Lucia Soffici - 8° Congresso Nazionale GastroCare
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Lucia Soffici - 8° Congresso Nazionale GastroCare

on

  • 667 views

Gestione del paziente in terapia biologica

Gestione del paziente in terapia biologica

Statistics

Views

Total Views
667
Views on SlideShare
667
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
4
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • In base ai referti dei vari esami detti in precedenza viene deciso il percorso terapeutico
  • Può essere caratterizzata dalla necessità della somm.ne di terapia steroidea albumina e reidratante nel caso sia necessaria la somm.ne di terapia marziale o di supporto ip deve richiedere il posizionamento di picc o se infermiere impiantatore posizionarlo in seguito programmazione della gestione

Lucia Soffici - 8° Congresso Nazionale GastroCare Lucia Soffici - 8° Congresso Nazionale GastroCare Presentation Transcript

  • GESTIONE DEL PAZIENTEGESTIONE DEL PAZIENTE CON IBDCON IBD IN TERAPIA BIOLOGICAIN TERAPIA BIOLOGICA INFERMIERA LUCIA SOFFICIINFERMIERA LUCIA SOFFICI DIPARTIMENTO SPECIALITA’ MEDICO-CHIRURGICHEDIPARTIMENTO SPECIALITA’ MEDICO-CHIRURGICHE SOD GASTROENTEROLOGIA 1-2SOD GASTROENTEROLOGIA 1-2 AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGIAZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI FIRENZEFIRENZE
  • PERCORSO ASSISTENZIALEPERCORSO ASSISTENZIALE  GESTIONE DEL PAZIENTE AMBULATORIALE • Counseling infermieristico • Helpline  GESTIONE DEL PAZIENTE IN DH • Percorso diagnostico • Percorso terapeutico
  • GESTIONE DEL PAZIENTE IN DHGESTIONE DEL PAZIENTE IN DH PERCORSO DIAGNOSTICO  Accettazione amministrativa  Compilazione cartella infermieristica  Prelievi ematici  Programmazione esami strumentali  Recupero dei referti  Programmazione successivi accessi in DH View slide
  • GESTIONE DEL PAZIENTE IN DHGESTIONE DEL PAZIENTE IN DH PERCORSO TERAPEUTICO  Terapia infusionale  Terapia biologica View slide
  • PERCORSO TERAPEUTICOPERCORSO TERAPEUTICO TERAPIA INFUSIONALE  Terapia steroidea e/o di supporto nutrizionale  Terapia marziale e/o integrazione elettrolitica • Posizionamento PICC • Gestione del catetere venoso
  • PERCORSO TERAPEUTICOPERCORSO TERAPEUTICO TERAPIA BIOLOGICA  Gestione del paziente nello screening pre-trattamento  Gestione del paziente durante l’infusione della terapia biologica
  • TERAPIA BIOLOGICATERAPIA BIOLOGICA SCREENING PRE-TRATTAMENTO  Esami ematici • Completamento esami di routine • Markers Virali • Autoanticorpi • Quantiferon  ECG  Rx torace
  • TERAPIA BIOLOGICATERAPIA BIOLOGICA GESTIONE DEL PAZIENTE DURANTE LA TERAPIA  Infliximab • Proteina chimerica • Somministrazione e.v.  Adalimumab • Anticorpo monoclonale • Somministrazione s.c.
  • TERAPIA INFLIXIMAB  Personale sanitarioPersonale sanitario  Ambiente ospedalieroAmbiente ospedaliero  Conservato tra 2°c – 8°cConservato tra 2°c – 8°c  Una volta ricostituito deve essereUna volta ricostituito deve essere somministrato entro 3 oresomministrato entro 3 ore CONSERVAZIONE DEL FARMACO
  • TERAPIA INFLIXIMAB PREPARAZIONE DEL PAZIENTE  Digiuno  Posizionamento di 2 accessi venosi  Parametri vitali  Controllo prescrizione e dosaggio  Ricostituzione del farmaco
  • TERAPIA INFLIXIMAB RICOSTITUZIONE DEL FARMACO  Condizioni asettiche  Non usare il flacone se non è sottovuoto  Ricostituire con 10 ml di acqua per preparazioni iniettabili  Usare ago 21 G, garza e alcol al 70%
  • TERAPIA INFLIXIMAB RICOSTITUZIONE DEL FARMACO  Dirigere il flusso di acqua per preparazioni iniettabile verso la parete del flaconcino  Non agitare e /o scuotere  Se compare la formazione di schiuma lasciare riposare per 5 minuti  Valutare le caratteristiche della soluzione
  • TERAPIA INFLIXIMAB DILUIZIONE DEL FARMACO  Il volume totale della soluzione ricostituita deve essere 250 ml utilizzando S.F. 0.9%  Dirigere il flusso del farmaco verso la parete del flacone o sacca  Usare set per infusione con filtro in linea a bassa capacità legante, sterile e con regolatore di flusso
  • TERAPIA INFLIXIMAB PREMEDICAZIONE  Idrocortisone 200 mg e.v.  Anti-istaminici e.v. o i.m. trenta minuti prima NON USARE ALCUN FARMACO NELLA STESSA VIA DI SOMMINISTRAZIONE DELL’INFLIXIMAB
  • TERAPIA INFLIXIMAB TEMPI DI SOMMINISTRAZIONE  Durata complessiva non meno di 2h, non più di 3h  Velocità di infusione: • Nei primi 15’ 20/30 ml/h • Nei successivi 30’ 40/50 ml/h • Fino al termine 100 ml/h
  • TERAPIA INFLIXIMAB EFFETTI INDESIDERATI  Lievi  Moderati Severi
  • TERAPIA INFLIXIMAB EFFETTI INDESIDERATI LIEVI RIDURRE LA VELOCITA’ DI INFUSIONE: 10 ml/h per 15’ 20 ml/h per 15’ 40 ml/h per 15’ 100 ml/h fino al termine Nausea, mal di testa, prurito e febbricola
  • TERAPIA INFLIXIMAB EFFETTI INDESIDERATI MODERATI SOSPENDERE INFUSIONE CHIAMARE IL MEDICO Orticaria, dispnea, dolore toracico, ipo/ipertensione e febbre
  • TERAPIA INFLIXIMAB EFFETTI INDESIDERATI GRAVI SOSPENDERE INFUSIONE CHIAMARE IL MEDICO OSSIGENO TERAPIA FARMACI D’URGENZA MANOVRE DI RIANIMAZIONE Dispnea grave, ipo/ipertensione, edema della glottide, iperpiressia, shock anafilattico
  • TERAPIA INFLIXIMAB EVENTI AVVERSI LA SEGNALAZIONE DELLE REAZIONI AVVERSE E’ UN OBBLIGO DI LEGGE FARMACO SOTTOPOSTO A MONITORAGGIO INTENSIVO
  • TERAPIA INFLIXIMAB PROGRAMMAZIONE TRATTAMENTI SUCCESSIVI  1° trattamento: settimana 0  2° trattamento: dopo 2 settimane dal 1° trattamento  3° trattamento: dopo 6 settimane dal 1° trattamento  Ulteriori trattamenti: ogni 8 settimane in base al decorso clinico
  • TERAPIA ADALIMUMAB  Somministrazione s.c. con siringhe o penne pre-riempite  Dosaggio 40 mg  Conservazione in frigo tra 2°C - 8°C
  • TERAPIA ADALIMUMAB  Parte superiore della coscia  Addome superiore  Evitare la zona periombelicale ZONE DI SOMMINISTRAZIONE
  • TERAPIA ADALIMUMAB EDUCAZIONE ALL’AUTOSOMMINISTRAZIONE DELLA TERAPIA BIOLOGICA S.C OBIETTIVO IL PAZIENTE DEVE ACQUISIRE LA COMPLETA AUTONOMIA NELL’AUTOSOMMINISTRAZIONE DEL FARMACO S.C
  • TERAPIA ADALIMUMAB AUTONOMIA DEL PAZIENTE  Anamnesi infermieristica  Valutare potenziali difficoltà del paziente  Dare risposte chiare e rassicuranti alle domande poste  Migliorare la qualità e lo stile di vita
  • MODALITA’ SOMMINISTRAZIONE ADALIMUMAB  I° somministrazione tempo 0 160 mg  II° somministrazione dopo due settimane 80 mg  La terapia prosegue in regime domiciliare con 40 mg di norma ogni due settimane  Il medico consegna il piano terapeutico per il ritiro del farmaco  L’infermiere programma follow-up ambulatoriale
  • TERAPIA ADALIMUMAB EFFETTI INDESIDERATI Lievi e moderati Anche fino a quattro mesi dall’ultima somministrazione Reazioni cutanee nella sede dell’iniezione o eczema cutaneo Gravi Psoriasi anche “de novo”, più spesso atipiche (palmo-plantari) Richiedono un trattamento specifico
  • GRAZIE PER LA VOSTRAGRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONEATTENZIONE … E UNA FELICE SERATA A TUTTI