Legami online e offline

  • 1,816 views
Uploaded on

Mettersi in viaggio è unire i puntini di un'emozione che prima di tutto si sogna, poi si vive e poi si ricorda: un'emozione prima di tutto personale, che un tempo si condivideva solo con i compagni di …

Mettersi in viaggio è unire i puntini di un'emozione che prima di tutto si sogna, poi si vive e poi si ricorda: un'emozione prima di tutto personale, che un tempo si condivideva solo con i compagni di viaggio e poi con le persone più vicine e oggi si vive in diretta con chiunque abbia voglia di seguirci online.

Questa emozione evocata e costruita in anticipo dalla comunicazione turistica deve mantenere le promesse fatte anche implicitamente: le promesse non mantenute della comunicazione turistica sono particolarmente difficili da gestire quando i tuoi ospiti sono fisicamente presenti in strutture e destinazioni non all'altezza delle aspettative. Un tempo si lamentavano con chi li ospitava, oggi si lamentano in pubblico su Internet: è colpa di Internet o di chi li ha delusi?

Una delle soluzioni emergenti grazie ai social media è lasciar parlare i posti attraverso le esperienze di chi li ha vissuti e amati: non parliamo tanto di recensioni (fredde) quanto di racconti (caldi), racconti sempre più live e sempre più apprezzati da chi cerca risposte alla domanda "dove vado in vacanza?".

Il legame con un posto non inizia con la prenotazione, inizia con un sogno: perché il sogno si concretizzi e venga poi trasmesso ad altri chi comunica deve saper raccontare una storia i cui personaggi sono i posti, i viaggiatori e le loro emozioni.

More in: Travel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
No Downloads

Views

Total Views
1,816
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
20
Comments
1
Likes
14

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n

Transcript

  • 1. Mafe de Baggis mafe.debaggis@gmail.com Legami online e offline Web e territorio. Le opportunità della rete per il turismo in Piemonte Alba, 16 aprile 2012Mafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 2. Mafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 3. Mafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 4. Twitter e la “content strategy” Internet è... Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 5. Twitter e la “content strategy” (un libro è...?) Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 6. Twitter e la “content strategy” Twitter dice... Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 7. Twitter e la “content strategy” carrozza del treno dice?) (la Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 8. Twitter e la “content strategy”Il turista digitale vuole... Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 9. Twitter e la “content strategy” analogico, che vuole?) (e il turista Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 10. Twitter e la “content strategy” (entrambi vogliono viaggi belli, che non costino troppo, facili da organizzare e con tante sorprese piacevoli) Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 11. Twitter e la “content strategy”Il mondo del turismo è... online? offline? Social media conservatore? in evoluzione?Mafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 12. Twitter e la “content strategy” Gli albergatori sono... online? offline? Social media conservatore? in evoluzione?Mafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 13. Twitter e la “content strategy” è la fine/un nuovo inizio Internet un aiuto/un ostacolo/una moda passeggera Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 14. Twitter e la “content strategy” restituisce quello che dai Internet Esattamente come le destinazioni. Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 15. Ragione vs emozioneMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 16. Mafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 17. Pubblicazione e comunicazione online condividono uno strumento: la narrazione (che funziona meglio della persuasione pubblicitaria)Mafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 18. Twitter e la “content strategy”Mettersi in viaggio è unire i puntini di un’emozione come in una storia Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 19. Twitter e la “content strategy” un’emozione che prima di tutto si sogna, poi si vive e poi si ricorda Social media e, se aiutati, si raccontaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 20. Twitter e la “content strategy” un’emozione che crea aspettative da non deludere Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 21. Twitter e la “content strategy” un tempo si lamentavano I delusi con chi li ospitava Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 22. Twitter e la “content strategy” oggi si lamentano in pubblico su Internet: è colpa di Internet o di chi li ha delusi? Social mediaMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 23. Twitter e la “content strategy” un’emozione che crea aspettative che se soddisfatte Social media creano un legame eternoMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 24. Mafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 25. Twitter e la “contentche viene vissuto un legame raccontato strategy” ricordato rivissuto sognato ancora pubblicamente Social media (anche se non si era in vacanza)Mafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 26. Mafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 27. http://giorgialupi.net/research_experiments.htmlMafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com
  • 28. Grazie :-)Mafe de Baggis - mafe.debaggis@gmail.com