Spring e Flex

  • 3,508 views
Uploaded on

Una panoramica sulle diverse possibilità offerte da Spring per applicazioni RIA realizzate in Flex: Spring sul server per l'implementazione di un backend con serializzazione nativa AMF3 con Spring …

Una panoramica sulle diverse possibilità offerte da Spring per applicazioni RIA realizzate in Flex: Spring sul server per l'implementazione di un backend con serializzazione nativa AMF3 con Spring BlazeDS integration, Spring sul client con Spring ActionScript e Spring come usato dallo streaming server opensource Red5 per la realizzazione di applicazioni video. Presentazione tenuta allo Spring Framework Meeting di Settembre 2009 a Cagliari.

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
3,508
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
27

Actions

Shares
Downloads
48
Comments
0
Likes
2

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Spring & Flex Marcello Teodori marcello.teodori@jugmilano.it Java User Group Milano http://www.jugmilano.it Spring Meeting Settembre 2009 - Cagliari
  • 2. Di cosa parleremo? ● Introduzione a RIA ● Flex ● BlazeDS ● Spring BlazeDS Integration ● Spring ActionScript ● Red5 Spring Meeting Settembre 2009 2
  • 3. Due parole sullo speaker ● Coordinatore del JUG Milano ● Moderatore SpringFramework-IT ● Moderatore Gruppo Italiano Utenti Groovy ● Socio e CTO in ExcogitaNet ● più twitterer: http://twitter.com/magomarcelo che blogger: http://magomarcelo.blogspot.com ● Prima presentazione su RIA a Java Conference '05 ● Speaker ad All4Web, evento RIA cross-community Spring Meeting Settembre 2009 3
  • 4. Definizione di Rich Internet Application "web applications have extended the reach of enterprises to customers, offering anywhere and anytime access. However, this has been at the expense of the overall user-experience, which is diminished by delivery through the web browser" Steven Webster e Alistair McLeod, autori del libro Flex Integration with J2EE, 2005 http://www.theserverside.com/articles/article.tss?l=Flex → un nuovo tipo di web application che ne superi i limiti? Caratteristiche: ● web deployment ● logica applicativa suddivisa fra client e server ● interazione immediata senza percezione di un roundtrip sul server ● accesso a contenuti rich: audio/video Spring Meeting Settembre 2009 4
  • 5. Architettura di Riferimento Spring Meeting Settembre 2009 5
  • 6. Client Runtime La scelta del runtime: ● JVM/JavaFX Il ritorno delle Applet in una veste più adatta al mondo RIA. Estensione sul desktop tramite Java WebStart. ● AJAX Magia tramite JavaScript e XMLHttpRequest. Estensione sul desktop tramite soluzioni browser-embedded come Prism. ● Flash/Flex Browser plugin per animazioni vettoriali, via via arrichitosi nelle versioni recenti di funzionalità applicative. Estensione sul Desktop tramite il runtime AIR. ● Silverlight Browser plugin che implementa una versione ridotta del runtime di .NET con funzioni GUI e media avanzate. Spring Meeting Settembre 2009 6
  • 7. Backend Qual è il backend più adatto per le RIA? Va bene qualsiasi soluzione di esportazione remota su internet di servizi, purché esponga le proprie funzionalità in: ● XML over HTTP (ReST) ● web service “standard” SOAP ● formati “nativi” in base al runtime scelto – Java Serialization Protocol ed RMI over HTTP per JVM – AMF3 per Flash – JSON per AJAX Spring Meeting Settembre 2009 7
  • 8. Elementi di scelta per backend RIA ● Modalità di remoting già supportate dal runtime o disponibili tramite librerie aggiuntive o sviluppo custom ● Serializzazione dati nativa o parsing ● Compromesso fra effort di implementazione e performance, intesa come tempo di processing lato client e dati scambiati su rete Spring Meeting Settembre 2009 8
  • 9. Benchmarking http://www.jamesward.com/census/ Spring Meeting Settembre 2009 9
  • 10. La Flash Platform di Adobe Spring Meeting Settembre 2009 10
  • 11. Flex in dettaglio ● Flash/AIR Runtime web e desktop per Windows/Mac/Linux. ● ActionScript 3 linguaggio ad oggetti ECMA3 analogo a JavaScript introdotto con Flash versione 9 ● Flex SDK opensource – framework componenti grafici (e non solo) – linguaggio dichiarativo MXML duale di AS3 – compilatore mxmlc da MXML e AS3 a SWF – task per ant (per Maven vedi FlexMojos) ● Flex (ora Flash) Builder IDE commerciale ambiente di sviluppo per Flex basato su Eclipse Spring Meeting Settembre 2009 11
  • 12. BlazeDS ● Cos'è? Soluzione “ufficiale” di Adobe per la realizzazione di backend in Java per applicazioni Flex ● Nasce come prodotto server commerciale con nome Flex Data Services, a JavaPolis 2007 viene presentato in versione opensource con nome BlazeDS insieme alla sua estensione commerciale LiveCycle Data Services. Spring Meeting Settembre 2009 12
  • 13. Cosa offre BlazeDS? Spring Meeting Settembre 2009 13
  • 14. Come si configura BlazeDS ● il file principale è services-config.xml che include a sua volta: – remote-services.xml per remoting – messaging-services.xml per publish-subscribe – proxy-services.xml per proxying SOAP/HTTP in assenza di file crossdomain.xml ● contiene le configurazioni delle destination che identificano i servizi di backend con i quali interagisce il client Flex ● ad ogni destination è associato una configurazione di un adapter verso l'implementazione del servizio Spring Meeting Settembre 2009 14
  • 15. RemoteObject Flex API <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <mx:Application xmlns:mx="http://www.adobe.com/2006/mxml"> <mx:RemoteObject id="ro" destination="productService"/> <mx:DataGrid dataProvider="{ro.findAll.lastResult}" width="100%" height="100%"/> <mx:Button label="Get Data" click="ro.findAll()"/> </mx:Application> NB in questo caso il client Flex deve essere compilato insieme ad un services-config.xml opportunamente configurato con la URL associata alla destination “productService” indicata esplicitamente oppure con i token di sostituzione e i rispettivi valori passati dal compilatore mxmlc o da Flex Builder. Spring Meeting Settembre 2009 15
  • 16. Mapping Java-Flex Java ActionScript package it.jug...odel; package { public class Product { [Bindable] private Integer id; [RemoteClass(alias="it...l.Product")] private String name; public class Product { public var id:*; public Long getId() { public var name:String; return id; } } } public void setId(Long id) { this.id = id; } public String getName() { return name; } public void setName(String name) { this.name = name; } } Spring Meeting Settembre 2009 16
  • 17. Spring Remoting ● Modello generale per rendere accessibili esternamente i servizi Spring ● Adatto ad interazioni sincrone request- response ● Permette di implementare facilmente il backend di un'applicazione RIA ● Grazie alle funzionalità offerte da Spring, NON devo necessariamente pensare la mia applicazione in funzione della tecnologia con cui il client può accedere Spring Meeting Settembre 2009 17
  • 18. Spring BlazeDS Integration ● Progetto congiunto SpringSource e Adobe http://www.springsource.org/spring-flex ● Implementa Spring Remoting per Flex ● Semplifica la configurazione di BlazeDS ● Usa di BlazeDS la serializzazione AMF3, tralasciando le funzionalità da “application server” => la scelta migliore per applicazioni RIA realizzate con Flex Spring Meeting Settembre 2009 18
  • 19. Cosa offre Spring BlazeDS Integration? ● la servlet di BlazeDS non crea più le destination, ci pensa Spring con un Exporter adhoc! ● Spring avvia il message broker di BlazeDS ● un namespace adhoc per configurare Spring, flex ● annotation (RemoteDestination) in alternativa alla configurazione via XML ● SpringLoginCommand per integrare l'autenticazione di Spring Security → una versione “ufficiale” ed estesa di soluzioni già presenti in giro su internet per blog di Adobe e non (già raccolte in modo “non ufficiale” nel progetto FNA http://fna-v2.googlecode.com/) Spring Meeting Settembre 2009 19
  • 20. Un esempio Realizzazione di un semplice servizio di yellow pages: ● Interfaccia CompanyService ● Implementazione CompanyServiceImpl ● Model Company.java e Company.as ● Configurazione Exporter BlazeDS → per client Flex ● Configurazione Exporter CXF o Jersey su JSON → per client AJAX Spring Meeting Settembre 2009 20
  • 21. AOP e Spring Security ● Come proteggere il nostro backend RIA? ● Integro Spring Security via AOP non modificando la mia implementazione! ● Spring Security supporta tutti i più noti meccanismi di autenticazione: su database, LDAP, NTLM e anche SSO come CAS ● Integrazione con applicazioni web “classiche” su Spring MVC tramite la DispatcherServlet, implementazione del pattern FrontController Spring Meeting Settembre 2009 21
  • 22. AOP e Spring Security http://www.mindtheflex.com/?p=67 Spring Meeting Settembre 2009 22
  • 23. Spring Remoting vs. Hibernate ● Caso d'uso: devo pubblicare un servizio Spring che accede a database tramite Hibernate ● Problema: come faccio a gestire le relazioni “lazy” nell'interazione con un client RIA senza avere la malefica LazyInitializationException? ● Soluzione: tramite Spring AOP serializzo solo i dati che posso effettivamente spedire e ricevere, ad esempio solo gli ID degli oggetti in relazione! Spring Meeting Settembre 2009 23
  • 24. Messaging ● Spring Remoting va bene per interazioni sincrone stile request-response, e per interazioni asincrone stile publish-subscribe? ● Spring Integration è il nuovo progetto di Spring che definisce il modello astratto per gestirle e contiene implementazioni su JMS e POJO ● Spring Integration è già supportato nella release 1.0.0 di Spring BlazeDS Integration, come adapter per il messaging. Spring Meeting Settembre 2009 24
  • 25. Publisher-Subscriber Flex API <?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?> <mx:Application xmlns:mx="http://www.adobe.com/2006/mxml"> <mx:Script> <![CDATA[ import mx.messaging.messages.AsyncMessage; private function send():void { var messageBody:Object = {userId:userId.text, chatMessage: msg.text}; producer.send(new AsyncMessage(messageBody)); msg.text = ""; } private function msgHandler(message:IMessage):void { log.text += message.body.userId + ": " + message.body.chatMessage + "n"; } ]]> </mx:Script> <mx:Producer id="producer" destination="chat"/> <mx:Consumer id="consumer" destination="chat" message="msgHandler(event.message)"/> <mx:TextArea id="log" width="100%" height="100%"/> <mx:TextInput id="userId" width="100"/> <mx:TextInput id="msg" width="100%" enter="send()"/> </mx:Application> NB su BlazeDS posso usare un Adapter ActionScript fra soli client Flex o un JMS Adapter per interagire con una coda JMS, invece con Spring BlazeDS Integration posso anche usare un channel POJO di Spring Integration o inviare messaggi da server tramite la classe MessageTemplate analogamente a quanto disponibile con SimpleMailMessage per JavaMail Spring Meeting Settembre 2009 25
  • 26. Spring ActionScript ● Un IoC Container per ActionScript ● Argina il proliferare di singleton nel codice Flex/AS3 ● nasce come Prana Framework da Cristophe Herreman: http://www.herrodius.com/ ● entra a far parte di Spring Extensions ● Attualmente alla versione 0.8.1: – configurazione object factory in XML con gestione namespace – autowiring tramite metadata – integrazione MVC generica più estensioni per Cairngorm e PureMVC Spring Meeting Settembre 2009 26
  • 27. Spring ActionScript 101 ● Creo un oggetto AS3 come interfaccia ed implementazione ● Lo aggiungo al file XML di Spring AS ● Esternalizzo proprietà in un file di properties caricato dal file XML ● Nella mia mx:Application effettuo il bootstrap di XmlApplicationContext oppure di FlexXmlApplicationContext ● Annoto con metadata [Autowired] i reference cui voglio venga applicata la dependency injection Spring Meeting Settembre 2009 27
  • 28. RPC e Messaging namespace ● aggiungo il supporto ai namespace al mio ApplicationContext di Spring ActionScript: applicationContext.addNamespaceHandler(new RPCNamespaceHandler()); applicationContext.addNamespaceHandler(new MessagingNamespaceHandler()); ● dichiaro nell'intestazione del file XML lo schema relativo: <?xml version="1.0" encoding="UTF-8"> <objects xmlns="http://www.springactionscript.org/schema/objects" xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/XMLSchema-instance" xmlns:messaging="http://www.springactionscript.org/schema/messaging" xsi:schemaLocation="http://www.springactionscript.org/schema/objects http://www.springactionscript.org/schema/objects/spring-actionscript-objects-1.0.xsd http://www.springactionscript.org/schema/messaging/spring-actionscript-messaging- 1.0.xsd"> ● aggiungo i riferimenti ai miei RemoteObject in questo modo e configuro channel e channel set: <object id="amfChannel" class="mx.messaging.channels.AMFChannel"> <property name="uri" value="${blazeds.url}"/> </object> <messaging:channel-set id="cs" channels="amfChannel"/> <rpc:remote-object id="ro" channel-set="cs" destination="productService"/> ● esternalizzo le properties di configurazione ● imposto i miei RemoteObject come dipendenze Spring Meeting Settembre 2009 28
  • 29. Red5 ● Cos'è? Server di streaming opensource in Java per client Flash alternativo a Flash Media Server. ● Basato su: – Spring – Apache Mina – Tomcat ● Versione 0.8 stabile, in arrivo 0.9 RC1 ● Deployment come server standalone, war in application server ed embedded Spring Meeting Settembre 2009 29
  • 30. Cosa offre Red5? ● Implementazione in reverse engineering del protocollo RTMP, reso pubblico a gennaio da Adobe, con supporto varianti RTMPS e RTMPT ● Streaming Audio/Video ● Recording Client Streams ● Remote Shared Objects ● Live Stream Publishing ● Remoting (AMF) per Flex API ● client-to-server method call ● server-to-client method client Spring Meeting Settembre 2009 30
  • 31. Creare applicazioni Red5 ● WAR packaging – WEB-INF ● lib ● classes ● web.xml ● red5-web.xml (configurazione spring) ● red5-properties.xml (properties per sostituzione placeholder spring) ● Per deployment embedded bisogna aggiungere le configurazioni spring del server Red5 Spring Meeting Settembre 2009 31
  • 32. Come Red5 usa Spring ● 2 livelli di ApplicationContext – 1 parent application context ● red5-common.xml → beans del server Red5 ● red5-core.xml → endpoint Mina TCP ● red5-default.xml → root context Red5 di default – N child application context → per applicazione WAR ●red5-web.xml ● bean contenuti in un'application: – context – 1 o più scope – handler → entry point dell'applicazione Red5, deve essere un bean del seguente tipo o sua sottoclasse: org.red5.server.adapter.ApplicationAdapter Spring Meeting Settembre 2009 32
  • 33. Un'applicazione Red5 Java Server package the.path.to.my; import org.red5.server.adapter.ApplicationAdapter; public class Application extends ApplicationAdapter { public Double add(Double a, Double b){ return a + b; } } ActionScript Client nc = new NetConnection(); nc.connect("rtmp://localhost/myapp", "myusername", "mypassword"); nc.onResult = function(obj) { trace("The result is " + obj); } nc.call("add", nc, 1, 2); ns = new NetStream(nc); video = new Video(); // publish ns.attachCamera(Camera.getCamera()); ns.publish("my-video", "live"); // play video.attachNetStream(ns); ns.play("your-video"); Spring Meeting Settembre 2009 33
  • 34. Red5 al posto di FMS? SI! ● sviluppo in Java con Spring invece che in script ActionScript NON a oggetti – maggiori possibilità di integrazione – testing – posso fare scripting anche in Groovy, Jython e JRuby ● clustering con Terracotta ● balancing con configurazione edge-origin ed MRTMP Ma neanche per sogno! ● non è la soluzione ufficiale supportata da Adobe! ● non offre encryption tramite RTMPE che è un protocollo proprietario! Spring Meeting Settembre 2009 34
  • 35. Riferimenti ● Spring BlazeDS Integration http://www.springsource.com/spring-flex ● Cristophe Coenraets Blog – esempi su Spring BlazeDS Integration http://coenraets.org/blog/ ● Flexmojos – plugin Maven per Flex http://flexmojos.sonatype.org/ ● Spring ActionScript http://www.springactionscript.org ● Red5 http://www.red5.org ● “mavenized” Red5 http://code.google.com/p/jakubiak-red5/ Spring Meeting Settembre 2009 35
  • 36. Q&A Spring Meeting Settembre 2009 36