Reinventare la stampa quotidiana - Report Qualitativo 2012
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Reinventare la stampa quotidiana - Report Qualitativo 2012

on

  • 1,524 views

Reinventare la stampa quotidiana - Rapporto Qualitativo 2012

Reinventare la stampa quotidiana - Rapporto Qualitativo 2012

Processing Luigi Ricci fonte Studio Barometro
Per informazioni: info@barometro.com - Telefono 06-3735.0466

Statistics

Views

Total Views
1,524
Views on SlideShare
1,518
Embed Views
6

Actions

Likes
1
Downloads
8
Comments
0

1 Embed 6

http://tweet.angelocentini.com 6

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Reinventare la stampa quotidiana - Report Qualitativo 2012 Reinventare la stampa quotidiana - Report Qualitativo 2012 Presentation Transcript

  • REINVENTARE LA STAMPA QUOTIDIANA Con un test qualitativo presso un panel di opinion leader(maggio 2012)
  • Reinventare la stampa quotidiana Le vendite dei quotidiani hanno subito una flessione di circa il 5%, che si va ad aggiungere ai cali vistosi nell’ultimo decennio. La crisi economica del paese acuitasi tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012 ha concorso a tagliare la voce di spesa delle famiglie relativa ai consumi editoriali e ad accentuare le criticità di tiratura dei giornali. In questi mesi hanno chiuso i battenti testate come il Riformista e Liberazione, e rischiano lo stesso destino giornali quali il Foglio, il Manifesto e l’Opinione, senza contare la stampa di partito e le tante testate che sono da mesi sono in di crisi. Il comparto della free press, che si avvale delle sole risorse pubblicitarie è in caduta, chiuse le testate City ed Epolis, ridotte le edizioni di Dnews, Leggo e Metro, ma non c’è la certezza che arrivino a fine 2012 per via della difficile congiuntura del mercato della pubblicità, unica voce di ricavi.(maggio 2012) 2
  • Reinventare la stampa quotidiana C’è però da segnalare che a gennaio Libero è arrivato a 103 mila copie, il Fatto Quotidiano a 70 mila e alla rimonta del Sole 24 Ore e Italia Oggi. I quotidiani di carta hanno ancora un potenziale inespresso notevole; non necessariamente “pescano” lettori da altre testate. La tanto propagandata multicanalità finora non ha portato i risultati sperati. Le vendite dei giornali nel canale GDO, cioè, nelle catene distributive che hanno il reparto giornali, permangono tuttora modeste, perché chi acquista i giornali predilige l’edicola. La bassa propensione all’acquisto dei quotidiani colpisce più i giovani degli adulti, ed è maggiore nelle regioni del Mezzogiorno rispetto a quelle del Nord.(maggio 2012) 3
  • Reinventare la stampa quotidiana Gli italiani continuano ad informarsi soprattutto tramite la TV, oltre ai telegiornali delle reti televisive principali; sono in crescita offerta ed ascolti dei canali televisivi all-news tra i quali spiccano Rainews24, TgCom24 e SkyTG24. Il trend negativo delle copie vendute e degli introiti pubblicitari dei quotidiani si sta verificando nella maggior parte dei paesi più sviluppati e negli Usa in maniera drammatica dopo la crisi del 2008. Il web è la prima causa nel numero di quotidiani invenduti, anche perché i lettori online continuano a salire e sono arrivati al 25% della popolazione italiana; l’ultima rilevazione Audipress ha valutato un incremento di circa un milione di lettori di quotidiani in un anno (Non c’è crisi di lettori, ma di ricavi).(maggio 2012) 4
  • Reinventare la stampa quotidiana Gran Bretagna e Italia accusano Google di una massiccia evasione fiscale, perché il colosso americano fattura la pubblicità dall’Irlanda, paese dove le imposte sono le più basse in assoluto d’Europa. Google stabilisce la quotazione del costo contatto e la quota delle revenue sharing, senza sostenere i costi di produzione dei contenuti editoriali e delle royalty per lo sfruttamento dei contenuti stessi. La pubblicità internet è si in crescita, ma è polverizzata tra milioni di canali online, siti e blog. Paradossalmente, il mercato pubblicitario digitale è dominato da pochi player, con in testa Google.(maggio 2012) 5
  • Reinventare la stampa quotidiana Le stesse accuse fatte alle testate giornalistiche televisive di essere paludate e faziose, le si possono riscontrare anche sui quotidiani; sempre più spesso agli editori viene addebitato di servirsi dei giornali per muovere il loro core business, che non è mai quello editoriale. La piena convergenza per molte testate quotidiane è difficile da realizzare dal momento che le versioni web, sempre aggiornate 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno, ricevono in eredità un modello giornalistico in crisi d’identità, con un corpo redazionale invecchiato, con molti generali e poca truppa. C’è da aggiungere che nel mercato digitale i quotidiani devono competere con testate native digitali, che si avvolgono di una consolidata cultura internettiana, dai costi contenuti sia di personale sia di struttura (Affari Italiani, L’Inkiesta, Il Post e Lettera43).(maggio 2012) 6
  • Reinventare la stampa quotidiana Un aspetto da non sottovalutare è quello relativo alle modalità di fruizione online delle notizie. Il lettore del giornale internet s’informa ed approfondisce una news da un esteso numero di testate, arrivando in molti casi alla sorgente originaria della notizia. Questo fruire di rassegne stampa orizzontali, comporta per ciascuna testata una minor attrattività.(maggio 2012) 7
  • Reinventare la stampa quotidiana Il report riporta una selezione di opinioni raccolte da un Twitter test condotto in aprile. Tweet: “Cosa suggerisci per stimolare la vendita dei quotidiani?(maggio 2012) 8
  • Suggerimenti per stimolare la vendita dei quotidiani? 1 3 “… Un formato più 2 “… si sta passando piccolo (pocket “…il nemico da un medium ad for female bags, dellindustria dei un altro e la always refilled!), giornali sono i cattivi appendici a se transizione è editori e i cattivi stanti irreversibile. Non ci giornalisti .” (giornalista) sulleducazione sono più in giro né sessuale e amanuensi né stradale …” pergamene …” (Laureata) (Insegnante precaria)(maggio 2012) 9
  • Suggerimenti per stimolare la vendita dei quotidiani? 6 5 “… 2 motivi alla 4 “… la carta è base direi. morta o cmq “… i quotidiani Congiunturale e manca poco. La non devono più specifico …” gente quel poco (Esperto marketing) andare in che legge lo fa edicola, tra 5 online quasi anni esisteranno sempre gratis …” solo come app e (economista) versione web, la carta sia il vinile. …” (Giornalista)(maggio 2012) 10
  • Suggerimenti per stimolare la vendita dei quotidiani? 7 “… curare la parte digitale 9 nei contenuti “… Offrire notizie, affinché 8 servizi e analisi anteprime critiche che online stimolino “… eliminare gadget motivino lacquisto lacquisto del ed orpelli, di giornali con cartaceo per migliorare la unanima …” approfondire.” materialità sia della (ex direttore quotidiano) (esperto social media) carta che della grafica, focus su + analisi e narrazione” (Operatore finanziario)(maggio 2012) 11
  • Suggerimenti per stimolare la vendita dei quotidiani? 10 11 “… fare meglio web e mobile fa “fare dei giornali i vendere di + collettori seri di 12 anche in notizie sul territorio “… gli edicolanti edicola…” e non del regno dei (Imprenditore) hanno compreso politici. Utopia.” (Professore universitario di che coi giornali non economia) campano più. Anche gli editori. Più servizi su web ” (Direttore comunicazione)(maggio 2012) 12
  • Suggerimenti per stimolare la vendita dei quotidiani? 14 13 “… se proprio 15 “ Distribuzione amanti della carta, “… ridurre in alcuni + capillare e.g. allora puntare su periodi dell’anno il caffè/bar e giornali locali: unici prezzo di vendita in spingere vendita che mi pare edicola, come quotidiani reggano …” (Laureato in economia) fanno alcuni digitali.” settimanali” (Dirigente casa (Ingegnere civile) editrice)(maggio 2012) 13
  • Suggerimenti per stimolare la vendita dei quotidiani? 16 17 “… Che senso ha “ Comprendere cosa acquistare un cercano i lettori che quotidiano, se i 18 comprano il giornale, giornalisti di insomma, più “ ..dare maggiore queste testate marketing” (Psicologa) spazio al offrono gratuitamente giornalismo su Twitter investigativo, alle opinioni e link ai schede di loro articoli?” approfondimento e (Studente statistiche..” universitario) (Pensionato)(maggio 2012) 14
  • Suggerimenti per stimolare la vendita dei quotidiani? 19 20 21 “regalare 6/12 "I direttori di giornale “ .. Creare un mesi di devono interpretare i aggregatore di abbonamento gusti dei lettori più notizie legale, per cartaceo o App. che “gli affari” dei vendere articoli ad un giornale loro editori; anche se singoli di tutte le al compimento i quotidiani fanno testate con del 18 ° capo a poteri micropagamenti..” compleanno,” economici con (dipendente pubblico) (Studentessa in scienze interessi in altri della comunicazione) settori". (Avvocato)(maggio 2012) 15
  • Reinventare la stampa quotidiana Conclusioni(maggio 2012) 16
  • Conclusioni 1) - Reinventare la stampa quotidiana I giornali di carta sono più noiosi rispetto alle versioni online, dall’esperienza degli articoli ed argomenti più condivisi e con i maggiori like della versione web, si può rendere più invoglianti le edizioni cartacee. Ridurre il formato della versione cartacea, per permettere una migliore usabilità, un formato che consenta la lettura anche nei mezzi pubblici, senza invadere lo spazio dei passeggeri accanto. Il destino dei giornali, almeno di quelli nazionali che si possono permettere una sezione “televisiva” come Il Corriere della Sera, La Repubblica La Stampa e il Sole 24, saranno sempre più multimediali e sempre meno cartacei e testuali.(maggio 2012) 17
  • Conclusioni 2) - Reinventare la stampa quotidiana Gli editori avanzino con coraggio e rapidità verso un modello di business pay for click, piuttosto che illudersi di compensare i cali dei ricavi dalla versione classica mediante gli introiti da pubblicità online; il Consorzio Edicola Italiana, piattaforma condivisa tra i principali editori di giornali, è un primo passo. In Italia ci sono 5,5 milioni di stranieri tra regolari ed irregolari, le comunità più numerose sono quella rumena con quasi un milione di persone, gli albanesi e marocchini che sono circa 400 mila. Finora la stampa ha fatto poco per intercettare questo target di lettori. Creare un contributo ambientale per coloro che si abbonano all’App del giornale, la copia online rispetto alla cartacea fa risparmiare energia ed emissioni Co2.(maggio 2012) 18
  • Conclusioni 3) - Reinventare la stampa quotidiana La crisi della stampa quotidiana è una minaccia per la libertà di stampa e per il funzionamento di qualsiasi democrazia. Se i ricavi da pubblicità non garantiscono più la sopravvivenza di una testata, lo Stato farsi carico il più possibile di difendere questi principi di libertà, anche garantendo un contributo alle testate per sopravvivere e migrare al digitale; anche sovvenzionando corsi di aggiornamento professionale al personale giornalistico. In alcuni paesi si pensa di trasformare i giornali in aziende no profit per garantire vantaggi fiscali; si potrebbe permettere la detraibilità dell’abbonamento al giornale. Permane elevata la domanda di mercato per un giornalismo di qualità: più analisi, reporting investigativi, meno giornalisti al desk.(maggio 2012) 19
  • Conclusioni 4) - Reinventare la stampa quotidiana Studi autorevoli affermano che il file sharing ha ucciso l’industria discografica, La lobby di Hollywood ha reagito fermando Megavideo/Megaupload, e la stampa? Negoziare con gli aggregatori di notizie, in primis, Google una quota più consistente dei ricavi da pubblicità online. Recuperare ricavi dagli articoli selezionati delle testate che finiscono nelle tante rassegne stampa realizzate per conto di enti pubblici ed aziende private che stanno registrando un boom di audience online sia dalle intranet aziendali che aperte anche all’esterno. Ipotizzare un’alleanza per la nascita di un aggregatore di articoli delle testate con fruizione pay, in modalità read on demand (Video on demand).(maggio 2012) 20
  • RE-INVENTARE LA STAMPA QUOTIDIANA www.barometro.com(maggio 2012)