ILLDD - Arezzo2010

  • 1,784 views
Uploaded on

 

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
1,784
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
35
Comments
0
Likes
4

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide
  • Zeithami, Parasuraman e Berry, usando il questionario SERVQUAL e interviste di gruppo (Focus group) hanno dimostrato che l’utente basa la qualità dei servizi sulle sue aspettative Ziethami V., Parasuraman A., Berry L., Delivering quality service babalancing customer perceptions and expectations, New York, Free Press, 1990
  • Zeithami, Parasuraman e Berry, usando il questionario SERVQUAL e interviste di gruppo (Focus group) hanno dimostrato che l’utente basa la qualità dei servizi sulle sue aspettative Ziethami V., Parasuraman A., Berry L., Delivering quality service babalancing customer perceptions and expectations, New York, Free Press, 1990
  • Basandosi sul lavoro di Zeithaml et al.) sulla qualità dei servizi, Brophy e Coulling spiegano questo approccio applicato alle biblioteche con le seguenti dieci caratteristiche di qualità: Zeithmal V.A., Parasuraman A. e Berry L., Delivering quality service: balancing customer perceptions and expectations, Free Press, 1990 Brophy P. Coulling K. Quality management for information and library managers, Aldershot : Aslib Gower, 1996 Tangibili: il servizio bibliotecario è attraente? Usa attrezzature moderne? Affidabilità: ricevo la telefonata promessa? Risposta: se c'è un problema, viene risolto? Competenza: lo staff al pubblico dimostra di conoscere il lavoro? Cortesia: lo staff è cortese anche di fronte a domande difficili? Lo staff non si mostra indaffarato, anche se lo è? Credibilità: c'è una buona reputazione? Lo gente parla bene del servizio? Sicurezza: è sicuro usare il servizio? Accesso: se l'utente è in difficoltà posso ricorrere all'aiuto di staff esperto? Rispondono al telefono che squilla? Comunicazione: il servizio è spiegato chiaramente e le opzioni spiegate? E' evitato gergo? Ascoltano l'utente? Comprensione dell'utente: se sono un utente abituale, lo staff mi riconosce? Cercano di capire i miei bisogni individuali?
  • Le Guidelines for college libraries della Library Association precisano ancora di più la qualità dei servizi bibliotecari come segue: Library Association. Colleges of further and higher education group, Guidelines for college libraries: recommendations for performance and resourcing, 5. Ed., London : LA, 1995
  • Le Guidelines for college libraries della Library Association precisano ancora di più la qualità dei servizi bibliotecari come segue: Library Association. Colleges of further and higher education group, Guidelines for college libraries: recommendations for performance and resourcing, 5. Ed., London : LA, 1995
  • Crawford J. , McLelland D., The Stakeholder approach to the construction of performance measures , Glasgow: Caledonian University, 1996
  • Diverse sono le tecniche di distribuzione usate. La miglior percentuale di risposte si ha se il questionario viene distribuito dai bibliotecari in modo amichevole spiegando che serve per partecipare al progetto di migliorare i servizi. Nel caso di distribuzione postale la percentuale di risposte è bassa. Senza approccio personale, chiedendo solo all'utente di compilare il questionario, ha lo svantaggio che non risponderà la maggioranza silenziosa.
  • Diverse sono le tecniche di distribuzione usate. La miglior percentuale di risposte si ha se il questionario viene distribuito dai bibliotecari in modo amichevole spiegando che serve per partecipare al progetto di migliorare i servizi. Nel caso di distribuzione postale la percentuale di risposte è bassa. Senza approccio personale, chiedendo solo all'utente di compilare il questionario, ha lo svantaggio che non risponderà la maggioranza silenziosa.
  • Diverse sono le tecniche di distribuzione usate. La miglior percentuale di risposte si ha se il questionario viene distribuito dai bibliotecari in modo amichevole spiegando che serve per partecipare al progetto di migliorare i servizi. Nel caso di distribuzione postale la percentuale di risposte è bassa. Senza approccio personale, chiedendo solo all'utente di compilare il questionario, ha lo svantaggio che non risponderà la maggioranza silenziosa.
  • Diverse sono le tecniche di distribuzione usate. La miglior percentuale di risposte si ha se il questionario viene distribuito dai bibliotecari in modo amichevole spiegando che serve per partecipare al progetto di migliorare i servizi. Nel caso di distribuzione postale la percentuale di risposte è bassa. Senza approccio personale, chiedendo solo all'utente di compilare il questionario, ha lo svantaggio che non risponderà la maggioranza silenziosa.

Transcript

  • 1. Prestito interbibliotecario
      • Biblioteca Città di Arezzo-2010
      • 13-14 gennaio
      • 20-21 gennaio
    • Corso per gli operatori della Rete bibliotecaria aretina
  • 2. Cosa vi aspettate da questo corso?
    • … ???? …
  • 3. Obbiettivi
    • C apire cos’è e come funziona il Document Delivery (DD).
    • Conoscere i maggiori servizi esistenti a livello nazionale ed internazionale
    • Acquisire le competenze necessarie ad organizzare un servizio di Document Delivery in biblioteca.
  • 4. Parleremo di:
    • Definizione di Document Delivery
    • Storia
    • Organizzazione e procedure del servizio
    • Formazione a aggiornamento
    • Istruzioni agli utenti
    • Promozione del servizio
    • Monitoraggio e valutazione
    • DD e copyright
  • 5. E di ....
    • Gli standard
    • Servizi avanzati
      • Servizi nazionali
      • Servizi internazionali
      • Servizi commerciali
    • Metodi di ricerca
    • Conclusioni & esercitazioni
  • 6. Alcuni nomi del Document Delivery
    • Prestito interbibliotecario – Interlibrary Loan – ILL
    • Fornitura di documenti – Document Delivery – DD
    • ILL/DD
  • 7. Alcuni nomi del Document Delivery
    • Prêt entre bibliothèques (PEB ou parfois encore "prêt-inter")‏
    • Préstamo interbibliotecario
    • Electronic inter - library loans
    • Subito-Bestellung
    • subito- article -delivery
    • subito-book-delivery
    • Межбиблиотечный Кредит
  • 8. Definizione di Document Delivery
    • “ Il servizio consente lo scambio di documenti tra biblioteche, gratuitamente o a pagamento.
    • Lending/Fornitore: prestito di libri o parti di essi (Document Delivery) ad altre biblioteche richiedenti (in uscita);
    • Borrowing/Richiedente: richiesta di un documento ad un’altra biblioteca, per conto di un utente della propria comunità”
  • 9. La biblioteca ibrida *UTENTE***** UTENTE libri periodici periodici elettronici banche dati video CD-ROM e-book collezioni digitalizzate risorse di rete
  • 10. Funzione della biblioteca
    • Selezionare, acquisire, organizzare, conservare e preservare nel tempo il patrimonio librario
    • Assicurare l’accesso all’informazione
    • Fornire
      • Servizio alla comunità
      • Circolazione, prestito e fornitura del materiale all’interno e all’esterno della comunità
    • Obiettivo:
      • consentire l’accesso alla conoscenza globale, non solo a quella posseduta localmente
    • E altro ancora …
  • 11. ILL DD
    • Cos’è
    • Come funziona
    • Con quali strumenti
  • 12. ILL DD
    • Prestito interbibliotecario
    • Inter-Library Loan (ILL)‏
    • Processo di fornitura di copie di documenti tra biblioteche avente per scopo il soddisfacimento delle richieste degli utenti.
    • Valdo Pasqui < http://www.aib.it/ aib / commiss / cnsbnt /pasqui.htm#ILL >
  • 13. 2 ruoli
    • Biblioteca richiedente (borrowing)
    • Biblioteca fornitrice (lending)
  • 14. E’ il servizio mediante il quale:
    • si chiedono in prestito libri e
    • si chiedono copie di documenti …
    • … ad altre biblioteche
    • (biblioteca richiedente - borrowing )‏
  • 15. Ma anche :
    • si prestano i libri e
    • si forniscono copie di documenti …
    • … ad altre biblioteche
    • (biblioteca fornitrice - lending )‏
  • 16. Inoltre
    • E’ un’alternativa all’acquisto
  • 17. In quali altri casi si utilizza?
    • 1. Quando non sia stato possibile rintracciare il documento in sede
  • 18. oppure
    • 2. documento fuori commercio
  • 19. quando
    • 3. interessa solo parte di documento
  • 20. … .
    • 4. Libro molto costoso
  • 21. … .
    • 5. L’utente ha bisogno di scorrerlo velocemente per rintracciare alcune informazioni
  • 22.
    • 6. Si prevede che possa essere utilizzato non più di una volta …
  • 23. 2 approcci alla politica degli acquisti
    • Just in time
    • Just in case
  • 24. Quali sono i requisiti di base per il servizio?
      • staff
      • locali
      • corriere
      • finanziamenti
      • Network
  • 25. Perché prestare i propri libri ad altre biblioteche?
      • reciprocità
      • condivisione
  • 26. Strumenti di lavoro
      • materiale cartaceo
      • materiale elettronico
      • Hardware
      • Software
  • 27. Definizione di Document Delivery
    • Il servizio di prestito interbibliotecario in SBN - ILL SBN … servizio nazionale di prestito interbibliotecario e fornitura documenti accessibile a tutti su Internet e rivolto ai bibliotecari e agli utenti finali.
    • … tramite intermediazione di una biblioteca richiedente:
      • la fornitura di un documento in fotocopia o in formato elettronico anche direttamente all’utente finale,
      • richiesta di preventivi spesa
      • richiesta di informazioni sulla localizzazione di un documento non presente nel catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale.
      •   servizio integrato con SBN e ACNP accessibile dal portale Internet culturale . 
      • per tutte le biblioteche, anche non SBN , Vedi: Accordo per il prestito interbibliotecario e la fornitura documenti in ILL SBN .
    • < http://www.iccu.sbn.it/ genera.jsp ?s=37 >
  • 28.  
  • 29. Panorama generale
    • Breve storia dell’ILL
    • I servizi più avanzati
    • Il caso della letteratura medica (PubMed)‏
    • Tendenze
  • 30. Breve storia dell’ILL
    • Europa – Prima del XX sec
    • USA – Prima del XX sec
  • 31. Europa – Prima del XX sec
    • Informale, secondo la disponibilità e buona volontà del bibliotecario
    • Tentativo di formalizzazione del prestito nel XVII sec.*
    • Numerose richieste nel XIX sec.
      • 10.000s volumi all’anno, scambio tra grandi istituzioni
    • Approfondimenti :
    • *Gravit FW. Proposed interlibrary loan system in the seventeenth century. Lib Quarterly, 16:331-4, Oct 1946
  • 32. USA – Prima del XX sec
    • Si parla di prestito tra biblioteche intorno alla metà dell’800
      • Madison University Libraries Hamilton, NY
        • “ lent books to “gentlemen of reasonable character ”
      • Surgeon General’s office (index, loans)‏
        • “ It would expedite and increase the efficiency of inter-library loans if some common catalog of the books and serials thus available could be kept at a central point in the states…” G.F. Danforth, Librarian, Indiana University *
  • 33. Storia: XX sec
    • Servizi Postali: un invito ad usarli
      • “ Anything in the nature of a parcels post is fiercely opposed by the express companies and by other allies of the railroad interests, and to a large extent by local merchants, who have an undue fear of mail order houses. Librarians and other friends of a parcels post should be as active in favor of it as these opponents are against it , and whenever the subject is up in Congress the chairman of the Post Office Committee should hear from librarians all over the country.” *
    • Negli anni ’20
      • Pacchetti postali, raccomandati, prepegati
  • 34. TELEX!
    • 1950
    • Nelle biblioteche comincia ad essere utilizzato per l’ILL negli anni ’50 (USA)‏
    • Benefici: richieste multiple e contemporanee a varie biblioteche alla ricerca di quella che può fornire il documento
      • “ people in the sciences, technology and the social sciences hope to have material on ILL within three days . Those working in the Humanities are willing to wait up to a week.”
    • Ma non tutti utilizzano il TELEX
    • * Mack JD. Teletype Speeds Interlibrary Loans and References. Lib J 83(9):1325-9, May 1958
      • The “types of library materials involved in each [library] are significantly different.” James Mack, Librarian, Lehigh University *
  • 35. Miglioramenti continui
    • Infrastrutture, servizi, tecnologia in miglioramento continuo e costante
    • Sviluppo degli standard dei record bibliografici:
      • US Machine Readable Cataloging (MARC), alla fine degli anni ‘60) per lo scambio dei record catalografici
      • Standard ISO ILL
    • Informatizzazione dei cataloghi unici influiscono su domanda e richiesta
  • 36. MEDLARS
  • 37.  
  • 38. Fine XX sec
    • Crescita esponenziale delle richieste
    • Creazione di consorzi e convezioni tra biblioteche e tra sistemi bibliotecari
  • 39. Fine XX sec
    • Ariel, per la fornitura elettronica delle copie
    • Sistemi di pagamento per il borrowing (a chi presta)
    • Ariel+Prospero: numerose richieste soddisfatte giornalmente
  • 40. Fine XX sec
    • Ariel
      • software commerciale
      • trasmettere e ricevere un documento in formato immagine, acquisito tramite scanner, via FTP o e-mail;
    • Prospero
      • software open source sviluppato dalla Ohio State University,
      • convertire un file.tif in file.pdf cifrato, postarlo su un web server e generare l'e-mail di notifica;
    • Approfondimenti:
    • in Italia il distributore è Cenfor International < http://www.cenfor.it/ products /software/ ariel / ariel - index . htm > e maggiori informazioni si possono ricavare dall'home page di Ariel < http://www.infotrieve.com/ ariel / >.
    • < http:// bones . med . ohio -state. edu /prospero/ >. Informazioni su alcuni Internet Document Delivery System (IDD), pagina curata dal National Network of Libraries of Medicine: < http:// nnlm . gov / rsdd / docline / edd . html
  • 41. In ITALIA (da fonti AIB)‏
    • 1992
      • 16 ottobre: La Commissione Biblioteche pubbliche con il Sistema bibliotecario di Abano Terme e la Provincia di Padova organizza la giornata di studio &quot; Gestire la cooperazione bibliotecaria &quot;.
  • 42. Domande
  • 43. Organizzazione e pianificazione del servizio
    • Chi : individuare gruppo operativo
    • Dove : adibire locali
    • ricordarsi della 626 !!!
    • Come : strumenti
    • Quando : stabilire orario del servizio
  • 44. Documenti in entrata e in uscita
    • Borrowing
    • IN
    • OUT
    • Lending
    • IN
    • OUT
  • 45. Formati
    • Fisici
    • Libri
    • Letteratura grigia
    • Fotocopie
    • Fotografie
    • Microfilm
    • Elettronici
    • File
      • TXT
      • PDF
      • TIFF
      • JPG
      • … ..
  • 46. Le procedure
    • Registrare gli utenti
    • Cercare i documenti
    • Scegliere il fornitore
    • Archivi
    • Utenti interni
    • Utenti esterni (biblioteche)‏
    • OPAC, Metaopac,
    • In base ai risultati della ricerca (alla biblioteca che possiede doc)‏
    • Fornitori commerciali
      • richieste inoltrate
      • richieste ricevute
  • 47. Le procedure
      • Inoltro della richiesta alla biblioteca
      • Adempimenti contabili
    • fornitura elettronica: software adeguato
  • 48. Step
    • utente finale
    • individuazione della biblioteca
    • richiesta
    • invio del documento
    • prestito
    • restituzione
    • invio (ritorno)
    • chiede alla propria biblioteca ( A ) ILL/DD di un documento
    • che ha il documento ( B )
    • da parte della biblioteca  A alla biblioteca B , dopo eventuali verifiche del costo dell'operazione
    • da parte della biblioteca B alla biblioteca A
    • della biblioteca A all'utente
    • dell'utente alla biblioteca A
    • da A a B per fine prestito
  • 49. Processo che implica
    • Ricerca e localizzazione dei documenti
    • Verifica della disponibilità del materiale
    • Valutazione dei costi
    • Scambio di informazione per gestire l’intero processo (dalla richiesta alla restituzione del documento)
    • Gestione del prestito locale al richiedente
    • Gestione e verifica dei pagamenti
    • Procedure amministrative (biblioteca-biblioteca, biblioteca-utente)
    • Strumenti
    • Telefono
    • Posta
    • Fax
    • Posta elettronica
    • altro
  • 50.
      • Istruzioni:
          • depliant cartacei
          • online
      • Orientamento all’uso dei cataloghi
          • Corsi in presenza
          • Corsi online
      • assistenza alla ricerca
      • DD o acquisto?
      • alternative possibili
    Per gli utenti interni
  • 51.
      • Istruzioni online (pagina web)
      • Accordi
    Per gli utenti esterni (biblioteche)‏
  • 52. Inoltrare una richiesta Borrowing
    • A cura dell’utente:
      • compilare il modulo di richiesta specificando:
        • Monografie
          • Autore, titolo, editore, anno
        • Periodici
          • Titolo periodico, autore e titolo articolo, anno, vol. fasc. pp.
        • atti di convegni
          • Titolo, Luogo, anno
  • 53. A cura dell’operatore
      • controllare il modulo di richiesta
  • 54. Documenti
      • localizzato
      • non localizzato
  • 55. Controllo
    • della localizzazione da parte del bibliotecario
  • 56. Inoltrare la richiesta
      • posta elettronica
      • form on-line
      • fax
      • telefono
      • posta
  • 57. Arrivo del documento
    • Controllo
    • Scadenza
    • Avvisare l’utente
    • Consegna all’utente
    • Solleciti
      • il documento è quello richiesto?
      • annotare la scadenza del prestito
      • E-mail, telefono
  • 58. Rinnovi
      • quando la biblioteca prestante lo consente
      • entro i tempi indicati
  • 59. Solleciti
      • all’utente ritardatario
  • 60. Libri e fotocopie: confezione pacchi
      • indirizzo del mittente
      • indirizzo del destinatario
      • specificare che si tratta di prestito interbibliotecario
  • 61. Ricevere e soddisfare una richiesta di prestito Lending
      • Archivio delle richieste ricevute
  • 62. Step
    • si registrano:
        • dati della Biblioteca
        • data arrivo
    • si cerca il documento
    • si registrano:
        • prestito
        • scadenza
  • 63. Invio del documento
      • allegare una nota (segnalibro?) con scadenza del prestito e altre varie ed eventuali
      • confezionare il pacco
      • inviare con il mezzo opportuno
  • 64. Spedire
      • Accordi con l’ufficio posta
      • Corriere
      • Posta
  • 65. Riproduzioni
      • si fanno le fotocopie
      • si inviano
        • fax
        • posta
        • corriere
  • 66. e-DD
    • Ariel:
    • scandire il documento
    • inviare all’utente
  • 67. Spedizioni nazionali e internazionali
    • PRESTITO INTERNAZIONALE TRA BIBLIOTECHE (I.F.L.A.,1978)‏
    • INTERNATIONAL LOAN BETWEEN LIBRARIES (I.F.L.A., 1978)‏
    • PRET INTERNATIONAL ENTRE BIBLIOTHEQUES (F.I.A.B., 1978)‏
  • 68. Rientro dei documenti
    • accertarsi che siano in buone condizioni
    • registrare il rientro
    • rimettere a posto
  • 69. Richieste inevase
      • e’ necessario avvisare subito l’utente quando la richiesta non può essere soddisfatta
  • 70. Contabilità
      • pagamento delle tariffe e spese postali
      • pagamento anticipato
      • coupon internazionali e voucher IFLA*
      • francobolli
      • Contrassegno
    • *Most-non-US libraries accept International Federation of Library Associations and Institutions (IFLA) ILL vouchers (coupons) as payment.
    • You can buy the vouchers, which never expire, from the IFLA Office, but you must
    • pay for them in Euros and buy at least 12 vouchers for 100 Euros (about $123.00 US).
    • For many US libraries, paying in Euros is inconvenient, if not impossible, and it may
    • take 10 years to use 12 vouchers.
  • 71. Procedure per il rimborso delle spese
            • =
      • Borrowing (nostri utenti)‏
      • Lending ( richieste ricevute da altre biblioteche )‏
  • 72. Modulistica
      • modulo richiesta IFLA
      • modulo richiesta locale
      • segnalibro
    • About IFLA
    • http://www.ifla.org/III/index.htm
  • 73. Esempio 1
  • 74. Esempio 2
  • 75. Printable / downloadable IFLA international loan / photocopy form IFLA ILL/DD FORM http://www.ifla.org/VI/2/ILFORM.pdf
  • 76. Printable/downloadable IFLA international loan/photocopy form IFLA ILL/DD FORM http://www.ifla.org/VI/2/ILFORM.pdf
  • 77.
      • Individuazione del canale di ricerca
      • Consultazione cataloghi
      • Esame diverse possibilità di fornitura del documento
      • Individuazione forma fornitura
      • Compilazione modulistica richieste
      • Ricevimento libro presso biblioteca
      • Pagamento eventuali corrispettivi
      • Utente
  • 78. Operatore di biblioteca
    • Nome, cognome
    • Indirizzo
    • Qualifica
    • Organizzazione
    • Indirizzo
    • Città
    • Stato/Provincia
    • Paese
    • Codice Postale
    • e-mail
    Registra utenti
  • 79. Operatore di biblioteca
    • Cerca negli OPAC e tra i servizi commerciali
    • Sceglie il fornitore
    • Seleziona una risorsa elettronica
    • quando l’utente non ha localizzato il documento*
    • * vedi diapositive 194-196
  • 80. Operatore di biblioteca
    • Inoltra e gestisce le richieste
  • 81. Costi e prezzi
    • Modalita' di calcolo
    • Confronti
    • riscossione
    • Approfondimenti:
    • Valentina COMBA
    • Costi e prezzi del document delivery e del prestito interbibliotecario: modalita' di calcolo, confronti e riscossione
    • Udine, 13 novembre 1998
    • http://www.aib.it/ aib /sezioni/ fvg / udinet . html
  • 82. Formazione/aggiornamento dello Staff
    • E’ necessario
    • Programmare la formazione del personale addetto
  • 83. Formazione/aggiornamento dello Staff
    • Designare uno o più esperti
      • personale che acquisirà una conoscenza approfondita
  • 84. Formazione/aggiornamento dello Staff
    • Dopo la formazione iniziale
      • Aggiornamento
      • Prevedere figure di riferimento per diffusione di notizie su:
      • novità
      • modifiche
      • aggiornamenti
  • 85. Promozione del servizio
    • Programmare e pianificare la promozione
    • Assegnare la responsabilità a uno o più operatori di biblioteca.
    • Promozione adattata alle esigenze specifiche delle comunità
  • 86. Promozione
    • Campagne informative
    • Vademecum e guide a stampa o in formato elettronico
    • Mezzi di stampa ed elettronici
  • 87. Promozione
    • Nel materiale promozionale descrivere il servizio:
    • Accesso
    • Requisiti
    • Modalità
    • Contatti (help desk)
    • Costi
  • 88. Promozione
    • Se possibile promuovere il servizio
    • in occasione di
    • iniziative programmate dalla biblioteca (incontri, gruppi di lavoro, ecc.)‏
  • 89. Riflessione - Discussione
  • 90. Monitoraggio e valutazione Pianificare il monitoraggio e la valutazione del servizio
  • 91. Monitoraggio e valutazione
    • Pianificare
    • Agire
    • Monitorare
    • Rivedere
    • Valutare
    • Migliorare
  • 92. Misurazione e Valutazione
    • Perchè
    • Cosa
    • Come
  • 93. Obiettivi della valutazione
    • efficacia del servizio in base a:
    • copertura (richieste evase)‏
    • velocità
    • qualità
    • Valutare l’ organizzazione del servizio in termini quantitativi e qualitativi per un suo miglioramento.
  • 94. Livelli della valutazione
    • Autovalutazione
    • Impatto sull’utenza
    • Valutazione strategica
  • 95. Autovalutazione
    • Risponde a queste domande :
      • Quale è la situazione attuale?
      • Cosa si è realizzato?
      • Come si può migliorare?
  • 96. Valutazione strategica
    • Rapporto sintetico su cosa si è imparato dalla valutazione.
      • Obiettivo:
        • prendere decisioni
  • 97. Cosa
    • Indicatori di rendimento (Performance measures)‏
    • Qualità (Quality assessment)‏
    • Analisi dei costi (Public accountability)‏
    • Benchmarking*
    • *vedi glossario
  • 98. Gestione dei servizi
    • Gestione della qualità:
      • chiarezza di scopi
        • l'organizzazione deve essere molto chiara sugli obiettivi che vuole raggiungere
      • centrare i servizi sull'utenza
        • successi o insuccessi sono misurati sulla soddisfazione dell'utente
      • enfasi sul miglioramento continuo
        • di prodotti e servizi
        • insuccessi ed errori = opportunità per migliorare
  • 99. Obiettivi chiari
    • Tenere presente la missione istituzionale
    • Obiettivi
    • Carta dei servizi
    • Contratto di accordo sui servizi (service level agreement)‏
    • Programma di attività della Biblioteca
  • 100. Obiettivo qualità
    • Centralità utenza
    • Procedure semplificate
    • Coinvolgimento del personale
  • 101. Qualità
    • Insieme delle:
      • funzionalità e caratteristiche di un servizio che soddisfano bisogni espliciti ed impliciti.
  • 102. Qualità
    • coerenza con la finalità dell'istituzione
    • conformità ai bisogni dell'utenza.
  • 103. Attributi di qualità da verificare
        • Ambiente : il servizio bibliotecario è attraente?
          • Usa attrezzature moderne?
        • Risposta pronta : se c'è un problema,
        • viene risolto immediatamente?
        • Competenza : lo staff al pubblico
        • dimostra di conoscere il lavoro?
        • Cortesia : lo staff è cortese
        • anche di fronte a domande difficili?
        • Credibilità : la biblioteca ha una buona reputazione?
        • La gente parla bene del servizio?
  • 104. Attributi di qualità da verificare
        • Sicurezza : sono rispettate le norme?
        • Disponibilità : se l'utente è in difficoltà
        • può ricorrere all'aiuto di staff esperto?
        • Comunicazione : il servizio è spiegato chiaramente,
        • le opzioni disponibili sono spiegate?
        • Il gergo tecnico è utilizzato in modo appropriato?
        • Confort : l’utente è a proprio agio?
        • se ne cerca di capire i bisogni?
        • Affidabilità : disponibilità di quanto detto sopra
  • 105. Aspettative e percezione
    • differenza tra le aspettative dell'utente e la loro percezione del servizio
      • fattori chiave che influenzano le aspettative degli utenti: comunicazione personale, bisogni, esperienza del passato e comunicazione esterna.
  • 106. Altre formulazioni ….
        • Bibliotecari : cortesia, educazione dello staff verso gli utenti;
        • Amichevolezza: attenzione, aiuto ed amicizia dello staff verso gli utenti
        • Immagine : decoro ed immagine della biblioteca e dello staff;
        • Atmosfera: atteggiamento di benvenuto ed amichevole
        • Pulizia: depositi ed aree di lettura pulite
        • Confort: confortevolezza ed ambientazione in generale
        • Procedure : efficienza del servizio
        • Comunicazione: buona comunicazione dello staff, chiarezza della segnaletica e delle guide.
  • 107. Altre formulazioni …
        • Prodotti : credibilità della biblioteca come fonte di informazione aggiornata, conoscenza, risorse informative, assistenza; comprensione: conoscenza degli specifici bisogni dell'utente e dell'ambiente in cui opera
        • Promozione : disponibilità d'accesso ampio, i servizi devono essere visibili, ben segnalati, facili da usare
        • Luogo fisico: accesso, localizzazione ed orario di apertura commisurato ai bisogni dell'utente;
        • Sicurezza: benessere e sicurezza dell'utente;
        • Tangibili: confortevolezza dell'edificio, attrezzature, materiali, altre facilitazioni disponibili
  • 108. Indicatori di soddisfazione dell’utente
    • Soddisfazione dell’utente in genere (EAL, ISO, IFLA)‏
    • Soddisfazione dell'utente per la collezione (Follett)‏
    • Soddisfazione per spazi di studio (Follett, EAL)‏
    • Soddisfazione per i servizi di informazione (Follett, EAL, ISO)‏
    • Soddisfazione per i Corsi per l'apprendimento di abilità informative (Follett, EAL)‏
    • Soddisfazione per il prestito breve (Follett)‏
    • Soddisfazione per l’uso remoto dei servizi (IFLA)‏
  • 109. Valutazione degli Stakeholders*
    • P er la gestione della qualità gli stessi utenti devono essere coinvolti nel disegno e nell'organizzazione dei servizi.
    • In una biblioteca universitaria sono:
        • Studenti
        • Stagisti
        • Istituti correlati (IAI, LUISS, SIOI …)‏
        • laureandi e dottorandi
        • professori
        • staff
        • dirigenti
        • organi accademici
        • * Vedi glossario
        • E in quella pubblica?
  • 110. Indicatori di qualità
        • Cortesia dello staff
        • Disponibilità dell'assistenza dello staff quando serve
        • Esperienza dello staff nei servizi d'informazione
        • Servizi per gli handicappati
        • Manutenzione adeguata delle attrezzature
        • Sufficienza dei posti a sedere
        • Apertura della biblioteca rispetto ai bisogni degli utenti
        • Disponibilità di più copie dei documenti più richiesti
        • Velocità ed accuratezza nel rimettere a posto i volumi
        • Disponibilità del documento cercato sugli scaffali
        • Servizi di riproduzione
        • Percentuale di documenti elencati nel catalogo in linea
        • Disponibilità di cataloghi in più parti della biblioteca
        • Accesso ai cataloghi, a reti di CD-ROM e banche dati nella rete del campus
        • Soddisfazione dell'utente in genere
        • Gestione competente della biblioteca
        • Ammontare del budget della biblioteca
        • Ammontare del budget della biblioteca rispetto al budget dell'Università
        • Flessibilità del budget della biblioteca nel rispondere a nuove aree disciplinari
  • 111. Esercitazione
    • Provate a definire gli Stakeholders
    • della vostra comunità
    • Provate a fare un elenco di indicatori di qualità
  • 112. Modalità di rilevazione dei dati
    • I dati dell'utente possono essere raccolti :
      • direttamente attraverso monitoraggio dei sistemi automatizzati e
      • indirettamente attraverso l'osservazione;
    • altra informazione può essere raccolta tramite
      • questionari, interviste ed altri strumenti
        • uso, percezione dei servizi,
        • soddisfazione e priorità dell'utente.
  • 113. Intervista
    • Chiaro obiettivi da raggiungere
    • Strumenti:
    • - Interviste telefoniche
    • - E-mail
    • - Web
    • - Posta
  • 114. Questionario
    • Il mezzo più diffuso di rilevazione dei dati.
    • Le informazioni provengono direttamente dall'utente.
    • Fornisce informazioni su:
    • percezione dell'utente dei servizi,
    • indica problemi,
    • suggerisce soluzioni.
    • Si utilizza la scala Likert a cinque punti
  • 115. Questionario
    • Realizzazione di un questionario
    • Prima di realizzare un nuovo questionario, occorrerebbe informarsi sull’eventuale esistenza di
    • questionari messi a punto per scopi analoghi, da adeguare al proprio progetto.
    • Riflessioni preliminari
    • Prima di elaborare un questionario, cercate di rispondere alle seguenti domande:
    • che cosa voglio sapere concretamente?
    • da quale tipo di pareri/valutazioni posso ottenere delucidazioni in merito a un determinato
    • stato di cose?
    • in che misura desidero informazioni differenziate?
    • quanto devono essere vaste e complete le informazioni (numero delle domande)?
    • per quale scopo utilizzerò le risposte (valutazione e rappresentazione dei risultati)?
  • 116. Questionario
    • Domande
    • Tipi di domande
    • Le domande si possono distinguere in base al loro contenuto o alla loro forma . A livello contenutistico, esse possono riferirsi ad atteggiamenti, opinioni, convinzioni, orientamenti, conoscenze
    • e interventi degli interpellati. Per quanto riguarda la forma, sulla base delle possibilità di risposta,
    • le domande si suddividono in tre categorie:
    • domande chiuse
    • domande semi chiuse*
    • domande aperte
    • * domande semi chiuse, domande cioè che, oltre alle categorie prestabilite, offrono una possibilità di risposta aperta, caratterizzata da termini quali &quot;altro&quot; o &quot;diversi&quot;.
  • 117. Questionario
    • a) Adeguare il linguaggio alle abitudini linguistiche degli interpellati
    • b) Porre domande a cui gli interpellati possano rispondere
    • c) Formulare le domande in modo chiaro e specifico
    • d) Porre una domanda per volta
    • e) Evitare le domande suggestive e le insinuazioni
    • f) Evitare la doppia negazione
    • g) Le domande dovrebbero avere un chiaro riferimento temporale
    • h) Evitare le possibilità di risposta pluridimensionali
    • Ho trovato le informazioni riportate sull’opuscolo: nuove, interessanti, utili
    • Ho trovato le informazioni sull’opuscolo: molto interessanti, interessanti, poco interessanti, per nulla interessanti
    • i) Nel caso delle domande aperte, lasciare sufficiente spazio per rispondere
  • 118. La scala Likert
    • Scale verbali
      • caratterizzate dall’abbinamento di una chiara denominazione verbale a ogni punto della scala .
    • Scale numeriche
      • viene verbalizzato solo il punto terminale, mentre gli altri valori vengono rappresentanti da cifre o caselle vuote. Per le tre dimensioni &quot;frequenza&quot;, &quot;intensità&quot; e &quot;valutazione&quot; i seguenti concetti si sono rivelati semanticamente equivalenti in merito agli spazi
    • tra i valori:
  • 119. Valori scala
    • Frequenza
      • mai
      • raramente
      • occasionalmente
      • spesso
      • sempre
    • Intensità
      • per niente
      • poco
      • mediamente
      • abbastanza
      • molto
    • Valutazione delle affermazioni
      • in completo disaccordo
      • in disaccordo
      • incerto
      • d’accordo
      • Completamente d’accordo
  • 120. Scale di rating
    • Per il rilevamento di affermazioni in merito a atteggiamenti, opinion i, ecc. che contemplano i diversi gradi di una dimensione di valutazione.
      • scelta tra un’affermazione positiva e una negativa.
    • Scegliete una scala con 3 – massimo 7 livelli
      • scala ordinale, vedi livello sotto
    • nelle istruzioni fate presente che non è possibile apporre una crocetta tra le risposte predefinite
      • onde evitare un’estensione artificiale della scala
    • decidete se vi occorre veramente una parte centrale neutra o una possibilità di risposta complementare („0“, „+/-“, „non so“, „inadeguata“)‏
  • 121. Struttura di un questionario
    • Istruzioni
    • Successione delle domande
    • Blocchi di domande
      • struttura logica e facile da seguire
    • Lunghezza
      • non dovrebbero in alcun caso superare le 12 domande.
    • Ringraziamento
    • Presentazione del questionario
    • Layout
      • allettante, chiaro e facile da leggere
  • 122. Utilizzo
    • Informazioni ai partecipanti
    • Test preliminare
    • rilevamento dei dati con alcuni rappresentanti del/dei gruppo/i target, onde valutare la qualità del questionario e migliorarla.
      • comprensibilità delle domande, problemi di compilazione, effetti generati dal contesto, ripartizione della frequenza delle risposte …
    • Secondo intervento
      • Se, entro il termine prestabilito, non è stata raggiunta la quota di riscontro auspicata, è possibile “partire nuovamente alla carica”. Nel quadro di un secondo intervento, le persone vengono quin-
    • Valutazione
      • In presenza di un numero elevato di questionari, si possono utilizzare dei lettori elettronici, …
  • 123. Utilizzo
    • Frequenza delle risposte
      • Se i questionari sono pochi, in genere le risposte vengono contate, e la frequenza calcolata in percentuale (p.e. il 33% dei presenti ha ritenuto l’incontro molto informativo, il 60% mediamente informativo e il 7% per niente informativo).
    • Valori centrali e indici di dispersione
      • A fronte di numerose valutazioni quantitative di domande chiuse, spesso si calcolano i valori centrali e gli indici di dispersione. I principali valori centrali sono: la media (aritmetica): somma diviso il numero degli addendi, la mediana: valore della variabile che bipartisce la distribuzione ordinata delle modalità di un, carattere (p.e. il 50% degli interpellati si trova sopra e il 50% si trova sotto questo valore), la moda: indice di posizione e modalità del carattere cui corrisponde la massima frequenza. Oltre ai valori centrali, in caso di grossi quantitativi di dati, in genere si considerano anche gli indici di dispersione (range, varianza, deviazione standard).
  • 124. Utilizzo
    • Livello di scale
      • determina quali valori centrali utilizzare. Così, ad esempio, per dati ricorrenti a livello di scala ordinale ( scala Likert e scala di rating), la media aritmetica appare inappropriata.
    • Lo stesso vale in caso di assenza di categorie centrali. In questi casi si possono utilizzare unicamente la moda e la mediana.
  • 125. Esercitazione
  • 126.
    • Sulla base di quanto detto, allo scopo di capire come gli utenti percepiscono i servizi:
    • provate a progettare un questionario utilizzando la scala Likert
  • 127. Valutazione quantitativa
  • 128. Misurazione e valutazione
    • Indicatori di rendimento
        • Percentuale di successo
        • Velocità della fornitura
  • 129. Dati da registrare
      • Dati sull’utente che richiede
        • Categorie di utenti
  • 130. Dati da registrare
      • Lending
        • Totale delle richieste ricevute
          • tutte le richieste arrivate, comprese quelle non evase (ILL+DD+DD interno)‏
            • Nazionali, internazionali, NILDE, ARIEL ecc.
      • Borrowing
        • Totale richieste inviate
          • tutte le richieste spedite comprese quelle non andate a buon fine (ILL+DD)‏
            • Nazionali, internazionali, NILDE, ARIEL ecc.
  • 131.  
  • 132. DD e copyright: problematiche e soluzioni
    • Vedi:
      • DD e copyright: problematiche e soluzioni (Paola Gargiulo / Simonetta Vezzoso)
  • 133. Standards internazionali
    • Antonio Scolari illustra la rinascita dell'ILL per iniziativa di organismi internazionali [1999] http://www.aib.it/ aib / commiss / cnur / dltscola
  • 134. Standards internazionali
    • VIRLIB - Electronic Document Store
    • http://lib.ua.ac.be/VIRLIB/
  • 135. Standards internazionali
    • FIDDO (Focused Investigation of Document Delivery Options)
    • http://www.lboro.ac.uk/departments/dis/fiddo/fiddo.html
  • 136. Misurazione e valutazione bibliografia essenziale
        • Linee guida per la valutazione delle biblioteche pubbliche italiane . Misure, indicatori, valori di riferimento. Roma: AIB, 2000
        • Montali, Roberto Misurare la qualità. Criteri di valutazione del servizio delle biblioteche pubbliche di base: il caso dell’Osservatorio provinciale di Parma . IN: Biblioteche oggi , luglio-agosto 1999, pp. 20-24
  • 137. Misurazione e valutazione
        • Pilia, Elisabetta . Measuring University Library Services . IN: Bollettino AIB, 1997, no.3. pp.325-326
        • .
        • Tammaro, Anna Maria. Misurazione e valutazione delle biblioteche: Seminario Camile. IN: AIB notizie, novembre 1998, X, pp.13-14
  • 138. Obiettivi della valutazione
        • apprezzare l’ efficacia del servizio, soprattutto dal punto di vista della copertura (richieste evase), della velocità e qualità del servizio
        • esaminare l’organizzazione del servizio, per valutarne l’ efficienza e per un continuo miglioramento della qualità.
  • 139. Misurazione e valutazione
    • Dati da registrare
    • Indicatori di rendimento:
  • 140. Dati da registrare
      • Dati sull’utente che richiede
      • Categorie di utenti
  • 141. Dati da registrare
      • Dati del documento richiesto
      • Tipo di pubblicazione richiesta
      • Soggetto
      • Anno
  • 142. Dati da registrare
    • Dati di ricevimento del documento Tutti i libri richiesti
    • Tutti i libri ricevuti
    • Tutti i periodici richiesti
    • Tutti i periodici ricevuti
    • Tutti gli atti di convegni richiesti
    • Tutti gli atti di convegni ricevuti
    • Tutte le richieste
    • Tutte le richieste ricevute
    • Solleciti
    • Numero di ripetizioni per richiesta
    • Classe di biblioteca fornitrice
  • 143. Indicatori di rendimento
        • La percentuale di successo
        • La velocità della fornitura
  • 144. Tariffe e recupero delle spese
  • 145. Tariffe Document Delivery a biblioteche esterne “ Può essere chiesto il rimborso forfettario delle spese, ad eccezione fatta per le biblioteche che hanno sottoscritto convenzioni o accordi specifici con la biblioteca, per l'erogazione gratuita reciproca del servizio”.
  • 146. Tariffe
    • Variano molto
      • A pagamento: vari servizi, varie tariffe
      • Completamente gratuite
    • Esempi
    • A pagamento: talvolta per contenere le richieste piuttosto che per coprire i costi
    • A pagamento per utenti che non appartengono alla propria comunità
    • Il contributo per il copyright spesso è incluso nella tariffa (British Libary).
  • 147. Buoni prepagati IFLA
    • Il sistema di buoni prepagati: sistema di pagamento per le transazioni di prestito interbibliotecario: trascrizione dal volantino dell'IFLA / a cura di Gianni Colussi [1999, rev. 2003].
    • Il sistema di buoni IFLA:
    • http://www.ifla.org/VI/2/p1/vouchers-it.pdf
    • A proposito:
    • http://www.ifla.org/VI/2/p1/vouchers.htm
    • Approfondimenti:
    • http://www.aib.it/aib/lis/vouchers.htm
    • In: AIB-WEB. Il mondo delle biblioteche in rete. Fornitura di documenti / a cura di Gianni Colussi. < http://www.aib.it/ aib / lis /lpi17c.htm >
  • 148. Tariffe Ogni biblioteca può decidere liberamente se chiedere o no il rimborso delle spese ai propri utenti. Ogni biblioteca è libera di stipulare accordi e convenzioni con altre biblioteche o sistemi bibliotecari per l'erogazione gratuita e reciproca del servizio.
  • 149. Un esempio di tariffazione Fornitura copie (costi IVA inclusa) Nazionale Ricezione via posta * o trasmissione elettronica Da 1 a 10 pagine 3,10 Euro; ulteriori 10 pagine o frazione 1,55 Euro Ricezione via FAX 1,29 Euro a pagina Internazionale Ogni 10 pagine o frazione 10,33 Euro; più 51,65 Euro per il servizio urgente entro 48 ore Ricezione via FAX Ogni 10 pagine o frazione 15,49 Euro * Per ogni formato A3 i costi si intendono come 2 copie di formato A4
  • 150. Un esempio di tariffazione Fornitura documenti originali in prestito (costi IVA esente, art. 10c22 D.p.r. 633/72)‏ (costi IVA inclusa) Nazionale Ricezione via posta 10,33 Euro a documento Ricezione via posta celere o posta aerea 17,56 Euro a documento Internazionale 12,91 Euro a documento; 25,82 Euro a documento se i fornitori sono OCLC o British Library
  • 151. Legge22 aprile 1941 n. 633, Legge 22 maggio 1993 n. 159 Il materiale trasmesso è utilizzabile unicamente a scopo di studio, in luogo del materiale stesso o della sua trascrizione manuale. Il richiedente si assume ogni responsabilità per l'uso che ne sarà fatto in seguito, essendo severamente vietata qualsiasi successiva riproduzione o pubblicazione per uso commerciale o per altro scopo (Legge22 aprile 1941 n. 633, Legge 22 maggio 1993 n. 159)‏
  • 152. Tariffe per la fornitura ad altre biblioteche Ad eccezione di quelle che hanno sottoscritto accordi o convenzioni con la biblioteca per l'erogazione gratuita e reciproca del servizio dovranno corrispondere il seguente rimborso forfettario : Fornitura copie (costi IVA inclusa)‏ Nazionale Ricezione via posta o trasmissione elettronica Da 1 a 10 pagine 3,10 Euro ; ulteriori 10 pagine o frazione 1,55 Euro Ricezione via FAX: 1,29 Euro a pagina Internazionale Ricezione via posta o trasmissione elettronica Ricezione via FAX: 1,55 Euro a pagina
  • 153. Tariffe per la fornitura ad altre biblioteche Fornitura documenti originali in prestito (costi IVA esente, art. 10c22 D.p.r. 633/72)‏ Nazionale 5,16 Euro a documento 12,91 Euro a documento per spedizione via posta celere o posta aerea Internazionale 12,91 Euro a documento 51,65 Euro a documento per spedizione via posta celere o posta aerea
  • 154. Tariffe per la fornitura ad altre biblioteche Il prestito interbibliotecario è effettuato sulla base della reciprocità. Per la richiesta di documenti si utilizzano: modulo IFLA Fax Ariel email Form elettronici in linea Modalità di pagamento: contanti, accredito su c/c postale, coupon internazionali, coupon IFLA.
  • 155. Infrastrutture coinvolte
    • Posta: servizio postale, corriere, posta aerea,
    • Ariel: ftp, firewalls, dns, routers, power grid
  • 156. Riflessioni finali
    • Alternative se un servizio non funziona?
    • Dipendere da un solo metodo di fornitura?
    • Tutti i costi di supporto devono essere messi in conto
  • 157. Riflessione sui contenuti
    • Esistono oltre 1 milione di periodici:
      • spesso 1 richiesta x documento
    • Quanti libri esistono al mondo?
      • Costi di indicizzazione
      • Costi di catalogazione
      • Spazi
    • Per condividere tutto c’è bisogno di molti mezzi, molta pazienza e un servizio a pagamento per sostenere le spese nel corso del tempo.
  • 158. Condivisione p2p di file
    • Biblioteche istituzioni a largo raggio
      • Al servizio del pubblico
      • Tutti dovrebbero poter avere tutto quello di cui hanno bisogno (legalmente)?
        • Se la risposta è sì, allora è importante fare in modo che questo sia possibile
    • Biblioteche come bene pubblico condivisibile
    • Le biblioteche sono
      • nodi centrali per la gestione di metadata
      • punti d’accesso fisico all’informazione
      • Modelli di diversa sostenibilità
        • alcune lavorano meglio di altre
  • 159. Condivisione p2p di file
    • I benefici della rete per la Biblioteca
    • Condivisione di libri
    • Condivisione di file
    • Ci sarà sempre materiale che non potrà essere trattato utilizzando la tecnologia
    • aumento prevedibile di contenuti online
    • Ci sarà sempre il rischio di abusi
  • 160. Dopo la pausa pranzo
    • E un caffè …
      • Standard
      • Servizi avanzati
      • Metodi di ricerca
      • Conclusioni
  • 161. Lo standard ISO ILL
    • definito per
    • gestire in modo automatizzato l'intero ciclo di vita di un prestito interbibliotecario
    • dalla richiesta fino alla restituzione.
  • 162. ISO 10160:1997 ILL Application Service Definition o standard ISO ILL
    • descrive il
    • trattamento di una transazione ILL
  • 163. ISO 10161-1:1997 ILL Application Protocol Specification
    • formalizza i messaggi ILL* che vengono scambiati
    • *20
  • 164. Lo standard ISO ILL
    • Lo standard ISO ILL prevede che una biblioteca possa assumere tre ruoli:
      • richiedente (borrowing)
      • fornitrice (lending)
      • intermediaria (forward)
  • 165. Lo standard ISO ILL
    • Non si occupa del flusso operativo della singola biblioteca
    • Serve a trasportare i venti messaggi standardizzati:
      • Application Protocol Data Unit (APDU), è previsto via e-mail, EDIFACT o Z39.50
      • (trasporto di APDU ILL mediante il servizio esteso Item Order di Z39.50, Profilo 1).
  • 166. ILL Protocol Implementor Group (IPIG)‏
    • Dalla fine del 1995 esiste:
      • ILL Protocol Implementor Group (IPIG) comprende
        • 45 venditori e fornitori di servizi di cui
          • 10 hanno sperimentato lo scambio di messaggi ILL (National Library of Canada,OCLC, RLG,Fretwell Downing).
  • 167. Approfondimenti
    • An Introduction to the ISO InterLibrary Loan Application Standards
    • http://www.collectionscanada.ca/iso/ ill /standard. htm
    • ISO 10161-1:1997
    • Information and documentation -- Open Systems Interconnection -- Interlibrary Loan Application Protocol Specification -- Part 1: Protocol specification
    • http://www.iso.org/iso/catalogue_detail?csnumber=22248
  • 168. Approfondimenti
    • Document delivery elettronico: nuovi strumenti e opportunità / Antonio Scolari
        • Document Delivery: dalle applicazioni proprietarie agli standard
      • http://www.aib.it/aib/commiss/cnur/dltscola
    • World Wide Web e Z39.50: standard per la ricerca a confronto / di Antonio Scolari
    • http://www.aib.it/aib/boll/1996/96-4-397.htm
  • 169. Approfondimenti
    • Verso la biblioteca digitale / Anna Ortigari
    • http://www2.spbo.unibo.it/bibliotime/num-ii-3/ortigari.htm
  • 170. Riflessione - Discussione
  • 171. Servizi avanzati
    • Linee guida
    • Servizi nazionali
    • Servizi internazionali
    • Fornitori commerciali
    • Altri servizi, altre risorse
    • Strategie alternative
  • 172. Linee guida
    • La Carta nazionale dei servizi di prestito interbibliotecario e di fornitura di documenti [2000], http://www.aib.it/aib/congr/c46/s33f.htm
      • Il problema delle tariffe
    • IFLA Guidelines for Best Practices for Interlibrary Loan and Document Delivery Joan E. Stein Information Coordinator IFLA Standing Committee on Resource Sharing and Document Delivery
  • 173. Servizi nazionali
    • ACNP (il catalogo nazionale dei periodici), http://www.cib.unibo.it/acnp/
    • ESSPER (lo spoglio di periodici italiani specializzati in economia e scienze sociali).
    • http://www.biblio.liuc.it/biblio/essper/
  • 174. Servizi nazionali
    • ILL SBN http://www.aib.it/ aib / commiss / cnsbnt / pasqui . htm
    • NILDE: cooperazione finalizzata al document delivery fra biblioteche italiane è Nilde (Network inter-library document exchange) < http:// nilde . bo . cnr . it >
    • AIB-WEB Il web dell'Associazione italiana biblioteche
    • http://www.aib.it/
  • 175. Servizi nazionali
  • 176. Servizi nazionali
  • 177. Servizi nazionali
  • 178. Servizi nazionali
  • 179. Servizi nazionali
  • 180. Servizi nazionali
  • 181. Biblioteca Nazionale Centrale di Roma
    • OPAC SBN
    • SBN on-line
    • Internet culturale
  • 182. Biblioteca Nazionale Centrale di Roma
    • OPAC SBN : permette sia la ricerca nell'intero catalogo, sia l'interrogazione specifica sui sottoinsiemi delle notizie bibliografiche relative a Libro moderno, Libro antico e Musica.
  • 183. Biblioteca Nazionale Centrale di Roma
    • SBN on-line : permette oltre la ricerca nel catalogo SBN e in altri cataloghi italiani e stranieri che utilizzano il protocollo Z39.50, anche l'accesso diretto al servizio di prestito interbibliotecario e fornitura di documenti (ILL SBN)
  • 184. Biblioteca Nazionale Centrale di Roma
    • Internet culturale : permette sia la ricerca nel catalogo SBN, sia l'accesso ad ulteriori servizi. In ogni scheda analitica è, infatti, possibile individuare, oltre alle localizzazioni del documento, anche i relativi servizi a cui è possibile accedere attraverso quattro differenti icone: P : prestito interbibliotecario D : formato digitale O : catalogo locale  A : Anagrafe delle biblioteche italiane Inoltre è possibile consultare simultaneamente gli altri cataloghi italiani e stranieri che utilizzano lo standard ISO 23950 (Z39.50). La ricerca può essere effettuata sull’elenco predefinito dal sistema oppure su altri cataloghi, sempre conformi allo standard, individuati e scelti dall’utente.
  • 185. Internet culturale
    • Ricerca :
    • BIBLIOGRAFICA
    • CONTENUTI DIGITALI
    • COLLEZIONI DIGITALI
    • PERCORSI CULTURALI
    • dal progetto “ La Biblioteca Digitale Italiana e il Network Turistico Culturale (BDI&NTC) ”, approvato e cofinanziato dal Comitato dei Ministri per la Società dell’Informazione (CMSI) nel marzo del 2003.
  • 186. Lombardia - Il MetaOPAC del cilea
  • 187. MAI Interrogazione cumulativa dei cataloghi delle biblioteche italiane http://www.aib.it/aib/opac/mai2.htm3  
  • 188. MAI – Cataloghi collettivi
    • MAI Aerospaziale
    • MAI Architettura
    • MAI Biologia
    • MAI Consigli Regioni
    • MAI Pubblica Amministrazione
    • MAI Slavistica
    • MAI NILDE
    • MetaOPAC scolastico
    • MetaOPAC Azalai Lombardia
  • 189. Virtual Library – Cilea
    • Virtual Reference Desk per gli operatori delle biblioteche di università, enti di ricerca e scuole
  • 190. MetaOPAC Regione Toscana
    • Catalogo virtuale toscano (Interroga gli OPAC delle reti: ReaNet, SBIAF, Mugello, Provincia di Livorno, Provincia di Prato, Università di Firenze)
    • tipo di catalogo: Metacatalogo
    • informazioni sul catalogo
    • elenco biblioteche
    • tipologia di biblioteche: Biblioteche pubbliche, biblioteche di università
    • copertura geografica: Regionale (TOSCANA)
    • elenco degli accessi
    • tipo di materiale: Monografie e Periodici
    • interfaccia web < http://web.rete.toscana. it / metaopac / index . jsp >
  • 191. Principali MetaOPAC Europei
    • The European Library / The European Library Office http://www.theeuropeanlibrary.org/ portal / index . htm
    • KVK: Karlsruher Virtueller Katalog / Universität Karlsruhe. Universitätsbibliothek http://www.ubka.uni-karlsruhe.de/ hylib /en/ kvk . html
    • Zack Gateway / Wolfram Schneider http:// opus .tu- bs .de/ zack / index .en. html
  • 192. Principali Servizi Internazionali
    • BL* http://www.bl.uk/services/document/orddocs.html
    • CNRS < http:// articlesciences . inist . fr />
    • OCLC http://www.oclc.org/contacts/libraries/
    • SUBITO http://www.subito-doc.de/?lang=en
    • *British Library
  • 193. Servizi internazionali
    • Gabriel is a gateway to Europe's National Libraries. Searches can be made in German, English or French. In 24 lingue europee http://portico. bl . uk / gabriel /en/welcome. html
    • Libweb is updated daily and lists over 6600 pages from libraries in over 70 countries. Several related links to national libraries make this site even more valuable.
    • http:// sunsite . berkeley . edu / Libweb /
  • 194. Servizi internazionali
    • Libdex is a worldwide directory of over 18,000 library homepages and web-based OPACs. http://www.libdex.com/
    • Yahoo Libraries lists thousands of libraries indexed by category . http://search. yahoo . com / bin /search?p= libraries
    • The Library of Congress Z39.50 gateway provides access to LC's catalog and those at many other institutions. http:// lcweb .loc. gov /z3950/ gateway . html
  • 195. Biblioteche e cataloghi
  • 196. BNF
  • 197. UNESCO Libraries Portal An international gateway to information for librarians and library users
  • 198. Library of Congress
    • Library of Congress Page for gateway access to LC's catalog and those at many other institutions.
    • http://www.loc.gov/z3950/
  • 199. Library of Congress
  • 200. Library of Congress
  • 201. Library of Congress
    • Gateway access to LC's catalog and those at many other institutions .
  • 202. Bibliografia
    • Marco Calvo, Fabio Ciotti, Gino Roncaglia e Marco A. Zela, Biblioteche in rete , in Internet 2004. Manuale per l'uso della rete , Roma-Bari, Laterza, ottobre 2003, p. 383-423. Disponibile integralmente anche in rete: < http://www.laterza.it/internet/leggi/internet2004/online/07_temi_07.htm >
    • Claudio Gnoli, OPAC italiani: Bibliografia. Alcuni testi su OPAC, metaOPAC, biblioteche virtuali e relativi repertori , in AIB-WEB, creazione 1999-08-04, < http://www.aib.it/ aib / opac /op1bib.htm >
    • Fabio Metitieri e Riccardo Ridi, Biblioteche in rete. Istruzioni per l'uso , Roma-Bari, Laterza, terza edizione riveduta e aggiornata, maggio 2005. Disponibile integralmente anche in rete: < http://www.laterza.it/ bibliotecheinrete >
  • 203. Pausa caffè
    • Ci rivediamo tra 15 minuti
  • 204. Fornitori commerciali
    • Dialog < http://www.dialogweb.com >.
    • - distributrice di banche dati
    • accordi con fornitori di documenti per garantire ai propri utenti l’accesso full text agli articoli indicizzati nei suoi archivi.
  • 205. Fornitori commerciali
    • Document supply service < http://www.bl.uk/ services / document / dsc . html > della British library, (ex British library document supply centre (Bldsc).
    • centro per la fornitura di documenti
    • prestito interbibliotecario della BL
    • accetta richieste da parte di singoli utenti, ma a prezzo maggiorato.
  • 206. Fornitori commerciali
    • Ebsco < http://www.ebsco.com > e Swets < http://www.swets.com > due grandi librerie commissionarie internazionali
      • Gestiscono l’abbonamento di periodici per conto di biblioteche
      • Forniscono anche servizi supplementari, come il DD degli articoli.
  • 207. Fornitori commerciali
    • Ingenta < http://www.ingentaconnect.com >
    • ex Uncover ( fornito dal consorzio Carl (Colorado alliance of research libraries)‏
    • I nterrogazione archivio di spogli da 18 mila testate di periodici, gratuita,Internet .
    • Riferimenti bibliografici
      • liberamente consultabili
      • oltre 17 milioni
      • da quasi 29 mila pubblicazioni.
    • F ornitura dei testi degli articoli a pagamento
      • anche per singoli utenti, con tariffe diverse x
        • urgenza
        • metodo di spedizione
        • visualizzazione.
  • 208. Fornitori commerciali
    • INIST < http:// articlesciences . inist . fr />
      • Il motore di ricerca e d'ordinazione d'articoli scientifici
      • Servizio dell'Istituto dell'Informazione Scientifica e Tecnica del CNRS
      • [email_address]
        • allows you to search for documents (Journal articles, Journal issues, Books, Reports or Conferences, doctoral dissertations) in our catalog at the Institut de l'Information Scientifique et Technique.
  • 209. Fornitori commerciali
    • Institute for scientific information ( Isi ) < http://www.isinet.com >.
      • Si tratta di un editore che fornisce tramite document delivery anche il full text degli articoli citati nelle sue pubblicazioni a carattere bibliografico Current contents e Citation index .
  • 210. Fornitori commerciali
    • On line computer library center ( Oclc ) < http://www. oclc .org >.
    • Il consorzio internazionale di biblioteche
    • gestisce ILL fra le biblioteche aderenti al consorzio,
    • serve anche quelle che vogliono soltanto ricevere documenti senza offrire in cambio i propri.
    • Oclc garantisce anche il DD, appoggiandosi a diversi fornitori, ma solo tramite biblioteca.
  • 211. Fornitori commerciali
    • SUBITO < http://www.subito-doc.de >
    • Ministero tedesco per l’educazione e la ricerca
    • permette localizzazione in Meta-Opac
      • i più importanti cataloghi collettivi tedeschi;
    • Libri inviati in prestito a biblioteca + vicina
    • Articoli a domicilio via posta, fax o e-mail
  • 212. Altri servizi, altre risorse
    • DocDel : fornisce link (non sempre aggiornati) a molti Document Delivery Services organizzandoli in:
      • generali e disciplinari
      • segnala documenti sul copyright, articoli, liste di discussione sul DD.
    • Approfondimenti:
    • DocDel.net : a directory for document delivery services and users - hundreds of resources and providers, < http://www.docdel.net/ >.
  • 213. PubMed
    • PubMed
      • … is a service of the US National Library of Medicine that includes over 16 million citations from MEDLINE and other life science journals for ...
    • Approfondimenti :
    • La ricerca nelle banche dati bibliografiche: l'esempio di PubMed
  • 214. Strategie alternative
    • Intervista all’utente:
      • Chi, cosa, dove
    • Cataloghi di biblioteche pubbliche
    • Cataloghi di biblioteche universitarie
    • Cataloghi di altre biblioteche
  • 215. NILDE http://nilde.bo.cnr.it/index.php
    • Nilde ( Network Inter-Library Document Exchange ) è un software che permette alle biblioteche di richiedere e di fornire documenti in maniera reciproca.
    • modulo web
      • selezione biblioteca a cui si intende inoltrare la richiesta
      • dati specifici del documento (riferimento bibliografico)‏
      • selezionare il metodo di invio preferito (Nilde, Ariel, fax, posta, o altro).
  • 216. Regolamento
    • Qualunque biblioteca appartenente o afferente ad un ente pubblico può aderire a Nilde purché garantisca la reciprocità del servizio, nel rispetto del regolamento .
  • 217. Procedure
    • Form online
    • PubMed con un click
    • Controllo e gestione
  • 218. Form online
    • Account personale
    • Compilare il modulo inserendo citazione bibliografica
  • 219. PubMed http://www.ncbi.nlm.nih.gov/sites/entrez?db=pubmed
    • Ricerca in PubMed
    • Seleziona il record
    • Click sul pulsante NILDE-Bibliosan
    • INVIA
  • 220. Visualizza richiesta
    • Nella propria Home Page
  • 221. Co lo re
    • Per contrassegnare richiesta
      • EVASA
      • RESPINTA
      • IN ATTESA
  • 222. e-mail all’utente
    • Articolo inviato
    • Irreperibile
    • Altre comunicazioni
  • 223. Registrazione
  • 224. Selezionare
    • Tipo di Biblioteca
    • Ente di appartenenza
    • Compilare il modulo e confermare
    • E-mail con username e password
      • Password modificabile
  • 225. ILL SBN
    • Servizio nazionale (ICCU) ILL-DD aperto a:
      • Tutte le biblioteche (anche non SBN);
    • ILL SBN:
      • form di richiesta attivabile dal sito dell'ICCU e integrato con l'Indice SBN,
      • Consente:
        • ricerca
        • Richiesta diretta di prestito, copia di un documento o un preventivo di spesa;
        • elenco delle biblioteche aderenti è disponibile sul sito dell'ICCU
        • Talvolta modulo ILL SBN attivabile anche dal catalogo ACNP.
    • Approfondimenti:
    • ILL SBN
    • < http://www.iccu.sbn.it/genera. jsp ?s=37 >,
    • biblioteche aderenti è disponibile sul sito dell'ICCU < http://www.iccu.sbn.it/moduli/poli/ biblioIll . jsp ?s=5 >.
  • 226. SUBITO
    • Subito è un servizio DD e ILL a pagamento gestito da un consorzio di biblioteche internazionali di area tedesca.
    • Attraverso il catalogo di Subito è possibile:
    • conoscere il posseduto delle biblioteche partecipanti,
    • ordinare ad una di esse un articolo o un estratto di un libro e ricevere via e-mail entro 72 ore copia del documento richiesto.
    • Il prezzo da 5 euro fino a 20 pagine.
    • Libro ad un costo di 9 euro.
    • Servizi celeri entro 24 ore, tariffa che varia a seconda della biblioteca fornitrice.
    • fattura collettiva, mensile, pagabile tramite bonifico bancario.
    • Dall'home page di Subito
    • è possibile accedere a pagine informative
    • http://www.subito-doc.com/
  • 227. BRITISH LIBRARY
    • British Library's remote copy services
    • servizi diversificati per la fornitura di documenti
    • fornitura di articoli e prestito interbibliotecario (document supply service, articles direct, loan service), servizi mirati alla fornitura di particolari tipologie di documenti (immagini, brevetti) e vendita on line di libri.
    • Document supply service , attraverso il quale l'utente registrato può ricevere articoli via e-mail ad un costo di 13.00 euro l'uno, con un'attesa che varia dai 2 ai 5 giorni (esistono anche servizi celeri di 2 o 24 ore, con tariffe più alte, e modalità diverse di invio del materiale); il pagamento avviene mediante deposito oppure mensilmente, saldando una fattura collettiva.
    • Articles direct per gli utenti non registrati, che permette di effettuare ordini di articoli pagando ogni singolo servizio mediante carta di credito; i prezzi per articolo sono equivalenti a quelli del servizio offerto agli utenti registrati.
    • Approfondimenti:
    • British Library's remote copy services < http://www.bl.uk/ services /copy. html >,
    • Document supply service
    • I documenti che possono essere richiesti attraverso i servizi della British Library sono ricercabili nel catalogo integrato della BL < http:// catalogue . bl . uk /F/?func=file&file_name=login-bl-list >; gli utenti registrati possono effettuare le ricerche anche su un'interfaccia accessibile mediante identificazione, che permette di accedere direttamente al modulo d'ordine.
  • 228. Ariel
    • L’esperienza
    • di fornitura elettronica
    • per gli utenti dell’Ateneo fiorentino
  • 229. Un nuovo servizio
    • 1998
    • In progetto di creazione della Digital Library
    • servizio di document delivery elettronico per gli utenti del Sistema bibliotecario di ateneo
    • collezioni in formato digitale
      • accessibili dal computer
      • contenuti digitali memorizzati localmente
      • o in linea per l’utente remoto (OPAC, WEB, periodici elettronici, banche dati online, trasmissione elettronica dei documenti, posta elettronica
  • 230. Il ruolo di Ariel
    • affidabile e di facile utilizzo
    • servizio erogato:
      • in modo durante l’apertura della biblioteca
      • richiesta evasa entro le 19 del giorno successivo
  • 231. Come funziona
    • L’utente interroga il catalogo in linea
    • Individua il titolo del periodico in cui è pubblicato l’articolo che lo interessa
    • La visualizzazione della disponibilità elenca le biblioteche che possiedono il periodico
    • Se l’articolo è contenuto in uno dei fascicoli elencati riempie il modulo e invia la richiesta
  • 232. Statistiche
    • Le richieste maggiori nelle aree scientifiche:
      • bisogno di un aggiornamento continuo
  • 233. Si può migliorare
    • Il programma
      • Controllo delle dimensioni del file durante la scansione
      • Possibilità di navigare nel documento durante la scansione
      • Possibilità di inserire una pagina in un documento scandito
    • Le prestazioni degli scanner
      • Scanner più veloci
      • Scanner che facilitino la scansione di volumi rilegati
    • L’organizzazione
      • La formazione del personale
      • La modalità di invio delle richieste (form)‏
      • Un sistema di promozione più capillare (mailing list)‏
      • L’automazione della gestione delle richieste
  • 234. Ariel http://www.cenfor.net/products/software/ariel/ariel-newfeatures.htm
  • 235. e-DD interagisce con
    • OPAC
    • archivi bibliografici in linea e su CD-ROM
    • La posta elettronica
  • 236. Pensate che possa servirvi PubMed?
    • Vedi:
    • Conoscere e usare la banca dati PubMed
  • 237. Pensate di utilizzare OCLC?
    • Vedi:
    • Introduction to WorldCat :
    • What is it and how can it help me do my job?
  • 238. Biblioteca digitale
    • Costo per uso
      • Banche dati
      • E-Journals
      • E-books
  • 239. Esempi di biblioteche digitali e altri servizi
    • Lista di Biblioteche digitali
      • Per lingua
    • http://www.dmoz.org/Reference/Libraries/Digital/
    • Google Directory
    • http://www.google.com/Top/Reference/Libraries/Digital/
    • GALLICA
    • http://gallica.bnf.fr/
    • ABU : la Bibliothèque Universelle
    • http://abu.cnam.fr/
  • 240. Esempi di biblioteche digitali e altri servizi
    • The Project Gutenberg collection
    • http://www.gutenberg.org/wiki/Main_Page
    • Free Books (Australia)‏
    • http://www.e-book.com.au/freebooks.htm
    • The Online Books Page
    • http://onlinebooks.library.upenn.edu/
    • Academicinfo
    • http://www.academicinfo.net/digital.html
  • 241. Esercitazione
  • 242. Programma
    • Metodologia di ricerca
    • Organizzazione, pianificazione e procedure
    • Formazione e aggiornamento dello Staff
    • Istruzioni agli utenti
    • Pubblicità
    • Monitoraggio e valutazione
    • DD e copyright: problematiche e soluzioni
    • Standards internazionali
  • 243. Criticità
    • Non sempre l’utente fornisce la localizzazione del documento di cui ha bisogno
    • Non sempre la biblioteca che lo possiede lo presta o fotocopia
    • Cosa si può fare in questi casi?
  • 244. Risposte possibili:
    • Ha provato a cercare meglio?
    • Potrebbe rivolgersi alla Biblioteca taldetali
    • Perché non ne acquista una copia?
    • Siamo spiacenti, ma non possiamo aiutarla …
    • Oppure
    • Facciamo una ricerca e lo localizziamo
  • 245. Metodo di ricerca
    • Cercare nel Catalogo – OPAC della propria biblioteca
    • In caso di risultato negativo :
    • Cercare secondo criteri che possono essere di:
    • Prossimità
    • Copertura (Metaopac nazionali e internazionali)‏
    • Specializzazione
  • 246. Metodo di ricerca
    • Secondo alcune preferenze:
    • Economicità
    • Velocità
    • … ..
  • 247. Raffinare la ricerca
    • cosa, chi, dove, quando
    • Di cosa parla? Quale argomento?
    • Profilo autore
    • Luogo in cui ha vissuto, lavorato …
    • In che periodo
  • 248. Conclusioni
    • Alla fine della giornata abbiamo
    • Capito cos’è e come funziona il servizio DD
    • Acquisito le competenze necessarie ad organizzare un servizio di Document Delivery in biblioteca
    • Appreso quali sono i principali servizi nazionali e internazionali
  • 249. Interlibrary Loan (ILL)‏
    • LENDING
      • biblioteca fornitore
    • BORROWING
      • biblioteca richiedente
    • CONDIVISIONE
    • Materiale posseduto da una biblioteca prestato a persone esterne alla propria comunità (tramite mediazione di un’altra Biblioteca)
    • materiale posseduto da altre biblioteche prestato ad utenti della propria comunità
    • di documenti fisici
      • che devono essere restituiti (libri)‏
      • non resituiti (fotocopie di capitoli o articoli; file elettronici)‏
  • 250. Interlibrary Loan (ILL)‏
    • Acronimo ILL/DD
    • DD può essere
    • Interlibrary Loan
    • Document Delivery
    • a pagamento o gratuito (convenzioni
  • 251. Tendenze
    • Obiettivo primario delle biblioteche:
    • Servizi elettronici
    • Ma non sempre è possibile ricevere tutto quello che esiste nel mondo
    • Uno strano caso
      • arricchire il proprio patrimonio librario
      • Renderlo disponibile, a portata di mano, pronto per essere utilizzato dalla propria comunità
    • ricevere documenti direttamente sulla postazione di lavoro
    • Può essere più facile ricevere un articolo tramite ILL dall’altro capo del mondo, piuttosto che dalla biblioteca vicina a casa: burocrazia, inefficenza, ecc.
  • 252. Problematiche del servizio
    • ILL/DD è caro
      • Costi di fornitura
      • Costi per il lavoro dei bibliotecari
    • per la Legge è illegale conservare in memoria, per il ri-uso, contenuti digitalizzati
    • molte richieste per articoli recenti in periodici di grande uso;
    • molte richieste uniche;
    • contenuto elettronico online dei maggiori periodici (3-5 anni), abbonamenti per l’accesso non possesso, con contratti che spesso proibiscono il DD
    • Alternative a sostegno dell’informazione gratuita:
    • Progetti
    • regionali
    • provinciali
    • Consorsi di biblioteche
  • 253. Problematiche del servizio
    • Crescita ILL/DD diversa:
      • Biblioteche veloci, biblioteche lente
      • Perché ILL a tutti?
      • Più DD, minor acquisto di libri e periodici
      • Abbonamenti troppo cari, difficili da mantenere nel tempo
      • Il techno-divide: se non hai gli strumenti tecnologici adeguati e aumenta il servizio Ariel
    • Approfondimenti:
    • Jackson ME. ARL Bimonthly Report 211. Via web, 2000
  • 254. Raccomandazioni
    • Importanza di:
      • Metadati
      • Relazioni locali, nazionali e internazionali per la condivisione delle risorse ILL e dei metadati
      • Conoscere i propri utenti
  • 255. Esercitazioni
  • 256.
    • Provate a cercare i testi:
    • Lucanus cervus depictus
    • Bernagozzi, La nozione dietro l'emozione: quando l'arte s'ispira alla scienza
    • Rassegna arte e scienza in toscana nelle donazioni di collezionisti, antiquari e studiosi  1. Firenze, 1969
    • Esposizione internazionale d'arte la Biennale di Venezia 42, 1986 catalogo generale
    • Arte e alchimia. XLII Esposizione internazionale d'arte, Biennale di Venezia, a cura di Arturo Schwarz.
    • Arte e scienza a cura di Paul Feyerabend, Christian Thomas. Roma Armando 1989
    • Banville,   arte e scienza: due modi di raccontare il mondo.
    • Criteri
    • Prossimità
    • Copertura
      • (Metaopac nazionali e internazionali)‏
    • Specializzazione (segnaweb,
  • 257. Glossario
    • ACNP = catalogo nazionale dei periodici
    • ARIEL = software per la fornitura elettronica dei documenti
    • Benchmarking = Comparazione delle prestazioni di diverse unità organizzative, finalizzata a identificare l’unità con le prestazioni migliori, che costituisce un obiettivo di riferimento per tutte le altre.
    • DD = acronimo Document Delivery
    • Document Delivery = fornitura di documenti
    • Document Delivery elettronico = fornitura elettronica di documenti
    • Document Supply = sinonimo di DD
  • 258. Glossario
    • eBooks= per indicare la conversione in digitale di una qualunque pubblicazione sia il dispositivo con cui il libro può essere letto.
      • Nel caso ci si riferisca al dispositivo di lettura sarebbe più corretto, per evitare fraintendimenti, riferisi ad esso come eBook reading device (dispositivo di lettura di eBook), termine con il quale si intende sia il dispositivo hardware su cui l'eBook viene letto sia il software che permette la lettura sul dispositivo fisico. Il termine leggere applicato ad un libro elettronico è però riduttivo: non bisogna dimenticare infatti che tramite un eBook si può fruire di informazioni che vanno ben al di là del solo testo.
  • 259. Glossario
    • IFLA <http://www.ifla.org/III/index.htm>
      • (The International Federation of Library Associations and Institutions) is the leading international body representing the interests of library and information services and their users. It is the global voice of the library and information profession.
    • Founded in Edinburgh, Scotland, in 1927 at an international conference, we celebrated our 75th birthday at our conference in Glasgow, Scotland in 2002. We now have 1700 Members in 150 countries around the world. IFLA was registered in the Netherlands in 1971. The Royal Library , the national library of the Netherlands , in The Hague, generously provides the facilities for our headquarters.
  • 260. Glossario
    • scala Likert
      • tecnica per la misura dell' atteggiamento .
      • Tale tecnica si distingue principalmente per la possibilità di applicazione di metodi di analisi degli item basati sulle proprietà statistiche delle scale di misura a intervalli o rapporti (vedi psicometria ).
      • Il metodo di Likert, più rapido e semplice delle precedenti scale di Thurstone , fu, ed è tuttora, fatto proprio in numerosissimi settori della ricerca applicata.
      • Tale tecnica consiste principalmente nel mettere a punto un certo numero di affermazioni (tecnicamente definiti item) che esprimono un atteggiamento positivo e negativo rispetto ad uno specifico oggetto.
      • La somma di tali giudizi tenderà a delineare in modo ragionevolmente preciso l'atteggiamento del soggetto nei confronti dell'oggetto.
      • Per ogni item si presenta una scala di accordo/disaccordo, generalmente a 5 o 7 passi.
      • Ai rispondenti si chiede di indicare su di esse il loro grado di accordo o disaccordo con quanto espresso dall'affermazione.
      • Questo metodo è applicabile sia per atteggiamenti di tipo unidimensionale e multidimensionale (per cui sono necessarie tecniche statistiche coma l'analisi fattoriale o l'analisi delle componenti principali).
  • 261. Glossario
    • Stakeholders= soggetti &quot;portatori di interessi&quot; nei confronti di un'iniziativa economica, sia essa un'azienda o un progetto.
      • Fanno, ad esempio, parte di questo insieme: i clienti, i fornitori, i finanziatori (banche e azionisti), i collaboratori, ma anche
      • gruppi di interesse esterni, come i residenti di aree limitrofe all'azienda o gruppi di interesse locali.
  • 262. Glossario
    • Standard , in ambito informatico, ma anche nelle telecomunicazioni, nei sistemi di misura, nell'ingegneria in genere, rappresenta una base di riferimento, un paradigma codificato per la produzione di tecnologie fra loro compatibili, che siano computer, reti di computer o componenti elettronici.
    • Diversi enti a livello internazionale come l'ISO (International Organization for Standardization) e l'IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers) propongono, concordano e ratificano gli standard nei diversi ambiti.
    • Prima di essere considerato tale dalla comunità internazionale, ed essere preso a buon diritto come modello di riferimento, uno standard passa attraverso una serie di fasi di analisi e accreditamento.
    • Vedi http://it.wikipedia.org/wiki/Standard_%28informatica%29
  • 263. Periodici specializzati
    • Journal of Interlibrary Loan, Document Delivery and Electronic Reserve, Haworth Press. (Earlier title: Journal of Interlibrary Loan, Document Delivery & Information Supply).
    • Interlending and Document Supply
    • Journal of Access Services
  • 264. Letture di base
    • Biblioteche in rete , Roma, Laterza, cap. 9 e 5 / Metitieri, Ridi,
      • http://www.laterza.it/bibliotecheinrete/Cap05/Cap05_14.htm
    • Fornitura di documenti: Library and information sciences (LIS). Document delivery http://www.aib.it/aib/lis/lpi17c.htm
    • La Carta nazionale dei servizi di prestito interbibliotecario e di fornitura di documenti [2000], http://www.aib.it/aib/congr/c46/s33f.htm Il problema delle tariffe
    • Il manuale di Lucia Bertini, scritto seguendo le linee guida per le procedure del prestito internazionale dell’IFLA (International Federation of Library Associations and Institutions) [2001] http://e-prints.unifi.it/archive/00000034/
  • 265. Letture di base
    • IFLA Guidelines for Best Practices for Interlibrary: Loan and Document Delivery / Joan E. Stein
  • 266. Letture sul DD elettronico
    • [1] L'evoluzione di ACNP: da catalogo collettivo a strumento di accesso ai servizi. Alessandra Citti e Vincenzo Verniti, Roma, CNR, 6 settembre 2001 http://www.bibliomime.cnr.it/ws2001/acnpevol.pdf
    • [2] International Federation of Library Associations and Institutions, “International Lending and Document Delivery: Principles and Guidelines for Procedure”, DRAFT DOCUMENT,
    • http://www.ifla.org/VI/2/p3/ildd.htm
    • [3] Carta dei servizi e servizi in rete per il Document Delivery. Gabriele Mazzitelli, Roma, CNR, 6 settembre 2001
    • http://www.bibliomime.cnr.it/ws2001/mazzitelli.pdf
    • Part Three. ftp://ftp.isi.edu/in-notes/rfc2047.txt November 1996.
    • [Fre 96c] Freed, Ned and al. RFC 2048. MIME Part Four. ftp://ftp.isi.edu/in-notes/rfc2048.txt November 1996.
    • [4] : Mary E. Jackson, “Measuring the Performance of Interlibrary Loan and Docum. Delivery Services”, ARL's Bimonthly Newsletter of Research Library Issues and Actions, Issue 195, December 1997 http://www.arl.org/newsltr/195/illdds.html
    • [5]: Mary E. Jackson, “Mesure du Rendement des Services de Pret entre Bibliotheques” Conclusions d’une étude financée par la Andrew W. Mellon Foundation, Association of Research Libraries, Washington, DC 1998 http://www.arl.org/access/illdd/illna.shtml
  • 267. Letture sul DD elettronico
    • [6] Il Document Delivery nel Sistema Bibliotecario Biomedico Lombardo. Enrica Veronesi, Roma, CNR, 6 settembre 2001
    • http://www.bibliomime.cnr.it/ws2001/sbbl.pdf
    • [7] Il Document Delivery elettronico nel Sistema Bibliotecario dell’Università di Firenze. Paolo Salvi, Roma, CNR, 6 settembre 2001 http://www.bibliomime.cnr.it/ws2001/salvi.pdf
    • [Pos 82] J. B. Postel. RFC821: Simple Mail Transfer Protocol. ftp://ftp.isi.edu/in-notes/rfc821.txt, August 1982.
    • [Cro 82] D. H. Crocker. RFC 822: Standard for the format of ARPA Internet text messages - ftp://ftp.isi.edu/in-notes/rfc822.txt, August 1982.
    • [Mye 96] J. Myers & M. Rose. RFC1939: Post Office Protocol - Version 3. ftp://ftp.isi.edu/in-notes/rfc1939.txt, May 1996.
    • [Cri 96] M. Crispin. RFC 2060: Internet Message Access Protocol - Version 4rev1. ftp://ftp.isi.edu/in-notes/rfc2060.txt, December 1996.
    • [Fre 96a] Freed, Ned and al. RFC 2045. MIME Part One. ftp://ftp.isi.edu/in-notes/rfc2045.txt November 1996.
    • [Fre 96b] Freed, Ned and al. RFC 2046. MIME Part Two. ftp://ftp.isi.edu/in-notes/rfc2046.txt November 1996.
    • [Moo 96] Moore, K. RFC 2047. MIME