tecnologie arretrate? La raggiunta maturità e validità tecnologica del  solare emerge dal successo otte- nuto nei paesi tecnologicamen- te più avanzati: USA, Giappone e Germania rappresentano il 50% del totale mondiale; 3 Costa troppo? La raggiunta econo- micità e competitività del solare è dimostrata dalla sua massiccia diffusione in aree a basso reddito (mediterraneo orientale, Grecia). Ogni metro quadrato di pannello so- lare installato per la produzione di acqua calda fa risparmiare ogni anno oltre 1.000 kWh! In pratica, un nucleo familiare medio di /3 persone che in- stallasse  mq di pannelli solari, evi- terebbe l’emissione in atmosfera di più di una tonnellata di CO all’anno. Il Solare Termico permette la con- versione diretta dell’energia solare in energia termica per la produzione di acqua calda. I pannelli solari termi- ci riescono a convertire l’energia del
  • sole in acqua calda con valori supe- riori all’0%. Il dispositivo chiave è il collettore so- lare. Tale collettore è costituito da un corpo assorbente, all’interno del qua- le scorre un fluido, che ha la funzio- ne di catturare l’energia irradiata dal sole e di trasferirla, tramite appositi scambiatori di calore all’acqua. Inoltre una copertura selettiva traspa- rente sulla parte esposta al sole limita le dispersioni per irraggiamento verso l’ambiente esterno; gli elementi so- pra descritti sono racchiusi in un con- tenitore opportunamente isolato sulle pareti laterali e sulla parete opposta a quella di ricezione della radiazione. I collettori solari vengono connessi tra 9 loro in modo da riuscire a produrre consistenti quantità di acqua calda ad una temperatura compresa tra i 50°C e 160 °C. Attualmente sul mercato esistono diverse tipologie di collettori sola- ri che servono a dare le risposte più appropriate alle diverse esigenze, in relazione alle possibili condizioni di installazione ed esercizio. L’acqua calda prodotta dai collettori solari durante le ore del giorno deve comunque essere accumulata per poi poter essere utilizzata nelle ore not- turne. Il collegamento tra collettori solari e serbatoio di accumulo viene detto circuito solare. Pannelli solari termici in casa residenziale.
  • “Ecobricolage... costruisci i tuoi pannelli solari con l’aiuto della Rete per l’autocostruzione (www.autocostruzionesolare.it), un’idea geniale per favorire la diffusione dei pannelli termici con corsi teorici e pratici e sostegno all’installazione. Una possibilità affascinante di autocostruzione è anche costruire da soli (ma insieme ad altri e guidati da un esperto) la propria casa, per poter accedere ad una abitazione in proprietà a prezzi accettabili (www.autocostruzione.net).” Il circuito solare può essere di due tipi: • Circuito aperto a circolazione natu- • aperto: quando il fluido termovettore rale: questo sistema è utilizzato per circolante nei collettori è lo stesso del il riscaldamento dell’acqua calda circuito di utilizzo (acqua) sanitaria delle docce di impianti con utilizzo stagionale (per esempio per • chiuso: se il fluido termovettore circo- stabilimenti balneari o campeggi) o lante nei collettori cede calore al fluido per il riscaldamento dell’acqua calda d’utilizzo tramite uno scambiatore. sanitaria uso domestico con utilizzo 10 annuale. Inoltre la circolazione del fluido termo- vettore all’interno del circuito solare può • Circuito chiuso a circolazione natu- essere “naturale”, se avviene attraver- rale: questo sistema è utilizzato per so il processo convettivo del fluido che impianti per il riscaldamento dell’ac- scaldandosi sale verso il serbatoio di qua calda sanitaria ad uso domesti- accumulo, oppure “forzata”, se si utiliz- co, con utilizzo annuale. za una pompa elettrica per trasferire il fluidotermovettore dai collettori al ser- • Circuito aperto a circolazione forza- batoio d’accumulo. ta: questo sistema è utilizzato per il riscaldamento centralizzato dell’ac- Gli impianti solari termici si distinguono qua calda sanitaria di impianti con così in quattro categorie principali a se- utilizzo stagionale (per esempio per conda del tipo di circuito solare e della stabilimenti balneari o campeggi) circolazione utilizzati: oppure per il riscaldamento dell’ac- qua delle piscine scoperte. • Circuito chiuso a circolazione forza- ta: questo sistema è utilizzato per il riscaldamento centralizzato dell’ac- qua calda sanitaria di impianti con utilizzo annuale; per il riscaldamen- to dell’acqua delle piscine coperte o
  • scopribili; per il riscaldamento degli per la sola produzione di acqua calda ambienti, o per il riscaldamento si- sanitaria, è possibile anche riscaldare la multaneo dell’acqua calda sanitaria casa con i collettori; è un’ulteriore pos- e dell’acqua per piscine scoperte. sibilità invitante di utilizzo dell’energia solare purchè Un tetto esposto tra sud-est e sud-ovest - pareti e infissi possiedano un coeffi- con un’inclinazione tra i 15° e i 60° dà i ciente di dispersione minimo risultati migliori, ma anche con un’espo- - il riscaldamento sia tramite pannelli sizione a est o ovest si ottiene la stessa radianti a pavimento o parete (va quin- rendita di energia aumentando legger- di previsto in sede di progettazione o ri- mente la superficie di collettori.Un tetto strutturazione). a terrazza si adatta egualmente e sono 11 possibili installazioni anche in giardino o sulla facciata. Da maggio a settembre si raggiunge la copertura completa del fabbisogno di acqua calda con 0, mq (al sud) oppure 1, mq( al nord) di superficie di collettori a persona. In inverno il sistema solare serve al preriscaldamento dell’acqua fredda, il resto viene integrato dalla cal- Esistono attività daia installata. Nell’arco dell’anno un particolari in cui l’uso impianto ben dimensionato può riscal- del collettore termico è dare il 70-0% dell’acqua calda consu- consigliabile e vantaggioso mata dalla famiglia. per l’acqua calda: negli Anche se normalmente si tende ad as- alberghi e nelle case ad sociare l’uso dei pannelli solari termici utilizzo solo estivo un impianto ben realizzato dà una copertura pressochè totale del fabbisogno, consentendo un pay-back incredibilmente rapido.
  • “Il mercato europeo dell’energia solare termica è cresciuto in modo molto dinamico nel 2006, con un aumento medio percentuale di capacità installata del 47%; sono sempre la Germania, l’Austria, la Grecia, seguite da Francia, Italia, Spagna, Cipro, i paesi dove si investe di più nell’energia del sole. La sola novità sulla scena europea è stata la Gran Bretagna, dove nel 2006 si è registrata una crescita spettacolare del 93%.” Il vantaggio più significativo di questo durre acqua calda e per dare un con- riscaldamento è il comfort ambientale, tributo al riscaldamento domestico poichè l’emissione di calore prodotta (ideale sarebbe prevedere per l’inte- dal pavimento o parete radiante con- grazione una caldaia a condensazione sente un’uniformità di temperature e/o il termocamino). perfetta, evitando i classici punti freddi. Le tecnologie più recenti permettono Inoltre il tradizionale riscaldamento a di impiegare gli stessi impianti sia per 60° con radiatori provoca facilmente il il riscaldamento invernale che per il fenomeno dell’aria asciutta e malattie raffrescamento estivo e la depurazio- 1 dell’apparato respiratorio. Gli impianti ne dell’aria, integrandolo con alcuni a pavimento o parete al contrario assi- elementi quali deumidificatori, umi- curano respirabilità migliore dell’aria dostati....permettendoci di eliminare e umidità ottimale. completamente anche i condizionatori Attenzione! Mentre fino a qualche de- estivi, fonte notevole di consumo ener- cennio fa il riscaldamento a pavimen- getico. to era sconsigliato perchè la tempe- ratura alta - 60° - provocava disturbi Quanto costa un impianto solare ter- di circolazione, con l’attuale sistema mico? la temperatura è stabilizzata sui 0°, Il prezzo pieno per una casa abitata da creando benessere e salute. L’acqua a  persone si aggira tra i 3000-5000 e, questa temperatura, ottenibile anche con l’integrazione per il riscaldamento d’inverno nel Centro-Sud con i collet- il prezzo si aggirerà tra i 6000-10.000 tori solari, permette di riscaldare tran- e. Questi prezzi valgono per tutti i com- quillamente gli ambienti a 0°. ponenti necessari compreso montag- Non sottovalutiamo infine che l’eli- gio e IVA. minazione dei radiatori consente di Il solare termico è ormai una tecnolo- disporre di maggior spazio utile nelle gia matura, anche se possiamo preve- abitazioni, poichè nessuna parete è più dere ulteriori innovazioni tecnologiche; occupata. il costo medio dei collettori è sceso del 10% negli ultimi tre anni Negli impianti solari “combinati” l’e- nergia solare viene utilizzata per pro-
  • 4. E in casa mia? Spesso in Tv e sui quotidiani si discute produzione di energia, dello sfrutta- della errata decisione italiana di ri- mento della stessa e che integra i vari nunciare all’energia nucleare, ripro- componenti in funzione di un’ottimiz- ponendo il nucleare, il carbone... zazione del sistema energetico della Raramente si parla di Risparmio Ener- casa. Solo così, prendendo in conside- getico, considerevole fonte di energia razione la struttura globale della casa rinnovabile immediata e accessibile a in cui si interviene, è possibile rendere tutti, con tempi di recupero dell’inve- realmente conveniente e ammortizza- stimento inferiori a qualunque tecno- bile nel tempo un sistema solare. logia energetica a cominciare da scale di investimento minime. La più recente normativa nazionale Lo spreco di energia elettrica, gas rende obbligatorio l’uso dell’ener- e acqua che si verifica in ambito do- gia rinnovabile nei bilanci energetici mestico non ha nulla a che fare con il degli edifici di nuova costruzione. soddisfacimento dei bisogni di una fa- I pannelli solari possono inserirsi miglia. I consumi si possono ridurre in senza traumi in una casa con impatto due modi: estetico insignificante rispetto all’or- • razionalità (uso dell’energia intelli- ribile brulicare di antenne e parabole. gente) L’installazione di pannelli ad incasso 13 • efficienza (tecnologia che ci per- nel tetto, preferibilmente da effettua- mette, a parità di prestazioni, di re durante la costruzione o ristrut- avere costi inferiori). turazione (e in questi casi si otterrà L’abitudine di far funzionare gli im- un risparmio del 0% dei costi), è un pianti di riscaldamento a intermitten- intervento di perfetta integrazione ar- za, ad esempio, è un’ottima prassi per chitettonica. inquinare di più e abbreviare notevol- mente la vita delle caldaie. È indispensabile che le istituzioni dia- no al mercato tutte le linee guida su Solo dopo avere ottimizzato i propri come costruire le abitazioni, come consumi è corretto pensare di installa- orientare la casa, quali energie poter re degli impianti di energia rinnovabile. utilizzare e quale è il bilancio costi/ benefici. Tutti gli operatori del settore Il mercato italiano è però ancora di- (produttori, distributori, tecnici, instal- sorganizzato, la maggior parte dei latori e manutentori) fino ai destinata- soggetti opera in un ambito preciso: ri finali, devono essere informati sulle c’è chi vende caldaie, chi si occupa dei possibilità di “risparmiare ambiente pannelli... come se ogni impianto so- ed euro”. lare fosse cosa a sé stante. In realtà il pannello solare, termico o fotovoltaico che sia, fa parte integran- te di un sistema che si occupa della
  • Etichetta energetica negli edifici 10-1% anno: interesse che nessuna L’attribuzione della classe energetica banca o bond riconoscerà mai. di un edificio è un processo che porta La certificazione è inoltre uno stru- a determinare il consumo energetico mento di mercato perché l’edificio per il riscaldamento e la produzione efficiente con una buona classifica- di acqua calda, in condizioni standard zione può valere di più . Vale per gli di utilizzo. Al termine del processo edifici nuovi come per gli esistenti e vengono rilasciati un certificato ed mette d’accordo tutti perché conviene una targa con l’indicazione dei consu- a costruttori e proprietari, venditori e mi ed una classificazione che va dal- acquirenti. la A, migliore, alla G, peggiore, come Unici a non essere contenti? gli avvo- per gli elettrodomestici, che facilita la cati : diminuirà infatti il contenzioso lettura e la comprensione. La certifi- su muffe e condense. E’ importan- cazione energetica valorizza gli edifi- tissimo infine definire un solo stan- ci ad alta efficienza, contribuendo a dard di metodologia per tutta l’Italia, 1 trasformare il mercato immobiliare e mentre in questo momento siamo an- migliorandone la trasparenza. cora in attesa di linee guida unitarie; Per ora è obbligatoria per poter usu- diversi Enti (CasaClima, Sacert, Itaca fruire, durante gli interventi di ristrut- e molti altri) rilasciano ottime certi- turazione volti al risparmio energeti- ficazioni che però hanno parametri e co, delle detrazioni fiscali previste. criteri diversi . Dal primo luglio 009 l’etichetta ener- getica diventerà obbligatoria anche per vendere/comprare/affittare un sin- golo appartamento. Ma non sarà, come potrebbe sembra- re, un balzello in più. Il costo della certificazione è un inve- stimento perché guida le scelte del proprietario verso una gestione più attenta o meglio ancora verso un pia- no di investimenti per migliorare la classe. La certificazione sarà un che- ck up, cioè si verrà a conoscenza dello stato di salute energetico della nostra casa, sarà poi interesse del proprieta- rio effettuare investimenti, con un ri- torno altissimo. Un isolamento termi- co ad esempio ha un rendimento del
  • 5. Alcune ecoidee Condomini Sostenibili Bagno Giulia 83 La Provincia di Ferrara ha lanciato Riccione, estate 003. Parte un entu- nel 003 un singolare progetto, che siasmante progetto pilota, “bagnino mirava a diffondere nelle famiglie la sostenibile”, che porta alla realizza- consapevolezza che anche i compor- zione di: tamenti quotidiani hanno riscontri • un impianto FV per la produzione oggettivi sulla qualità dell’ambiente, di energia elettrica cercando di stimolare l’adozione di • un impianto solare termico per buone pratiche ambientali. l’acqua calda Quattro condomini per un totale di  • un sistema di riutilizzo delle acque famiglie, siti nel quartiere periferi- e progetti di risparmio idrico con co Barco di Ferrara, sono stati coin- riduttori di flusso volti in lezioni di ecologia domestica, • contenitori per la raccolta diffe- incontri, visite guidate agli impianti, renziata percorsi di consapevolezza. Uno dei • stazione informativa realizzata con risultati ottenuti è stato proprio la ARPA scelta di illuminare la propria corte comune con  lampioni fotovoltaici. Con dati aggiornati sulla qualità del- 15 La Provincia di Ferrara, visto il suc- le acque di balneazione, livelli di ra- cesso dell’iniziativa, ha riproposto il diazione UV e previsioni meteo “che progetto in un altro Condominio, già tempo che fa?” da far morire d’invidia alla conclusione, auspicando che tutti Fabio Fazio. i condomini ferraresi diventino eco- La Provincia di Rimini, visto il successo compatibili. travolgente dell’iniziativa in termini di Sono disponibili, con un semplice mail interesse, visibilità e afflusso di turisti, a ecoidea@provincia.fe.it le istruzio- ha lanciato un “Bando per la ecoso- ni per realizzare nella propria realtà stenibilità degli stabilimenti balneari” (condominio, appartamento, villet- dove offre incentivi e facilitazioni au- ta...) una gestione famigliare sosteni- spicando che tutti i bagnini del rimine- bile “fai da te”. se diventino eco-compatibili.
  • 6. ESCO… ma ritorno Una delle possibilità più innovative nel ta (elettrica e/o gas) che pagava pri- campo del risparmio energetico è of- ma dell’intervento, fino alla durata del ferta dalle E.S.CO. ma cos’è e cosa fa contratto. una E.S.CO.? Poi, alla fine del contratto, il cliente E.S.CO. è l’acronimo di Energy Servi- diventa proprietario dell’opera e co- ce COmpany, quindi si tratta di com- mincia a godere effettivamente del pagnie/società che offrono servizi di risparmio conseguito. Gestione Energetica. Finora si sono Il ritorno economico è indiscutibile. sempre occupate della gestione degli Tra i Comuni che hanno adottato la impianti energetici di grosse strut- ESCO c’è Trezzano Rosa (MI) che ha ture (es. Ospedali, Centri commer- sostituito le normali lampade di 700 ciali, ecc). Una delle peculiarità delle lampioni pubblici con lampade a ridot- E.S.CO. è quella di andare dal cliente to consumo energetico, risparmiando (Impresa, Amministrazione Pubblica energia e rinnovando l’illuninazione ma anche Privato) fare una indagine stradale senza spendere un soldo. della efficienza energetica dell’og- Per avere una lista delle ESCO sul 16 getto in esame (sia esso un impianto territorio basta andare sul sito del- produttivo, il sistema di illuminazione l’Autorità per energia elettrica e il gas pubblica di un Comune, un edificio (http://www.autorita.energia.it/ee/ pubblico o privato, un condominio, elenco_accr_0509.pdf). ecc) e calcolare il risparmio consegui- bile facendo determinati interventi. Da qui partono vari scenari d’inter- vento. Quello più allettante, ma più difficile da mettere in pratica, è la stipula del contratto (con validità pluriennale), fra la ESCO ed il cliente, chiamato “gua- ranteed saving”, in cui la ESCO pro- getta ed attua interventi al sistema di approvvigionamento energetico del- l’oggetto (es. edificio) assumendosi i rischi tecnici e finanziari dell’opera. La novità più grossa è che la ESCO non chiede soldi!!! Si ripaga dell’interven- to tramite il risparmio conseguito in bolletta, ed il cliente non si assume alcun rischio tecnico e finanziario, continuando a pagare la stessa bollet-
  • 7. Incentivi e contributi Osservando le quote nazionali ed i Usare energie rinnovabili dal sole e relativi grafici sugli impianti solari dalla terra, al posto del petrolio, si può installati negli Stati U.E. salta agli oc- e si deve. A chi contesta queste scel- chi che la radiazione solare, ovvero la te, ritenendole troppo “alternative”, quantità di soleggiamento, NON è il rispondiamo come lo sceicco Yama- fattore più importante per la creazio- ni, ex ministro del petrolio dell’Arabia ne di un mercato solare sostenibile. Saudita, che sostiene: Un peso molto più determinante lo “L’era del petrolio non finirà per man- hanno le politiche di incentivazione e canza di petrolio, così come l’età della le regole del settore residenziale. pietra non finì per mancanza di pie- Oltre a Bandi locali, regionali e nazio- tre”. nali, Programmi e Leggi ad hoc, un classico strumento di governo consi- derato tra i più efficaci è la cosiddetta “leva fiscale”, che consiste nel tassare o detassare alcuni prodotti a secon- da che se ne voglia disincentivare o 17 incentivare l’uso. In questa ottica la detrazione IRPEF, l’IVA, gli oneri se- condari di urbanizzazione... sono solo alcuni degli strumenti indiretti di cui auspichiamo l’uso e l’abuso da parte dello Stato e degli Enti locali per favo- rire l’utilizzo delle energie rinnovabili. Un applauso alla Finanziaria “verde” Link di approfondimento 007 che ha introdotto la possibilità di agli argomenti trattati: detrazioni fiscali fino al 55% per nu- merosi interventi volti a ridurre il con- • www.energiadalsole.it sumo di energia, tra cui l’ installazione • www.greenpeace.it di pannelli solari termici, le ristruttu- • www.grtn.it razioni volte al risparmio energetico, • www.ilportaledelsole.it la sostituzione di vecchi elettrodome- • www.ilsolea360gradi.it stici divoratori di elettricità. • www.ises.it Informazioni aggiornate in • www.paesedelsole.org/index.htm http://efficienzaenergetica.acs. • www.romaenergia.org/energierinno- enea.it/ vabili
  • La presente guida è stata stampata su carta Ecolabel Cyclus Office “Anche noi condividiamo” è il progetto della Provincia di Ferrara visibile sul stampato nel Settembre 007 sito www.provincia.fe.it/ecoidea, con cui la Collana Guide Ecoidea viene resa disponibile gratuitamente per la personalizzazione e la stampa da parte di qualsiasi Ente interessato. 1 © Sportello Ecoidea®, Assessorato all’Ambiente, Agenda 1 Locale e Cooperazione internazionale della Provincia di Ferrara www.provincia.fe.it/ecoidea ecoidea@provincia.fe.it Questa guida è stata compilata per A cura di: fornire, in poche pagine, la maggior Alida Nepa con la collaborazione di chiarezza e completezza di informa- Cristiano Piffanelli, Stefania Sacco, zioni sull’argomento. Se ti interessa- Stefano Fortini, Filippo Barattini, no ulteriori approfondimenti, indirizzi coordinati da locali, siti internet sui punti trattati, Gabriella Dugoni responsabile del contattaci. Servizio Politiche della Sostenibilità e Cooperazione Internazionale della Ugualmente se noti un’inesattezza, Provincia di Ferrara. un’informazione mancante o supera- ta, ti preghiamo di segnalarlo. Stampa Sate - Fe Graphica Grazie per la collaborazione.
  • Lo Sportello Ecoidea® informa e promuove comportamen- ti e stili di vita rispettosi dell’am- biente, accompagna i cittadini nella scelta delle tecnologie e dei prodotti per il risparmio delle risorse e del- l’energia, per la riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento. Possiamo fornire gratuitamente A21 news - materiale e Guide per capire come e notizie sulla sostenibilità quando funzionano i collettori solari è la nostra newsletter gratuita e pri- ed i pannelli fotovoltaici, gli incentivi va di pubblicità a cui puoi iscriverti esistenti, un elenco completo delle scrivendo a: Ditte del settore più una serie di siti agenda1@provincia.fe.it 19 web che offrono una verifica di fatti- e specificando nell’oggetto: “iscri- bilità e preventivo on-line. zione A1 news“. Ogni lunedì, insie- Informiamo sull’uscita di eventua- me ad altri migliaia di iscritti, rice- li Bandi che offrono contributi per verai sul tuo PC notizie sugli avveni- l’installazione di pannelli e aiutia- menti del territorio ferrarese e non mo anche nella compilazione della solo e aggiornamenti sugli incentivi, richiesta. sovvenzioni e contributi ambientali. Per risparmiare sulla bolletta della corrente elettrica abbiamo a dispo- sizione materiale e opuscoli sempli- ci con suggerimenti pratici. E’ sufficiente una semplice mail di richiesta, puoi venire allo Sportello Ecoidea oppure telefonarci.
  • Puoi richiedere le Guide della Collana Ecoidea allo Sportello Ecoidea ® tel. 0532 299540 fax 0532 299525 Collana Guide Ecoidea Gratuitamente puoi richiedere le Guide Ecoidea 1 – Dal pattume… al concime - Il compostaggio domestico – perché e come ottenere un ottimo concime utilizzando gli scarti domestici 2 – Prendi uno… paghi due – La riduzione dei rifiuti all’acquisto – consigli per fare la spesa valutando anche imballaggi e confezioni 3 – Sto arrivando… com’è il posto? – Bambini e ambiente – suggerimenti per allevare un bambino sano in un mondo che sano non è 4 – Mi fa male… l’ufficio – L’ufficio ecologico - come rendere più vivibile e salubre l’ambiente lavorativo e farsi passare il mal d’ufficio 5 – Bella e... generosa – Gratis a Ferrara – monitoraggio di tutte le possibilità ed i beni a disposizione gratuita dei ferraresi 6 – Il cielo... nella mia stanza – Bioarchitettura – tecniche e modalità per costruirsi una casa utilizzando i principi della bioarchitettura 7 – Sì… viaggiare! – Turismo sostenibile – trasformiamoci da vacanzieri inconsapevoli a turisti rispettosi dell’ambiente fisico e umano 8 – Lasciati… guidare – Ecologia sulla strada – strategie per risparmiare carburante ed euro e inquinare meno, guidando in maniera diversa 9 – Un posto… al sole – Pannelli solari e risparmio energetico – energia dal sole ora accessibile a tutti 10 – Casalinghe/i... disperate/i – Come risparmiare ambiente ed euro in casa? – buone pratiche domestiche in ogni stanza della propria casa INOLTRE… tante altre informazioni / Guide / opuscoli / manuali per risparmiare ambiente ed euro. Sportello Ecoidea ® Contattaci alla mail: ecoidea@provincia.fe.it www.provincia.fe.it/ecoidea Aperto: Martedì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 Giovedì dalle ore 9,00 alle ore 16,00 oppure su appuntamento tel. 053 99540 - fax 053 9955 Sportello Ecoidea® Servizio Politiche della Sostenibilità e Cooperazione Internazionale della Provincia di Ferrara, Editore EDISAI s.r.l. Ferrara Corso Isonzo, 105/a - Ferrara ISBN 978-889506-1-9 Per approfondimenti, materiale, indirizzi e chiarimenti sui temi della sostenibilità, energie rinnovabili, e 1,00 (IVA assolta dall’editore) consumo consapevole