Your SlideShare is downloading. ×

Pag30golfo

45

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
45
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Gaeta 30 Latina Oggi Giovedì 9 Aprile 2009 L’assessore Ialongo: il progetto è stato già affidato e va avanti QUEST’ESTATE il centro storico di Gaeta cambia faccia. Per tutti i turisti e per tutti gli amanti della passeggiata notturna lungo il molo del quartiere Sant’Erasmo si annunciano importanti novità che riguardano la viabilità. Dai prossimi mesi di giungo-luglio infatti saranno attivati i varchi elettronici, o anche detti «vigili ele ttroni ci». Una sorta di «occhi» che c on t ro ll e ra nno, o meglio, regolamenteranno il flusso delle autovetture nel centro storico con l’obiettivo di n o n c o n g estionarlo. «Una misura decisa con una delibera l’anno scorso - spiega l’assessore al ramo Giovanni Ialongo - a cui è seguita una gara svolta sempre lo scorso anno per l’affidamento del servizio». Le postazioni individuate per l’installazione Il vigile elettronico Da quest’estate varchi per il centro storico Nelle foto il centro storico di Gaeta e l’assessore Giovanni Ialongo Questo nuovo sistema ci consentirà di risparmiare risorse umane da destinare ad altre mansioni dei varchi, ancora in fase di ultimazione, sono: Porta Carlo III, Monte Orlando, piazza Traniello, via Begani, via della Breccia e via Annunziata. «Il tutto sarà regolato - dice l’assessore da un sistema di varchi interni ed esterni, ovviamente da rispettare, pena una sanzione pecuniaria. Sebbene - precisa - non sia un modo per far soldi, ma per gestire il traffico anche a vantaggio delle attività commerciali». Chiaramente ci sono ancora alcuni passaggi da fare come ad esempio la sperimentazione del funzionamento, l’ installa- La richiesta del consigliere Erbinucci «La città nota per il suo patrimonio verde» Palme malate Sul punteruolo rosso chiesti provvedimenti UNA RICHIESTA di trattamenti endoterapici contro il punteruolo rosso delle palme arriva dal consigliere di minoranza Giovanni Erbinucci. «Anche le palme del nostro territorio - scrive in una lettera indirizzata al sindaco Antonio Raimondi, formulando una interrogazione - come quelle di altri Comuni costieri della nostra provincia, Sabaudia, Terracina, San Felice Circeo ed altri, sono state aggredite dal parassita denominato punteruolo rosso. Gaeta - ricorda - è stata precedentemente per due anni consecutivi annoverata tra le prime 100 città con presenza di verde sul territorio nazionale, tale da ricevere premi e riconoscimenti ufficiali in ambito nazionale a Genova e successivamente dalla Regione Lazio e dalla Provincia di Latina. Pertanto, considerato che le palme in città rappresentano un patrimonio inestimabile per la sua caratterizzazione e tenuto conto delle precise disposizioni emanate dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e decreti del Ministero delle zione della segnaletica e l’ottenimento dell’autorizzazione da parte del Ministero di competenza. «E’ chiaro che gestiremo il servizio al meglio anche mettendo a disposizione di chi arriva dei bus-navetta per entrare fin dentro il centro. Si accettano da parte dell’opposizione - aggiunge Ialongo in merito alle ultime polemiche - suggerimenti migliorativi circa il come far funzionare il sistema della zona a traffico limitato, che certamente andrà a giorni e ad orari prestabiliti, ma non certo si può mettere in discussione il fatto che dovrà partire». Un modo, secondo Ialongo, che consentirà all’amministrazione anche di non disperdere risorse del corpo della Polizia municipale che invece potrà essere destinato ad altre mansioni. E che da qui scaturiranno sicure polemiche c’è da giurarci. Al momento l’associazione dei commercianti tornerà a riunirsi a giorni per studiare la delibera e formulare delle controproposte. D’altro canto non mancano gli strali dell’opposizione che ha già presentato una mozione e chiesto un Consiglio per discutere dell’argomento. «Ne parleremo - rassicura Ialongo ma non faremo passi indietro». Maria Teresa Di Maio piante sensibili. Se, poi, i trattamenti di disinfestazione sono stati eseguiti in conformità alla normativa vigente nei tempi e nei metodi. Se sono stati eseguiti i verbali di esecuzione e controllo da parte dell'assessorato. Se sono state messe in atto le informative per le aree private in presenza di palme. Se ciò non fosse avvenuto si chiede se l'amministrazione sia disponibile alla creazione in fase di bilancio preventivo di un fondo per consentire trattamenti a palme ubicate su aree private». politiche Agricole, Alimentari e forestali, si richiede un pronto intervento». Inoltre, prosegue Erbinucci «l'assessorato all'ambiente è stato, fino a prova contraria, palesemente carente ed inadempiente per quanto concerne l'informazione alla città e negli indirizzi da assumere nei confronti delle aree private. Preso atto che gli interventi di disinfestazione sono stati già effettuati si chiede all’amministrazione comunale intanto se è stato stilato il piano di monitoraggio generale delle Raimondi: «La viabilità è un argomento che va affrontato fuori dalle logiche campanilistiche» LA riattivazione della ferrovia Formia-Gaeta procede grazie all'intervento della Direzione Regionale Trasporti che ha impegnato, con una determina, 5 milioni e 955 mila euro per rilevare le attività svolte dal Consorzio Industriale Sud Pontino, già impegnato nel ripristino di parte del tracciato da adibire al trasporto delle merci. «Si tratta di una delle grandi opere contenute nel nostro programma che stiamo portando a termine grazie all'attenzione che la Regione Lazio sta avendo sul territorio del sudpontino e su Gaeta in modo partico- Littorina, proseguono i lavori di costruzione La direzione regionale trasporti ha rilevato le attività del Consorzio industriale tel. 0771-321019 - fax 0771-323085 lare. La littorina è anche la dimostrazione che quando si collabora tra Comuni per raggiungere obiettivi condivisi si riescono ad ottenere dagli enti superiori i finanziamenti necessari per portare a termine i lavori strategici per il comprensorio del Golfo - afferma il sindaco. La viabilità è un argomento che va affrontato uscendo dalle logiche campanilisti- che e collaborando con i Comuni del circondario. Meno traffico sulle nostre strade significa maggiore fruibilità delle stesse da parte dei cittadini e dei turisti che non dovranno affrontare code interminabili per recarsi sul posto di lavoro o nei luoghi di interesse. La ferrovia Formia-Gaeta si configura, in questo scenario, come un primo tassello del rilancio economico del Ufficio di corrispondenza Formia: Piazza Marconi, 8 comprensorio del Golfo. Un ringraziamento particolare va al presidente del Consind, Salvatore Forte, e in particolare al presidente Marrazzo che, fin dal mio insediamento, ha sempre garantito la realizzazione di quest'opera perché importante per la Regione, e all'assessore Dalia che è sempre stato proto a mandare avanti il progetto - prosegue Raimondi. Ringrazio anche l'ex sindaco di Formia, Sandro Bartolomeo, per l'immediato appoggio alla realizzazione della Littorina che ha permesso di accelerare l'iter». e-mail: formia@latinaoggi.net

×