Corso "Tirocini in Biblioteca" Dott.ssa Maria Accarino
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Corso "Tirocini in Biblioteca" Dott.ssa Maria Accarino

on

  • 766 views

Materiale per corso AIB "Tirocinio in biblioteca" Livorno, 3 Luglio 2012

Materiale per corso AIB "Tirocinio in biblioteca" Livorno, 3 Luglio 2012

Statistics

Views

Total Views
766
Views on SlideShare
752
Embed Views
14

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

2 Embeds 14

http://aibpisa.blogspot.it 10
http://tirocinipisa.blogspot.it 4

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Corso "Tirocini in Biblioteca" Dott.ssa Maria Accarino Presentation Transcript

  • 1. AIB Sezione Toscana AIB Sezione Toscana Tirocinio in biblioteca:dal volontariato al Progetto Giovanisì della Regione Toscana Livorno, 3 Luglio 2012 Livorno, 3 Luglio 2012 A cura di Maria Accarino maccarino@gmail.com
  • 2. Contenuto della presentazione I - Presentazione di significative esperienze di tirocinio in Biblioteche pubbliche • Presentazione di un caso: detenuti che lavorano in biblioteca a Firenze II - Dillo con parole tue: analisi delle opinioni di alcuni ex-tirocinanti con la creazione di una “tag cloud”
  • 3. I PARTEPresentazione di significative esperienze di tirocinio in Biblioteche pubbliche – Presentazione di un caso: detenuti che lavorano in biblioteca a Firenze
  • 4. Biblioteche pubbliche: Biblioteca Pubblica Statale Montevergine (Av) Biblioteche pubbliche: Biblioteca Pubblica Statale Montevergine (Av)
  • 5. http://www.montevergine.librari.beniculturali.it/index.php?it/253/bandi-e-concI tirocinanti… Referente: Anna BattagliaChi sono?Per lo più studenti universitari (convenzioni con Università Salerno, Napoli, Perugia,Viterbo, Siena)Cosa fanno?- Visita allintero complesso, ricevono la dovuta informazione sull’ istituto, sulle attività e sui servizi che vengono offerti agli utenti- Si affiancano successivamente ai responsabili dei vari servizi della biblioteca:reference, assistenza bibliografica ed archivistica, catalogazione dellantico e delmoderno, prestito locale ed interbibliotecario, inventariazione del materialecartaceo archivistico ed anche, se necessario, collocazione e ricollocazione del materiale librario ed archivisticoQual è stato il riscontro dell’esperienza?- Quasi sempre positivo- E’ da considerare che 50 o 150 ore sono davvero poche sia per gli operatori che per glistudenti- Molti studenti avendo "scoperto" che lavorare in biblioteca è bello e non così noiosocome si crede, hanno chiesto alle Università un prolungamento delle ore previste adarrivare fino a tre mesi, ottenendo anche la dovuta copertura assicurativa dalle stesse
  • 6. Biblioteche pubbliche: Biblioteca San Giorgio, Pistoia Biblioteche pubbliche: Biblioteca San Giorgio, Pistoia
  • 7. http://www.sangiorgio.comune.pistoia.it/lavoro-tirocini-e-stages/ Referente: Alessandra GiovanniniI tirocinanti…Chi sono?Studenti Università di Firenze, studenti scuole superiori pistoiesi, persone con disagio fisicoo psichico (cooperative e associazioni pistoiesi)Cosa fanno?- Scuole superiori: conoscere le modalità di servizio della biblioteca, affiancare gli operatori in alcune semplici mansioni, affiancare il personale della biblioteca dei ragazzidurante le visite scolastiche, svolgere dei lavori di riordino dei materiali- Universitari: dopo un percorso di orientamento sui servizi e le raccolte della biblioteca, si è cercato sempre di individuare un segmento di lavoro specifico, sia in relazionealle singole competenze che alle emergenze della biblioteca • lavoro di revisione di singole parti delle raccolte (vicine al settore di studio di competenza dello studente universitario), di somministrazione di questionari, raccolta della rassegna stampa, revisione di pagine del portale, collazione e registrazione della stampa periodica e di primo riordino di alcuni fondi del Centro di documentazione 1/2
  • 8. http://www.sangiorgio.comune.pistoia.it/lavoro-tirocini-e-stages/ Referente: Alessandra GiovanniniI tirocinanti…- Inserimenti socio-terapeutici: il lavoro pensato con specifico riferimento alle capacità"lavorative" del soggetto e, in prevalenza, il lavoro è quello del trattamento fisico dellibro: dalla ricopertura, etichettatura, compilazione elenchi dei libri donati,allaffiancamento a colleghi per la manutenzione di alcune parti della raccolta a scaffaleaperto o del magazzinoQual è stato il riscontro dell’esperienza?Nella maggioranza dei casi e in particolare per i tirocini delluniversità, ottimo riscontro sianellimpegno profuso da parte degli studenti coinvolti sia nel senso di "appartenenza" chedurante lesperienza veniva maturata dai ragazzi che, quasi sempre, sono rimasti in ottimorapporto con tutto il personale della biblioteca e assidui frequentatori di una struttura chesono riusciti a conoscere in profondità 2/2
  • 9. Biblioteche universitarie: Biblioteca Pier Giorgio Negro Biblioteche universitarie: Biblioteca Pier Giorgio Negro Università degli Studi di Parma Università degli Studi di Parma
  • 10. http://www.bibliotecapgnegro.unipr.it/help-desk/tirocini_in_Dip.html Referente: Elisabetta ParaticoI tirocinanti…Chi sono?Sia per la Biblioteca che per l’Ufficio Reference- studenti universitari che svolgono il tirocinio formativo, cioè maturano crediti con le oredi tirocinio- tirocini di orientamento al lavoro senza crediti formativi per studenti di biblioteconomia o lingue straniere del vecchio ordinamento, o giovani laureati delle disciplineumanisticheCosa fanno?- Front-office, gestione i prestiti, prenotazione- Istruiscono gli altri studenti sulluso del catalogo e dei servizi online ad esso connessi.tutti gli studenti ospitati sono del Dipartimento di studi Umanistici, conoscono quindi iprogrammi e i docentiQual è stato il riscontro dell’esperienza?Le esperienze che gli studenti maturano in biblioteca spesso rappresentano per i lorocolleghi studenti un punto di riferimento molto apprezzatoESEMPI DI MATERIALI ONLINE REALIZZATI DAGLI STUDENTI DURANTE QUESTO TIPO DI TIROCINIO
  • 11. Biblioteca Pubblica Salaborsa, Bologna Biblioteca Pubblica Salaborsa, Bologna
  • 12. http://www.bibliotecasalaborsa.it/eventi/22085 Referente: Tiziana NanniI tirocinanti…Chi sono?- La maggior parte dei tirocini riguardano studenti Universitari di Scienze della Formazione (circa 2 ogni anno)- Volontari del Servizio CivileCosa fanno?-Studenti universitari: operano nella biblioteca Ragazzi, imparando il funzionamento della biblioteca in generale e aspetti vari secondo i loro interessi o corso di studi alcuni esempi: il progetto Nati per Leggere, i libri in lingua straniera, letture elaboratori, libri e attività durante la Fiera Internazionale del libro per Ragazzi- Servizio Civile: sono stati impegnati in diversi progetti (due esempi):La biblioteca: un patrimonio di tuttiÈ il progetto proposto da Biblioteca Salaborsa che intende coinvolgere i giovani volontari nella conoscenza della biblioteca –servizi, risorse, attività – attraverso diverse azioni: dalla salvaguardia e conservazione del patrimonio bibliotecario, soprattuttoquello multimediale, alla promozione delle risorse, fino allorientamento ed educazione degli utenti per lutilizzo dei servizi, conuna particolare attenzione alle categorie più svantaggiate attraverso progetti speciali rivolti agli anziani, ai disabili e ai detenuti.La biblioteca un patrimonio di cultureÈ il progetto proposto dalla biblioteca per promuovere e valorizzare le risorse e i servizi destinati ai suoi utenti stranieri, adultie bambini, con unattenzione particolare allapprendimento dellitaliano e alla facilitazione della comprensione e dellutilizzo deiservizi.Qual è stato il riscontro dell’esperienza?Molto positivo. Salvo un caso nel secondo anno in cui non è stato attivato il progetto diservizio civile per stranieri a causa di unesperienza negativa
  • 13. Biblioteche universitarie: Università degli Studi Roma Tre Biblioteche universitarie: Università degli Studi Roma Tre
  • 14. http://host.uniroma3.it/biblioteche/schedaNewsD.php?codiceNews=590&current=s Referente: Monica MastroddiI tirocinanti…Chi sono?Studenti universitari iscritti all’Università Roma Tre (per tirocinio curriculare con minimo 25ore di attività: 25 ore equivalgono ad 1 credito)Cosa fanno?Si sono occupati prevalentemente di servizi al pubblico (informazioni di primo livello,registrazione degli utenti al servizio di prestito, registrazione dei prestiti, etc.), solo in unpaio di casi su 13 i tirocinanti hanno svolto attività più prettamente di back office connessealla gestione delle collezioniQual è stato il riscontro dell’esperienza?Liniziativa del tirocinio nella Biblioteca Umanistica di Roma Tre dura da appena un anno,quindi si può dire che è ancora in una fase sperimentale
  • 15. Biblioteche universitarie: Università degli Studi di Genova Biblioteche universitarie: Università degli Studi di Genova
  • 16. http://www.bibliotecauniversitaria.ge.it/opencms/opencms/it/riservato/tirocini.html Referente: Giancarlo MorettiniiI tirocinanti…Chi sono?- Studenti universitari o neolaureati (6 dal 2010 ad oggi + 2 che iniziano in questi giorni)- Tirocini di reinserimento lavorativo per persone in difficoltà (5 persone dal 2010 ad oggi)Cosa fanno?- Organizzazione della nuova Sala Ligure, prevista nella nuova sede della biblioteca (stampa dei nuovi cartellini in duplice copia con la nuova collocazione cartellinatura deivolumi, collocazione sugli scaffali vuoti)- Creazione di un archivio digitale dei manoscritti- Riscontro dati Catalogo Oderico (1785-1787) già a suo tempo digitalizzato per sua futura fruizione pubblica dal sito web della biblioteca- Revisione Sala Settima (verificare la presenza e corretta disposizione dei volumi sugliscaffali, segnalare volumi deteriorati e con cartellino mancante, tavole da timbrare etavole cartografiche)Qual è stato il riscontro dell’esperienza?L’esperienza con tutti i tirocinanti, universitari e no, per la biblioteca è stata sempremolto positiva: oltre a fornire un valido apporto lavorativo, l’inserimento di personeesterne all’organizzazione, anche se limitato a pochi mesi, è uno stimolo e una possibilitàper tutti di confrontarsi ed aprirsi a nuove idee, di conoscere diversi punti di vista eascoltare utili suggerimenti
  • 17. Biblioteche universitarie: Università degli Studi di Pisa Biblioteche universitarie: Università degli Studi di Pisa
  • 18. I tirocinanti… http://biblio.unipi.it/content/servizio-bibliotecario/tirocinio-biblioteca-0 Referente: Patrizia LùperiChi sono?-Studenti per tirocinio curricolare, la cui durata e i relativi crediti sono previsti nei variordinamenti didattici- Studenti part time (150)- Stage post-laureaCosa fanno?-Studenti che acquisiscono CFU: • Corso didattico sullinformazione bibliografica ( http://www.bibsna.unipi.it/Didattica/Crediti.htm) • Corsi didattici con l’uso della piattaforma di e-learning Moodle (modalità blended laerning) Formarsi in Biblioteca 2010 Formarsi in Biblioteca 2011 • Tirocinio a livello catalografico: sistema di classificazione DEWEY, standard ISBD/UNIMARC • Conoscenza dei principali strumenti di ricerca bibliografica sia nazionali che internazionali (es. SBN,OPAC) 1/2
  • 19. I tirocinanti… http://biblio.unipi.it/content/servizio-bibliotecario/tirocinio-biblioteca-0 Referente: Patrizia Lùperi- Studenti part time (150 ore): Redazione e somministrazione di un questionario sul livello di gradimento deiservizi delle biblioteche d’ateneo da parte degli studenti (con istruzioni alprogramma di compilazione dati e video tutorial di supporto sull’uso del file Excel) http://biblio.unipi.it/content/page/questionario-valutazione-servizi- Studenti per tirocinio curriculare e studenti part time (150 ore): • Servizi di front-office (prestito, assistenza, informazione, rimessa a posto dei volumi) • Collocazione e cartellinatura delle monografieQual è stato il riscontro dell’esperienza?Molto positiva. Ottimo riscontro da parte degli studenti che hanno apprezzato tutti glistrumenti offerti dalla biblioteca e hanno imparato a conoscere l’ambiente bibliotecario daun punto di vista formativo e professionalizzante 2/2
  • 20. Esempio: Questionario di valutazione 2010 Esempio: Questionario di valutazione 2010
  • 21. Esempio: Corso didattico sullinformazione bibliografica Esempio: Corso didattico sullinformazione bibliografica
  • 22. Biblioteca Civica Cologno Monzese Biblioteca Civica Cologno Monzese
  • 23. http://www.biblioteca.colognomonzese.mi.it/index2.php? consez=resto&page=serviziocivile&titolosez=Servizio%20civileI tirocinanti… Referente: Mariagrazia TargaChi sono?Servizio civile (dal 2006 al 2009)Cosa fanno?1) Fase iniziale di formazione: • Tutoraggio singolo o in gruppo • Corsi di formazione ad hoc per volontari • Partecipazione ai corsi interni di aggiornamento di tutto il personale della biblioteca con i responsabili dei vari servizi della biblioteca • Partecipazione a corsi più avanzati di aggiornamento del personale della biblioteca con relatori esterni2) Attività: • Back office biblioteca: ricollocazione libri, rifacimento etichette, cartellinatura scaffali, vetrine e bibliografie ecc.; riordino archivio fotografico Storia Locale • Collaborazione con il progetto disabili in biblioteca - ASSOCIAZIONE ARCOBALENO • Partecipazione all’organizzazione e allo svolgimento della 4° Maratona di Lettura della Biblioteca di Cologno Monzese • Programma di gestione del prestito agli utenti (Opac Sebina) • Servizio di prestito nazionale e internazionale • Sala Consultazione: controllo del corretto ordinamento del patrimonio, verifica dell’effettiva catalogazione, rifacimento etichette danneggiate e/o illeggibili • Elaborazione di bibliografie e percorsi di lettura a tema 1/2
  • 24. http://www.biblioteca.colognomonzese.mi.it/index2.php? consez=resto&page=serviziocivile&titolosez=Servizio%20civileI tirocinanti… Referente: Mariagrazia TargaQual è stato il riscontro dell’esperienza?Per quanto riguarda il 2006 più che positivo, tantè vero che due volontarie ora sonobibliotecarie, una è catalogatrice e laltra lavora per una cooperativa e si occupa dei servizial pubblico nelle biblioteche in cui la cooperativa la invia. Per gli anni successivi unapositività al 50% che è andata man mano scemando in una minor partecipazione al bando,minor efficienza dei volontari e non da ultimo leccessivo impiego di forze del personaledella biblioteca nella formazione dei volontari.Tirocini studente superiore:Tirocini formativi di 15 - 20 gg per un/una studente/ssa delle scuole superiori.Esperienze molto diverse, alcune discrete altre abbastanza negative (anche per la nonvolontà di apprendere dello studente).Due tirocini sono stati più lunghi, in quanto le studentesse (di cui una straniera) eranodisabili. Entrambe le esperienze molto positive, la studentessa straniera molto chiusa acausa della malattia evidenziatasi negli ultimi anni che lha portata su una sedia a rotelle, siè aperta dimostrando molto interesse verso la biblioteca e le sue attività. Laltra invece si èlanciata ad usare il PC cosa che a scuola faceva mal volentieri e attualmente lavora nellabiblioteca del suo paese. 2/2
  • 25. Biblioteche eeservizio civile: Università degli Studi di Messina Biblioteche servizio civile: Università degli Studi di Messina Scheda del Progetto: http://serviziocivile.unime.it/documenti/moduli/Estratto_progetto_BIBLIOTECA%20_DOCET.pdfObiettivi progetto:- Incentivare e promuovere il volontariato- Offrire ai giovani l’opportunità di un processo di apprendimento e un percorsoformativo per l’acquisizione di specifiche conoscenze e competenze, spendibili ai finicurriculari e validi per l’inserimento nel mondo del lavoro- Migliorare la fruibilità delle biblioteche e promuovere e diffondere le nuove risorsetecnologiche disponibili- Potenziare ed arricchire il patrimonio librario disponibile nonché il catalogo online e/o mettere a disposizione pubblica quei volumi o quelle sezioni ad accesso vietato onon ancora catalogati e stipati negli archivi- Intensificare il ruolo delle biblioteche come centri di promozione di iniziative culturali e formative rivolte alle scuole e al territorio- Organizzazione di eventi e manifestazioni ai fini culturali e promozionali;- Promuovere la lettura, libera ed autonoma, consentendo agli utenti di frequentare labiblioteca nell’ambito della flessibilità delle strutture e degli orari previsti da ciascunabiblioteca coinvolta nell’attività progettuale
  • 26. Biblioteche eeservizio civile: Biblioteca Comunale Capannori (Lu) Biblioteche servizio civile: Biblioteca Comunale Capannori (Lu) Obiettivi del progetto: - Collaborazione nella gestione del servizio di prestito dei libri, riviste, materiale multimediale, nell’inventariazione di documentazione e nelle ricerche bibliografiche - Supporto all’organizzazione di corsi di educazione permanente rivolti agli adulti per favorire l’avvicinamento e l’apprendimento delle nuove tecnologie informatiche e delle lingue straniere. - Supporto alle attività di promozione della lettura eScheda del progetto: della cultura rivolte a tutti i cittadini.http://www.comune.capannori.lu.it/node/8770 - Collaborazione nell’organizzazione di due servizi bibliotecari rivolti a utenti svantaggiati: “Libro parlato” per il prestito gratuito di libri ai non vedenti, ipovedenti e anziani in collaborazione con il Centro Nazionale del Libro Parlato – Nastroteca “Stefano Bruni” di Firenze e “La biblioteca dei pazienti”, un punto itinerante per il prestito gratuito di libri all’interno dell’ospedale “Campo di Marte” di Lucca in collaborazione con la Regione Toscana, l’Azienda Usl 2 Lucca e associazioni di
  • 27. Biblioteca di Scienze Sociali Biblioteca di Scienze SocialiUniversità degli Studi di FirenzeUniversità degli Studi di Firenze
  • 28. http://www.sba.unifi.it/cmpro-v-p-341.html Referente: Lucilla Conigliello e per settore Monitoraggio e valutazione per il Sistema bibliotecario di Ateneo: Francesca LandiI tirocinanti…Chi sono?Non sono tutti tirocinanti…• Volontari del Servizio Civile Nazionale• Inserimenti lavorativi socio sanitari, in collaborazione con i servizi ASL• Inserimenti lavorativi di detenuti semiliberi, in collaborazione con lAmministrazionepenitenziaria locale• Stage di studenti della scuola media superiore• Tirocini di studenti della scuola media superiore, nellambito del Progetto Alternanzascuola lavoro• Stage di iscritti al master in Studi sul libro antico e per la formazione di figure dibibliotecario manager impegnato nella gestione di raccolte storiche dellUniversità diSiena• Stage di bibliotecari europei in scambio Erasmus• Borsisti 150 ore del diritto allo studio… e non sono solo italiani ma anche stranieri 1/2
  • 29. http://www.sba.unifi.it/cmpro-v-p-341.html Referente: Lucilla Conigliello e per settore Monitoraggio e valutazione per il Sistema bibliotecario di Ateneo: Francesca LandiCosa fanno?• Volontari Servizio civile: 2-3 volte la settimana affiancano gli operatori nei servizi di front-office (prestito, assistenza, informazione, rimessa a posto dei volumi); ognuno di loro ha svolto osvolge adesso varie attività interne, ordinarie e straordinarie• Attività (solo alcuni esempi):ordinarie registrazione di fascicoli delle riviste, prestito interbibliotecario, collocazione ecartellinatura delle monografie, apertura delle scatole sia di riviste che di monografie eriscontro fatture …straordinarie identificazione di fondi librari dispersi nelle collezioni ricostruiti virtualmente,elaborazione e somministrazione di un questionario sul livello di gradimento dellabiblioteca da parte degli studenti, piccola campagna di promozione ‘antifurto’,identificazione degli arredi mobili legati ad una fornitura di gara per procedereallinventariazione …Qual è stato il riscontro dell’esperienza?Assolutamente positivo, con gradazione dallottimo al buono (sia per i tirocinanti che per ibibliotecari) 2/2
  • 30. Inserimenti lavorativi di detenuti semiliberi: Inserimenti lavorativi di detenuti semiliberi: Biblioteca di Scienze Sociali, Università degli studi di Firenze Biblioteca di Scienze Sociali, Università degli studi di FirenzePerché un detenuto?L’attuale sede della biblioteca è stata inaugurata nel 2004. Si è deciso di utilizzare la tecnologiaRFid per monitorare lo scaffale aperto, garantire la qualità delle consultazioni attraversooperazioni di manutenzione e riordino supportate da questa tecnologia. I volumi di volta in voltaconsultati dagli utenti venivano rimessi a posto correntemente dai bibliotecari in servizio ai piani,ma non vi era modo di garantire una verifica e una cura costante dei materiali. Operazionistraordinarie di controllo topografico potevano essere programmate solo una tantum; il personaledisponibile, a causa dell’inquadramento contrattuale, e dunque per un problema di qualifiche emansioni, non poteva essere coinvolto massicciamente e prevalentemente in queste attività.Si è pensato così di dare un valore di impegno sociale al progetto RFid e cosìil monitoraggio e la manutenzione dello scaffale aperto sono stati affidati adun detenuto, che ai sensi dell’art.5 della Legge 381/91 finalizzata a creareopportunità di lavoro per persone svantaggiate, ha potuto ottenerel’inserimento lavorativo e il regime di semilibertà.Questo grazie alla collaborazione con l’amministrazione dell’Istituto Penitenziario fiorentino diSollicciano e con L’altro Diritto, una struttura dell’Università di Firenze operante presso le carceri,che assieme hanno individuato un detenuto che per profilo personale e qualità del percorsoriabilitativo avesse le caratteristiche necessarie per avviare questa collaborazione. 1/2
  • 31. Inserimenti lavorativi di detenuti semiliberi: Inserimenti lavorativi di detenuti semiliberi: Biblioteca di Scienze Sociali, Università degli studi di Firenze Biblioteca di Scienze Sociali, Università degli studi di FirenzeDi cosa si è occupato?L’incarico ha avuto durata da aprile 2005 a dicembre 2005. La convenzione è stata poi riconfermataanche in alcuni mesi del 2006, e grazie a nuovi accordi è presente tuttora.Claudio Crastus scontava una condanna all’ergastolo (è venuto a mancare ad ottobre 2009). Sioccupava di far scorrere il lettore RFid portatile lungo il dorso dei volumi, controllava e riordinavaquotidianamente circa 200 metri di documenti, nell’arco di 6 ore di lavoro. Un risultatoirraggiungibile con un controllo soltanto visivo. In questo modo, inoltre, scopriva i libri caduti enascosti dietro lo scaffale, e individuava gli errori materiali di cartellinatura o di programmazionedei tag.Quali sono stati i risultati?Immediato è stato l’impatto sui livelli di soddisfazione di studenti ericercatori, con una abbattimento del numero dei volumi cercati e nontrovati. L’inserimento lavorativo ha funzionato egregiamente, in termini diefficacia rispetto alle finalità di monitoraggio e manutenzione dello scaffaleproposte all’inizio del percorso, e come inserimento in sé.Su Claudio in particolare, definito “operatore RFid” la Dott.ssa Coniglielloscrive: “con la serietà del suo lavoro e l’atteggiamento cordiale edisponibile, ha progressivamente conquistato i colleghi, offendo a tutti conla sua presenza spunti di riflessione sulla sua condizione, sul valore dellavita e dei comportamenti, sulla responsabilità individuale, sulla possibilità diun riscatto che sempre può esserci attraverso la coscienza e l’impegno”. 2/2
  • 32. II PARTEDillo con parole tue: analisi delle opinioni di alcuniex-tirocinanti con la creazione di una “tag cloud”
  • 33. rzooz Dillo con parole tue… La parola ad ex-tirocinanti! ma arElena Pintimalli, tirocinio svolto nell’A.A. 2010/2011: Elena Pintimalli, tirocinio svolto nell’A.A. Dillo 2010/2011: tue… La parola ad ex-tirocinanti! con parole 01 111 –– mL’importanza del tirocinio all’interno di ogni percorso universitario èè fondamentale per permettere a fondamentale per permettere a o 220 aiaio L’importanza del tirocinio all’interno di ogni percorso universitario nnnoi studenti di prendere visione di come possa organizzarsi ee strutturarsi il mondo del lavoro, al quale, oddo ge genn e ralale ddi i noi studenti di prendere visione di come possa organizzarsi strutturarsi il mondo del lavoro, al quale, i oo r i c u t r a ae ultluu appc cesirieemolti di noi, non hanno avuto altre possibilità di affacciarsi. IlIl vantaggio di poter condividere questo per molti di noi, non hanno avuto altre possibilità di affacciarsi. vantaggio di poter condividere questo pe on e e tà à c c ca ui is r r r zizion oo nlel ne t nn i t ent itiuuimenteei, acqquopririee cperiodo assieme ad altre ragazze èè stato uno scambio di esperienze che ci ha dato oduu di voolt periodo assieme ad altre ragazze stato uno scambio di esperienze che ci ha dato r rod di vl,t , modo mettere in la conn realalm ziooni, aee c copatiti modo s mettere in l la co re in chh s s iziz za pp o z primo bagaglio teorico di base acquisito di laurea le lezioni,Letterature lStraniere,os e e in svoltoatto quel Benedetta di Cama, provenienza corso di durante Lingue e ee di entrare gradualmente in oooo alofifiuua eree no a a nnc bbbcic z atto quel Benedetta di Cama, provenienza corso durante Lingue e LetteratureeStraniere,io itirocinio g g r oc c d er n primo bagaglio teorico di base acquisito laurear le lezioni, di entrare gradualmente u svolto Cri C si io n e la a rooicinziitirocinio u c n i z on l l a a aa li l tra t na asitin con la realtà bibliotecaria. In questo modo, tracistudenti, èè statoiopossibile ai tra ddrimrapporto nell’A.A. 2010/2011: r a con la realtà bibliotecaria. In questo modo, dd cstudenti, statoitpossibile , l a a rim atitic pppre sitita ennt e. I. In nnoo rapporto nell’A.A. 2010/2011: itconfrontareole ca a pr rennd aririm ee pub n rtradd alal iria , tconfrontare leo p , , m t pu i ee to orir a l a p a tt stata davvero da questac in esperienza ad o t mbquanto r leddadSaveri conosciuto ttanti a railillele cheivier rs tam e ent te r quua delelconoscenze ee leesperienza èè stata davveroda questa o prima esperienzainn t averaconosciuto tnn nn ragazzi unn conoscenze le piccole problematiche sorteunica per H prima e e cen oltre i Statoo a rtrtoeiennsis umodo ib Questa piccole problematiche sorteunica per me inr r Ho me VVi inn oltre lavorativa.l In, questooa a p sisiapp modo mbquanto r l e lavorativa. lInoquestootanti a bi i a ache ve a tam r , i vi u p ragazzi i en eer q litià à d Questa esperienza ce e zi , v u si uua am p am i t re aAteneo,e0 enr,ira1 l g a una ga azt vera e e uoss s r a cait ee p l z ztirocinio non ha corso ilil rischio di diventare mera esperienza p20hopama1èadivenuto eresponsabilepmoltosuudi addg g titidinn iunniti p ooibbil non me prestano servizio nelle bibliotecheledi Ateneo,20holaiue,edooelegotatppr raneliei,eomeopropriat tenace, tirociniocomeha corso rischio di diventarebibliotechelzdi ppioo praticauma5è divenuto eresponsabilepmoltotd o aee o dia a g iut ppnni come me prestano servizio nelle mera esperienzatpraticaconosciuto n o a gmie evera omto o li ls tenace, o una unal p r e i7: conosciuto e, , unantpc eetpropriai r i u aizi r rop d i7: n 00 a gn e zmia cta a a a g g inic c oonuu cscoo d oond luuquesto 5 o og n o q g g dis s esperienza di ha fatto di me una studentessa migliore.nHoedavveroeapprezzatoelquestoznoinèèzsaireutirociniooon iriemi u tee a agallala dienniteeesperienzachevita. di vita. no ala e hhe m che ha fatto di me una studentessa migliore.nHondavveroelapprezzatoeooa strernnperiodotclreuoo onn s chere q n t r r e ol ro uu n s di s s s che mi u r c,, conat tuche sa non lb è è u n e ri nn . può oni r gi i con ourtozo aelcorss l, ubini m ausitnm edieliesttneez.aM oiiniciniiz ncl tirociniofrfuu meen hhe al rim e t re e e orse nb ta stnm legledtiss zaeperiodoadi ee no u r nM n t i ha fatto sperimentare l’approccio col pubblico,nrna oosisi mo,nonaaisempre facilec aeelpuò o ent t utile sin na am anc ce hiaiarim ha fatto sperimentare l’approccio colc pubblico, che sa ec c t ai sesiaee ddv demputsaaiot sempre rfacile vròò c tornaree uu uine n z o p s btèlèo izizdon ziiroiooi la e tornare utile i t a o d eiecn r r s a atterinidi r c t t de r vd d r st i e e zo n m en e e an c h aperto eatiou rfe eldtlalbote,edfofvfin stche rsme alaquaifino vlad otennetatitpp sede lavorativa, ma soprattutto mi ha Leprpcecenprospettiveèinuovevisu oommondouov c voolmotepressochéi grazizie ndd,e, c a f e eobuia r e icod ea un a c chen fino sede lavorativa, ma soprattutto mi iha Leavav d rprospettiveènuovedsufrun mondolipeo ad p orar pressoché gra a ne i aperto atiouvoliuitel ota afoo che spp a dhleq aopc ora r s ta i , oo i i r lt c dn n f a so d e es ,,e i pr n,n p d g g n v tddt, i l l t s b ei i sconosciuto: ilil mondo della Biblioteca Digitale.ouo:o:asaob tsuuoee tptelislitntevoatatohee ool rereroo psoooo iriava a r r dom a odi s , m a sconosciuto: mondo della Bibliotecai, eai iran i liuleieii u n i s c tnno p u eeatt a z loo sts reoon Digitale.ioddoiol lpppuntttenneuase devoln c ch c c uur s s idd snn m rav e do uc n d o un qq a nnn nr rc c d o de e uun r i za r p nc d aluCC doa l u ututioloaiv vsasae lali ptcorde ulòòunt idrgig a rtutppp cinioiolialu sisi m e ppe n i a o a s ra ar i l a a r i au uiu o Gddi d i i r d uum uttt me e i g l or r do e o stmeietsi iipius e c oiov neeu o cin cuuie e ent te r pu rc ir r z d pee, , ia alalus s uu ndd ru e va a n l o s G 11 ancozai s sbpg r so li laodduraiooeteis i i isc c rinnooi, i,e uirria an i rsroo 011: : taeconam dba a rc c isliiaanlslilsliesesotatsdd ns rufirfuu nnnndd lerteterttt tita a cprea ann oo 2 0 is rit ie m iioio te e t tio n a a nn ntiti or sarie i i dd eeti e prs i e LiL l s n , c c : : 2 v eier m n it uu c o eepuu oed n oir sareiv v i s m ive r e e i n s d nv i , 0 e èsp o la m e nn ii t enn è a t ns nioo2 077 a a spv ototo l mmen tgoioecnz z n p m elea tnnonbimttttiun tsrutsumiempprv v m l l b o semei di ii s rutd o ,ev i e d i u , inu g gu t r ocicin e e 00 tecL’L’epputntnanremmVVglplemte e u tsrtuu moltlliaiibliiboobpeeglguntas ,esdiem ivie,eu 2 tec o et u ttue eeoo pe u s r e s str m itiro br r lioo sitstspptst tantu]. .om oom ee in mo g giloio dde l a ailsi o e e , n bl il r r p i asle , s sis s s id ee e e LL ettt o ese … ] com c rsisi di i em b bibibli uer ri coror [ i[ee a acoor hhé in chhe ntecec iacnnd ten s nc i c c e ee eacd un ee tra re e d ov vema a b u qquebioiorn eee e t… m er rc sicic cé moo c zizioi t raasts ie esiss teza a i sem ulugoo r n o ,l l s u oo n ara i t nn iiooppe t fb r r t r rtitim coos c er rm noo toor a e e o ni az z cce i nz di seml oog era t uu tre 5 5 e- - voo, e e s am f la a me a a n m t an i sll tss uul coo ppc ddi cnn li lic i s re 17 7 br re ttitiv chh c cam etsrtuu rsisstsa ntiti, c , affffe eleele n l tuut , i, 1 b e t nnc e e ds lellr rereis een too, a dd l l eel t , sa.a s . e es lsp titi i ap so ai i ap ocic stsrtr tit em lMarianna Saliba, e 600 ve edi tirocinio,sint possesso di duna laurea specialistica in ua dellarte, l le . AA hh s s ore di uud ee possesso di 600 n ore t s d fe e tt tem coolMariannacSaliba, e d initieer a. t.tirocinio,sin onne a ee una laurea specialisticaieie Storia as e d pr rin nnua dellarte, ee Storia pas laziz ann aiei r f s a o c o uuin v g a Proo, se et rioio c settembreio risior rmarzo terslrisls s e a a uu isiisiizio otec ca gigia. onin 2007- marzo 2008: qq n z nna dda z za a pp sisio i l zaziz za er re,e ivia P lele, na ar nololo im o ve e r s orsroo dfirfava g ionne cqqu bli liote a o settembre 2007- s vi2008: e u i b dele artre onntit oioee d ll a t aa nn ,t oott SiSvl tura a agigin tec cn atrtrimesperienza iha a d r lalzizio l’a’ac la a bi la mia idea di biblioteca, sebbene ne avessi frequentate o e e li r oov ercrco vha radicalmente mutato la mia idea di biblioteca, sebbene ne avessi frequentate a radicalmente mutato b ele s e idi ; iso d o ; sn tb oob re- l ltu m a llala te elQuestanuesperienzativ ree a rdda l delell cuu llilm d a m a l d eppallele nuioio pe ettt Questa p r a sinin golo p op no didsc c i sa re- c l im d a dmolte durante silspe corsogdiastudi.le dquesti mesi ho scoperto un nuovo mondo dove il passato era a o puu l u rnala In . i. a al ldurantepil mio corsoudiastudi. Intiquesti mesi ho scoperto un nuovo mondo dove il passato elao pnn mb e g el e r am e Linda D Sant molte m NNentda ooee ivitstaei, drocinael m proo Li ann v Sa i, n oo ne D s nt titi droci nn a pr mio ririg o n n t e e e t tr ppr lao tit ibio o svo oltoonell’ .A sioinn o uu lol oltotnell’AAp. 20 o o sv nt tepossono rtcoesistere o ririmen e e nan n al dipartcoesistere rsproduttivamente con futuro e le innovazioni, e dove cè uno spazio n ri i c i i nntao didi apr retradizionetepossonoiment persproduttivamente con ilil futuro e le innovazioni, e dove cè uno spazio i didco ddi ntradizionea aln dipa imeno p dig ge e e me esro sone,e ta a a .As.s201tt20 s 10/ in continuo movimento, che dà delle an di gFilologi R to ugFilologiaa om ,p ot nna Alpteun sinseedigllaesocialet2011: p rm i s de r sociale 11: 0/ s su Rom motivazioni e aiuta a vedere le cose da diversi punti di ee pe tttto Alutee isin tde ire m e oot in continuo movimento, che dà delle anza della Facoltltà divedere le cose da diversi punti di motivazioniFa aiuta a za della e co à di er r a t o rm gllasms s eia esper Lettere, titiro n Lesisi èe, rocicin ee mi sento più qq u hhe olala d covista. esperienzqueste esperienza ilil mio livello diinformation literacy tteraccresciuto, mi sento più cc c s ia Grazie aaa ti esperienza mio livello di information literacy è accresciuto, ienz di tiro n cataloghicoonlele covista. Grazie queste cinio la ia di roci io la m ioio ue setso cataloghonlin ai ipic i re elinefiduciosaod poter realizzare le mia abilità nell’ professionali. c ab to p e er chee avevo l’in fiduciosa di ai più m dierpoter realizzare le mie ilità nell’utilizzar più modernnsi i i sistemddricer mie aspirazioniutprofessionali. stemi i i i riceca aspirazioni ilizzare tuttqq st ch avevod all’in io d al iziz . e tutti i ue stst ue i i rumenti, da ve e Il periodo che , non è più par rca, non è più p ag onabile a quella strumenti, dai mi hha dv oo co io. Il periodo che ho passato di mi a dat le co pe at le m pete e ho passato al aragonabile a qu , praticament ella, praticame e i m tenz e per re nz per fa re rice al dipartimento partimento di nte nulla, nulla, ee abilità, co ch fa ricerche biblio Filo di Fi logia Roman abilità, cosa sa che ha rivolu on e ha rivoluzizi rche bibliograf hegraficiche ed ili lologia Romanza come tiroci nt ed ut ilizzar m za come tirocina della neecesità ato onat anche il mio ut zzaree moto di nante e della ncess sità i d ddi diffonder qu o anche il mio approccio al st iffonderee qu approccio allo otoriri di rice a ricerc a con cu rc con sisicurezz rezzaa la loro formazio la loro formazio e esto tipo di esto lo studio. oltre, ho udio. In culturalee pi co tipo dinformazionntraa glstude Inoltre, ho capito l’importan nne cultural pi i info ùù completaap rmazio i i tr gli i studenti univ si capito l’import anza piacevole, , sto piacevolevivisto mpleta, , ap of pr ofondita so nti univer si ri er ta rial finee i re za chee quando ch quando sisi co pr ondita ee so is dd isfacent . E ta , , al fin ddi re nddee sappere. sa ere. sa cosa cerc e sa sa cercar e do dd facentee. E n se z’altro anch se n er re ar ee dove farl si ve farlo, si n o, ha nno prat am nz’altro anche più ha no praticicam e più ente in mano le ente in mano le chiavi ddel chiavi el
  • 34. Elena Pintimalli, tirocinio svolto nell’A.A. 2010/2011: Elena Pintimalli, tirocinio svolto nell’A.A. 2010/2011: Cristina Vincenzi, 150 ore di tirocinio, corso di Cristina Vincenzi, 150 ore di tirocinio, corso diL’importanza del tirocinio all’interno di ogni percorso universitario èè fondamentale per permettere Lingue ee Letterature straniere, ottobre- L’importanza del tirocinio all’interno di ogni percorso universitario fondamentale per permettere inaLingue Letterature straniere, ottobre- laurea ina laureanoi studenti di prendere visione di come possa organizzarsi ee strutturarsi il mondo del lavoro, al quale, noi studenti di prendere visione di come possa organizzarsi strutturarsi il mondo del lavoro, al quale,2007: dicembre 2007: dicembremolti di noi, non hanno avuto altre possibilità di affacciarsi. IlIl vantaggio di poter condividere questo che le biblioteche sono strutture attive, molti di noi, non hanno avuto altre possibilità di affacciarsi. vantaggio di poter condividereHo capito che le biblioteche sono strutture attive, Ho capito questoperiodo assieme ad altre ragazze èè stato uno scambio di esperienze che ci ha dato modo di vive, un in di socializzazione ee di scambio periodo assieme ad altre ragazze stato uno scambio di esperienze che ci ha dato modo di vive, un luogo di socializzazione di scambio mettere luogo mettere inatto quel primo bagaglio teorico di base acquisito durante le lezioni, ee di entrare gradualmente in atto quel primo bagaglio teorico di base acquisito durante le lezioni, di entrare gradualmente in relazionale, sempre affollate di giovani, di studiosi ee relazionale, sempre affollate di giovani, di studiosirapporto con la realtà bibliotecaria. In questo modo, tra studenti, èè stato possibile confrontare le rapporto con la realtà bibliotecaria. In questo modo, tra studenti, stato possibile confrontaresemplici appassionati; sono punti di incontro dove di semplici appassionati; sono punti di incontro dove di leconoscenze ee le piccole problematiche sorte da questa prima esperienza lavorativa. In questo modo il usufruire di unassistenza continua da conoscenze le piccole problematiche sorte da questa prima esperienza lavorativa. In questo modo può usufruire di unassistenza continua da lutente può lutente iltirocinio non ha corso ilil rischio di diventare mera esperienza pratica ma è divenuto una vera e propria tirocinio non ha corso rischio di diventare mera esperienza pratica ma è divenuto una veraparte di operatori di contatto considerati un po parte di operatori di contatto considerati un po e propriaesperienza di vita. esperienza di vita. come sensori sempre accesi sullesperienza delle come sensori sempre accesi sullesperienza delle singole persone, ee per questo capaci di educare singole persone, per questo capaci di educareBenedetta di Cama, provenienza corso di laurea Lingue ee Letterature Straniere, tirocinio svolto Benedetta di Cama, provenienza corso di laurea Lingue Letterature Straniere, tirocinio svolto della biblioteca stessa. alluso della biblioteca stessa. allusonell’A.A. 2010/2011: nell’A.A. 2010/2011: Guido Cioni, provenienza corso di laurea in Storia, tirocinio svolto nel Guido Cioni, provenienza corso di laurea in Storia, tirocinio svolto nelQuesta esperienza èè stata davvero unica per me in quanto oltre ad aver conosciuto tanti ragazzi – marzo 2011: Questa esperienza stata davvero unica per me in quanto oltre ad aver conosciutogennaio 2011 che periodo tanti ragazzi che periodo gennaio 2011 – marzo 2011:come me prestano servizio nelle biblioteche di Ateneo, ho conosciuto una responsabile di tirocinio svolta è stata stimolante, grazie in primo L’esperienza molto tenace, come me prestano servizio nelle biblioteche di Ateneo, ho conosciuto una responsabile tirocinio svolta è stata stimolante, grazie in primo L’esperienza di molto tenace,che ha fatto di me una studentessa migliore. Ho davvero apprezzato questo periodo di tirocinio culturale rispetto al mio percorso di studi, luogo alla continuità che mi che ha fatto di me una studentessa migliore. Ho davvero apprezzato questo periodo di tirocinio che mirispetto al mio percorso di studi, luogo alla continuità culturaleha fatto sperimentare l’approccio col pubblico, che sisi sa non è sempre facile e può tornare utile per una pratica proficua realmente capace di ha fatto sperimentare l’approccio col pubblico, che sa non è sempre facile e può tornare utile per una pratica proficua realmente capace di condizione essenziale in condizione essenziale insede lavorativa, ma soprattutto mi ha aperto prospettive nuove su un mondo finostrumenti utili allo studente in formazione. Mi è stato possibile fornire ad ora pressoché sede lavorativa, ma soprattutto mi ha aperto prospettive nuove su un mondo fino ad ora pressoché fornire strumenti utili allo studente in formazione. Mi è stato possibilesconosciuto: ilil mondo della Biblioteca Digitale. sconosciuto: mondo della Biblioteca Digitale. apprendere nozioni, acquisire strumenti ee competenze assai utili una apprendere nozioni, acquisire strumenti competenze assai utili unaSilvia Profeti, 175 ore di tirocinio, corso di laurea in Letterature europeevolta che avrò concluso gli studi universitari, ma anche scoprire per Silvia Profeti, 175 ore di tirocinio, corso di laurea in Letterature europeevolta che avrò concluso gli studi universitari, ma anche scoprire perleditoria ee la produzione culturale, settembre- novembre 2007: leditoria la produzione culturale, settembre- novembre 2007: interessanti percorsi ee strumenti di ricerca che colpevolmente non interessanti percorsi strumenti di ricerca che colpevolmente nonNellimmaginario collettivo, la biblioteca èè vista come un luogo freddo, un Nellimmaginario collettivo, la biblioteca vista come un luogo freddo, unsono adeguatamente pubblicizzati fra gli studenti, cosicché in molti sono adeguatamente pubblicizzati fra gli studenti, cosicché in moltimondo legato alla tradizione, lontano dalla tecnologia. Anche su questo puntosanno neppure di poterne usufruire quotidianamente. In mondo legato alla tradizione, lontano dalla tecnologia. Anche su questo non sanno neppure di poterne usufruire quotidianamente. In punto nonmi sbagliavo: la biblioteca èè un luogo aperto, sia dal punto di vista del relazione a questo, affermo che gli obiettivi del tirocinio sono stati mi sbagliavo: la biblioteca un luogo aperto, sia dal punto di vista del relazione a questo, affermo che gli obiettivi del tirocinio sono statipatrimonio che cambia costantemente, sia dal punto di vista degli strumenti, patrimonio che cambia costantemente, sia dal punto di vista degli strumenti, pienamente raggiunti per quanto riguarda l’acquisizione delle nozioni pienamente raggiunti per quanto riguarda l’acquisizione delle nozionivisto che sisi sta aprendo alle nuove risorse della rete […]. Voglio considerare visto che sta aprendo alle nuove risorse della rete […]. Voglio consideraredegli strumenti aa cui si mirava, grazie anche alla disponibilità del ee degli strumenti cui si mirava, grazie anche alla disponibilità delquesta esperienza non come una piccola digressione nel mio percorso personale della biblioteca e del tutor aziendale, sempre presente per questa esperienza non come una piccola digressione nel mio percorso personale della biblioteca e del tutor aziendale, sempre presente peruniversitario ma come un punto di partenza dal quale iniziare aa vedere le cose universitario ma come un punto di partenza dal quale iniziare vedere le domande, chiarimenti e suggerimenti. coseLinda De Santi, tirocinante al dipartimento di Filologia Romanza tirocinio,domande, chiarimenti e suggerimenti. in Storia dellarte, Linda De prospettiva diversa. dipartimento di Saliba, 600 ore di della Facoltà possesso ditirocinio specialistica in Storia dellarte, Santi, tirocinante al Marianna Filologia Romanza tirocinio, in di Lettere, una laurea specialistica in possesso di tirocinio Marianna Saliba, 600 ore di della Facoltà di Lettere, una laureasotto una prospettiva diversa. sotto unasvolto nell’A.A. 2010/2011: svolto nell’A.A. 2010/2011: settembre 2007- marzo 2008: settembre 2007- marzo 2008:Al termine della mia esperienza di tirocinio la esperienza nell’utilizzare tutti questi lastrumenti, dai Questa la mia abilitàha radicalmente mutato strumenti, di biblioteca, sebbene ne avessi frequentate Questa mia abilità radicalmente mutato la mia idea dai Al termine della mia esperienza di tirocinio esperienza hanell’utilizzare tutti questi mia idea di biblioteca, sebbene ne avessi frequentatecataloghi online ai più moderni sistemi di ricerca, nonilèè più paragonabileIn quella,mesi ho scoperto un nuovo mondo dove il passato e la cataloghi online ai più moderni sistemi di ricerca, non mio corso di studi. aa questipraticamente nulla, nuovo mondo dove il passato e la molte durante il mio corso di studi. In quella,mesi ho scoperto un molte durante più paragonabile questi praticamente nulla,che avevo all’inizio. IlIl periodo che hotradizionedipartimento di Filologia Romanza come tirocinantele innovazioni, ee dove cè uno spazio che avevo all’inizio. periodo che hotradizioneal possono coesistere produttivamente con tirocinantele innovazioni, dove cè uno spazio passato al possono coesistere produttivamentecomeilil futuro e passato dipartimento di Filologia Romanza con futuro emi ha dato le competenze per fare ricerche bibliografichemovimento, che dà dellericerca con sicurezzaa vedere le cose da diversi punti di sociale in continuo movimento, che dà dellericerca con sicurezzaa vedere le cose da diversi punti di sociale in continuo ed utilizzare motori di motivazioni aiuta mi ha dato le competenze per fare ricerche bibliografiche ed utilizzare motori di motivazioni ee aiutaee abilità, cosa che ha rivoluzionato anche Grazieapproccioesperienza Inoltre, livello di information literacy si è accresciuto, e mi sento più abilità, cosa che ha rivoluzionato anche ililGrazie a questeallo studio.ilInoltre, ho capito l’importanza vista. mio approccio allo studio. il mio ho capito l’importanza vista. mio a queste esperienza mio livello di information literacy si è accresciuto, e mi sento piùdella necessità di diffondere questo tipo di informazioni realizzare le mie universitari, al fine di rendere della necessità di diffondere questofiduciosa di poter realizzare le mie universitari, al fine di rendere fiduciosa di poter tra gli studenti aspirazioni professionali. tipo di informazioni tra gli studenti aspirazioni professionali.la loro formazione culturale più completa, approfondita ee soddisfacente. E senz’altro anche più la loro formazione culturale più completa, approfondita soddisfacente. E senz’altro anche piùpiacevole, visto che quando sisi sa cosa cercare e dove farlo, si hanno praticamente in mano le chiavi del piacevole, visto che quando sa cosa cercare e dove farlo, si hanno praticamente in mano le chiavi del
  • 35. Arrivederci ArrivederciGrazie dell’attenzione!Grazie dell’attenzione!Dott.ssa Maria AccarinoDott.ssa Maria Accarinomaccarino@gmail.com maccarino@gmail.com