Your SlideShare is downloading. ×
MAIS Onlus notizie | 2012, 4° trimestre
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

MAIS Onlus notizie | 2012, 4° trimestre

230
views

Published on

Trimestrale dell'Associazione Mais onlus …

Trimestrale dell'Associazione Mais onlus

Published in: Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
230
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. mais onlus Movimento per l’ utosviluppo A Internazionale nella Solidarietà notizie Anno XXIV, Ottobre-Novembre-Dicembre 2012 n. 10-11-12 Autoriz.Trib. Roma, n. 44 del 27/1/89TARIFFA ASSOCIAZIONI SENZA FINE DI LUCRO:“Poste Italiane S.p.A. Spedizione inAbbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 2 - DRCB - ROMA.” www.mais-onlus.org
  • 2. EDITORIALE SOMMARIO di PIETRO CARTA Cari Amici, questo numero di Mais onlus notizie vi arriverà nel periodo natalizio e questo ci permette di augurarvi da parte del Consi- glio, della redazione della rivista, dei collaboratori e dei volon- tari del Mais onlus un Buon Natale ed un felice 2013! L’anno che sta per finire è stato pieno di novità ed iniziative 4. LETTERE che hanno coinvolto un numero sempre crescente di amici e Brasile: Rio, una volontà instancabile volontari e visto un utilizzo “costante” della nostra sede. Sudafrica: dove eravamo rimasti? Nel tentativo di uscire dal nostro solito orto, per far cono- Argentina: Isabel, una donna abituata scere quello che di buono facciamo, abbiamo organizzato in- a lottare contri musicali, mostre fotografiche, visite culturali a mo- I NOSTRI CONSIGLI LETTERE stre di rilevanza internazionale (Vermeer, Guttuso, Galleria 8. PROGETTI I NOSTRI CONSIGLI LETTERE Borghese, Scuderie del Quirinale ecc.), conferenze, corsi di yoga, incontri di costellazioni familiari, rebirthing; le varie Madagascar: la cooperativa agricola iniziative, seguite con entusiasmo, hanno avuto ottimi riscontri. continua il suo cammino Insomma stiamo lavorando per realizzare quello che fino a Argentina: i miei primi dieci anni pochi anni fa era solo un sogno: avere una sede aperta a tutti, con il progetto Recreando GRUPPI LOCALI In copertina: Claypole, Argentina creare un polo di aggregazione fruibile anche da chi non ade- SHOPPING Valença: aiutiamoli a...stare freschi! FOCUS (foto di Sara Testini) GRUPPI LOCALI risce (ancora) al Mais onlus. SHOPPING Mais onlus Notizie Come sapete, non spendiamo in pubblicità per farci conosce- 13. FOCUS FOCUS Mensile del Mais onlus Editore re, non abbiamo artisti o personaggi famosi che ci sponsoriz- Roma: una mostra di...sensazioni Anno XXIV, Ottobre-Dicembre 2012, n. 10-11-12 Appuntamenti zano, né godiamo di finanziamenti pubblici quindi dobbiamo cercare di andare oltre il passaparola che ci ha fatto crescere, Autorizzazione Tribunale di Roma n.44 del 27/1/89 sì, ma che ormai è un filone più che sfruttato e, grazie alla no- c/c postale n. 70076005 22 dicembre 2012, ore 13.50 stra nuova sede, abbiamo la possibilità di allargare la platea di VOCI c/c bancario n. 2789 14. FLASH LISTA DEI DESIDERIVERMEER. IL SECOLO D’ORO sostenitori della nostra Associazione. presso Banca Prossima Fil. 05000 RomaDELL’ARTE OLANDESE Abbiamo così scoperto che chi si accosta per la prima volta FLASH VOCI Borzonasca: Giostra dei Casali, Cen- LISTA DEI DESIDERI abi 03069 cab 03240 cin V tro Anidra iban IT25 J033 5901 6001 0000 0002 789Visita l’arte al Mais onlus rimane sbalordito vedendo quante cose riuscia-Scuderie del Quirinale. FLASH mo ad organizzare con l’aiuto e l’impegno di pochi volontari; Recife: Dorinha e i suoi visitatori Direttore Responsabile: Giovanni NovelliBiglietto d’ingresso €12 + €10 quota Mais onlus. resta sorpreso vedendo come tutti si diano da fare senza bada- Testi e redazione: Pietro CartaIl terzo ciclo dell’iniziativa Visita l’arte, visite re minimamente a cariche istituzionali, ruoli di responsabilità, Hanno collaborato: i Responsabili, i Referenti Foto: Archivio Mais onlus, Sara Testininel segno dell’arte e della solidarietà. incarichi ufficiali; resta colpito dalla facilità con cui può entrare 16. ULTURA CLa preziosa Claudia Sonego, storica dell’arte, in contatto con ognuno di noi senza filtri o sbarramenti gerar- Libri Art director: Ginevra Petrone - Viva Groupvi accompagnerà in questo viaggio. chici. Film Impag.ne e Red. Grafica: Arianna De Dominicis Il nostro impegno collettivo è la carta vincente per superare Mostre Realizzazione Grafica: Federica Rizzo Stampa: GM Produzioni Grafiche - Roma difficoltà e periodi di crisi, il nostro lavorare insieme ci permet- 20 gennaio 2013, ore 18.00 terà di raggiungere tutti gli obiettivi, anche quelli più ambiziosi Tutti i diritti sono riservati.STORNELLATE ROMANE (Clinica nello Swaziland, Fattoria biologica in Madaga- È vietata la riproduzione di qualsiasi parte di questa rivistaArtisti socialmente utili scar) che ci siamo prefissati e per i quali lottiamo con tutte le 17. INFO senza il permesso scritto dell’Editore e degli Autori.Spettacolo di canzoni romane tradizionali, nostre forze. Sostenitoreintercalate da frasi e pensieri su Roma scritte L’impegno per il 2013 è di continuare a percorrere questa Versamentida intellettuali ed artisti di tutto il mondo e strada perché abbiamo constatato che la frequentazione della Associazione di Volontariato - Onlus Socio Fondatore de la Gabbianella,di tutti i tempi. nostra sede è contagiosa: chi partecipa alle nostre iniziative, chi Coordinamento per il sostegno aArtisti Socialmente Utili: Maurizio Carlini ci frequenta, chi viene a conoscerci diventa nostro sostenitore, distanzavoce e chitarra, Gabriella Tambone letture; amico, volontario e non ci lascia più!!! 18. SHOPPING Desideri di cuore: Cesto di Natale 2012Coro Mais onlus. Piazza Manfredo Fanti, 30 - 00185 Roma Regali per voi e per loro tel e fax 06/7886163Roma, presso la sede del Mais onlus Pietro Carta e-mail: mais@mais-onlus.orgPiazza M. Fanti n.30 Responsabile Comunicazione www.mais-onlus.org
  • 3. 4 LETTERE LETTERE 5 Brasile: Rio, una volontà instancabileMolti di voi conosceranno Edson, un po’ il nostro fiore all’occhiello tra gli studenti brasiliani sostenuti dal Mais onlus.Questa, per sommi capi, è la sua storia piena ora solo di successi! Sono un giovane di 28 anni e ho abitato nel quartiere Questa è stata una grande vittoria, visto che sono il Nel 2008 sono stato selezionato come aiutante Prospettive di studio e vita nel 2012-2013...di Jacutinga, dove ho passato la maggior parte della mia primo, tra i miei, ad aver ottenuto tal risultato. pedagogo nel Comune di Japeri e nel primo semestre del Oggi mi confronto con altre numerose inquietudini,vita con la mia famiglia, madre e 4 fratelli, da quando sono Nel 2005, entrando nelle prima fase universitaria, sono stato 2009 sono stato uno dei primi dell’Università a completare che mi fanno capire, ogni volta di più, che il processonato. scelto come borsista delle attività socio-educative del gruppo il corso di pedagogia. dell’apprendimento non termina mai. In questo momento I miei genitori si sono separati da 13 anni. Da allora Mais onlus. Lo stesso possiede un nucleo chiamato ACNM Ho inoltre superato il concorso per insegnante supplente un nuovo percorso mi si presenta come insegnante-iniziarono le nostre difficoltà economiche e per motivi (associazione culturale Nino Miraldi), che ha sede a Mesquita nel Comune di Mesquita. ricercatore: il tentativo di fare un corso di livello superiore.sociali, son dovuto diventare la fonte principale del reddito con attività che si svolgono nel quartiere di Jacutinga. Penso infatti che questa opportunità mi aiuterà, così comedella mia casa a 16 anni con il mio lavoro in una gelateria Sono diventato docente di filosofia nel precorso ai miei futuri colleghi, a dialogare più profondamente concome aiutante nei servizi generali. Nel 2006, come laureando ricercatore, ho svolto attività comunitario della ACNM e sono stato in Italia, a maggio, l’educazione. E ci aiuterà, giorno dopo giorno, ad essere nel gruppo di ricerca Formazione di Insegnanti. per discutere in italiano nelle scuole, in aziende e nel cittadini più pensanti e capaci di trasformare, confrontandoci, Quando ho provato il test di ammissione all’università, Già nel 2007 due nuove opportunità hanno influenzato congresso annuale del Mais onlus a riguardo delle attività le realtà socio-educazionali che ci si presenteranno.nel 2003, mi sono reso conto della mia inferiorità in rapporto abbastanza la mia esperienza sia accademica che sviluppate, anche per mostrare che ero un esempioalle conoscenze richieste per gli esami. Questa sensazione di professionale. La prima per un maggior legame con la vivente che l’aiuto a distanza dà i suoi benefici. Se oggi ho raggiunto questi obiettivi, lo devo al Maisfallimento e il capire di stare al margine per poter tentare Mais onlus e per un futuro viaggio in Italia, l’ACNM mi ha onlus e ai suoi collaboratori che credono nella mia forza euna ammissione in un istituto superiore di qualità, mi hanno concesso una borsa di studio di tre anni per seguire, con Nel secondo semestre 2011 sono diventato insegnante a nella mia volontà di studiare. Privilegio destinato a pochi,spinto ad impegnarmi al massimo, considerando lo studio successo, un corso di italiano all’università. Rio e lavoro nel quartiere ed anche nella zona Nuova Olanda, in una società consumista e ingiusta.molto più seriamente per tentare di invertire questo quadro E la seconda, dopo una selezione, sono diventato che è una delle favelas che compongono complesso di “Lo studio ha cambiato radicalmente la mia umile vitasocio-economico-istituzionale escludente, destinato agli borsista della Prefettura del Comune Di Nova Iguaçu. Sono Maré, uno dei posti più pericolosi della città carioca, perché e quella della mia famiglia. Del mio passato voglio soloafro-discendenti (neri) e ai disagiati del livello popolare. stato assegnato alla segreteria comunale dell’educazione, violenza e droghe sono molto presenti. Ma i risultati nella ricordarmi per incoraggiare i miei amici su come possiamoNell’anno 2004-5 son riuscito a superare le valutazioni della operando nella Scuola Comunale Bambini di Dio, e dando vita dei bambini che frequentano le scuole che fanno parte cambiare il nostro destino“.UERJ, superando il corso di Pedagogia (a pieni voti) per la una mano nell’orientamento educativo collegato al di questo immenso territorio sono evidenti.facoltà di Educazione della zona bassa Fluminense. progetto Quartiere-Scuola. Edson Vando
  • 4. 6 LETTERE LETTERE 7Sudafrica: dove eravamo Argentina: Isabel, unarimasti? donna abituata a lottare Incontrando per la prima volta la signora Isabel Alvarez vador sopravvissero facendo lavori saltuari, arrivarono poi forse potremmo farci un’idea sbagliata sul carattere della i tre figli e un po’ di tranquillità si potè raggiungere grazie persona che abbiamo di fronte. alla costanza di Salvador che riuscì finalmente a trovare un Lo sguardo dolce, il suo volto quasi sempre illuminato da lavoro stabile. Ma questo periodo durò poco perché dopo un sorriso e i suoi modi naturalmente gentili potrebbero qualche anno il marito di Isabel perse il suo lavoro e tutta la trarre in inganno chiunque, in realtà Isabel è una donna da famiglia ripiombò di nuovo in serie difficoltà economiche. sempre abituata a dover affrontare ogni sorta di difficoltà In questi momenti critici il progetto Ricreando è statoNotizie flash ed un augurio dal Sudafrica dalla nostra Jackie Stevenson. della vita e a saperle superare. la luce che ha condotto la famiglia di Isabel all’uscita del Lei e suo marito Salvador sono cileni e decisero di tra- tunnel dell’incertezza. Ma come sono andate le cose ce lo Cari amici, si è risolto non possiamo fare altro che guardare positiva- sferirsi in Argentina per lasciarsi alle spalle quell’atmosfera dirà meglio la stessa Isabel che durante i festeggiamenti un altro anno volge al termine e come diceva Winston mente all’anno 2013. cupa che regnava su tutto il Cile durante il periodo della dei dieci anni del progetto Ricreando ha voluto raccontareChurchill “così tante cose da fare in così poco tempo”. Sono grata ai due volontari che hanno trascorso un mese dittatura di Pinochet. Approdarono così nella Grande Buenos l’inizio di questa nuova fase di vita della sua famiglia. Molto probabilmente Churchill si riferiva alle sue abi- alla casa famiglia “The Loredana”, insegnando matemati- Aires come migliaia di altri sudamericani e argentini nella spe- tudini alcooliche , ma ovviamente io mi riferisco ai nostri ca e scienze ai ragazzi. ranza di trovare una vita migliore di quella lasciata alle spalle. Giulio Savinaprogetti. La clinica sta andando avanti bene, è sempre affollata sia Gli anni che seguirono non furono facili e Isabel e Sal- Responsabile Progetto Claypole Argentina Siamo consapevoli della difficile situazione economica in per le ecografie, per la distribuzione di farmaci antiretrovi-Italia e vi siamo davvero grati che nonostante tali difficoltà rali (Hiv) che per il consulto psicologico.abbiate continuato a fare parte della famiglia Mais onlus. Il costo della vita in Sud Africa continua ad aumentare L’INTERVENTO DI ISABEL Malgrado lo scenario negativo attuale sudafricano (in in modo allarmante; il costo dell’elettricità è più che rad- Mi chiamo Isabel e desidero raccontarvi la mia conti da pagare proprio all’inizio delle feste di fine d’anno.realtà nella maggior parte dell’Africa), i nostri progetti pro- doppiato in quest’anno e a marzo ci sarà un ulteriore in- esperienza con il progetto Ricreando. Però non ci scoraggiammo e decidemmo di mettere incedono bene. cremento del 16%. La mia famiglia è composta da tre figli Jason, Gisela, pratica quello che avevamo imparato nel laboratorio di Più di 25 studenti hanno terminato le scuole superiori e A Saint Cristopher paghiamo più per l’elettricità che non Jenifer e da mio marito Salvador. artigianato: io e la mia famiglia siamo rimasti per moltesono pronti ora ad entrare nel mondo del lavoro e avere per il vitto per 28 ragazzi. notti a lavorare fino all’alba per preparare gli oggetti dasuccesso nella vita. Anche il prezzo della benzina è notevolmente aumen- In questi ultimi anni il progetto Ricreando si è rivelato vendere. Abbiamo avuto anche la fortuna di essere stati Qualche settimana fa ho partecipato alla cerimonia di tato. essere di grande aiuto per la nostra famiglia. È sempre aiutati da una persona per ottenere una postazione nellaurea di tre nostri studenti, a marzo se tutto andrà bene E’ triste sapere che alcune case famiglia e ricoveri per stato presente nel sostenere gli studi dei miei figli, nel dare mercato per poter esporre i nostri prodotti.ne avremo altri due. anziani stiano chiudendo perchè non in grado di pagare le generi alimentari e indumenti e soprattutto nel garantirci Lo Swaziland, dal punto di vista accademico, è stato un bollette dell’elettricità. la salute. Il progetto Ricreando ci ha offerto anche Grazie a Dio ci è andata bene e già da allora ci rendemmovero disastro quest’anno, tra vacanze scolastiche, due mesi Concludo ringraziandovi per il vostro sostegno a nome l’opportunità di poter apprendere un nuovo mestiere. conto di una cosa importante ossia, quando si vuoledi sciopero degli insegnanti e poi di nuovo le vacanze. Al di tutto lo staff e dei bambini del Mais Africa: state cam- Alla nostra famiglia piace molto l’artigianato e così, raggiungere un obiettivo è possibile farcela. Ed io sonorientro i ragazzi si sono ritrovati a dover sostenere gli esami biando la loro vita. all’inizio dell’anno 2008 io e le mie due figlie ci iscrivemmo fermamente convinta che con l’aiuto del progetto Ricreando esenza una vera preparazione, al termine dei quali l’anno Auguriamo a voi e alle vostre famiglie un felice Natale, al laboratorio di artigianato condotto dai professori Hilda la propria volontà sia possibile raggiungere qualsiasi obiettivo.scolastico si è concluso. che possa il 2013 portarvi la felicità che meritate. e José Cardenas. E questa esperienza ha determinato la Per questo non mi stancherò mai di ringraziare le persone Non credo che gli alunni siano riusciti a frequentare le Vi salutiamo con tanto affetto e vi inviamo i nostri mi- svolta nella nostra vita. Infatti proprio il 15 dicembre dello che portarono tra noi questo progetto, Viviana e Giulio.lezioni per più di 5 mesi quest’anno, il che è abbastanza gliori auguri. stesso anno mio marito restò senza occupazione in seguito Grazie!triste e, in qualità di educatrice, sono abbastanza preoccu- al fallimento dell’impresa in cui lavorava.pata per la situazione. Ora che il problema degli scioperi Jackie Stevenson Iniziò per tutti noi un momento molto difficile con tutti i Isabel Alvarez
  • 5. 8 PROGETTI PROGETTI 9Madagascar: la cooperativaagricola continua il suo cammino distretto e il deputato Jean Noel. Midongy si trova in una valle circondata da una foresta fit- ta. C’è un rappresentante del ministero dell’acqua e foresta aDa François ci arrivano queste notizie sull’andamento della fattoria biologica, sui problemi di tutti i giorni, sui grandi passi Midongy. Ci ha fatto notare l’esistenza di migliaia di piantineavanti che tutti insieme stanno compiendo. di alberi che crescono non protette nella foresta. Per salva- guardare la foresta, bisogna raccogliere queste piantine, met- Nei giorni scorsi sono andato a vedere il nuovo terre- Madagascar) Etudes et Conseil, Eau et Environnement. terle nelle buste, e farle crescere proteggendole in un vivaio.noche un amico ci ha dato da sfruttare. Sono 5 ettari alla Hanno la loro sede a Tsarahonenana Antananarivo. La foresta che circonda Midongy è una fonte preziosa diperiferia sud ovest di Antsirabe. La settimana prossima are- Aspetto che scendano ad Antsirabe per una risposta più tantissime piantine endemiche del Madagascar. Sarebberemo con il trattore. pratica così sarò in grado di darvi delle cifre concrete sulle opportuno creare un arboretum a Midongy e fare di que- I contadini sono entusiasti per quest’altro lavoro in più. spese da sostenere. Il mese scorso ho anche contattato sto luogo ancora lontano dall’inquinamento un luogo da Ieri (il 7 novembre, ndr), ci siamo incontrati presso la un’altra agenzia che fa delle trivellazioni per fare dei con- fare visitare per conoscere meglio l’importanza della natu-casa di accoglienza dalle 9 del mattino alle 3 del pomerig- fronti sui prezzi e sulla serietà delle ditte. ra e la biodiversità del Madagascar.gio per votare il presidente della cooperativa e i consiglieri. La raccolta delle piantine di alberi di foresta a MidongyC’erano 63 persone maggiorenni, altre 22 hanno mandato Infine il Vivaio (e la salvaguardia della foresta dall’est agli arricchirebbe il vivaio di Tsinjo Lavitra Antsirabe. E’ statodei rappresentanti e altri 12 minori di 18 anni. alti piani). concordato che dopo la raccolta e la cura delle piantine a Il primo passo per l’arricchimento del vivaio e la riforesta- Midongy stesso, delle piantine saranno portate ad Antsirabe La mattina era dedicata al chiarimento riguardo al modo zione è stata avviata il 23 settembre scorso quando i geni- per fornire più piante al nostro vivaio e per cominciare ladi affrontare il lavoro, cosa mangiare durante il lavoro, tori dei bambini della casa di accoglienza si sono radunati. riforestazione vera e propria nella zona di Ambohimasina.come gestire il 20% del riso rimasto, come continuare a A tutti i genitori sono stati affidati una cinquantina di Jean Francois Ratsimbazafycostruire la strada, come e quando iniziare a seminare. bustine per seminare la moringa*. Ci aspettiamo, dun- Il pomeriggio abbiamo cominciato a rileggere lo statuto, que, più di 200 piantine di moringa nel mese di marzo.poi siamo passati alla votazione dei 10 consiglieri. I conta- La Moringa è conosciuta come “pianta deidini hanno voluto scegliere un consigliere per ogni villag- Ai genitori dei bambini sostenuti a distanza, è stato fat- miracoli” perché ogni sua parte ha qualchegio. Alla fine hanno votato il presidente della cooperativa to un corso di sensibilizzazione il sabato 27 ottobre scor- proprietà benefica.e il vice presidente. so. Una quarantina di genitori sono venuti per imparare a La specie più diffusa, l’oleifera, può raggiungere misurare, tagliare e saldare le bustine per poi mettere lo i 10 metri di altezza e nella medicina e nella Tutto è andato bene. Ormai la cooperativa ha il suo pre- strato di terra per accogliere i semi da piantare per il vivaio. tradizione locale puòsidente, il vice presidente e i suoi 8 consiglieri. In un secon- I genitori non potevano finire il lavoro in un giorno quin- avere vari impieghi:do momento sceglieranno il/la segretario/a. di si sono messi d’accordo per ritornare alla casa di acco- La Moringa è conosciuta olio da condimento, E’ sempre molto piacevole vedere tutti mangiare insieme glienza ogni volta che hanno tempo libero per continuare pesticida, pulizia dellamettendo in comune il frugale cibo a disposizione. la preparazione delle bustine. come “pianta dei miracoli” casa, biofuel ecc. Abbiamo mangiato il riso con la carne e i gamberetti e Ma l’impiego piùcome verdure le patate con le zucchine. Una volta pronte le bustine con i semi, un gruppo di importante è dato 5 persone scenderà a Midongy, nella regione di Vatovavy dall’utilizzo dei semi : macinando i semi di Per quel che riguarda l’impianto idraulico e la ricer- Fitovinany per una permanenza di 10 giorni. Moringa si ottiene un filtro biologico moltoca delle falde, mi sono mosso su due vie: ho contattato Il progetto è di mettere in piedi un nuovo vivaio in que- efficace per purificare e potabilizzare l’acqua.la SGDM (Société Géoscience pour le Développement de sto luogo in collaborazione con i giovani del posto, il capo
  • 6. 10 PROGETTI PROGETTI 11Argentina: i miei primi dieci casuale ed inaspettata, ci fu possibile metterci in contatto quei valori umani che abbiamo perso nella nostra società, con il Mais onlus e presentammo il nostro progetto il quale, il rispetto e la solidarietà. La mia esperienza durante questi con nostra grande sorpresa,fu accettato. anni è stata emozionante! Scavalcando tutti i dubbi e le perplessità ci mettemmoanni con il progetto Recreando subito all’opera, i primi volontari erano tutti insegnanti Non c’è stato per me niente di più gratificante nel vedere della scuola, colleghi che avevano scommesso sul progetto i nostri ragazzi felici per la conquista di medaglie e trofei, e che in maniera disinteressata iniziarono a collaborare nel festeggiare nuovi successi, nel vederli organizzarsi per nell’organizzazione dei primi laboratori e quindi, senza mettere in atto attività che potessero consentire al gruppo avere nessuna esperienza precedente e vincendo le paure di partecipare al maggior numero possibile di tornei.È opinione ormai consolidata che la professoressa Miriam Bani è uno dei pilastri portanti del progetto Ricreando. È una e le incertezze, il progetto iniziò a funzionare nel primo Il fatto di viaggiare molto insieme ha creato vincolivolontaria fin dalla prima ora ed ha sempre affiancato con entusiasmo Viviana nella conduzione di tutte le attività del sabato di agosto dell’anno 2002. talmente forti che sono più simili a quelli di un nucleoprogetto. In occasione dei primi dieci anni di funzionamento del progetto abbiamo ritenuto giusto dare uno spazio a famigliare che a quello di un gruppo di semplici amici.Miriam perché potesse esprimere tutti i suoi sentimenti verso questo progetto che le richiede continue energie ma che la Per quanto mi riguarda, io ho tenuto a battesimo il Purtroppo per me, per ragioni famigliari, già da un po’ripaga anche di tante soddisfazioni. laboratorio di taekwondo insieme a María Andrea Mancuso di tempo non partecipo più attivamente come prima alle Giulio Savina e Diego Bonino con lo scopo di recuperare una parte di vicende di questo laboratorio, però continuo a lavorare nel progetto nella segreteria e nella biblioteca. Dieci anni sono trascorsi senza che ce ne fossimo quasiaccorti. Proprio dieci anni fa questo progetto aveva iniziato Va anche detto però che nel corso di tutti questi annia funzionare. Sembra quasi impossibile che sia passato tutto ci sono stati momenti difficili per la defezione di alcuniquesto tempo però, se noi ci fermassimo un momento a volontari.guardare i ragazzi che stiamo seguendo fin dall’inizio e , A volte anche tra persone amiche va messo in conto chese guardassimo le loro fotografie e se potessimo andare possono nascere incomprensioni, e anche se questi episodiindietro nel tempo, ci potremmo rendere conto di quanto portarono momenti di tristezza e scoraggiamento siamosiano cresciuti! Erano così piccoli! E adesso li vediamo riusciti ad andare avanti nel nostro sforzo e nonostantelavorare, studiare, altri addirittura hanno propri figli. Altri tutto possiamo sicuramente affermare che il bilancio èancora hanno preso differenti percorsi di vita e così noi decisamente positivo.non possiamo più avere alcun contatto con loro, a volteper la distanza, per il tempo o perché non hanno trovato Sono trascorsi dieci anni e continuo a sentire sempreradici in questo posto. la stessa emozione quando vedo i nostri ragazzi che partecipano come volontari, che si allenano o quando Inizio a raccontare la storia di quello che io chiamo “il competono nei tornei. In effetti, è proprio questa continuaprogetto dei sogni”, non quello dei sogni effimeri ma emozione che mi tiene legata a questo progetto e che miquello dei sogni che ci fanno iniziare un cammino e che ci fa lavorare come volontaria, nel momento in cui io nonaccompagnano ogni giorno per farci raggiungere il nostro sentirò più questa passione, questa emozione profondaobiettivo. saprò che sarà arrivato il momento di dire addio. Quello che io ho chiamato “il progetto dei sogni” è statoideato e pensato da due persone che hanno studiato nella Desidero dire che voglio esprimere il mio ringraziamentofacoltà di Scienze Sociali dell’università nazionale di Lomas a tutti coloro che lavorano come volontari nel progettode Zamora: Viviana Ledesma e Lucia Conte. Ricreando, a quelli che in un modo o nell’altro collaborano, Si sentiva la necessità di un progetto che potesse a tutti i ragazzi che mi mostrano il loro affetto e a tuttiadattarsi ai bisogni di una comunità di persone che io i miei compagni d’avventura perché con loro continuo aconosco bene dal momento che lavoro come insegnante sognare e a credere che qualcosa è possibile fare e che seda 32 anni nella stessa scuola in cui il progetto è nato e anche qualche volta esprimono critiche sono anche capacicontinua ad esistere, proprio la stessa scuola dove Viviana di fare proposte alternative.è stata alunna e poi insegnante. Una volta terminato il lavoro di preparazione del progetto Grazie per avermi dato l’opportunità di essere parte delsi pensò che sarebbe stato bello poterlo trasformare in progetto Ricreando. realtà, però in che maniera? Grazie a quelle cose straneche ogni tanto accadono nella vita in maniera del tutto Miriam Bani
  • 7. 12 PROGETTI FOCUS 13Valença: aiutiamoli a... Roma: una mostrastare freschi! di...sensazioni Dal 12 ottobre al 3 novembre noi del Mais onlus ed le è rimasto nel cuore: i sorrisi argentini. i nostri amici abbiamo avuto la possibilità di viaggiare in Tuttavia essi spesso sono imperfetti, infatti, soprattutto Argentina, senza prende l’aereo, grazie alla mostra foto- nei quartieri poveri, non sempre le persone hanno la possi- grafica della nostra giovane volontaria Sara Testini, Co- bilità economica di provvedere alla propria igiene dentaria. Responsabile del progetto Claypole-Argentina. I ricavati di questa mostra, quindi, sono andati a soste- L’iniziativa ha riscosso molto successo: tanti volti vecchi e nere il “Progetto Sorriso”: un programma di prevenzione nuovi si sono radunati intorno alle immagini e hanno avu- e cura dei denti, che coinvolge le famiglie di Claypole-So- to modo di conoscere più da vicino, attraverso le parole e lano, il sobborgo di Buenos Aires dove, già da dieci anni, le emozioni di Sara, non solo il nostro progetto, ma anche esiste il doposcuola “Recreando”. la realtà più grande all’interno di cui esso è calato. Il “Progetto Sorriso” è articolato in tre fasi: nella prima la Abbiamo infatti assaporato la bellezza dei volti dei nostri nostra dentista-volontaria Chaska ha visitato i ragazzi in classe amici lontani e i loro magnifici paesaggi naturali, ma ab- per degli incontri preventivo/formativi, nei quali è stata spiega- biamo anche intravisto la povertà e le problematiche che ta l’importanza dell’igiene dentaria e i principi basici per man- sono sempre sottese e presenti. tenerla. Sono stati regalati spazzolini e dentifrici a tutti i ragazzi. L’Argentina, infatti, è un territorio variegato, che contie- La seconda e la terza fase si stanno avviando in questi gior-Ci arriva da Giovina questa richiesta per un congelatore che risolverebbe molti problemi di alimentazione dei ne situazioni molto diverse tra loro. Questo porta a volte ni e riguardano il momento essenziale di screening e cura,ragazzi del doposcuola. a delle contraddizioni, che danno però vita alla bellezza di per cui si prevedono i costi più alti, se si considera che le pro- Il doposcuola Mais Vida di Valença garantisce il sostegno il sabato effettua la pulizia dei banconi di frutta e verdura. quei luoghi e di quelle persone. Per questo la mostra è stata blematiche che stiamo riscontrando sono molte e i materialiscolastico dei bambini che frequentano le scuole pubbliche Quella in buone condizioni viene donata al doposcuola intitolata “Argentina, un arcobaleno tra le distanze”. hanno prezzi elevati. Tuttavia è con grande entusiasmo chedi Valença ed offre anche attività ludico-educative mirate Mais Vida. L’umidità e il caldo deteriorano presto il cibo Sara ha voluto raccontare la ricchezza che ha scoperto affrontiamo questa nuova sfida, per cercare di accompagnareallo sviluppo sociale, motorio ed emozionale dei bambini. donato; la verdura cucinata potrebbe essere congelata e dall’altra parte dell’Oceano, riportando a casa ciò che più sempre al meglio i nostri ragazzi dall’altra parte del mondo.Tali attività hanno inoltre lo scopo di limitare il tempo utilizzata per tutta la settimana successiva, visto anche chetrascorso nelle strade della favela dove i bambini facilmente il sabato, giorno della donazione, il doposcuola cessa leavrebbero accesso alla criminalità e allo spaccio di droga. attività; La situazione dei bambini della zona è critica anche - Il CMAS (Consiglio municipale assistenza sociale), di cuidal punto di vista nutrizionale e sanitaria. Il doposcuola Giovina Santini fa parte dall’ottobre del 2011, potrebbefornisce due pasti giornalieri, uno al turno del mattino e far convergere la donazione di 100kg al mese di pesce alil secondo al turno del pomeriggio. Per molti bambini è doposcuola Mais Vida.l’unico pasto della giornata. La donazione è esente da qualsiasi ulteriore costo, anche Il doposcuola è molto conosciuto a Valença e riesce da quello di trasporto.a contare su una rete di supporto locale che va dalle La domanda ufficiale per richiedere la donazione delistituzioni ai cittadini stessi. pesce è stata presentata da Giovina Santini ed è stata accolta in seguito all’ispezione dei locali del doposcuola da CONTESTO parte del rappresentante del Comune di Valença. La necessità di dotare il doposcuola di un congelatorenasce da queste situazioni che, in mancanza del COSTOcongelatore, rappresentano al momento uno spreco di Costo del congelatore da 380 lt. ca. 1000 €.risorse: - I pescatori della zona saltuariamente regalano del pesce p.s. quando leggerete questo numero di Mais onlusal doposcuola Mais Vida; notizie, Giovina avrà già ricevuto l’importo richiesto, - Il supermercato Rio Branco, situato nel centro cittadino, raccolto quasi in tempo reale grazie ai nostri sostenitori!!!
  • 8. 14 FLASH FLASH 15I nostri amici del Centro Anidra di Borzonasca (Ge) hanno ottenuto un significativo riconoscimento per il lavoro svolto perl’organizzazione della terza edizione della Giostra dei Casali. Q uest’anno, alla sua 3° edizione, i risultati raggiunti “Nella cornice verde del centro Anidra, tra il Golfo Recife: Dorinhasono stati persino superiori alle aspettative; durantei due giorni della manifestazione ci sono venute atrovare circa 3000 persone tra famiglie, bambini,giovani e non più giovani. del Tigullio e l’Appennino ligure, un sito che coniuga il relax dell’agriturismo con i percorsi del centro benessere olistico. Due giorni dedicati alla gastronomia antica, alla musica, alle rievocazioni medioevali e all’artigianato, alle e i suoi visitatori Tante dalle zone del territorio ligure, ma tantissime anche mostre e agli incontri sulle discipline che sono all’origine Maria e Mario Marena, membri dell’Associazione Mais onlus, hanno visitato i nostri progetti a Recife. Le righe chedalle regioni vicine come Piemonte, Lombardia, Toscana, della filosofia del centro.” seguono sono il racconto che Dorinha fa del loro percorso.Emilia, e persino moltissimi stranieri. Un traguardo prestigioso ottenuto con il lavoro e l’impegno di molti che contribuisce alla valorizzazione di Il 10 agosto 2012 in pomeriggio siamo andati a prendere Hanno potuto vedere anche un piccolo filmato sul Corso A coronamento del nostro e vostro impegno e questo nostro territorio. i nostri amici ad Olinda per una visita al Progetto della Psicosociale per mamme del primo semestre 2012.passione, quest’anno La Giostra dei Casali ha ottenuto un Uno dei segreti del nostro successo è sicuramente quello Scuola Santa Maria. Al momento della partenza hanno potuto salutare iriconoscimento di eccellenza: è stata premiata al Festival di riuscire a creare sinergie con tante persone e situazioni. La mattina erano stati presso il Lar Ceci Costa con altre ragazzi del Progetto Classe!Mare 2012, nella categoria Sagre, come la migliore della Ed è proprio grazie a queste sinergie che nasce e vive coppie che facevano insieme il viaggio. Sono rimasti molto Così si sono espressi nel libro di visite:provincia di Genova, con la seguente motivazione: la magia! soddisfatti della loro visita “è stato molto bello che siete venuti a prenderci per La visita al Progetto della Scuola Santa Maria è stata visitare questa realtà così bella e così importante per molto breve, però molto interessante! un vero sviluppo di questi ragazzi. Grazie! Un augurio La direttrice della Scuola, Crisleide Ribeiro, ex-allieva, ha molto grande ai volontari, ai professori e soprattutto ai ricevuti i visitatori insieme ad un gruppo di allievi e guidati bambini e ai ragazzi, per un Brasile migliore”. da questo gruppo hanno iniziato la visita. Hanno così potuto conoscere alcune classi e anche i progetti svolti come Dorinha Maciel Wanderly complemento e approfondimento dell’apprendistato. Borzonasca: Giostra dei Casali, Centro Anidra
  • 9. 16 CULTURA 17 INFO LIBRI SOSTENITORE La costa cieca gia si incontrano casualmente in un Quanto dura il sostegno? segua quanto da voi iniziato. Il Mais trascrivere: “Regalo per…” e inviare Carlos Maria Dominguez bar della stazione di una spiaggia Non è possibile determinare il tempo di onlus è comunque impegnato insieme a la ricevuta via fax (06/788.61.63) al uruguayana, nessuno dei due lo sa, durata del sostegno. Il sostegno potrebbe voi nel sostegno a distanza e farà il possibile Mais onlus. I versamenti per i Regali di Sellerio, pagine 168, euro 12 ma hanno un passato doloroso in durare molti anni oppure esaurirsi in qual- per aiutare il ragazzo finché ne ha bisogno. Natale sono da inviare entro il 10 ottobre. comune che li unisce. E’ una donna che mese; nel qual caso vi sarà richiesto Stesso nominativo Detrazioni IRPEF La Sellerio ha pubblicato l’ultimo libro che lega le loro storie che un gior- se continuare con un nuovo bambino. Vi preghiamo di riportare nei versamen- Per le somme versate al Mais onlus di Carlos Maria Dominguez, giornali- no è scomparsa e loro vorrebbero Interruzione del sostegno ti lo stesso Cognome e Nome che avete è prevista la deduzione fiscale fino al sta e critico argentino, intitolato “La risposte: lui, sul loro amore, e lei per Vi chiediamo di avvisarci della vostra indicato nella Domanda di adesione. limite del 10% del reddito imponibi- impossibilità a continuare il sostegno Regali di Natale le per un importo non superiore a € costa cieca” nel quale “interpreta le liberarsi del peso della memoria ere- almeno tre mesi prima dell’ultimo I Regali ai ragazzi/e sono da concor- 70.000,00 euro oppure la detrazione solitudini lasciate dalla generazione ditato. La risposta la troveranno per versamento. Questo ci consentirà di dare con il Responsabile sentito il Re- fiscale nella misura del 19% per un im- “desaparecida”. Arturo e Cambo- caso in riva a un immenso oceano. trovare un nuovo sostenitore che pro- porto non superiore a Euro 2.065.83. ferente in loco. Nella causale occorre VERSAMENTI FILM anni, Lorenzo, che si rinchiude in una cantina, facendo credere ai genitori di Quando presso Banca Prossima Fianarantsoa 18 al mese Io e te di Bernardo Bertolucci essere in settimana bianca. Puoi decidere se effettuare versa- ABI 03359 CAB 01600 CIN J Claypole 18 al mese Italia 2012, durata 97’ Ad interrompere il suo splendido menti mensili, trimestrali, seme- Iban: IT25J 03359 01600 Pretoria 18 al mese isolamento, sarà la sorellastra Olivia, strali o annuali. I versamenti sono 10000000 2789 Swaziland 18 al mese Bernardo Bertolucci porta sullo venticinquenne inquieta ed infelice, da effettuare, anticipatamente, intestato a: Mais onlus Swaziland Clinica 15 al mese entro il 15 del mese di inizio del c/c postale: 70076005 Yeoville 24 al mese schermo il libro di Niccolò Ammaniti che cerca di guarire dalla dipendenza sostegno. Recife 29 al mese “Io e Te”. della droga e che fa irruzione nella Nova Iguaçu 29 al mese Progetto euro/mese (1 quota) “Questo è un film su una liberazione, sua vita. Dopo questa convivenza a Attenzione! Andhra Pradesh 145 l’anno Valença 29 al mese quella del protagonista e forse anche base di incomprensioni, tenerezza Ricordatevi delle nuove coordina- Antsirabe 18 al mese Belem 29 al mese la mia”. Il film racconta la storia di un e chiacchiere, Teo tornerà a vivere te bancarie: Antsiranana 18 al mese Iasi 29 al mese adolescente molto introverso di 14 sorridendo. numero conto 100000002789 Antananarivo 18 al mese OGNI ANNO PUOI DONARE IL 5X1000 AL MAIS ONLUS. MOSTRA che rappresentano l’intero arco creativo È FACILE E A TE NON COSTA NIENTE! dell’attività del maestro siciliano. Per Guttuso. 1912-2012 cercare di capire le opere di Guttuso Cosa puoi fare tu con una firma? Cosa abbiamo fatto noi con la tua Roma, Complesso Del Vittoriano è essenziale conoscere le grandi Puoi permettere a molti bambini di firma? 12/10/2012 – 10/02/2013 capacità che il pittore ebbe di allacciare ricevere un’istruzione, cure sanitarie Nel 2010 Mais onlus ha acquistato il ter- rapporti con altri artisti, impegnati in e contribuire allo sviluppo economico reno sul quale è nata la Fattoria Tsinjo In occasione del centenario della discipline diverse: Moravia, Moore, delle comunità nelle quali vivono. Lavitra in Madagascar che dà lavoro e nascita di Guttuso, Roma, città in cui Neruda, Pasolini. Guttuso, grazie a Come? sicurezza alimentare a 350 famiglie. il pittore visse per più di cinquant’anni, queste creative collaborazioni, riuscì a Indicando nella tua dichiarazione dei Anche nel 2011 i fondi sono stati desti- redditi il codice fiscale del Mais onlus, nati alla Fattoria T.L. in Madagascar per ha deciso di celebrarlo con una grande “rappresentare l’aspetto più profondo, codice fiscale donerai al Mais onlus il 5x1000. Non l’acquisto di un trattore, un aratro e un mostra. Verranno esposti 100 dipinti sociale e politico della capitale. costa nulla! furgoncino. 96206220582
  • 10. REGALI PER VOI eri E PER LORO sidore De cu CESTO DI NATALE Realizzato con prodotti provenienti da coope- di rative sociali, associazioni, filiera corta, com- mercio equo solidale e biologico. 2013 agenda € 59 59 euro AGENDA 2013 il FUTURO La nuova agenda Mais onlus 2013. è di chi crede alla bellezza Leggera, da borsa, con spirale ed elastico. dei propri SOGNI 16x11cm € 10 10 euro PRESEPE ARGENTINO La capanna è una piccola zucca calabash svuotata. I personaggi della natività sono realizzati a mano in por-CESTO DI NATALE 2012 cellana fredda. Il presepe può essere appeso. 8x6cm.Ogni anno l’associazione Mais onlus vi propone un’idea speciale €5da regalare o da portare in tavola per il vostro Natale: il cesto • Torrone al limone 150 gr 5 eurobiosolidale. BIGLIETTI DI AUGURI • Vellutata di carciofi ai marroni 200 grIl cesto alimentare è realizzato con prodotti provenienti da Stampe di acquerelli di Morena Guarnaschelli.cooperative sociali, associazioni, filiera corta, commercio equo • Vellutata di funghi alle nocciole 200 gr Misure:11x15,4 cm.solidale e biologico. • Ragù al cinghiale 200 gr € 2 ciascuno, busta inclusaAl cesto verrà allegata l’informativa sulle finalità solidali delprogetto. • Morellina Crema di more 200 gr 2 euroSarà inoltre possibile inserire un vostro biglietto di auguri • Orzo e cicerchie 350 gr VETRO DI MURANOpersonalizzato. • Strozzapreti 500 gr Lampade, vasi, ciotole, plafoniere firmati daIl ricavato della vendita andrà a favore dei nostri progetti di una grande società di produzione del vetro • Vino bianco Rhino Park 750 cl soffiato di Murano.  Vasta esposizione pressosostegno a distanza.Il cesto è disponibile in vari formati (piccolo, medio, grande) a • Nocciole al cioccolato 150 gr la sede del Mais onlus.seconda delle vostre esigenze. • Panettone uvetta e canditi 900 gr Glamour 450 euro Ouverture 700 euro Aida 150 euroFormato standard: € 59. COLLANEPer maggiori informazioni: Realizzate a mano in argento e pietre dure daE-mail: mais@mais-onlus.org un gruppo di amiche di Genova.tel. 06.7886163 € 25 / € 100 25 / 100 euro QUADRI FOTOGRAFICI Stampe fotografiche con cornici eleganti. Disponibili otto soggetti diversi. Le foto sono state realizzate durante il Viaggio solidale dal fotografo Angelo Paionni. € 40 40 euro
  • 11. Sostieni Mais onlus, scopri un sorriso.E’ un piccolo paese, lo Swaziland, ma con enormi problemisanitari: quasi metà della sua popolazione è sieropositiva.Da oltre quattro anni, abbiamo aperto una struttura sanitaria,la Tfokotani clinic, a Mahamba, un centro vicino al confinemeridionale con il Sudafrica, in cui ci occupiamo di prevenzioneed educazione sanitaria, diagnosi prenatale, distribuzione difarmaci antiretrovirali, terapia delle patologie più diffuse (diabete,ipertensione, malattie gastrointestinali). Per i nostri pazienti ètutto gratuito ma per noi tutto questo ha costi elevatissimi…Aiutateci ad aiutarli, Mais onlus esiste grazie al contributo di tutti voi!Piazza Manfredo Fanti, 30 - 00185 Romatel e fax 06/7886163 - e-mail: mais@mais-onlus.orgwww.mais-onlus.org