Bonus 80 euro ai dipendenti a partire da 05.2014   circ. n.22 del 04.06.2014
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Bonus 80 euro ai dipendenti a partire da 05.2014 circ. n.22 del 04.06.2014

on

  • 232 views

L’art. 1 del D.L. n. 66/2014 ha introdotto,per l’anno 2014, un“bonus in busta paga” di importo

L’art. 1 del D.L. n. 66/2014 ha introdotto,per l’anno 2014, un“bonus in busta paga” di importo
pari a 640 euro. Il bonus è erogato a partire dalle buste paga del mese di maggio 2014

Statistics

Views

Total Views
232
Views on SlideShare
232
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Bonus 80 euro ai dipendenti a partire da 05.2014 circ. n.22 del 04.06.2014 Document Transcript

  • 1. L’art. 1 del D.L. n. 66/2014 ha introdotto,per l’anno 2014, un“bonus in busta paga” di importo pari a 640 euro. Il bonus è erogato a partire dalle buste paga del mese di maggio 2014. Circolare n°22 del 04/06/2014 BONUS 80 EURO AI DIPENDENTI A PARTIRE DA MAGGIO 2014 Si avvicina il bonus Irpef da 80 euro per lavoratori dipendenti e assimilati, previsto dal decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014, che ha la finalità di ridurre nell’immediato la pressione fiscale e contributiva sul lavoro. L’importo annuale del bonus è di: − € 640,00 per i lavoratori dipendenti e assimilati che possiedono un reddito annuo complessivo non superiore a 24.000 euro; − inferiore a € 640,00 per i lavoratori dipendenti e assimilati che possiedono un reddito annuo complessivo compreso tra 24.000 euro e 26.000 euro. − il bonus non spetta in caso di reddito annuo complessivo superiore a 26.000 euro. Il bonus è rapportato alla durata, eventualmente inferiore all’anno, del rapporto di lavoro. Il decreto prevede che il bonus sia riconosciuto automaticamente senza attendere alcuna richiesta esplicita dei lavoratori, a partire dalle retribuzioni di maggio 2014. Il credito al momento è riconosciuto solo per l’anno 2014. Il decreto prevede di verificare DUE PRESUPPOSTI per la maturazione del diritto al credito: 1. Il dipendente deve essere titolare di un reddito complessivo (al netto del reddito dell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale e delle relative pertinenze ) per l’anno d’imposta 2014 non superiore a 26.000 euro . p.zza Regina Margherita 7, 73037 Poggiardo (Le) - Tel. 0836.901766 Fax 0836.904366  postmaster@studiocarlucciocirchetta.it  www.studiocarlucciocirchetta.it
  • 2. 2. L’imposta lorda, determinata sui redditi da lavoro dipendente e assimilati, deve essere di ammontare superiore alle detrazioni da lavoro spettanti. (La circolare num. 8 del 02.04.2014 dell’Agenzia delle Entrate specifica che “per la determinazione di dette detrazioni il reddito complessivo va assunto al netto del reddito dell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale e delle relative pertinenze”) I datori di lavoro devono effettuare le verifiche di spettanza del credito e del relativo importo in base al reddito previsionale e alle detrazioni riferiti alle somme e valori che corrisponderanno durante l’anno, nonché in base ai redditi derivanti da altri rapporti di lavoro intercorsi nell’anno 2014, comunicati dal lavoratore. Nei casi in cui il reddito complessivo superi i 26 mila euro per via di altri redditi (oltre a quelli erogati dal sostituto d’imposta), i dipendenti devono comunicarlo al proprio datore di lavoro che recupererà il credito nei mesi successivi o in occasione del conguaglio di fine rapporto o di fine anno. UTILIZZO DEL CREDITO Il datore di lavoro può utilizzare il credito erogato in ciascun mese per compensare immediatamente le ritenute e i contributi previdenziali dovuti in ciascun periodo di paga. Il lavoratore che abbia ricevuto il bonus senza averne diritto dovrà restituirlo in sede di dichiarazione dei redditi. La legge non prevede l’obbligo di informare i dipendenti ma riteniamo comunque opportuno allegarvi un’informativa da consegnare ai vostri dipendenti ai fini di una corretta informazione. p.zza Regina Margherita 7, 73037 Poggiardo (Le) - Tel. 0836.901766 Fax 0836.904366  postmaster@studiocarlucciocirchetta.it  www.studiocarlucciocirchetta.it