• Save
Le nuove adozioni dei libri di testo e l'accessibilità dimenticata
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Le nuove adozioni dei libri di testo e l'accessibilità dimenticata

on

  • 2,226 views

Evoluzione normativa in materia di libri di testo digitali, alla luce dell'art.11 del decreto-legge "Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese". Intervento di M. G. Fiore all'eBookFest di San ...

Evoluzione normativa in materia di libri di testo digitali, alla luce dell'art.11 del decreto-legge "Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese". Intervento di M. G. Fiore all'eBookFest di San Remo 2012.

Statistics

Views

Total Views
2,226
Views on SlideShare
1,394
Embed Views
832

Actions

Likes
3
Downloads
0
Comments
0

13 Embeds 832

http://ntdlazio.blogspot.it 624
http://speculummaius.wordpress.com 152
http://www.genitoritosti.it 25
http://ntdlazio.blogspot.com 16
http://ntdlazio.blogspot.in 3
http://feeds.feedburner.com 3
http://ntdlazio.blogspot.ch 2
http://ntdlazio.blogspot.gr 2
http://ntdlazio.blogspot.fr 1
http://ntdlazio.blogspot.cz 1
http://ntdlazio.blogspot.de 1
http://ntdlazio.blogspot.ru 1
http://webcache.googleusercontent.com 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • ... come del resto è ormai uso per tutto ciò che concerne l'argomento scuola e università. Ma procediamo comma per comma...
  • Come dobbiamo interpretare questa parte del secondo comma? Per provare a capirci qualcosa dobbiamo fare un passo indietro e fare qualche osservazione sul testo a stampa...
  • Apprendimento simbolico-ricostruttivo È economico per il sistema in quanto veicola contenuti e simula l'esperienza attraverso l'elaborazione simbolica, ottimizzando così il rapporto tra numero di persone formate e tempo impiegato a formarle. Si serve della tecnologia a stampa, rafforzando il primato del codice verbale nell'insegnamento ed il conseguente modello didattico non inclusivo.
  • Potenzialità che si concretizzano nella duttilità del testo
  • Potenzialità che si concretizzano nella possibilità del testo di arricchirsi di codici, immagini, filmati, suoni, di distribuirsi nello spazio, di essere ascoltato e non solo letto, di essere riscritto secondo le personali esigenze dello studente...
  • Anche qui, procediamo comma per comma...
  • Art. 1 (Obiettivi e finalità) 2. È tutelato e garantito, in particolare, il diritto di accesso ai servizi informatici e telematici della pubblica amministrazione e ai servizi di pubblica utilità da parte delle persone disabili, in ottemperanza al principio di uguaglianza ai sensi dell'articolo 3 della Costituzione. Art. 3 (Soggetti erogatori) 1. La presente legge si applica alle pubbliche amministrazioni (scuole comprese)arte persone disabili. Art. 4 (Obblighi per l'accessibilità) 1. Nelle procedure svolte dai soggetti di cui all'articolo 3, comma 1, per l'acquisto di beni e per la fornitura di servizi informatici, i requisiti di accessibilità stabiliti con il decreto di cui all'articolo 11 costituiscono motivo di preferenza a parità di ogni altra condizione nella valutazione dell'offerta tecnica, tenuto conto della destinazione del bene o del servizio. La mancata considerazione dei requisiti di accessibilità o l'eventuale acquisizione di beni o fornitura di servizi non accessibili è adeguatamente motivata. Art. 5 (Accessibilità degli strumenti didattici e formativi) 1. Le disposizioni della presente legge si applicano, altresì, al materiale formativo e didattico utilizzato nelle scuole di ogni ordine e grado.
  • La “dimenticanza” di una circolare non diminuisce la responsabilità dei Dirigenti Scolastici e dei Collegi che adottano testi non accessibili ma viene, in un certo senso, dissimulata...

Le nuove adozioni dei libri di testo e l'accessibilità dimenticata Presentation Transcript

  • 1. EbookFest, San Remo 2012 Le nuove adozioni deilibri di testo elaccessibilità scenari normativi dimenticata Maria Grazia Fiore mariagrazia.fiore@bibienne.com responsabile formazione e didattica BBN editrice referente Genitori Tosti per la Puglia
  • 2. Foto: Roby Ferrari
  • 3. Cosa hanno in comune i modifica all’art. 15 d.l. n. 112 del 2008 gamberi e le politicheper ladozione dei libri di testo digitali?
  • 4. Decreto-legge Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese Art. 11 Libri e centri scolastici digitali modifica l’art. 15 d.l. n. 112 del 2008 (equindi lart.15 della L.133/2008) dedicato al costo dei libri scolastici
  • 5. Dalla relazione illustrativa del decreto, p.23 [1/2]La proposta normativa […] persegue due obiettivi: da un lato,conformemente a quanto previsto dall’Agenda digitale, introducenella didattica l’uso di contenuti digitali e dall’altro consentealle famiglie un risparmio sull’acquisto dei libri di testo, ividefiniti. Tale proposta decorrerà a partire dall’anno scolastico2013/2014, a eccezione del primo ciclo d’istruzione, per il qualedecorrerà dall’a.s. 2014/2015...Il passaggio ai contenuti digitali non può che essere, tuttavia,graduale. È necessario infatti salvaguardare almeno in partel’esistente assetto normativo e, contemporaneamente, creando lecondizioni per sostenere il processo di innovazione nella didattica,inducendo tutti gli operatori a preferire la scelta del digitale,senza, peraltro, renderla subito obbligatoria.
  • 6. Dalla relazione illustrativa del decreto, p.23 [2/2]Risulta pertanto opportuno mantenere lo status quo conriferimento all’adozione dei libri di testo... consistente nellapossibilità di adottare una particolare variante del concetto dilibro misto composta da due parti.Una parte costituita da un testo in formato elettronico ocartaceo, quindi organizzata e strutturata come un libro, cioè conun indice e un’esposizione sequenziale degli argomenti; l’altrarappresentata dai contenuti digitali, accessibili o acquistabiliin rete anche in modo disgiunto, che sono necessarie edindispensabili integrazioni della prima.
  • 7. Cosa cambia?1) Le caratteristiche dei libri di testo oggetto dellarticolo vengonomodificate anche (ma non esclusivamente) attraverso ladefinizione di “una particolare variante del concetto di libro misto”.2) Si pospone ulteriormente la scadenza per passareobbligatoriamente alle adozioni di tali tipi di testi.3) Si elimina il vincolo temporale che obbligava i docenti a nonmodificare le adozioni già effettuate.4) Per la prima volta si fa esplicito riferimento alla fornitura dicontenuti digitali e supporti da parte delle scuole.5) Si rimandano a successivi dd.mm. le caratteristiche del libromisto, i tetti di spesa per la fornitura dei contenuti edeventualmente dei supporti.
  • 8. Per capire la portata del modifica all’art. 15 d.l. n. 112 del 2008cambiamento, facciamo anche noi un passo indietro come i gamberi...
  • 9. Perché adottare libri di testo digitali?
  • 10. Solo per risparmiare? Immagine: aldoaldoz
  • 11. Parlamento Italiano – Legge 6 agosto 2008, n.133 Capo V Istruzione e ricerca Art.15 Costo dei libri scolasticiE un caso che la disposizione che sancisce lobbligo del passaggio nasca da una legge Finanziaria?
  • 12. 1. A partire dallanno scolastico2008-2009, nel rispetto dellanormativa vigente [...] i competentiorgani individuano preferibilmente ilibri di testo disponibili, in tutto oin parte, nella rete internet.
  • 13. Prima del decreto con le misure urgenti per la crescita del paese...2. Al fine di potenziare la disponibilità e lafruibilità, a costi contenuti di testi, documentie strumenti didattici da parte delle scuole,degli alunni e delle loro famiglie [...] a partiredallanno scolastico 2011-2012, il collegio deidocenti adotta esclusivamente libri utilizzabilinelle versioni on line scaricabili da interneto mista.
  • 14. ? ? ? ? ?Sono fatte salve le disposizioni relative alladozionedi strumenti didattici per i soggetti diversamenteabili. ? ? ? ?
  • 15. anche il testo a stamparisponde a dei criteri dieconomia...
  • 16. Apprendimento simbolico-ricostruttivoÈ economico per il sistema in quanto veicolacontenuti e simula lesperienza attraversolelaborazione simbolica, ottimizzando così ilrapporto tra numero di persone formate e tempoimpiegato a formarle.Si serve della tecnologia a stampa, rafforzando ilprimato del codice verbale nellinsegnamento ed ilconseguente modello didattico non inclusivo.
  • 17. Il libro di testo a stampa è un mediatore didattico naturalmente selettivo in quanto pensato:• per un alunno “tipo”,• con un funzionamento cognitivo e sensoriale “nella norma”• dei contenuti prestabiliti nella tematica e nel grado di approfondimento.
  • 18. Ecco perché le Linee guida per l’integrazione scolastica deglialunni con disabilità (2009, 18) sottolineano“…la necessità che i docenti predispongano i documenti per lostudio o per i compiti a casa in formato elettronico, affinchépossano risultare facilmente accessibili agli alunni che utilizzanoausili e computer per svolgere le proprie attività di apprendimento.A questo riguardo risulta utile una diffusa conoscenza delle nuovetecnologie per l’integrazione scolastica, anche in vista dellepotenzialità aperte dal libro di testo in formato elettronico".
  • 19. Non è quindi difficile comprenderelimportanza delle "Disposizioniper favorire laccesso deisoggetti disabili agli strumentiinformatici" (L.4/2004) e degliannessi decreti applicativi
  • 20. Art. 1(Obiettivi e finalità)2. È tutelato e garantito, in particolare, il diritto di accesso ai servizi informatici e telematici della pubblicaamministrazione e ai servizi di pubblica utilità da parte delle persone disabili, in ottemperanza alprincipio di uguaglianza ai sensi dellarticolo 3 della Costituzione.Art. 3(Soggetti erogatori)1. La presente legge si applica alle pubbliche amministrazioni (scuole comprese)arte persone disabili.Art. 4(Obblighi per laccessibilità)1. Nelle procedure svolte dai soggetti di cui allarticolo 3, comma 1, per lacquisto di beni e per lafornitura di servizi informatici, i requisiti di accessibilità stabiliti con il decreto di cui allarticolo 11costituiscono motivo di preferenza a parità di ogni altra condizione nella valutazione dellofferta tecnica,tenuto conto della destinazione del bene o del servizio. La mancata considerazione dei requisiti diaccessibilità o leventuale acquisizione di beni o fornitura di servizi non accessibili è adeguatamentemotivata.Art. 5(Accessibilità degli strumenti didattici e formativi)1. Le disposizioni della presente legge si applicano, altresì, al materiale formativo e didattico utilizzatonelle scuole di ogni ordine e grado.
  • 21. art.51. Le disposizioni della presente legge si applicano, altresì, almateriale formativo e didattico utilizzato nelle scuole di ogniordine e grado.2. Le convenzioni stipulate tra il Ministero dellistruzione,delluniversità e della ricerca e le associazioni di editori per lafornitura di libri alle biblioteche scolastiche prevedono semprela fornitura di copie su supporto digitale degli strumentididattici fondamentali, accessibili agli alunni disabili e agliinsegnanti di sostegno,nellambito delle disponibilità dibilancio.
  • 22. Prima della L.133/2008... art.5 della Legge StancaQuesto articolo va a disciplinare e a rendere obbligatorio per lescuole (c.1) lutilizzo di materiale formativo e didatticoaggiuntivo e/o alternativo rispetto al libro di testo a stampa, lacui adozione è obbligatoria.In questa prospettiva si prevede "la fornitura di copie susupporto digitale degli strumenti didattici fondamentali" (primofra tutti il libro di testo) alle biblioteche scolastiche, se però cisono i fondi...
  • 23. art.2 D.M. 30 aprile 20083. I documenti elettronici di cui allart. 1, comma 1, lettera c),ove sitratti dei libri di testo... sono forniti su supporto digitale contenente:a) la copia del libro di testo in formato elettronico;b) relativo programma di lettura, che rispetti i requisiti dellallegato Ddel decreto ministeriale 8 luglio 2005 nell ultima versione ufficialedisponibile al momento della fornitura e senza vincoli onerosi dilicenza duso;c) le istruzioni duso indicanti, fra laltro, lorganizzazione del contenutodel supporto digitale, le modalità di installazione e di utilizzo delmateriale fornito.
  • 24. Dopo la L.133/2008 ma prima del decreto- legge ... art.5 della Legge Stanca + art.2 D.M. 30 aprile 2008Il combinato rende obbligatoria laccessibilità dei libri di testodigitali in quanto prevede tale requisito per tutti i materialiformativi e didattici veicolati da Internet.In questa prospettiva, "la fornitura di copie su supporto digitaledegli strumenti didattici fondamentali" avrebbe dovutoriguardare solo la parte cartacea dei libri misti,auspicabilmente svincolata dalle disponibilità di bilancio...
  • 25. 1) Perché il decreto sembra aver “relegato” in Rete solo icontenuti integrativi?2) Perché sostituire “online” con un generico “digitale”? Ilnuovo modello testo digitale/cartaceo + contenuti integrativionline implica che la parte definita “digitale” possa esserefornita anche su memorie di massa?3) In caso di copia digitale “offline”/cartacea come vienegarantito il rispetto dellart.5 della legge Stanca?
  • 26. in materia di adozioni cambiaqualcosa?
  • 27. La c.m. 16/2009, richiamataintegralmente dalla più recente c.m.18/2012 per ladozione dei libri di testo,richiedeva esplicitamente il rispetto deicriteri di accessibilità solo per isussidi destinati specificatamente aglistudenti con disabilità, prefigurandolicome una particolare tipologia di testi,insieme a quelli trascritti in braille e acaratteri ingranditi.
  • 28. La c.m. 18/2012 raccomandava aidirigenti scolastici di avere cura"di esercitare la necessaria vigilanzaaffinché le adozioni dei libri di testo ditutte le discipline siano deliberate nelrispetto dei vincoli di legge”.trascurando però di menzionareesplicitamente i vincoli determinati dallaL.4/2004.
  • 29. ma il decreto-legge ha inseritoaltri due commi...
  • 30. “3-bis. La scuola assicura alle famiglie icontenuti digitali di cui al comma 2, con oneri aloro carico entro lo specifico limite definito daldecreto di cui al comma 3.3-ter. La scuola assicura la disponibilità deisupporti tecnologici necessari alla fruizione deicontenuti digitali di cui al comma 2, su richiestadelle famiglie e con oneri a carico delle stesseentro lo specifico limite definito con il decreto di cuial comma 3.”.
  • 31. Lart. 15 della L. 133/2008 dopo il decreto-legge...1) E dunque esplicitamente della scuola la responsabilità di violare ildiritto allo studio degli studenti con disabilità proponendo ladozionedi testi non accessibili?2) Quale modello di “fornitura” contenuti+supporti si sta proponendoalle famiglie, a loro carico? Perché prendersi la briga di sostituirelaggettivo “a stampa” con “cartaceo”? Ma, soprattutto...
  • 32. Lart. 15 della L. 133/2008 dopo il decreto-legge...Perché questa ennesima retromarcia in materia di adozioni digitali?Perché la relazione introduttiva del decreto sembra ignorare che nonsiamo allanno 0 dellintroduzione dei contenuti digitali nelladidattica?Chi si avvantaggia di questa politica “a singhiozzo”, portata avantisenza alcun pudore e rispetto di una legge dello Stato e dellaCostituzione stessa?…
  • 33. Il rispetto di una legge non scaturisce dal timore della punizione quanto dalriconoscersi nei principi che sancisce. Grazie!