CGIL  FISAC“ La storia del sindacato dei bancari e assicurativi della CGIL è una storiaimportante proprio per questo, perc...
anche il centro più importante dellattività finanziaria, bancaria ed assicurativa del Paese. E se Romaè stata ed è la sede...
Sala. Il testo si articola in due blocchi: il primo è dedicato alla cronologia degli eventi dalla Liberazioneall’Autunno C...
15 Maggio 2012                               LA FISAC: UNA STORIA DELLA CGIL                                      Società ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

FISAC: una storia della CGIL

593 views
498 views

Published on

“ La storia del sindacato dei bancari e assicurativi della CGIL è una storia
importante proprio per questo, perché rappresenta ed ha rappresentato l'incontro tra
due storie parimenti importanti: quella di un sindacato realmente impegnato nella
difesa delle condizioni normative e retributive della categoria, e quella di
un'appartenenza a ideali e valori di un sindacato confederale dei diritti e della
solidarietà.” (dalla prefazione di Guglielmo Epifani)


Visita la nostra pagina FB www.facebook.com/FisacCgilVarese e clicca MI PIACE.

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
593
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

FISAC: una storia della CGIL

  1. 1. CGIL FISAC“ La storia del sindacato dei bancari e assicurativi della CGIL è una storiaimportante proprio per questo, perché rappresenta ed ha rappresentato lincontro tradue storie parimenti importanti: quella di un sindacato realmente impegnato nelladifesa delle condizioni normative e retributive della categoria, e quella diunappartenenza a ideali e valori di un sindacato confederale dei diritti e dellasolidarietà.” (dalla prefazione di Guglielmo Epifani) LA FISAC : UNA STORIA DELLA CGIL. Dalla Liberazione ai nostri giorni 15 MAGGIO 2012 Una mostra e un libro. Un percorso nella memoria e nell’identità della FISAC milanese e lombarda attraverso le immagini di una mostra fotografica e la presentazione di un libro. Milano, Società Umanitaria – dalle 16.00 alle 20.00 Chiude l’iniziativa: alle 19.00 “TRA DUE MONDI” CONCERTO DI MICHELE DI TORO Intervengono gli autori e i curatori : Gianni Bombaci, Marco Cattaneo, Gabriele Poeta Paccati, Michele Sala. Intervengono inoltre i segretari nazionale, regionale e milanese della Fisac/Cgil: Agostino Megale ; Ezio Dardanelli ; Adriana CostaLibro e mostra discendono da un lavoro preparatorio iniziato nella primavera del 2011, quando è stataavviata una ricerca sulla storia e i valori della Fisac milanese e lombarda, inizialmente avviata come ricercadi tipo archivistico. Ad essa si sono dedicati: Michele Sala per la parte documentale e la ricostruzionecronologica; Gianni Bombaci, per la parte iconografica.Dalla prefazione di G. Epifani:E importante aver voluto ricostruire la storia del sindacato dei bancari e degli assicuratori diMilano e Lombardia aderente alla CGIL dai giorni della Liberazione fino ad oggi. Innanzituttoperché si tratta di una storia non secondaria e non minore rispetto alle vicende di sindacati dicategoria ritenuti più importanti e decisivi, quali i metalmeccanici o i chimici che, per peso edinfluenza, hanno segnato la storia sociale della città e della regione. Milano, insieme al suo ruoloindustriale come capitale dellindustria nazionale, ha sempre rappresentato per lo stesso motivo
  2. 2. anche il centro più importante dellattività finanziaria, bancaria ed assicurativa del Paese. E se Romaè stata ed è la sede della Banca d Italia, Milano è stata e ed è la sede della Borsa Valori. (…)Attraverso la storia di questa categoria si possono così leggere in filigrana tanti elementi dellanostra storia recente: lascesa e le difficoltà di tanta parte delle famiglie dellalta borghesia,landamento produttivo altalenante di settori ed aziende, la nascita e il declino delle imprese apartecipazione statale, gli intrecci non sempre trasparenti tra affari, giornali e finanza. Da unaltropunto di vista si dipana la storia di almeno tre generazioni di lavoratori, prevalentementeimpiegati,che hanno trovato in queste attività il proprio impegno, il proprio reddito, la propria dignitàsocialee professionale.La storia del sindacato dei bancari e assicurativi della CGIL è una storia importante proprio perquesto, perché rappresenta ed ha rappresentato lincontro tra due storie parimenti importanti: quelladi un sindacato realmente impegnato nella difesa delle condizioni normative e retributive dellacategoria, e quella di unappartenenza a ideali e valori di un sindacato confederale dei diritti e dellasolidarietà. Questo non solo ha impedito ogni degenerazione corporativa, ma ha messo il patrimoniodi lotte e competenze della categoria al servizio di obiettivi ed interessi più alti e più generali,consentendo anche quella sistematica e coraggiosa azione di denuncia civile di fronte alle ricorrentiazioni di compromissione tra poteri leciti ed illeciti. La stessa tragica giornata dellattentato a piazzaFontana, in fondo, a suo modo testimonia la centralità di questa esperienza.Leggendo la minuziosa ricostruzione di queste vicende ed anche la partecipazione niente affattoretorica di questo lavoro ad opera di Michele Sala, emerge la passione e la stoffa di tanti delegati edirigenti sindacali, dai più noti ed amati ai tanti che hanno costituito la trama quotidiana di questastoria. Ed è in fondo a loro che questo libro va dedicato, perché senza di loro oggi la CGIL sarebbediversa e non continuerebbe invece a rappresentare quella speranza e quel riferimento che proprio laprofonda crisi dei nostri giorni rende così preziosa ed importante per il presente e per il nostrofuturo.Guglielmo EpifaniLA MOSTRA: “LA FISAC: UNA STORIA DELLA CGIL”La prima parte della ricerca è sfociata, in seguito ad un’adeguata selezione e ricostruzione cronologica, inuna mostra fotografica a cura di Gianni Bombaci e Marco Cattaneo (quest’ultimo per la impostazionegrafica e l’allestimento).Il titolo della mostra è “LA FISAC: UNA STORIA DELLA CGIL”. L’allestimento, che avverrà presso i chiostridell’Umanitaria, si compone di circa 25 pannelli contenenti in media 4 fotografie e delle didascalie diaccompagnamento, organizzati in quattro sezioni tematiche: • La democrazia al lavoro: Congressi e Assemblee; • La partecipazione diretta: scioperi e manifestazioni; • La FISAC siamo noi: ritratti; • La FISAC parla: immagine e comunicazione.Ogni sezione è impostata secondo un ordine cronologico, con una periodizzazione che copre il secondodopoguerra fino ai giorni nostri.IL LIBRO: “LA FISAC milanese e lombarda: Memoria e valori – persone, politiche, fatti etestimonianze”, a cura di Michele SalaLa seconda parte della ricerca, cioè la ricostruzione storica, sfocerà nella pubblicazione di un volume daltitolo “LA FISAC: UNA STORIA DELLA CGIL – persone, politiche, fatti e testimonianze”, a cura di Michele
  3. 3. Sala. Il testo si articola in due blocchi: il primo è dedicato alla cronologia degli eventi dalla Liberazioneall’Autunno Caldo del ’69. vi si ritrovano ricostruzioni accurate di vertenze e lotte sindacali inserite nelcontesto storico culturale, che con vivacità di scrittura viene riportato all’attenzione del lettore. Il secondo,suddiviso in tre parti articolate su più capitoli, si occupa delle vicende di FISAC (allora divisa tra FIDAC,FILDA, USPIE) milanese e lombarda, dagli anni settanta fino ai giorni nostri, non più preoccupandosi dellasola scansione temporale ma dell’articolazione per temi e snodi più strettamente politici: la democrazia el’unità sindacale; la politica contrattuale nazionale e aziendale; le linee di politica sindacale scaturenti daicongressi.IL 15 MAGGIO AI CHIOSTRI DELL’UMANITARIA: GLI EVENTI.Lo spazio. Lo spazio individuato per lo svolgimento degli eventi è stato quasi naturalmente quellodell’Umanitaria. Diciamo “naturalmente” perché per chi conosce Milano, la collocazione particolarmentecentrale, la vicinanza alla Camera del Lavoro, ma soprattutto il significato storico e la dimensione civica,culturale e si potrebbe dire persino etica dell’Umanitaria, raccomandano l’utilizzo di quegli spazi permanifestazioni come quelle di cui stiamo parlando. Se si vuole valorizzarne la profondità, la densità socialee politica: il legame con la storia e le istituzioni di questa città ; l’essere (stati) dentro, parte dei processi cheanimano e hanno animato questa città.Un altro fattore appare poi importante: l’essere un luogo aperto al pubblico, anzi un luogo pubblico, dovepotrà capitare chiunque voglia appassionarsi o semplicemente incuriosirsi alla storia e alle vicende presentidei bancari della CGIL. Un luogo aperto dunque anche all’esterno- non è una vicenda che vogliamoraccontare solo al nostro interno, per noi che la conosciamo già !In allegato il programma della giornata.PER INFORMAZIONI E CONTATTI:Gabriele Poeta PaccatiSegreteria FISAC CGIL LombardiaCell. 338 714 3694Gabriele.poeta@cgil.lombardia.it
  4. 4. 15 Maggio 2012 LA FISAC: UNA STORIA DELLA CGIL Società Umanitaria, via San Barnaba 48, Milano16,00 Inaugurazione della mostra fotografica LA FISAC: UNA STORIA DELLA CGIL Intervengono Gianni Bombaci, Marco Cattaneo, Fulvia Colombini, Ezio Dardanelli.16,45 Presentazione del libro LA FISAC: UNA STORIA DELLA CGIL - persone, politiche, fatti e testimonianze, di Michele Sala Intervengono Ezio Dardanelli, Gabriele Poeta Paccati, Michele Sala. AGOSTINO MEGALE SegretarioGenerale FISAC/CGIL17,15 TESTIMONIANZE E RIFLESSIONI: il percorso della FISAC negli anni attraverso le sue/ i suoi dirigenti.Intervengono tra gli altri: Loretta Lenzi, Giovanni Minali, Guido Scalvinelli, Fortunato Zinni.18,15 UNA STORIA CHE CAMMINA - nuovi iscritti, nuovi dirigenti. ADRIANA COSTA Fisac/ Cgil Milano18,45 TRA DUE MONDI - concerto Michele Di Toro, pianoforte solo Con la collaborazione dell’Associazione Culturale Secondo Maggio19,45 Aperitivo e saluti

×