Your SlideShare is downloading. ×
0
Comunicazione pubblicità
Comunicazione pubblicità
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Comunicazione pubblicità

328

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
328
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Si può applicare l’analisi transazionale alla pubblicità? L’analisi transazionale analizza la comunicazione tra almeno due individui, è vero. Si usa soprattutto in psicoterapia, per migliorare noi stessi, per conoscerci e per conoscere gli effetti e le intenzioni di tutto quello che diciamo e facciamo agli altri e con gli altri. La pubblicità è una forma di comunicazione, la forma di comunicazione persuasiva per eccellenza. E’ una comunicazione unidirezionale e non richiesta, i cui effetti non si possono misurare direttamente. E’ quasi sempre una forma di comunicazione mediata, rivolta ad un numero imprecisato di persone, e serve a modificare gli atteggiamenti rispetto all’oggetto della pubblicità. Nonostante la mancanza di interazione, anche la pubblicità si può leggere secondo i principi dell’analisi transazionale.
  • 2. <ul><li>Possiamo vedere da quale Stato dell’Io proviene un messaggio </li></ul><ul><li>pubblicitario, a quale Stato si rivolge, che transazione mette in atto, </li></ul><ul><li>quale risposta vorrebbe ottenere. </li></ul><ul><li>Quale forma di comunicazione persuasiva, la pubblicità può far leva </li></ul><ul><li>su determinati stimoli , per esempio del Bambino o del Genitore, e </li></ul><ul><li>ricorrere a certe transazioni, tra cui quella ulteriore, per ottenere le </li></ul><ul><li>riposte volute. </li></ul><ul><li>Ad esempio, una ditta di sistemi di allarme può ideare uno spot in cui fa </li></ul><ul><li>leva sul bisogno di sicurezza insito nel Bambino, e veicolare il </li></ul><ul><li>messaggio con una transazione complementare che parte dal </li></ul><ul><li>Genitore, che, con toni materni e autorevoli, spiega i motivi (razionali o </li></ul><ul><li>meno) per cui acquistare il prodotto. </li></ul><ul><li>Gli esempi non mancano. </li></ul><ul><li>Con un po’ di allenamento, le transazioni si possono individuare in gran </li></ul><ul><li>parte della comunicazione above the line: spot tv, annunci stampa, </li></ul><ul><li>comunicati radiofonici, televisivi e persino su internet. </li></ul>

×