Nuovi modelli di relazione per imprese e pa

641 views
578 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
641
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Nuovi modelli di relazione per imprese e pa

  1. 1. Daniele MarazziOsservatori ICT & ManagementSchool of Management – Politecnico di MilanoOsservatorio Fatturazione Elettronicae DematerializzazioneLa Digitalizzazione dei processiNuovi modelli di relazione per impresee Pubbliche Amministrazioni
  2. 2. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013AgendaL’ambito di riferimentoLa diffusione in Italia dei progetti di Dematerializzazionee Fatturazione ElettronicaL’approfondimento giuridico-normativoCome può aumentare la diffusione
  3. 3. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Gli Osservatori ICT&Management delPolitecnico di Milano – Alcuni numeriComunicazioneFormazioneConsulenzaRicercaapplicataCOMMUNITY!  38 Osservatori!  80 ricercatori e staff!  140 Research Reportprodotti dal 2011!  Oltre 3.000 aziendeanalizzate!  Oltre 100 eventi!  Oltre 13.000 partecipanti!  2.000 articoli sulle principalitestate nazionali!  Presenza continuativa su Radio e TV!  19 corsi in GestioneStrategica dell’ICT!  Master di 2° Livello!  Executive MBA!  Laurea specialistica!  Decine di progetti significativicon grandi imprese, PMI e PA!  Sviluppo di tavoli di lavoro ebenchmarking!  Assessment benefici e redditivitàdell’innovazione digitale!  125.000 contatti unici Osservatori.net!  Newsletters Knowledge: ca. 130.000iscritti
  4. 4. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013L’Osservatorio Fatturazione Elettronicae DematerializzazioneGli Obiettivi dell’Osservatorio!  Comprendere i processi impattati, le tecnologie, la diffusione nei settori, le sceltestrategiche (make or buy) dei progetti di Dematerializzazione e Digitalizzazione deiprocessi!  Identificare e stimare le potenzialità di questi progetti nel creare valore per le aziendeutenti!  Analizzare e comprendere le principali criticità e barriere all’adozione!  Studiare le dinamiche del processo decisionale, il grado di coinvolgimento deiResponsabili di Funzione, fino al CEO e ai suoi riporti diretti!  Analizzare criticamente il quadro normativo e gli standard, sia in Italia sia in EuropaLa Mission!  Studiare approfonditamente e criticamente le molteplici soluzioni a supportodel Ciclo Ordine-Pagamento:!  Analizzare le opportunità della Digitalizzazione dei processi aziendali einteraziendali"  la Fatturazione Elettronica"  la Conservazione Sostitutiva"  l’Integrazione e la Dematerializzazione dell’intero Ciclo Ordine-Pagamento
  5. 5. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013La storia dell’OsservatorioFatturazione Elettronica... ma non solo!Benefici della DematerializzazioneFatturazione Elettronica: beneficinon solo sulla cartaIniziative di Sistema e Diffusionedei progetti di Dematerializzazione“Fare Sistema”: il vero motoredella Fatturazione ElettronicaRedditività dellaDematerializzazioneLa Fatturazione Elettronicacome “chiave di volta” nellacollaborazione tra imprese,banche e PAFocus su Dematerializzazione,eSupply Chain Collaboration eFinancial Value ChainOltre la FatturaEnfasi sulla Comunicazionedei risultati e sviluppo deitool di self assessmentLa Fatturazione Elettronica inItalia: reportage dal campo2008 2009 2010 20112007 2012
  6. 6. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013I possibili approcci alla Digitalizzazione fanno riferimento a 3 «finalitàprogettuali» principali, ciascuna caratterizzata da impatti specificiI possibili approcci alla Digitalizzazione•  Focus: scambio di informazioni tra attori del processo•  Benefici principali: riduzione delle attività di processamento deidocumenti (data entry) e incremento di qualità del processo(riduzione degli errori)•  Focus: formazione e gestione dei documenti, prevalentementenelle attività di backoffice•  Benefici principali: riduzione di tempi e “opacità” dei processiinterni, riduzione dei consumi di materiali (consumabili) e deicosti di trasferimento interno, miglior accesso alle informazioni•  Focus: archiviazione, nel tempo, di informazioni e documenti (inparticolare con forti garanzie di sicurezza)•  Benefici principali: riduzione dei costi di archiviazione (materiali,spazio ecc.), conformità alle normative, garanzia di accessibilitàa documenti e informazioni nel tempoIntegrazioneGestioneDocumentaleConservazioneSostitutiva
  7. 7. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Che cosa intendiamo per DigitalizzazioneDigitalizzare i processi significaprogettare e gestire in modo integrato ecollaborativo i processiinternied esterniattraverso il ridisegno delle logiche digestione di ciascun processoe delle principali informazioniche lo caratterizzanocoinvolgonopiù funzioninella stessaorganizzazioneverso clienti ofornitoriin formaelettronicastrutturataelaborabile
  8. 8. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013AgendaL’ambito di riferimentoLa diffusione in Italia dei progetti di Dematerializzazionee Fatturazione ElettronicaL’approfondimento giuridico-normativoCome può aumentare la diffusione
  9. 9. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013CONDIVISIONE ACCORDI(ALLINEAMENTOANAGRAFICHE)ProduttoreAcquisiz.OrdineVERIFICA FATTUREVerificafabbisogni peremiss. ordineAllocaz.spedizionemerceRicevim.merceEmiss.ConfermaconsegnaRicevim.ConfermaconsegnaFatturazionedifferitaEmiss. docrettificaGestioneincassiRicevim. ereg. fatturaRicevim./reg.doc. rettificaGestionepagamentiAvvisoPagamentoNC/NDFatturaConfermaconsegnaXABXABDConfermad’ordineOrdineFAST PERFECT ORDER – Elaborazione da Fonte GS1DistributoreClienteFornitoreL’ambito di riferimentoIl Ciclo Ordine-PagamentoOrdine Consegna FatturazioneCommerciale Logistica Amministrazione Amministrazionee TesoreriaAcquisti Logistica Amministrazione Amministrazionee TesoreriaSistemaBancarioPagamento
  10. 10. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Lo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla DigitalizzazioneConservazioneSostitutivaFatturazioneElettronicaIntegrazione del CicloOrdine-PagamentoConservazione dell’AttivoConservazione elettronica dellefatture emesse verso i clienti,sostituendo l’archiviazionecartacea ai fini fiscaliFatturazione ElettronicaAccordo tra partner di business perlo scambio di fatture generate,trasmesse e conservateesclusivamente in elettronicoIntegrazione del CicloOrdine-PagamentoGli scambi documentali sonosostituiti da interscambi di flussiin formato elettronico strutturatoDigitalizzazione eConservazione del PassivoConservazione elettronica dellefatture emesse dai fornitori,sostituendo l’archiviazionecartacea ai fini fiscaliFormato non strutturato:le fatture sono file immagine (TIFF,JPEG) non direttamente elaborabiliFormato strutturato:le fatture contengono dati in formatoelettronico direttamente elaborabileda applicazioni informaticheIntegrazione del CicloOrdine-FatturaIntegrazione del CicloFattura-PagamentoCompleta Integrazionee DematerializzazioneI diversi modelli
  11. 11. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Conservazione SostitutivaAmbito di progettoClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna Fatturazione PagamentoAllineamentodatiProgetti sviluppati internamente, che non richiedono direlazionarsi con la controparte (clienti o fornitori)!  Conservazione dell’attivo – Conservazione elettronicadelle fatture emesse verso i clienti, che sostituiscel’archiviazione cartacea a fini fiscali!  Conservazione del passivo – Conservazione elettronicadelle fatture ricevute dai fornitori (anche con scansione),che sostituisce l’archiviazione cartacea a fini fiscaliLo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  12. 12. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Conservazione SostitutivaAmbito di progettoClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna Fatturazione PagamentoAllineamentodatiClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna Fatturazione PagamentoAllineamentodatiAmbito di progettoPrincipali fonti di beneficioLo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  13. 13. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Conservazione SostitutivaAmbito di progettoClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna Fatturazione PagamentoAllineamentodatiClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna Fatturazione PagamentoAllineamentodatiAmbito di progettoPrincipali fonti di beneficioRisparmio dispazio, materiali, costi di trasmissioneLo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  14. 14. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Principali fonti di beneficioConservazione SostitutivaClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna Fatturazione PagamentoAllineamentodatiAmbito di progettoRisparmio dispazio, materiali, costi di trasmissionePrincipali fonti di beneficioBeneficioTempo dipaybackConservazionedell’AttivoDigitalizzazionee Conservazionedel PassivoBENEFICIOI benefici e la redditività1÷2 €/fatturain genere < 1 anno0,5÷1,2 €/fatturain genere < 2 anniRisparmio di spazio,materiali, costi di trasmissioneLo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  15. 15. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013La diffusione dellaConservazione SostitutivaLe imprese in Italia che fanno Conservazione SostitutivadelleOltre 90.000 le imprese in Italiache portano in ConservazioneSostitutiva i Libri e RegistriI dati su 2009 e al 2010 sono dati dell’Agenzia delle Entrate,ricostruiti attraverso il conteggio delle impronte, inviate ainizio 2012, in osservanza all’obbligo normativo*Il numero di imprese con progetti di Conservazione Sostitutivadi fatture attive e passive continua a crescere ...... inoltre, molte imprese conservano sostitutivamente Libri e Registri Contabili+ 28%+ 35% 3.4002011201020091.965 *2.510 *Significativo trend di crescita diimprese che portano in ConservazioneSostitutiva fatture attive (oltre il 90%)e fatture passive (circa 35%)Cresce anche il n° di imprese fannoConservazione Sostitutiva di fatturesia lato attivo sia lato passivoPenetrazione del mercato36% tra le Grandi imprese (oltre 250addetti)1% tra le PMI (tra 10 e 250 addetti)
  16. 16. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Fatturazione ElettronicaAmbito di progettoClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna PagamentoAllineamentodatiProgetti che richiedono un Accordo tra partner commercialiper lo scambio di fatture che vengono generate, emesse econservate esclusivamente in formato elettronico!  In formato non strutturato: le fatture sono file immagine(TIFF, JPEG) non direttamente elaborabili!  In formato strutturato: le fatture contengono datidirettamente elaborabili da applicazioni informaticheFatturazioneLo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  17. 17. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Fatturazione ElettronicaAmbito di progettoClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna PagamentoAllineamentodatiFatturazioneAmbito di progettoClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna PagamentoAllineamentodatiFatturazionePrincipali fonti di beneficioLo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  18. 18. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Fatturazione ElettronicaAmbito di progettoClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna PagamentoAllineamentodatiFatturazioneAmbito di progettoClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna PagamentoAllineamentodatiFatturazionePrincipali fonti di beneficioRisparmio diSpazio, Trasmissione…Fatturazione Elettronicanon strutturata …Lo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  19. 19. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Fatturazione ElettronicaAmbito di progettoClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna PagamentoAllineamentodatiFatturazioneAmbito di progettoClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna PagamentoAllineamentodatiFatturazionePrincipali fonti di beneficioRisparmio diSpazio, Trasmissione…… risparmio di costi di Manodopera eincremento di produttività e qualitàFatturazione Elettronicanon strutturata …… e strutturataLo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  20. 20. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Risparmio diSpazio, Trasmissione…… risparmio di costi di Manodopera eincremento di produttività e qualitàFatturazione Elettronicanon strutturata …… e strutturataFatturazione ElettronicaAmbito di progettoAmbito di progettoClienteSistemaBancarioFornitoreOrdine Consegna PagamentoAllineamentodatiFatturazionePrincipali fonti di beneficioPrincipali fonti di beneficioBeneficioTempo dipaybackFatturazioneElettronicanon strutturataFatturazioneElettronicastrutturataBENEFICIO1,8÷4 €/fatturain genere < 2 anno5,5÷8,2 €/fatturain genere < 1 annoRisparmio diSpazio, Trasmissionee ManodoperaLo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  21. 21. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013La diffusione dellaFatturazione Elettronica(nella maggioranza dei casi,esperienze intra-gruppo)La Fatturazione Elettronica con firma digitale, nel piùassoluto rispetto di quanto definito a norma di legge,comprende:! Accordo tra le parti! 15 giorni per mandare in ConservazioneSostitutiva le fatture ricevuteimpreseIl fornitore invia le Fatture attive ai propri clienti inmodalità telematica e le porta in ConservazioneSostitutivaReplica il processo della «Fatturazione Elettronica pura»,ma solo lato attivoimprese(Lower Bound )Sia il fornitore, sia il cliente portano in ConservazioneSostitutiva le fatture scambiate telematicamenteRicalca il processo della «Fatturazione Elettronica pura»,ma senza richiedere l’accordo tra le parti e il rispetto dei15 giorniRimangono poche decine i casi di «Fatturazione Elettronica pura»,secondo la definizione della normativa italiana ...... ma cresce il n° di aziende a fare Fatturazione Elettronica!
  22. 22. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Integrazione Ciclo Ordine-PagamentoAmbito di progettoClienteFornitoreProgetti finalizzati a supportare lo scambo documentale traclienti e fornitori in formato elettronico strutturato!  Integrazione del Ciclo Ordine-Fattura – scambio didocumenti del ciclo logistico-commerciale!  Integrazione del Ciclo Fattura-Pagamento – scambio didocumenti del ciclo amministrativo-finanziario!  Completa Integrazione e Dematerializzazione –integrazione di tutte le fasi del ciclo con realizzazionedella Fatturazione Elettronica strutturata a norma di leggeFatturazioneSistemaBancarioOrdine Consegna PagamentoAllineamentodatiLo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  23. 23. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Integrazione Ciclo Ordine-PagamentoAmbito di progettoClienteFornitoreFatturazioneSistemaBancarioOrdine Consegna PagamentoAllineamentodatiAmbito di progettoPrincipali fonti di beneficioClienteFornitoreAllineamentodatiConsegna PagamentoFatturazioneOrdineSistemaBancarioLo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  24. 24. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Integrazione Ciclo Ordine-PagamentoAmbito di progettoClienteFornitoreFatturazioneSistemaBancarioOrdine Consegna PagamentoAllineamentodatiAmbito di progettoPrincipali fonti di beneficioClienteFornitoreAllineamentodatiConsegna PagamentoFatturazioneOrdineSistemaBancarioRisparmiodi Manodopera, incremento diproduttività e qualitàLo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  25. 25. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Risparmiodi Manodopera, incremento diproduttività e qualitàIntegrazione Ciclo Ordine-PagamentoAmbito di progettoAmbito di progettoPrincipali fonti di beneficioClienteFornitoreAllineamentodatiConsegna PagamentoFatturazioneOrdineSistemaBancarioPrincipali fonti di beneficioBeneficioTempo dipaybackIntegrazioneCicloOrdine-PagamentoBENEFICIO25÷65 €/cicloin genere < 1 annoRisparmiodi Manodopera, incremento diproduttività e qualitàLo zoom sul Ciclo Ordine-PagamentoI diversi approcci alla Digitalizzazione
  26. 26. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 20137.5008.300La diffusione dellaIntegrazione del Ciclo dell’Ordine (EDI)7.200+ 4%+ 11%I trend!  Espansione dei progetti nelle filieregià attive!  Ingresso della PA (ASL, AO, Ospedali)!  Adozione crescente tra le PMI!  Nuove «filiere» in attivazione (es.giardinaggio, ristorazione, fashion)201120102009Cresce ancora, e più dell’anno scorso, il numero di imprese che fanno EDI......ma cresce soprattutto il numero dei documenti scambiatie il livello di maturità nelle relazioni EDILe imprese in Italia che fanno scambio dati in formatoelettronico strutturato -Cresce la «maturità» di adozione delleaziende, dimostrata dallo scambio dipiù documenti del Ciclo dell’Ordine edai volumi complessivi interscambiatiPenetrazione del mercato37% tra le Grandi imprese (oltre 250addetti)3% tra le PMI (tra 10 e 250 addetti)
  27. 27. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013In Italia ci sono circa 280 Extranet e Portali B2b di tipo transazionaleCoinvolgono circa 50.000 imprese, prevalentemente PMI, in relazioni cheprevedono l’interscambio di almeno un documento del Ciclo dell’OrdineIl numero di attivi in Italia,attraverso i quali è possibile scambiare almeno undocumento del Ciclo Ordine-Pagamento57%verso i Clientia Valle43%verso i Fornitoria MonteExtranete Portali:Cresce la diffusione di Extranet e PortaliB2b, ecosistemi sviluppati da grandiaziende per comunicare con fornitori e/oclienti più piccoliRimane stabile la suddivisione «a monte»e «a valle»In diversi casi, attraverso Extranet ePortali B2b sono supportati ancheprocessi collaborativiPenetrazione del mercato16% tra Grandi imprese e PMI(oltre i 10 addetti)0,2% tra le Micro imprese(sotto i 10 addetti)La diffusione dellaIntegrazione – Extranet e Portali B2b
  28. 28. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013AgendaL’ambito di riferimentoLa diffusione in Italia dei progetti di Dematerializzazionee Fatturazione ElettronicaL’approfondimento giuridico-normativoCome può aumentare la diffusione
  29. 29. Umberto ZaniniDottore Commercialista e Revisore ContabileRiproduzione vietataNessuna parte del presente documento potrà essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasiCopyright © 2013 Umberto Zanini29La conservazione sostitutivae la fatturazione elettronica
  30. 30. 30I modelli “normati”1-La trasmissione telematica delle fatture (obbligo di stampa)-Implicazioni gestionali minime-Risparmi derivanti dalla postalizzazione3-La fattura elettronica-Se destrutturata (TIFF, PDF), le fatture non dovranno più essere stampate-Se strutturata (XML, PDF), benefici molto significativi dalla integrazione dei processi4-Lo scambio dati via EDI-E fatturazione elettronica se i sistemi sono conformi alla raccomandazione 94/820/CE-E trasmissione telematica se i sistemi non sono conformi alla racc. 94/820/CE2-La conservazione sostitutiva-Implicazioni gestionali più rilevanti (nomina del RCS, protocollazione iva, eccetera)-Risparmio in termini di spazio occupato dagli archivi
  31. 31. 31Aspetti tecnico-normativi dellaconservazione sostitutiva
  32. 32. 3201 FattureEmesse02 FattureRicevute03 NotaVariazioneAumento04 NotaVariazioneDiminuzione05 DocumTrasporto06 Scontrino07 Ricevuta08 Bolla09 LibroGiornale10 LibroInventari11 LibroMastro12 RegistroCronologico13 LibroCespiti14 RegistroIrpef15 RegistroFattureAcquisto16 RegistroAcquistiAgenzieViaggio17 RegistroFattureEmesse18 RegistroFattureInSospeso19 RegistroCorrispettivi20 GiornaleFondo21 RegistroCorrispettiviAgenzieViaggio22 RegistroEmergenzaIva23 Bollettario24 RegistroPrimaNota25 RegistroUnicoIva26 RegistroRiepilogativoIva27 RegistroSezionaleIvaAcquisitiIntraUe28 RegistroAcquistiIntraUeNonComm29 RegistroTrasferimentiIntraUe30 RegistroDichIntentiEmesse31 RegistroDichIntentiRicevute32 RegistroOmaggi33 RegistroMemoriaProdContrassegno34 RegistroLavorazioneProdContrassegno35 RegistroCaricoProdContrassegno36 RegistroScaricoProdContrassegno37 RegistroBeniInDeposito38 RegistroBeniInContoLavorazione39 RegistroBeniComodato40 RegistroBeniProva41 RegistroSezionaleIvaInterno42 RegistroCaricoStampatiFiscaliQuali sono i documenti e le scritture contabili che sipossono conservare in solo formato digitale?
  33. 33. 3343 RegistroSocControllantiControllate44 RegistroCaricoScaricoRegimeMargineMetodoAnalitico45 RegistroAcquistiRegimeMargineMetodoGlobale46 RegistroVenditeRegimeMargineMetodoGlobale47 RegistroCaricoCentriElabDati48 RegistroScaricoCentriElabDati49 RegistroSommeRicevuteDeposito50 RegistroEditori51 LibroSoci52 LibroObbligazioni53 LibroAdunanzeDelibAssemblee54 LibroAdunanzeDelibConsiglioAmministrazione55 LibroAdunanzeDelibCollegioSindacale56 LibroAdunanzeDelibComitatoEsecutivo57 LibroAdunanzeDelibAssembleeAzionisti58 AltriRegistri59 UnicoPersoneFisiche60 UnicoSocietaPersone61 UnicoSocietaCapitale62 UnicoEntiNonCommerciali63 IrapPersoneFisiche64 IrapSocietaPersone65 IrapSocietaCapitale66 UnicoEntiNonCommercialiEdEquiparati67 IrapAmministrazioniEdEntiPubblici68 Modello73069 ModelloConsolidatoNazionaleEMondiale70 ModelloIva71 ModelloIvaVrRichiestaRimborsoCreditoIva72 ModelloIva26Lp2006ProspettoLiquidazioniPeriodiche73 ModelloIva74Bis74 ComunicazioneAnnualeDatiIva75 ModelloRichiestaRimborsoCreditoIvaTrimestrale76 ModelloDatiContenutiDichiarazioneIntentoRicevute77 Modello770Semplificato78 Modello770Ordinario79 ModelloCertificazioneCud80 ModelloF2381 ModelloF2482 ModelliAllegatiDichiarazioneRedditiModelloUnico83 ModelliAnnotazioneSeparata84 RicevutaPresentazioneModelliDichiarazione85 AltriDocumentiQuali sono i documenti e le scritture contabili che sipossono conservare in solo formato digitale?
  34. 34. 34Quali strumenti servono per laconservazione sostitutiva?Firma digitaleMarca temporaleRiferimento temporale
  35. 35. Il Decreto 23 gennaio 20041-Formazione. I documenti informatici rilevanti ai fini tributari hanno la forma di documentistatici non modificabili, ovvero non devono contenere macroistruzioni o codice eseguibile.2-Emissione. I documenti informatici rilevanti ai fini tributari sono emessi al fine digarantirne l attestazione della data , l autenticità e l integrità (con RT e firma digitale).3-Esibizione. Debbono essere resi leggibili, a richiesta disponibile su supporto cartaceo einformatico presso il luogo di conservazione delle scritture, e potranno essere esibiti ancheper via telematica (secondo provvedimenti dei direttori delle competenti Agenzie fiscali).4-Memorizzazione.Il supporto di memorizzazione deve garantire la leggibilità nel tempo,assicurare l ordine cronologico, non vi sia soluzione di continuità per ciascun periodod imposta e consentite funzioni di ricerca e di estrazione per cognome,nome,denominazione,C.F, P.Iva, data.5-Conservazione. Il processo di conservazione sostitutiva termina con la firma digitale delresponsabile della conservazione e la marca temporale. (Quindicinale per le fatture)6-Riversamento. Processo che trasferisce uno o più documenti conservati da un supporto dimemorizzazione ad un altro , non modificando (riversamento diretto) oppure modificando(riversamento sostitutivo) la loro rappresentazione informatica.35
  36. 36. 36Fattura 1321.pdfFattura 1322.pdfFattura 1323.pdfFattura 1324.pdfFattura 1325.pdf63aa965fa06e61c8527c8c6767c97c9bf4d8a212db34eb192f3e6e33a263c78d40716ffd50a9873e82bb9d971153129dbe3cc07c8145e34d860f76e341eb760eeda993243b6e4cdd930f0dc165ad8d1a7104fa56ebe216b6da7bafa9a6e807b4d84d08c01/2-Come avviene la conservazione sostitutiva
  37. 37. 37+ FD e MTFD=Firma DigitaleMT=Marca Temporale2/2-Come avviene la conservazione sostitutiva
  38. 38. 38Il responsabile della conservazioneed il manuale della conservazionesostitutiva
  39. 39. 39Il responsabile della conservazione sostitutivaL attività che dovrà svolgereAttività previste dall art. 5 della Deliberazione CNIPA del 19 febbraio 2004 :a) definisce le caratteristiche e i requisiti del sistema di conservazione in funzione della tipologia dei documenti(analogici o informatici) da conservare, della quale tiene evidenza. Organizza conseguentemente il contenuto deisupporti ottici e gestisce le procedure di sicurezza e di tracciabilità che ne garantiscono la corretta conservazione,anche per consentire l esibizione di ciascun documento conservato;b) archivia e rende disponibili, con l impiego di procedure elaborative, relativamente ad ogni supporto dimemorizzazione utilizzato, le seguenti informazioni:1) descrizione del contenuto dellinsieme dei documenti;2) estremi identificativi del responsabile della conservazione;3) estremi identificativi delle persone eventualmente delegate dal responsabile della conservazione, con l indicazionedei compiti alle stesse assegnati;4) indicazione delle copie di sicurezza;c) mantiene e rende accessibile un archivio del software dei programmi in gestione nelle eventuali diverse versioni;d) verifica la corretta funzionalità del sistema e dei programmi in gestione;e) adotta le misure necessarie per la sicurezza fisica e logica del sistema preposto al processo di conservazionesostitutiva e delle copie di sicurezza dei supporti di memorizzazione;f) richiede la presenza di un pubblico ufficiale nei casi in cui sia previsto il suo intervento, assicurando allo stessol assistenza e le risorse necessarie per l espletamento delle attività al medesimo attribuite;g) definisce e documenta le procedure di sicurezza da rispettare per lapposizione del riferimento temporale;h) verifica periodicamente, con cadenza non superiore a cinque anni, l effettiva leggibilità dei documenticonservati provvedendo, se necessario, al riversamento diretto o sostitutivo del contenuto dei supporti.
  40. 40. 40
  41. 41. La fattura elettronica dal 1°gennaio 2013 dopo il recepimentodella Direttiva 2010/45/UE41
  42. 42. 42Legge 24 dicembre 2012 n.228 - Art.1 comma 325(GU n.302 del 29 dicembre 2012)Per fattura elettronica si intende la fattura che è stata emessa e ricevuta in unqualunque formato elettronico; il ricorso alla fattura elettronica è subordinatoall accettazione da parte del destinatarioModifiche all art. 21 DPR 633/72La fattura, cartacea o elettronica, si ha per emessa all atto della sua consegna,spedizione, trasmissione o messa a disposizione del cessionario o committenteIl soggetto passivo assicura l autenticità dell origine, l integrità del contenuto ela leggibilità della fattura dal momento della sua emissione fino al termine del suoperiodo di conservazione; autenticità dell origine ed integrità del contenutopossono essere garantite mediante sistemi di controllo di gestione che assicurinoun collegamento affidabile tra la fattura e la cessione di beni o la prestazione diservizi ad essa riferibile, ovvero mediante l apposizione della firma elettronicaqualificata o digitale dell emittente o mediante sistemi EDI di trasmissioneelettronica dei dati o altre tecnologie in grado di garantire l autenticitàdell origine e l integrità dei dati.
  43. 43. 43Le fatture elettroniche sono conservate in modalità elettronica, in conformitàalle disposizioni del decreto del Ministro dell economia e delle finanze emanato aisensi dell articolo 21, comma 5, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82. Lefatture create in formato elettronico e quelle cartacee possono essere conservateelettronicamente. Il luogo di conservazione elettronica delle stesse, nonché deiregistri e degli altri documenti previsti dal presente decreto e da altre disposizioni,può essere situato in un altro Stato, a condizione che con lo stesso esista unostrumento giuridico che disciplini la reciproca assistenza. Il soggetto passivostabilito nel territorio dello Stato assicura, per finalità di controllo, l accessoautomatizzato all archivio e che tutti i documenti ed i dati in esso contenuti,compresi quelli che garantiscono l autenticità e l integrità delle fatture di cuiall articolo 21, comma 3, siano stampabili e trasferibili su altro supportoinformatico.Modifiche all art. 39 DPR 633/72Legge 24 dicembre 2012 n.228 - Art.1 comma 325(GU n.302 del 29 dicembre 2012)
  44. 44. 44Le firme elettroniche
  45. 45. 45Elettronica(FE)ElettronicaAvanzata(FEA)FirmaElettronicaQualificata(FEQ)FirmaDigitale(FD)Le firme elettroniche in Italia
  46. 46. 46Documentoinformatico senzaalcuna firmaDocumentoinformatico confirma elettronicaValore probatorio deidocumenti informatici1-bis. Lidoneità del documento informatico a soddisfare ilrequisito della forma scritta e il suo valore probatorio sonoliberamente valutabili in giudizio, tenuto conto delle suecaratteristiche oggettive di qualità, sicurezza, integrità edimmodificabilità, fermo restando quanto disposto dallarticolo 21 .(Art.20 comma 1-bis del CAD)Il documento informatico, cui e apposta una firma elettronica,sul piano probatorio e liberamente valutabile in giudizio, tenutoconto delle sue caratteristiche oggettive di qualità, sicurezza,integrità e immodificabilità (Art. 21 primo comma del CAD)Documentoinformatico conFEA, FEQ, FDIl documento informatico sottoscritto con firma elettronicaavanzata, qualificata o digitale, formato nel rispetto delle regoletecniche di cui allarticolo 20, comma 3, che garantiscanolidentificabilità dellautore, lintegrità e limmodificabilità deldocumento, ha lefficacia prevista dallarticolo 2702 del codicecivile. Lutilizzo del dispositivo di firma si presume riconducibile altitolare, salvo che questi dia prova contraria . (Art. 21 secondocomma del CAD)
  47. 47. 47La firma grafometrica
  48. 48. 48$
  49. 49. 49BIOMETRIC DATAAcceleration Pressure Speeed
  50. 50. 50Le prossime novità
  51. 51. Nuovo D.M. in sostituzione del D.M. 23 gennaio 2004Regole tecniche in materia di sistema di conservazione!51Le prossime novità in ambito conservazionesostitutiva e fatturazione elettronicaObbligo di fatturazione elettronica alla PA
  52. 52. 52Nuovo D.M. in sostituzione delD.M. 23 gennaio 2004Eliminazione della cadenza quindicinale nella conservazionesostitutiva delle fatture elettronicheEliminazione della trasmissione all’Agenzia delle Entratedell’impronta e della marca temporaleSemplificazione nell’assolvimento dell’imposta di bollo conriguardo alla conservazione sostitutiva delle scritture contabili
  53. 53. 53Regole tecniche in materia disistema di conservazione!Obbligo di impiegare solo certi formati (PDF, PDF/A, TIFF, XML, etc)Obbligo di istituire il Manuale della conservazione sostitutivaObbligo per le PPAA di utilizzare solo operatori accreditatiObbligo di impiegare un medesimo standard di lotto di conservazione…etc…
  54. 54. 54La fattura elettronica alla PAFornitoreAlfa SpaFornitoreBeta SpaSogei spaRagioneria Generale dello Stato.SISTEMAUNIFICATO DIINTERSCAMBIOFattureRicevute-NotificheIntermediarioabilitatoFattureRicevute-NotificheIntermediarioabilitatoFattureRicevute-NotificheP.A.FattureRicevute-NotificheAgenzia delle Entrate
  55. 55. 55Alcune false barriere
  56. 56. 56Se conservo documenti e scritture contabili in solo formato digitale,non posso più tornare alla carta in caso di loro utilizzoNon è ancora sicuro che la conservazione sostitutiva si possa fareCambia totalmente la tempistica di conservazioneE impossibile fare la protocollazione IVA delle fatture di acquistoLa conservazione sostitutiva rende i processi estremamente rigidiLa normativa è molto complessa e non ho tempo per studiarlaIl mio commercialista mi ha detto che « carta canta ! »Alcune false barriere
  57. 57. 57La conservazione sostitutiva si può fare……e le soluzioni sono estremamente semplici…ed i benefici ci sono…ed in certi casi il valore probatorio è più forte che la carta…e le recenti normative consentono una totale digitalizzazione
  58. 58. 58Grazie per l’attenzioneUmberto ZaniniDottore Commercialista e Revisore ContabileRiproduzione vietataNessuna parte del presente documento potrà essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasiCopyright © 2013 Umberto Zanini
  59. 59. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013AgendaL’ambito di riferimentoLa diffusione in Italia dei progetti di Dematerializzazionee Fatturazione ElettronicaL’approfondimento giuridico-normativoCome può aumentare la diffusione
  60. 60. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Come può aumentare la DiffusioneNon servono«supereroi» ...... ma soggetti«attivi»,in grado distimolare ilcambiamentoL’azione degli AggregatoriLa Semplificazione NormativaIl Commitment•  Grandi imprese•  Iniziative di Filiera•  Professionisti•  PA•  Recepimento Direttiva 45/2010•  Nuove Regole Tecniche sulle Firme•  Armonizzazione a livelle Europeo•  Secondo Decreto Attuativo•  «Crederci»•  Trasferire commitment sia internamente …… sia esternamente (clienti e fornitori)•  «Quaderno del Fare»www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013
  61. 61. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Come può aumentare la DiffusioneNon servono«supereroi» ...... ma soggetti«attivi»,in grado distimolare ilcambiamentoL’azione degli AggregatoriLa Semplificazione NormativaIl Commitment•  Grandi imprese•  Iniziative di Filiera•  Professionisti•  PA•  Recepimento Direttiva 45/2010•  Nuove Regole Tecniche sulle Firme•  Armonizzazione a livelle Europeo•  Secondo Decreto Attuativo•  «Crederci»•  Trasferire commitment sia internamente …… sia esternamente (clienti e fornitori)•  «Quaderno del Fare»
  62. 62. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Individuare e adottare misure atte a favorire il passaggio alla FatturazioneElettronica, soprattutto delle PMI, tenendo presente la necessità di preservarel’interoperabilità transfrontaliera (intra-UE) delle imprese che utilizzano l’e-invoicingIl Forum Italiano sulla FatturazioneElettronica•  Monitorare l’evoluzione del mercato della Fatturazione Elettronica e iltasso d’adozione di questo tipo di fatturazione da parte del settoreindustriale e dei servizi•  Individuare e favorire lo scambio di esperienze e di buone prassi chefaciliti l’emergere di soluzioni interoperabili di Fatturazione Elettronica•  Semplificare la normativa e convergere verso un unico metodo diFatturazione Elettronica facile, integrabile con i processi di contabilità,poco oneroso da realizzare e che garantisca le operazioni transfrontaliere•  Sostenere e seguire i lavori per l’adozione di un modello standard di datiper la Fattura ElettronicaTask1234Obiettivo
  63. 63. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013PIEMONTE: la Provincia di Torino ha unprogetto interno di ConservazioneSostitutiva. Alcuni Enti della Sanitàscambiano in via telematica gli ordini con ifornitoriTRENTINO-ALTO ADIGE: la Provincia diTrento ha attivato da tempo una soluzione discambio telematico degli ordini eConservazione Sostitutiva delle FatturegestiteFRIULI VENEZIA GIULIA: la Provincia di Udineutilizza strumenti di eProcurement dal 2004,perseguendo una politica di ampliamentodegli strumenti. Di recente introduzione laConservazione Sostitutiva dei documentiEMILIA ROMAGNA: dotata di un’agenziaregionale per l’acquisto di beni e servizi,partecipa attivamente a diversesperimentazioni in ambito di FatturazioneElettronicaMARCHE: la Regione ha una struttura cheriunisce gli appalti di tutti gli enti,mantenendone la suddivisione, maconcentrando in un unico organismo tutti gliadempimenti normalmente svoltiLAZIO: la Regione dispone di unapiattaforma, sviluppata dalla propriaAgenzia di informatica, che consente digestire elettronicamente le fatture e ipagamenti della Sanità regionaleCAMPANIA: una società gestisce per contodella Regione le fatture della Sanità. Da unanno vengono scambiati in via telematicagli ordini, mentre le fatture sono in fase diattivazioneLOMBARDIA: la Regione ha valutato lafattibilità dello sviluppo di un HUB centraleche supporta le fasi di fatturazione epagamento - e a tendere tutto il ciclo - perRegione e gli Enti della SanitàTOSCANA: dal 2006 la Regione usa unsistema telematico di acquisto per beni eservizi basato sempre su nuove tecnologie.Diffuso è lo scambio di documenti digitalitra i diversi entiSICILIA: il Comune di Gela (CL) haimplementato con i propri fornitori unasoluzione di Fatturazione Elettronica con ipropri fornitoriAlcune PA italiane a livello regionale e locale hanno incominciato a muovere iprimi passi verso l’adozione di soluzioni di Conservazione Sostitutiva,Fatturazione Elettronica e Integrazione del Ciclo Ordine-PagamentoUno zoom sui progetti nelle PA localiProgetti RegionaliProgetti ProvincialiProgetti Comunali
  64. 64. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Alcune PA italiane a livello regionale e locale hanno incominciato a muovere iprimi passi verso l’adozione di soluzioni di Conservazione Sostitutiva,Fatturazione Elettronica e Integrazione del Ciclo Ordine-PagamentoUno zoom sui progetti nelle PA localiPUGLIAIl Sistema Digitale RegionaleSabrina SansonettiPresidente InnovaPuglia
  65. 65. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013Il sistema digitale regionaleSabrina Sansonetti – Presidente InnovaPugliaLa digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013
  66. 66. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013InnovaPuglia S.p.A.società in-house della Regione PugliaPartner della Regione Puglia per l uso strategico dell innovazione ICTInnovaPuglia accompagna la Regione Puglia nella definizionedi un Sistema Digitale Regionale, prerequisito per lo sviluppodi servizi innovativi cosiddetti smart , servizi cioè cherealizzino l obiettivo ultimo di migliorare la qualità della vitadei cittadini.
  67. 67. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013Infrastrutture integrateabilitantiRUPAR, Sistema informativoTerritoriale, Sistema informativo dellaSanità, Sistema Puglia, EmPULIA,Sistema integrato per il Turismo,Sistema di informatizzazione per laprocura di LecceSpecializzazioni ecomunità intelligentiRete dei medici di medicina generale e dei pediatri,Sistema Puglia (rete di imprese), Sistema Puglia (serviziper orientamento, formazione, lavoro), Viaggiareinpuglia.it(Network regionale degli Operatori turistici e delleistituzioni pubbliche), Puglia Experience, (network deiviaggiatori in Puglia), LivingLabs (la comunitàdell innovazione ICT)Sistema Digitale RegionaleLe tecnologie ICT, diffuse uniformemente su tutto il territorio regionale, in manierasicura ed equamente distribuite, permettono l accesso ai servizi della pubblicaamministrazione che a loro volta si evolvono.Servizi innovativiServizi telematici di base, a Banda Larga e Ultra-larga,Identity Provider, Autorizzazione unica impianti di energiarinnovabile, Collegamenti wireless a banda larga per il 118 ela protezione civile, Servizi GIS e Servizi specialistici per laPianificazione Territoriale e dell Urbanistica, Iter telematicoper l autorizzazione paesaggistica, Fascicolo SanitarioElettronico, Servizi di realtà aumentata per il turismo, Garetelematiche, Albo fornitori on line, Negozio elettronico per laPA, Fascicolo penale digitale, Bandi telematici.
  68. 68. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013A InnovaPuglia è affidato il compito di attuare sul territorio pugliesel Agenda Digitale Europea, secondo il paradigma dell innovazioneaperta e intelligente (Open and Smart Innovation), al fine disemplificare il rapporto con le pubbliche amministrazioni, conteneree razionalizzare la spesa pubblica.Realizzazione di infrastrutture e servizi digitali di interesse economico generale, garantendoalla collettività coordinamento e concentrazione delle risorse economiche, trasparenza delleprocedure, standard operativi di elevata qualità.Obiettivo è favorire:"   La crescita di comunità intelligenti, caratterizzate da meccanismi di partecipazione attiva;"   Lo sviluppo socio-economico del territorio, basato sugli investimenti nel campo dellaricerca e dell innovazione digitale;"   Il potenziamento dell efficienza operativa, interoperabilità, cooperazione e capacità dirisposta efficace da parte delle amministrazioni pubbliche in Puglia.Missione
  69. 69. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013A InnovaPuglia sono delegate anche funzioni di:"   Centrale di Committenza, mediante la gestione delCentro acquisti per la Pubblica AmministrazioneEmPULIA (www.empulia.it);"   Organismo Intermedio, ai sensi dei regolamenticomunitari vigenti, per la realizzazione di interventipubblici agevolativi nel campo della ricerca einnovazione digitale.Missione
  70. 70. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013I progettisignificativi
  71. 71. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013L infrastruttura, progettata e realizzata da Tecnopolis, è oggi gestita da InnovaPuglia in qualità diCentro Tecnico Regionale della Rupar Puglia, e offre alle amministrazioni pugliesi un insiemedi servizi basilari, dal protocollo informatico, alla posta elettronica certificata, allacooperazione applicativa ed alla videocomunicazione, grazie ai quali si stanno intraprendendoprogrammi di modernizzazione in linea con l Agenda Digitale Italiana.www.rupar.puglia.it(Rete Unitaria della Pubblica Amministrazione Regionale)A gennaio 2013 sono collegate 201 PA Locali di cui 175 Comuni e 12 Enti Sanitari (6 ASL, 2 AO, 3IRCCS, 1 Ospedale Regionale), 14 altri EntiAmpliamento della RUPAR Puglia con collegamenti WIRELESS a larga banda per la fornitura diservizi tecnologici di base in mobilità in sperimentazione nella gestione del servizio diemergenza urgenza 118 e della protezione civile e ambientale sul territorio della Regione Puglia.I servizi sono erogati da unamolteplicità di Internet ServiceProvider (ISP), in accordo con ilmodello multifornitore previsto dalCodice dell AmministrazioneDigitale (CAD).L infrastruttura è pienamente integratanella rete nazionale della PA: SistemaPubblico di Connettività (SPC)
  72. 72. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013bandalarga.regione.puglia.itLa rete dorsale in fibra ottica"   Dorsale e 5 MAN (Metropolitan Area Network)in fibra ottica, una per ciascuna delleprincipali città, per un totale di 980 Km., perservire in modalità NGN (banda ultra larga)fino a 120 pubbliche amministrazioni tra cuitutti i principali enti sanitari." Connessioni a banda ultra larga per le AreeIndustriali, servizi per PA e in particolare per Pianodella Sanità elettronica con abbattimento delDigital Divide di base fino all 1% dellapopolazione.rete MANprovincia di LecceDATACENTER•  Due CED (Centri Elaborazioni Dati) gemelli con tutte leapplicazioni e il Virtual Machine in condivisione di carico•  Accessi in fibra ottica con percorsi fisici differenziati:sinergia con rete banda larga regionale•  Interconnessione diretta in fibra tra i due CED e con il 3° sitoper clustering
  73. 73. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013Ambiente di lavoro e di coordinamento deglienti locali, strumento trasversale per lapianificazione del territorio e del paesaggio eper accrescere la conoscenza del territorio ela condivisione delle informazioni.www.sit.puglia.itSistema Informativo Territoriale Regionale"   Predisposizione di strumenti informatici"   Redazione di banche dati a scala didettaglio"   Definizione di Linee Guida e IstruzioniTecniche per l informatizzazioneDati Topografici: reti Geodetiche, cartografiatecnica numerica scala 1:5.000, ortofoto,modello digitale del terreno, databasetopografico scala 1:5.000, 1:25.000, catastoDati Tematici: uso del suolo, cartaIdrogeomorfologica (AdB Puglia),giacimentologica, dei Beni Culturali (Beni evincoli), di produzione vini DOC, DOCG, IGT.Piani: di Assetto Idrogeologico (P.A.I., AdBPuglia), urbanistico territoriale, tematico/paesaggio, aree protette e Rete Natura 2000,aree percorse da incendi.Piattaforma di dati e servizi a supporto della PianificazioneTerritoriale e dell UrbanisticaServizi al cittadinoNavigazione e scaricamento di cartografia tecnica, ortofoto, cartetematiche, consultazione elenchi autorizzazioni paesaggisticheServizi GISArea dedicata per creare archivi locali, tool di editing e analisiServizi specialisticiGestione informatizzata dei procedimenti amministrativi,pianificazione del territorio e del paesaggio, Servizi per laprotezione civile, di posizionamento GPS, per la caratterizzazionestatica del territorio, catastali, di repertorio metadati,
  74. 74. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013Piano della Sanità ElettronicaPiano della Sanità Elettronica, un unico progetto,totalmente integrato, di cooperazione tra sistemiapplicativi differenti (Edotto, Sistema InformativoSanitario Territoriale SIST, Portale Regionaledella Salute, altri sistemi settoriali) finalizzato afavorire una più razionale ed efficientecondivisione di informazioni e documenti tracittadini e operatori sanitari.InnovaPuglia svolge un ruolo rilevantenell attuazione di tale Piano, attraverso azioni di:"   Partecipazione ai lavori dei Tavoli della Sanità Elettronicanazionale e della Regione Puglia;"   Progettazione degli interventi e redazione delladocumentazione tecnica finalizzata all espletamento delleprocedure di gara con evidenza pubblica;"   Direzione lavori e monitoraggio dei relativi contratti;"   Hosting e gestione di servizi informativi.CittadinoCarta deiservizisanitariServiziinformativiServiziInterattiviBanca dati GeneraleServizi CRMServizi di Web ContentManagementPortale Unico Regionale della SaluteRupar/SPCoopNuovoSistema118SistemaEDOTTOSistemaSISTSI gestioneanagrafesoggettivaccinatiCUPaziendaleSIConsultorialee-CUPregionaleNSI diTelecardiologiaNSIDipendenzePatologicheSISaluteMentaleSI anatomiapatologicaSI Dipartimenti diPrevenzioneSI regionalescreeningSISTEMI INFORMATIVI DEL PIANO DELLA SANITA ELETTRONICOCUPaziendale
  75. 75. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013Il Portale Regionale della Salute è la portadi accesso unica, per i cittadini, nella fruizionedi servizi informativi e interattivi, ospita i sitiistituzionali di tutte le Aziende sanitarie e degliIstituti pubblici della Regione per uniformare icontenuti, ridurre i costi e semplificarel accesso alle informazioni(www.sanita.puglia.it).Il Portale della Salute si avvale da aprile 2012del servizio IdP www.idp.regione.puglia.itper l accesso ai servizi in una modalitàconforme alla legge e con la comodità delSingle Sign On: una unica password per tutti isiti della PA.Piano della Sanità ElettronicaIl SIST gestisce il Fascicolo Sanitario Elettronico dellaRegione Puglia, l insieme delle informazioni sanitarie degliassistiti, prodotte nel corso della vita ed è, contestualmente, lasoluzione che la Regione Puglia ha adottato per ladematerializzazione della ricetta medica cartacea. Il sistema haraggiunto 13.500 operatori, tra appartenenti a strutture private,medici di medicina generale, pediatri e medici delle struttured urgenza provenienti da 6 Aziende Sanitarie Locali, 2 Aziendeospedaliero-universitarie, 2 Istituti di Ricovero a CarattereScientifico pubblico, 4 IRCCS privati ed Enti Ecclesiastici, 700Strutture Private Accreditate e 4.000 Medici di MedicinaGenerale e Pediatri.Ad ottobre 2012, in Puglia sono già collegati al SIST 2.576medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, parial 65% del totale (3.925). L 80% dei medici pugliesi disponegià del dispositivo di collegamento al SIST sul proprioapplicativo di cartella clinica.Al 15 novembre 2012 sono state inviate al MEF17.270.513 prescrizioni elettroniche, per un totaledi circa 130.000 al giorno. Il collegamento difarmacie e laboratori di analisi è in via diattuazione. In ambito specialistico è statocompletato il collaudo delle integrazioni di unapplicativo di patologia clinica e di 2 sistemi CUP(Centro Unico di Prenotazione) in uso presso 4ASL (Lecce, Brindisi e Policlinico Bari)..CooperazioneApplicativa/SPC
  76. 76. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013www.sistema.puglia.itil portale per lo sviluppo e la promozionedel territorio e delle impreseCentro servizi telematico integrato, porta di accesso alleiniziative dell Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro el Innovazione della Regione Puglia, per la gestionecompletamente telematica dei bandi regionali di sostegnoalle imprese. Esempio di semplificazione dei procedimentiregionali, in linea con le raccomandazioni del CAD(Codice dell Amministrazione digitale) e gli obiettividell Agenda digitale italiana ha permesso unasignificativa riduzione dei tempi di istruttoria delleprocedure.Riduzione dei tempi di istruttoria: da 10 / 12 mesi di lavorazione fino a soli 20 giorni lavorativi.BANDI TELEMATICI"   Informativa e gestione dellecandidature ai bandi"   Monitoraggio domande e istruttoria,"   Analisi post ammissibilità lato Regione,lato beneficiario,"   Analisi statistiche sulle domande inlavorazioneMONITORAGGIO SPESAstrumenti integrati a supporto della•  spesa interna (BilancioRegionale),•  spesa verso la ComunitàEuropea (dati convogliati inmaniera automatica verso ilSistema di Monitoraggio MIR)
  77. 77. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 201329 bandi in corso di cui 15 aperti 14 in istruttoria1.000 istanze di Autorizzazione Unica per la realizzazione di impianti di energia da fontirinnovabili processate con 100 enti accreditati coinvolti nel procedimento diAutorizzazione Unica24.500 atti dirigenziali della Regione Puglia pubblicati38.000 utenti registrati26.000 utenti registrati al servizio Le Ultimissime (invio giornaliero di tutte le news e infopubblicate sul portale nella giornata)23.500 utenti registrati al servizio Newsletter20.700 utenti registrati al servizio di notifica via SMS su pubblicazione Bandi dell Areasviluppo economico38.000 richieste di supporto tecnico on-line gestiteI dati statistici del portale hanno confermato un incremento significativo dell utilizzo dellapiattaforma web da parte delle diverse categorie di utenza a cui è indirizzato.Rispetto all anno precedente il portale ha registrato nel 2012 una crescita dell accessodiretto alla home pari al 35% e un incremento del 50% del numero di visitatori.www.sistema.puglia.iti numeri del cambiamento
  78. 78. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013Sinergia SISTEMA PUGLIA - SIT - RUPARAutorizzazione unica per gli impianti di energia rinnovabileDal 1 gennaio 2011 le richieste diautorizzazione viaggiano via webattraverso Sistema Puglia e glistessi progetti devono esseredigitali e strutturati secondo leIstruzioni Tecniche messe a puntodal Centro Tematico del SIT, ilSistema Informativo Territoriale.Questo semplifica e rendeomogenea la documentazione deivari progetti e di conseguenza piùveloci le procedure autorizzative,rispondendo con un parere entroil 180° giorno, come prevede lanormativa.La documentazione è gestita da Sistema.Puglia, per l aspetto amministrativo. e dal SIT per quellocartografico, il tutto viaggia con la posta elettronica certificata, inclusa la corrispondenza tra leamministrazioni. Solo per questo aspetto si risparmiano circa 45 giorni.
  79. 79. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013www.viaggiareinpuglia.itSistema telematico integrato di tecnologie e servizi per ilcontrollo e il monitoraggio del fenomeno turistico e unicoarchivio dati di settore a livello regionale."   Completa informatizzazione dei rapporti tra Regione Puglia e Agenzia PugliaPromozione da un lato, Enti Locali e operatori privati dall altro e, in particolare, invio viainternet dei dati di movimentazione statistica e delle comunicazioni relative a prezzi eservizi delle strutture."   Applicativi informatici dedicati: gestione dell offerta ricettiva con funzioni diAnagrafe Strutture Ricettive e Balneari; rilevazione e analisi della movimentazioneturistica tramite SPOT – Sistema Puglia per l Osservatorio Turistico; gestione delleattività di promo-commercializzazione turistica attraverso il DMS (DestinationManagement System)."   Osservatorio regionale sul turismo"   Strumento tecnico-scientifico funzionale alla programmazione e alcoordinamento in materia di turismo."   Strumento di comunicazione e promozione del settore turisticodisponibile da febbraio 2007: 1.500 schede su punti di interesse turistico;oltre 8.000 informazioni sui servizi nella regione; oltre 4.000 strutturericettive; percorsi georeferenziati sul Portale Cartografico; 350 guideaudio/video; PugliaReality+ un applicazione di realtà aumentata periPhone e Android con cui la telecamera dello smartphone permette dipercepire cosa ci circonda, visualizzandolo su una mappa interattiva;Puglia XP (www.pugliaxp.it) la comunità dei viaggiatori-in-Puglia: percondividere il proprio diari di viaggio, le foto, i video e raccontare lapropria esperienza in Puglia.
  80. 80. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013"   Regione, enti ed agenzie regionali"   Enti ed agenzie del Servizio Sanitario Regionale"   Enti locali e loro consorzi o associazioniEmPULIA svolge le funzioni di Centrale di Committenza,stipula Accordi quadro e Convenzioni a favore:www.empulia.itCentro acquisti per la Pubblica Amministrazione EmPULIAPiattaforma della Regione Puglia per la razionalizzazione degli acquisti per beni e servizi."  Favorire l aggregazione della domanda delleAmministrazioni regionali;"  Semplificare e dematerializzare le procedure digara e di acquisto;"  Garantire la massima trasparenza nelle operazionidi gara;"  Sviluppare e semplificare laccesso al mercatodelle forniture per le PMI;"  Diffondere l e-procurement in ambito regionale;"  Promuovere il Green Public Procurement."   Portale collaborativo e di accessoai servizi"   Gare telematiche ed Asteelettroniche"   Albo fornitori on line"   Negozio elettronico"   Supporto ed affiancamento agliEnti nell utilizzo dei servizi"   Contact CenterAl portale sono registrati:398 utenti di Amministrazioni aderenti ad EmPULIA4.825 operatori economici, di cui 1.715 iscritti nell Albo dei Fornitori on line457 gare e procedure telematiche gestite fino a dicembre 2012, per un valore di oltre 7 milioni di euro.www.empulia.it REGIONE PUGLIAServizio Affari GeneraliUNIONE EUROPEAFondo Europeo di SviluppoRegionale
  81. 81. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013Con l intervento Progetto pilotaProcura della Repubblica di Lecce ,già in fase di esercizio, è statorealizzato:•  Un sistema integrato per crearee gestire il fascicolo penaledigitale,•  Un sistema di KnowledgeManagement di ausilio alleindagini,•  Il Portale della Procura cheeroga i servizi di e-government.Intervento programmato dalla Regione Puglia edal Ministero della Giustizia per supportare laProcura e il Pubblico Ministero (PM) nell azioneinvestigativa e per offrire all intera Procurasoluzioni innovative nei processi istituzionaliinterni e nelle sue interazioni sul territorio.Ritenuto dal Ministero della Giustizia il modello nazionale di riferimento.
  82. 82. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013Living Labsict - Apulia innovation inprogress (Apulian Living Labs ICT)Il progetto ha l obiettivo di creare una Smart Community , un luogoreale e virtuale di confronto e di scambio dove:"   Proporre idee e progetti innovativi"   Discutere dei fabbisogni emersi per meglio precisarli e perarricchirli con altre esigenze"   Ricercare partner tecnologici e scientifici per lo sviluppo disoluzioni digitali innovative"   Valorizzare i risultati dei progetti di ricerca e innovazionefinanziati dalla Regione Puglia"   Condividere le esperienze di ciascun living lab a livello nazionaleed europeo per la definizione e lo sviluppo di best practices.Living Labs è un nuovo approccio nelle attività di ricerca che consente agliutilizzatori di partecipare allo sviluppo e alla sperimentazione di soluzioni innovativedestinate agli abitanti di uno specifico territorio. Attraverso lo scambio di conoscenze el aggregazione fra ricercatori, imprese e gruppi organizzati di cittadini, si sperimentanosoluzioni tecnologiche innovative. La Regione Puglia con Apulian ICT Living Labsintende stimolare l innovazione e favorire la crescita e lo sviluppo di piccole e medieimprese (PMI) specializzate nell offerta di applicazioni ICT, servizi e contenuti digitali.
  83. 83. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013Living Labsict - Apulia innovation inprogress (Apulian Living Labs ICT)Progetti di sperimentazione che realizzino l incontro concreto fra domanda e offertaMappatura dei fabbisogniPrimo AVVISO PUBBLICOper la catalogazione di temi,esigenze e problematichemanifestate dagli utentiLaboratori))di)Ricerca)Associazioni))ed)en2)PMI))se6ore)ICTSecondo AVVISO PUBBLICOper assegnare i finanziamenti alleimprese ICT15 milioni di euroProtagonistiSettori di interventoCatalogo partnerPresentazione domande progetti ICT innovativi1° call chiusa al 19 dicembre, è in corso l analisi dei progetti2° call dalle ore 12.00 del 1 febbraio 2013 fino alle ore 12.00del 30 aprile 2013 sul portale Sistema Puglia(www.sistema.puglia.it)12 mesi di sperimentazione nei living labsLivingLabs ict Community http://livinglabs.regione.puglia.it
  84. 84. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013SPORTELLO UNICO INTEGRATOun esempio di dematerializzazioneRiuso di una piattaforma tecnologica dal Consorzio SIR già utilizzata in Umbria,Emilia Romagna, ToscanaPorta Unica di Accesso regionale SUAPGestione di servizi proceduraliLa piattaforma è stata installata presso la server farm di InnovaPuglia a partire dalsettembre 2011 e da quella data sono stati attivati circa 16 comuni pugliesi in viasperimentale. Nel prossimo futuro è prevista la sua più ampia diffusione.Obiettivo è la creazione di una Rete regionale di sportelli telematici che condividastandard e metodologie per la realizzazione di servizi omogenei su tutto il territorioFRONT OFFICE BACK OFFICESPORTELLO UNICO INTEGRATOSUAP(attività produttive) SUE(edilizia)FRONT OFFICE(commercio)
  85. 85. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013InnovaPuglia è stimolo all offerta del mercatoICT a cui è a cui riserva oltre il 45% del suofatturato annuo e ha già riservato circa il 67% delleprime risorse dei programmi comunitari 2007 –2013, assegnatele dalla Regione Puglia nel 2009.I risultati dei suoi progetti sono riferimenti nazionaliper la definizione di standard e modelli nelsettore ICT.InnovaPuglia per il mercato ICT
  86. 86. La digitalizzazione dei processi: nuovi modelli di relazione perimprese e pubbliche amministrazioni - Lecce, 15 Febbraio 2013Grazie per l attenzione
  87. 87. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013La Semplificazione Normativa•  Recepimento Direttiva 45/2010•  Nuove Regole Tecniche sulle Firme•  Armonizzazione a livelle Europeo•  Secondo Decreto AttuativoCome può aumentare la DiffusioneNon servono«supereroi» ...... ma soggetti«attivi»,in grado distimolare ilcambiamentoL’azione degli Aggregatori•  Grandi imprese•  Iniziative di Filiera•  Professionisti•  PAIl Commitment•  «Crederci»•  Trasferire commitment sia internamente …… sia esternamente (clienti e fornitori)•  «Quaderno del Fare»
  88. 88. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Come può aumentare la DiffusioneIl «Quaderno del Fare»1.  È vero che la normativa italiana mi consente di fare“Fatturazione Elettronica” e di dematerializzaretutti i documenti del Ciclo dell’Ordine?2.  I benefici di cui si sente parlare sembrano moltoconsistenti: ma sono veri?3.  Come mi porto a casa questi benefici?4.  Quali costi devo sostenere?5.  Ha senso fare questi progetti in una PMI?6.  Come faccio a coinvolgere i miei clienti e i mieifornitori?7.  Da dove parto per “fare”?8.  Siamo sicuri che non mi metto nelle condizioni disubire più “controlli”?9.  Non è meglio aspettare che si muova la PA?Le domande di chi vuole “FARE”www.osservatori.netWorkshop | La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Il nuovo contributo sviluppato dall’Osservatorioèhttp://www.osservatori.net/fatturazione_elettronica_e_dematerializzazione/quaderno-del-fare
  89. 89. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013I benefici di cui si sente parlare sembrano moltoconsistenti: ma sono veri?se fosse tutto vero,risparmierei moltissimo!no, non può essere vero …ma se fosse vero?
  90. 90. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Come può aumentare la DiffusioneIl modello per la stima dei BeneficiModellodi valutazionedella redditivitàModalitàdi fruizionedel servizioParadigmadi adozione +CostiunitariDatidi contestoTempiunitariOutputIndicidi efficaciaIndicidi redditivitàInvestimentiCosti CorrentiBeneficiNon conformitàCicloidealeVarie scomposizioni di Costi e BeneficiAbbiamo sviluppato un modello parametrico per la stima di costi,benefici e redditività… lo abbiamo validato con decine di aziende indiversi settori e continuiamo ad applicarlo in centinaia di business case
  91. 91. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Come può aumentare la DiffusioneIl modello per la stima dei BeneficiModellodi valutazionedella redditivitàModalitàdi fruizionedel servizioParadigmadi adozione +CostiunitariDatidi contestoTempiunitariOutputIndicidi efficaciaIndicidi redditivitàInvestimentiCosti CorrentiBeneficiNon conformitàCicloidealeVarie scomposizioni di Costi e BeneficiLa mappatura dei processi, la raccolta dati, la validazione dei risultati etc. sono statecondotte grazie al supporto di numerose aziende di settori diversi, per esempio:!  nel comparto Farmaceutico abbiamo collaborato con 11 aziende, quali Comifar(Phoenix Group), Novartis, GlaxoSmithKline, Roche ...!  nella filiera dei Beni di largo consumo abbiamo collaborato con 26 aziende,quali Coop, Carrefour, Bennet, Henkel, Heineken, Barilla ...!  nel settore del Materiale elettrico abbiamo collaborato con 15 aziende, qualiBTicino, ABB, Prysmian, G.Sacchi, Findea, MES ...!  nella filiera Elettrodomestici ed Elettronica di consumo abbiamo collaboratocon 19 aziende, quali Sony, Philips, Indesit, Whirlpool, MediaMarket, Expert ...L’Osservatorio ha lavorato anche con altri settori quali Trasporti e Logistica, Materialeedile, Utility, Pubblica Amministrazione, Sanità, Banche...Abbiamo sviluppato un modello parametrico per la stima di costi,benefici e redditività… lo abbiamo validato con decine di aziende indiversi settori e continuiamo ad applicarlo in centinaia di business case
  92. 92. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 20130 20 40 60 80 100FarmaceuticoMateriale edileMateriale elettricoLargo consumoElettrodomesticie ConsumerElectronicsIn collaborazione con:•  EDIEL (Elettrodomestici e ConsumerElectronics)•  Consorzio DAFNE (Farmaceutico)•  Indicod-ECR (Largo consumo)•  METEL (Materiale elettrico)•  Indicod-ECR e ANDE (Materiale edile)[€/ciclo]-82%-80%-82%-67%-84%BeneficioIl valore potenziale dei diversi progetti di Digitalizzazionedel Ciclo Ordine-Pagamento è stato ampiamente dimostrato nei numerosicasi analizzati e dettagliati nelle pluriennali Ricerche dell’OsservatorioCosto residuoIl modello per la stima dei BeneficiIl confronto fra i diversi settori analizzati
  93. 93. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Gli studi di casoClienteFornitoreOrdine Consegna Fatturazione PagamentoAllineamentodatiI benefici della Conservazione Sostitutiva, della Fatturazione Elettronica e dellacompleta Integrazione del Ciclo Ordine-Pagamento- ca. 180 -Casiapprofonditi- ca. 145 -Quick ROIAssessmentConservazione dell’attivoBenefici: tra 1 e 3 €/documentoTempo di payback: < 1 annoFonte beneficio: spazio, materialiConservazione (scansione) del passivoBenefici: tra 1 e 2 €/docTempo di payback: < 2 anniFonte beneficio: spazio, materiali, ricercheSistemaBancarioI benefici di cui si sente parlare …Fatturazione elettronicanon strutturataFatturazione elettronicastrutturataBenefici: tra 8 e 12 €/fatturaTempo di payback: < 1 annoFonte beneficio: produttività delpersonaleBenefici: tra 4 e 5 €/fatturaTempo di payback: < 2 anniFonte beneficio: trasmissione,spazio, materiali, ricerchedocumentiCompleta integrazionedematerializzazioneBenefici: tra 30 e 80 €/cicloTempo di payback: < 1 annoFonte beneficio: produttività delpersonale, maggiore accuratezza
  94. 94. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Serve aspettare che si muova la PA?Ehm … ricordi quando ci dicevano diimparare a nuotare? … beh, ti sorprenderàma solo ora credo di aver DAVVEROcapito perché avremmo dovuto ascoltarli …
  95. 95. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013«L’attacco è la miglior difesa!»Non conviene aspettare che la Pubblica Amministrazione detti tutte le proprieregole: conviene, invece, “giocare d’anticipo”, muovendosi in modo proattivo epreventivo, piuttosto che aspettare«Fare» implica:!  armonizzare i propri processi e sistemi interni!  coinvolgersi con clienti e/o fornitori per scambiare flussi di dati informato elettronico strutturatoCome si sta muovendo la PA Centrale?Perché non conviene «aspettare»?!  Formato elettronico strutturato (XML) con cui ricevere le fatture: il“Tracciato Fattura PA”!  Unico punto di accesso per le fatture: il “Sistema di Interscambio”!  Forum Nazionale sulla Fatturazione Elettronica, aperto a tutti iportatori di interesse sul tema!  Sperimentazioni e consultazioni pubblicheSviluppo di nuovi progetti, apertura di «HUB», soluzioni «ad hoc»,sistemi di riconciliazione, collegamenti fatture-pagamenti ecc.Approccio“aperto alconfronto”Processi «dagovernare»e non daaffrontare «inconseguenza»(per esempio,di un obbligonormativo)E la PA Locale?
  96. 96. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013Ha senso fare questi progetti in una PMI?siamo una piccola realtà,un’impresa familiare … a che cosapuò servire, a noi, questa«dematerializzazione»??
  97. 97. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013I vantaggi di Fatturazione Elettronica e Conservazione Sostitutiva non sonostrettamente legati alla dimensione delle imprese, ma al numero di documentigestiti. Anche le PMI possono trarre benefici significativi!«Piccoli grandi impatti …per le piccole medie imprese»PMItra 10 e 250 addettitra 3 e 50 mln €/annoLimitatoIl beneficio (prevalentemente diefficienza sul processo) è più difficile damonetizzareVolume didocumentiscambiatiAlcune migliaiaCirca il 40% delle ca. 250.000 PMI italianegestiscono alcune migliaia di documentiverso monte o valleLe GrandiImprese sistanno attivandoLa PA si staattivando(con obbligo)Crescita nei volumi gestiti …… a parità di persone dedicateOpportunità disviluppoCentinaia di migliaiaPrevalentemente Grandiimprese. I benefici sonorilevanti (già evidenziati):occorre solo ... “fare”
  98. 98. Osservatorio Fatturazione Elettronicae DematerializzazioneLa Digitalizzazione dei processiNuovi modelli di relazione per impresee Pubbliche AmministrazioniDaniele Marazzi | daniele.marazzi@polimi.itOsservatori ICT & ManagementSchool of Management – Politecnico di Milano
  99. 99. www.osservatori.netDANIELE MARAZZI | Workshop La Digitalizzazione dei processi 15 febbraio 2013La prospettivaLa Digitalizzazione come “leva competitiva”ValoreBeneficiTecnologiaChange managementContrattiStandardCostiObblighi di leggeNormativaLa prospettivadella normativadegli standarddegli obblighidei costiLa prospettivadel valoreObblighiTecnologiaNormativaCostiStandardContrattiChange managementBeneficiRiconoscere il ValoreLa Digitalizzazione non è in primis un problema di conformità alla normativa fiscale……ma una grande opportunità di ottimizzazione dei processi aziendali e interaziendali
  100. 100. Daniele Marazzi | daniele.marazzi@polimi.itOsservatori ICT & ManagementSchool of Management – Politecnico di MilanoOsservatorio Fatturazione Elettronicae DematerializzazioneLa Digitalizzazione dei processiNuovi modelli di relazione per impresee Pubbliche Amministrazioni

×