• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Volantino  di presentazione di Ciboprossimo Originale
 

Volantino di presentazione di Ciboprossimo Originale

on

  • 430 views

Volantino di presentazione di Ciboprossimo Originale

Volantino di presentazione di Ciboprossimo Originale

Statistics

Views

Total Views
430
Views on SlideShare
430
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft Word

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Volantino  di presentazione di Ciboprossimo Originale Volantino di presentazione di Ciboprossimo Originale Document Transcript

    • Cibo buono, giusto, pulito (come da definizione di Slow Food) eaccessibile è un’utopia? Per averlo occorrerebbe una diversaorganizzazione distributiva, una diversa organizzazione di vendita, unadiversa capacità di mettere in contatto la domanda e l’offerta, una diversacapacità di fare economia…Però a pensarci bene le riposte a questi problemi parziali ci sono. Bastipensare al Kilometro Zero, i social network, i GAS e i Farmers Market.Ma allora forse quello che manca è qualcosa che leghi queste soluzioniper soddisfare l’esigenza sempre più sentita di un cibo buono, che siaprodotto con pratiche rispettose dell’ambiente, che ridia dignità ecentralità all’atto di produzione e che tolga dall’equazione i milleintermediari inutili.Prego, si faccia entrare Ciboprossimo. Ciboprossimo è una rivoluzione indivenire, è la promessa di un futuro a misura di essere umano(consumatore o produttore), è la soluzione per noi che consideriamo ilcibo come la base della nostra vita (fisica, spirituale e culturale).Ciboprossimo è rivoluzionario perché rimette nelle mani dei vari attori(contadino, distributore e consumatore) la responsabilità del cibo. Iproduttori non produrranno più su indicazioni e standard qualitativiindicati da altri, i distributori non saranno più dei nomi senza faccia e iconsumatori avranno finalmente la possibilità di far presente le loronecessità e i loro riscontri sul cibo che hanno acquistato.Ciboprossimo vive sul web perché è la tecnologia che permette piùfacilmente di far interagire positivamente le tre parti dell’equazione:produttori, distributori e consumatori. Non ha vincoli, impegni,abbonamenti o ceste; il processo per avere cibo buono, pulito e sano èquello tradizionale con qualche comodità in più.Per essere informato, per partecipare, per segnalare, per farlo conoscerewww.ciboprossimo.netcomitato ciboprossimo – viale monte santo 1/3 – milano