Uso dei social network blended elearning lb amt_110113

  • 387 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
387
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
4
Comments
2
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Uso dei social network per un’esperienza di blended e-learning: un caso di studio. SintesiAIB Toscana Formazione, Corso di aggiornamento per conto della Regione Toscana Lucia Bertini e Anna Maria Tammaro Pubblicato in: ebook elearning,epublishing e teatro d’impresa. Garamond, 2012 Contributo in occasione del Workshop del Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 2. Obiettivi del Corso “E-book in biblioteca”Evidenziati dal committente:• Regione Toscana – Bisogno formativo: • biblioteche pubbliche toscane – Progetto di un servizio e-book in biblioteca Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 3. Motivazione Regione Toscana– corso per i bibliotecari coinvolti nella realizzazione del progetto: • Finanziare • Organizzare • Realizzare • Promuovere – nuovo servizio di prestito di libri elettronici e prestito del supporto / e-reader. Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 4. FocusObiettivi formativi che si attendeva fossero raggiunti dai partecipantiMiglioramento dei servizi bibliotecari legati alle-book nelle biblioteche. Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 5. Obiettivi formativi del corso• Rispecchiavano – domanda di formazione e – aspettative di miglioramento dei servizi bibliotecari. Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 6. A chi era rivolto• 40 bibliotecari da tutta la Toscana x 33 ore di lezione in presenza. – lezioni frontali, con lavoro di gruppo – collaborazione a distanza tramite social network: • spazio virtuale comune per l’apprendimento sociale, e • spazio di apprendimento personalizzato dove scegliere le risorse per diversi stili di apprendimento. Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 7. Steps• Analisi: • dei bisogni formativi • dei prodotti esistenti • dei pacchetti utilizzati • dellidoneità dei social network per gli attori del corso. Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 8. Impatto dei social network• Aspetti organizzativi• Aspetti formativi – Avrebbero dovuto facilitare interazione e comunicazione • tra gli attori (docenti, studenti, tutor) e gli stakeholder del corso Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 9. Analisi• analisi dei bisogni sia formativi interni, decisi da organizzatori e docenti, che professionali-esterni;• analisi dei prodotti : tra gli open quello più adeguato;• analisi sperimentale: test durante il corso;• analisi dellidoneità del prodotto per gli attori del corso (studenti, docenti, tutor);• analisi comparata dei diversi pacchetti utilizzati;• analisi dei risultati nelle diverse fasi del corso;• analisi degli effetti, ossia dei risultati rivelati dalla valutazione;• analisi dei processi didattici per verificarne laderenza; Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 10. Analisi• analisi della causalità: dimostrare levidenza che i social network hanno contribuito allapprendimento;• analisi della significatività statistica: individuare gli indicatori quantitativi;• analisi della significatività didattica: evidenziare i vantaggi ed i miglioramenti per il sistema formativo;• analisi dei costi, quantificati nel nostro capitolo come tempi di preparazione del corso;• analisi delle piattaforme: comparazione delle prestazioni dei diversi social network che sono stati utilizzati. Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 11. Obiettivi formativi del corso• capire le caratteristiche delle-book ed anche le differenze con il libro cartaceo;• essere consapevole e saper gestire le diverse problematiche associate alla selezione, organizzazione, gestione, diffusione degli e-book, comprese quelle del copyright e dei business plan;• avere conoscenza degli standard di catalogazione e delle esigenze di interoperabilità per laccesso;• avere conoscenza delle diverse tipologie di e-book prodotti ed offerti commercialmente e le diverse caratteristiche dei dispositivi di lettura;• conoscere e saper usare tutte le tipologie di e-book disponibili in accesso aperto o gratuito;• sfruttare tutte le opportunità di servizio che gli e-book offrono alle biblioteche ed agli utenti. Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 12. Obiettivi specifici legati al miglioramento professionale dei bibliotecari• creare una comunità di apprendimento duratura nel tempo• stimolare lapplicazione nella pratica professionale di quanto appreso Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 13. Scelta e selezione dei social networkObiettivi:• mantenere la comunicazione coi partecipanti – stimolare la curiosità • ad approfondire il primo bisogno formativo con aggiornamento e condivisione in linea. Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 14. Analisi requisiti dei prodotti– Come alternativa ad una piattaforma per l’e- learning, si è cercato • “qualcosa” o “insieme di cose” che – non richiedesse » installazione, manutenzione e assistenza tecnica – consentisse » accesso anche a distanza, in qualsiasi momento e in modo interattivo al materiale didattico. • Che fosse gratuita Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 15. I social network selezionatiAvrebbero dovuto consentire: – mantenimento a distanza della comunità di apprendimento – produzione e condivisione di contenuti creati dagli utenti – Distribuzione e conservazione del materiale didattico Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 16. Materiale didattico• Condivisibile• Conservabile• Aggiornabile• Utilizzabile da casa• Riutilizzabile Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 17. Gli strumenti più utilizzati per la didattica e l’apprendimento• Facebook e Linkedin, Flickr e Picasa – per la condivisione di fotografie• Vimeo e YouTube – per la produzione e condivisione di video• Google Talk, Skype e Twitter – per la messaggistica e la comunicazione istantanea e• Wiki Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 18. Facebook– per creare la comunità, mantenere i contatti, condividere velocemente informazioni Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 19. Linkedin• Autopromozione dei bibliotecari – Profilo professionale – Requisiti e competenze professionali – Filo comunicativo con il mondo imprenditoriale Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 20. Flick e Picasa• Archiviare immagini digitali • in uno spazio virtuale • autorizzandone la visibilità e fruibilità da parte di altri soggetti • detenendone i diritti (creative commons).• In biblioteca e per la didattica possono essere utilizzati per • creare album di immagini descritte • collezioni digitali • condivisibili online, all’interno di un blog o di una piattaforma. Libraries and Librarians <http://flickr.com/groups/librariesandlibrarians> Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 21. Google Talk, Skype e Twitter• Twitter • utilizzato anche per brevi comunicazioni agli studenti. Vedi: sul blog di Christopher D. Sessums • <http://eduspaces.net/csessums/weblog/179742.html>• Twitter • utilizzato dalla comunità dei non vedenti <http://www.bbc.co.uk/blogs/access20/2007/06/access_ 20_interview_rob_wilks.shtml> Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 22. YouTube e Vimeo• Dove si possono depositare e condividere i propri video, protetti da copyright – video blogging per la didattica: • Guida alla biblioteca in generale • Guida a specifici servizi • Tutorial Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 23. Blog• Produzione di blog didattici – Vedi EduBlogs • http://edublogs.org/ dedicato allistruzione, non contiene pubblicità. Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 24. WIKI - scrittura collaborativa• Wikipedia – (http://en.wikipedia.org/wiki/Main_Page)• Wikisource – (http://wikisource.org/wiki/Main_Page), che raccoglie opere e documenti di dominio pubblico o rilasciati nei termini della licenza GNU Free Documentation License e• Citizendium Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 25. Lista di WIKI• Wiktionary (http://www.wiktionary.org/);• Wikibooks (http://www.wikibooks.org/);• Wikisource (http://wikisource.org/wiki/Main_Page);• Wikispecies• (http://species.wikimedia.org/wiki/Main_Page);• Wikiquote (http://www.wikiquote.org/);• Wikinotizie (http://www.wikinews.org/);• Wikiversity (http://www.wikiversity.org/). Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 26. TeacherLibrarianWiki per bibliotecari formatori – (http://teacherlibrarianwiki.pbwiki.com/) • dove i bibliotecari possono creare e condividere istruzioni, lezioni, compiti, dispense, rubriche, presentazioni, immagini e altro ancora. Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 27. Folksonomie e strumenti collaborativi• termini liberi introdotti dagli utenti – (parole chiave e tag)• strumenti collaborativi per – migliorare i servizi bibliotecari – facilitare le interazioni connesse allo studio e l’apprendimento (siti web collaborativi per creare collezioni di libri e musica, immagini, Video, audio e podcasting). Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 28. Creazione della comunità di apprendimento• I social network ne hanno facilitato la creazione • in presenza • a distanza • con studio indipendente e webinar (webinar = Web-based Seminar), • tutor via chat o email.• Hanno favorito – partecipazione attiva – collaborazione e lavoro di gruppo – anche dalle postazioni di lavoro e da casa, svincolando i partecipanti da barriere spazio-temporali. Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 29. Strumenti gratuiti della rete sociale utilizzati• Google • Blogger – Picasa per archiviare e condividere le foto – Documents (ora Drive) per la condivisione dei documenti, Calendar e Groups per mailing list,• Slideshare per la condivisione delle presentazioni• Delicious per la condivisione di Bookmarks• Facebook• Twitter per la messaggistica veloce,• You Tube• Wiki per la scrittura collaborativa• Skype per la messaggistica Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013
  • 30. Valutazione del corso• Somministrazione di un questionario di soddisfazione generale del corso – feedback da parte di tutti gli attori coinvolti: • docente • tutor • Sezione AIB Toscana • Regione Toscana Workshop Gruppo Web Semantico, Biblioteca delle Oblate, Firenze 11.01.2013