Your SlideShare is downloading. ×
0
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Spoleto
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Spoleto

681

Published on

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
681
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. La rocca
  • 2. Il ponte delle torri
  • 3. La piazza del mercato
  • 4. Il palazzo del comune
  • 5. Il duomo
  • 6. IL palazzo della signoria
  • 7. Piazza Luigi Pianciani
  • 8. Vicolo dello sdrucciolo, piccolo portico romano e corso Mazzini
  • 9. Piazza della libertà e della fontana
  • 10. Viale Matteotti
  • 11. Teatro Caio Melisso
  • 12. La rocca La   Rocca ,commissionata nel 1362 dal legato pontificio cardinale Albornoz all'architetto eugubino Matteo Gattapone, è un imponente edificio a pianta rettangolare lungo il cui perimetro svettano sei robuste torri, collegate da camminamenti, che delimitano due distinte aree interne: il cortile  delle armi e quello  d'onore . 
  • 13. Il ponte delle torri <ul><li>è lungo 236 metri ed alto 76 ed è costituito da possenti arcate ogivali scandite da grandiosi piloni in pietra sui quali corrono la strada ed il canale per l'acqua scavato in cima al muraglione. La sua datazione è controversa ma l'ipotesi più accreditata è quella che fu costruita da d'Albornoz nel 1300. Data l'evidente importanza strategica, il Ponte era opportunamente difeso dalle torri. </li></ul>
  • 14. Piazza del mercato cuore del Centro storico e dell'intera città, al fondo di essa spicca, scenograficamente, la barocca   Fonte di Piazza , realizzata nel 1746 su disegno dell'architetto romano Fiaschetti, in luogo di una preesistente della quale è rimasto, nel timpano, il monumento ad Urbano VIII e alla famiglia Barberini, realizzato nel 1626 su disegno del Maderno .
  • 15. Palazzo del comune <ul><li>Situata in   Via del Municipio, preceduto da un'ampia scalinata. La torre campanaria   risale al 1200 ed il resto ad una ricostruzione della fine del settecento, a seguito del terremoto del 1703; l'ala sinistra è un rifacimento falso antico del 1913 . </li></ul>
  • 16. Piazza del Duomo Via dell'Arringo con via Saffi ad angolo con il Palazzo Vescovile, lascia spazio ad un'ampia discesa a gradoni, naturali sedili per il folto pubblico del   concerto in piazza   che chiude ogni anno il  Festival dei Due Mondi),
  • 17. Piazza della signoria <ul><li>Discesa la scalinata a sinistra della Cattedrale. La piazza, prende nome dalla severa costruzione situata sul suo lato sinistro che funge da fondazione agli edifici superiori: il probabile   Palazzo della Signoria . </li></ul>
  • 18. Piazza Pianciani Dedicata all'illustre patriota spoletino, la piazza, come l'omonimo Palazzo di famiglia, risale al XVIII secolo. La doppia scalinata con balaustra, di fondo, fu edificata nel 1923 dall'architetto Tarchi; la abbellisce l'elegante  cavalcavia rinascimentale  del Palazzo Leoncilli che segna l'uscita di via di Fontesecca.
  • 19. Porta dello Sdrucciolo e portico romano <ul><li>Il pittoresco   vicolo dello Sdrucciolo , una ripida salita a gradini sotto begli archetti che conduce alla piazza della Genga e, di qui, a piazza del Mercato.In fondo a destra, sotto un'ampia volta, si apre la via sulla quale si affaccia il   piccolo portico in pietra   della chiesa di Sant'Agata </li></ul>
  • 20. Piazza dell libertà e della fontana Alla fine di corso Mazzini Importante nodo cittadino, la piazza fu un tempo lo spazio privato che dava respiro al seicentesco  Palazzo Ancaiani  oggi sede del  Centro Italiano di Studi sull'Alto Medioevo.  A sinistra della piazza si diparte via Brignone, sul cui primo tratto si affacciano, a sinistra   piazza Fontana   con l'omonimo Palazzo
  • 21. Viale Giacomo Matteotti <ul><li>Fuori Porta Monterone, a destra, salendo la via Esterna delle Mura. Il Viale inizia da piazza della Libertà sviluppandosi parte a Giardini Pubblici, collegati da due scalinate, al sottostante   parco Chico Mendes   e parte a corso alberato, &quot;La Passeggiata&quot;, che immette al collinare viale dei Cappuccini ed agli omonimi chiesa e monastero. </li></ul>
  • 22. Teatro Caio Melisso il grazioso   teatro Caio Melisso   costruito in legno nel 1600, &quot;Teatro Nobile&quot;, ricostruito nel 1800 ed ampliato nella capienza (400 posti) con un ulteriore restauro del 1958; notevoli all'interno le decorazioni del soffitto ed il sipario.
  • 23. Fonti: <ul><li>www.artstudio.it </li></ul>

×