Università degli studi di Palermo    Corso di Laurea in Economia Aziendale (17/A)          Il contributo del software libe...
Scopi del sistema informativo aziendale●Consentire agli organi aziendali di prendere decisioniconsapevoli, grazie al suppo...
Il sistema informativo aziendaleè formato da insiemi di informazioni impiegate, generate e   trasformate dalle aziende nel...
Software proprietarioSi caratterizza per le restrizioni poste allacquirenteriguardo:●Al suo utilizzo (esempio: impossibili...
Software liberoPer la Free Software Foundation Europe, lorganizzazione non-profit che si occupa di sostenere lo sviluppo d...
Il software come bene pubblico●Non esclusione: la proprietà di un bene in forzadella quale ad un individuo non possa esser...
Problema del free riderFree rider: un individuo che pur godendo delbeneficio di un bene, non ne paga il prezzo,es. cracker...
Perché i diritti di proprietà      intellettuali generano monopoli?Il software proprietario è un beneescludibile ma non ri...
I rendimenti di scala crescentiBeni non rivali: hanno la caratteristica di avere lostesso costo di produzione a prescinder...
Le esternalità di reteLe esternalità di rete esistono quando un bene assume un valorepiù elevato per il consumatore quanto...
Le esternalità di reteIl primo problema delle esternalità di rete giace sul lato della domanda: acausa delle funzioni di u...
Asimmetria informativaIn un mercato la disponibilità di informazioni è fondamentale per lefficienzadello stesso.Quando in ...
Conseguenze dellutilizzo di licenze libere●La complessità del software fa si che le aziende debbanorivolgersi a dei profes...
Alternative ai brevetti●Metodo dei premi: consiste nella definizione di unprogetto ben definito, e nella consegna di un pr...
Alternative ai brevetti●Meccanismo contrattuale: in questo sistema, il governo controlla laccessoal mercato della ricerca,...
Casi di successoRegno Unito: Tom Watson, ministro dellinnovazione tecnologica, afferma che ilservizio pubblico non può ris...
Casi di successoOsservatorio Open Source: in Italia nel 2003 il centro nazionale per linformatica nella pubblicaammininist...
Casi di successoAudi: Per accelerare la progettazione degli autoveicoli fa utilizzo delComputer Aided Engineering.Fino a c...
Nascita di una nuova figura professionale●Lasimmetria informativa genera inefficienza, problema risolvibileadottando licen...
●È unazienda statunitense fondata nel 1995 che sviluppa programmi ed applicazioni per ladirezione aziendale, oltre a servi...
È la più grande azienda dinformatica al mondo ed anche una delle più antiche.●Nel 2009 ha fatturato 103 miliardi di dollar...
●È unazienda statunitense che opera nel settore della produzione disoftware orientata particolarmente ai settori delle ret...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Il contributo del software libero allo sviluppo dei sistemi informativi aziendali

466 views
363 views

Published on

Slides della discussione della tesi,
Palermo 03/11/2010

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
466
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il contributo del software libero allo sviluppo dei sistemi informativi aziendali

  1. 1. Università degli studi di Palermo Corso di Laurea in Economia Aziendale (17/A) Il contributo del software libero allo sviluppo dei sistemi informativi aziendaliTesi di Laurea di: Relatore:Marco Lombardo Ch. Mo Prof. Salvatore Modica 1
  2. 2. Scopi del sistema informativo aziendale●Consentire agli organi aziendali di prendere decisioniconsapevoli, grazie al supporto di unidoneadocumentazione.●Comunicare allesterno notizie inerenti le condizioni divita dellazienda (oltre ai probabili scenari e sviluppi futuri)per il tramite dei documenti contabili obbligatori per leggeed ogni ulteriore documento ritenuto dai vertici aziendaliidoneo a raggiungere tale finalità. 2
  3. 3. Il sistema informativo aziendaleè formato da insiemi di informazioni impiegate, generate e trasformate dalle aziende nellarco delle esecuzioni deiprocessi aziendali, dalle risorse umane e tecnologiche che le maneggiano e dalle modalità con cui sono gestite. 3 Schema tratto da Marchegiani Rosanna, “Cos’è il sistema informativo aziendale”, ed. Manuali.net 2004.
  4. 4. Software proprietarioSi caratterizza per le restrizioni poste allacquirenteriguardo:●Al suo utilizzo (esempio: impossibilità di usare unprogramma in ambito commerciale).●Alla sua modifica (impossibilità di alterare ilprogramma, perfino nei casi in cui sia evidente unsuo malfunzionamento).●Alla sua riproduzione e redistribuzione. 4
  5. 5. Software liberoPer la Free Software Foundation Europe, lorganizzazione non-profit che si occupa di sostenere lo sviluppo del software liberoin Europa, un programma può definirsi “libero” se la licenzacon la quale viene rilasciato lascia allutente:La libertà di eseguire il programma per qualsiasi scopo.●●La libertà di studiare come funziona il programma ed adattarloalle proprie necessità.La libertà di redistribuire copie del programma.●●La libertà di migliorare il programma e distribuirnepubblicamente i miglioramenti. 5
  6. 6. Il software come bene pubblico●Non esclusione: la proprietà di un bene in forzadella quale ad un individuo non possa esserneimpedito luso.● Rivalità: la proprietà di un bene in forza della qualeluso da parte di un individuo ne limita la possibilitàdi godimento da parte di un altro.●Bene privato: un bene che sia simultaneamente escludibile erivale, es: gelato.●Bene pubblico: un bene che sia simultaneamente non escludibilee non rivale, es: software. 6
  7. 7. Problema del free riderFree rider: un individuo che pur godendo delbeneficio di un bene, non ne paga il prezzo,es. cracker.Poiché i beni pubblici non sono escludibili,la presenza dei free rider impedisce al mercatoprivato di fornirli.Se lo stato stabilisce che i costi sono inferiori aibenefici, può fornire il bene pubblico pagandolo conle entrate tributarie, facendo aumentare il benessereeconomico. 7
  8. 8. Perché i diritti di proprietà intellettuali generano monopoli?Il software proprietario è un beneescludibile ma non rivale, questocomporta che:I rendimenti di scala sono crescenti.●●Le vendite sono sostenute dalleesternalità di rete. 8
  9. 9. I rendimenti di scala crescentiBeni non rivali: hanno la caratteristica di avere lostesso costo di produzione a prescindere dalnumero di copie vendute.Una volta finanziata la ricerca e prodotta la primacopia, non esistono ulteriori costi da sostenere perla vendita di una seconda, terza, infinitesima copia.La convenienza a produrre aumenta con lascala della produzione. 9
  10. 10. Le esternalità di reteLe esternalità di rete esistono quando un bene assume un valorepiù elevato per il consumatore quanto più altri consumatoriusano lo stesso bene.Le dimensioni della rete possono essere legate ad unaziendaspecifica (es. Apple) o ad un intero settore industriale (es. BluRay Disc).Esternalità diretta:●Più un software chiuso è diffuso, più possibilità ha di emergerecome standard di fatto, in quanto gli utenti che non siomologano passivamente al prodotto più diffuso sono di fattoesclusi dai rapporti sociali o di lavoro.Esternalità indiretta:●A causa dellincremento dei ritorni di scala sulla produzione,un maggior numero di prodotti complementari può essere 10fabbricato, ad un prezzo inferiore, quando la rete cresce.
  11. 11. Le esternalità di reteIl primo problema delle esternalità di rete giace sul lato della domanda: acausa delle funzioni di utilità interdipendenti, gli utenti devono anticiparequale tecnologia verrà usata su larga scala dalle persone.Questo porta a due conseguenze:●Eccessiva inerzia (gli utenti aspettano prima di adottare una nuovatecnologia).●Eccessiva fretta (gli utenti adottano una nuova tecnologia per paura diessere esclusi).Il secondo problema delle esternalità di rete giace sul lato dellofferta:in presenza di esternalità di rete, la scelta dello standard è spessodemandata al governo o ad apposite commissioni private, per evitareeccessiva inerzia e ridurre i costi di ricerca e coordinazione degli utenti. 11
  12. 12. Asimmetria informativaIn un mercato la disponibilità di informazioni è fondamentale per lefficienzadello stesso.Quando in un mercato uno dei due soggetti della contrattazione ha piùinformazioni dellaltro, si crea una spirale involutiva che gradualmenteincrementa linefficienzaGli sviluppatori di software “chiusi” sono in possesso di un numero maggioredi informazioni rispetto ai potenziali acquirenti.I consumatori non sono in grado di stabilire con certezza quanto sono dispostia spendere per un bene del quale non conoscono la qualità.Il gap informativo non sempre va a vantaggio dei venditori, in quanto la lorovolontà di non diffondere informazioni sulla qualità del software rende ilcomportamento dei consumatori imprevedibile (es. fenomeni di free riding).La seconda libertà, quella di studiare come funziona un programma, è unapossibile soluzione al problema. 12
  13. 13. Conseguenze dellutilizzo di licenze libere●La complessità del software fa si che le aziende debbanorivolgersi a dei professionisti per linstallazione, la manutenzionee la personalizzazione.●Ciò che viene venduto non è un prodotto, ma un servizio(assistenza tecnica, personalizzazione etc.).●Spostamento dei profitti dai distributori ai programmatori, chesono persone creative e possono, quindi, innovare.●Eliminazione dellasimmetria informativa ed aumento dellaqualità del software. 13
  14. 14. Alternative ai brevetti●Metodo dei premi: consiste nella definizione di unprogetto ben definito, e nella consegna di un premio indenaro alla prima azienda che completa il progetto.Dopo che il premio è stato consegnato, linnovazionediventa di pubblico dominio.Pro:●Questo sistema non produce un monopolio.Contro:●Il governo dovrebbe essere informato sulla fattibilità dellevarie invenzioni e sulla domanda per ognuna di esse.Le informazioni sulla domanda sono cruciali perdeterminare lammontare del premio, che a sua voltadetermina lincentivo alla ricerca.Le aziende sono meglio informate sulla domanda rispetto 14al governo.
  15. 15. Alternative ai brevetti●Meccanismo contrattuale: in questo sistema, il governo controlla laccessoal mercato della ricerca, scegliendo alcune aziende e firmando un contrattocon esse.Il contratto, in genere, contiene informazioni più specifiche rispetto albando di partecipazione del sistema a premi.Pro:●Contratti di questo tipo potrebbero prevenire duplicazioni dei costi diricerca.Contro:●Il governo dovrebbe conoscere il valore delle innovazioni per determinareil premio.Questo è possibile solo quando il principale cliente delle innovazioni è lostato (es. programmi spaziali o di difesa).●Cè una limitata competizione tra le imprese, difficile trovare pietre di 15paragone per determinare la qualità della ricerca.
  16. 16. Casi di successoRegno Unito: Tom Watson, ministro dellinnovazione tecnologica, afferma che ilservizio pubblico non può rischiare di rimanere legato ad un software proprietario.Secondo alcune aziende che operano nel settore dellopen, il governo britannicopassando al software libero potrebbe risparmiare £ 600 milioni lanno.Brasile: In un articolo pubblicato su BBC News, Sergio Amadeo, la persona a capodellistituto nazionale per lIT, afferma che il governo brasiliano potrebbe risparmiarecirca 120 milioni di dollari in licenze passando dai programmi commerciali aiprogrammi open source.Sud Africa: Lufficio per lIT del governo sudafricano ha sviluppato una strategia daltitolo “luso del software open source nel governo sudafricano”.Tra i vantaggi dellopen, nel testo vengono citati: la tensione verso lefficienza, un livelloinferiore di dipendenza da tecnologia importata, un incentivo allo sviluppo di piccole emedie imprese, laccesso universale per le masse, gli inferiori rischi per la sicurezza.Russia: Dal 2009 i pc delle scuole Russe sono equipaggiati con software open source.Le scuole erano solite usare copie illegali di software commerciale, ma da quando laRussia è entrata nel WTO, le infrazioni sono state duramente perseguite.Per non pagare le licenze del software commerciale, per essere indipendenti dallenazioni occidentali, per evitare linsegnamento di software specifici che sarebbero giàobsoleti alla fine del ciclo di studio, si è deciso di utilizzare quello libero. 16
  17. 17. Casi di successoOsservatorio Open Source: in Italia nel 2003 il centro nazionale per linformatica nella pubblicaammininistrazione ha costituito un osservatorio sullopen source.Losservatorio, che descrive lopen come un “fenomeno significativo legato allo sviluppo dellICT,si occupa di:➢Studiare tipologie di licenze d’uso adatte all’uso nella pubblica amministrazione.➢Fornire un supporto alle pubbliche amministrazioni, anche svolgendo la manutenzione ed il miglioramentodel software sviluppato.➢Mettere in contatto diverse realtà che studiano l’open, attraverso un confronto fra le esperienze svolte pressole università, la ricerca pubblica, le piccole imprese.➢Mettere a disposizione luoghi virtuali dove discutere di sistemi informativi, pubblicare i risultati di studispecifici sulla materia.➢Allestire e gestire una vetrina di software open source utilizzabili dalla pubblica amministrazione, al fine difavorire l’incontro tra domanda ed offerta di questi servizi.•Allestire e gestire una piattaforma di sviluppo collaborativo, che metterà a disposizione le risorse tecnichenecessarie alla creazione di un ambiente per incentivare e facilitare lo sviluppo di software libero nellapubblica amministrazione.Provincia di Bolzano: dopo aver adottato il software libero nelle scuole della provincia, i costiper la manutenzione sono scesi a 27.000 € lanno. In precedenza venivano spesi 269.000 € lannosolo in licenze.La stessa provincia risparmia circa 1.000.000 € lanno grazie alladozione di Open Office sui pcdesktop, e 500.000 € di licenze sui server.Regione Piemonte: Con la legge regionale N. 9 del 26/03/2009 viene favorita leliminazione diogni barriera alla lettura dei documenti grazie alla prescrizione sullutilizzo di formati liberi.Viene, inoltre, favorito linserimento dello studio del software libero nei programmi scolastici. 17
  18. 18. Casi di successoAudi: Per accelerare la progettazione degli autoveicoli fa utilizzo delComputer Aided Engineering.Fino a cinque anni fa, per utilizzare i sotware di prigettazione laziendausava Unix nei suoi datacenter.Passando a Linux lazienda ha azzerato i costi per le licenze e ladipendenza da uno specifico fornitore di Hardware.BMW: nel 2007 ha iniziato il passaggio a Suse Enterprise Server nei suoidatacenter, riducendo i costi dellhardware e semplificandolorganizzazione delle risorse.Casio: Nel 2005 implementando Suse Enterprise Server ha ridotto del90 % i costi di gestione del dipartimento IT dellazienda.Peugeot Citroen: Ha adottato Open Office come suite di programmiper la produttività personale.Siemens: Utilizza il software E.R.P. SAP per gestire lazienda.Passando da Unix a Linux è riuscita a ridurre del 40% i costidellinfrastruttura IT e del 25% i costi del possesso dellhardware. 18
  19. 19. Nascita di una nuova figura professionale●Lasimmetria informativa genera inefficienza, problema risolvibileadottando licenze libere.●Non tutte le aziende al loro interno hanno le competenze pervalutare la qualità di un software, potrebbero quindi rivolgersi ad unconsulente che effettui per loro la valutazione basandosi sustandard definiti da enti indipendenti.●Il costo sostenuto dalle aziende per pagare il certificatore sarebbecompensato dallutilizzo di software dalla qualità e funzionalitàcertificata, cosa che dovrebbe provocare un contenimento nei costidi manutenzione ed un utilizzo “snello”.●Lo spostamento dei profitti dai produttori agli sviluppatori fa siche possano essere proposte delle soluzioni creative alla risoluzionedei problemi.Gli sviluppatori che non hanno competenze in materia di business 19potrebbero lavorare in coworking con altri professionisti.
  20. 20. ●È unazienda statunitense fondata nel 1995 che sviluppa programmi ed applicazioni per ladirezione aziendale, oltre a servizi di consulenza.Nel 2009 ha fatturato 748 milioni di dollari, lutile è stato di 87 milioni di dollari.●Ha uffici in 55 paesi del mondo.●2.200 sono gli impiegati, nessuno di questi è associato ad alcun sindacato.● 20
  21. 21. È la più grande azienda dinformatica al mondo ed anche una delle più antiche.●Nel 2009 ha fatturato 103 miliardi di dollari, lutile netto è stato di 12 miliardi di dollari.●È presente in 107 paesi del mondo.●●Nel 2009 è stata lazienda statunitense che ha brevettato di più (4.194 brevetti), mantenendo unrecord che detiene da 17 anni.Ha 399.409 dipendenti.● 21
  22. 22. ●È unazienda statunitense che opera nel settore della produzione disoftware orientata particolarmente ai settori delle reti ed alla gestione deigruppi di lavoro.● Ha 3.600 dipendenti, nessuno dei quali associato a sindacati.●Nel 2009 ha avuto un fatturato di 862 milioni di dollari, un utile netto di212 milioni di dollari.● Utilizza licenze sia open che proprietarie. 22

×