April 29th, 2012                                                                                           Published by: M...
April 29th, 2012                                                                                        Published by: Marc...
April 29th, 2012                                                                                      Published by: Marche...
April 29th, 2012                                                                                            Published by: ...
April 29th, 2012                                                                                          Published by: Ma...
April 29th, 2012                                                                                       Published by: March...
April 29th, 2012                                                                                       Published by: March...
April 29th, 2012                                                                                        Published by: Marc...
April 29th, 2012                                                                                         Published by: Mar...
April 29th, 2012                                                                                        Published by: Marc...
April 29th, 2012                                                                                       Published by: March...
April 29th, 2012                                                    Published by: MarchebreaksFu un campione di nuoto nell...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Le Marche un'altra Italia - eMagazine n1

644 views
571 views

Published on

La prima "Curation" eMagazine sulle Marche che vi fa scoprire il territorio, le destinazioni turistiche, le storie, etc. selezionando il meglio del web.

Published in: Travel
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
644
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Le Marche un'altra Italia - eMagazine n1

  1. 1. April 29th, 2012 Published by: MarchebreaksLe Marche unaltra Italia - eMagazine n.1 del triste sopruso, il Castello Petroso, da quel giorno, assunse Le Marche unaltra Italia - la prima curation online il nome di Pierosara. magazine sulle Marche See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia Seguici su: http://www.scoop.it/t/le-marche-un- altra-italia Successo per la “Magnalonga” del 1°Il castello di Pierosara e la leggenda di Maggio Città di Treia, gia chiuse ledue sfortunati amanti iscrizioni Cosè la Magnalonga La Magnalonga è una passeggiata enogastronomica non competitiva, che permette ai partecipanti durante il tragitto di sostare senza limiti di tempo presso dei punti di ristoro con assaggi di prodotti tipici della tradizione locale, conciliando lattenzione a prodotti alimentari di qualità con linteresse per il paesaggio ed il rispetto dellambiente. Un evento aperto a tutti coloro vogliono mettersi in moto, trascorrendo una giornata all’aria aperta, in un contesto naturale unico, gustando dell’ottimo cibo, lontano dallo stress della vita di tutti i giorni e pensando anche agli altri Il percorso, di circa 8km facilmente percorribile (pianure/ discese) si svolge lungo una strada secondaria chiusa alUn giorno lontano, un signorotto, feudatario del Castello traffico, dove ci saranno distanziate tra loro, 6 tappe ristoro;di Rotorscio, conobbe una bella fanciulla abitante a Rocca con calma e senza limiti di tempo è possibile degustarePetrosa. Affascinato dalla grazia della giovane, sinvaghì di prodotti tipici locali accompagnati da ottimi vini, all’arrivolei e decise di rapirla. Questa era innamorata e promessa si svolgerà una festa finale con musica dal vivo.sposa ad un altro castellano, suo coetaneo, di nome Piero. See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra ItaliaUna notte, il feudatario sintrodusse allinterno della Roccae riuscì a rapire la ragazza di nome Sara. Gli abitanti delluogo chiusero le porte di accesso alla Rocca e iniziaronouna violenta colluttazione con i cavalieri seguaci del conte diRevellone, feudatario di Rotorscio. Durante la rissa, il conte,vistosi alla resa, uccise la bella Sara che teneva fra le braccia.Sopraggiunto Piero piombò addosso alluccisore, il quale,brandendo una scure, colpì anche lo sfortunato giovane checadde riverso vicino alla sua giovane amata e con un ultimoabbraccio le spirò accanto. A ricordo dellinfausta contesa e 1
  2. 2. April 29th, 2012 Published by: MarchebreaksCammino Francescano della Marca: Fano Yacht Festival 2012 - 10-13 MaggioA Piedi da Assisi ad Ascoli Piceno 25Aprile - 2 Maggio 2012All’interno delle attività previste nella seconda edizioneFestival dell’Appennino (www.festivaldellappennino.it) dal25 aprile al 2 maggio 2012 prenderà avvio dalla città umbrail cammino Assisi-Ascoli.Tale percorso si inserisce all’interno di un ambiziosoprogetto: quello di riaprire ed attrezzare in futuro un anticosentiero nel territorio umbro-marchigiano che collega Assisicon Ascoli Piceno. Il percorso è un importante diverticolotra Tirreno e Adriatico che traversa centri storici e luoghi diculto di primario interesse e che in parte percorre i tratturidelle transumanze appenniniche e in parte la stessa viaLauretana che collegava Loreto con Roma già dal XIV sec ele vie francescane medievali. il Fano Yacht Festival è Primo Salone in Acqua dell’Adriatico,Il Cammino Francescano della Marca ha uno sviluppo è innanzi tutto lappuntamento principe per gli amanticomplessivo di Km. 175,79, il punto più basso dell’intero del mare, il luogo dove scoprire le anteprime del settore,percorso è a 149 mt., quello più alto è a 857 mt.. Attraversa effettuare acquisti in ingresso alla stagione estiva. Operatori2 regioni (Umbria e Marche), 4 province (Perugia, e visitatori possono godere delle proposte più innovative delMacerata, Fermo e Ascoli Piceno), 15 comuni (Assisi, Spello, mercato nautico, di un vario programma di eventi di qualità,Foligno, Serravalle di Chienti, Muccia, Pievebovigliana, di un territorio ricco di storia e di tradizioni.Caldarola, Cessapalombo, San Ginesio, Sarnano, Amandola, La storica ed esclusiva location del Porto Turistico di Fano,Comunanza, Palmiano, Venarotta, Ascoli Piceno). sarà il luogo di incontro tra business e lifestyle!See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia Al Fano Yacht Festival si ritrovano ogni anno i protagonisti della nautica nazionale ed internazionale – dalla cantieristica, sia a vela sia a motore, all’accessoristica, agli operatori di charter, broker, servizi finanziari, abbigliamento – per quello che è diventato ormai un momento unico per gli affari, denso di dibattiti, eventi collaterali, anteprime. 150 imbarcazioni esposte 150 espositori 110 giornalisti accreditati mq. 80.000 di superficie espositiva 20 convegni eventi spettacolari e di intrattenimento Prove in mare Apprezzato e distintivo punto di forza del Fano Yacht Festival rispetto ad altri saloni, le prove in mare sono occasione esclusiva di promozione per gli espositori e grande attrattiva per gli interessati all’acquisto. 2
  3. 3. April 29th, 2012 Published by: MarchebreaksEventi Visitate San Ginesio tra I Borghi piùUn ricco programma di intrattenimento, eventi sportivi belli dItaliae convegni a tema accompagneranno la reale naturacommerciale della manifestazione.http://www.fanoyachtfestival.it/See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra ItaliaOrigine e Area di diffusione dei Piceni San Ginesio è uno de I Borghi più Belli dItalia e, anche tra questi, può essere annoverato tra i più belli ed interessanti. Fortunati i Marchigiani. Quanta Storia, arte, cultura e tradizioni in un piccolo centro italiano, meta ideale del turismo più curioso. E curioso è già il nome, per via della storia del Santo Patrono a cui è legato, giacchè Lucio Ginesio, prima della conversione fu attore, musico e mimo. Apprezzato e amato moltissimo dallimperatore Diocleziano (284-305) per la sua attività artistica, i suoi spettacoli, in cui si prendeva gioco proprio dei cristiani, risultavano spassosisimi.Le scoperte archeologiche degli ultimi decenni hanno Proprio lImperatore lo fece decapitare, nonostante gli fosseprodotto un quadro abbastanza chiaro delle culture e dei molto caro, perché, dopo aver a lungo dileggiato i cristianipopoli che hanno occupato il versante adriatico dallinizio durante i suoi spettacoli, improvvisamente si convertì alladelletà del Ferro fino alla conquista romana. Dallestremità nuova fede. Le sue spoglie sono custodite nella Chiesadella Puglia fino al confine tra Marche ed Emilia-Romagna Collegiata.lintera fascia costiera era occupata da due principali gruppietnici: quello iapigio, dal capo di S.M. di Leuca al Gargano, Per organizzare la vostra visita cliccate quie quello sabellico, dal fiume Fortore a Pesaro. Queste See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italiadue entità, distinte dal punto di vista linguistico, etnico Scialpinismo nelle Marche: La Virgolae culturale erano formate a loro volta da raggruppamentiminori. Procedendo da sud verso nord, degli Iapigi facevanoparte i Messapi, i Peucezi e i Dauni; il gruppo sabellicoera invece formato da Frentani, Marrucini, Vestini, Pretuzi (Monti Sibillini)e Piceni: questi ultimi costituivano lentità culturale piùconsistente e definita del gruppo sabellico.Leggi TuttoSee it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia Escursione di scialpinismo dalla Piana del Castelluccio a Cima del Redentore per Forca Viola. Discesa per la Virgola, nel Parco Nazionale dei Monti Sibillni. Il versante ovest della Cima del Redentore è solcato da numerosi canali, tutti sciabili. Partendo da Forca Viola abbiamo il Primo, il 3
  4. 4. April 29th, 2012 Published by: MarchebreaksSecondo, il Terzo, il Quarto ed infine il Quinto chiamato "La Nel 1485, in una fase in cui la città aveva raggiunto grandeVirgola", per la caratteristica foma curva della parte inziale... prosperità e benessere e non era più possibile importare reliquie dalla Terra Santa, si decise di far costruire «li merli eLeggi tutto e guarda le foto le difese d’intorno a tutto il corpo della chiesa» e di fortificareSee it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia il tempio perché potesse resistere «a ogni scorreria e impeto dei turchi»...Le strade del jazz 2012 Oggi Rocchette e Bastioni sono visitabili e interamente percorribili in un tour affascinante con guida, in grado di svelarvi curiosità e segreti della grande basilica. Scoprirete il mondo nascosto che si trova sopra le stupende volte affrescate della chiesa, fatto di ambienti un tempo abitati da soldati e di stupefacenti meccanismi architettonici che rendono possibile lo spettacolo sottostante. Leggi tutto See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra ItaliaTorna l’appuntamento forse più atteso, “Le Strade delJazz”, giunto ormai alla tredicesima edizione. Stavolta ilprogramma si snoderà attraverso dieci appuntamenti (di cui Le misteriose incisioni sul Monteuno doppio) e un seminario sul canto jazz, tendenti ad offrire Conerouno spaccato del jazz contemporaneo che guarda alla storiacome fonte inesauribile di idee ed emozioni. Ascolteremomusicisti fantastici e poco ascoltati in Italia, secondo latradizione migliore della rassegna, e repertori specifici, comenel tributo a Clifford Brown del pianista Bill Carrothers e larivisitazione del disco capolavoro di Miles Davis “Birth of theCool” effettuata dai nostri, sempre più meritevoli, musicistidella Colours Jazz Orchestra...Leggi tuttoSee it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia ..Sul terreno, in mezzo al bosco, spunta un lastrone di pietra di circa 75 metri quadrati solcato da diverse incisioniLoreto: i camminamenti di ronda del scavate inequivocabilmente dalla mano dell’uomo in epoca remota. A quanto pare queste incisioni sembrano essere lesantuario-fortezza più antiche raffigurazioni preistoriche di tutto il territorio marchigiano e la loro età può essere stimata tra il 10.000 e il 7.000 a.C. Le incisioni sono formate da canaletti rettilinei e circolari, piccole vasche e altri enigmatici segni. Sono state realizzate, probabilmente, mediante percussione con pietre più dure e la profondità varia tra i 2 e i 6 centimetri (escludendo le vaschette). Il loro significato è suggerito dal fatto che le coppelle hanno conservato parte del loro simbolismo nella sub-cultura contadina europea dei nostri giorni che attribuisce poteri curativi all’acqua piovana che vi si raccoglie. Paralitici e altri infermi cercano la guarigione bevendo l’acqua sacra e lavandovisi […]. Una coppella è l’equivalente di un pozzo sacro in miniatura. Studi successivi, però, hanno verificato che la disposizione e la geometria sembrano essere poco funzionali alla raccolta dell’acqua piovana e perciò si è andata sempre più escludendo questa interpretazione. Appare sempre più verosimile, invece, che dette incisioni siano state realizzate per scopi rituali in una ipotetica antica area sacrificale...La città, meglio nota per la Basilica della Santa Casa di Leggi tuttoNazareth, reliquia unica al mondo e gioiello di architettura See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italiarinascimentale, dopo ben 500 anni apre finalmente alpubblico le sue “Rocchette”: i suggestivi camminamenti dironda che sovrastano la basilica e che svelano una singolarefisionomia di basilica-fortezza.A partire dal XV-XVI secolo “Le Rocchette” ebbero unruolo fondamentale per la storia di Loreto e per la difesadell’importante reliquia conservata nella chiesa. 4
  5. 5. April 29th, 2012 Published by: MarchebreaksVisitate SantAngelo in Pontano. natali a Giovanni Battista Velluti, un famosissimo cantante lirico, lultimo dei grandi castrati, ma Corridonia assunse il nome corrente in onore di un altro illustre figlio, Filippo Corridoni e questo attraverso una raccolta di firme indetta nel 1931. Ma chi era costui che i più sembrano aver dimenticato? Filippo Corridoni nasce a Pausula il 19 agosto 1887 (cade in combattimento sul Carso il 23 ottobre 1915). Nella prima giovinezza è mazziniano. Uscito dalla Scuola Superiore Industriale di Fermo, si trasferisce nel 1905 a Milano dove è impiegato come disegnatore presso la ditta Miani-Silvestri. Si getta subito nella lotta sociale, militando nelle schiere del Sindacalismo Rivoluzionario. Egli pensa che il sindacalismo operaio possa creare uno stato nello stato e, successivamente, procedere alla conquista del potere. Austero, incurante di pericoli e di privazioni, sa infondere nella folla il fascino dei suoi ideali. Sostiene con stoica fermezza una lunga serie di battaglie contro il padronato che lo portano anche a persecuzioni ed esilio... Per saperne di più See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia(photo Giusepe Andrea Mosca) Festival dellAppennino - VideoAttraversando la piazza, divisa dalla strada provinciale 77, si Programma 2012prende una ripida salita che conduce al cuore di SantAngeloin Pontano.Una graziosa torre dellorologio diventa il punto diriferimento di vie, giardini e terrazze davvero graziosi.Tra gli edifici da noverare il teatro Comunale Angeletti,ristrutturato e riaperto al pubblico pochi anni fa e i resti dellacasa di San Nicola, il santo famoso in tutto il mondo.Salendo nel punto più alto della città, trovate invece i resti dellantico castello risalante al XII sec. ma soprattutto unaspettacolare vista che spazia da Sibilini al Monte Conero,dalla provincia di Macerata al Fermano fino allAscolano.Una buona idea per godere di questa visuale, è fermarsia mangiare presso il ristorante Duilia, proprio di fianco la Festival dellAppennino, il Programma 2012 presentato intorre dellorologio. Poco fuori il centro storico, nella vallata un video. Incrementati i paesi e i borghi dellentroterrache volge verso i Sibillini, noterete un poderoso edificio Ascolano coinvolti e numerose le novità.quadrato con una torre merlata centrale: è la Rocca di San See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra ItaliaFilippo di cui si hanno poche notizie e che dovrebbe risaliteal 1200...See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia Lo Sport sui Sibillini: La Valle del Lago di PilatoCorridonia, una città col nome di unSindacalistaCorridonia è un comune della provincia di Macerata dicirca 15.500 abitanti. Questa cittadina delle Marche nonsi è sempre chiamata così. In passato era il paese diMontolmo per poi chiamarsi Pausula. Come Pausula diede i 5
  6. 6. April 29th, 2012 Published by: MarchebreaksLa valle del lago di Pilato è solcata da numerosi itineraridi scialpinismo. Alcuni sono dei classici del gruppo altri, Rio Vitoschio e le porte del Montepiù impegnativi, vengono ripetuti più saltuariamente anche Neroneperchè non è sempre facile trovare le condizioni giuste peravventurarsi in questa valle. Lunga e incassata raccoglietutte le valanghe che cadono dai pendii laterali e quindi vapercorsa con neve ben assestata. Il percorso più conosciuto eripetuto è la via normale al Vettore da Foce di Montemonacopassando per il lago di Pilato, seguono il Ghiaione sud ediversi altri che scendono dalle cime secondarie delle duelunghe creste che si snodano lungo la valle. Comunquenessun itinerario può essere classificato come facile a menoche non ci si fermi al lago; raggiungere la vetta del Vettorecomporta il superamento delle "Roccette", un tratto ripidoche spesso richiede luso dei ramponi, il Ghiaione sudpresenta un tratto ripido che richiede una buona padronanzadegli sci come pure tutto il versante ovest del Vettore.Sicuramente qui è possibile fare gite scialpinistiche digrande soddisfazione e ognuno può trovare pane per i suoidenti... Leggi tuttoSee it on Scoop.it, via Le Marche unaltra ItaliaMuseo della Cartiera Papale ad AscoliPiceno Oltre labitato di Piobbico (PU) si trova il "Rio Vitoschio"e lingresso di una valle incantata conosciuta per le cosiddette "Porte": due immensi blocchi di calcare separati da pochi metri, quelli che il ruscello è riuscito a scavare tra essi. Le Porte sembrano voler nascondere e proteggere dalluomo la bellezza selvaggia di questa profonda valle del Monte Nerone. Leggi tuttoAl Museo della Carta di Ascoli Piceno sono esposte lericostruzioni di tutti i macchinari che vennero utilizzati per See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italiala produzione della carta. E possibile seguire un itinerariocon immagini e video che ricostruiscono tutto il percorsoche veniva fatto dallacqua allinterno della struttura; questoMuseo è davvero affascinante in quanto vi potrete rendereconto di come fosse difficile realizzare la carta e quantotempo richiedesse il tutto. Sempre legato al Museo dellaCarta, al primo piano visitate la Sala Macine, dove potreteammirare i resti e le ricostruzioni proprio delle antichemacine del 1500.Di diverso stile, ma sempre affascinante, la Collezione Orsinidel 3 piano, dove si trova la collezione naturalistica delfarmacista ascolano che tra il 1700 ed il 1800 ha conservatomigliaia di reperti minerali, conchiglie e fossili. Ricordiamoinfine la presenza di due sale espositive che ospitanoperiodicamente mostre di scienza, di tecnologia o di arte, conscopi didattici per gruppi scolastici e famiglie, garantendouna visita attiva alla Cartiera.See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia 6
  7. 7. April 29th, 2012 Published by: MarchebreaksSerena Abrami e il suo Nuovo Sito cariche di storia, con le case di calcare bianco, i vicoli stretti della zona della “Torre”.Ufficiale La Numana “bassa” è invece la zona del porticciolo turistico ed il lungomare che scende verso sud caratterizato dalle numerose strutture turistiche e balneari... Per saperne di più See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia Scopri il Piceno e i suoi SaporiSerena Abrami è una cantante e cantautrice marchigiana(Civitanova Marche 1985) e sin da piccola appartiene alla La Riviera delle Palme con la sua stupenda San Benedettomusica intesa come movimento dinsieme, linguaggio, vita. del Tronto e le colline Picene con la magnifica Ascoli Piceno ti aspettano per un week- end davvero interessante.Attualmente è impegnata nella lavorazione del secondo La proposta è così composta:album, con la produzione e la supervisione di Luca Vicini"Vicio", bassista dei Subsonica, con la collaborazione dello • Relax in spiaggia e prima tintarella;scrittore Luca Ragagnin per i testi, del compositore Mauro • Visita ai borghi medievali del PicenoRosati per le armonie e gli arrangiamenti e del chitarrista eproduttore dei Subsonica Max Casacci per la produzione e • Visita e Grandi Eventi ad Ascoli Piceno: Fritto Misto escrittura di due canzoni. CeramicAscoliAd anticipare il lavoro, in tutti gli store digitali il 21 Una nota speciale la merita "Fritto Misto" ottava edizione.aprile 2012 è disponibile il nuovo singolo "Ottobre", con la Dal 25 aprile al 1° maggio 2012 torna ad Ascoli Picenopartecipazione di Tommaso Cerasuolo Fritto Misto, la manifestazione che sa valorizzare una tecnicaSee it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia di cottura come la frittura. Potrete gustare specialità locali come le Olive allAscolana che vedrete preparare ancheA Numana, in vacanza sulla Riviera del in una competizione fra massaie, specialità venete come i panzerotti al Borgoforte, un formaggio da latte mistoConero tra mare e natura vaccino-ovino invecchiato quattro anni, liguri come i frisceu, specialità sudamericane come gli arepas, l’arroz chaufa e i picarones e giapponesi come la tempura. Abbinato a “Fritto Misto” un altro grande evento giunto alla quarta edizione: "CeramicAscoli". Esposizione e vendita di ceramiche artistiche provenienti da tutta Italia anchesso programmato per sabato 30 aprile e domenica 1° maggio nella centralissima Piazza del Popolo. Durante CeramicAscoli il visitatore avrà la possibilità di cimentarsi nella manipolazione dellargilla e nellaNumana è un piccolo comune a 20 chilometri da Ancona che decorazione pittorica, di frequentare corsi e laboratori, disi affaccia sul mare nella meravigliosa cornice della Riviera visitare laboratori artigianali, di lasciarsi affascinare delledel Conero. ceramiche artistiche messe in mostra e in vendita e di usufruire di suggestive visite guidate alla città e ai musei...Straordinario luogo di villeggiatura nel periodo estivo,Numana sa offrire a chi decide di soggiornarci qualche Scopri lofferta in Hotel 3 stelle a San Benedetto del Trontogiorno emozioni e momenti indimenticabili. See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra ItaliaIl piccolo borgo di Numana alta, situata alla sommità di unafalesia a picco sul mare, è un intreccio di viuzze ripide e 7
  8. 8. April 29th, 2012 Published by: MarchebreaksSirolo, perla della Riviera del Conero e e al Monte Conero, e se si è particolarmente fortunati si può scorgere persino la costa dalmata.dellAdriatico Le sue origini risalgono alla preistoria: ma se ben poco rimane dellera antica (da vedere il Museo Archeologico Statale), molto si conserva dellimpianto medievale del Borgo: mura, vicoli e stradine dal fascino ancora intatto. Molti gli edifici religiosi e i palazzi nobiliari, ma non mancano particolarità come il Vicolo delle streghe o la Fontana del Maltempo. Tra i gioielli di Cingoli, sicuramente da segnalare la Madonna del Rosario e Santi di Lorenzo Lotto, che recentemente ha fatto bella mostra di sé alle Scuderie del Quirinale, in occasione dellesposizione dedicata allartista veneto. Leggi tutto See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra ItaliaSirolo, è un piccolo comune sulla Riviera del Conero a circa20 km da Ancona, adagiato fra il verde del monte Conero ed Non è Pasqua nelle Marche senza iil blu del mare Adriatico.. Passeggiando tra le vie del centrostorico di Sirolo scoprirete il tipico paesino medioevale, le cacioni o calcioni o caciù o peconi osue piazze e le sue vie che, soprattutto nelle belle giornate, pecùsi animano con caffè all’aperto, piccoli ristoranti, bottegheartigiane e mercatini.Dalla piazzetta-belvedere potrete ammirare la costa e laspiaggia alle pendici del Conero, il blu intenso del mare.Sirolo è tra le principali località turistiche in Italia perl’eccellenza nella tutela dell’ambiente naturale: ne sonotestimonianza i vari riconoscimenti di Lega Ambiente,Touring club, per non dimenticare l’assegnazione dellaBandiera Blu d’Europa...Tutto larticoloSee it on Scoop.it, via Le Marche unaltra ItaliaBorghi più belli dItalia: Cingoli Nelle Marche sono conosciuti con svariati nomi di cui la metà di questi rappresenta lItalianizzazione del nome dialettale tradizionale. Sono dei ravioloni salati di pasta fresca (ne esiste una versione dolce ed una con spinaci del nord delle Marche). Il loro ripieno è composto da formaggio pecorino e uova, una ricetta ricca che un tempo veniva riservata per la festività Pasquale. Un tempo le famiglie andavano incontro ai pastori che coi loro greggi attraversavano zone rurali e villaggi, per barattare galline, uova, carne, frumento, vino o vinocotto marchigiano, con latte, formaggio, agnelli. Il loro sapore a seconda delle varianti è sempre fragrante, intensamente o delicatamente profumato di formaggio eDa qualche anno entrata a far parte dell«esclusivo» club limone.dei Borghi più belli dItalia, la città di Cingoli val bene Ricetta (rosemarieandthyme.blogspot.it)unarrampicata. Ingredienti per circa 24 caciùCingoli, Palazzo Comunale e Torre CivicaSi trova infatti sulla sommità del monte Cingulum o Circe, Pasta frescaa 630 metri s.l.m.: una vera e propria terrazza panoramica 200 g. di farina 00,che ha fatto di Cingoli il "Balcone delle Marche" sin dai tempipiù remoti. Da qui, lo sguardo del viaggiatore si distende 2 uova intere,lungo il territorio marchigiano, fino ad arrivare allAdriatico 8
  9. 9. April 29th, 2012 Published by: Marchebreaksvino bianco (facoltativo) Alla fine, alcuni concorrenti rifanno il gioco battendo la parte dietro e intatta dell’uovo, appunto il “cul”.Ripieno100 g. di pecorino, See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia100 g. di parmigiano, Trekking Urbano ad Ascoli Piceno100 g. di ricotta,3 uova intere,buccia grattugiata di un limone,mezzo cucchiaino di pepe nero macinatoper spennellare i ravioli 2 tuorliCliccate per le istruzioniSee it on Scoop.it, via Le Marche unaltra ItaliaUrbania: "Punta e Cul" il gioco dellatradizione pasquale Una passeggiata immersi nella natura, camminando lungo le sponde del fiume Castellano - uno dei due della città, insieme al Tronto - per respirare aria pulita ed ammirare un paesaggio davvero meraviglioso. Avendo di fronte a voi il Duomo di Ascoli girate a destra sotto larco, conosciuto come Porta Vescovo e proseguendo per circa 40 metri prendete la discesa che vi conduce al parcheggio di Torricella. Superato il parcheggio, dovrete salire per pochissimi altri metri e alla vostra destra troverete lingresso - ancora in fase di costruzione e quindi non completato. Da qui inizia la vostra passeggiata immersi nella natura; non manca nulla, dalle piante al rumore dello scorrere delQuesto popolare gioco riprende l’appuntamento dell’aia fiume passando per una piccola cascata che vedrete sullacontadina nei giorni delle feste pasquali, quando l’uovo vostra sinistra. Dopo circa 10 - 15 minuti di passeggiataaveva un forte valore economico e di scambio. Ancora oggi, vi troverete sotto il bellissimo ponte di Porta Cartara edla mattina di Pasqua e il lunedì dell’Angelo, nella piazza alla vostra sinistra, se avete del tempo, fermatevi a vederecentrale di Urbania e presso il Santuario di Battaglia (a 3 km. la bellissima Cartiera Papale, di cui parleremo in un postdal centro), partecipano a questo gioco tradizionale, oltre dedicato...agli anziani anche numerosi giovani e turisti. Leggi tuttoAlcuni volenterosi organizzano la gara preparando centinaiadi uova sode che trasportano sulla piazza con canestri di See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italiavimini. I concorrenti, dai 15 ai 20, pagano una piccola quotaagli organizzatori e poi si dispongono in cerchio.Le uova vengono sistemate a terra con un disegno a formadi “S”, in numero doppio rispetto ai partecipanti (2 perciascuno per 2 giri). Segue la “conta” per stabilire chi iniziail gioco: il fortunato sceglie il primo uovo a destra o asinistra della fila, valutandone attentamente la consistenza(per battere si usa la punta dell’uovo). Gli altri concorrentidebbono poi, obbligatoriamente, prendere il loro uovoseguendo il lato della fila del primo uovo scelto.Inizia così la gara, girando in senso antiorario: vince chi, nelconfronto, riesce a mantenere il suo uovo intatto battendolocontro quello del vicino.Il giocatore continua così finché il suo uovo resiste,intascando tutti quelli che riesce a rompere: il gioco viene poiproseguito dal successivo concorrente e così via per i 2 giri. 9
  10. 10. April 29th, 2012 Published by: MarchebreaksIl nuovo mercato ittico di Porto San See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra ItaliaGiorgio Premio Internazionale Massimo Urbani 2012 | XVI Edizione Premio Massimo Urbani | Premio Internazionale per Solisti JazzSituato sul molo sud, il nuovo mercato ittico di Porto SanGiorgio è stato voluto dallAmministrazione Comunale perrazionalizzare le attività legate alla pesca e perché diventasseun punto dinterazione tra cittadini e gli operanti del settore.Anche per questo motivo, la scelta dei progettisti è stataquella di realizzare un architettura che potesse distinguersidal contesto, creando un nuovo punto di riferimentovisivo nella zona portuale. La sagoma delledificio nascedallunione di più volumi incastonati tra loro, dando vita aduna composizione che rispecchia la molteciplità delle attività Il Premio Massimo Urbani è il prestigioso concorsoche in essi si svolgono. internazionale per solisti che dal 1996 scopre i giovaniClicca e Leggi Tutto talenti del jazz, il cui scopo è quello di attirare giovaniSee it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia musicisti talentuosi nel nostro territorio. Il Premio nasce nel 1996 ad Urbisaglia (MC), da un’idea dell’attuale direttore artistico Paolo Piangiarelli in memoria di Massimo Urbani,Progetto Suasa: uno dei migliori esempi geniale sassofonista romano prematuramente scomparso.di fruizione virtuale di un Museo Il Premio, che oggi coinvolge le città di Camerino, Urbisaglia e Macerata, organizzato dall’Associazione Culturale Musicamdo, è riuscito nel corso degli anni a valorizzare e dare visibilità a giovani musicisti in breve divenuti stelle del jazz. Il prestigio così acquisito ha permesso al Premio di divenire palcoscenico di assoluta ribalta per i giovani talenti del jazz internazionale. Dal 2004 grazie al supporto dell’Università di Camerino UNICAM al vincitore del Premio Urbani viene anche assegnato il Premio UNICAM Jazz, un contributo che permette ai vincitori di incidere il loro primo disco da professionisti. La scadenza per l’invio delle domande il 14 Aprile 2012. La partecipazione al concorso è aperta ai musicisti diIl Consorzio Città Romana di Suasa, a cui è delegato il ogni nazione e strumento musicale, senza alcun limitecompito di gestire il Parco Archeologico Regionale della di età. È possibile scaricare il bando dal sito webCittà Romana di Suasa e il Museo Archeologico Comunale www.premiomassimourbani.com e ottenere le informazionidella Città Romana di Suasa, ha voluto mettere in atto un necessarie per compilare la domanda d’iscrizione. Ilprogramma che vede nella costituzione delle sezioni Web del concorso è in programma a Camerino (MC) nei giorniParco Archeologico e del Museo, integrate nel sito ufficiale 7-8-9- Giugno 2012, i partecipanti ammessi alla fase finaledel Consorzio, il collettore di tutte le informazioni e di tutti saranno ospiti dell’organizzazione del Premio Urbani. Laquei sistemi propedeutici alla conoscenza e alla visita dei giuria è composta dal talent scout e fondatore del premionostri beni. Paolo Piangiarelli, da Enrico Rava quale presidente di giuria, Maurizio Urbani e dal Trio che accompagna i candidati:Oltre alle telecamere, per altro temporaneamente fuori Andrea Pozza, Massimo Moriconi e Massimo Manzi.servizio, il progetto si avvale di panoramiche a 360° del foroe ricostruzioni virtuali in 3D, Panoramiche della Domus dei Massimo Urbani È considerato uno dei maggiori interpretiCoiedii, della ricostruzone virtuale del foro. Pezzo forte del della storia del jazz e in omaggio al compianto musicistaprogetto sono le panoramiche a 360° delle Sale del Museo ecco un link dove ascoltare la sua interpretazione dicon Audio Guida. "Everything Happens To Me", dallalbum "The Blessing", 10
  11. 11. April 29th, 2012 Published by: Marchebreakstuttora ritenuta da molti tra le migliori mai realizzate:http://www.youtube.com/watch?v=qaatNnfHKUo Apecchio, un paesino per la PasquaSee it on Scoop.it, via Le Marche unaltra ItaliaCagli e La Processione del Cristo MortoLa Pasqua a Cagli raggiunge livelli particolarmentestruggenti il giorno del Venerdì Santo, con la "Processione Trascorrere questa Pasqua 2012 nelle Marche, per viveredel Cristo Morto", che è legata alla Confraternita del insieme alla piccola comunità di Apecchio, una rievocazioneSantissimo Crocifisso e San Giuseppe eretta nel 1537. storica di grande pathos la "Passio": oltre cento figurantiLa processione del tardo pomeriggio, dopo la deposizione, in costumi depoca fedelmente riprodotti, scenografie benpartendo dal Duomo si conclude di fronte alla chiesa di San curate, musiche suggestive, giochi di luce della viva fiammaGiuseppe con i due gruppi contrapposti dellAddolorata da delle torce.un lato e quella del Cristo dallaltra ai piedi della grande Il Comune di Apecchio si trova nelle Marche, in provinciacroce tra le statue di San Giovanni e la Maddalena. Il di Pesaro e Urbino ed ha una estensione di 103,12 kmq.simulacro del Cristo viene infatti esposto alla devozione dei Un territorio ricco di verdi pascoli, cime innevate e sorgentifedeli allinterno della chiesa, dopo essere stato adagiato di acque oligominerali e sulfuree, popolato da caprioli,sotto un antico pregevole baldacchino di tessuto nero con i cinghiali e lupi spesso sorvolato dalla regina dei cieli: l’aquilasimboli della Passione ricamati con argento filato. Le pareti reale. Il capoluogo è adagiato sul fondovalle a 475 metridella chiesa per loccasione risultano invece addobbate da s.l.m. Il primo nucleo abitato fu probabilmente edificatododici stendardi da parata di lino del Seicento. circa duemilaottocento anni fa, da un gruppo di Piceni, sul terrazzo fluviale posto alla confluenza dei fiumi MenatoioLa sera oltre quattrocento confratelli delle cinque distinte e Biscubio. Sparse sul territorio troviamo le frazioni diconfraternite cittadine, partendo dalla chiesa di San Serravalle di Carda (750 metri s.l.m.), Valdara e ColombaraGiuseppe, danno vita allimpressionante corteo religioso che poste ai piedi del Monte Nerone (1526 metri s.l.m.), e Pietraprecede il carro dove è deposto il Cristo morto. Scalzi, in Gialla...segno di penitenza, ed incappucciati poiché la carità nonammette alcun esibizionismo, i confratelli marciano per la Per saperne di piùcittà in religioso silenzio o recitando le preghiere solite, See it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italiaaccompagnati dal suono mesto di un tamburo e da scelti I grandi Marchigiani di ieri e di oggi:brani musicali.[testo tratto da “ Il Forestiere in Cagli ” di AlbertoMazzacchera] Massimo Girotti da MoglianoSee it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia Massimo Girotti che nacque nel 18 a Mogliano e morì a Roma nel 2003 alletà di 84 anni, era il più simpaticamente bello dei giovani attori che sono emersi nel cinema italiano degli ultimi anni del fascismo e del primo dopoguerra. Ha giocato un ruolo importante per Roberto Rossellini e Vittorio De Sica, ed è stato il protagonista maschile nelle caratteristiche di esordio di Luchino Visconti, Giuseppe De Santis e Michelangelo Antonioni. Anche se non ha mai raggiunto lo status carismatico di una stella assoluta, ha avuto una carriera prestigiosa sullo schermo e palcoscenico. 11
  12. 12. April 29th, 2012 Published by: MarchebreaksFu un campione di nuoto nella sua adolescenza, Girotti funotato allapertura degli studi di Cine Città alla fine del 1930,e gli fu ha offerta una piccola parte in Dora Nelson, il primofilm diretto dallo scrittore Mario Soldati. Con AlessandroBlasetti prenderà parte a , La Corona Di Ferro (1939).Film di Blasetti lo rese una star popolare, e Rossellini loscelse nel suo successivo film, Un Pilota Ritorna (1942),scritto dal figlio di Mussolini, Vittorio, allora capo del cinemaitaliano. Antonioni è stato tra gli sceneggiatori e Girotti hainterpretato un pilota italiano fatto prigioniero dagli inglesiin Grecia.Allinizio della guerra, aveva incontrato Luchino Visconti,e potuto interpretare il robusto Gino nel primo film delregista, Ossessione (1943), nella versione italiana de Ilpostino suona sempre due volte. La sensualità combinata diGirotti e Clara Calamai fu provocatorio per quei tempi - mail film segnò la nascita di quello che fu in seguito conosciutocome "neo-realismo". Quando i fascisti videro il film, tutte lecopie furono frettolosamente ritirate.Dopo la guerra lavorò più volte per Visconti: nel 1946...Cliccate sulla foto per saperne di piùSee it on Scoop.it, via Le Marche unaltra Italia 12

×