0
La biblioteca apprende 2009 “Arraffasapienza", incapacità o cambiamenti di modelli? L’attuale sfida per le bibliotech...
Quale ruolo per la biblioteca pubblica nella società delle informazioni contestualizzate, tacite e condivise? ICT : Inform...
Biblioteche universitarie o CRAI  (Centri di risorse per l’apprendimento e la ricerca)? ECTS:  European Credit Transfer an...
Biblioteca come CRAI <ul><li>centro di apprendimento informale </li></ul>l’utente potrà sviluppare una capacità di indagin...
Biblioteca come CRAI <ul><li>si sviluppano innovative potenzialità   </li></ul><ul><li>(concetto di   scaffolding ) </li><...
Programmi di  information literacy <ul><li>All’Università di Pisa si organizzano  </li></ul><ul><li>“ Corsi sull’informazi...
Corso sull’informazione bibliografica in presenza   <ul><li>programmazione semestrale </li></ul><ul><li>percorsi flessibil...
Biblioteca come “ third places ” <ul><li>numerosi attori coinvolti: </li></ul><ul><li>coordinatore didattico, docenti, lau...
In biblioteca si scrive individualmente o in gruppo e si producono: <ul><li>analisi e recensioni di siti web </li></ul><ul...
In biblioteca si scrive, in un clima di apprendimento “attivo e situato” con numerosi approfondimenti  <ul><li>Per le tema...
Per approfondire gli aspetti etici e giuridici del diritto d’autore <ul><li>discussioni, ricerche e partecipazione a conve...
Corso di formazione per il personale delle biblioteche Come scrivere e comunicare efficacemente in biblioteca: 9.30/13-14....
Per formare un numero maggiore di utenti dell’Ateneo pisano <ul><li>Partecipazione al Master universitario in e-learning d...
Le strade dell’informazione bibliografica : percorso in e-learning suddiviso in 4 moduli <ul><li>Le strade  dell’informazi...
Le strade dell’informazione bibliografica… <ul><li>nei moduli 3 e 4 passiamo dal piano della  bibliographic instruction  a...
Modulo 3: dalle informazioni bibliografiche alla stesura della tesi di laurea <ul><li>Consigli pratici per laureandi   </l...
Modulo 4: oltre l’informazione bibliografica  Esercitazione n. 4 - Come redigere un curriculum europeo   con indicazioni p...
Work in progress:  ulteriori moduli  orientati ad altre istituzioni pubbliche e private <ul><li>attualmente il corso viene...
Work in progress:  ulteriori moduli   orientati ad altre istituzioni pubbliche e private <ul><li>temi da sviluppare dei mo...
In sintesi <ul><li>Biblioteche universitarie come CRAI </li></ul>creano utenti consapevoli e autonomi nella  gestione dell...
Per concludere… <ul><li>Nei corsi in  e-learning  dedicati alla scrittura   scientifica si creano innovative figure profes...
<ul><li>Dr.ssa Patrizia Lùperi </li></ul><ul><li>Sistema bibliotecario di ateneo  </li></ul><ul><li>Università di Pisa  </...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

La biblioteca app2009ppt

337

Published on

La biblioteca diventa anche il luogo dove scrivere la tesi o l'elaborato tiennale

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
337
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "La biblioteca app2009ppt"

  1. 1. La biblioteca apprende 2009 “Arraffasapienza&quot;, incapacità o cambiamenti di modelli? L’attuale sfida per le biblioteche e i loro partner sta nel processo dell' elaborazione/scrittura dei testi a livello scientifico 6-9 settembre 2009, COIRA (Svizzera) Scrivere la tesi in biblioteca: percorsi di scrittura in presenza e a distanza Dott. Patrizia Lùperi, 8.IX. 2009 Sistema Bibliotecario Ateneo Università di Pisa
  2. 2. Quale ruolo per la biblioteca pubblica nella società delle informazioni contestualizzate, tacite e condivise? ICT : Information and communication technologies
  3. 3. Biblioteche universitarie o CRAI (Centri di risorse per l’apprendimento e la ricerca)? ECTS: European Credit Transfer and Accumulation System
  4. 4. Biblioteca come CRAI <ul><li>centro di apprendimento informale </li></ul>l’utente potrà sviluppare una capacità di indagine critica delle variegate informazioni presenti in rete autonomia di giudizio passando attraverso momenti di socializzazione e di discussione sull’uso delle risorse digitali di qualità
  5. 5. Biblioteca come CRAI <ul><li>si sviluppano innovative potenzialità </li></ul><ul><li>(concetto di scaffolding ) </li></ul><ul><li>identità personale si costruisce attraverso la partecipazione che favorisce lo sviluppo di skills cognitivi e sociali </li></ul><ul><li>biblioteca come comunità di pratica e/o di apprendimento dove anche tutte informazione sono elaborate collettivamente </li></ul><ul><li>in biblioteca si seguono corsi di information literacy dove si sviluppano competenze utili in un contesto di lifelong learning </li></ul>
  6. 6. Programmi di information literacy <ul><li>All’Università di Pisa si organizzano </li></ul><ul><li>“ Corsi sull’informazione bibliografica” che permettono di acquisire fino a 3 CFU nelle biblioteche dell’Ateneo </li></ul><ul><li>http://www.biblm1.unipi.it/servizi.php?id=Corso%20sull%20informazione%20bibliografica </li></ul>
  7. 7. Corso sull’informazione bibliografica in presenza <ul><li>programmazione semestrale </li></ul><ul><li>percorsi flessibili e personalizzati </li></ul><ul><li>illustrazione delle diverse strategie di navigazione in Internet </li></ul><ul><li>esercitazioni pratiche di valutazione delle varie fonti (e possibile classificazione) </li></ul><ul><li>manipolazione critica dei dati ed elaborazione di testi scritti originali ed autentici per relazioni, elaborati di primo livello, articoli scientifici… </li></ul>
  8. 8. Biblioteca come “ third places ” <ul><li>numerosi attori coinvolti: </li></ul><ul><li>coordinatore didattico, docenti, laureandi dottorandi e laureati </li></ul><ul><li>staff della biblioteca con funzione di organizzatori, facilitatori o tutor … </li></ul><ul><li>utenti con competenze e bisogni diversi </li></ul><ul><li>tirocinanti curricolari e post-laurea </li></ul><ul><li>tutti presenti nello spazio sociale della biblioteca ... </li></ul>
  9. 9. In biblioteca si scrive individualmente o in gruppo e si producono: <ul><li>analisi e recensioni di siti web </li></ul><ul><li>elaborati dei risultati delle ricerche </li></ul><ul><li>esercizi di scrittura e riscrittura, avvalendosi anche </li></ul><ul><li>di manuale pratici ( P. Italia, Scrivere all’università , Le Monnier, 2006 ) </li></ul><ul><li>articoli scientifici con scelta di key-word e tag </li></ul><ul><li>interventi nei forum e nei blog </li></ul><ul><li>testi in wiki collaborativi </li></ul><ul><li>tesi di laurea di vari livelli </li></ul>
  10. 10. In biblioteca si scrive, in un clima di apprendimento “attivo e situato” con numerosi approfondimenti <ul><li>Per le tematiche relative al diritto d’autore e copyright: </li></ul><ul><li>seminari con esperti sui vari tipi di licenze, es. c reative commons ( M.C. Pievatolo, filosofa del diritto della Facoltà di Scienze politiche ed esperta CRUI) </li></ul><ul><li>incontri tra laureandi, neo-laureati e ricercatori in un clima di condivisione tacita e implicita delle informazioni, tipico delle comunità di pratica, dove i partecipanti vengono coinvolti nelle situazioni formative e agiscono in prima persona </li></ul>
  11. 11. Per approfondire gli aspetti etici e giuridici del diritto d’autore <ul><li>discussioni, ricerche e partecipazione a convegni sulle tematiche legate ai repository d’ateneo e al movimento open access e open archives (es. Convegno Humanae Litterae & New Technologies , Milano, maggio 2009) </li></ul>strategie didattiche centrate sugli utenti che vengono lasciati liberi di personalizzare il proprio percorso, partecipando emotivamente e fattivamente, in collaborazione tra loro e di fatto contrastando ogni forma di plagio e di appropriazione di ricerche altrui
  12. 12. Corso di formazione per il personale delle biblioteche Come scrivere e comunicare efficacemente in biblioteca: 9.30/13-14.30/18.00 <ul><li>Linee guida del corso: </li></ul><ul><li>Conosciamo il nostro pubblico, reale e remoto </li></ul><ul><li>Ideiamo e organizziamo un testo </li></ul><ul><li>Sintetizziamo le informazioni da comunicare, scrivendo frasi brevi e chiare </li></ul><ul><li>Scriviamo in positivo, usando parole comuni </li></ul><ul><li>Curiamo la forma grafica anche dei cartelli e degli avvisi </li></ul><ul><li>Usiamo termini tecnici consapevolmente, spiegandoli se necessario </li></ul><ul><li>Comunichiamo con il corpo: la prossemica </li></ul><ul><li>Dalla lettera tradizionale alla posta elettronica e vari modelli di e-mail (formale, informale…) </li></ul><ul><li>Parliamo come loro: analisi del linguaggio giovanile </li></ul><ul><li>Luoghi e spazi del web 2.0: quali forme di scrittura? </li></ul>
  13. 13. Per formare un numero maggiore di utenti dell’Ateneo pisano <ul><li>Partecipazione al Master universitario in e-learning dell’Università degli studi della Tuscia, con indirizzo verso la formazione informale </li></ul><ul><li>http://webdev2.caspur.it/lms/course/view.php?id=2 </li></ul><ul><li>con progettazione pratica di un corso di formazione on line per la diffusione delle varie metodologie di ricerca in rete, con il titolo: </li></ul><ul><li>Le strade dell’informazione bibliografica </li></ul>test d’ingresso moduli flessibili personalizzati pdf ppt studio di casi link, lo, vrd… chatt forum wiki approfondimenti di vario tipo
  14. 14. Le strade dell’informazione bibliografica : percorso in e-learning suddiviso in 4 moduli <ul><li>Le strade dell’informazione </li></ul><ul><li>bibliografica </li></ul><ul><li>http://lnx.blocconotes.it/moodle2/course/view.php?id=8 </li></ul>Nei primi due moduli ci si propone di fornire all’utenza le competenze di base per svolgere qualsiasi tipo di ricerca bibliografica, sia in ambito cartaceo che digitale
  15. 15. Le strade dell’informazione bibliografica… <ul><li>nei moduli 3 e 4 passiamo dal piano della bibliographic instruction a quello dell’ information literacy , con l’intento di rinforzare alcune abilità, che vanno oltre l’ambito biblioteconomico e che si rivelano indispensabili in un contesto di cittadinanza attiva di ciascun individuo </li></ul>
  16. 16. Modulo 3: dalle informazioni bibliografiche alla stesura della tesi di laurea <ul><li>Consigli pratici per laureandi </li></ul><ul><li>Organizzazione dei materiali per la tesi documento PDF </li></ul><ul><li>Guida alle norme per le citazioni bibliografiche documento PDF </li></ul><ul><li>Stai preparando l'elaborato o la tesi: hai bisogno di un aiuto? file </li></ul><ul><li>Le tesi in formato digitale file </li></ul><ul><li>forum - dalle informazioni bibliografiche alla tesi di laurea </li></ul>
  17. 17. Modulo 4: oltre l’informazione bibliografica Esercitazione n. 4 - Come redigere un curriculum europeo con indicazioni pratiche tratte dal curriculum redatto da una neolaureata
  18. 18. Work in progress: ulteriori moduli orientati ad altre istituzioni pubbliche e private <ul><li>attualmente il corso viene utilizzato in modalità blended , in futuro si organizzeranno classi virtuali </li></ul><ul><li>verrà reso disponibile un ambiente wiki interamente dedicato alla scrittura scientifica dove commentare, discutere, sperimentare, valutare, correggere gli esercizi di scrittura proposti agli studenti </li></ul>
  19. 19. Work in progress: ulteriori moduli orientati ad altre istituzioni pubbliche e private <ul><li>temi da sviluppare dei moduli 5 e 6: </li></ul><ul><li>tecnologie digitali </li></ul><ul><li>proprietà intellettuale </li></ul><ul><li>accesso alla conoscenza scientifica </li></ul><ul><li>modelli e licenze open access </li></ul><ul><li>e-book e supporti di lettura </li></ul>
  20. 20. In sintesi <ul><li>Biblioteche universitarie come CRAI </li></ul>creano utenti consapevoli e autonomi nella gestione delle informazioni sono istituti di apprendimento non formale svolgono compiti di responsabilità, di tutela etica e giuridica, di validazione delle risorse possono sviluppare un numero sempre maggiore di programmi di formazione a distanza
  21. 21. Per concludere… <ul><li>Nei corsi in e-learning dedicati alla scrittura scientifica si creano innovative figure professionali che supportano lo staff della biblioteca: </li></ul><ul><li>l’ e-learning writer e il copyrwriter , professionisti che si occuperanno non solo di scrittura ma anche di didattica, di meccanismi cognitivi, di produzione di learning objects … </li></ul><ul><li>… di tutela del copyright e dei diritti d’autore, contrastando ogni forma di plagio e di “arraffasapienza”, rafforzando il ruolo di tutela delle informazioni di qualità della teaching library </li></ul>
  22. 22. <ul><li>Dr.ssa Patrizia Lùperi </li></ul><ul><li>Sistema bibliotecario di ateneo </li></ul><ul><li>Università di Pisa </li></ul><ul><li>Un particolare ringraziamento all’Associazione Italiana Biblioteche, sezione Trentino-Alto Adige </li></ul><ul><li>che ha sostenuto la mia partecipazione a questo convegno </li></ul>
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×