Your SlideShare is downloading. ×
La cultura convergente come rivoluzione della vita quotidiana  - Prof. Mario Abis
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

La cultura convergente come rivoluzione della vita quotidiana - Prof. Mario Abis

1,300
views

Published on


0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,300
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
8
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. La cultura convergentecome rivoluzione della vita quotidianadi Mario Abis
  • 2. Qualche dato sul fenomeno2
  • 3. 16,017,219,0dicembre 2011 giugno 2012 gennaio 2013IncidenzaPop. 15-64 anniL’universo dei convergenti3 Multidevice Multipiattaforma Connessione veloce+10,5+7,5miomiomioI POTENZIALI CONVERGENTI40% 43% 49%
  • 4. La penetrazione dei potenziali convergenti495643849278472816Potenziali convergentiMaschiFemmineda 15 a 17 annida 18 a 24 annida 25 a 34 annida 35 a 44 annida 45 a 54 annida 55 a 64 anni4
  • 5. L’impatto delle convergenza5Connettere l’evoluzione dei mediacon i processi di cambiamento socialeRappresentare, comprenderee misurare i fenomeni medialiLa convergenza:nuova forma socialeNuovi modellidi segmentazioneRipensare la relazionetra marca e consumatoreNuovi modellidi comunicazione edi marketing
  • 6. La convergenza, nuova forma sociale6
  • 7. UNA NUOVA FORMA SOCIALE7SOCIETÀ DELLACONVERGENZASOCIETÀPOST-INDUSTRIALESOCIETÀDELL’INFORMAZIONESOCIETÀDEL COORDINAMENTO
  • 8. La convergenza mediale◼ Dentro ad un ecosistema mediale complesso èl’individuo che costruisce i percorsi di senso dai qualisi generano i flussi di accesso ai contenuti.◼ La convergenze è creata dagli individui stessi che:➔ intercettano i contenuti medialisu sistemi distributivi molteplici e differenti➔ li ricompongono in ordine alle proprie esigenzee alle proprie opportunità di fruizione.8pensiero convergente
  • 9. Attivazione di un sistema di relazioni➔ la viralità generata sui social network➔ sulle altre forme di communityGestione attiva dei contenuti➔ creazione del proprio palinsesto individuale➔ personalizzazione delle modalità di fruizione➔ user generated contentAccesso ai contenuti➔ Crossmedialità: esperienze trasversalialle piattaforme distributive e ai device;➔ Pluralità di fonti a disposizioneLe caratteristiche del pensiero convergente9
  • 10. Sistemi direlazioneOpinione pubblicaModelli dibusinessComportamentipoliticiSistemi valorialiConsumiLa cultura convergente10CONVERGENZA
  • 11. DIRETTRICI DEL CAMBIAMENTO:TEMPO E SPAZIO11
  • 12. Dai non luoghi agli iperluoghi12alterazione dei confinipubblico/privatonetwork virtuali che si fondonoche quelli realinuovi processi diurbanizzazioneflussi di mobilitàche ridefinisco gli spazi fisici esimboliciCessano di esistere i confini e si ridefiniscono gli schemi diinterazione dei soggetti con l’ambiente fisico
  • 13. Dal tempo ai tempi: un nuovo valoreI13RIGIDO-STRUTTURATO,VINCOLATO DALL’ESTERNOFLUIDO,COSTITUITO SOGGETTIVVOPALINSESTI RIGIDI CANALI DI FLUSSOIl tempo è un flusso, un continuume sempre meno un valore spezzato per punti più o meno forti
  • 14. La curva oraria delle esperienze mediali: confronto 2011 VS 201214 Base: totale campione – Valori %0,010,020,030,040,050,060,070,080,090,0100,0H5 H6 H7 H8 H9 H10 H11 H12 H13 H14 H15 H16 H17 H18 H19 H20 H21 H22 H23 H24 H25% di potenziali convergenti che fanno una o più esperienze mediali nell’ora indicata2011 2012 Column2 Column3
  • 15. 15Il contributo dei diversi device alla curva orariaNota: la somma delle curve orarie dei diversi device è più alta della curva oraria delle esperienze medialiperché allinterno della stessa ora lo stesso individuo può fare esperienze mediali su device differentiBase: totale campione – Valori %0,010,020,030,040,050,060,070,080,090,0100,0H5 H6 H7 H8 H9 H10 H11 H12 H13 H14 H15 H16 H17 H18 H19 H20 H21 H22 H23 H24 H25% di potenziali convergenti che fanno una o più esperienze mediali nell’ora indicata,con il device indicatoTV PC Smartphone Tablet Radio Lettore MP3 Stampa Libro Altro
  • 16. Il contesto, nuova chiave interpretativaL’identità fluida dell’individuosi definisce attraversoscambi, relazioni e rapportidifferenziati per situazioni, canali epiattaforme di comunicazione.L’identità delconsumatore non è quindiun concetto invariante,ma un aspetto dinamicoche si manifestanell’attraversamento dellecoordinate spaziotemporali.I CONTESTI
  • 17. LA CONVERGENZA:NUOVI MODELLI PER IL MARKETING E LACOMUNICAZIONE17
  • 18. Focus sui percorsi mediali(cross mediali, autonomi, interattivi, ecc.)Focus sulle singole verticalità(social network, web, media tradizionali, ecc.)Un nuovo scenario mediale18Approccio per deviceper piattaformaApproccioconvergente➔ Schema rigido contenuto-device➔ Il sistema dei palinsesti➔ Sistemi di contenuti chiusi➔ Schema fluido➔ Canali di flusso➔ Il contenuto è il pivotdi un ecosistema mediale integrato
  • 19. ACCOMPAGNARE GLI INDIVIDUI NEI LOROPERCORSI MEDIALI◼ Creatività crossmediale➔ ricchezza di codici e linguaggi in grado di generare estensioni◼ Articolazione dei piani narrativi➔ transmedia storytelling◼ Produzione coerente alle pratiche di fruizione➔ osservazione dei contesti➔ lettura dei bisogni19Generare strategie convergentiPIATTAFORME FLUIDE e RACCORDATE
  • 20. PARAMETRI PER MISURARE E CREARE VALORE20engagement /setmotivazionalelivelliattenzionalivaloreattribuitocontentenrichmentviralitàIl valore deipercorsi mediali