• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
X2 Linux Riassunti
 

X2 Linux Riassunti

on

  • 871 views

 

Statistics

Views

Total Views
871
Views on SlideShare
870
Embed Views
1

Actions

Likes
0
Downloads
26
Comments
0

1 Embed 1

http://slidelinux.wordpress.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    X2 Linux Riassunti X2 Linux Riassunti Presentation Transcript

    • Todo-Installazione-Servizio
      • Programma == SERVIZIO di rete == SERVER
      • Cerchiamo il programma servizio da installare
      • apt-cache search nomeprogramma
      • Installaliamo il programma
      • sudo apt-get install nomeprogramma
      • Verifica avvio del programma
      • ps axw |grep programma ( per verificare se il programma è in esecuzione)‏
      • netstat -anp |more (per verificare se il programma è in ascolo sulla porta predefinita
      • es 80/http 23/ftp 22/ssh fare riferimento ad /etc/service per una lista delle
      • porte e relativi protocolli layer applicativo
      • Configurazione Programma
      • man programma (lettura del manuale in alternativa cercare in
      • /usr/share/doc/nomeprogramma)‏
      • editare i file di configurazione presenti nella dir /etc/nomeprogramma o in alternativa
      • quelli definiti nella doc di riferimento del programma installato (man nomeprogramma)‏
      • Test di funzionamento del programma
      • Utilizzare un client appropriato per verificare che il programma e in ascolto e
      • rispondecorrettamente alle richieste.
      • Debug
      • tail -f /var/log/programma In caso di malfunzionamenti verificare nei log del
      • programma la segnalazione di errori (tipicamente /var/log/programma)
    • FileSystem
    • FileSystem
    • Comandi Essenziali di sistema mkdir : Crea una directory (make directory) cd : Cambia la directory di lavoro (change directory) ls : Lista i file (list) cp : copia i file (copy) mv : Sposta i file (move) rm : Rimuove un file o una directory (remove) wc : Conta le parole, i caratteri e le righe di un file (word count) sort :Permette di ordinare il contenuto dei file cat :Concatena dei file e ne emette il contenuto attraverso lo standard output.
    • Comandi Linux essenziali Shell Bash less : lettura file more : lettura file tail : emette attraverso l'output la parte finale di un file > : redirezione dello standard output >> : redirezione dello standard output in append mode < : redirezione dello standard input 2> : redirezione dello standard error 2>> : redirezione dello standard error in append mode
    • Sintassi delle espressioni regolari
    • VI:comandi più comunemente utilizzati
    • Gestione Utenti
    • Permessi
    • Permessi
    • Permessi
    • Comandi Gestione Pacchetti
    • apt-get
    • apt-get opzioni frequenti
    • Stratificazione degli strumenti di gestione dei pacchetti Debian dpkg-deb interviene solo al livello di archivi Debian, consentendo l'estrazione e l'archiviazione in questo formato; dpkg-split è uno strumento aggiuntivo in grado di suddividere e riassemblare assieme gli archivi Debian, in modo da poterli gestire in file più piccoli, soprattutto quando questi devono essere trasportati su dischetti; Dpkg (l'eseguibile dpkg) interviene nei pacchetti Debian, a livello elementare, consentendone l'installazione e la loro disinstallazione, avvalendosi eventualmente di dpkg-deb quando necessario; apt-get interviene nei pacchetti Debian, a livello più evoluto di Dpkg, essendo in grado di risolvere da solo molti problemi di dipendenze; Dselect si trova al livello più alto per la gestione dei pacchetti (assieme a APT) e si avvale di tutti gli strumenti inferiori; APT è un sistema di strumenti paralleli a Dselect, composto da diversi programmi frontali alternativi che poi si avvalgono di apt-get per lo svolgimento dei loro compiti.
    • Dpkg Comandi Base sudo dpkg -i pacchetto: Per installare dei programmi sudo dpkg -L pacchetto: Se vogliamo conoscere il contenuto di un pacchetto deb già installato scriviamo da terminale. sudo dpkg --info pacchetto.deb: se il pacchetto non è ancora installato e ci interessa avere delle informazioni dettagliati sul suo contenuto, sui programmi che ne fanno parte ecc. basta scrivere:
    • Dpkg Comandi Base sudo dpkg -S nome file: Un'altra eventualità che si può verificare è quella di voler conoscere a quale pacchetto installato cossisponde un precisaso file, basta che scriviamo: sudo dpkg -r pacchetto: Per disinstallare programmi sudo dpkg --purge pacchetto: Per rimuovere applicazioni e i relativi file di configurazione si scrive sudo dpkg -reconfigure pacchetto: riconfigurare un pacchetto già installato
    • PS opzioni frequenti l formato lungo f le righe di comando sono mostrate in un albero a mostra anche i processi degli altri utenti x mostra i processi senza terminale di controllo S aggiunge il tempo di cpu dei figli e i page fault w output largo: non tronca le righe di comando per farle stare una per riga. Per essere precisi, ogni w aggiunto metterà a disposizione un’altra riga di output per ogni processo. Se lo spazio non è necessario non sarà usato. Si può arrivare fino a 100w
    • pstree pstree[Invio] Visualizza i processi organizzando l'output in albero
    • Invio di segnali ai processi SIGHUP Il collegamento con il terminale è stato interrotto. SIGINT Interruzione attraverso un comando dalla tastiera. SIGQUIT Conclusione attraverso un comando dalla tastiera. SIGILL Istruzione non valida. SIGABRT Interruzioni di sistema. SIGFPE Eccezione in virgola mobile. SIGKILL Conclusione immediata. SIGSEGV Riferimento non valido a un segmento di memoria. SIGPIPE Condotto interrotto. SIGALRM Timer. SIGTERM Conclusione. SIGUSR1 Primo segnale definibile dall'utente. SIGUSR2 Secondo segnale definibile dall'utente. SIGCHLD Eliminazione di un processo figlio. SIGCONT Riprende l'esecuzione se in precedenza è stato fermato. SIGTSTOP Ferma immediatamente il processo. SIGTSTP Stop attraverso un comando della tastiera. SIGTTIN Processo sullo sfondo che richiede dell'input. SIGTTOU Processo sullo sfondo che deve emettere dell'output.
    • Segnali attraverso la tastiera Alcuni segnali possono essere inviati al programma con il quale si interagisce attraverso delle combinazioni di tasti . SIGINT [Ctrl c] Interruzione attraverso un comando dalla tastiera. SIGTSTP [Ctrl z] Stop attraverso un comando della tastiera. SIGTQUIT [Ctrl ] Conclusione attraverso un comando dalla tastiera. SIGCONT fg(comando di sistema) Riprende l'esecuzione se in precedenza è stato fermato.
    • Comando «kill» Sintassi kill [opzioni] [numero_pid...] Opzioni -s segnale Specifica il nome o il numero del segnale da inviare. -l Mostra l'elenco dei segnali disponibili con i numeri corrispondenti. E.s. kill -l[Invio] Mostra l'elenco dei segnali disponibili. kill -s SIGHUP 1203[Invio] Invia il segnale SIGHUP al processo corrispondente al numero 1203.
    • Comando «kill» E.s. kill -s 1 1203[Invio] Esattamente come nell'esempio precedente kill 1 1203[Invio] Esattamente come nell'esempio precedente kill -9 1203[Invio] Invia il segnale SIGKILL al processo corrispondente al numero 1203.
    • Elenco Comandi
        • top : Visualizza la situazione sull'utilizzo delle risorse
        • htop : Alternativa a top arricchita graficamente
        • pidof nomeprogramma : Ritorna il pid del programma nomeprogramma
        • killall -HUP nomeprogramma: Invia il segnale SIGHUP a tutti i processi avviati con il comando yes.
        • nice -n VAL nomeprogramma : (nice -n 3 yes)‏
        • Esegue il comando nomeprogrammma assegnandoli un valore di priorità nel sistema al valore VAL
        • renice -n VAL -p PID : (renice -n 5 -p 875)‏
        • Imposta il valore nice a VAL per i processi PID
    • Fuser fuser *[Invio] : Mostra i processi che accedono ai file della directory corrente. fuser -k /home/utente/* [Invio] : Elimina tutti i processi che utilizzano file nella directory /home/utente. fuser -v -m /dev/hda1[Invio]: Mostra i processi che utilizzano in qualche modo il contenuto dell'unità a dischetti /dev/fd0. L'uso dell'opzione -v fa sì che si ottengano informazioni dettagliate. fuser -k -m /dev/hda1[Invio] Elimina tutti i processi che utilizzano file nel'unità /dev/hda1.
    • Utilizzo di «nohup» $ nohup yes &[Invio] : Viene avviato sullo sfondo il programma yes e il suo output viene salvato nel file nohup.out $ nohup yes > /dev/null &[Invio] : Viene avviato sullo sfondo il programma yes e il suo output viene semplicemente ridiretto verso /dev/null N.B. Il comando indicato come argomento non viene messo automaticamente sullo sfondo, per ottenere questo occorre aggiungere il simbolo & (e-commerciale) alla fine della riga di comando. la priorità di esecuzione del programma viene modificata, aumentando il valore nice di cinque unità.
    • Utilizzo di «crontab» (UTENTE)‏ Il programma crontab permette di creare o modificare il file crontab di un utente determinato. Sintassi: crontab [opzioni] Opzioni: crontab [-u utente] file Sostituisce il file crontab con il file indicato come argomento. crontab -l [utente ] Visualizza il file crontab dell'utente. crontab -e [utente] Crea o modifica il file crontab dell'utente. crontab -r [utente] Cancella il file crontab dell'utente.
    • Utilizzo di «crontab» (UTENTE)‏ +——————————— minuto (0-59)‏ | +————————- ora (1-31)‏ | | +—————– giorno del mese (1-31)‏ | | | +——— mese (1-12)‏ | | | | +- giorno della settimana (0-6, sun=0)‏ | | | | | * * * * * “comando” 5 0 * * * “comando” Esegue 5 minuti dopo la mezzanotte di ogni giorno. */5 * 15 * * “comando” Esegue ogni cinque minuti del giorno 15 */5 * * * * “comando” Esegue ogni cinque minuti di ogni giorno
    • Anacron anacron -u nomefile Modifica il timestamps del jobs senza eseguirlo anacron -f nomefile Forza l'avvio del jobs ignorando il timestamps anacron -n nomefile Esegue il job ignorando il valore di delay
    • at,batch, atq e atrm at permette di pianificare, in un certo orario, l'esecuzione di un comando batch [opzioni] [orario] permette di pianificare, in un certo orario, l'esecuzione di un comando non appena il livello di carico del sistema diventa ragionevolmente basso da permetterlo cioè quando il carico medio va sotto il limite di 0.8 . In pratica, si può anche indicare un momento particolare (un orario), ma l'esecuzione può avvenire solo quando il sistema si trova ad avere un'attività ridotta. atq [opzioni] emette l'elenco dei job in coda. atrm job... elimina dalla coda i job specificati nella riga di comando.
    • TCP/IP e il modello ISO-OSI
    • TCP/IP e il modello ISO-OSI
    • TCP Three-way handshake
    • Conversioni Address: 123.1.1.1 10010111.00000001.00000001. 00000001 Netmask: 255.255.255.0 11111111.11111111.11111111. 00000000 Conversione da Decimale a binario scrivere il numero 123 su un foglio e tracciare accanto ad esso una linea verticale verso il basso che ci aiuterà nel calcolo. dividiamo il numero 123 per 2 (ottenendo 61) e scriviamo il resto (1) alla destra della riga). Il 61 ottenuto lo scriveremo invece sotto al numero precedente (123) e ripeteremo l'operazione fino a che il numero alla sinistra della riga non diventi 1. A questo punto basta leggere la serie di 1 e 0 ottenuta aggiungendo gli zero fino ad ottenere un ottetto di bit.
    • TCP Three-way handshake
    • Link Web   Tcp-ip http://www.tcpipguide.com/ http://it.wikipedia.org/wiki/Suite_di_protocolli_Internet Netmask http://it.wikipedia.org/wiki/Subnet_mask ssh http://www.dia.unisa.it/~ads/corso-security/www/CORSO-0001/SSH/index.htm Dns http://web.mclink.it/MG2508/netbsd/chap-dns.html http://www.kernel-panic.it/it/openbsd/dns/dns2.html