AIB Sezione Toscana                       AIB Sezione Toscana           Tirocinio in biblioteca:   dal volontariato al Pro...
Learning society            Learning society• fluidità delle informazioni• alfabetizzazione digitale e competenze(eskill) ...
New libraries in the learning societyNew libraries in the learning society   Funzioni tradizionali          Funzioni moder...
New libraries o laboratori?    New libraries o laboratori?• contatto diretto con i documenti, con leinformazioni e con la ...
Biblioteche come laboratori  Biblioteche come laboratori• dove coesistono forme di conoscenzatacita e codificata• la bibli...
Biblioteca come ambiente di    Biblioteca come ambiente di            apprendimento            apprendimento• si sviluppan...
Biblioteca come casa dell’apprendimento flessibileBiblioteca come casa dell’apprendimento flessibilebiblioteca come biblio...
Volontari e/o tirocinanti• Volontari: come l’apprendistato modello di  apprendimento passivo• nasce come esperienza sul ca...
Studio di casiCologno Monzese, pagina specifica Volontarihttp://www.biblioteca.colognomonzese.mi.it/index2.php?consez=volo...
Moduli e bandi TIROCINI         Moduli e bandi TIROCINI• Alcune biblioteche hanno una pagina specifica  per i tirocini:  –...
Valutazioni e relazioni conclusive      Valutazioni e relazioni conclusive• Vedi spazio Dropbox del corso:https://www.drop...
Modello didattico del tirocinio    Modello didattico del tirocinio• impostazione problem oriented:elaborazione di un proge...
Focus sul tutor                  Focus sul tutor• Tutor organizzerà:• momenti conoscitivi preliminari tra più tirocinanti ...
Numerosi attori coinvolti            Numerosi attori coinvolti • manager didattico e docenti (in ambito università) •perso...
Focus sul tirocinante              Focus sul tirocinante  1. funzione di mediazione fra gli standard della     biblioteca ...
Tirocinante come veicolo               Tirocinante come veicolo                    tirocinante                    tirocina...
Biblioteche dell’Ateneo pisano (1/2)                     Biblioteche dell’Ateneo pisano (1/2)1. Attività formative autonom...
Biblioteche dell’Ateneo (2/2)                          Biblioteche dell’Ateneo (2/2)3. Tirocini istituzionali NON rivolti ...
Percorso online su Moodle Unipi            Percorso online su Moodle Unipi• Formarsi in biblioteca
Presenza di un forum                          Presenza di un forum•chiarificazioni su alcune tematiche professionali•aggio...
Moodle in versione privataMoodle in versione privata
Tirocini, lavoro, CV …Tirocini, lavoro, CV …
Come si costruisce un CVCome si costruisce un CV
Portfolio delle competenze             Portfolio delle competenze• Portfolio ma anche la biografia cognitiva  spostano l’a...
Studente/ cittadino al centro azione formativa• centralità della persona sul piano relazionale e  didattico, proponendo un...
La legge sulle professioni intellettuali del 30/12/2008         La legge sulle professioni intellettuali del 30/12/2008• V...
Il progetto Giovanisì                Il progetto GiovanisìHome page ufficialehttp://www.giovanisi.it/ Flickr Giovanisì h...
Risultati di un’indagine condotta con           Risultati di un’indagine condotta con          interviste approfondite nel...
Nuova cultura della biblioteca          Nuova cultura della bibliotecasecondo J. BRUNER la “cultura” nasce dallacondivisio...
Arrivederci    ArrivederciGrazie dell’attenzione! Grazie dell’attenzione!Consigli? Suggerimenti?Consigli? Suggerimenti?Dot...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Corso Tirocini Prof. Lùperi

256 views
211 views

Published on

Materiale per corso AIB "Tirocinio in biblioteca" Livorno, 3 Luglio 2012

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
256
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Corso Tirocini Prof. Lùperi

  1. 1. AIB Sezione Toscana AIB Sezione Toscana Tirocinio in biblioteca: dal volontariato al Progetto Giovanisì della Regione Toscana Livorno, 3 Luglio 2012 Livorno, 3 Luglio 2012 Corso di formazione Corso di formazioneDott.ssa Patrizia LùperiDott.ssa Patrizia LùperiAssociazione Italiana Biblioteche – Sezione ToscanaAssociazione Italiana Biblioteche – Sezione Toscana
  2. 2. Learning society Learning society• fluidità delle informazioni• alfabetizzazione digitale e competenze(eskill) elettroniche• percorso scolastico personalizzato, senzaaule e insegnanti
  3. 3. New libraries in the learning societyNew libraries in the learning society Funzioni tradizionali Funzioni moderne Raccolta, conservazione Uso di risorse multimediali Servizio di prestito e Consulenze reference personalizzate Servizi forniti a singoli Servizi per gruppi utenti collaborativi Assistenza nella BIBLIOTECHE COME compilazione di LABORATORI bibliografie Divisione netta fra utenti e Figure di confine come i personale della biblioteca tirocinanti e stagisti
  4. 4. New libraries o laboratori? New libraries o laboratori?• contatto diretto con i documenti, con leinformazioni e con la rete• oltre la scuola, necessitano laboratori ecentri multimediali, dove si selezionano, sirielaborano, si personalizzano i dati in uncontesto di lifelong learning• modello di apprendimento attivo
  5. 5. Biblioteche come laboratori Biblioteche come laboratori• dove coesistono forme di conoscenzatacita e codificata• la biblioteca assume una funzioneculturale, informativa e formativa:ambiente di apprendimento dove sielaborano forme di intelligenza collettiva
  6. 6. Biblioteca come ambiente di Biblioteca come ambiente di apprendimento apprendimento• si sviluppano potenzialità (concetto discaffolding)• identità personale si costruisceattraverso la partecipazione che favoriscelo sviluppo di skills cognitivi e sociali• biblioteca come comunità di pratica e/odi apprendimento
  7. 7. Biblioteca come casa dell’apprendimento flessibileBiblioteca come casa dell’apprendimento flessibilebiblioteca come biblioteca come passando attraverso momenti passando attraverso momenticentro di centro di di socializzazione e di di socializzazione e diapprendimento apprendimento discussione sull’uso delle discussione sull’uso delleinformale informale risorse digitali risorse digitali autonomia di autonomia di giudizio giudizio l’utente potrà sviluppare una l’utente potrà sviluppare una capacità di indagine critica capacità di indagine critica
  8. 8. Volontari e/o tirocinanti• Volontari: come l’apprendistato modello di apprendimento passivo• nasce come esperienza sul campo, a livello extrascolastico e pone in primo piano gli ambienti centrati “sulle risorse”• sistema formativo policentrico (famiglia, scuola socie tà) in cui la scuola NON E’ in primo piano• personalizzazione dei percorsi conoscitivi la rete e le nuove tecnologie creano un sistema distribuito di conoscenza
  9. 9. Studio di casiCologno Monzese, pagina specifica Volontarihttp://www.biblioteca.colognomonzese.mi.it/index2.php?consez=volontari page=stBiblioteca Marciana, "Amici dei Musei e Monumenti Veneziani", http://marciana.venezia.sbn.it/il-volontariato-bibliotecaA TORINO: VOLONTARI per LA LETTURA http://www.mondoeditoriale.com/me/volontari-per-la-lettura-ricerca-a-torino.h
  10. 10. Moduli e bandi TIROCINI Moduli e bandi TIROCINI• Alcune biblioteche hanno una pagina specifica per i tirocini: – Scuola Normale: http://www.sns.it/servizi/tirocini/ – Comune di Verona: http://biblioteche.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id – Biblioteca degli Intronati di Siena: http://www.bibliotecasiena.it/organizzazione/stage- tirocini-biblioteca
  11. 11. Valutazioni e relazioni conclusive Valutazioni e relazioni conclusive• Vedi spazio Dropbox del corso:https://www.dropbox.com/home/Corso%20di %20aggiornamento%20_Tirocini%20in%20biblioteca_• Relazioni conclusive cartacee e online vedi ad esempio il report di Silvia Profeti predisposto dopo la partecipazione ad un convegno a Livorno:https://www.dropbox.com/home/Corso%20di %20aggiornamento%20_Tirocini%20in%20biblioteca_? select=relazione%20congresso%20reference%20S. %20Profeti.doc
  12. 12. Modello didattico del tirocinio Modello didattico del tirocinio• impostazione problem oriented:elaborazione di un progetto personalizzato• didattica tutoriale, laboratoriale• indispensabile la presenza• importanza della motivazione
  13. 13. Focus sul tutor Focus sul tutor• Tutor organizzerà:• momenti conoscitivi preliminari tra più tirocinanti e lezioniintroduttive• esercitazioni individuali e di gruppo in aule informatiche perintrodurre all’uso delle risorse digitali e incoraggiare lecompetenze elettroniche (eSkills…• discussione, collaborazione e simulazione???• momenti decisionali: scelta del tipo di biblioteca dovesvolgere praticamente il tirocinio, elaborazione del progetto ditirocinio, fasi di studio individuale e elaborazione relazionefinale
  14. 14. Numerosi attori coinvolti Numerosi attori coinvolti • manager didattico e docenti (in ambito università) •personale uffici provinciali • tutor e altro personale della biblioteca • utenti (??) con competenze e bisogni diversi • tirocinante e altri tirocinanti, studenti…tutti presenti nello spazio,non solo fisico, della biblioteca ...
  15. 15. Focus sul tirocinante Focus sul tirocinante 1. funzione di mediazione fra gli standard della biblioteca e le variegate necessità degli utenti 2. gli utenti percepiscono una maggiore vicinanza 3. sincronia nella percezione soggettiva dei problemi, sia con gli studenti ma anche con gli operatori della biblioteca 4. sentimento di complicità fra tirocinante ed utente:aumenta il grado di attenua il comportamentomotivazione da parte del dell’”ansia da biblioteca” datirocinante parte dell’utente
  16. 16. Tirocinante come veicolo Tirocinante come veicolo tirocinante tirocinante contribuirà alla contribuirà alla definizione di una “cultura definizione di una “cultura della biblioteca o new della biblioteca o new libraries” libraries”comunicherà un nuovocomunicherà un nuovomodello dimodello dirappresentazione dellarappresentazione dellabiblioteca luogo formativo dove si luogo formativo dove sibiblioteca elaboreranno significati elaboreranno significati comuni, utilizzandoli e comuni, utilizzandoli e personalizzandoli personalizzandolianche in quegli ambitianche in quegli ambitisociali dove persiste unasociali dove persiste una nel contesto più adeguato di un nel contesto più adeguato di unvisione puramentevisione puramente sapere aperto alla discontinuità, sapere aperto alla discontinuità,conservativaconservativa alla sorpresa e all’incertezza alla sorpresa e all’incertezza
  17. 17. Biblioteche dell’Ateneo pisano (1/2) Biblioteche dell’Ateneo pisano (1/2)1. Attività formative autonomamente scelte dallo studente corsi brevi che fanno acquisire da 1 a 3 cfu offrono la possibilità di conoscere strumenti e servizi bibliotecari utili per il percorso formativo degli studenti (per la conoscenza delle risorse informative cartacee ed elettroniche, per redigere progetti, per compilare la tesi ecc.) costituiscono anche un buon aiuto per lautoaggiornamento professionale costante durata: muta a seconda del Corso di laurea, si parte comunque da 25 ore per 1 credito (CFU) per arrivare a un massimi di 250 ore2. Tirocini istituzionali rivolti alla professione bibliotecaria o archivistica il tirocinio è inserito nel Corso di laurea di Scienze dei Beni Culturali (e Laurea Specialistica) è rivolto allacquisizione di conoscenze relative alle attività concretamente svolte dalle strutture bibliotecarie e archivistiche, ad esempio la catalogazione o la gestione dei periodici.
  18. 18. Biblioteche dell’Ateneo (2/2) Biblioteche dell’Ateneo (2/2)3. Tirocini istituzionali NON rivolti alla professionebibliotecaria o archivistica il tirocinio è volto a favorire, attraverso luso della biblioteca, lacquisizione di conoscenze edesperienze pratiche connesse agli studi al fine di completare il percorso formativo dellostudente esempio classico: il tirocinio obbligatorio di 175 ore del corso di laurea in LetteratureEuropee per l’Editoria e la Produzione Culturale (7 CFU)4. Tirocini formativi e di orientamento POST LAUREA nelle biblioteche, sulla base di convenzioni specifiche, sono accolti tirocini disciplinati dallalegge 196/1997, attivati dalla Provincia (600 ore articolate in 6 mesi) la richiesta formativa da parte di questo tipo di tirocinanti NON è rivolta a conoscere letecniche di catalogazione ma anche i servizi tipici di una biblioteca: reference, e-book, progettidi lettura, risorse on line…
  19. 19. Percorso online su Moodle Unipi Percorso online su Moodle Unipi• Formarsi in biblioteca
  20. 20. Presenza di un forum Presenza di un forum•chiarificazioni su alcune tematiche professionali•aggiornamento costante•collaborazione con gli altri corsisti•simulazione di ricerche•tracciati bibliografici che evidenziano le diverse modalità di ricerca ediversi stili cognitivi
  21. 21. Moodle in versione privataMoodle in versione privata
  22. 22. Tirocini, lavoro, CV …Tirocini, lavoro, CV …
  23. 23. Come si costruisce un CVCome si costruisce un CV
  24. 24. Portfolio delle competenze Portfolio delle competenze• Portfolio ma anche la biografia cognitiva spostano l’attenzione dalle esperienze avute alle capacità acquisite e sviluppate in base a quelle esperienze… e al tipo di apprendimento che ne è derivato…. concetto di scaffolding e zona di sviluppo prossimale
  25. 25. Studente/ cittadino al centro azione formativa• centralità della persona sul piano relazionale e didattico, proponendo una lettura dei documenti dal punto di vista di chi è il soggetto• non si tratta solo di promuovere il sapere degli studenti o dei cittadini ma viene finalizzato alla• costruzione di un personale e consapevole progetto di vita in un percorso che va declinato• in termini di competenze, documentato, certificato
  26. 26. La legge sulle professioni intellettuali del 30/12/2008 La legge sulle professioni intellettuali del 30/12/2008• Video della sezione Toscana http://www.slideshare.net/mtheorymagazine/slide-biagi- dirigente-regione-toscana-modifiche-fondo-rotazione01 nuove opportunità per i giovani nuovi finanziamenti per giovani professionisti progetti promossi da associazioni e ordini professionali tirocini anche all’estero supporto allo studio e alla formazione
  27. 27. Il progetto Giovanisì Il progetto GiovanisìHome page ufficialehttp://www.giovanisi.it/ Flickr Giovanisì http://www.flickr.com/photos/giovanisiregion etoscana/
  28. 28. Risultati di un’indagine condotta con Risultati di un’indagine condotta con interviste approfondite nell’anno 2010: interviste approfondite nell’anno 2010: Tirocinanti in biblioteca Tirocinanti in biblioteca Si specializzano Si specializzano professionalmente professionalmente come mediatori delle come mediatori delleUsufruiscono di questa informazioni, dopo informazioni, dopo Usufruiscono di questaesperienza per accrescere il essersi laureati in essersi laureati in esperienza per accrescere illivello di information literacy Lettere o Filosofia o Lettere o Filosofia o livello di information literacy Lingue straniere Lingue straniereAcquistano maggiore autonomiaAcquistano maggiore autonomia La loro esperienza in biblioteca La loro esperienza in bibliotecanella gestione delle informazioninella gestione delle informazioni stimola la ricerca di professioni stimola la ricerca di professioniper tutta la vita, come studenti eper tutta la vita, come studenti e diverse da quelle tradizionali: diverse da quelle tradizionali:come cittadinicome cittadini insegnanti, traduttori… insegnanti, traduttori…
  29. 29. Nuova cultura della biblioteca Nuova cultura della bibliotecasecondo J. BRUNER la “cultura” nasce dallacondivisione dei significati in un gruppo sociale diriferimentola cultura è interazione fra persone (aspettointersoggettivo)la cultura è essenzialmente trasmissione ereditaria diun patrimonio conoscitivo fondamentale, unpatrimonio però plastico, che vede nellebiblioteche del XXI secolo il luogo formativo dove sielaboreranno significati comuni, utilizzandoli epersonalizzandoli nel contesto più adeguato di unsapere aperto alla discontinuità, alla sorpresa eall’incertezza…
  30. 30. Arrivederci ArrivederciGrazie dell’attenzione! Grazie dell’attenzione!Consigli? Suggerimenti?Consigli? Suggerimenti?Dott.ssa Patrizia LùperiDott.ssa Patrizia Lùperi luperip@yahoo.it luperip@yahoo.it

×