• Save
Tesi Versione Definitiva
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Tesi Versione Definitiva

on

  • 2,161 views

 

Statistics

Views

Total Views
2,161
Views on SlideShare
1,675
Embed Views
486

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

9 Embeds 486

http://linguelearning.blogspot.com 189
http://tecnodidatticamente.blogspot.com 153
http://tecnodidatticamente.blogspot.it 109
http://linguelearning.blogspot.it 25
http://www.blogger.com 3
http://it.paperblog.com 2
http://translate.googleusercontent.com 2
http://linguelearning.blogspot.de 2
http://tecnodidatticamente.blogspot.ca 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Tesi Versione Definitiva Tesi Versione Definitiva Presentation Transcript

  • “ Mi piacerebbe che i digital immigrants e i digital natives si incontrassero finalmente in un ‘nuovo mondo’ scuola, in cui l’uso delle tecnologie non sia solo acquisizione di nuovi strumenti didattici, ma nascita di una nuova cultura digitale, più attiva, partecipativa, democratica e creativa di quella esistente ”     Docente di Inglese di 46 anni di una scuola secondaria di II grado di Potenza “ Il docente, esaurito il compito di ‘trasmettere’ cultura, deve trasformarsi in ‘mediatore’ culturale, in facilitatore di apprendimento e in orientatore”     Docente di Inglese di 48 anni di una scuola secondaria di II grado di Matera “ Non si può insegnare una lingua, si possono al massimo creare le condizioni perché qualcuno l’apprenda” Wilhem Von Humboldt
  • Università degli Studi di Macerata Dottorato in E-Learning & Knowledge Management and Psychology of Communication XXIII Ciclo Ricerca di Marco Albanese Tutor: Prof. Michele Goffredo Insegnamento, acquisizione e apprendimento linguistico con il supporto di tecnologie di rete
    • Fasi della ricerca
    • Ipotesi di ricerca
    • Convergenze
    • L’indagine
    • Il punto di vista del docente
    • Tool per la didattica delle lingue straniere
    • Indicazioni e spunti di riflessione
    • Proposta operativa
    Parleremo di… Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • 2008 2009 2010 Fasi della ricerca Periodi di lavoro Individuazione dell’oggetto di indagine, delimitazione del campo di ricerca e definizione delle ipotesi gennaio - luglio Approfondimento teorico, analisi della letteratura di riferimento e definizione della bibliografia agosto - dicembre gennaio - dicembre gennaio - marzo Redazione del questionario e individuazione del target di riferimento marzo - maggio Try-out del questionario. giugno Somministrazione dei questionari. Raccolta e inserimento in un apposito database di quelli in formato cartaceo o su file settembre - dicembre gennaio - aprile Prima sommaria analisi dei dati dei questionari marzo - aprile Redazione dell’intervista e individuazione del target di riferimento marzo - maggio Somministrazione e trascrizione delle interviste maggio - luglio Ripulitura dei dati, verifica della coerenza delle risposte e analisi completa dei questionari luglio - settembre Analisi completa delle interviste luglio - settembre Selezione tool gennaio - dicembre gennaio - dicembre Stesura definitiva del rapporto di ricerca luglio - dicembre
  • Ipotesi di ricerca I docenti utilizzano le tecnologie e, in particolare, quelle di rete a livello personale, per la propria formazione professionale e nella normale attività didattica. Il loro rapporto con questo tipo di strumenti e di pratiche è in linea con i risultati delle sperimentazioni condotte su scala nazionale e internazionale, che da tempo vedono l’insegnante di lingue straniere attivo sul fronte dell’integrazione delle TIC nella didattica d’aula Raccogliere informazioni sulla reale consapevolezza degli insegnanti circa l’utilizzo di tecnologie di rete nel curricolo di lingue straniere Indagine quali-quantitativa Verificare se Ripensare il ruolo e le competenze del docente di lingue straniere (nuovo approccio) Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • Le convergenze Glottodidattica umanistica e Costruttivismo socio-culturale Comunicazione e apprendimento in rete Intelligenze Multiple Il contesto europeo e nazionale Il pensiero degli insegnanti TIC e Reti: implicazioni glottodidattiche Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
    • Raccomandazione sulle “Competenze chiave”
    • Politiche linguistiche del Consiglio d’Europa (QCER e PEL)
    • Tecnologie e politiche linguistiche dell’Ue
    • Lingue e TIC in Italia
    Il contesto europeo e nazionale Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
    • La lingua è “ un mezzo per raggiungere scopi, un’espressione di un rapporto di ruolo sociale, un indicatore di appartenenza a un gruppo, un’espressione di una cultura, uno strumento del pensiero e uno strumento di espressione ” (Balboni, 2002)
    • L’acquisizione/apprendimento di una lingua straniera è un processo consapevole e sociale, basato sul contenuto e sulla “lingua reale”, che si sviluppa nell’interscambio con il mondo e le persone (importanza della competenza comunicativa interculturale)
    • Assenza di processi generatori di ansia (filtro affettivo) e ricerca costante di una significatività (coinvolgere esistenzialmente il soggetto che apprende)
    • Insegnare una lingua vuol dire impostare un nuovo sistema linguistico e non affiancare quello nuovo a quello della lingua materna
    Glottodidattica Umanistica Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/ Glottodidattica e Costruttivismo socio-culturale
    • Approccio costruttivista in glottodidattica (Balboni, 2002, 2008; Beraldo, 2008; Celentin, 2009):
      • natura dialogica dell’apprendimento e della costruzione del sapere
      • importanza data all’aspetto comunicativo come forma di interazione sociale
      • ruolo centrale e attivo del discente
      • sviluppo di un processo di apprendimento che coinvolga attività didattiche autentiche e rilevanti
      • sviluppo di autonomia e consapevolezza del discente sul proprio processo
      • attenzione sulla pluralità del codice comunicativo
    • Acquisizione/apprendimento di una lingua straniera si presenta (Dolci, 2004):
      • orientato all’azione (collaborativo con forme di lavoro in classe e progetti)
      • consapevolezza dei processi di acquisizione, linguistici e culturali (language awareness)
      • basato su un’esperienza linguistica totale che prende corpo in un ambiente autentico e complesso
    • Rapporto tra intelligenze, tecnologie e acquisizione di una o più lingue straniere
    • Tipi di intelligenza implicati nell’apprendimento di una lingua:
      • linguistica (abilità di usare la lingua per esprimere emozioni e pensieri e capire gli altri)
      • logico-matematica (riflessione formale “grammaticale”, difficoltà a lanciarsi nella comunicazione)
      • spaziale (ricostruire o modificare mentalmente la disposizione degli oggetti, lessico figurato, dizionari illustrati)
      • musicale (memorizzazione linguistica di canzoni)
      • intelligenze personali (intrapersonale = attività che esprimono il proprio animo, interpersonale = attività che mettono in relazione con gli altri, per es. dialoghi e scene)
    • Attività glottodidattiche (Torresan, 2008)
    Intelligenze Multiple Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
    • Internet come luogo dell’interazione comunicativa e della cultura universale; di una conoscenza nuova, aperta, complessa, polidisciplinare, individuale e collettiva allo stesso tempo; per formarsi un’opinione, esprimere un giudizio critico e partecipare alla costruzione della conoscenza (Corazza, 2008)
    • L’avvento di Internet ha introdotto una nuova socialità, prefigurandosi come un nuovo vettore comune per la costruzione del sapere, in cui la comunicazione da verticale diviene orizzontale
    • La rete vive di una conversazione permanente = spazio dinamico e alternanza di ruoli (Mason, 2005)
    • Modello interattivo = comunicazione è costruzione condivisa della conoscenza e il canale è uno spazio condiviso (Riva e Galimberti, 1997)
    • L’interazione rende Internet uno spazio di decostruzione sociale e di ricostruzione di una nuova socialità (Reid, 1991; Bell, 2001; Turkle, 1996; Rheingold, 1993)
    • La scrittura in rete passa a uno statuto di oralità e da individuale ed esclusiva diventa collettiva ed inclusiva (De Kerckhove, 2008) = produzione digitale è una nuova modalità espressiva
    • Internet si presenta come un immenso mondo virtuale a partecipazione collettiva e il web è un grande ipertesto in cui ognuno può dare il proprio contributo (valorizzazione delle diversità, Lévy, 1998, 2002)
    Comunicazione in rete Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • Apprendimento in rete
    • Marconato (2009): 4 tempi delle tecnologie nella didattica
      • Fase 1, e-learning o delivery mode (focus è su costruzione, organizzazione e distribuzione di contenuti e informazioni)
      • Fase 2, collaborative & networked learning (focus su comunicazione, collaborazione e costruzione di artefatti)
      • Fase 3, connected learning (focus su reti sociali, condivisione di risorse, costruzione della conoscenza)
      • Fase 4, immersive learning (focus su visualizzazione, manipolazione, interazione e costruzione)
    • Entità coinvolte nelle dinamiche in Rete (Dron e Anderson, 2009; Fini, 2010): soggetto, groups , networks , collectives
    • Aspetti presi in considerazione:
      • Comunità in rete
        • CoP (Wenger, 1998) e VLC (Paloff e Pratt, 1999; Garrison, Anderson e Archer, 2000; Calvani, 2006)
            • Teaching presence
      • Collaborazione in rete
        • Modelli di Salmon (2002), Calvani (2006) e Trentin (2007)
      • Social web
    Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • Il pensiero degli insegnanti
    • Serendipity
    • QCER ha sancito un approccio orientato all’azione (“saper fare”, “saper essere” e “saper apprendere”)
    • Aggiungere “saper essere consapevole” (ruolo dell’insegnante di LS)
    • Post-costruttivismo = ruolo dell’insegnante nella fase di avvio del processo di costruzione della conoscenza da parte del soggetto: “focalizzazione dell’attenzione sui processi, più che sui prodotti, o meglio, sulle relazioni tra processo e prodotto, tra partecipazione e reificazione, tra apprendimento e insegnamento”(Rossi, 2009)
    • Nella società della conoscenza (Lisbona 2000), l’insegnante diventa “riflessivo” = in grado di analizzare la propria azione didattica, di dare contezza delle strade percorse, di mettere a punto strategie adatte a situazioni spesso diversificate
    • Insegnante-ricercatore non agisce in solitudine, ma dialoga con gli altri, perché il discorso, per essere definito vivo, ha bisogno di essere comunicato
    Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • Tecnologie e reti: implicazioni glottodidattiche
    • Insegnante di lingue si è sempre confrontato con le tecnologie già a partire dagli anni 50/60 del XX secolo
    • Computer: “macchine per apprendere” POI “macchine per comunicare” POI “macchine per interconnettersi”
    • Numerosi studi sui vantaggi dell’uso delle tecnologie per l’insegnamento e l’apprendimento di una lingua straniera
    • Focus della ricerca sulle tecnologie di rete. In letteratura due periodi:
      • avvento della CMC
      • comparsa del WWW
    • Nuova fase tutta da scoprire: parafrasando Balboni (2008), il ruolo del docente nella glottodidattica del XXI secolo è “ insegnare a scambiare messaggi efficaci in rete ”
    • “ Network-Based Language Teaching - NBLT ” (Kern &Warschauer)
    Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • Language educators should use the Internet not so much to teach the same thing in a different way, but rather to help students enter into a new realm of collaborative inquiry and construction of knowledge, viewing their expanding repertoire of identities and communication strategies as resources in the process (Kern, Ware e Warschauer, 2004) Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/ Tecnologie e reti: implicazioni glottodidattiche
  • L’indagine 1 - Questionario
    • Questionario (tre formati) di cui uno online
    • 200 questionari
    Descrizione Struttura Target
    • Informazioni generali
    • Tecnologie e didattica
    • Internet ed e-learning
    • Insegnanti di lingue della Basilicata
    • Studenti SSIS e Scienze della Formazione Primaria
    • Insegnanti di scuola primaria del progetto ministeriale sulla lingua inglese
    • Statistical Package for Social Science (SPSS)
    Analisi dei dati Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • L’indagine 1 - Questionario Il campione dei docenti Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • L’indagine 2 - Intervista
    • 20 situazioni di interesse
    • 15 risposte
    Focus group Struttura
    • 13 domande
    • le prime 5 sono riferite ai dati personali dei docenti
    • le altre riguardano:
      • Internet per l’aggiornamento professionale
      • l’integrazione delle tecnologie legate al social web nella didattica delle lingue
      • descrizione dell’impatto presso gli alunni e un’indicazione degli obiettivi raggiunti tramite le tecnologie di rete
      • una opinione sul ripensamento del curricolo di lingue straniere
      • una indicazione delle competenze necessarie al docente di lingua straniera del XXI secolo
    Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • Il punto di vista del docente
    • Volontà di integrare tecnologie di rete nella didattica
    • Aspetti positivi dell’e-learning nella formazione docenti e nella didattica
    • Skill “potenziate” dalle tecnologie di rete
    • Docente come insegnante di “comunicazione interculturale”
    • Punti di forza e punti di debolezza dell’utilizzo di tecnologie di rete
    • Internet come fonte inesauribile di spunti e materiali
    • Risorse del social web spesso utilizzate solo per motivi personali
    • Esigenza di formazione specifica metodologica e pedagogica
    Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • Tool per la didattica delle LS
    • Selezione effettuata durante il secondo e il terso anno
    • 104 tool : web-based , free , facilità d’uso e intuitività dell’interfaccia utente
    • Divisi in 5 categorie: “Blog”, “Collaborazione e condivisione di documenti e risorse”, “Creazioni multimediali”, “Networking”, “Varie”
    • Tabella con i tool in ordine alfabetico, con riferimento alla/e skill linguistica/che per il cui potenziamento possono essere utilizzati e l’ordine di scuola in cui possono essere più utili
    • Alcune considerazioni:
      • la maggior parte delle risorse è in lingua inglese
      • pochi tool sono specificatamente dedicati alle lingue straniere
      • pochi tool possono essere utilizzati direttamente per potenziare l’abilità di “produzione orale”
      • scuola primaria = utilizzare le risorse di rete di questo elenco, per la didattica delle lingue, a partire dalla 4 a / 5 a classe
    Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • Indicazioni e spunti di riflessione
    • Insegnare è “conversare/dialogare”
    • Trasformare la classe di lingue in una comunità di pratica e di apprendimento in presenza e in rete
    • Utilizzare una modalità “open”
    • Promuovere comportamenti virtuosi
    • Considerare il web come “l earning space ” linguistico individuale e la tecnologia come il veicolo, non la destinazione finale
    • Promuovere l’apprendimento collaborativo in presenza e in rete
    • Blended Language Learning
    Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • Proposta operativa
    • Rapporto “ Learning 2.0: the impact of Web 2.0 innovations on education and training in Europe ” (JRC - 2009)
      • insegnanti dotati dal punto di vista delle abilità tecnologiche, ma non riescono a sfruttare i vantaggi di tale situazione nella didattica quotidiana
      • cause individuate
        • assenza di incentivi per chi decide di utilizzare le tecnologie in classe
        • scarsa consapevolezza sulle reali potenzialità di un “ technology-enhanced teaching ”
        • “ the dominant culture in the teaching profession, which does not rely very much on research based evidence to identify good teaching methodologies and strategies ”
      • soluzione prospettata coinvolge le istituzioni che si occupano di formazione degli insegnanti,
        • “ encourage teachers to nurture and adopt a new pedagogical culture through initial research-based training and continuous personal development ”
    • Progetto AMELIS
    • Modello per la formazione in servizio dei docenti di lingua straniera sull’integrazione di tecnologie di rete nella glottodidattica
    Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/
  • Ricerca di Marco Albanese - Blog: http://linguelearning.blogspot.com/ Proposta operativa