Giuliano Noci - "Verso un nuovo modello di agricoltura per la Lombardia"

830
-1

Published on

In occasione del convegno “L’Agricoltura Verso il Mercato”, svoltosi il 25 maggio 2010 a Brescia, Giuliano Noci ha fatto il punto della situazione sul settore agro-alimentare in Italia, sottolineandone le principali debolezze e offrendo spunti di riflessione sulle opportunità di business per il futuro.

Published in: Business, Technology
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
830
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Giuliano Noci - "Verso un nuovo modello di agricoltura per la Lombardia"

  1. 1. VERSO UN NUOVO MODELLO DI AGRICOLTURA PER LA LOMBARDIA Giuliano Noci, Politecnico di Milano giuliano.noci@polimi.it Facebook: facebook.com/giuliano.noci Twitter: twitter.com/giuliano_noci LinkedIn: linkedin.com/in/gnoci 1 mercoledì 26 maggio 2010
  2. 2. Il sistema agro-alimentare pesa nell’economia del Paese 2 mercoledì 26 maggio 2010
  3. 3. Il sistema agro-alimentare pesa nell’economia del Paese 2 mercoledì 26 maggio 2010
  4. 4. Il sistema agro-alimentare pesa nell’economia del Paese 2 mercoledì 26 maggio 2010
  5. 5. Il sistema agro-alimentare pesa nell’economia del Paese L’agro-alimentare vale circa l’8% del PIL italiano 2 mercoledì 26 maggio 2010
  6. 6. Ma è un sistema a due velocità 3 mercoledì 26 maggio 2010
  7. 7. Ma è un sistema a due velocità Agricoltura e a"evamento 3 mercoledì 26 maggio 2010
  8. 8. Ma è un sistema a due velocità Industria alimentare !+&(#$ !(&*#$ !(&)#$ !%&'#$ !%&'#$ !"#$ 3 mercoledì 26 maggio 2010
  9. 9. Agenda 4 mercoledì 26 maggio 2010
  10. 10. Agenda Potrebbe andare meglio! 4 mercoledì 26 maggio 2010
  11. 11. Agenda Potrebbe andare meglio! Esistono delle opportunità... 4 mercoledì 26 maggio 2010
  12. 12. Agenda Potrebbe andare meglio! Esistono delle opportunità... Che cosa fare per sfruttarle al meglio? 4 mercoledì 26 maggio 2010
  13. 13. Agenda Potrebbe andare meglio! Esistono delle opportunità... Che cosa fare per sfruttarle al meglio? Da domani... 4 mercoledì 26 maggio 2010
  14. 14. Potrebbe andare meglio! Capiamo il perchè 5 mercoledì 26 maggio 2010
  15. 15. I costi dell’agricoltura sono in crescita 6 mercoledì 26 maggio 2010
  16. 16. I costi dell’agricoltura sono in crescita VOCE DI SPESA 2009 2010 (mar) Animali da allevamento 97,2 109,1 Antiparassitari 114,6 115,2 Concimi 181,2 157,1 Mangimi 118 118,4 Materiale vario 121,7 121 Energia 116 116,3 Salari 136,2 136,9 Sementi 118,6 119,1 Spese varie 106,7 106,3 TOTALE 129,49 127,49 Fonte: elaborazione da Ismea (2000 = 100) 6 mercoledì 26 maggio 2010
  17. 17. I costi dell’agricoltura sono in crescita VOCE DI SPESA 2009 2010 (mar) Animali da allevamento 97,2 109,1 Antiparassitari 114,6 115,2 Concimi 181,2 157,1 Mangimi 118 118,4 Materiale vario 121,7 121 Energia 116 116,3 Salari 136,2 136,9 Sementi 118,6 119,1 Spese varie 106,7 106,3 TOTALE 129,49 127,49 Fonte: elaborazione da Ismea (2000 = 100) 6 mercoledì 26 maggio 2010
  18. 18. I ricavi dell’agricoltura & allevamento crescono molto meno Con$onto tra prezzi a"a produzione e al consumo Totale 34,3% 8,0% Pollame 12,9% -6,2% 47,5% Suini -3,9% 39,7% Ovini 25,2% 30,3% -0,9% Bovini 20,2% 4,3% Latte 19,2% 24,5% Ortaggi e legumi 32,2% 20,8% Frutta -20,0% -10,0% 0,0% 10,0% 20,0% 30,0% 40,0% 50,0% 60,0% Variazione prezzo al consumo Variazione prezzo alla produzione Fonte: elaborazione su dati ISTAT/Ismea 7 mercoledì 26 maggio 2010
  19. 19. Gli altri si appropriano dei margini dell’agricoltura 8 mercoledì 26 maggio 2010
  20. 20. Gli altri si appropriano dei margini dell’agricoltura 8 mercoledì 26 maggio 2010
  21. 21. Gli altri si appropriano dei margini dell’agricoltura Produzione di cibi e Agricoltura e allevamento Grossisti/GDO Dettaglianti bevande Numero di imprese (migliaia) 14.482 310 273 891 Fatturato (miliardi di !) 346 935 1.005 1.011 Fatturato per addetto (!) 28.361 212.500 223.333 174.310 8 mercoledì 26 maggio 2010
  22. 22. La frammentazione è eccessiva 9 mercoledì 26 maggio 2010
  23. 23. La frammentazione è eccessiva 9 mercoledì 26 maggio 2010
  24. 24. La frammentazione è eccessiva 9 mercoledì 26 maggio 2010
  25. 25. La frammentazione è eccessiva 9 mercoledì 26 maggio 2010
  26. 26. La frammentazione è eccessiva 9 mercoledì 26 maggio 2010
  27. 27. La frammentazione è eccessiva 9 mercoledì 26 maggio 2010
  28. 28. In molti ci copiano 10 mercoledì 26 maggio 2010
  29. 29. In molti ci copiano 10 mercoledì 26 maggio 2010
  30. 30. In molti ci copiano 10 mercoledì 26 maggio 2010
  31. 31. In molti ci copiano Esportiamo 20 miliardi, ma 60 miliardi è il fatturato annuo relativo all’Italian sounding 10 mercoledì 26 maggio 2010
  32. 32. Incapacità a sviluppare processi di innovazione 11 mercoledì 26 maggio 2010
  33. 33. Esistono delle opportunità... Scopriamole! 12 mercoledì 26 maggio 2010
  34. 34. La domanda mondiale cresce... 13 mercoledì 26 maggio 2010
  35. 35. La domanda mondiale cresce... 13 mercoledì 26 maggio 2010
  36. 36. La domanda mondiale cresce... 13 mercoledì 26 maggio 2010
  37. 37. Alcuni mercati sono più interessanti di altri... 14 mercoledì 26 maggio 2010
  38. 38. Alcuni mercati sono più interessanti di altri... I principali importatori di prodotti UE Fonte: elaborazione su dati Eurostat 14 mercoledì 26 maggio 2010
  39. 39. Alcuni mercati sono più interessanti di altri... Importazioni dei Paesi emergenti Fonte: elaborazione su dati Eurostat 14 mercoledì 26 maggio 2010
  40. 40. Il mondo richiede i valori italiani Le 5 tendenze Ambiti specifici di ricerca • Lusso • Esotismo Piacere • Multisensorialità • Divertimento • Funzionalità medicali Salute • Naturalità • Aumento della componente vegetale • Light Bellezza/benessere • Funzionalità cosmetiche • Energia Praticità • Risparmio di tempo • Ecologia Etica • Equo-solidale Fonte: XTC world innovation 2008 15 mercoledì 26 maggio 2010
  41. 41. Che cosa fare? Idee chiare e azioni concrete 16 mercoledì 26 maggio 2010
  42. 42. Ci dobbiamo porre due quesiti 17 mercoledì 26 maggio 2010
  43. 43. Ci dobbiamo porre due quesiti 1. Quali obiettivi di business sono sostenibili in futuro? 17 mercoledì 26 maggio 2010
  44. 44. Ci dobbiamo porre due quesiti 1. Quali obiettivi di business sono sostenibili in futuro? 2. In che modo possiamo raggiungere questi obiettivi? 17 mercoledì 26 maggio 2010
  45. 45. Ci dobbiamo porre due quesiti 1. Quali obiettivi di business sono sostenibili in futuro? 17 mercoledì 26 maggio 2010
  46. 46. OBJ #1: avvicinarsi al mercato finale Far sentire la propria voce Anche in modi apparentemente insoliti... ...ma che poi non sono tanto lontani, a quanto pare 18 mercoledì 26 maggio 2010
  47. 47. OBJ #2: valorizzare il territorio Patrimonio paesa&istico-culturale Fare tesoro de"a tradizione e de"e competenze Eno-gastronomia per trovare nuove occasioni di co"aborazione 19 mercoledì 26 maggio 2010
  48. 48. OBJ #2: ...nel modo giusto! 20 mercoledì 26 maggio 2010
  49. 49. OBJ #2: ...nel modo giusto! Italia 193 Francia 167 Spagna 126 Portogallo 116 Grecia 86 Germania 68 UK 33 Rep. Ceca 22 Austria 13 Altri 49 Fatturato totale: 5,15 mld (fonte: ISMEA, 2009) 20 mercoledì 26 maggio 2010
  50. 50. OBJ #2: ...nel modo giusto! 2008 Var. % 06/08 Grana Padano 1.101,5 12,4% Parmigiano Reggiano 998,5 11,7% Prosciutto di Parma 768,7 6,1% Prosciutto di San Daniele 289,7 5,9% Mozzarella di Bufala Campana 235,5 -25,0% Gorgonzola 223,3 25,1% Mortadella Bologna 215,6 20,9% Pecorino Romano 172,9 31,9% Bresaola della Valtellina 163,6 7,1% Mela Val di Non 137,2 4,9% Asiago 108,7 6,9% Speck dell'Alto Adige 98,5 20,1% Mela Alto Adige o Sudtiroler Apfel 97,7 46,6% Provolone Valpadana 49,5 13,8% Taleggio 49,1 8,8% Montasio 47,8 34,9% Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale 34,8 7,0% Fontina 30,3 32,8% Toscano 27,6 -24,1% Salamini italiani alla cacciatora 21,2 23,1% Totale prime venti Dop e Igp 4.871,7 9,7% % sul totale fatturato alla produzione 94,0 -0,1% 20 Fonte: ISMEA, 2008 mercoledì 26 maggio 2010
  51. 51. OBJ #3: occorre un posizionamento distintivo Salubrità Ecce"enza Qualità 21 mercoledì 26 maggio 2010
  52. 52. OBJ #4: aprirsi verso nuovi mercati 22 mercoledì 26 maggio 2010
  53. 53. OBJ #4: aprirsi verso nuovi mercati Culture alimentari diverse 22 mercoledì 26 maggio 2010
  54. 54. OBJ #4: aprirsi verso nuovi mercati Culture alimentari diverse ...da educare 22 mercoledì 26 maggio 2010
  55. 55. Ci dobbiamo porre due quesiti 1. Quali obiettivi di business sono sostenibili in futuro? 2. In che modo possiamo raggiungere questi obiettivi? 23 mercoledì 26 maggio 2010
  56. 56. Leva #1: fare rete 24 mercoledì 26 maggio 2010
  57. 57. Leva #1: fare rete Per raggiungere scala minima che: abilita processi di innovazione, modifichi il potere contrattuale nei confronti degli altri attori della filiera. 24 mercoledì 26 maggio 2010
  58. 58. Leva #1: fare rete Per raggiungere scala minima che: abilita processi di innovazione, modifichi il potere contrattuale nei confronti degli altri attori della filiera. È fondamentale la condivisione di un disegno strategico 24 mercoledì 26 maggio 2010
  59. 59. Leva #1: fare rete Per raggiungere scala minima che: abilita processi di innovazione, modifichi il potere contrattuale nei confronti degli altri attori della filiera. È fondamentale la condivisione di un disegno strategico Anche le forme consortili possono andare bene 24 mercoledì 26 maggio 2010
  60. 60. Leva #2: Integrarsi verticalmente (verso valle) 25 mercoledì 26 maggio 2010
  61. 61. Leva #2: Integrarsi verticalmente (verso valle) Una volta conseguita scala sufficiente, è possibile pensare di avvicinarsi al mercato finale 25 mercoledì 26 maggio 2010
  62. 62. Leva #2: Integrarsi verticalmente (verso valle) Una volta conseguita scala sufficiente, è possibile pensare di avvicinarsi al mercato finale Procedendo con gradualità... 25 mercoledì 26 maggio 2010
  63. 63. Leva #3: sviluppare nuove competenze 26 mercoledì 26 maggio 2010
  64. 64. Leva #3: sviluppare nuove competenze 26 mercoledì 26 maggio 2010
  65. 65. Leva #3: sviluppare nuove competenze 26 mercoledì 26 maggio 2010
  66. 66. Da domani... Pensiamo positivo ma cambiamo! 27 mercoledì 26 maggio 2010
  67. 67. Alcune certezze... 28 mercoledì 26 maggio 2010
  68. 68. Alcune certezze... Fare impresa in agricoltura sarà molto diverso rispetto al passato 28 mercoledì 26 maggio 2010
  69. 69. Alcune certezze... Fare impresa in agricoltura sarà molto diverso rispetto al passato Con l’attuale livello di frammentazione non andremo da nessuna parte 28 mercoledì 26 maggio 2010
  70. 70. Alcune certezze... Fare impresa in agricoltura sarà molto diverso rispetto al passato Con l’attuale livello di frammentazione non andremo da nessuna parte Sarà necessario puntare su (pochi) prodotti di qualità e elevati volumi produttivi 28 mercoledì 26 maggio 2010
  71. 71. Alcune certezze... Fare impresa in agricoltura sarà molto diverso rispetto al passato Con l’attuale livello di frammentazione non andremo da nessuna parte Sarà necessario puntare su (pochi) prodotti di qualità e elevati volumi produttivi È opportuno agire secondo una prospettiva incrementale 28 mercoledì 26 maggio 2010
  72. 72. Alcune certezze... Fare impresa in agricoltura sarà molto diverso rispetto al passato Con l’attuale livello di frammentazione non andremo da nessuna parte Sarà necessario puntare su (pochi) prodotti di qualità e elevati volumi produttivi È opportuno agire secondo una prospettiva incrementale Il cambiamento va cavalcato e non subìto 28 mercoledì 26 maggio 2010
  73. 73. Qualcuno ci può aiutare? Centri servizio Associazioni Politica Agroalimentare di categoria Banche 29 mercoledì 26 maggio 2010
  74. 74. L’Expo ci potrà dare una mano! 30 mercoledì 26 maggio 2010

×