Firenze winter school

393 views
294 views

Published on

la relazione illustra l'organizzazione ospedaliera attuale, le nuove modalità organizzative per la presa in carico dei pazienti garantendo efficacia, efficienza e alti livelli di umanizzazione

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
393
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Firenze winter school

  1. 1. ORGANIZZARE UN OSPEDALE OGGI Dott. Marcello Acciaro AO di Gallarate (VA)
  2. 2. l’Ospedale rispecchia la Medicina del momentoI pauperes et infirmi: le Abbazie. 800 d.C.I lazzaretti: Venezia. 1423Le malattie vengono da Dio: l’Ospedale del Filarete. 1456L’Infermeria di Florence Nightingale. I Padiglioni. 1800Aggreghiamoli: il monobloccoMa ci serve anche la piastra …….. E oggi?
  3. 3. OGGI High TechDiurni Il resto
  4. 4. High High Tech. Tech Diurni Il resto Ospedali per intensità di cure ed assistenza Alta intensità Di cure ALTA TECNOLOGIA ALTI COSTI Formazione Ricerca IRCCS Poli Universitari e AOUhttp://nyp.org/pro/operating-rooms-of-the-future.html
  5. 5. HighDIURNI Tech Diurni Il resto 5 Hygiene standards Istituto Gaslini di Genova: L’Ospedale di Giorno
  6. 6. High DIURNI Tech Diurni Il restoPiccolo quadro normativo:• DGR 9014/2009: All. 1 elenco procedure in BIC• DGR VIII 10804 del 16.12.2009. Regolamentazione BIC• DGR IX 937 del 1.12. 2010. Le MAC• Patto salute 2010-2012 all. B: 108 DRG a rischio inappropriatezza• DGR IX 4334 26.10.2012: procedure mono operatore• DGR 4605 in attuazione della L. 135/2012 (Disposizioni urgenti per la revisione…) • Conferma il rapporto 3,7 pl/1000 abitanti. 3.84 corretto per mob. • Macroaree di 2.000.000 di abitanti • Emodinamiche: 250 angioplastiche/anno • Cardiochirurgie: 300 i.c. in extracorporea • Chirurgie vascolari: 200 i.c. esclusi vasi arti inferiori • Neurochirurgie: 200 i.c. escluse artrodesi • Chirurgie toraciche: 200 i.c.
  7. 7. High DIURNI Tech Diurni Il restoCODICE PACCHETTI MACMAC 01 Chemioterapia con somministrazione di farmaci ad alto costoMAC O2 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costoMAC 03 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo per patologia oncoematologicaMAC 04 Terapia antitumorale con somministrazione di farmaci orali o IMMAC 05 Terapia di supportoMAC 06 Pacchetto riabilitativo ad alta complessitàMAC 07 Pacchetto riabilitativo a media complessitàMAC 08 Pacchetto riabilitativo a bassa complessitàMAC 09 Somministraz. Terapia infusionale in pz con patologie acute croniche che non necessitano di ricovceroMAC 10 somminist. Terapia infusionale con farmaci che richiedono monitoraggio per ev. avversiMAC 11 Manovre diagnostiche complesse invasive semplici (osservazione 2-4 ore)MAC 12 Manovre diagnostiche complesseo rese complesse per osservazione in ambiente protetto (oss. 6-8 ore)
  8. 8. High DIURNI Tech Diurni Il restoBIC DRG 1 Ortopedia 1 3 2 Chirurgia 4 19 Chirurgia plastica 5 ORL Ginecologia 6 Oculistica Nefrologia 14 Odontoiatria 14 Urologia Pneumologia
  9. 9. Come si traduce…… ANGERA 9014 DIPARTIMENTI DGR UO ORDINARI DAY HOSP TECNICI TOTALI Implementi 9014/2009 Attivi Accreditati Attivi Accreditati Attivi AccreditatiCHIRURGIA GENERALE 16 33 2 4 4 4 18 18ANESTESIA 2 2 2 2 CHIRURGICOGINECOLOGIA 5 5 5 5ORTOPEDIA 5 1 1 3 3 9 9OSTETRICIA 7 12 2 2 1 1 10 12PEDIATRIA 4 6 1 1 1 1 5 4 MATERNO INFANTILENIDO 12 12 12 12MEDICINA GENERALE 42 44 2 4 2 2 46 44 INTERNISTICOSUBACUTA 2 2 2 2 RIABILITATIVORIABILITAZIONE GERIAT 12 12RADIOLOGIA DIAGNOSTICODIALISI CAL 4 4 4 4BLOCCO OPERATORIOCAMERA MORTUARIAPRONTO SOCCORSO DIREZIONE MEDICASTERILIZZAZIONEPOLIAMBULATORIODIREZIONE MEDICA 81 114 10 14 27 27 113 124 155
  10. 10. High IL RESTO Tech Diurni Il restoREGIONE TUTTI >121 <120 plPIEMONTE 79 43 36LOMBARDIA 199 118 81P.A. BOLZANO 12 4 8P.A. TRENTO 13 7 6VENETO 33 13 20FRIULI VGLIGURIA 21 15 14 9 7 6 OspedaliEMILIA ROM. 72 40 32TOSCANA 70 30 40UMBRIA 15 8 7MARCHE 29 15 14LAZIO 135 60 75 549 > 120 plABRUZZO 29 15 14 617MOLISE 11 8 3 < 120 plCAMPANIA 114 49 65PUGLIA 70 39 31BASILICATA 12 6 6CALABRIA 63 17 46SICILIA 129 35 94SARDEGNA 43 18 25VALLE DAOSTA 2 1 1 TOTALI 1166 549 617www.dati.salute.gov.it
  11. 11. già, il resto………REGIONE TUTTI >121 <120 pl < 80 plPIEMONTE 79 43 14 22LOMBARDIA 199 118 45 36P.A. BOLZANO 12 4 2 6P.A. TRENTO 13 7 4 2VENETO 33 13 10 10FRIULI VG 21 14 3 4LIGURIA 15 9 1 5EMILIA ROM. 72 40 12 20TOSCANA 70 30 7 33UMBRIA 15 8 0 7MARCHE 29 15 4 10LAZIO 135 60 15 60ABRUZZO 29 15 3 11MOLISE 11 8 0 3CAMPANIA 114 49 23 42PUGLIA 70 39 11 20BASILICATA 12 6 1 5CALABRIA 63 17 16 30SICILIA 129 35 28 66SARDEGNA 43 18 7 18VALLE DAOSTA 2 1 0 1 TOTALI 1166 549 206 411www.dati.salute.gov.it
  12. 12. Posti letto in Italia - 2011 PL 20478 8166 Ordinari TOTALI DH 26736 211432 DS10521 Acuti Lungodegenza Riabilitazione 202819
  13. 13. “Chiudiamo i piccoli ospedali”. Si. No? Boh!…un incentivo alla pratica del "parto indolore", anchese lepidurale potrà essere messa a disposizione dellefuture mamme solo nelle strutture adeguatamenteattrezzate che le Regioni dovrannoindividuare, sviluppando appositi programmi perdiffonderne lutilizzo. Difficile quindi nei numerosipiccoli ospedali con punti nascita che fanno meno di500 parti lanno. Sen. Antonio Gentile
  14. 14. “Chiudiamo i piccoli ospedali”. Si. No? Boh!Avanziamo, in particolare, forti perplessità, perquanto riguarda lanestesia epidurale. Per attuare neinostri ospedali il tanto desiderato partoindolore, richiesto dal 90% delle gestanti ma offertosoltanto dal 16% delle strutture, sarebbe necessario unnumero ben più considerevole di anestesisti rispetto aquello oggi offerto nei nostri nosocomi». Presidentedella Commissione parlamentare dinchiesta suglierrori e i disavanzi sanitari regionali, AntonioPalagiano.
  15. 15. “…e allora? Una giornata di ricovero è costata nel 2001 1.453 euro in Basilicata (Ospedale Oncologico Regionale), 1.018 euro nelle Marche (Ospedale Lancisi), 876 euro in Campania (Ospedale Cotugno), 382 euro in Lombardia (S. Antonio Abate) e 375 euro in Sicilia (Ospedale Vittorio Emanuele). Il costo medio per giornata di degenza a livello nazionale è pari a 674 euro; il costo maggiore si registra nella regione Piemonte con 932 euro, mentre in Liguria si registra il costo minore pari a 593 euro, DATI 2011 AO DI GALLARATE PO Gallarate PO Somma PO Angeracosti diretti 119.505.236 15.462.371 17.309.447costi indiretti (esclusi generali) 27.425.784 3.823.273 5.111.036costi totali 146.931.020 19.285.644 22.420.483gg di degenza (da dimessi) 131.570 28.059 22.697costi diretti per gg di degenza 908 551 763costi totali (esclusi generali) per gg di degenza 1.117 687 988
  16. 16. Le cause dell’aumento dei bisogni Invecchiamento della popolazione Nuove Nuove tecnologie malattie Da: M. Gray e W. Ricciardi
  17. 17. appropriatezza inefficienza€ Area del Rischio inefficacia complessità
  18. 18. I primi 10 DRGRank DRG M/C DESCRIZIONE Q % % CUM1 373 M Parto vaginale no c. 323.412 4,4 4,42 127 M Insuff. Cardiaca e shock 206.573 2,8 7,23 371 C Parto cesareo 196.393 2,7 9,84 544 C Sostituz articol. > e reimp. 138.655 1,9 11,75 359 C Interventi su utero no NPL 115.810 1,6 13,36 087 M Edema polm. e insuff. resp. 111.700 1,5 14,87 014 M Emorragia intracr. o inf. cer. 92.584 1,3 16,18 430 M Psicosi 89.563 1,2 17,39 410 M Chemioterapia 83.083 1,1 18,410 183 M Esofagite, gastrite et Al. 81.047 1,1 19,5
  19. 19. Torniamo ai piccoli ospedali
  20. 20. La Provincia di Varese • 883.316 abitanti • 295.000 abitanti Distretto di Gallarate • 3 Aziende ospedaliere • 10 Ospedali pubblici • 2 Ospedali Privati > e altri < • 2832 posti letto acuti delle 3 AO (3,21/3,5) • Di cui 2597 pl ord.; 235 in DH/DS • 630/784 pl in riabilitazione • 1 ASL • 1 mega aeroporto • Molte industrie
  21. 21. Piccoli OspedaliPUNTI DI FORZA PUNTI DI DEBOLEZZAAssistenza a Km 0 Poca tecnologiaPoco costosi Clinical competenceProdotti personalizzati Poche sinergieAlta umanizzazione Gestione complicanzeHeimat Trasporti secondariBIC e MAC Rischio per i pazienti?
  22. 22. Come gestire i piccoli ospedali Hub & Bed Spoke Grouping Case manage ment Presa in carico
  23. 23. Intensità di cure 1 1coordinatore coordinatore DEGENZA LUNGA AREA URGENZA Apertura Apertura 24/24 ore 24/24 ore Letti LettiINVISIBILI DISPONIBILI AL PS AL PS 1 Coordinatore SCALE BED MANAGER 1 coordinatore DAY Apertura lunedì SURGERY DEGENZA ore 07.00 LUNGA Chiusura sabato ore 14.00 Letti WEEK SURGERY INVISIBILI AL PS
  24. 24. Bed Grouping n° pazienti per settore/infermiereBassa assistenza 12-14 pazienti(120’)Media assistenza 9-12 pazienti(180’)Elevata assistenza 6-9 pazienti(240’)Sub intensiva (300’) 3-6 pazientiIntensiva (600’) 2-3 pazienti
  25. 25. L’infermiere di settore assume la responsabilità del gruppo di persone ricoverate nel settore a cui è assegnato (presa in carico) ha una conoscenza globale dei bisogni delle persone ricoverate di cui è responsabile effettua quotidianamente una valutazione clinico-assistenziale congiunta con il medico di riferimento pianifica, attua, valuta e registra sulla documentazione sanitaria le prestazioni infermieristiche attribuisce al personale di supporto quegli interventi assistenziali caratterizzati da aspetti più tecnici e connotati da bassa complessità e da alta riproducibilità.
  26. 26. SETTORI e CODICE COLORE
  27. 27. IL CASE MANAGEMENT
  28. 28. L’ HUB & SPOKE
  29. 29. IL VALORE
  30. 30. Concludendo rispondiamo ai politici

×