1
   COLLANA
                           Il compostaggio
   GUIDE ECOIDEA           domestico



Provincia di Ferrara



  ...
Introduzione
    La Provincia di Ferrara nel 1999 ha         strutturali, sia iniziative specifiche,
    avviato la propri...
Indice
 2 Introduzione
 4 Cos’è il compostaggio domestico?
 4 Come funziona?
 5 Quali raccoglitori?
 7 Cosa ci va e cosa n...
1. Cos’è il                                       2. Come
    compostaggio                                      funziona?
...
3. Quali
raccoglitori?
                                                Che vantaggi dà?
Il cumulo e la cassa
di compostagg...
La miscela ideale
                             La miscela ideale dei materiali organici
                             da co...
Cosa ci va...                                  ... e cosa no!

• Avanzi di cucina                             • Plastica e...
Le 4 regole d’oro

                            1. Il luogo adatto

                            Scegliere un posto ombreggi...
4. Alcune raccomandazioni
   su come usare gli scarti

Di norma esistono materiali organici che       • Parti di piante at...
5. Tre cose importanti
        da controllare
     Sono tre le variabili principali da cui di-
     pende il buon esito de...
6. Dove mettere
   la compostiera?

Collocare la compostiera a una di-        odori; con il tipo di rifiuti trattati non
s...
7. I tipi di compost


     In dipendenza dai tempi di compostag-           Compost Pronto (5/7 mesi)
     gio si distingu...
7. Problemi
   e soluzioni

Lumache                                    compost residui di carne, pasta e cibi
            ...
Troppa erba                               sa della stagione in cui abbonderan-
     e rifiuti di cucina                   ...
zatura. Discorso analogo vale per le
piante, o parti di queste, attaccate da
parassiti.

Troppe foglie
Si può produrre un ...
8. Quanto costa? 9. Dove si
                         compra?
     I modelli di dimensioni più ridotte       La compostiera...
10. Quali
    incentivi?
Alcune Aziende di gestione dei rifiuti
incentivano l’uso della compostiera
applicando uno sconto ...
La presente guida è stata stampata su
     carta Ecolabel Cyclus Office
                                                 “...
Aziende per
           lo smaltimento dei rifiuti


 Comuni                                      Aziende
                 ...
Puoi richiedere le Guide della Collana Ecoidea allo Sportello                Ecoidea       ®



tel. 0532 299540 fax 0532 ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Guida Ecoidea 1 - Compostaggio Domestico

1,932 views

Published on

Dal pattume… al concime
Il compostaggio domestico

Published in: Education, Technology, Business
0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,932
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
114
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Guida Ecoidea 1 - Compostaggio Domestico

  1. 1. 1 COLLANA Il compostaggio GUIDE ECOIDEA domestico Provincia di Ferrara Dal pattume... al concime www.provincia.fe.it/ecoidea
  2. 2. Introduzione La Provincia di Ferrara nel 1999 ha strutturali, sia iniziative specifiche, avviato la propria Agenda 1 Locale, semplici e concrete. (Per maggiori ovvero un processo partecipato che informazioni sull’Agenda 1 Locale: sulla base delle emergenze e delle www.provincia.fe.it/agenda1). criticità locali, tende allo sviluppo sostenibile, in grado di rispondere Coerentemente all’Obiettivo 1 del alle necessità del presente senza Piano d’azione, che stimola alla compromettere il futuro delle pros- promozione di comportamenti e sti- sime generazioni. li di vita rispettosi dell’ambiente, la Provincia di Ferrara nel 00, grazie Nel 000 è stato istituito il Forum, ad un cofinanziamento del Ministero costituito da più di 150 “portatori di dell’Ambiente, ha istituito lo Spor- interessi” individuati sul territorio tello ECOIDEA®. ferrarese (in rappresentanza delle istituzioni, delle associazioni profes- La missione è quella di promuovere sionali, ambientali, sociali e cultu- e diffondere tra i cittadini le buone rali, delle scuole, ecc.), che ha ela- pratiche ambientali attuabili nella borato il Piano d’Azione “Ambiente vita di tutti i giorni e assisterli nel- e Futuro Sostenibile”, reso pubblico le scelte relative alle tecnologie nel Marzo 001. per il risparmio delle risorse e del- l’energia. Nello specifico, la Collana Il Piano d’Azione è un documento Guide Ecoidea attua l’azione 39 del suddiviso in 11 obiettivi strategici e Piano d’azione di Agenda 1 Locale composto da 18 azioni che riguar- che richiede appunto di divulgare ai dano sia aspetti programmatici e cittadini manuali di questo tipo. Ecolabel Questa Guida Ecoidea promuove il marchio Ecolabel in tutti i modi, a cominciare dalla carta che state sfiorando, carta Ecolabel per tipografia completa- mente diversa dalle altre carte, sia per la qualità che per la tecnica di produzione utilizzata. Per capirci, è la stessa differenza che c’è tra fare l’idromassaggio alle Terme e gettare una mancia- ta di aspirine effervescenti nella vasca da bagno.
  3. 3. Indice 2 Introduzione 4 Cos’è il compostaggio domestico? 4 Come funziona? 5 Quali raccoglitori? 7 Cosa ci va e cosa no? 8 Le 4 regole d’oro 9 Alcune raccomandazioni su come utilizzare gli scarti 10 Tre cose importanti da controllare 3 11 Dove mettere la compostiera? 12 I tipi di compost 13 Problemi e soluzioni 16 Quanto costa? Dove si compra? 17 Quali incentivi? - Link 18 Bibliografia Vi presentiamo la nostra mascotte: Lucilla! Lucilla è una lucciola tutta speciale: brilla di luce propria grazie ad una lampadina a bas- so consumo energetico e vi accompagnerà in tutta la Collana Guide Ecoidea. Come tutte le lucciole, anche Lucilla è un indicatore di elevata qualità ambientale. Sarà lei ad “illuminare” i consigli e le infor- mazioni contenute nelle nostre guide per ri- spettare l’ambiente e quindi... anche lei!
  4. 4. 1. Cos’è il 2. Come compostaggio funziona? domestico Il compostaggio domestico è un proces- All’interno di un apposito contenitore so naturale che permette di ottenere da- chiamato compostiera, giorno dopo gior- gli scarti organici di cucina (filtri di caffè, no, si accumulano i rifiuti prodotti che scarti di frutta e verdura, resti di cibo, vengono progressivamente decomposti ecc.) e del giardino (foglie, sfalci d’erba, dai microrganismi presenti in natura. potature, ecc.) della materia organica, Per primi entrano in azione i batteri che, del terriccio ricco di humus, chiamato grazie alla presenza di ossigeno, attac- compost. cano la materia organica più facilmen- Tramite il compostaggio è possibile imi- te degradabile (zuccheri, amminoacidi, tare i processi che in natura riconsegna- proteine, grassi) con un forte e progres- no la sostanza organica al ciclo della vita, sivo innalzamento delle temperature in maniera controllata e accelerata. della massa di rifiuti (anche 70° C). Dopo questa prima fase, chiamata an- che di fermentazione, che dura circa 15-0 giorni, le temperature si stabiliz- 4 zano al di sotto dei 50° C e si interviene rimescolando ogni 15 giorni l’accumulo per alcune volte, in modo da favorire un compostaggio uniforme dei rifiuti. Infine, con la fase di maturazione, che necessita tempi più lunghi, dai nove ai dodici mesi, le temperature si stabiliz- zano a valori inferiori rispetto a quelli visti durante la prima fase. Il compost non verrà rivoltato ulteriormente per- mettendo la completa decomposizione anche delle sostanze più resistenti.
  5. 5. 3. Quali raccoglitori? Che vantaggi dà? Il cumulo e la cassa di compostaggio in legno • garantisce la fertilità del terreno fornendo un fertiliz- Sono le opzioni più semplici spartane ed zante naturale, utilizzabile economiche e adatte a chi possiede un nell’orto, in giardino e per le ampio giardino. Sono i metodi più effi- piante in vaso. caci per la migliore areazione ed il facile rivoltamento. • Consente un risparmio economico limitando l’acquisto La compostiera commerciale o di terricci, substrati e concimi composter organici. Si possono acquistare compostiere di • Previene la produzione di in- diversi modelli (cilindriche, esagonali o quinanti atmosferici che si quadrate) e di differenti capacità. formerebbero dalla combu- 5 Sono prevalentemente realizzate in ma- stione di questi scarti. teriale plastico riciclato, spesso coiben- tate per trattenere meglio il calore du- • Contribuisce a risolvere il rante la fase di fermentazione e ridurre problema dei rifiuti poiché il notevolmente i tempi di maturazione dei rifiuto organico è circa un rifiuti. Possiedono tutte un coperchio su- terzo dei rifiuti prodotti. periore, rimovibile per il riempimento ed il rivoltamento del materiale, e un’aper- • diminuisce i costi di smalti- tura inferiore per l’estrazione del com- mento, rallenta l’esaurimento post maturo. delle discariche riducendo gli Il composter di plastica è una soluzio- odori e il percolato da esse ne adatta a chi vive in città e possiede prodotti. un giardino di dimensioni ridotte. Ha il vantaggio di essere igienica ed estetica- • evita l’incenerimento degli mente apprezzabile e dà l’impressione scarti organici umidi garan- di un maggior ordine e pulizia in quanto tendo una migliore combustio- i rifiuti sono protetti alla vista e dal con- ne e diminuendo lo spreco di tatto con animali domestici e bambini. energia. La struttura ripara in maniera efficace il compost dalle precipitazioni e dai raggi solari e la coibentazione facilita il man- tenimento, durante il periodo invernale, delle elevate temperature necessarie per la fase di fermentazione.
  6. 6. La miscela ideale La miscela ideale dei materiali organici da compostare serve: • a fornire in modo equilibrato tutti gli elementi necessari all’attività microbio- logica; “e’ vero quello che ti ha spiegato • a raggiungere l’umidità ottimale; la maestra, dal letame • a garantire la porosità necessaria nascono i fiori …… ad un sufficiente ricambio dell’aria; ma non è una buona • un processo di compostaggio equili- ragione per fare brato si ottiene bilanciando sapiente- pipì nei vasi!” mente acqua, ossigeno, azoto e carbo- nio; • un sistema semplice per garantire un buon equilibrio è quello di miscelare sempre due parti di scarti umidi (o avan- zi verdi) con una parte di scarti secchi (o avanzi marroni); • in questo modo si mescolano i resti ad alta umidità e più azotati (sfalci, scarti di cucina) con quelli a bassa umidità e più carboniosi (legno, foglie secche, carto- ne, paglia) che garantiscono anche una buona porosità; • in generale quanto è più vario il ma- teriale che raccogliamo per produrre compost, tanto maggiori saranno le ga- ranzie di un buon risultato finale;
  7. 7. Cosa ci va... ... e cosa no! • Avanzi di cucina • Plastica e materiali contenenti plastica Residui di pulizia delle verdure, bucce di alimenti non trattati, fondi di caffè e the, • Oggetti con parti in metallo pane raffermo e ammuffito, gusci d’uo- va. • Vetro • Scarti di giardino e orto • Cicche di sigarette Legno di potatura, sfalcio di prati, foglie • Legno verniciato o trattato secche, segatura e trucioli provenien- ti da legno non trattato, fiori appassiti, • Calcinacci gambi, avanzi dell’orto. • Batterie e pile scariche 7 • Altri materiali biodegradabili • Vernici e residui Carta non patinata e cartone (solo se di prodotti chimici non trattati chimicamente), fazzoletti di carta, carta da cucina, salviette. • Olio esausto • Tessuti • Farmaci scaduti • Filtri di aspirapolvere • Piante infestanti o malate • Scarti di legname trattato con prodotti chimici • Residui di carne e pesce
  8. 8. Le 4 regole d’oro 1. Il luogo adatto Scegliere un posto ombreggiato (sotto un albero). Evitare zone fangose con ri- stagno d’acqua. 2. Preparazione dell’area sotto la com- postiera Predisporre un drenaggio con materiale di sostegno (ramaglie, trucioli, ecc.). 3. Buona miscelazione, porosità, acqua e azoto Apporto vario e regolare di scarti com- Per non creare patibili (non solo scarti di cucina). problemi (cattivi 4. Garantire l’aerazione odori, animali ecc.) é importante Assicurare la presenza di ossigeno, uti- controllare e seguire lizzando materiali che diano porosità e costantemente il rivoltando quando necessario. processo.
  9. 9. 4. Alcune raccomandazioni su come usare gli scarti Di norma esistono materiali organici che • Parti di piante attaccate da parassiti o non è consigliabile introdurre nel com- semi di piante infestanti che tramite il post per motivazioni differenti: compost potrebbero diffondersi ulte- riormente. • Ossa, pelli e legno vanno introdotti solo se finemente sminuzzati. • Il fogliame e le ramaglie delle pota- ture raccolte nel periodo invernale • Carta e cartone secchi sono di lenta vanno finemente triturati e le quanti- decomposizione e poco estetici. tà in eccesso conservate a parte per il periodo estivo, quando è possibile • I tessuti di fibre naturali come la lana disporre solo delle tosature di siepe spesso sono trattati chimicamente. come materiale secco carbonioso. Alcune piante come magnolia, lauro- • Resti di carne, pesce e cibi cotti, di fa- ceraso, faggio, castagno e conifere in cile decomposizione e ricchi di azoto, genere producono un fogliame alta- tendono ad attirare insetti, mente resistente alla degradazione. topi e animali indesiderati. • L’erba sfalciata, ricca di acqua e di • Le lettiere di cani e gatti sono uti- azoto, deve essere compostata il più lizzabili solo se si è certi di ottenere rapidamente possibile perché si de- l’igienizzazione tramite un adeguato compone velocemente. sistema di compostaggio ed usando le ovvie precauzioni.
  10. 10. 5. Tre cose importanti da controllare Sono tre le variabili principali da cui di- pende il buon esito del compostaggio. formazione dell’humus. La massa in compostaggio deve quindi risultare ben aerata e con un tenore idri- co ottimale. Il modo più sicuro per realiz- zare queste condizioni è la miscelazione degli scarti con elevata quantità d’acqua, che tendono facilmente a compattarsi Umidità ed a marcire, con altri asciutti e legnosi (foglie secche, legno e ramaglie sminuz- Durante la fase di accumulo e di fermen- zati, trucioli) che conferiscono alla mas- tazione il compost deve essere sempre sa una struttura ottimale, impedendone tenuto umido innaffiando il materiale il compattamento e creando una rete di nel caso sia tendenzialmente secco per interstizi in cui può circolare l’aria. favorire le reazioni di bio-ossidazione. È sbagliato realizzare il compost a strati Troppa acqua rende pesanti i rifiuti e li (es. uno strato di scarti di cucina, uno di 10 compatta eccessivamente impedendo trucioli ecc.) perché in esso si vengono l’ingresso dell’aria, fondamentale per il a creare zone con opposte e squilibrate lavoro dei microrganismi. Il contenuto caratteristiche. ottimale d’acqua è compreso tra il 50 ed Un momento importante per l’ossige- il 70%. nazione dei compost avviene durante i Il tenore idrico ottimale si riscontra rivoltamenti. quando prendendo una manciata di ma- teriale da compostare e stringendola Rapporto Carbonio/Azoto nel pugno, questo non gocciola ma la- scia solamente inumidito il palmo della Nei tessuti degli organismi viventi il mano. carbonio risulta preponderante rispetto all’azoto, ma il rapporto tra questi può Aerazione variare considerevolmente tra materiali di origine animale e vegetale. I micror- I processi decompositivi che si otten- ganismi che si nutrono dei nostri rifiu- gono con il compostaggio sono di tipo ti necessitano, per sintetizzare le loro aerobico, richiedono cioè ossigeno, che strutture, di entrambi questi elementi. viene consumato dai microrganismi per Il valore ottimale del rapporto carbonio/ svolgere le reazioni di bio-ossidazione. azoto (C/N) per la decomposizione, nel La decomposizione aerobica consente compost è di 15:1. È buona norma, per- di evitare la formazione di cattivi odori, tanto miscelare residui carboniosi (mar- una più rapida mineralizzazione, una più roni) a residui azotati (verdi). efficiente igienizzazione e il consegui- mento delle più idonee condizioni per la
  11. 11. 6. Dove mettere la compostiera? Collocare la compostiera a una di- odori; con il tipo di rifiuti trattati non stanza di almeno mt. dal confine di sussistono rischi igienico-sanitari. proprietà ( art. del Codice Civile); per distanze inferiori è necessario In taluni casi problemi con il vicina- l’assenso del confinante. to possono comunque sorgere, per La collocazione ideale della compo- natura psicologica e per radicati stiera nell’orto o nel giardino è in un pregiudizi nei confronti del “rifiuto”. luogo praticabile tutto l’anno, senza Sarà quindi bene informare, spiega- fastidiosi ristagni d’acqua e fango ti- re, rassicurare il vicino sulla natura e pici del periodo invernale. gli scopi della vostra nuova attività. Alla base della compostiera ed a contatto con il terreno, deve esse- re disposto uno strato spesso 10-0 cm di materiale legnoso o paglia per 11 permettere la penetrazione dell’aria anche dal fondo ed il drenaggio del- l’eventuale percolato (passaggio len- to dell’acqua sotto la forza di gravi- tà). Sarà bene informare, Vi deve essere la vicinanza di una spiegare, rassicurare fonte d’acqua o la possibilità di ad- il vicino durla con una canna. Il composter va posto all’ombra: l’ideale sarebbe sulla natura e sotto alberi che nella stagione in- gli scopi vernale perdono le foglie, in modo della vostra da evitare un eccessivo essiccamen- nuova attività. to del materiale nel periodo estivo e permettere in inverno ai tiepidi raggi solari di accelerare le reazioni biolo- giche. Quello che per voi è l’angolo di giardino ideale per il compost può non esserlo per il vostro vicino. Pre- mettiamo che: ognuno ha diritto di fare il compost a casa propria e dove meglio crede; se il compostaggio è gestito correttamente non si svilup- pano nel modo più assoluto cattivi
  12. 12. 7. I tipi di compost In dipendenza dai tempi di compostag- Compost Pronto (5/7 mesi) gio si distinguono essenzialmente tre tipi di compost: È un compost già stabile in cui l’attività biologica non produce più calore; a cau- Compost Fresco (2/4 mesi) sa delle trasformazioni più lente ha un effetto concimante meno marcato; si È un compost ancora in corso di tra- può impiegarlo per la fertilizzazione del- sformazione biologica. È un prodotto l’orto e del giardino subito prima della ricco di elementi nutritivi fondamentali semina o del trapianto. per la fertilità del suolo e la nutrizione delle piante, grazie alla facilità con cui Compost Maturo (8/12 mesi) può rilasciare tali elementi nel corso delle ulteriori trasformazioni cui deve È un compost che ha subito una fase di sottostare; evitate l’applicazione a di- maturazione prolungata e quindi pos- retto contatto con le radici perché non è siede il minor effetto concimante. Il 1 sufficientemente “stabile”; da impiegare materiale presenta però ottime caratte- nell’orto ad una certa distanza di tempo ristiche fisiche (grado di affinamento) e dalla semina o dal trapianto della colti- una perfetta stabilità, idonee al contat- vazione. to diretto con le radici e i semi anche in periodi vegetativi delicati (germinazione, radicazione, ecc.); indicato soprattutto come terriccio per le piante in vaso e per le risemine e i rinfittimenti dei prati. Periodo Compost Stabilità Impiego Non è Buono per l’impiego completamente /4 mesi Fresco nell’orto con un certo stabile e rilascia anticipo su semina e facilmente gli trapianto. elementi nutritivi. Buono per l’orto ed il 5/7 mesi Pronto Stabile giardino anche subito prima della semina e del trapianto. Ottimo per i vasi fioriti, /1 mesi Maturo Molto stabile le risemine di prati e per ospitare radici.
  13. 13. 7. Problemi e soluzioni Lumache compost residui di carne, pasta e cibi preparati, scelta che ci sentiamo di Non rappresentano un problema in sconsigliare in ogni modo o di utiliz- se, in quanto non arrecano nessun zare con la massima attenzione. danno al compost ed anzi contribui- scono in qualche modo a sminuzzare Formazione di cattivi odori il materiale vegetale. Il problema è rappresentato invece dalle loro uova, I cattivi odori si producono conse- deposte nella stagione autunnale; se guentemente ad una cattiva aerazio- il compost viene utilizzato nell’orto ne della massa, spesso dovuta ad un o nelle aiuole fiorite, le lumache ge- suo compattamento, ad una propor- nerate dalle uova presenti all’interno zione eccessiva di erba o rifiuti di cu- del concime si avventeranno sulle cina, al ristagno di acqua sul fondo. giovani piantine e sui germogli. È pertanto sufficiente rivoltare im- Si può cercare di eliminare le lu- mediatamente il compost, favoren- 13 mache raccogliendole sulle pareti done l’aerazione, aggiungere even- interne della compostiera, oppure tualmente un materiale strutturante posizionando attorno al contenitore come la legna triturata e cospargere vasetti infissi nel terreno e conte- con bentonite per eliminare i cattivi nenti un po’ di birra che attrae irre- odori. sistibilmente le lumache, le quali ri- marranno poi intrappolate sul fondo del bicchiere. La soluzione più sicura resta comun- que la ricerca delle uova durante la setacciatura del compost (sono pic- cole, sferiche, di colore chiaro, spes- so riunite in grappoli) e la loro elimi- nazione. “La compostiera fa risparmiare, Topi, ratti e larve di ditteri poiché permette di ottenere Topolini di campagna, ratti e larve di ditteri (il gruppo di insetti di cui concime organico fanno parte le mosche) sono ospiti completo davvero indesiderati per il compost, a costo zero”. anche se soltanto per motivi igieni- ci. La loro presenza può verificarsi solo nel caso siano stati utilizzati nel
  14. 14. Troppa erba sa della stagione in cui abbonderan- e rifiuti di cucina no le tosature dei prati e gli scarti dell’orto. È una situazione in cui può trovarsi Per chi non disponga di uno spazio chi dispone di un giardino con una sufficiente o voglia comunque di- superficie a prato molto estesa, op- sfarsi rapidamente delle potature, è pure ha un’area verde ridotta e com- necessario che queste vengano tritu- posta prevalentemente gli scarti del- rate con un biotrituratore, mescolate la cucina. con un materiale più umido, con un Questi materiali, come già detto in integratore azotato, per favorire le precedenza, sono molto umidi, ten- reazioni di decomposizione. dono a compattarsi e a sviluppare fermentazioni anaerobiche con for- Sostanze inquinanti mazione di sostanze acide e cattivi odori. In questi casi si agisce preven- La “raccolta differenziata” che prati- tivamente, lasciando asciugare gli cate per i rifiuti di cucina e di giardi- sfalci d’erba sui prato quando sono no tende a preservare i materiali dal bagnati, aggiungendo al momen- contatto, anche accidentale, con so- 14 to della preparazione del compost stanze inquinanti. Ovviamente biso- legna triturata o trucioli (l’erba e il gna evitare l’utilizzo di foglie raccol- rifiuto di cucina non dovrebbero mai te lungo viali alberati e di scegliere essere in proporzione superiore ai come collocazione della compostiera /3 del totale), cospargendo gli stra- un angolo del giardino a contatto con ti di compost con litotamnio od altro una strada molto trafficata. materiale calcareo che neutralizzi la Non potendo però fare altrimenti, tendenza all’acidificazione. una siepe ed un thermo-composter chiuso serviranno da protezione. Troppi scarti legnosi Semi di piante infestanti Nella stagione delle potature, i pro- prietari di grandi giardini alberati Se si utilizzano piante infestanti rac- o di vigneti dispongono di notevoli colte dopo la fioritura per produr- quantità di residui legnosi, che so- re composti si corre seriamente il vente vengono dati alla fiamme. Que- rischio di ritrovarsi nell’orto l’anno sto legname di piccola pezzatura è in successivo, quelle erbacce a fatica realtà prezioso per il compost perché estirpate. una volta triturato forma quell’inso- Le elevate temperature raggiunte stituibile impalcatura, che consente nel cumulo non sono infatti sempre la penetrazione di aria e gli scambi sufficienti ad uccidere le semenze. gassosi. Se non siete sicuri che le infestan- Il nostro consiglio è di conservare la ti siano prive di semi è conveniente legna accatastata in fascine, in atte- destinarle al cassonetto della spaz-
  15. 15. zatura. Discorso analogo vale per le piante, o parti di queste, attaccate da parassiti. Troppe foglie Si può produrre un ottimo terriccio, particolarmente soffice e poroso, an- che disponendo in prevalenza di fo- glie. Bisogna solo avere l’accortezza di triturare, con l’ausilio di un biotri- turatore le foglie raccolte, al fine di favorirne la decomposizione, in ogni caso piuttosto lenta, e di arricchire il materiale con un integratore azotato durante il riempimento della compo- stiera. Le foglie più ricche di lignina e di tannini si decomporranno più len- 15 tamente delle altre e il compost avrà un periodo di maturazione più lungo. “il nostro consiglio è di conservare la legna accatastata in fascine, in attesa della stagione in “Si può produrre cui abbonderanno un ottimo terriccio, le tosature dei prati e particolarmente gli scarti dell’orto”. soffice e poroso, anche disponendo in prevalenza di foglie”
  16. 16. 8. Quanto costa? 9. Dove si compra? I modelli di dimensioni più ridotte La compostiera si può acquistare ne- con capienze di 100 litri costano circa gli ipermercati, nelle ferramenta, nei 0 euro. Naturalmente il prezzo au- negozi di bricolage e “fai da te“, nei menta per compostiere di dimensioni vivai e nei negozi di articoli di giardi- maggiori. naggio. Visto la particolarità del pro- dotto molto spesso la compostiera non è presente in esposizione e la si può richiedere al negoziante su ordi- nazione. Esistono modelli con forme a campa- na o modulari (riducibili o allungabili secondo la stagione e le esigenze) e ComPoStiera con capienze diverse. CoLLettiva Chi vive in un condomi- nio con un’area verde può proporre di siste- 1 mare nel prato una bella compostiera in cui “La compostiera tutti potranno conferi- si può acquistare re gli scarti organici; il negli ipermercati, compost così ottenuto nelle ferramenta, servirà a concimare nei negozi di bricolage fruttuosamente sia la e “fai da te“, nei stessa area verde col- vivai e nei negozi lettiva che le piante in di articoli di vaso dei condòmini. giardinaggio”.
  17. 17. 10. Quali incentivi? Alcune Aziende di gestione dei rifiuti incentivano l’uso della compostiera applicando uno sconto sulla tassa Link di approfondimento dei rifiuti e vendendo o regalando le agli argomenti trattati: compostiere. Per maggiori informazioni puoi con- tattare l’Azienda del Comune in cui • www.compost.it abiti. • www.distintirifiuti.it • www.provincia.fe.it/ecoidea • www.rifiutilab.it • www.rifiutinforma.it • www.village.it/italianostra/ compostaggio 17
  18. 18. La presente guida è stata stampata su carta Ecolabel Cyclus Office “Anche noi condividiamo” è il progetto della Provincia di Ferrara visibile sul stampato nel Settembre 007 sito www.provincia.fe.it/ecoidea, con cui la Collana Guide Ecoidea viene resa disponibile gratuitamente Bibliografia per la personalizzazione e la stampa da parte di qualsiasi Dal compost nascono i fiori, Ente interessato. Legambiente Vicenza, Azienda Igiene Ambientale, Comune di Vicenza Alla scoperta del compostaggio domestico, Provincia di Bergamo Osservatorio Rifiuti. 1 © Sportello Ecoidea®, Assessorato all’Ambiente, Agenda 1 Locale e Cooperazione internazionale della Provincia di Ferrara www.provincia.fe.it/ecoidea ecoidea@provincia.fe.it Questa guida è stata compilata per A cura di: fornire, in poche pagine, la maggior Filippo Lenzerini, Alida Nepa, chiarezza e completezza di informa- e Marco Roverati dell’Ufficio zioni sull’argomento. Se ti interessa- Agenda 1 e INFEA, no ulteriori approfondimenti, indirizzi coordinati da Gabriella Dugoni locali, siti internet sui punti trattati, responsabile della UOPC Sviluppo contattaci. Sostenibile della Provincia di Ferrara. Ugualmente se noti un’inesattezza, un’informazione mancante o supera- ta, ti preghiamo di segnalarlo. Stampa Sate - Fe Graphica Grazie per la collaborazione.
  19. 19. Aziende per lo smaltimento dei rifiuti Comuni Aziende SOELIA Argenta www.soelia.it HERA Ferrara Ferrara www.gruppohera.it Berra, Codigoro, Comacchio, Copparo, Formignana, Goro, Jolanda, Lagosanto, Masitorello, Massafiscaglia, Mesola, AREA Migliarino, Migliaro, Ostellato, www.areacopparo.it Portomaggiore, Ro Ferrarese, Tresigallo e Voghiera 19 Bondeno, Cento, Mirabello, Poggiorenatico, S.Agostino, C.M.V. Servizi SpA Vigarano Mainarda www.cmvservizi.it Coop.Brodolini Comacchio www.coopbrodolini.it BENVENUTO” è il titolo dei Manuali in 8 lingue – inglese, france- se, tedesco, russo, pakistano, cinese, albanese e arabo – realizza- ti dallo Sportello Ecoidea® in collaborazione con le Aziende per lo smaltimento dei rifiuti della provincia di Ferrara; I Manuali Ecoidea riportano, con l’aiuto di semplici fotografie e testo bilingue, tutte le differenti modalità di raccolta differenziata, ingombranti e altro, at- tive nei 26 Comuni della provincia di Ferrara. Il progetto “Benvenuto” è stato segnalato dal Coordinamento Agen- de 21 locali italiane, quale migliore esempio di attuazione dell’Aal- borg Commitment 9 - ‘Equità e giustizia sociale’.
  20. 20. Puoi richiedere le Guide della Collana Ecoidea allo Sportello Ecoidea ® tel. 0532 299540 fax 0532 299525 Collana Guide Ecoidea Gratuitamente puoi richiedere le Guide Ecoidea 1 – Dal pattume… al concime - Il compostaggio domestico – perché e come ottenere un ottimo concime utilizzando gli scarti domestici 2 – Prendi uno… paghi due – La riduzione dei rifiuti all’acquisto – consigli per fare la spesa valutando anche imballaggi e confezioni 3 – Sto arrivando… com’è il posto? – Bambini e ambiente – suggerimenti per allevare un bambino sano in un mondo che sano non è 4 – Mi fa male… l’ufficio – L’ufficio ecologico - come rendere più vivibile e salubre l’ambiente lavorativo e farsi passare il mal d’ufficio 5 – Bella e... generosa – Gratis a Ferrara – monitoraggio di tutte le possibilità ed i beni a disposizione gratuita dei ferraresi 6 – Il cielo... nella mia stanza – Bioarchitettura – tecniche e modalità per costruirsi una casa utilizzando i principi della bioarchitettura 7 – Sì… viaggiare! – Turismo sostenibile – trasformiamoci da vacanzieri inconsapevoli a turisti rispettosi dell’ambiente fisico e umano 8 – Lasciati… guidare – Ecologia sulla strada – strategie per risparmiare carburante ed euro e inquinare meno, guidando in maniera diversa 9 – Un posto… al sole – Pannelli solari e risparmio energetico – energia dal sole ora accessibile a tutti 10 – Casalinghe/i... disperate/i – Come risparmiare ambiente ed euro in casa? – buone pratiche domestiche in ogni stanza della propria casa INOLTRE… tante altre informazioni / Guide / opuscoli / manuali per risparmiare ambiente ed euro. Sportello Ecoidea ® Contattaci alla mail: ecoidea@provincia.fe.it www.provincia.fe.it/ecoidea Aperto: Martedì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 Giovedì dalle ore 9,00 alle ore 16,00 oppure su appuntamento tel. 053 99540 - fax 053 9955 Sportello Ecoidea® Servizio Politiche della Sostenibilità e Cooperazione Internazionale della Provincia di Ferrara, Editore EDISAI s.r.l. Ferrara Corso Isonzo, 105/a - Ferrara ISBN 978-889506-05-1 Per approfondimenti, materiale, indirizzi e chiarimenti sui temi della sostenibilità, energie rinnovabili, e 1,00 (IVA assolta dall’editore) consumo consapevole

×