Your SlideShare is downloading. ×
0
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Il « giusto » net working
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Il « giusto » net working

384

Published on

Costruire network vincenti e produttivi nella logica win win, attraverso l'innovazione e il buon senso

Costruire network vincenti e produttivi nella logica win win, attraverso l'innovazione e il buon senso

Published in: Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
384
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. BENVENUTI AL CORSO INFORM-ATTIVO ORGANIZZATO PER
  • 2. IL «  G IUSTO  » N ET- W ORKING CHE MIGLIORA LA P ROFESSIONE , LE R ELAZIONI U MANE E LA Q UALITA’ DELLA V ITA Materiale utilizzabile con licenza Corso Form-Attivo di Maria Moreni
  • 3. SIAMO QUI RIUNITI ….
    • PER APPRENDERE E SPERIMENTARE NUOVI SISTEMI PER :
    • A FFRONTARE I CAMBIAMENTI IN MODO PRO-POSITIVO
    • I MPARARE A LAVORARE IN GRUPPO FACILMENTE E CON MIGLIORI RISULTATI
    • A PPRENDERE IL NETWORKING IO VINCO-TU VINCI
    • LA RETE CHE FA RETE : COSA SERVE DAVVERO?
    • I MPARARE L’ARTE E METTERLA IN PRATICA : BEST PRACTIES
  • 4. TUTTO IN QUESTO CORSO?
    • SI, MA…
    “ PER INDOSSARE I NUOVI ABITI, DOVETE PRIMA TORGLIERVI QUELLI VECCHI.” FACCIAMO QUINDI IN PASSO ALLA VOLTA.
  • 5. CI COMPORTIAMO A SECONDA DEL MONDO IN CUI VIVIAMO.
    • MONDO GLOBALIZZATO IN CUI NON ESISTONO I CONFINI
    • NELL’EPOCA DELLE CRISI GLOBALI
    • NUOVE CLASSI SOCIALI: ANALOGICI VS DIGITALI
    • TECNO-UMANESIMO DOVE VINCE CHI E’ PIU’ VELOCE
    • CONSUMATORI SEMPRE PIU’ ESIGENTI ED ESPERTI DI INTERNET
    IN CHE MONDO VIVIAMO?
  • 6. COME CI SENTIAMO ? LE NOSTRE EMOZIONI E STATI D’ANIMO INFLUENZANO DIRETTAMENTE I RISULTATI DI TUTTE LE NOSTRE AZIONI.
  • 7. COSA POTREMMO FARE ? DARCI ALLA FUGA E IN FRETTA FARE GLI “STRUZZI” E ASPETTARE QUEL CHE FANNO GLI ALTRI, SENZA PRENDERE L’INIZIATIVA CRITICARE CHI CI HA MESSO NEL CASINO ATTREZZARCI E REAGIRE CON ENTUSIASMO, UMILTA’, COMPETENZA, PROFESSIONALITA’ E SPIRITO PROPOSITIVO E COLLABORATIVO
  • 8. SCELGO LA BUSTA NUMERO 1 ! DIVENTO PROTAGONISTA ATTIVO DEL MIO MIGLIORAMENTO PERSONALE , CHE MI PERMETTERA’ DI OTTENERE MIGLIORAMENTI SOSTANZIALI NELLA MIA VITA PRIVATA , PROFESSIONALE , SOCIALE .
  • 9. INDIETRO NON SI TORNA, QUINDI…
    • - ACCETTIAMO CON CORAGGIO LA SFIDA DEL CAMBIAMENTO,
    • INDIVIDUIAMO LE OPPORTUNITA ’ NASCOSTE NELLE CRISI;
    • COLTIVIAMO LO SPIRITO DI SQUADRA
    • IMPARIAMO A COMUNICARE EFFICACEMENTE
    • IMPARIAMO CON UMILTA’ «   COME SI FA «  DA CHI HA SUCCESSO E FACCIAMOLO.
  • 10. R ETI & R ELAZIONI EFFICIENTI ED EFFICACI TAG: FLESSIBILITA’ MENTALE, COLLABORAZIONE, ORGANIZZAZIONE, COMUNICAZIONE, IO VINCO-TU VINCI .
  • 11. COS’E’ E A COSA SERVE « FARE RETE » NEL BUSINESS LO SCOPO DELL’AGGREGAZIONE TRA PIU’ INDIVIDUI O REALTA’, CONSISTE NELL’ACQUISIRE I VANTAGGI DERIVANTI DALLA FORZA CHE IL GRUPPO HA RISPETTO AL SINGOLO. LE RETI SONO INCENTIVATE ANCHE DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, DALLO STATO E DALLA COMUNITA’ EUROPEA I MAGGIORI FINANZIAMENTI VENGONO STANZIATI PROPRIO PER LE AGGREGAZIONI ED E’ FUORI DUBBIO CHE ATTRAVERSO LA RETE IL SINGOLO OPERATORE PUO’ OTTENERE VANTAGGI FISCALI, ECONOMICI, SOCIALI E D’ IMMAGINE SICURAMENTE MAGGIORI ED AFFRONTAR MEGLIO LA GLOBALIZZAZIONE
  • 12. MA PERCHE’ SE FAR RETE FUNZIONA…. ..IL 96% DELLE IMPRESE ITALIANE E’ PICCOLA ?
    • ORGANIZZARE UNA RETE EFFICACE NON E’ FACILE E RICHIEDE
    • ONESTA’ INTELLETTUALE
    • RINUNCIA PARZIALE ALLA LEADERSHIP
    • 3. NUOVA CONSAPEVOLEZZA
    • 4. PREPARAZIONE E FLESSIBILITA ’
  • 13. CHE COSA RENDE FORTE UNA SQUADRA ?
    • CONSAPEVOLEZZA DELLA NECESSITA’ DI FARE SISTEMA
    • CONSAPEVOLEZZA DEI PROPRI LIMITI SENZA “CHIUDERSI A RICCIO”, COL DESIDERIO DI MIGLIORARE
    • VIVERE L’AGGREGAZIONE COME OPPORTUNITA ’ DI CRESCITA ED EVOLUZIONE POSITIVA
    • DARE E PRETENDERE BUONA EDUCAZIONE, RISPETTO E DISCIPLINA
    • PENSARE AL BENE DELL’OBIETTIVO COMUNE , IN UNA LOGICA DI MEDIO PERIODO, EVITANDO L’EGOCENTRISMO E L’INDIVIDUALISMO
    • AFFIDARE LA REALIZZAZIONE DEL PIANO ORGANIZZATIVO, DI PROCESSO, GESTIONE A PROFESSIONISTI SUPER PARTES (MEGLIO SE ESTERNI AL GRUPPO)
  • 14. CHE COSA RENDE UNITA UNA SQUADRA ?
    • DOTARSI DI UN PROPRIO “MARCHIO”/ NOME, E “CARTA D’IDENTITA”
    • REGOLE E MODELLO ORGANIZZATIVO CONDIVISE
    • OBIETTIVI REALISTICI BREVE-MEDIO-LUNGO PERIODO
    • ORGANIZZARE UN GRUPPO DI LAVORO DIRIGENTE ED ESECUTIVO STABILE, CON OBIETTIVI SPECIFICI, RAGGIUNGIBILI, MISURABILI
    • LEADER DEL GRUPPO NEGOZIATORE
    • UTILIZZO E-LEARNING PER CREARE UNA FILOSOFIA E UN “LINGUAGGIO COMUNE CONDIVISO”
  • 15. L’INTERAZIONE E LA COMUNICAZIONE IN SQUADRA
    • DOTARSI DEGLI STRUMENTI GRATUITI PER FARE E SENTIRSI RETE:
    • OBBLIGATORI:
    • SITO INTERNET CON PULSANTI SOCIAL-MEDIALI E NEWSLETTER
    • LINKEDIN LINK E GRUPPO
    • FACEBOOK PAGINA/ GRUPPO
    • SKYPE/WEBEX/ALTRI
    • FACOLTATIVI:
    • BLOG
    • TWITTER
    WEB
  • 16. OBIETTIVO : CONSEGUIRE IL RISULTATO « ARMONIA »
  • 17. MODELLI DI “RETI IN RETE “ IO VINCO – TU VINCI CASI DI SUCCESSO
  • 18. I GRUPPI DI ACQUISTO ON LINE Il modello dei portali on line GROUPON, GROUPALIA, CITYDEAL è quello dei gruppi d’acquisto, MA anziché essere in tanti e fare richiesta di sconto per un determinato prodotto, quest'ultimo viene GIA’ OFFERTO. E’ sufficiente raggiungere un numero minimo prefissato di partecipanti. Sarà quindi nell'interesse dell'utente, DIFFONDERE l'offerta per raggiungere il numero necessario di persone ad ottenerla. In questo modello gli utenti sono DIRETTAMENTE COINVOLTI nelle azioni di marketing. 
  • 19. ES. :GROUPON
    • VANTAGGI INSERZIONISTA :
    • PROMOZIONE TERRITORIALE
    • PERFETTO PER OPERAZIONI LANCIO E RINNOVO ATTIVITA’
    • MISURAZIONE EFFETTIVA EFFICACIA INVESTIMENTO
    • VETRINA INTERNAZIONALE
    • VANTAGGI CONSUMATORE :
    • RISPARMIO
    • COMODITA’ E AUTONOMIA
    • SCOPERTA NUOVI POSTI E CULTURE
  • 20. ES.:GROUPALIA
    • VANTAGGI INSERZIONISTA :
    • ALTO POSIZIONAMENTO GRUPPO MOTORI RICERCA
    • @ MAIL E SOCIAL MEDIA MARKETING FATTO ESPERTI
    • POSSIBILE SU QUALSIASI PRODOTTO
    • PAGAMENTO CERTO
    • VANTAGGI CONSUMATORE :
    • SODDISFATTI O RIMBORSATI
    • SCELTA PRODOTTI /SERVIZI/ PAGAMENTO
    • PROPOSTE ZONA RESIDENZA
  • 21. PRINCIPALI VANTAGGI 1. INGRESSO IN UN CIRCUITO ALTAMENTE SPECIALIZZATO NELL’INNOVAZIONE TECNOLOGICA, NEL SOCIAL MEDIA MARKETING, NELL’ @MAIL MARKETING 2. I POTENZIALI CLIENTI VENGONO CERCATI, CONTATTATI E SEGUITI DAL GESTORE E SONO COINVOLTI NELLE AZIONI DI MARKETING 3. LO STUDIO E L’IMMAGINE DELL’OFFERTA E’ REALIZZATA DAL GESTORE 4. I COSTI SERVIZIO SONO 50% INTROITO OFFERTA E IL CONTATTO CON IL CLIENTE E’ DIRETTO 5. CONTRASTA CRISI E INCORAGGIA GLI ACQUISTI 6. E’ MOLTO FACILE E COMODO DA UTILIZZARE
  • 22. I GRUPPI DI ACQUISTO Sono gruppi di persone che decidono di acquistare prodotti (alimentari ma non solo), DIRETTAMENTE dai chi li produce. Questo permette un risparmi sia per le aziende (che normalmente riescono ad ottenere guadagni maggiori), che per i consumatori . I prezzi sono più CONVENIENTI perché i prodotti sono acquistati all'ingrosso, da aziende locali (e quindi con minori costi di trasporto) e perché senza alcun'intermediazione.   
  • 23. ES. I GRUPPI ACQUISTO SOLIDALE DIFFUSIONE COSCIENZA CRITICA RELAZIONE UMANA PRODUTTORE -CONSUMATORE ORIENTAMENTO DEL CONSUMATORE VERSO ACQUISTI ETICI E RESPONSABILI
  • 24. ES. I MERCATI CONTADINI
    • VANTAGGI PRODUTTORI :
    • MARCHIO NOTO E SIMPATICO AL CONSUMATORE
    • VALORIZZA E PROMUOVE TERRITORIO
    • CREA NUOVI LEGAMI
    • NUOVO CANALE DISTRIBUZIONE E PROMOZIONE
    • VANTAGGI CONSUMATORE :
    • RISPARMIO
    • ACQUISTO SOCIALMENTE RESPONSABILE
    • BIOLOGICO A COSTO INFERIORE
  • 25. MODELLI DI NETWORKING EFFICIENTI ED EFFICACI ASSOCIAZIONE PHYSEON “ Dalla Ricerca alle Soluzioni”
  • 26.
    • L’ASSOCIAZIONE PHYSEON
    • PER LO SVILUPPO DELLA PROFESSIONALITA’ COMPETITIVA, ETICA E SOLIDALE
    • E’ UN CENTRO DI RICERCA E SVILUPPO INDIPENDENTE CHE SI OCCUPA
    • DI INNOVAZIONE IN 2 AMBITI DISTINTI:
    • NUOVI MODELLI DI SVILUPPO ECONOMICO INTERNAZIONALE
    • COMUNICAZIONE PERSUASIVA ETICA E SOCIALMENTE RESPONSABILE.
    IL MODELLO DI BUSINESS DI PHYSEON CONSISTE NELLA SPERIMENTAZIONE DELLE INNOVAZIONI PER UN CERTO PERIODO DI TEMPO E A FRONTE DEI RISULTATI OTTENUTI , PROCEDERE ATTRAVERSO IL PROJECT FINANCING ALLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI SERVIZI/PRODOTTI/PROCESSI INNOVATIVI SPERIMENTATI CON SUCCESSO .
  • 27. ORGANIZZAZIONE LAVORO DI GRUPPO TECNICO-SCIENTIFICO
  • 28. A CHE GIOCO GIOCHIAMO? ESIGENZE 1. ORGANIZZARE UN GRUPPO DI LAVORO TRA GENTE CHE NON HA MAI LAVORATO INSIEME E NON SI CONOSCE 2. FORNIRE AL TEAM GLI STRUMENTI PIU’ VELOCI PER APPRENDERE LE REGOLE , LO STILE E IL METODO PROPRIO DELL’ASSOCIAZIONE 4. FACILITAZIONE DELL’ ARMONIA E SPIRITO COLLABORATIVO NEL GRUPPO IDENTIFICANDO IN MODO PRECISO FUNZIONI E COMPETENZE 5. IDENTIFICARE LE RESPONSABILITA’ DI OGNI COMPONENTE DELLA SQUADRA 3. IMPOSTAZIONE DELLA LEADERSHIP BASATA SULLA CONDIVISIONE
  • 29. A CHE GIOCO GIOCHIAMO? SOLUZIONE 2. POCHE REGOLE, CHIARE, CERTE, CONDIVISE, SCRITTE ED 1 SOLO OBIETTIVO ALLA VOLTA 3. EVITARE DI PERDERE TEMPO TRASFERENDO LO “STILE DELLA CASA” ATTRAVERSO LA FORMAZIONE ON LINE ES. CORSI SCELTI FASE 1 – FASE 2 ( CONOSCENZA E CULTURA ORGANIZZATIVA + TIME MANAGEMENT + GESTIONE RIUNIONI + PROJECT MANAGEMENT 1. SELEZIONARE MOLTO ACCURATAMENTE I “COMPAGNI DI VIAGGIO” 5. COMUNICAZIONE DI GRUPPO ATTRAVERSO NEWSLETTER, SKYPE E SOCIAL NETWORK 4. SCELTA FUNZIONALE ALL’OBIETTIVO DEL PROJECT LEADER
  • 30. A CHE GIOCO GIOCHIAMO? VANTAGGI 2. GRANDE RAPIDITA’ ESECUTIVA E ORGANIZZATIVA 3. ASSUNZIONE DI RESPONSABILITA’ PRECISE E VERIFICABILI 1. TEAM ETEROGENEI ACCOMUNATI DAI VALORI CHIAVE 7. ARMONIA NEI GRUPPI DI LAVORO 4. SEMPLIFICAZIONE PROCESSI COMUNICAZIONE INTERNA 5. ABBATTIMENTO SOSTANZIALE DEI COSTI 6. BRAND FORTE NEL QUALE CI SI RISPECCHIA

×