La nuova edizione della norma iso 14001
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

La nuova edizione della norma iso 14001

on

  • 3,609 views

 

Statistics

Views

Total Views
3,609
Views on SlideShare
3,609
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
66
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

La nuova edizione della norma iso 14001 La nuova edizione della norma iso 14001 Presentation Transcript

  • UNI EN ISO 14001:2004 Cosa cambia nei sistemi di gestione ambientale Ing. Stefano Sibilio Ing. Gaetano Caropreso 1
  • Ente Nazionale Italiano di UnificazioneFondazione: 1921Riconosciuto: unico Ente Normatore Membro italiano al CEN FINALITA’ elaborare, pubblicare e diffondere NORME TECNICHE 2
  • Norma Tecnica “Documento prodotto medianteCONSENSO e APPROVATO DA UNORGANISMO RICONOSCIUTO, che fornisce, per usi comuni e ripetuti, regole, linee guida o caratteristiche,relative a determinate attività o ai loro risultati, al fine di ottenere il miglior ordine in un determinato contesto.” UNI CEI EN 45020:1998 3
  • AMBIENTE: LE PARTI INTERESSATE Ministeri e Mondo imprenditoriale Pubblica AmministrazionePresidente, Vice Presidente e coordinatori GL Liberi professionisti Altri Organi Tecnici UNI Accreditamento e Società civile e 4 Associazioni consumatori Certificazione
  • COMMISSIONE AMBIENTEGL 1 Sistemi Gestione AmbientaleGL 10 Gestione Ambientale Prodotto 5
  • Struttura ISO/TC 207 6
  • Norme della Serie ISO 14000 Sistemi di Audit Indicatori Comunicazione Gas serraGestione Amb. e prestazioni ISO 14001 ISO 19011 Futura Futura ISO 14031 e ISO 14004 ISO 14063 ISO 14064 LCA Etichettatura Eco-Designserie ISO 14040 serie ISO 14020 ISO/TR 14062 ISO 14050 7
  • Principali Norme di Gestione Ambientale•ISO 14001 – Requisiti e Guida per l’uso (1996 -2004)•ISO 14004 - Linea Guida generali su principi,sistemi e tecniche di supporto (1996 - 2005)•ISO 14031 – Valutazione della prestazioneambientale(1999 - 2000)•ISO 14050 – Vocabolario (2002) 8
  • Principali Norme di Gestione Ambientale: La ISO 14001 Miglioramento Continuo Politica Ambientale Riesame della direzione Pianificazione Verifica Attuazione e Funzionamento 9
  • Principali Norme di Gestione Ambientale: La ISO 14001Si basa sulla metodologia PDCA Plan-Do-Check-Act:Plan: stabilire gli obiettivi e i processi necessari per fornirePlanrisultati conformi alla poliotca ambientaledell’organizzazione;Do: attuare i processi;DoCheck: sorvegliare e misurare i processi rispetto allaCheckpolitica ambientale, ad obiettivi e traguardi, alleprescrizioni legali e alle altre prescrizioni, e riportarne irisultati;Act: intraprendere azioni per migliorare in continuo laActprestazione del sistema di gestione ambientale. 10
  • Linee guida sui SGAUNI ISO 14004:2005 11
  • Indicatoridi prestazione ambientale UNI EN ISO 14031 12
  • VOCABOLARIO della Gestione Ambientale Chiarisce il significato dei termini utilizzati nelle norme ISO 14000UNI ISO 14050 (2002) 13
  • UNI EN ISO 19011 (2003)•Linea Guida sulle attività di audit,gestione e conduzione dell’audit di unsistema qualità e un sistema ambiente.•Competenza degli auditor(miglioramento continuo). 14
  • REVISIONE ISO 14001 I commenti pervenuti•Nuovi REQUISITI del SGA•Allineamento con le ISO 9000•Chiarimenti e miglioramential TESTO 15
  • UNI EN ISO 14001:2004 Il campo di applicazionePUNTI della norma modificati:4.1 Requisiti generali4.2 Politica ambientale Richiesto un nuovo documento di sistema: DESCRIZIONE DEL CAMPO DI APPLICAZIONE DEL SGA 16
  • 4.3.1 Aspetti ambientaliUNI EN ISO 14001:1996 UNI EN ISO 14001:2004 4.3.1 Aspetti ambientali 4.3.1 Aspetti AmbientaliL’organizzazione deve stabilire e L’organizzazione deve stabilire,mantenere attiva una procedura attuare e mantenere attive una oper individuare gli aspetti più procedure per a) identificareambientali delle proprie attività, gli aspetti ambientali delle proprieprodotti o servizi che può tenere attività prodotti e servizi che,sotto controllo e su cui ci si può all’interno del campo diattendere che abbia una applicazione definito per ilinfluenza, al fine di determinareinfluenza sistema di gestione ambientale, ambientalequelli che hanno o possono avere l’organizzazione può tenere sottoimpatti significativi sull’ambiente. controllo e quelli sui quali essa può esercitare un’influenza, un’influenza tenendo conto degli sviluppi o pianificati, o di attività, prodotti e servizi nuovi o modificati 17
  • UNI EN ISO 14001:2004 Gli aspetti ambientaliPUNTI della norma modificati:4.3.1 Aspetti ambientali Individuate più chiaramente le due diverse tipologie di aspetti: → TENERE SOTTO CONTROLLO → ESERCITARE UN’INFLUENZA 18
  • Aspetti Ambientali controllabiliQuesti aspetti sono associati ad attività,prodotti e servizi sotto il controllo gestionalediretto dellorganizzazione. •Politica degli acquisti; •Emissioni nelle acque e nell’atmosfera; •Rifiuti; •Uso delle risorse; •Energia; •Tematiche locali; •Uso del suolo e contaminazione; •Tematiche ricorrenti; •Trasporti. 19
  • Aspetti ambientali influenzabili•Questioni relative al prodotto;• Assortimento di prodotti;•Nuovi mercati per i prodotti esistenti;•Prodotti finanziari(investimenti, prestiti eservizi di assicurazione);•Trasporti e Ristorazione(Turismo);• Appaltatori(e subapp.), fornitori. 20
  • Come individuare gli Aspetti ambientali influenzabiliTali aspetti nascono sempre dall’interazionedi un’organizzazione con le parti seconde;Come procedere:• Esaminare le attività di appaltatori esubappaltatori;•Analizzare le informazioni su prodotti e serviziforniti;•Esaminare l’impiego e la destinazione deiprodotti, e lo smaltimento;• Esaminare i criteri per l’etichetta ecologica,•Verificare informazioni delle Camere dicommercio. 21
  • In Sintesi…Gli aspetti ambientali chesfuggono al diretto controlloimplicano quindi, perl’organizzazione, la necessità ela capacità d’incidere neiconfronti delle parti seconde. 22
  • UN ESEMPIOI ON UP BENI PRODOTTI TU SERVIZI SERVIZI PT U T 23
  • UNI EN ISO 14001:2004 Il personalePUNTI della norma modificati:4.2 Politica ambientale4.4.2 Competenza, formazione e consapevolezza I requisiti del SGA non si applicano solo al personale ma a: TUTTE LE PERSONE CHE LAVORANO PER LORGANIZZAZIONE O PER CONTO DI ESSA 24
  • 4.2 Politica ambientale UNI EN ISO UNI EN ISO 14001:1996 14001:2004e) Sia documentata, f) Sia comunicata aresa operante, tutte le persone chemantenuta attiva e lavorano perdiffusa a tutto il l’organizzazione o perpersonale; conto di essa; 25
  • 4.4.2 Competenza, Formazione e ConsapevolezzaL’ organizzazione deve assicurare che qualsiasipersona che esegua, per l’organizzazionestessa o per conto di essa, compito che possonocausare uno o più impatti ambientalisignificativi identificati dall’organizzazione,abbia acquisito la competenza necessariamediante appropriata istruzione, formazione oesperienza e deve conservarne le relativeregistrazioni. 26
  • 4.4.2 Competenza, Formazione e ConsapevolezzaL’ organizzazione deve identificare le necessitàformative in relazione ai propri aspettiambientali ed al proprio sistema di gestioneambientale. Essa deve provvedere allaformazione o intraprendere altre azioni persoddisfare tali necessità e deve conservarne lerelative registrazioni. 27
  • UNI EN ISO 14001:2004 Il rispetto delle leggi (1)PUNTO della norma modificato:4.3.2 Prescrizioni legali e altre prescrizioni Introdotto un nuovo capoverso: b) DETERMINARE COME TALI PRESCRIZIONI SI APPLICANO AI PROPRI ASPETTI AMBIENTALI 28
  • UNI EN ISO 14001:2004 Il rispetto delle leggi (2)PUNTO della norma modificato:4.3.3 Obiettivi,traguardi e programma/i Introdotto un concetto rafforzativo: b) COERENZA DI OBIETTIVI E TRAGUARDI ( ANCHE) CON IMPEGNO ALLA CONFORMITA’ LEGISLATIVA E AL MIGLIORAMENTO CONTINUO 29
  • UNI EN ISO 14001:2004 Il rispetto delle leggi (3)PUNTO della norma modificato:4.5.1 Sorveglianza e misurazione Introdotto un nuovo punto: 4.5.2 VALUTAZIONE DEL RISPETTO DELLE PRESCRIZIONI 30
  • UNI EN ISO 14001:2004I documenti, le procedure e le registrazioni PUNTI della norma modificati: 3 Termini e definizioni (nuove definizioni: 3.4, 3.19, 3.20) 4.4.4 Documentazione Testo più preciso, compatibile con ISO 9001, possibilità di procedure non documentate: CHIAREZZA SULLE PROCEDURE MA MENO PESO DOCUMENTALE 31
  • UNI EN ISO 14001:2004 Il riesame della DirezionePUNTI della norma modificati:4.6 Riesame della direzione Suddivisione tra input ed output del riesame: SPECIFICATI GLI ELEMENTI DA CONSIDERARE IN FASE DI RIESAME 32
  • Riesame della Direzione (1)L’alta direzione deve riesaminare il Sistema diGestione Ambientale dell’ organizzazione, adintervalli pianificati, per assicurare che essocontinui ad essere idoneo, adeguato ed efficace. Iriesami devono comprendere la valutazionedelle opportunità di miglioramento e la necessitàdi apportare modifiche al sistema di gestioneambientale, compresi politica, obiettivi etraguardi ambientali. Le registrazioni dei riesamidella direzione devono essere conservate. 33
  • Riesame della Direzione (2)Gli elementi in ingresso per i riesami della direzionedevono comprendere:a) I risultati degli audit interni e delle valutazioni sulrispetto delle prescrizioni legali e delle altreprescrizioni che l’organizzazione sottoscrive;b) le comunicazione provenienti dalle parti interessateesterne, compresi i reclami;c) la prestazione ambientale dell’organizzazioned) il grado di raggiungimento degli obiettivi e deitraguardi; 34
  • Riesame della Direzione (3)e) lo stato delle azioni correttive e preventive;ùf) Lo stato di avanzamento delle azioni previstedai precedenti riesami della direzione;g) Il cambiamneto di situazioni circostanti,comprese le evoluzioni delle prescrizioni legalie delle altre prescrizioni relative ai propriaspetti ambientali;h) Le raccomandazioni per il miglioramento. 35
  • Riesame della Direzione (4)Gli elementi in in uscita dal riesame delladirezione devono comprendere tutte ledecisioni e le azioni relative a possibilimodifiche della politica ambientale, agliobiettivi e ai traguardi e ad altri elementidel sistema di gestione ambientale,coerentemente con l’impegno almiglioramento continuo. 36
  • Riesame della Direzione: in sintesiL’alta direzione dell’organizzazione deve a intervalli da essadeterminati, riesaminare il sistema di gestione ambientale, perassicurare che continui ad essere adeguato ed efficace. Ilprocedimento di riesame della direzione deve assicurare chesiano raccolte le informazioni necessarie per permettere alladirezione stessa di condurre a termine questa valutazione.Questo riesame deve e essere documentato. Il riesame delladirezione deve affrontare l’eventuale necessità di cambiare lapolitica, gli obiettivi e gli altri elementi del sistema di gestioneambientale, alla luce dei risultati provenienti dagli audit delsistema stesso, da cambiamenti della situazione edall’impegno al miglioramento continuo. 37
  • 4.4.3 Comunicazione UNI EN ISO UNI EN ISO 14001:1996 14001:2004L’organizzazione deve L’organizzazione deveprendere in decidere se comunicare all’esterno riguardo ai propriconsiderazione aspetti ambientali significativiprocedimenti di e deve documentare la propriacomunicazione esterna decisione. Se l’riguardanti gli aspetti organizzazione decide diambientali significativi e comunicare all’esterno, essaregistrare ogni decisione deve stabilire ed attuare uno o più metodi diin merito comunicazione estrena 38
  • Stato dell’arte delleCertificazioni 14001 e Registrazioni EMAS 39
  • NUMERO CERTIFICAZIONI ISO 14001 dati SINCERT 2005 ITALIA EUROPA RESTO DEL MONDOItalia 5304Europa 29834Resto del Mondo 48721 40
  • Numero REGISTRAZIONINumero Registrazioni EMAS EMAS ITALIA 2005 dati APAT 2005 Numero REGISTRAZIONI EMAS EUROPA 2005 Italia 342 Europa 4195 41
  • Distribuzione Siti Registrati EMAS in Europa - dati APAT 2005 GERMANIA SPAGNA ITALIA AUSTRIA DANIMARCA BELGIO SVAZIA UK FINLANDIA ALTRI 42
  • Organizzazioni Registrate EMAS in Italia per principale settore economico INDUSTRIE ALIMENTARI TIPOGRAFIE COMBUSTIBILI NUCLEARI PRODOTTI FARMACEUTICI FABBRICAZIONE PRODOTTI NON METALLICI APPARECCHI IMPIANTI MECCANICI IMPRESE COSTRUZIONI, INSTALLATORI DI IMPIANTI TRASPORTI, MAGAZZINAGGI E COMUNICAIZONI 43
  • Siti INTERNET UNI: www.uni.com ed in particolare:www.uni.com/it/14001.pdf ISO: www.iso.ch ed in particolare: www.tc207.org 44
  • Ringrazia per l’attenzioneE-mail: gaetano.caropreso@tiscali .it stefano.sibilio@uni.com 45