Your SlideShare is downloading. ×
Ceresa(a p)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Ceresa(a p)

457
views

Published on

Ceresa Sacro in val Brembana

Ceresa Sacro in val Brembana

Published in: Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
457
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Algua Santuario della Madonna del PerelloApparizione della Madonna mentre un cavaliere spara a un cadutoOlio su tela, cm 110x150L’opera, probabilmente un ex-voto, rappresenta un’aggressione sventata per il miracoloso intervento dellaMadonna del Perello.
  • 2. Averarachiesaparrocchialedi San Sant’Erasmo è rappresentato legatoGiacomo al tavolo del martirio, gli abitiMaggiore vescovili per terra, a sinistra l’argano con il quale i suoi aguzzini si apprestano a martirizzarlo; attorno, chi impartisce gli ordini, chi li esegue e chi osserva la scena. I bianchi del corpo di Sant’Erasmo, della mitria e del cane contrastano con il color pesca e oro della pianeta e l’azzurro cielo della veste di unIl Martirio di aguzzino. UnSant’Erasmo angioletto in volo porge a Erasmo laOlio su tela, cm palma del martirio.113x80
  • 3. Battesimo di Cristo colritratto di BernardoLazzaroniOlio su tela, cm 220x160Il recente restauro haevidenziato che il dipinto èstato eseguito da due manidiverse: “intorno allefigure, indiscutibilmenteceresiane, deiprotagonisti, uno spavaldopittore ha dipinto raggieredi luce, angeli, battezzandi”.Il cartiglio accanto al bustodell’offerente indical’improbabile data diesecuzione “1621”; secondola Vertova il dipinto fu“modernizzato” agli inizi del1700.
  • 4. Bracca Allungata e allargata, questachiesa tela è da attribuireparrocchiale alla bottega deldi Ceresa. La parteSant’Andrea inferiore con i tre Santi e l’Angeloapostolo Custode è da collocare intorno al 1674, quella superiore con la Vergine e le Sante Apollonia, Agata, LucMadonna in gloria ia e Caterina d’Alessandria, intornfra quattro Sante e o al 1640. Secondoin basso l’Angelo alcuni storici questoCustode con San dipinto potrebbeCarlo essere una teletta delBorromeo, Sant’An periodo giovanile ditonio abate e CarloSant’Antonio di Ceresa, ingranditaPadova dai figli Antonio e Giuseppe o una telaOlio su tela, cm eseguita dai figli su270x190 cartone disegnato dal padre.
  • 5. Nella parte inferiore della telaBracca sono riconoscibili Sant‟Andrea con lachiesa croce latina, Sanparrocchiale Bartolomeo con il coltello con il qualedi San fu scorticato vivo eBartolomeo sulla spalla la sua pelle, San Lorenzo diacono con la dalmatica e il libroMadonna in dei salmi. Nellagloria fra parte superiore laSant’Antonio Vergine con ildi Padova e Bambino, alla suaSan destraBernardino, v Sant‟Antonio di Padova e allaenerata dai sinistra SanSanti Bernardino. LaAndrea, Bartol Vertova attribuisceomeo e questo dipinto alleLorenzo mani di GiuseppeOlio su e Antonio Ceresa.tela, cm200x159, 1667
  • 6. Nella parte superiore dellaBrembilla pala sono rappresentati lachiesa Madonna seduta sopra una vaporosa nube grigio-parrocchiale perla, San Pantaleone con la toga dottorale color carta dadi San zucchero e Sant‟Antonio diGiovanni Padova con il giglio bianco simbolo della verginità. NellaBattista parte inferiore due Disciplini bianchi, la cui confraternita era presente anche a San Giovanni Bianco; il Disciplino che guarda lo spettatore, secondo alcuni storici, potrebbe essere ilMadonna in notaio Agostino Boselli prioregloria tra i dei Disciplini di San Giovanni Bianco, secondo altri ilSanti Ceresa stesso; a destra laPantaleone e Maddalena pentita, patrona della confraternita. Fra ilAntonio di Disciplino e la Maddalena, ilPadova, vener Ceresa ha dipinto un “quadro nel quadro” cheata dalla rappresenta le anime delMaddalena e Purgatorio e un Angelo nell‟atto di salvarne una. Nelda due „600 il culto delle animeDisciplini purganti e le preghiere per i confratelli morti eranoOlio su devozione molto diffusa. Fratela, cm i colori accesi e cangianti degli abiti della Vergine e238x167, 1650 della Maddalena spicca ilca. bianco avorio dei Disciplini.
  • 7. Brembilla(frazione Chiesa parrocchiale diSant’Antonio Sant’AntonioAbbandonato) abate. Il Ruggeri legge in questo dipinto “l’impaccio di un artista incipiente, quasi autodidatta, che assume schemi tardo- manieristici”, def inisce espressive le teste dei Santi in primo piano, cioè SanCristo in croce Francesco e Sane quattro Nicola daSanti Tolentino.Olio su tela, cm194x130, 1630
  • 8. Camerata Cornello L‟Angelochiesa parrocchiale Custode, protettoredi Santa Maria dell‟infanzia (e delleAssunta anime purganti) è frequente protagonista delle rappresentazioni sacre di questo periodo. Il dipinto fu voluto dalle mamme di questo Comune, come si legge nell‟iscrizione ai piedi dell‟Angelo. Le ali aperte, la tunica svolazzante, il braccio che cinge il bambino che gli si raccomanda con le mani giunte, conferiscono dinamicità alla scena. Il celeste opaco dello sfondo mette in L’Angelo evidenza il bianco Custode della tunica e del Olio su tela, cm lenzuolo che avvolge il 200x120, second bambino e, ancor più, il bel manto rosa a metà del sesto rigonfio d‟aria decennio dell‟Angelo.
  • 9. Camerata Sant‟AntonioCornello abbracciachiesa teneramente il Bambino che, inparrocchiale piedi sulladi Santa Bibbia, ricordaMaria Assunta la grande conoscenza teologica del Santo chiamato ad insegnare a Bologna, Montpe llier e Tolosa. Con la mano sinistra indica i fedeli che raccomanda al Bambino, un angiolettoSant’Antonio esibisce il gigliodi Padova simbolo dellaOlio su verginità.tela, cm200x120, seconda metà delsesto decennio
  • 10. LaCarona Vergine, seduta su vaporosechiesa nubi, cinge con ilparrocchiale braccio il Bambino benedicente. Due angioletti reggono una corona fiorita sopra la testa della Madonna.Madonna ingloria conBambinobenedicenteOlio sutela, cm185x145, inizio settimodecennio
  • 11. Cornalbachiesaparrocchialedi San Pietroapostolo Opera giovanile del Ceresa, rappresenta il Santo genuflesso tra la terra e il cielo, in alto aLe stigmate sinistra la luce divina, indi San basso il buio delle caverne, vicino a lui ilFrancesco teschio della morte e lasulla Verna Croce dellaOlio su Redenzione, a significare “il santo intermediariotela, cm fra la potenza di Cristo e200x100 le debolezze umane”.
  • 12. Cusiochiesaparrocchialedi SantaMargherita Nel dipinto sono rappresentati San Giovanni Battista che battezza Gesù, un angelo che regge un lenzuolo e in alto la Colomba, simbo lo dello Spirito Santo, circondat a da una grande raggiera. Secondo ilBattesimo Ruggeri questodi Cristo Battesimo èOlio su stato ridipinto nel Settecento.tela, cm128x101
  • 13. Dossenachiesaparrocchiale di SanGiovanniBattista I dueSan dipinti, donati daFrancesco Pietro Bombello e Vincenzo Bonzid’Assisi; nelSan Carlo 1634, rappresentBorromeo ano i due SantiOlio su genuflessi, lo sguardo rivolto altela, cm cielo, posti233x101, e specularmententrambi così come le teste1634 dei cherubini.
  • 14. Queste tele ciDossena riportano alla maturità artisticachiesa del Ceresa eparrocchia rappresentano i genitori di Sanle di San Giovanni Battista: San Zaccaria inGiovanni abiti sacerdotaliBattista dai bei colori vivaci e contrastanti, la mano al cuore a conferma della sua fede; Santa Elisabetta, rappre sentata in una dimensione più terrena; l‟abito, in tonalità con lo sfondo, veste una figura giovane: è nel viso e soprattutto nel collo che il CeresaSan evidenzia la vecchiaia. IlZaccaria; manto vaporoso diSanta un bel colore arancioElisabetta scuro, trattenutoOlio su dalla mano, evidenzia,tela, cm per contrasto, il127x56, entr grigio-blu dell‟abito.ambi 1644
  • 15. Alcuni studiosi attribuiscono ilIsola di Fondra dipinto al figlio delchiesa Ceresa, Giuseppe.parrocchiale di Santa Margherita è rappresentataSan Lorenzo genuflessa sopra una nube con il drago che, secondo la leggenda, le apparve in carcere dopo aver sopportato ogni genere di supplizio, due angioletti depongono sul suo capo una corona di fiori; in primo piano dueMadonna in Santi e dietro di lorogloria e i Santi l’orizzonte con leNicola da montagne.Tolentino, Rocco, CarloBorromeo eSebastianoOlio su tela, cm189x166, 1636ca.
  • 16. frazioneTrabuchello San Carlochiesa Borromeo è genuflesso conparrocchiale le manidi Santa strettamente congiunte, loMargherita sguardo devoto verso il gruppo divino, gli è accanto uno scultoreo San Sebastiano e in controparte San Nicola da Tolentino e San Rocco con il bastone da pellegrino. La Vergine, dal volto dolce e pensoso, lo sguardo rivoltoSanta in basso, tiene sulle ginocchiaMargherita il Bambino.in gloria edue SantigenuflessiOlio sutela, cm210x145
  • 17. Lennaoratorio Il Ceresa aveva già visto le operedi Santa di Daniele CrespiLucia quando dipinse questa pala. La Vergine, seduta su una nube, ha un viso classicheggiante, il manto blu, la sciarpa color giada e il vestito lampone. Santa Lucia guarda supplichevole la Madonna, nella mano sinistraMadonna in tiene la palma e gli occhi, lagloria fra destra indica iSanta Lucia fedeli; nellae una Santa parte opposta è raffigurata unamartire Santa martire.Olio sutela, cm153x154, fine del quartodecennio
  • 18. L‟affresco documentato come opera di Carlo Ceresa è stato ritrovato sotto uno spesso strato di intonaco. Di difficile lettura per le ingiurie dell‟uomo e del tempo, le sette spade che trafiggono il cuore ci indicano che si tratta dell‟Addolorata.santuario della Madonna della Coltura L’Addolorata Affresco
  • 19. La Madonna, seduta su di unachiesetta nube, assorta, sedella Beata mbra seguireVergine della pensieri lontani mentre ilNeve Bambino amorevole si china verso il Santo. Sant‟Antonio, gen uflesso davanti alla divina apparizione, pren de con la mano il piede del Bambino che bacia con devoto fervore. I coloriLa Vergine sono “tenui e smorzati”, laappare a composizione siSant’Antonio articola lungo ladi Padova diagonale, leOlio su figure plastiche emergono dallotela, cm sfondo neutro.112x94, inizidel settimodecennio
  • 20. Mezzoldo Sant‟Antonio dichiesa Padova era molto popolare e ancoraparrocchiale di più lo divennedi San dal 1652 in seguitoGiovanni alla suaBattista proclamazione quale protettore del territorio bergamasco. Il Santo è rappresentato in piedi, con la mano destra indica una lapide dove sono scritti i nomi degli offerenti, l‟angiolett o che gli sta accantoSant’Antonio mostra “i simboli didi Padova col cui il Santo si è reso meritevole”.BambinoGesù, unAngioletto etre CherubiniOlio sutela, cm180x128, 1658 ca.
  • 21. Piazza In basso sono riconoscibili SanBrembana Giuseppe dalchiesa di bastone fiorito, San Carlo Borromeo inSan abiti cardinalizi, Sant‟ABernardo ntonio di Padova con giglio e libro. Nella parte superiore, il gruppo divino circondato da angioletti. Il dipinto donato dai fratelli Donazelli è stato restaurato una prima volta nel 1963 e una seconda nel 1980:Madonna in in quell‟occasione la testa di Sangloria Carlo Borromeo èvenerata dai stataSanti completamente ridipinta. Poiché laGiuseppe, C cappella in cui eraarlo collocato è espostaBorromeo e ai quattro venti è stato spostatoAntonio di nella chiesa di SanPadova Bernardo.Olio sutela, cm215x185, 1650-1660
  • 22. chiesa parrocchiale di San Martino Oltre la GoggiaGli evangelisti Matteo e Marco; Gli evangelisti Luca e GiovanniOlio su tela, cm 210x230, entrambi quarto decennioQuesti due dipinti, nei quali secondo il Ruggeri sono evidenti gli influssi di Daniele Crespi, presentano un impiantocompositivo pressoché identico. In quello di sinistra San Giovanni evangelista indica l‟aquila, a lui abbinata per averscritto il vangelo più spirituale, indossa un vestito verde che contrasta con l‟arioso pallio rosso; accanto a lui l‟evangelistaLuca, con un bel mantello arancio scuro siede su un bue col quale sembra “conversare” amabilmente. Nell‟altra tela sonorappresentati Matteo, in abito scuro accompagnato dall‟angelo che lo ispira nello scrivere, e Marco con l‟abito amaranto eil pallio oro; gli è accanto il leone. Il chiaroscuro marcato crea evidenti effetti plastici.
  • 23. Piazzolo chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta “Versione stanca e irrigidita del Battesimo di Villa d‟Adda” dice la Vertova. Nel dipinto la luce mette in evidenza la Colomba dello Spirito Santo, Gesù che sta per ricevere il Battesimo da Giovanni Battista il qualeBattesimo di non regge laCristo croce con la mano, maOlio su tela, cm sembra averla125x90 conficcata nel suolo alle sue spalle.
  • 24. RoncobellofrazioneBaresi; chiesaparrocchiale In primo piano undi San angioletto mostra ilGiacomo simbolico giglio di Sant‟Antonio di Padova che è rappresentato alle sue spalle con il Bambino Gesù che gli porta la mano al mento per mostrargli San Carlo genuflesso davanti a loro. Tra iSan Giovanni due Santi emerge maestosa la figuraBattista fra di GiovanniSant’Antonio Battista con croce edi Padova e cartiglio.San CarloBorromeoOlio su tela, cm170x111
  • 25. frazioneBordogna Al centro èchiesa rappresentatoparrocchiale San Carlo in abiti cardinalizi, aidi Santa Maria lati: San NicolaAssunta da Tolentino e San Leonardo eremita e abate con la dalmatica del diacono e i ferri dei carcerati per aver ottenuto dal re ClodoveoSan Carlo la liberazione deiBorromeo fra i prigionieri cheSanti Leonardo visitavae Nicola da quotidianamente.TolentinoOlio su tela, cm150x120, settimo decennio
  • 26. frazione Sant’Antonio abateBordogna è in ginocchio con le mani giunte lochiesa sguardo rivolto allaparrocchiale luce divina che gli illumina il voltodi Santa evidenziandoneMaria l’espressione mistica, accanto aAssunta lui il maiale e in basso a sinistra un masso su cui sono appoggiati la campanella e il libro delle sacre scritture che gli conferiscono la forza per vincere le tentazioni. Alle spalle del Santo due diavoli.Sant’Antonioabate oranteOlio sutela, cm 90x65
  • 27. frazione Sant‟Antonio, c on il libroBordogna aperto achiesa ricordare laparrocchiale suadi Santa conoscenza dellaMaria Bibbia, abbracAssunta cia teneramente il Bambino e con la mano sinistra indica i fedeli che raccomanda alla protezione divina.Sant’Antoniodi Padova colBambinoGesùOlio sutela, cm90x65, 1662-1663
  • 28. frazione Bordognachiesa parrocchiale di In primo piano sonoSanta Maria Assunta rappresentate le figure femminili che si apprestano alle cure del neonato: una giovane dal delicato profilo versa l’acqua nella tinozza di rame, un’altra è impegnata a scaldare i panni, una terza tiene tra le braccia San Giovannino; dietro, l’anziana , con un bel volto, coordina il tutto. In secondo piano San Zaccaria osserva partecipe la scena, mentreNascita Santadel Elisabetta, assi stita daBattista un’ancella, segu e le operazioniOlio su con amorevole trepidazione. Itela, cm colori caldi e terrosi230x150 armonizzano le varie parti del dipinto.