Famiglia Lavoro
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Famiglia Lavoro

on

  • 1,339 views

conciliare tempi e spazi di lavoro e di famiglia

conciliare tempi e spazi di lavoro e di famiglia

Statistics

Views

Total Views
1,339
Views on SlideShare
1,338
Embed Views
1

Actions

Likes
0
Downloads
21
Comments
0

1 Embed 1

http://www.slideshare.net 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Famiglia Lavoro Famiglia Lavoro Presentation Transcript

  • FAMIGLIA E LAVORO Dalla competizione alla cooperazione
  • Famiglia o lavoro?
  • Nuovi scenari
    • Mercato del lavoro più dinamico
    • Insicurezza del posto fisso e dei risultati raggiunti
    • Negoziazione dei ruoli
    • Instabilità familiare
    • … STRESS!
  • Lo stress
    • Nel XVII secolo nell'ambito delle scienze fisiche, indica la relazione tra strutture architettoniche e pressioni che sono in grado di sostenere.
    • Nel 1956 Hans Selye, un endocrinologo austriaco a studia le risposte fisiologiche dell'organismo ad elevate stimolazioni fisiche (caldo, freddo, radiazioni, traumi, ecc…).
    e un individuo, chiamato a mobilitare le risorse possedute per farvi fronte Uno stimolo ambientale esterno ( stressor )
  • I modelli
    • il modello dello stimolo , centrato sullo studio dei fattori esterni stressanti e delle caratteristiche che li rendono tali
    • il modello della risposta , rivolto a esaminare gli effetti che gli eventi stressanti hanno sulle persone ed i fattori interni all'individuo che influenzano la sua risposta allo stress
    • il modello transazionale , che concepisce lo stress come esito dell'interazione tra caratteristiche della persona e caratteristiche delle richieste che provengono dall'ambiente
  • I fattori interni
  • Esprimere le emozioni?
  • Modello transazionale
    • Gli accadimenti e le situazioni che ci troviamo ad affrontare non sono in sé poco o molto stressanti: dipende dalla percezione che ne abbiamo;
    • Il modo individuale di percepire e affrontare le condizioni potenzialmente stressanti dipende anche dagli strumenti personali che sentiamo di avere a nostra disposizione per fronteggiare gli eventi (strategie di coping ) e dalle risorse che a tale scopo sentiamo di poter rinvenire nell'ambiente ;
    • Ciascuno di noi è un agente attivo del processo , in grado di influenzare l'impatto delle situazioni stressanti o addirittura il loro stesso verificarsi.
  • Coping «gli sforzi cognitivi e comportamentali che l’individuo compie per fronteggiare (dominare, attenuare o tollerare) quelle richieste poste dalle interazioni persona ambiente che vengono valutate come eccessive od eccedenti le risorse che egli possiede» Lazarus e Folkman (1984)
  • Hardiness
    • quali sono i tratti di personalità e le caratteristiche personali che maggiormente favoriscono un coping efficace, quelle caratteristiche cioè che garantirebbero agli individui un minore grado di vulnerabilità allo stress
  • Hardiness / 2
    • 3 fattori principali:
    • quello dell’ impegno ( commitment ), che fa riferimento alla fiducia nelle proprie possibilità, alla capacità individuale di coinvolgersi attivamente nei rapporti di lavoro, familiari e sociali in genere e di porsi degli obiettivi (fiducia nel futuro);
    • quello del controllo ( control ), inteso qui come quantità di controllo e di influenza attiva che riteniamo di poter esercitare sugli eventi che ci riguardano;
    • quello della sfida ( challenge ), che si riferisce alla disponibilità ad interpretare in senso positivo il cambiamento, ed in particolare alla tendenza ad interpretare i problemi della vita che impongono mutamenti non come una minaccia, bensì come sfida o come opportunità di sviluppo
  • Sostegno sociale
    • sostegno emotivo : attraverso l’espressione di empatia, affetto, interesse, accettazione, fiducia, cura, viene sostenuta la fiducia in se stessi, viene realizzato un migliore contenimento dell’ansia e viene dato modo alla persona di esprimere ed elaborare le proprie emozioni
    • sostegno strumentale : la persona può far conto sull’aiuto e sulla collaborazione concreta in caso di necessità;
    • sostegno informativo : attraverso le informazioni ed i suggerimenti che riceve dagli altri, a disposizione migliori elementi di valutazione circa le alternative di azione possibili, costituendo in tal modo una più ampia gamma di strategie.
    • funzione di controllo comportamentale : le relazioni sociali significative spesso agiscono sull'individuo rinforzando quei comportamenti che hanno effetti positivi sulla salute psicologica e fisica ed estinguendo invece quelli con effetti negativi.
  • Necessario che: le azioni e le emozioni veicolate esprimano realmente funzioni orientate al sostegno ( sostegno sociale esercitato ) tali azioni ed emozioni vengano soggettivamente avvertite come produttrici di sostegno ( sostegno sociale percepito )
  • In famiglia
  • La famiglia è un crocevia relazionale COMPITO DI ARMONIZZARE LE ESIGENZE AFFETTIVE CON LE ESIGENZE LAVORATIVE
  • La gerarchia dei bisogni fondamentali secondo Maslow
  • Qualità della vita
    • È la qualità del vivere insieme
    • È la qualità del rapporto con gli altri
    • L’Altro/Altra più importante è MIO MARITO/MIA MOGLIE
    • È la persona che maggiormente influisce sulla mia felicità
  • 1° COPPIA Che comprende la cura di se e dell’altro, e la cura della differenza 2° FAMIGLIA La cura della stirpe e della prole. La cura del progetto e della riconoscenza 3° LAVORO La cura della propria missione, come persona, come coppia e come famiglia, nella società.
  • All’interno della coppia si negoziano e si decidono TEMPI E SPAZI per: me e te la nostra famiglia noi due
  • Alcuni spunti Tratto da: Se la mamma lavora. Come conciliare famiglia e lavoro nelle coppie a doppia carriera, Cary L. Cooper, Suzan Lewis, Franco Angeli, 1991
    • AVERE RAGIONE
    ESSERE AMATI L’obiettivo è:
  • Cattivi e buoni pensieri
    • La professione è un fronte e la vita privata è una tappa
    • L’elemento chiave che determina il mio successo è la vita di coppia
  • Professione
    • OBIETTIVO DI SOPRAVVIVENZA
    • GUADAGNO
    • AVERE SUCCESSO
    Matrimonio OBIETTIVO DI SOPRAVVIVENZA  AFFETTIVO  LA TENEREZZA
  • Elementi di (pessimo) marketing matrimoniale
    • Il matrimonio è l’unica azienda che non tiene conferenze né convegni
    • La conferenza matrimoniale:
    • Analisi situazioni di rischio e occasioni favorevoli
    • Obiettivi a corto, medio, lungo periodo
    • No istituzione  progetto: creatività, azioni, controllo del processo
  • Un cliente
    • “ Tutto il mio tempo è a sua disposizione, qualsiasi cosa mi chieda”
    La moglie o il marito “ Ancora tu? Dai, sbrigati che non ho tempo da perdere” Elementi di (pessimo) marketing matrimoniale. PRONTO, CHI PARLA?
  • Obiettivi del matrimonio (non è una discarica)
    • TOGLIERE L’ANGOSCIA
    • DARE ALLEGRIA GIOIA E FIDUCIA
  • Per lei Attirare l’ape con l’aceto?
    • Caro, stai un po’ più a casa con me? Così potrò brontolare tutto il giorno per quello che non va e incolparti di tutto ciò per cui sono triste
    Dottore, perché mio marito non vuole stare con me? Sarà mica che ha qualche problema?
  • Per lui Cara, dove sei?
    • “ In futuro, quando avrò raggiunto questi obiettivi, sarà tutto diverso”
    • MOGLIE DI 25 ANNI
    • Speranzosa ci crede ancora
    • MOGLIE DI 35 ANNI
    • Scettica non ci crede più
    • MOGLIE DI 45 ANNI
    • Sparita ha cambiato agenzia
    Appunto!... Dottore, perché mia moglie mi ha lasciato? Non ho fatto nulla !
  • Al lavoro
    • UN LEONE
    A casa UN RICOVERATO Elementi di (pessimo) marketing matrimoniale
  • Auto suggestione positiva LAVORARE È IL MIO HOBBY Torno a casa rilassato e rigenerato pronto per l’incontro con la mia famiglia