• Like
Contro Tg
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

Published

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
265
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
2
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. ControTG I sogni non si inseguono, si perseguono !
  • 2. ControTG
    • Esistono due tipologie di informazione, una di regime , finalizzata ad indirizzare il “ pubblico” verso una totale condiscendenza alle scelte della classe al potere, ed una controinformazione che cerca di arrivare ad una migliore conoscenza della realtà, sia criticando l’informazione fornita dal regime sia estraendo da canali alternativi a quelli ufficiali l’informazione taciuta.
    Versione 2.1
  • 3. ControTG
    • Esiste indiscutibilmente un muro insormontabile che divide coloro che seguono l’informazione di regime e coloro che invece seguono la controinformazione.
    Versione 2.1
  • 4. ControTG
    • Tale muro è generato da una serie di cause anche concomitanti:
    • diverse convinzioni politiche tra i fruitori delle due tipologie di informazione
    • cieca fiducia nei protagonisti del regime e nelle loro direttive
    • incapacità o poca dimestichezza nella fruizione dei nuovi media, tipicamente propagati via web
    • scarsa capacità di concentrazione, di associazione e, generalmente, di cultura tra i fruitori dell’informazione di regime
    • enorme differenza tra le “ grammatiche ” dell’informazione alternativa e quelle dell’informazione di regime
    Versione 2.1
  • 5. ControTG
    • Ritengo sia indispensabile l’abbattimento, o perlomeno l’abbassamento, di tale muro in modo da allargare quantitativamente il bacino dei fruitori dell’informazione alternativa con l’obiettivo di un innalzamento del livello culturale e delle capacità di critica, generando di conseguenza un circolo virtuoso che possa, in futuro, moltiplicare le occasioni di creazione di un’informazione libera.
    Versione 2.1
  • 6. ControTG
    • Sicuramente si può agire sulla differente “ grammatica” di fruizione delle informazioni alternative tentando di imitare le modalità con cui l’informazione di regime viene propagata.
    Versione 2.1
  • 7. ControTG
    • Si arriva quindi alla proposta della creazione di un telegiornale, o meglio, un ControTelegiornale che sia in grado di:
    • presentare le stesse notizie dei TG di regime, registrate da uno o più dei TG offerti dai diversi canali televisivi (non esistono praticamente differenze sostanziali)
    • far seguire a ciascuna notizia un commento, possibilmente accompagnato da una mera descrizione della realtà dei fatti, eventualmente anche in palese contrapposizione alla versione di regime offerta dal TG
    • una sezione “ cosa non è stato detto ” che offra le notizie che sono state deliberatamente taciute dal TG di regime continua >>
    Versione 2.1
  • 8. ControTG
    • una sezione internazionale divisa in due parti, una “ come ci vedono dall’estero ” ed una di semplici notizie, al fine di inquadrare la nostra limitata esperienza di vita in un contesto europeo e mondiale
    • un commento finale che metta a fuoco le intenzioni nascoste e le tendenze che il regime sta seguendo, in una possibile previsione delle future azioni politiche e mediatiche che potremmo aspettarci a breve
    Versione 2.1
  • 9. ControTG
    • I principali obiettivi da ricercare saranno:
    • dimostrare l’inutilità della maggior parte dei servizi
    • far capire quali sono le finalità dell’informazione di regime, cosa si vuole coprire
    • far capire il clima che si vuole creare riportando alcune informazioni (ed il modo in cui si riportano) e tacendone altre
    Versione 2.1
  • 10. ControTG
    • La forma del ControTG dovrà essere il più possibile simile a quella di un TG di regime, uno studio arredato spartanamente, una regia che coordini le diverse inquadrature, uno o due annunciatori/trici, video che accompagnano i servizi, interviste sul campo, e così via. L’obiettivo è che il format sia immediatamente riconoscibile da chi segue abitudinariamente tali spettacoli.
    Versione 2.1
  • 11. ControTG
    • La durata non dovrà superare la durata media di un TG di prima serata. Ciò si ottiene:
    • sintetizzando i servizi del TG di regime che quasi sempre si ripete, anche con le stesse parole, da parte della annunciatrice in studio e del “giornalista” inviato sul campo
    • tagliando interamente il contenuto dei servizi idioti ed inutili (i fondali subacquei della Toscana, le mucche della Valtellina, le spiagge affollate in estate, …) ma lasciando una prima parte di presentazione di qualche secondo per veicolare il messaggio che il TG di regime conteneva tale servizio
    Versione 2.1
  • 12. ControTG
    • In definitiva occorre puntare sulla fruibilità del prodotto che dovrà il più possibile assomigliare al formato a cui tutti siamo abituati
    • Nessuna casalinga riuscirà mai a seguire i 30 minuti di video di Travaglio che con voce monotona illustra le turpitudini a cui siamo sottoposti.
    Versione 2.1
  • 13. ControTG
    • Il tono dei commenti dovrà ricercare l’obiettività, evitando interpretazioni troppo approfondite e intellettualmente difficili da comprendere, fuggendo la tentazione di emettere giudizi che non possono essere condivisi da coloro che non possiedono (ancora) una capacità critico/associativa e, soprattutto, cercando di non lasciare spazio a facili giudizi sommari che tenderanno ad incasellare il prodotto identificandolo con uno specifico mandante (Grillo o Dipietro o altri).
    Versione 2.1
  • 14. ControTG
    • Credo che il tono “alla Michael Moore” possa essere un esempio da seguire. La forza dirompente della realtà sarà sicuramente più chiarificatrice di qualsiasi commento.
    Versione 2.1
  • 15. ControTG
    • I costi potranno essere coperti da finanziatori illuminati e da pubbliche sottoscrizioni volontarie.
    Una volta realizzato il ControTG è necessario diffonderlo sia su Web, offrendo la possibilità di inserirlo sul proprio sito o blog tramite codice embedded, sia diffondendo la notizia con i media tradizionali (giornali, radio, TV, Sky). Versione 2.1
  • 16. ControTG
    • I ControTG potranno contenere, a frequenza settimanale, dei “ servizi speciali” che potranno riguardare, ad esempio, il confronto dei contenuti dei TG di regime al variare dei periodi politici (durante il governo di “sinistra”, nel periodo elettorale, durante il governo di destra).
    Versione 2.1
  • 17. ControTG
    • Al video del ControTG si può accompagnare la parte testuale scaricabile ed una serie di statistiche, ad esempio, sui tempi di durata dei vari servizi nel TG di regime, utile per confrontare il diverso risalto dato ai servizi che occorre “ spingere ” rispetto a quelli che hanno lo scopo di disinformare.
    Versione 2.1
  • 18. ControTG
    • Per approfondimenti
    • controTG.blogspot.com
    Versione 2.1