IL TEMPO E’
LA NUOVA MONETA

Pietro Dotti
Presidente e CEO JWT Italia

Milano, 30 marzo 2007
50 ore da conquistare
› Un adulto medio, con una vita normale, ha circa 50 ore alla
  settimana da dedicare al tempo liber...
In casa

 La tv assorbe mediamente 17 ore alla settimana; ma è sempre di
 meno l’unica fonte di intrattenimento e di infor...
Fuori casa
               Locali    Strada




                                   Città


    Spiaggia




               ...
Il tempo è la nuova moneta
Cosa dobbiamo diventare

Il nostro obiettivo è ottenere che più persone spendano più tempo
con i prodotti/marchi dei nostr...
1 Da High tech a Hot tech


La televisione, il PC, il telefono cellulare
sono nati come hardware funzionali. Da
alcuni ann...
2 More and more consumers engagement



Proprio perché la tecnologia è al centro della
propria vita personale e di relazio...
3 Buying the experience

I consumatori sempre più vogliono comprare
un’esperienza di marca, non un semplice
prodotto o un ...
Si tratterà di essere sempre
meno solo una marca
problem solver attraverso
prodotti e servizi, e sempre
di più un brand ch...
Enabling vorrà dire fornirgli educazione, informazioni e
nuovi strumenti; Engaging vorrà dire intrattenerlo e
coinvolgerlo...
Come la hot tech può cambiare il
rapporto della marca con il
consumatore.
   Caring                              Caring an...
Ma anche in Italia
qualcosa si sta muovendo…

› Le Tv generaliste in 4 anni hanno perso 1.400.000 di
   spettatori nel pri...
Chuco (Cool HUnting COmmunity)

›   Planner, account, producer e creativi multidisciplinari ( moda, graffiti,
    musica, ...
Risultati

                 Numero totale di visite registrate nel periodo
                       aprile-giugno: 62.548
  ...
Quali le possibili conseguenze
per le agenzie?
› Agenzie, centri media, web agencies, società di CRM, di
    Promozioni, d...
GRAZIE!
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Pietro Dotti - Il tempo è la nuova moneta

769

Published on

Intervento di Pietro Dotti, Presidente ed Amministratore Delegato, JWT Italia, alla tavola rotonda “Marketing e Tecnologia: un binomio vincente” nell’ambito dell’evento del Politecnico di Milano “Marketing Reloaded: slogan o vero cambiamento?” del 30 marzo 2007.

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
769
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Pietro Dotti - Il tempo è la nuova moneta

  1. 1. IL TEMPO E’ LA NUOVA MONETA Pietro Dotti Presidente e CEO JWT Italia Milano, 30 marzo 2007
  2. 2. 50 ore da conquistare › Un adulto medio, con una vita normale, ha circa 50 ore alla settimana da dedicare al tempo libero (compresi gli spostamenti per lavoro). › Sono quelle 50 ore che ogni comunicatore deve poter conquistare per far sì che quella persona/cliente/consumatore dedichi del tempo alla comunicazione dei suoi prodotti/servizi. › La battaglia avviene in casa e fuori ed è durissima… Fonte Istat
  3. 3. In casa La tv assorbe mediamente 17 ore alla settimana; ma è sempre di meno l’unica fonte di intrattenimento e di informazione ( e non è ancora arrivato il TiVo…). dvd giornali vcr dtt tv ipod sky radio pc cellulare ps2
  4. 4. Fuori casa Locali Strada Città Spiaggia Stadio Negozi
  5. 5. Il tempo è la nuova moneta
  6. 6. Cosa dobbiamo diventare Il nostro obiettivo è ottenere che più persone spendano più tempo con i prodotti/marchi dei nostri clienti. Noi dobbiamo creare idee con cui la gente voglia passare più tempo. Migliore sarà l’idea, più tempo la gente vi dedicherà. Non dovremmo più essere quelli che interrompono quello che il consumatore vuole vedere; ma diventare quelli che offrono quello che il consumatore vuole vedere. Il problema non è riempire i 30” secondi; ma come il consumatore possa spendere tempo con i nostri prodotti. E la tecnologia ci può dare un grande aiuto.
  7. 7. 1 Da High tech a Hot tech La televisione, il PC, il telefono cellulare sono nati come hardware funzionali. Da alcuni anni è in corso un cambiamento significativo nel loro ruolo che è sempre più quello di interazione, ludico. Si fanno molte più cose che portano questi hardware a sovrapporsi. Col cellulare: si fanno foto, film, si guarda la TV, si scarica musica, si condividono file, si naviga in Internet. Con la TV si naviga in Internet.Con il Pc si guarda la TV, si telefona… Oggi la tecnologia è qualcosa cui si richiede di essere in grado di trasportare emozioni, di essere calda, viva poiché è sempre più al centro delle relazioni tra le persone ma anche del proprio mondo personale. Questi strumenti diventeranno sempre più il contenitore del mondo di ogni persona. 23 15
  8. 8. 2 More and more consumers engagement Proprio perché la tecnologia è al centro della propria vita personale e di relazione, sempre più le persone non vogliono essere spettatori, o semplici utilizzatori, ma parte attiva nel generare modi d’uso, contenuti, etc. Nel voler essere in prima persona a controllare la tecnologia. Si parla di age of personal or partecipatory media.
  9. 9. 3 Buying the experience I consumatori sempre più vogliono comprare un’esperienza di marca, non un semplice prodotto o un semplice servizio poiché questi sono sempre più intercambiabili. Oggi le tre parole chiave per ogni marca leader sono: Enabling Engaging Empowering 17
  10. 10. Si tratterà di essere sempre meno solo una marca problem solver attraverso prodotti e servizi, e sempre di più un brand che offre al suo consumatore nuove opportunità per essere più libero, più creativo, per fare più cose, per vivere più emozioni ed esperienze.
  11. 11. Enabling vorrà dire fornirgli educazione, informazioni e nuovi strumenti; Engaging vorrà dire intrattenerlo e coinvolgerlo emotivamente in una relazione bidirezionale; Empowering significherà farlo sentire più forte, più autonomo, più libero. In questo modo il consumatore avrà la possibilità di arricchire il proprio mondo, di rendere sempre più il proprio tempo un quality time, rendendo la tecnologia qualcosa di vivo, di proprio, qualcosa che si plasma sulle proprie emozioni, un tramite per vivere un’esperienza sempre più intensa.
  12. 12. Come la hot tech può cambiare il rapporto della marca con il consumatore. Caring Caring and people empowering Consumatore Ha un Consumatore Ha un problema/necessità desiderio/opportunità Oggi è un cliente Domani sarà un avvocato della marca Marca Offre prodotti e servizi che Marca Porta la soluzione, corre arricchiscono il mondo di ogni in aiuto persona Relazione Caring, problem Relazione Caring e empowering, solving, la marca si prende cura. la marca offre l’opportunità di amplificare la positività di un momento, offre un’esperienza.
  13. 13. Ma anche in Italia qualcosa si sta muovendo… › Le Tv generaliste in 4 anni hanno perso 1.400.000 di spettatori nel prime time ( 1.100.000 nell’ultimo anno). › Gli investimenti in comunicazione su internet sono cresciuti sul 2005 del 48,1%. › Gli investimenti in eventi hanno sfondato nel 2006 il miliardo e 200 milioni di euro. › Gli investimenti in pubblicità sulle tv satellitari sono cresciuti sul 2005, 9 volte di quanto crescono le TV generaliste.
  14. 14. Chuco (Cool HUnting COmmunity) › Planner, account, producer e creativi multidisciplinari ( moda, graffiti, musica, design, TV, etc.) › Per fare cultura › Per informare › Per creare qualcosa di nuovo
  15. 15. Risultati Numero totale di visite registrate nel periodo aprile-giugno: 62.548 3.000 ore trascorse sul sito 92.000 video streaming 9.000 video scaricati 1.300 podcast download * Fonte: Livestats Platform – Visite registrate da 9/04/06 a 13/06/06
  16. 16. Quali le possibili conseguenze per le agenzie? › Agenzie, centri media, web agencies, società di CRM, di Promozioni, di PR stanno aprendo reparti specializzati.La competizione si allarga… › Non ha più senso di esistere la distinzione tra ATL e BTL. › Il Channel Planning Manager sta via via sostituendo il Media Manager. › Occorre pensare alla bidirezionalità del messaggio ed a una misurazione dell’efficacia immediata. › La pubblicità tradizionale non è morta, né morirà mai. Solo che da sola, forse, non ce la fa più…
  17. 17. GRAZIE!

×