• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Caffe e musica
 

Caffe e musica

on

  • 2,227 views

 

Statistics

Views

Total Views
2,227
Views on SlideShare
2,227
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Caffe e musica Caffe e musica Presentation Transcript

    • Note all'aroma di Caffè Università Campus Bio-Medico di Roma Corso di Laurea in Scienze dell'Alimentazione e Nutrizione Umana Autrici: Federica Cuomo Ilaria Toti
      • Attraverso questa presentazione metteremo in evidenza come la progressiva diffusione del caffè in tutto il mondo abbia avuto delle ripercussioni anche nella musica.
    • Il Caffè nella musica
      • Nel 1734 Johann Sebastian Bach scrive la "Cantata del Caffe’“ nella quale la protagonista rivendica il diritto alla degustazione e, suscitando le rimostranze del padre, pone questo suo diritto tra le condizioni del suo consenso alle nozze. Dal 1918 le prime canzoni sul caffè tra le quali ricordiamo"A tazza e' cafe' " edita da "La Canzonetta", scritta da Capaldo per i testi e Fassone per gli arrangiamenti. Nel 1969 Riccardo del Turco partecipa al Festival di Sanremo con "Cosa hai messo nel caffe' ".
      • Nella discografia piu' recente, il caffe' diventa di conforto, di protezione, quasi come fosse il punto di partenza per affrontare una nuova giornata: con Battisti "...la mattina c'e' chi mi prepara il caffe'" e Bob Dylan "One More Cup Of Coffee".
      • Baglioni e Guccini lo interpretano come il punto di ritrovo per disagiati, disperati e barboni in "Poster " e "Via Paolo Fabbri 43”. Per Fabrizio De Andre' e Pino Daniele diventa un passatempo, un compagno nella spensieratezza in "Don Raffae' " ed in "Na Tazzulella e Cafe' ".
      • Infine come ci si puo' dimenticare dello Zecchino D'Oro ? Uno dei tanti brani famosi degli anni '70 era proprio "Il Caffe' della Peppina" .
      • Ricordiamo inoltre una filastrocca molto carina dal titolo "Ninna nanna del chicco di caffe‘”.
    • Da Faber e Guccini allo Zecchino d’oro…
      • Adesso ci occuperemo in particolare dell’analisi di tre canzoni:
      • - “ Don Raffaè” di Fabrizio De Andrè
      • - “ Via Paolo Fabbri 43” di Francesco Guccini
      • - “Il caffè della Peppina” interpretata dai bambini dello Zecchino d’oro
    • “ Don Raffaè” di Fabrizio De Andrè
      • “ A che bell’ò cafè pure in carcere ‘o sanno fa co’ à ricetta ch’à Ciccirinella compagno di cella ci ha dato mammà”
    • Fabrizio De Andrè
    • Massimo Bubola
      • “ Don Raffaè” nasce dalla collaborazione di Fabrizio De André con Massimo Bubola,per la stesura del testo,e ,con Mauro Pagani, per la scrittura della musica. L'uso del dialetto non è comunque inusuale per lo stile dell'artista, in quanto appartenente al periodo della svolta world del cantautore.
      • La canzone è una denuncia della situazione delle carceri italiane negli anni ottanta e della sottomissione dello Stato al potere delle mafie.
      • Secondo le parole dello stesso De Andrè la canzone alludeva a Raffaele Cutolo, noto camorrista e fondatore della Nuova Camorra Organizzata, sebbene né lo stesso De Andrè, né il coautore Massimo Bubola, disponessero di notizie di prima mano sulla sua detenzione.
      • Anche lo stesso Cutolo pensò a una dedica alla sua persona e si premunì di scrivere al cantautore genovese per complimentarsi, meravigliandosi inoltre di come De Andrè fosse riuscito a cogliere alcuni aspetti della personalità e della vita carceraria del boss, senza avere a disposizione informazioni dettagliate.
      • De Andrè rispose alla lettera di Cutolo per ringraziarlo ma evitò di continuare il carteggio con il boss.
      M. Bubola Faber
    • Un ulteriore curiosità …
      • Il ritornello della canzone è una citazione del brano “O ccafè” di Domenico Modugno.
      Domenico Modugno
    • “ Via Paolo Fabbri 43” di Francesco Guccini
      • “ Fra "krapfen" e "boiate" le ore strane son volate, grasso l' autobus m' insegue lungo il viale e l' alba è un pugno in faccia verso cui tendo le braccia, scoppia il mondo fuori porta San Vitale e in via Petroni si svegliano, preparano libri e caffè e io danzo con Snoopy e con Linus un tango argentino col caschè!”
    •  
      • “ Via Paolo Fabbri 43” è una canzone che ci mostra un Guccini in presa diretta, senza il filtro della memoria o del racconto di storie altrui, con un tono fortemente caustico e divertito.
      • Sulla canzone dice « un gioco, una risata, una presa in giro, una canzone piena di cose e di scherzi, e l'ironia è soprattutto su di me, sui miei "se fossi, se facessi" che a volte forse sono solo scuse per non essere e non fare » .
      • La canzone vuole essere un invito a essere di più e a fare di più.
    • Il caffè della Peppina dello Zecchino d’oro
      • “ Il caffè della Peppina non si beve alla mattina né col latte né col the ma perché, perché, perché?”
    •  
      • “ Il caffè della Peppina” è un’allegra canzonetta per bambini che appare quasi come una filastrocca grazie alle sue innumerevoli rime.
      • Nella canzone viene descritto il particolare e alquanto sconsigliato caffè prodotto dalla signora Peppina che ha come ingredienti segreti della sua bevanda: cioccolata,marmellata,mezzo chilo di cipolle,quattro o cinque caramelle,sette ali di farfalle,rosmarino,qualche formaggino,una zampa di tacchino,una piuma di pulcino,cinque sacchi di farina,pepe,sale,acqua con petrolio, insalata senza olio e tritolo ma…ops!
      • “ La Peppina salta in aria col caffè!!!”
    • Sitografia
      • - www.angolotesti.it
      • - www.massimobubola.it
      • - www.fabriziodeandre.it
      • - www.lozecchinodoro.it
      • - www.francescoguccini.it
      • I seguenti siti internet sono stati visitati il giorno 29/04/2011.
    • Grazie a tutti per l'attenzione ...