Come un uomo sulla terra

301 views

Published on

Published in: Spiritual
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
301
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Come un uomo sulla terra

  1. 1. Come un uomo sulla terra Personaggi Storia
  2. 2. Dati ONU: - Aspettativa di vita: 46 anni uomini 49 ani le donne.
  3. 3. Il 50% della popolazione è costituita da donne, 45,7% da bambini e adolescenti. Su una popolazione di 70 milioni. Queste due categorie soffrono di emigrazione sociale e politica, denutrizione, cattive condizioni sanitarie e mancanza di istruzione e opportunità economiche.
  4. 4. Sotto i 5 anni 166 bambini su 1000 muoiono Il 10% dei bambini non supera l'anno di vita. Solo il 22% ha accesso all'acqua potabile. Il governo etiope finanzia solo il 18% dei vaccini più comuni. Nel paese non ci sono centri oncologici. Le malattie più diffuse sono: malaria, tubercolosi, filariasi e gastroenteriti infantili Il destino per tutti è quello di ammalarsi o morire di fame.
  5. 5. <ul><li>Dal 1998 ad oggi esiste un conflitto tra esercito eritreo ed esercito etiope. La guerra ha causato 70mila vittime. </li></ul><ul><li>Il conflitto nasce principalmente da ragioni di prestigio e di rivalità che risalgono alla lotta condotta da Etiopi ed Eritrei contro il regime comunista. </li></ul><ul><li>Il governo etiope riceve armi soprattutto dagli Stati Uniti, ma anche da Gran Bretagna, Israele, Russia e Bulgaria. </li></ul><ul><li>Il governo eritreo riceve armi da Russia, Ucraina, Repubblica Ceca, Bulgaria e Cina, ma anche da Gran Bretagna e Stati Uniti (in proporzione di 1/10 rispetto alle forniture a vantaggio dell'Etiopia). </li></ul>
  6. 6. La guerra vera e propria si è conclusa con la firma della tregua del 2000, e una Commissione Indipendente è stata incaricata di tracciare il confine tra i due paesi. L'assegnazione della zona contesa all'Eritrea ha però suscitato le proteste del governo etiope, che si è rimangiato l'impegno preso inizialmente dai due paesi di accettare le conclusioni della Commissione. A pagare il prezzo più alto di questo stallo che dura ormai da cinque anni è la popolazione civile, costretta a vivere in una situazione precaria anche dal punto di vista economico, ulteriormente peggiorata dallo stato di guerra.
  7. 7. <ul><li>Siamo un gruppo di amici abitiamo Addis Abeba nel quartiere di Kirkos , il più povero della città. In Etiopia non c'è libertà. Le votazioni amministrative e politiche sono manipolate dal governo. C'è molta corruzione anche all'interno della polizia e della giustizia. La ferrovia non funziona più. La prostituzione è diffusa. La propaganda governativa dice che in Libia c'è lavoro e si guadagna bene. Noi siamo: </li></ul>Dagmawi Mimi Tsegaye Tighist Negga Tsegaye grande Senait
  8. 8. <ul><li>Sei diplomato alla scuola inglese di Addis Abeba, hai frequentato i primi anni nella Facoltà di Giurisprudenza, ma poi hai scoperto che il sistema giudiziario è corrotto, cosa fai? </li></ul>Diventi anche tu un avvocato corrotto Cerchi un altro paese dove poter lavorare onestamente
  9. 9. <ul><li>Prendi il pullman per Maremma. Per riuscire ad arrivare in Libia devi pagare 250 dollari. </li></ul>Non paghi Paghi
  10. 10. Ritenta Game over!
  11. 11. <ul><li>Hai intrapreso il percorso SBAGLIATO, gioca con un altro personaggio. </li></ul><ul><li>Personaggi </li></ul>
  12. 12. <ul><li>Hai intrapreso il percorso GIUSTO, </li></ul><ul><li>gioca con un altro personaggio. </li></ul><ul><li>Personaggi </li></ul>
  13. 13. Decidi di scappare, vuoi attraversare su un Land Cruiser insieme ad altre 15 persone, il deserto tra Sudan e Libia? Si No
  14. 14. E’ un viaggio terribile, siamo stretti, fa caldissimo, non possiamo né mangiare né bere; se stai male, l’autista non si ferma e alcuni vomitano in una bottiglia tagliata a metà, i Ciadiani ci minacciano con i pugnali e ci fanno togliere i crocifissi dal collo e li buttano via. Personaggi
  15. 15. Per inseguire una prospettiva di futuro, finisci nella trappola dei mercanti di braccia. Sei arrivata a Sebha (Libia ) tutti gli uomini vengono picchiati sotto la pianta dei piedi; noi donne non venivamo picchiate, ma urliamo perché gli uomini non siano picchiati. Non puoi stare zitto quando vedi i tuoi fratelli picchiati sotto ai piedi e senza più denti. La croce che abbiamo al collo ci viene strappata e ci chiamano giudei , e ci sbattono la testa contro il muro. Noi cerchiamo di resistere e non vogliamo farci strappare la croce perché crediamo nella nostra religione. Alcuni uomini e donne hanno gambe e braccia legate assieme. Personaggi
  16. 16. Prima avevi una vita serena, poi le condizioni del tuo paese peggiorano cosa fai? Scegli di partire Rimani lì
  17. 17. Lasci il paese e ti nascondi in un pick-up. L'autista aveva una pistola e una sciabola che menava alla cieca. Ti picchiavano e le donne venivano stuprate. Venivamo minacciati con la pistola. I poliziotti fermano i pick-up , ogni tre che partono uno viene arrestato. Invece di arrivare a Triboli torni indietro a Kufra. Nella prigione la vita è difficile, le donne vengono isolate e poi stuprate. Sui muri ci sono tante scritte. Il carcere è sempre affollato. Il governo Italiano non è a conoscenza di queste situazioni. Personaggi
  18. 18. La tua famiglia si è divisa a causa della guerra tra Etiopia ed Eritrea. Tuo padre è stato espulso in Eritrea. Tu e i tuoi fratelli sieti rimasti con tua madre che successivamente è morta. Personaggi
  19. 19. Vuoi guadagnare bene e trovare un lavoro, Cosa fai? Fuggi in cerca di un posto migliore Rimani nel tuo paese dove c’è la guerra e non c’è lavoro
  20. 20. Vai in Libia finisci in prigione e vieni picchiato ogni giorno. Riesci a fuggire e arrivi in Italia. Personaggi
  21. 21. THE END

×