• Save
Social Media e Personal Branding
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Social Media e Personal Branding

on

  • 4,677 views

Regole e consigli per gestire, tutelare e promuovere la propria immagine e posizione professionale attarverso il Web e i Social Media.

Regole e consigli per gestire, tutelare e promuovere la propria immagine e posizione professionale attarverso il Web e i Social Media.

Statistics

Views

Total Views
4,677
Views on SlideShare
3,625
Embed Views
1,052

Actions

Likes
47
Downloads
0
Comments
7

5 Embeds 1,052

http://www.scoop.it 605
https://twitter.com 406
http://danieladicecco.com 18
https://www.linkedin.com 12
http://www.linkedin.com 11

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel

15 of 7 Post a comment

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Social Media e Personal Branding Social Media e Personal Branding Presentation Transcript

  • Personal Branding: costruire la propria immagine e reputazione online.
  • Let’s connect... In bookstore At the agency HAGAKURE.it Online @marcomassarotto
  • Personal Branding. Definition. Costruire, trasmettere e promuovere una immagine di sé e della propria professionalità usando le tecniche della comunicazione di marca. Internet e i Social Media hanno abilitato e accelerato questa pratica.
  • http://personalbrandingcanvas.com/it In quali Partner chiave, Attività chiave o Risorse chiave investi o devi investire per fare Personal Branding con successo? CATEGORIE: Cosa ottieni (Risultati) Come ti fai conoscere dalla Audience? Quali Canali presidi per arrivare alla Audience? Come crei una relazione con la Audience? CATEGORIE: Quali risultati hai raggiunto o vuoi raggiungere grazie al tuo Personal Brand? Come sei o come vuoi essere percepito? Cosa si dice o vorresti si dicesse di te? CATEGORIE: Come lo fai sapere (Comunicazione) Perchè tu (Positioning) Qualibenefici (Beneficichiave) Cosa fai (Offerta) Chi sei (identità) Perchè sei credibile (Ragioni per credere) Di cosa hai bisogno (Investimenti chiave) Quali competenze/capacità hanno valore per i tuoi Clienti? Quali servizi o prodotti rilevanti offri loro? CATEGORIE: Cosa ti rende una persona speciale? CATEGORIE: Cosa ti rende credibile per la Audience? CATEGORIE: Chi lo deve sapere (Audience) Per chi crei valore? Chi sono i tuoi Clienti più importanti? Chi influenza i tuoi Clienti? Chi altro ti aiuta a sviluppare il tuo Brand? CATEGORIE: il: Interazione n. Progettato da:Progettato per: Giorno Mese Anno N°. Personal Branding Canvas Quali benefici ottengono i tuoi Clienti, quando hanno a che fare con te? BENEFICI: Quale elemento distintivo dei blocchi superiori del Canvas ti differenzia rispetto ai competitor e ti rende attraente per la Audience? POSITIONING CHECKLIST: da Centenaro.it e Beople.me Adattamento del Business Model Canvas businessmodelgeneration.com Pubblicato su licenza Creative Commons Attribution Share Alike 3.0 Unported Italia. Versione Beta: 2014
  • Social Media is a lifestyle, is 70% mobile and is for people with little time!
  • 10 regole d’oro per fare Personal Branding con i Social Media. ! (non per i Social Media in generale)
  • 1) Be found.
  • Come farsi trovare al meglio sui motori di ricerca (e non solo). ! Monitorate le ricerche per il vostro nome e keyword collegate (lavoro, titoli, libri, aziende). ! Valutate di avere un dominio col vostro nomeecognome.it per presentarvi. ! Scrivete sul vostro e su altri blog firmando i pezzi col vostro nome. ! Profilatevi sui giù importanti Social Network con nome e cognome (ma poi dovete usarli!). ! Titolate e taggate correttamente le foto. ! Regolate i privacy setting sui Social Network. ! Sorvegliate con frequenza i risultati di ricerca (alert). ! Usate gli ads di google se avete eventi, libri o corsi.
  • 2008. Online reputation crisis 2010. La Rete non dimentica.
  • 2) Speak up, anzi tweet up!
  • Come usare bene Twitter. ! Usate il vostro nome come handle (url e username): vi riconosceranno/ ricorderanno di più. ! Usate la stessa foto profilo per tutti i Social Network. ! Scrivete una bio completa, ma informale. ! Selezionate almeno 100 profili per voi interessanti da seguire. ! Fate delle liste relative al vostro business e tenetele curate. ! Dedicate 2/3 minuti almeno 4 volte al giorno per leggere le ultime news e ricondividerle. ! Scegliete se fare l’author o il curator. ! I retweet hanno valore per chi li legge e per chi viene retweettato: fatene molti.
  • http://jorgensundberg.net/how-choose-picture-your-personal-brand/
  • 1. Show,don’ttell:“WhathaveIdone” Vs.“WhoIam” 2.Tailoryourkeywordsspecificallytoyour audience 3.Keeplanguagefreshandavoid buzzwordslikethefollowing: 4. Answer one question for the reader: “What’s in it for me?” 5. Get personal and hire a stand-up comedian to write your bio 6. Revisit often http://blog.bufferapp.com/how-to-write-a-professional-bio-for http://twitterbiogenerator.com “Social Network Bio” writing kit
  • @Starbucks 3) Be remembered. (connect)
  • @Starbucks Come usare bene LinkedIn. ! Compilate tutti luoghi dove avete lavorato e studiato, usate il vostro nome e cognome come URL ! Usate la stessa foto profilo per tutti i Social Network. ! Inserite una tag line e un “background summary” efficace e identificate bell le skill che vi appartengono ! Connettetevi con la gente giusta (e solo con quella). ! Usate gli endorsement con le persone chiave con cui avete lavorato. ! Guardate chi visita il vostro profilo (e sappiate che chi voi visitate lo sa). ! Selezionate gruppi per voi rilevanti, leggeteli e partecipate settimanalmente. ! Seguite (o usate) la sezione “eventi”. ! Aggiornate spesso il vostro status con notizie rilevanti per il vostro network.
  • @Starbucks http://theundercoverrecruiter.com/how-build-your-personal-brand-linkedin-21-useful-tips/
  • @Starbucks 4) Be a networker.
  • @Starbucks Dos e Donts di facebook ! Compilate con cura i campi informazioni e contatti, mettete il vostro nome e cognome come Vanity Url e usate la stessa foto profilo per tutti i Social Network. ! Usate la cover image per raccontare le vostre “imprese” e il vostro network. ! Usate le liste in modo da separare contenuti intimi o personali da persone del vostro network professionale ! Selezionate o, meglio, create gruppi per voi rilevanti, leggeteli e partecipate settimanalmente. ! Usate gli eventi, vostri e degli altri, e la loro coda social. ! Aggiornate spesso il vostro status con notizie rilevanti per il vostro network. ! Interagite con le persone importanti per la vostra professione, vi appariranno più spesso e voi a loro.
  • 5) Show/share your knowledge. http://scripting.com/2014/03/01/whyBlog.html
  • Come avere un blog efficace per il Personal Branding ! Date al blog (e al dominio) il vostro NomeCognome.it ! Inserite una sezione “Bio” con nome, ruoli e datori di lavoro. ! Connettetelo ai Social Network. ! Scrivete con frequenza almeno settimanale e moderati i commenti quotidianamente. ! Citare e linkare altri blog e intervenire nei commenti. ! Attivare tutte le funzioni “SEO Friendly” dei blog. ! Condividerlo con le persone giuste (interessate e interessanti). ! Scegliere se essere creator, editor o collector. ! e la più difficile… postare contenuti aggiornati, precisi, di qualità!
  • 6)Archive. (Not just for you)
  • Le regole d’oro del buon content curator. ! Un buon lavoro di content curation può valere quanto e più di un lavoro autoriale. ! Creare liste, tag e feed è una forma di pubblicazione, che crea nuovo contenuto e valore. ! Condividere i link salvati con le persoen giuste consolida il vostro network. ! Guardo cosa salvi e ti dirò chi sei: bookmarking come forma di intelligence. ! Integrate su blog e Social Network il feed dei vostri link salvati. ! Usateli quando scrivete post, mail o tweet per referenziare ciò che postate. !
  • 7) Educate.
  • Pubblicare Slide online. ! Rendere accessibili le presentazioni che fate a eventi o incontri. ! La Rete ha un formato quadrato. ! Poco testo, molte immagini, durata limitata. ! Interagite con altri autori di presentazioni interessanti. ! Organizzate webinar e hangout. ! Coinvolgete il vostro network e i partner, non solo come audience. ! Curate e verificate tutti i diritti e credits. ! Identificate un’area di competenza, approfonditela e contribuite alla diffusione della conoscenza in quella materia: siate degli evangelist.
  • 8) Be personal. http://www.dailymail.co.uk/news/article-1083870/Private-peek-family-making-history-The-intimate-backstage-scenes-Obamas-election-night-vigil.html
  • Private or Public? ! Accettate una ampia zona grigia tra zona personale e professionale. Non siamo dei robot.Anche nel mondo fisico le due cose si mescolano (a volte anche troppo). ! Impariamo a usare i Privacy Settings e le liste per regolare i flussi di quello che postate in modo selettivo. ! Controllate le foto vostre e di altri. Mentre vi fotografano e quando venite pubblicati/taggati. ! Spiegate a familiari e amici l’uso professionale che fate dei Social Network. 
 Una percentuale di storytelling personale rende più vero il proprio profilo professionale. Condividete i vostri hobby o interessi. ! Fate un piano semplice di cosa volete condividere online (hobby, associazioni etc etc) e cosa no (figli, animali, casa…). Vi sarà facile attenervici.
  • 9) Be a storyteller http://blog.hootsuite.com/social-media-storytelling-3/ http://blog.hootsuite.com/social-media-storytelling-4/ http://blog.hootsuite.com/social-media-storytelling-5/ http://blog.hootsuite.com/social-media-storytelling-6/ http://blog.hootsuite.com/social-media-storytelling-1/ http://blog.hootsuite.com/social-media-storytelling-2/
  • Un buon “storyteller”… ! Usa la comunicazione visuale: le immagini creano molto più engagement, sono più adatte al mobile, sono di facile comprensione (47% italiani semianalfabeti) ! Le storie sono processi collettivi e partecipativi. Non top-down, ma bottom-up o almeno orizzontali e aperti. ! L’importanza dei #meme Intercettare, capire e costruire sulla viralità. ! Capisce che l’engagement conta più dei follower (perché li crea). ! È consistent e riconoscibile. ! !
  • 10) Measure.
  • Cosa e come misurare? ! Followers, like e amici sono un primo indicatore, ma superficiale. ! Misurate i trend di crescita dei vostri follower e unfollower. ! Misurate l’engagement rate, quanto i vostri contenuti sono coinvolgenti. ! Misurate la reach: quanta gente in effetti state raggiungendo. ! Comparatevi sempre con voi stessi nel tempo e con persone simili a voi per una valutazione più oggettiva.
  • Verso una Open Leadership 1. Rispettare il nuovo potere delle persone ! 2. Condividere per costruire fiducia ! 3. Coltivare curiosità e umiltà ! 4. Essere accountable ! 5. Accettare il fallimento http://www.charleneli.com/2010/06/how-open-are-you/
  • Thank you Grazie Arigato Xie Xie Obrigado Intellectual Property Tutte le idee e i progetti contenuti nel presente documento costituiscono proprietà intellettuale di Hagakure srl con sede in viale Bligny, 27, Milano. Si diffida chiunque entri in possesso di questo documento 
 di divulgarne il contenuto a soggetti non autorizzati 
 o a far uso in toto o in parte dei progetti ivi illustrati. Hagakure si riserva di richiedere non solo il corrispettivo integrale di progetti realizzati senza autorizzazione, ma anche il maggior danno derivante da ragioni competitive rispetto ad altre agenzie o di mancato guadagno o new business. ! HAGAKURE
 Milan, Italy - Viale Bligny 27, 20136 info@hagakure.it - www.hagakure.it