Corso unitre 4 lezione_4

491 views
423 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
491
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
23
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Corso unitre 4 lezione_4

  1. 1. Carla Campo - Manuela Facciolo
  2. 2.  Programma, applicazione, software sono tre sinonimi per indicare le componenti intangibili del computer.
  3. 3.  Alcuni programmi sono già installati sul tuo computer. Clicca sul pulsante start e seleziona la voce "Programmi" o "Tutti programmi" Da qui potrai accedere ai programmi già istallati sul tuo PC. I programmi puoi anche trovarli su alcuni siti Internet, oppure sui CD o DVD che vengono allegati alle riviste in vendita nelle edicole, oppure nei negozi che vendono articoli di informatica.
  4. 4.  Accanto alla descrizione del programma, viene solitamente indicato se è gratuito o a pagamento. Ma non sempre questo viene espresso in italiano, ma in inglese. Ecco una tabella per capire alcune parole chiavi: SOFTWARE = programma FREE o FREEWARE = Programma tutelato dalle leggi sul copyright, messo a disposizione dallautore gratuitamente sul web. I programmi freeware sono quindi tranquillamente distribuibili e copiabili rimanendo nella legalità.
  5. 5.  SHAREWARE = si dice di un software messo a disposizione in Rete per essere provato. Quando di decide di utilizzarlo regolarmente, si dovrebbe pagare una cifra (generalmente molto bassa) a colui che ne detiene i diritti. TRIAL = Versione di prova di programma, solitamente a scadenza dopo un numero definito di giorni disabilita alcune funzionalità oppure non si apre più) o con alcune funzioni disabilitate. Per utilizzare tutte le funzionalità del programma è necessario acquistarne la licenza duso. DEMO = Diminutivo di Demostration, indica un programma in versione di prova, non completo o disponibile per un periodo limitato di tempo.
  6. 6.  A seconda della loro funzione, i programmi possono essere divisi in categorie. OFFICE: per attività di ufficio o di casa (elaboratore testi, fogli di calcolo, presentazioni, agende elettroniche, eccetera) UTILITY: per sfruttare le potenzialità del pc e mantenerlo efficiente. MULTIMEDIA: per gestire la musica ed i filmati. INTERNET: programmi specifici per navigare in internet, gestire la posta elettronica, costruire pagine web. SICUREZZA: per difendere il tuo pc da virus e spyware e resistere a potenziali malfunzionamenti dellhardware. GIOCHI: per usare il pc anche come "palestra ludica".
  7. 7.  Con il continuo uso del PC, (installazione e disinstallazione di programmi, creazione e cancellazione di Cosa vuol dire ? Un file è frammentato, quando viene memorizzato in più punti del disco fisso. Lapertura di un file frammentato risulta lenta, perché il lettore del disco fisso deve saltare "qua e la" per leggere ed aprire il file. Per eliminare questo rallentamento, dovuto alla frammentazione dei file, dovrai periodicamente deframmentare il disco fisso, ovvero, eliminare (o almeno diminuire) la frammentazione dei file.
  8. 8.  Vediamo ora come procedere per deframmentare il disco fisso. 1 - Se ci sono programmi aperti, chiudili tutti 2 - Clicca sul pulsante "Start" > "Risorse del Computer" 3 - clicca con il tasto DESTRO sopra licona che rappresenta il tuo disco fisso 4 - dal menu contestuale clicca su Proprietà e poi su strumenti Esegui Defrag
  9. 9. Vi sono due tipi di finestre: Di Gruppo: che contengono oggetti. Di Applicazioni all’interno delle quali avviene l’esecuzione di un programma.Entrambe presentano un aspetto simile, le cui parti costituenti sono: Barra del titolo, Menù di controllo, Pulsanti di controllo, Barre di scorrimento vert. e orizz., Barra di stato e nelle applicazione anche le Barre degli Strumenti 9
  10. 10. Barra degli strumenti Barra del titolo Pulsanti di controlloIconamenù dicontrolloBarre deimenùBarra distato Barre di scorrimento verticale e 10 orizzontale
  11. 11. I menù sono elenchi di opzioni attivabili contraddistinti da un titolo, agendo su di esso compare spesso il menù a tendina.Per attivare un menù: Puntare il mouse e fare click. Con i tasti Alt + il carattere del nome che appare sottolineato (es/ File premo Alt+F) Scegliendo la selezione rapida proposta a fianco (ad es/ Copia propone Ctrl + C) 11
  12. 12. 12
  13. 13. Se l’opzione di un menù è in grigio, allora non è attivabile.Ci possono essere degli indicatori: Il segno di spunta : per attivare o meno. Il punto  : selezione mutuamente esclusiva Il triangolo : per altri sottomenù. 13
  14. 14. Nelle varie finestre di dialogo ci sono: Caselle di testo: dove digitare una stringa Caselle di riepilogo  : per delle scelte. Caselle di controllo : per selezionare opzioni non esclusive. Pulsanti di opzione  : per selezionare opzioni mutuamente esclusive. Pulsanti di comando: per eseguire un’azione (ad es/ Ok o Annulla) 14
  15. 15. Le operazioni effettuabili sulle finestre: Ridurre a icona _ :per porla in Standby. Ripristinare: con un click sull’icona nella Barra delle applicazioni. Ridimensionare : o tramite le freccette  intorno alla finestra. Spostare : trascinandola col sx del mouse dalla Barra del titolo. Chiudere X :abbandonare la finestra. 15
  16. 16. Essa può avvenire in varie modalità: Affiancate orizzontalmente. Affiancate verticalmente. Sovrapposte.La scelta avviene mediante il menù di disposizione delle finestre sul desktop mediante il click col dx del mouse sulla Barra di Stato e scegliendo tra le opzioni. 16
  17. 17. 17
  18. 18. Possiamo avere molte finestre aperte, ma solo una sarà quella attiva; questa si riconosce perché la Barra del titolo è evidenziata di Blu rispetto alle Barre delle altre finestre che sono grigie.La stessa funzione è effettuabile con Alt + Tab  dopo la quale apparirà una finestra con l’icona di tutte le finestre aperte e con quella attiva che sarà incorniciata. 18
  19. 19. Per Windows, un File è un insieme di informazioni memorizzate nel sistema, che vengono classificati e ordinati in cartelle, le quali sono un indirizzario di oggetti che contiene la loro posizione nei dispositivi di memoria.La gestione dei file avviene mediante due applicazioni: Risorse del Computer. Esplora Risorse. 19
  20. 20. Per visualizzare le cartelle e navigare al loro interno si deve: Avviare Risorse del Computer o Esplora Risorse. Selezionare l’unità disco (C: , D: , floppy). Selezionare la cartella desiderata. E cosi via lungo la struttura, fino a giungere al livello desiderato. 20
  21. 21. È utile per avere una migliore rappresentazione della struttura del disco e si attiva con: Start. Programmi. Accessori.È una finestra divisa in due parti: A sx: l’elenco di tutte le cartelle. A dx: il contenuto della cartella scelta. 21
  22. 22. Alcune cartelle sono precedute dal segno: + :contiene altre cartelle che sono nascoste, che vengono visualizzate cliccando sul + – :le sottocartelle sono visualizzate e possono essere nascoste cliccando sul – Nessun segno: non hanno altre cartelle. 22
  23. 23. È necessario porsi dove la si vuole collocare, quindi: Posizionarsi su Nuovo del menù File. Scegliere l’opzione Cartella. Oppure cliccare col dx del mouse. Impostare Nuovo e poi Cartella.Si creerà la cartella col nome Nuova Cartella di default, che posso cambiare subito o successivamente. 23
  24. 24. 24
  25. 25. I File possono essere riordinati con la voce già vista Disponi Icone, che sceglie tra: Per nome. Per tipo. Per dimensione. Per data.Stesso risultato si otteneva scegliendo l’opzione Dettagli del menù Visualizza 25
  26. 26. 26
  27. 27. Se si vogliono selezionare più File è sufficiente: Se sono adiacenti: selezionare il primo e spostarsi sugli altri tramite frecce direzionali o mouse. Se non sono adiacenti: selezionare il primo e poi spostarsi sugli altri selezionandoli, premendo contemporaneamente il tasto Ctrl. 27
  28. 28. 28
  29. 29. Selezionato l’oggetto posso operare così: Spostare: trascinandolo col mouse all’interno di un’altra finestra. Copiare: come sopra ma premendo Ctrl. Creare un collegamento: trascinandolo sul desktop.Le stesse opzioni (con l’aggiunta di altre) le potevo avere da un menù di comandi se cliccavo col dx del mouse o dal menù Modifica con Copia o Taglia e poi Incolla. 29
  30. 30. 30
  31. 31. L’operazione consente di copiare da disco ad un’altra unità periferica di memoria un insieme di file che possono essere in seguito ripristinati.Tale procedura richiede meno tempo e spazio, per cui è da scegliere quando si effettuano grossi salvataggi giornalieri. Si avvia con la sequenza: Start, Programmi, Accessori, Utilità di sistema, quindi scelta la procedura, bisogna selezionare i file e l’unità di destinazione . 31
  32. 32. Una volta selezionato uno o più File la cancellazione può avvenire in vari modi: Col tasto Canc. Con la voce Elimina del menù File. Con la voce Taglia del menù Modifica. Con le voci Elimina o Taglia del menù rapido attivato col dx del mouse. Trascinando l’oggetto nel Cestino. 32
  33. 33. Il contenuto del Cestino può essere recuperato tutto o in parte, così: Aprire il cestino. Selezionare ciò che si vuole recuperare. Cliccare sulla voce Ripristina.Il Cestino occupa spazio, per cui è utile pulirlo ogni tanto: Con il pulsante Svuota Cestino dopo averlo aperto, o col dx del mouse. 33
  34. 34. 34
  35. 35. La funzione Cerca ci consente di trovare File o Cartelle di cui non ricordiamo più la collocazione, si può attivare con: Mediante la sequenza di comandi Cerca e Tutti i File e le Cartelle del menù Start. Dal comando Cerca del menù File.La ricerca può quindi essere impostata in base a vari criteri come: nome e percorso, data di creazione, contenuto, tipo di file, dimensioni. 35
  36. 36. 36
  37. 37. Windows inserisce in una cartella i collegamenti agli ultimi File/documenti aperti, rendendone più immediato il loro utilizzo.Per attivare questa azione seleziono la voce Documenti Recenti del menù Start. 37
  38. 38. È molto utile perché permette di ridurre la loro dimensione e quindi lo spazio occupato da questi oggetti sul disco rigido o su altre periferiche, la più diffusa è WinZip, per attivarla devo: Cliccare col dx del mouse. Scegliere tra le opzioni Add to Zip, NomeFile.Zip (che mantiene il nome dell’archivio), Zip e E-Mail NomeFile.Zip 38
  39. 39. 39
  40. 40. È sufficiente aprire l’archivio, quindi scegliere gli oggetti da estrarre e tramite la voce di menù o il pulsante Extract indicare la posizione in cui inserire i File decompressi. 40
  41. 41. A ciascuna stampante definita viene assegnata una coda di stampa, che è una zona di memoria in cui Windows posiziona temporaneamente i dati che devono essere stampati.Questo permette all’utente di continuare a lavorare sul PC. 41
  42. 42. La stampante predefinita può essere cambiata in vari modi: Scegliere un’altra stampante per la stampa in corso, dalla finestra di dialogo della stampa. Scegliere un’altra stampante come predefinita, variando le impostazioni del sistema dal Pannello di Controllo. 42
  43. 43. 43
  44. 44. Per far questo dobbiamo informare il sistema, secondo le modalità: Dalla finestra Stampanti, cliccare su Aggiungi Stampante e cercare se nel sistema sia già presente un driver adatto alla nostra periferica. Collegare la stampante, quindi inserire il CD e seguire le indicazioni d’installazione fornite. 44
  45. 45. La stampa può essere effettuata con: Cliccando sull’icona della Stampante. Con il comando Stampa del menù File.Dalla finestra di dialogo impostare le proprietà relative sia alla stampante che alla stampa che si vuole ottenere. 45
  46. 46. Per vedere lo stato di un processo di Stampa, si può operare: Tramite doppio click o col comando Apri sull’icona della stampante attiva, se siamo nella Cartella Stampanti. Tramite l’icona della Stampante nella Barra delle Applicazioni in basso a dxDalla finestra di dialogo posso: Interrompere, Riavviare o Eliminare la stampa 46

×