Presentazione tesi laurea magistrale

11,858 views

Published on

Presentazione utilizzata durante la discussione della tesi di laurea magistrale in Ingegneria Informatica conseguita presso il Politecnico di Torino.

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
11,858
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
15
Actions
Shares
0
Downloads
167
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide








































































  • Presentazione tesi laurea magistrale

    1. 1. POLITECNICO DI TORINO III Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Interfaccia utente basata su eye-tracking per sistemi di controllo ambientale Relatori: Candidato: Prof. Fulvio Corno Luigi De Russis Dott. Emiliano Castellina
    2. 2. Contesto Un utente (disabile) vuole interagire in maniera autonoma con la sua casa.
    3. 3. Contesto Un utente (disabile) vuole interagire in maniera autonoma con la sua casa.
    4. 4. Contesto Un utente (disabile) vuole interagire in maniera autonoma con la sua casa. Per farlo ha bisogno: • domotica
    5. 5. Contesto Un utente (disabile) vuole interagire in maniera autonoma con la sua casa. Per farlo ha bisogno: • domotica • eye-tracking
    6. 6. Contesto Un utente (disabile) vuole interagire in maniera autonoma con la sua casa. Per farlo ha bisogno: • tocco di Mida • domotica • precisione • eye-tracking
    7. 7. Obiettivo generale • Problema: non esistono interfacce utente adatte all’utilizzo con eye-tracker per sistemi domotici (COGAIN, deliverable 2.5) • Soluzione: studio, progettazione e realizzazione di un’interfaccia utente basata su dispositivi di eye- tracking per funzionalità di controllo domotico • Tale interfaccia prende il nome di DOGeye
    8. 8. Obiettivi di DOGeye • Rispetto delle linee guida COGAIN • Interazione con DOG • Utilizzo con mouse, tastiera ed eye-tracker (ETU- Driver) • Utilizzo di tecnologie allo stato dell’arte per la realizzazione dell’interfaccia (WPF)
    9. 9. Caratteristiche • Assoluta indipendenza dal tipo di ambiente domotico • Navigazione per stanze e per funzionalità • Modalità di selezione: • singola • multipla (per stanze e dispositivi) • per tipo di dispositivi • Comando dei dispositivi e visualizzazione dello stato
    10. 10. Interfaccia utente
    11. 11. Interfaccia utente Area dei tab: vista funzionale della casa
    12. 12. Interfaccia utente Area di selezione: vista strutturale della casa
    13. 13. Interfaccia utente Area di comando
    14. 14. Interfaccia utente Area di notifica e di allarme
    15. 15. Architettura generale
    16. 16. Demo
    17. 17. Conclusioni L’interfaccia utente realizzata: • rispetta tutte le linee guida COGAIN obbligatorie e quasi tutte quelle consigliate • è utilizzabile con un eye-tracker • interagisce senza problemi con DOG • necessita di una valutazione qualitativa tramite test di usabilità
    18. 18. Possibili sviluppi • Porting per il web (Silverlight o WPF) • Localizzazione in più lingue • Possibilità per l’utente di personalizzare l’aspetto dell’interfaccia • Supporto a dispositivi domotici più complessi
    19. 19. Appendici
    20. 20. Windows Presentation Foundation
    21. 21. Windows Presentation Foundation <Button Content="Hello World" Height="50" Width="100" Click="Button_Click"/>
    22. 22. Windows Presentation Foundation <Button Content="Hello World" Height="50" Width="100" Click="Button_Click"/> private void Button_Click(object sender, RoutedEventArgs e) { MessageBox.Show("Hello World!"); }
    23. 23. Linee guida COGAIN 1.1 Fornire un sistema di notifiche per gli allarmi veloce, facile da 1 capire e multimodale 1.2 Fornire all’utente solo poche e chiare opzioni per gestire eventi 2 di allarme 1.3 Fornire un’azione di default per affrontare un evento di allarme 1 1.4 Fornire una richiesta di conferma per le operazioni critiche e 1 possibilmente dannose 1.5 Fornire una funzionalità di STOP che interrompa ogni operazione 1 2.1 Fornire una connessione con il COGAIN ETU-Driver 1 2.2 Supportare differenti metodi di input 2 2.3 Fornire un layout riconfigurabile, appropriato per diverse 2 performance dell’eye-tracking e per diverse esigenze degli utenti
    24. 24. Linee guida COGAIN (II) 2.4 Supportare più metodi di input allo stesso momento 2 2.5 Gestire la perdita del controllo dell’input fornendo azioni di 2 default automatiche 3.1 Rispondere agli eventi e ai comandi dell’ambiente domotico nel 1 giusto tempo 3.2 Gestire eventi con diversa priorità temporale 1 3.3 Eseguire comandi con diversa priorità 1 3.4 Fornire un feedback quando vengono eseguite operazioni e 2 comandi automatici 3.5 Gestire (creare, modificare, cancellare) scenari 2 3.6 Conoscere lo stato corrente di ogni dispositivo 2
    25. 25. Linee guida COGAIN (III) 4.1 Fornire una chiara visualizzazione di ciò che accade nella casa 1 4.2 Fornire un’interfaccia elegante e chiara 2 4.3 Fornire una visualizzazione dello stato e della posizione dei 2 dispositivi nella casa 4.4 Usare icone, colori e testo per evidenziare un cambiamento di 2 stato 4.5 Fornire un metodo di selezione facile da imparare 2

    ×