Guida Ecoidea 7 - Turismo sostenibile

1,257 views
1,173 views

Published on

Guida Ecoidea 7
Turismo sostenibile
Si... viaggiare!

Published in: Education, Technology, Business
0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,257
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
37
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Guida Ecoidea 7 - Turismo sostenibile

  1. 1. COLLANA GUIDE ECOIDEA 7 Turismo sostenibile Provincia di Ferrara Si ... viaggiare! www.provincia.fe.it/ecoidea
  2. 2. Introduzione La Provincia di Ferrara nel 1999 ha strutturali, sia iniziative specifiche, avviato la propria Agenda 1 Locale, semplici e concrete. (Per maggiori ovvero un processo partecipato che informazioni sull’Agenda 1 Locale: sulla base delle emergenze e delle www.provincia.fe.it/agenda1). criticità locali, tende allo sviluppo sostenibile, in grado di rispondere Coerentemente all’Obiettivo 1 del alle necessità del presente senza Piano d’azione, che stimola alla compromettere il futuro delle pros- promozione di comportamenti e sti- sime generazioni. li di vita rispettosi dell’ambiente, la Provincia di Ferrara nel 00, grazie Nel 000 è stato istituito il Forum, ad un cofinanziamento del Ministero costituito da più di 150 “portatori di dell’Ambiente, ha istituito lo Spor- interessi” individuati sul territorio tello ECOIDEA®. ferrarese (in rappresentanza delle istituzioni, delle associazioni profes- La missione è quella di promuovere sionali, ambientali, sociali e cultu- e diffondere tra i cittadini le buone rali, delle scuole, ecc.), che ha ela- pratiche ambientali attuabili nella borato il Piano d’Azione “Ambiente vita di tutti i giorni e assisterli nel- e Futuro Sostenibile”, reso pubblico le scelte relative alle tecnologie nel Marzo 001. per il risparmio delle risorse e del- l’energia. Nello specifico, la Collana Il Piano d’Azione è un documento Guide Ecoidea attua l’azione 39 del suddiviso in 11 obiettivi strategici e Piano d’azione di Agenda 1 Locale composto da 18 azioni che riguar- che richiede appunto di divulgare ai dano sia aspetti programmatici e cittadini manuali di questo tipo. Ecolabel Questa Guida Ecoidea promuove il marchio Ecolabel in tutti i modi, a cominciare dalla carta che state sfiorando, carta Ecolabel per tipografia completa- mente diversa dalle altre carte, sia per la qualità che per la tecnica di produzione utilizzata. Per capirci, è la stessa differenza che c’è tra fare l’idromassaggio alle Terme e gettare una mancia- ta di aspirine effervescenti nella vasca da bagno.
  3. 3. Indice 2 Introduzione 4 Premessa 5 Quando pensi alle tue prossime vacanze... 7 Associazione Italiana Turismo Responsabile 8 Prima... 9 Durante... 10 E dopo... il viaggio 11 Il turismo solidale 12 Il turismo invernale 3 13 Il turismo in Italia 14 Due passi... su due ruote 15 Il vacanziere 16 E per chi resta a casa... 17 Link Vi presentiamo la nostra mascotte: Lucilla! Lucilla è una lucciola tutta speciale: brilla di luce propria grazie ad una lampadina a bas- so consumo energetico e vi accompagnerà in tutta la Collana Guide Ecoidea. Come tutte le lucciole, anche Lucilla è un indicatore di elevata qualità ambientale. Sarà lei ad “illuminare” i consigli e le infor- mazioni contenute nelle nostre guide per ri- spettare l’ambiente e quindi... anche lei!
  4. 4. Premessa La Collana Guide Ecoidea è un bel- esposti alle, diciamo così, patologie l’esempio di come amministrazioni del turismo; però, successivamente e pubbliche attente e sensibili possano con gradualità, ci siamo resi conto del collaborare in azioni di educazione valore universale dei principi del turi- nel campo della tutela dell’ambiente smo responsabile: i problemi generati e dello sviluppo sostenibile e nella in- dallo sviluppo turistico sono di inten- dividuazione di pratiche e stili di vita sità e gravità diversa nei vari paesi, ispirati ai principi della sostenibilità. ma esistono ovunque, si manifestano in ogni contesto, anche nei paesi più La presente guida, dedicata al rispetto ricchi, che pur vantano una lunga e per l’ambiente in vacanza, costituisce positiva storia turistica. un prezioso strumento di orientamen- Questa guida affronta pertanto, giu- to al comportamento corretto, e mar- stamente, il problema in modo globa- ca la differenza fra il turismo sosteni- le, fornendo informazioni, indicazioni e bile parlato e quello realmente diffuso suggerimenti sia ai viaggiatori italiani e praticato. che vanno all’estero, eventualmente L’A.I.T.R., di cui sono stato uno dei fon- in località lontane ed esotiche, dove datori e da poco sono il Presidente, da i problemi sono più gravi, sia a colo- tempo sente il bisogno di un rapporto ro che viaggiano in Italia, al mare, in forte e profondo di collaborazione con montagna, in città, nei luoghi di inte- le amministrazioni pubbliche che, per resse naturalistico, questi ultimi par- il loro prestigio, la loro autorevolezza ticolarmente fragili ed esposti a rischi e la forza organizzativa di cui dispon- sotto il profilo ambientale. gono, hanno la capacità di tradurre in Un’ultima osservazione: va apprezza- buone pratiche diffuse e generalizzate to il tono non pedante ma al contrario le intuizioni, le idee a volte pionieri- leggero e gradevole dell’esposizione. stiche, le proposte ai limiti dell’uto- La materia è infatti delicata, coesisto- pia espresse dal volontariato civile e no sensibilità e approcci diversi, dun- sociale, e sono in grado di orientare que è opportuno mantenere un profilo positivamente i comportamenti dei appropriato, non saccente ma di buon cittadini. senso, non presuntuoso e aggressivo, Il tema del turismo responsabile si è ma amichevole: uno stile che, ci au- sviluppato inizialmente in riferimento guriamo, risulterà anche più efficace. ai problemi legati allo sviluppo turi- stico dei paesi del terzo mondo che, per la loro debolezza economica, la di Maurizio Davolio, sudditanza politica nei confronti dei Presidente A.I.T.R. paesi più ricchi e sviluppati, talvol- Associazione Italiana ta l’assenza di democrazia, sono più Turismo Responsabile
  5. 5. 1. Quando pensi alle tue prossime vacanze… ...fermati un attimo. L’innata curiosità di nuovi mondi, non Se tutto questo turba la tua sensibilità deve renderti cieco di fronte agli aspetti sociale e ambientale, sappi che: negativi della tua visita nei paesi ospi- tanti. • è possibile viaggiare in modo meno consumistico Ricorda che il Turismo di Massa, soprat- • più consapevole tutto il flusso dell’Occidente ricco verso i • ma, altrettanto gioioso. paesi “esotici” del Sud del mondo (Ame- Sei in vacanza, mica in missione! rica Latina, Asia, Africa): ECOTURISMO significa mettersi in • è la principale attività economica a viaggio cercando un rapporto equili- livello mondiale brato con l’ambiente, ma anche con le • occupa milioni di lavoratori comunità locali. • cresce, favorito dallo sviluppo dei trasporti 5 ma valuta anche che, essendo in mano a poche multinazionali, • ha una minima ricaduta economica sui paesi interessati • ha uniformato culture e società, can- cellando tradizioni e differenze • ha un forte impatto sull’ambiente e su delicati ecosistemi • estromette gli abitanti locali da ogni decisione in merito. Considera inoltre che la scelta di desti- nazioni nelle quali vige un regime ditta- toriale determina ricchezza economica per quel governo.
  6. 6. Prima di “consumare” un viaggio, svi- Le linee strategiche del percorso di qua- luppiamo un atteggiamento critico e lità verso un Turismo Sostenibile do- “premiamo” le imprese che agiscono vranno coinvolgere tutto il settore, dal secondo certi criteri. tour operator al titolare della struttura, con programmi di finanziamento pubbli- Il turismo consapevole aiuterà molti co che sostengano queste scelte e piani paesi ad uscire dalla miseria, molte fa- di marketing per aumentare la doman- miglie a sopravvivere, la natura e gli ani- da di turismo ambientale. mali ad essere protetti e tutelati. Nell’Università di Siena, presso la sede di Grosseto è nato il corso di laurea in Un consumatore attento, che tiene con- “Economia del turismo sostenibile”: to della salvaguardia ambientale, al mo- una bella occasione di approfondire la mento dell’acquisto di un viaggio, può, conoscenza delle concrete tematiche con la sua scelta, “orientare”, condizio- ambientali coinvolgendo l’apparente- nare, il mercato. mente distante mondo accademico. Le imprese si adeguano ai rapidi muta- menti degli scenari e del mercato, adot- tando comportamenti e proposte più in sintonia con le nuove esigenze dei con- sumatori. Le future forme di concorrenza turistica saranno basate anche su proposte am- bientali compatibili e su nuovi stili di re- lazione sociale. “ Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone.”
  7. 7. 2. A.I.T.R. Associazione Italiana Turismo Responsabile www.aitr.org L’industria turistica è concentrata in Le riflessioni su questi ed altri aspetti pochi grandi operatori e le migliaia di del turismo hanno portato, nel 1998, alla agenzie di viaggio ripropongono i pac- nascita della A.I.T.R., di cui fanno parte, chetti di questi. ad oggi, 80 associazioni no-profit. Que- La gran parte dei soldi spesi dai turisti sta è finora la prima e unica esperienza per viaggi nel Sud del mondo ritornano italiana per la diffusione di un turismo nel Nord, attraverso le stesse compa- più responsabile, sostenibile nel rap- gnie aeree, strutture alberghiere e ope- porto con l’ambiente, etico e solidale nei ratori che controllano il mercato delle rapporti sociali. vacanze. L’Associazione verifica soprattutto la Il turista, passivo e superficiale, consu- presenza nelle proposte di viaggio, ma acriticamente quanto viene offerto. di tre requisiti qualitativi: • basso impatto ambientale, ricorso ad L’ambiente è il settore che sopporta i co- energie pulite, limitazione degli ac- sti più rilevanti: cessi turistici; 7 • desertificazione e distruzione di ha- • positiva ricaduta socio-culturale sul- bitat naturali per la costruzione di le comunità ospitanti, coinvolgendo infrastrutture e alberghi le popolazioni nelle decisioni sui loro • perdite di petrolio da parte delle navi, territori; rete fognaria inadeguata, acque di • equità economica, incentivando le scolo mal depurate e conseguente imprese locali, nazionali, rispetto a inquinamento delle acque quelle straniere. • trasporti, riscaldamento, condiziona- tori, piscine e campi da golf consu- L’A.I.T.R. diffonde una “Carta di identi- mano grandi quantità di energia ed tà per viaggi sostenibili” che raccoglie acqua che provocano inquinamento una serie di linee guida rivolte ai tour e mettono in crisi l’agricoltura della operator, alle comunità indigene di ac- zona coglienza e, soprattutto, ai turisti con- • sport che squilibrano delicati ecosi- sapevoli che desiderano e pretendono stemi: immersioni e snorkeling pos- un turismo sostenibile, abbandonando sono danneggiare irrimediabilmente il modello colonialista dell’occidentale le barriere coralline. adagiato nel lusso.
  8. 8. 3. Prima... Valuta attentamente la méta e inter- rogati sulle reali aspettative e moti- vazioni del viaggio (riposo, libertà, interessi culturali, Chiedi garanzie sulla qualità etico- curiosità antropologica, ricerca del ri- economica del viaggio: schio, luogo di moda). • trasporti, alloggi e ristorazione a carattere familiare locale Esamina con occhio critico i cataloghi • verifica dei luoghi di acquisto di d’agenzia: presentano una realtà en- artigianato locale autentico (e non fatizzata, ricca di mare e spiagge ma importato dall’Oriente). priva di consigli per la comprensione della cultura, insistendo spesso su Pretendi una guida del posto che aspetti “italiani” dell’accoglienza (lin- indichi quali comportamenti locali gua, cibo) quasi per preservare il turi- siano accettabili o meno e metta in sta dalla realtà locale. contatto i turisti con le reali attratti- ve del luogo. Non accettare la logica del villaggio 8 turistico che distrugge il contatto con Non programmare tour de force o le diversità. vacanze mordi-e-fuggi: un luogo che hai visto in velocità ti lascia un’im- Capisci il paese, la società, la cultura pressione estranea e fuggevole, se che incontrerai: consulta testi, guide, l’hai visitato con calma invece ti può dati su Internet. regalare sensazioni ed impressioni autentiche ed indelebili. Esigi chiare informazioni tecniche e logistiche sul viaggio. Sii disponibile ad un incontro prepa- ratorio con i compagni di viaggio e l’organizzatore. Chiedi garanzie sulla qualità etica- ambientale del viaggio: • scelta di partner locali che rispetti- no le norme sindacali (orari, lavoro minorile, paghe) • trasporti, alloggi, ristorazione lo- cali nel rispetto dell’ambiente • partecipazione a feste e manifesta- zioni tradizionali autentiche.
  9. 9. 4. Durante... Condividi con rispetto i vari aspetti del- la vita quotidiana locale. Non pretendere privilegi o sistemazioni Adotta un comportamento coerente: particolari. • scegli mezzi di trasporto pubblici Non pretendere servizi di alto livello (piscina, campo da golf...) che implica- • considera che il portabagagli au- no alto sfruttamento energetico delle menta il consumo di carburante del risorse locali. 10 % Non ostentare ricchezza stridente con • non gettare i rifiuti per strada, anche la situazione locale. se le strade sono sporche Non avere comportamenti offensivi per • segnala eventuali incendi o altre la cultura e la religione ospitanti. emergenze ambientali alle autorità Cerca prodotti genuini e manifestazioni • evita le macchine fotografiche usa 9 autentiche. e getta, che hanno diverse sostanze chimiche tossiche incorporate Non acquistare nulla che incoraggi o crei un mercato illegale. • limita i fazzolettini usa e getta, oppu- re usa quelli con marchio Ecolabel Nei Parchi Nazionali e Riserve paga le tariffe ufficiali: le trattative “sotto ban- • segnala alle autorità competenti co” sono meno dispendiose ma finisco- eventuali reati, in particolare se lega- no nelle tasche dei guardiani, mentre il ti ad abuso sessuale o sfruttamento ricavo della vendita dei biglietti serve di minori. alla manutenzione dei parchi.
  10. 10. 5. E dopo... il viaggio Valuta con attenzione le sensazioni o Brillanti esempi di soluzioni soste- le aspettative mancate. nibili all’estero: Proponi all’organizzatore una valuta- • In Kenya, le attività legate al turi- zione dell’esperienza, anche colletti- smo hanno consentito la creazione va. di 55.000 nuovi posti di lavoro. • L’autorità dei parchi del Madaga- Se puoi, resta in contatto con la gente scar ridistribuisce il 50% dei ricavi e il paese visitato. alle comunità. • A Casamance, in Senegal, da al- cuni anni gli insediamenti turistici sono integrati nelle strutture dei villaggi tradizionali. • In Amazzonia, le piccole comunità indigene Ribeirinhos hanno atti- vato una struttura ospitale per persone, da inserire nella vita e 10 nei lavori della comunità. • Nella Repubblica Dominicana, or- ganismi locali gestiscono autono- mamente piccoli gruppi di turisti. • Cuba. In alcune zone i turisti sono alloggiati in case private, condivi- dendone la quotidianità. In tutti questi casi il numero dei turisti è limitato, l’impatto umano sostenibi- le e c’è la possibilità, per gli abitanti del posto, di svolgere un ruolo attivo nell’accoglienza. Gli investimenti locali sono ridotti e non obbligano alla dipendenza dal ca- pitale straniero. I guadagni sono più elevati e maggio- re è la possibilità di reinvestire i ca- pitali. Il minor divario nello stile di vita tra turisti e indigeni favorisce relazioni interpersonali autentiche.
  11. 11. 6. Il turismo solidale Dalla teoria alla pratica: puoi partecipare a viaggi nei paesi in puoi contribuire concretamente alla via di sviluppo che prevedono la visita salvaguardia dell’ambiente parte- e la devoluzione di una quota di spesa cipando ai viaggi proposti da WWF e a favore di progetti di cooperazione e Legambiente: solidarietà www.wwf.it/vacanze Alcune proposte: www.legambienteturismo.it www.bottegaengim.org www.tremembe.unimondo.org www.tures.it www.unaltromondo.it www.viaggiemiraggi.it puoi partecipare a campi di lavoro al fine di mettere la tua attività dispo- sizione di progetti di cooperazione e solidarietà: 11 www.iboitalia.org “Il turismo è compatibile con l’ambiente solo a dosi omeopatiche. Ed è essenziale l’elemento della reciprocità, il rapporto che si crea con chi vive nei luoghi. Altrimenti, anche il più volenteroso degli ecoturisti può trasformarsi in un irritante, pedante e dannoso grillo parlante.” Alex Langer
  12. 12. 7. Il turismo invernale Avete mai passato il periodo natalizio, stessi delle altre forme, ma con qual- corrispondente alle vacanze scolasti- che accortezza in più per la corretta che, in montagna, tentando di sciare? gestione dei luoghi: Le vacanze invernali sono diventate un fenomeno talmente di massa, con- • ripristino degli equilibri naturali e centrato in poche settimane all’anno, della stabilità idrogeologica da trasformarsi spesso in “vacanze infernali”. • conservazione e ripristino della Si stima che le attività collegate al biodiversità e dei valori ambientali turismo invernale muovano annual- e paesaggistici mente in Europa ben 0 miliardi di Euro, cifra che riguarda 10 paesi ed • riduzione del traffico e dei fattori oltre 10.000 stazioni che complessi- di inquinamento vamente dispongono di circa 110 mi- lioni di posti letto. In questo mercato • mantenimento dell’agricoltura in i paesi dominanti, assieme all’Italia, tutte le situazioni in cui è possi- sono Svizzera, Austria e Francia. bile. 1 Sono stati creati dal nulla luoghi alla moda, centri di ritrovo della monda- nità che, con la scusa degli sport in- vernali, fanno scempio delle bellezze naturali per costruire alberghi di 00 stanze, impianti per l’innevamento ar- tificiale e per l’illuminazione notturna, piste da discesa, funivie che spesso divorano enormi quantità di energia per il loro funzionamento e deturpano il patrimonio naturale, sconvolgendo Prendono piede l’habitat di piante, animali e… abitan- i viaggi a piedi. Fanno ti. scoprire che cosa è necessario mangiare e cosa La Conferenza Transfrontaliera Mont- è assuefazione, cos’è Blanc ha individuato nel turismo uno il troppo e cosa il dei grandi temi di cui occuparsi pren- necessario. Eliminano il dendo come linea direttrice generale superfluo dagli zaini e dalle quella di incentivare il più possibile menti : tutto è più leggero! attività dolci e di basso impatto, in ar- www.boscaglia.it monia con la moderna concezione di sviluppo sostenibile. I criteri che devono regolare il turi- smo invernale consapevole sono gli
  13. 13. 8. Il turismo in Italia La vacanza non serve a perdere quel “Ecolabel Legambiente e Turismo”, po’ di equilibrio psicofisico che fatico- un’iniziativa volontaria che incorag- samente abbiamo raggiunto nel resto gia le imprese ricettive a migliorare dell’anno, né serve a dimostrare la la propria gestione ambientale pro- nostra retorica smania ecologista di ponendo: cibi biologici, letti in abete, ritorno alla natura. Anche nella natura niente fumo, riduzione, riciclaggio e ci si può abbandonare ad una vacanza compostaggio dei rifiuti, risparmio alienante e narcisistica. In vacanza si energetico e idrico, contenimento del può fare qualcosa di più. rumore e del traffico, lotta biologica Si può riscoprire il silenzio, che non alle zanzare, giardini costruiti sopra i vuol dire un muso di un metro, ma tetti, noleggio delle biciclette, pannel- trovare le parole giuste per il nostro li solari, accoglienza gioiosa dei bam- ruolo dimenticato di madri, padri, figli bini negli spazi comuni. o sorelle. Ci auguriamo che il turismo a misura Un sano periodo di disintossicazione d’uomo motivi sempre più i turisti a sce- da SMS, televisione, e-mail potrebbe gliere alcune località piuttosto che altre. darci l’occasione unica di chiacchiera- re con serenità. Chi cerca alberghi, camping, agritu- 13 rismi, bedbreakfast e stabilimenti Per alcune persone sembra un impe- balneari amici della natura, oppure rativo categorico organizzare il Capo- vuole conoscere lo stato ambientale di danno in Kenya, Pasqua in Tunisia, un città, mari, fiumi e montagne d’Italia, week-end a Londra, oltre ovviamente può trovare risposte presso lo Spor- alle vacanze estive in Croazia. Forse è tello nazionale di Legambiente “Am- banale, ma …perché, prima di partire biente e turismo” e presso il Centro di per viaggi super-esotici, non scoprire documentazione ambientale dell’as- le bellezze del nostro paese? sociazione. Non parliamo degli enormi parchi Lo Sportello “Ambiente e turismo” acquatici e terrestri che deturpano il e il Centro di documentazione am- paesaggio e richiedono enormi quan- bientale si trovano a Bologna, presso tità di acqua e energia elettrica, ma- la sede di Legambiente Emilia-Ro- gari a due passi dal mare. magna, in piazza XX Settembre 7, Parliamo delle bellezze naturali e tel. 051/.13. culturali di cui l’Italia ha il primato e-mail: mondiale. emiliaromagna@legambienteonline.it Scopo del turismo sostenibile in Italia è quello di valorizzare queste bellezze Da alcuni anni le strutture turistiche e trasformare la protezione dell’am- possono ottenere l’Ecolabel dell’Unio- biente da “vincolo” a “opportunità” di ne Europea. Scegli alberghi, campeggi sviluppo economico. e strutture con la margherita: molte Molte strutture turistiche hanno sot- rimborsano anche il biglietto del treno! toscritto un protocollo d’intesa con
  14. 14. 9. Due passi... su due ruote Una forma di turismo che sta pren- Stanno prendendo piede (o pedale...) dendo piede è quella da “imprevisto”. le vacanze in bicicletta. Si parte per il solito week-end sui Complici le innumerevoli piste ciclabili monti, e si rimane bloccati dalla neve che stanno diffondendosi in tutta Eu- in un rifugio, oppure da una frana… ropa, considerata la possibilità offerta telefonata a casa per tranquillizzare, da treni, pullman, navi nonché auto e in ufficio, e vai, minimo una settimana camper di potersi portare al seguito di vacanza “imposta” ma con la co- il più ecologico mezzo di trasporto, scienza a posto, e più i soccorsi tarda- in sella alla propria bici si scopre il no meglio è. Una pacchia. mondo a forza di addominali. Il percorso della Destra Po, inaugu- rato nel 001, è la pista ciclabile più lunga d’Italia (13 km di cui 110 ad uso esclusivo del traffico ciclistico), segue l’argine del fiume Po in provin- cia di Ferrara da Stellata di Bondeno a Gorino Ferrarese. 1 É inserita nel progetto “Eurovelo”, una rete di 1 percorsi ciclabili eu- ropei che collegano tutti i paesi del Continente e costituisce il tratto cen- trale del percorso europeo n. 8 che parte da Atene e arriva fino a Cadice in Spagna.
  15. 15. 10. Il vacanziere Mari, monti, colline, campagna, città Ritorno: replay dell’andata con l’ag- d’arte o meno, non importa; purché giunta del sole al tramonto, giusto si vada. all’altezza degli occhi di chi guida, Il vacantierex domenicalis, specie effetto accecamento assicurato. non protetta dal WWF, raggiunge il Demordere? Mai. suo apice d’estate, quando imboc- Il divertimentificio domenicale rispon- ca con la sua auto la “superstrada” de ai bisogni più interiori e profondi Città - Mare assieme ad altre decine del vacanziere che diventa così un di migliaia di compagni d’avventura ottimo indicatore ambientale: dove che hanno avuto la stessa idea, lo resiste, l’inquinamento (ambientale stesso giorno, alla stessa ora. e spirituale) è ai suoi valori più alti. Sangue, sudore e lacrime, spesso non solo metaforiche. Programma della giornata: coda in auto sotto il sole, immancabili tam- ponamenti, sorpassi azzardati me- glio a destra, imprecazioni, uscite 15 concitate, ricerche frenetiche di un parcheggio il più vicino possibile al bagno -anzi!- auspicabilmente sul- la sabbia, spalmatura cutanea im- mediata di superabbronzante, sole non-stop, beach tennis, beach volley con immersione finale nell’acqua del mare, densità media: 8 bagnanti per metro quadrato. A seguire: insalatone, piada, panini, Turista scontento? bibite e gelato, con relativi rifiuti sep- www.sosvacanze.it pelliti educatamente sotto la sabbia e www.consumatori.it assieme agli immancabili mozziconi seguono il di sigaretta. contenzioso in materia turistica.
  16. 16. 11. E per chi resta a casa... Manuali e guide turistiche sempli- L’oasi di fresco è assicurata. Si può ci, economiche, maneggevoli, che persino girare con i jeans e la ma- offrano indicazioni non dal punto nica lunga. di vista del turismo di massa, non Non ci sono stagioni nei super-iper- sono molte, ma esiste un’editoria maxi mercati, il miracolo dell’aria in questo settore: condizionata elargisce a tutti, de- mocraticamente, aria fresca. Altro • le Guide EDT - Lonely Planet che le circolari per gli anziani del • le Guide Routard ministro Sirchia! Questa è la vera • le Rough Guide risposta alla calura soffocante, a costo zero, puoi passare una gior- Piacevoli da leggere, offrono punti nata senza comprare niente e ma- di vista non scontati, sono costan- gari chiacchierando con amici, al temente aggiornate e arricchite col fresco. metodo del passaparola da parte dei La grande super-iper-maxi madre turisti che effettivamente vi hanno accoglie chiunque nel proprio nido soggiornato, danno notizie stori- 1 che protegge da tutto: intemperie, che e culturali non nozionistiche e violenza, solitudine. sono ricche di suggerimenti sulla Tanto, prima o poi, salterai il fosso cultura e le abitudini del luogo. Of- e da cliente potenziale diventerai frono inoltre indirizzi e nominativi di cliente… e basta. E il gioco è fatto. strutture alberghiere o sistemazioni di pernottamento indipendenti, i cui proventi hanno una ricaduta effetti- va sulla popolazione del luogo. Indispensabili per tutti coloro che vogliono viaggiare al di fuori dei percorsi turistici classici e dei grup- pi organizzati, sono reperibili nelle librerie. Da leggere in ogni caso, anche in al- ternativa al viaggio stesso.
  17. 17. 12. Link Link di approfondimento agli argomenti trattati: • www.aiab.it • www.aitr.org • www.aitr.unimondo.org • www.arciturismo.it • www.associazioneram.it • www.bandieragialla.it • www.boscaglia.it • www.cts.it • www.ecoturismo-italia.it • www.infoambiente.it • www.ithacaonline.org 17 • www.mlal.org • www.ondanomala.org • www.outis.org • www.pindorama.org • www.servas.org • www.solidea.org/aree/turismo • www.terre.it • www.traterraecielo.it • www.unimondo.org/aitr • www.utopie.it • www.viaggiareibalcani.it • www.viaggisolidali.it • www.web.vita.it
  18. 18. La presente guida è stata stampata su carta Ecolabel Cyclus Office “Anche noi condividiamo” è il progetto della Provincia di Ferrara visibile sul stampato nel Settembre 007 sito www.provincia.fe.it/ecoidea, con cui la Collana Guide Ecoidea viene resa disponibile gratuitamente per la personalizzazione e la Bibliografia stampa da parte di qualsiasi Ente interessato. Duccio Canestrini “Andare a quel paese”, Feltrinelli - Traveller. Renzo Garrone “Turismo responsabile. Nuovi paradigmi per viaggiare in terzo mondo” Associazione RAM Genova. Umberto Di Maria “Vacanze contro ma- no. La guida al turismo responsabile, ai campi di lavoro e solidarietà” Terre di 18 Mezzo. © Sportello Ecoidea®, Assessorato all’Ambiente, Agenda 1 Locale e Cooperazione internazionale della Provincia di Ferrara www.provincia.fe.it/ecoidea ecoidea@provincia.fe.it Questa guida è stata compilata per A cura di: fornire, in poche pagine, la maggior Albero Casarotti, Stefano Fortini, chiarezza e completezza di informa- Carla Negretti, Alida Nepa, zioni sull’argomento. Se ti interessa- Stefania Sacco no ulteriori approfondimenti, indirizzi coordinati da Gabriella Dugoni locali, siti internet sui punti trattati, responsabile del Servizio Politiche della Sostenibilità e Cooperazione contattaci. Internazionale della Provincia di Ferrara. Ugualmente se noti un’inesattezza, un’informazione mancante o supera- ta, ti preghiamo di segnalarlo. Stampa Sate - Fe Graphica Grazie per la collaborazione.
  19. 19. Turismo sostenibile anche a Ferrara Alcune idee Il Parco del Delta del Po: è il più este- so tra i parchi e le riserve dell’Emilia- Opuscoli editi dalla Provincia di Ferrara Romagna e comprende zone umide, che si possono ritirare gratis: aree agricole, boschi e pinete. La flora, - Oasi di Protezione della fauna nel la fauna, le bellezze naturali in genere ferrarese sono integrate con splendidi esempi, - Fattorie Didattiche costruiti dall’uomo, di capolavori ar- - Fattorie Aperte chitettonici. - Le Dune di Massenzatica Fattorie Didattiche: il progetto vuole - Destra Po favorire l’incontro tra fattorie e mondo - 10 itinerari cicloturistici nel ferrarese scolastico ed ha creato a questo sco- - Goro e il suo territorio po una rete di fattorie con agricoltori - La via delle siepi a Tresigallo disposti ad accogliere studenti anche - Road Book Destra Po piccoli. - Road Book 7 itinerari in bicicletta Fattorie Aperte: è un’iniziativa che - Guida all’agriturismo e al turismo rurale coinvolge molte fattorie rurali della zona che per una settimana, in mag- Vivere l’Europa: per ragazzi tra i 15 e gio, sono aperte per la visita a tutti i 5 anni residenti nella provincia di Ferrara cittadini. esistono opportunità vantaggiose. Pesca Turismo: vengono organizzate Contattare direttamente: 19 battute di pesca su navi che solita- • ARCIRAGAZZI, Contrada della Rosa 14 mente non trasportano passeggeri. Ferrara arciragazziferrara@libero.it Bird watching: il Parco del Delta del Po • Circolo Merlino, Contrada della Rosa 14 offre interessanti occasioni attraverso Ferrara arciragazziferrara@libero.it un percorso articolato comprendente • Il Germoglio, via Savonuzzi 41 diverse mete: Pontelagoscuro erba.voglio@libero.it Oasi di Campotto, Saline di Comac- • IBO, via Montebello 46-Ferrara chio, Valle Canneviè, Valle Bertuzzi. info@iboitalia.org In motonave nel Delta: itinerari tra il • Legambiente, via Zappata 11-Comacchio fiume Po e il mare Adriatico, all’inter- marinorizzati@libero.it no della Sacca di Goro, che permetto- • Teatro Instabile Urga, via Ranuzzi 111 no di ammirare irripetibili spettacoli Casaglia info@instabileurga.org offerti dalla natura. Turismo diverso anche a Ferrara I sapori del territorio: ITHACA Arci Turismo - La via del Grande Fiume è un itine- www.ithacaonline.org rario che lambisce il corso del Po da Bondeno al Bosco della Mesola. Le Ufficio Informazioni Turistiche della Pro- specialità che possono essere degu- vincia di Ferrara, state vanno dall’anatra, alla zucca, tel. 053 99303 fino alla salama da taglio. - La via delle Corti Estensi si snoda fra Per un pernottamento economico e tracce di antiche delizie rinascimenta- spartano: li offrendo piatti a base di riso, aglio e Campeggio Estense, via Gramicia tartufi, sino al culmine del sapore del- tel. 053 75396 e Ostello Estense, la salama da sugo. corso Biagio Rossetti, tel. 053 047.
  20. 20. Puoi richiedere le Guide della Collana Ecoidea allo Sportello Ecoidea ® tel. 0532 299540 fax 0532 299525 Collana Guide Ecoidea Gratuitamente puoi richiedere le Guide Ecoidea 1 – Dal pattume… al concime - Il compostaggio domestico – perché e come ottenere un ottimo concime utilizzando gli scarti domestici 2 – Prendi uno… paghi due – La riduzione dei rifiuti all’acquisto – consigli per fare la spesa valutando anche imballaggi e confezioni 3 – Sto arrivando… com’è il posto? – Bambini e ambiente – suggerimenti per allevare un bambino sano in un mondo che sano non è 4 – Mi fa male… l’ufficio – L’ufficio ecologico - come rendere più vivibile e salubre l’ambiente lavorativo e farsi passare il mal d’ufficio 5 – Bella e... generosa – Gratis a Ferrara – monitoraggio di tutte le possibilità ed i beni a disposizione gratuita dei ferraresi 6 – Il cielo... nella mia stanza – Bioarchitettura – tecniche e modalità per costruirsi una casa utilizzando i principi della bioarchitettura 7 – Sì… viaggiare! – Turismo sostenibile – trasformiamoci da vacanzieri inconsapevoli a turisti rispettosi dell’ambiente fisico e umano 8 – Lasciati… guidare – Ecologia sulla strada – strategie per risparmiare carburante ed euro e inquinare meno, guidando in maniera diversa 9 – Un posto… al sole – Pannelli solari e risparmio energetico – energia dal sole ora accessibile a tutti 10 – Casalinghe/i... disperate/i – Come risparmiare ambiente ed euro in casa? – buone pratiche domestiche in ogni stanza della propria casa INOLTRE… tante altre informazioni / Guide / opuscoli / manuali per risparmiare ambiente ed euro. Sportello Ecoidea ® Contattaci alla mail: ecoidea@provincia.fe.it www.provincia.fe.it/ecoidea Aperto: Martedì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 Giovedì dalle ore 9,00 alle ore 16,00 oppure su appuntamento tel. 053 99540 - fax 053 9955 Sportello Ecoidea® Servizio Politiche della Sostenibilità e Cooperazione Internazionale della Provincia di Ferrara, Editore EDISAI s.r.l. Ferrara Corso Isonzo, 105/a - Ferrara ISBN 978-889506-10-5 Per approfondimenti, materiale, indirizzi e chiarimenti sui temi della sostenibilità, energie rinnovabili, e 1,00 (IVA assolta dall’editore) consumo consapevole

×