Your SlideShare is downloading. ×

Introduzione a OpenStreetMap

10,785

Published on

Italian introduction to OpenStreetMap

Italian introduction to OpenStreetMap

0 Comments
6 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
10,785
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
272
Comments
0
Likes
6
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Introduzione a OpenStreetMaprealizzato da Luca Delucchi, Maurizio Napolitano, Alessio Zanol con il contributo della Comunit` italiana di OpenStreetMap a Versione Marzo 2012IndiceCos’` OpenStreetMap e 2Cosa non ` OpenStreetMap e 2Perch´ OpenStreetMap e 2La struttura del database OpenStreetMap 4Come posso contribuire 8Donazione tracce 11Passaparola 12Mapping party 12Informazioni utili 13Contatti 13Software 14Link 16 1
  • 2. Cos’` OpenStreetMap e OpenStreetMap ` un progetto mondiale per la raccolta collaborativa di edati geografici da cui si possono derivare innumerevoli lavori e servizi. Irisultati pi` evidenti sono le mappe online che per` rappresentano solo la u opunta dell’iceberg di quel che si pu` ottenere da questi dati. o La caratteristica fondamentale ` che i dati di OpenStreetMap epossiedono una licenza libera, attualmente ` attiva una doppia licenza: ela Creative Commons BY SA che ` la licenza originale del progetto che verr` e asostituita, la data dovrebbe essere il 1 Aprile 2012, con la ODbL (Open-DatabaseLicense), una licenza che serve a coprire i database mantenendonela libert` di utilizzo. Infatti ` possibile usare i dati OpenStreetMap libera- a emente per qualsiasi scopo, anche quelli commerciali, con il solo vincolo dicitare il progetto e usare la stessa licenza per eventuali dati derivati. L’altra caratteristica molto importante ` che tutti possono contribuire earricchendo o correggendo i dati e, come i progetti simili (Wikipedia emondo del software libero ad esempio) la comunit` ` l’elemento fon- a edamentale perch´ oltre a essere quella che inserisce i dati e arrichisce il eprogetto, ne controlla anche la qualit`. aCosa non ` OpenStreetMap e OpenStreetMap non ` una raccolta di tracce GPS tra loro eslegate. Le tracce GPS sono solo utili per capire come tracciare il reticolodelle strade e per inserire i punti di interesse. OpenStreetMap non ` una copia di Google Maps e non ` quello e eil suo scopo, ` molto di pi` . . . e uPerch´ OpenStreetMap e OpenStreetMap come abbiamo detto ` un progetto che vuole creare euna banca dati geografica libera, uno dei punti di forza ` la possibilit` e adi utilizzarla per le pi` svariate necessit` e su dispositivi differenti. I dati u asono disponibili in moltissimi formati, possono essere caricati su GPS,navigatori o cellulari per sapere sempre la vostra posizione o per calcolare ilpercorso pi` breve per raggiungere una certa localit`; potete utilizzarli sul u avostro sito per segnalare dove si trova la vostra azienda o per mostrare levostre immagini georiferite; potete stampare mappe cartacee a diverse scalee con diversi stili; possono essere usati come base di videogiochi; esistono indiversi formati vettoriali per essere analizzati con software GIS; per ultimo,ma forse uno dei motivi pi` importanti, anche se ` quello per il quale si u espera non debbano mai essere utilizzate, per salvare vite... 2
  • 3. Humanitarian OpenStreetMap Team L’Humanitarian OpenStreetMap Team (HOT) ` un gruppo di OSMap- eper che hanno creato un “team” per utilizzare il progetto per scopi “uma-nitari”. La prima volta che OpenStreetMap ` stato utilizzato per queste finalit` e a` avvenuto alla ripresa delle ostilit` tra Israele e Palestina nel 2009, lae acomunit` si ` autofinanziata per acquistare le ortofoto recenti della Striscia a edi Gaza in modo tale da poter digitalizzare i dati. Il caso pi` eclatante, invece, ` stato in concomitanza di una delle pi` u e ugrandi catastrofi naturali negli ultimi anni, il terremoto ad Haiti. In questaoccasione Google ha sovvenzionato l’acquisto delle ortofoto della situazionepost terremoto, e gli utenti hanno provveduto celermente alla digitaliz-zazione, segnalando tra le altre cose la presenza di campi di soccorso, i pontidistrutti e altri elementi utili ai soccorritori; inoltre sono stati messi in piedidiversi servizi per fare in modo che si potessero utilizzare facilmente i datipresenti sul database aggiornati quasi in tempo reale, vi era la possibilit` diatrovarli in formato garmin (per gli operatori che si dovevano spostare da unposto all’altro), in formato immagine per essere stampata (per coordinaregli aiuti dai campi di soccorso) inoltre erano presenti diversi siti online cheavevano creato strati informativi dedicati all’isola caraibica. Questa tragicaesperienza ha mostrato al mondo come OpenStreetMap possa essere utile,ha mostrato come i dati creati dal basso sono in certi casi essenziali, nona caso erano gli unici aggiornati al post terremoto e utilizzabili durante lasituazione di emergenza. Altro progetto moltointeressate ` riguardante euno dei pi` grande slum udell’Africa: Kibera.Questa zona per i grandivendor di dati geograficinon esiste ma in realt` aconta circa un milionedi persone. Qui ` stato erealizzato un qualcosadi pi` complesso, alcuni ucomponenti di HOT sisono recati nella “citt`” aafricana e hanno istruito Figura 1: Mappatori nella zona di Kibera adiversi abitanti del luo- Nairobi. Li Mikel Maron sta realizzando ungo, facendo capire a cosa progetto chiamato mapkiberaserve il progetto e comepartecipare. Ad oggi idati presenti sul database di OpenStreetMap sono sicuramente la migliorefonte cartografica della zona. 3
  • 4. Utilizzo professionale Perch´ passare ad OpenStreetMap? e I motivi che dovrebbero indurvi ad utilizzare OpenStreetMap, invece diun altro provider di mappe o dati geografici, sono molti. I pi` importanti uriguardano soprattutto la qualit` dei dati e il loro continuo aggiornamento, aOpenStreetMap ha attualmente pi` di 500000 utenti che possono controllare ue migliorare il dato. E ` bene sapere che i dati che troverete non sono unifor-mi in tutte le parti del globo, potrete trovare zone completamente mappate(con i civici, le panchine e qualsiasi altro elemento) ma anche altre localit` asprovviste anche delle strade principali. Altro fattore importante ` il costo epari a zero per ottenere i dati che sono gratuitamente scaricabili da in-ternet; se questa soluzione vi far` risparmiare molti soldi sarebbe corretto autilizzare una parte di questo risparmio per supportare economicamenteOpenStreetMap e le applicazioni utilizzate attraverso donazioni. Se avete una mappa web sul vostro sito e volete passare a OpenStreetMapdovrete cambiare le API e le immagini (tiles) utilizzate per la visualiz-zazione della vostra mappa. Per quanto riguarda le API le pi` utiliz- uzate sono due: OpenLayers (pi` potente e sviluppata da pi` tempo) e u uLeaflet (pi` leggera e semplice da imparare). Invece per quanto riguarda ule sorgenti delle mappe avrete a disposizione una pi` lunga lista di server u(http://switch2osm.org/providers/) a cui collegarsi.Le API esistono anche per piattaforme mobile: osmdroid (Android) eRoute-Me (iOS) . Queste permettono di inserire le mappe di OpenStreetMapall’interno della vostra applicazione. Il primo passo di avvicinamento ad OpenStreetMap (l’utilizzo di tilesdistribuite da terzi) ` relativamente semplice, un po’ pi` complesso ` invece e u ese volete prendere completamente possesso dei dati che state utilizzandorealizzando voi stessi il server per la distribuzione delle immagini. Anche quiavrete a disposizione pi` di una scelta per renderizzare le tiles, il software uutilizzato dall’interfaccia principale di OpenStreetMap ` Mapnik (quello che epermette soluzioni pi` complesse anche se forse ` pi` difficile da imparare), u e ualtre buone soluzioni possono essere Maperitive, MapServer o GeoServer. Inoltre il fatto di poter scaricare i dati grezzi, caratteristica esclusiva diOpenStreetMap, vi aprir` una via infinita di utilizzi, dal routing alla mappa aper videogiochi passando per svariate tipologie di analisi. Molte aziende, alcune leader del loro settore, stanno gi` utilizzando aOpenStreetMap in ambiente professionale sia a livello nazionale che inter-nazionale, perch` non provare?! eLa struttura del database OpenStreetMapElementi OpenStreetMap ` un database, gli elementi che possono essere in- eseriti (strade, negozi, ecc.), tramite alcuni software che vedremo in seguito, 4
  • 5. sono di quattro tipologie: • punti (node): singoli punti • linee (way): un insieme di punti non chiuso • aree (polygon): un insieme di punti chiuso, solitamente con il tag area=yes • relazioni (relation): un insieme degli elementi precedenti, per esempio una linea degli autobus che ` composta da pi` strade e dalle e u sue fermateTag Le etichette (tag) servono per descrivere le caratteristiche dei varielementi. I tag sono sempre composti da una coppia di nomi. Ilprimo ` detto key, il secondo value. Solitamente la key descrive una famiglia edi caratteristiche, mentre il value va pi` nello specifico. Ad esempio la key uhighway indica la famiglia delle strade di qualsiasi tipo, dalle autostradeai sentieri. Di seguito ne presentiamo alcuni: key values descrizione motorway autostrada trunk superstrada primary strada di importanza nazionale secondary strada di importanza regionale tertiary strada di importanza locale unclassified strada del reticolo di base residential strada per abitazioni service strada di servizio highway track strada agricola o forestale pedestrian via pedonale cittadina footway sentiero cycleway pista ciclabile steps scala bus stop fermata dell’autobus stop segnale stop traffic signals semaforoI tag non rappresentano solo un elemento, ma possono essere usati per pi` uelementi: per esempio highway ` prevalentemente associato alle linee ma, ecome potete vedere sopra, vi sono alcuni casi in cui ` utilizzato con i nodi ehighway=bus stop o highway=traffic signals. I tag usati sono tantissimi e continuano ad aumentare e migliorare,permettendo di mappare qualsiasi elemento possa essere rappresentato da 5
  • 6. una coppia di coordinate geografiche. Una vasta lista ` disponibile al link ehttp://wiki.openstreetmap.org/wiki/Map_Features. Inoltre ` possi- ebile controllare, discutere e votare i nuovi tag proposti in questa paginahttp://wiki.openstreetmap.org/wiki/Proposed_features. Oltre ai tag per le strade, esistono molti tag per elementi puntuali,lineari e areali. Eccone alcuni: elemento key value descrizione pub pub amenity bank banca supermarket supermercato shop bakery panificio puntuale hotel albergo o hotel tourism information punto informazioni turistiche station stazione ferroviaria railway level crossing passaggio a livello cable car funivia aerialway chair lift seggiovia river fiume lineare waterway canal canale rail ferrovia railway tram linea tram water fiume molto largo o lago natural wood foresta playground parco giochi areale leisure sport center stadio residential zona residenziale landuse vineyard vigneto Inoltre ricorda che per ciascun elemento ` possibile assegnare pi` di un e utag in modo da descriverlo in modo completo, ad esempio: key value highway unclassified name Via Roma foot yes bicycle no oneway yes 6
  • 7. Relation Le relation servono per mettere in relazione pi` elementi singoli, di- uverse vie oppure vie e punti. Esistono svariate tipologie di relation, diseguito ve ne mostreremo alcune (per la lista completa http://wiki.openstreetmap.org/wiki/Types_of_relation) e poi approfondiremo leroute, che ` una tra le pi` importanti e usate. e u tipo descrizione associatedStreet serve per mettere in relazione le vie con i numeri civici multipolygon serve per creare poligoni complessi che si compon- gono di pi` di una way (per esempio un’area con u un buco come un lago con un’isola in mezzo) restriction serve per vietare le svolte boundary serve per raggruppare aree e creare enclavi ed exclavi route serve per creare dei percorsi, possono essere pe- donali (per esempio sentieri montani), ciclabili, linee di trasporti pubblici ecc ecc enforcement serve per inserire elementi per misurare e documentare le violazioni veicolari destination sign serve per dare informazioni sulle destinazioni agli incroci e alle svolte (molto utile per i programmi di routing) Di seguito vedremo la relation route: serve per indicare che pi` way udiverse fanno parte di una stessa rotta. Gli unici due campi obbligatorisono type e route; gli altri, pur non essendo richiesti, sono ugualmenteimportanti e, quando presenti, ` bene utilizzarli. e key value type route route road - bicycle - foot - hiking - bus - ferry - canal -pilgrimage - detour - railway - tram - trolleybus - mtb (mountainbike) - roller skate - running - horse - parade - protest march (recurring) ref codice identificativo se presente operator nome dell’operatore se presente name nome se presente symbol simbolo se presentePer creare una route bisogna quindi aggiungere i tag e poi selezionare qualielementi gi` presenti sul database ne fanno parte. a 7
  • 8. Come posso contribuire Per prima cosa dovrai iscriverti attraverso l’homepage http://www.openstreetmap.org/; per iniziare a farti un’idea, puoi zoommare in unluogo mappato del quale hai una buona conoscenza e cliccare su “Edit”; inquesto modo darai un’occhiata a come sono strutturate le strade e i puntidi interesse cliccandoci su ma, almeno all’inizio, se non sei sicuro di quelloche fai non modificare la mappa. Quello che hai appena usato ` Potlatch, l’editor online; per` ` scon- e oesigliato utilizzarlo perch´ pu` causare diversi problemi; per esempio le e ofoto aeree di Bing spesso solo spostate dai dati reali inoltre si rischia `di effettuare errori nella connessione di strade. E preferibile utilizzarealtri software che funzionano come programmi a se stanti. Il pi` usa- uto e completo ` senza dubbio JOSM, http://josm.openstreetmap.de/, eun altro, soprattutto per i non amanti di Java, si chiama Merkaartorhttp://www.merkaartor.org/. Un’altra cosa molto importante, quando si inizia a tracciare le strade,in particolare con l’editor online, ` verificare che le varie strade che si incro- eciano, non in caso di ponti, siano tra loro interconnesse da un nodo comune.Nell’editor online ` possibile assicurarsi di ci` quando, sovrapponendo la e olinea che si sta tracciando alla strada a cui si vuole congiungere, i nodi diquesta si evidenziano di blu.Non ho il GPS Puoi collaborarealla mappatura an-che se non hai ilGPS, l’importante` avere una con-enessione ad inter-net . . . Come? Peresempio inserendo inomi delle vie dovesono mancanti, in-serendo punti di in-teresse quali elemen-ti turistici, negozi, Figura 2: L’interfaccia di Potlatchfontane, servizi ecc.oppure correggendo eventuali errori. Per molte zone si hanno le foto aereedi Bing in alta risoluzione, la cui licenza permette di ricalcarle; inoltre ` estata concessa la possibilit` di utilizzare le foto aeree disponibili sul Portale aCartografico Nazionale, distribuite tramite servizi online WMS (Web MapServer), per derivare dati per il progetto OpenStreetMap (si pu` fare solo ocon JOSM o Merkaartor). 8
  • 9. Se non hai un GPS potresti prendere in considerazione Walking Papers,questo permette di stampare una zona e poi segnare su questa le modificheda fare. Ovviamente si pu` usare questo strumento dove sono presenti un opo’ di dati sul database da utilizzare come base ed ` molto utile per aggiun- egere waypoint nei centri. Per sfruttare al meglio il foglio modificato ` bene eavere uno scanner per importarlo nel PC e utilizzarlo con altri software, inprimis JOSM. Preferisci sempre il sopralluogo di persona sul posto. Neldubbio non mappare.Ho il GPS Come spiegato nei primi paragrafi, le tracce GPS non entrano diretta-mente nel database di OpenStreetMap. Sono per` estremamente utili come obase su cui ricalcare le way e i nodi mediante i software a disposizione, comePotlatch o JOSM. Supponiamo di aver a disposizione un GPS per fare unabellissima gita in montagna. Accendiamo il nostro apparecchio, attendiamol’aggancio dei satelliti ed iniziamo la registrazione della traccia. Per il pro-getto ` molto importante avere i punti delle tracce abbastanza ravvicinati eperci` ` bene settare nelle impostazioni del vostro GPS il sal- o evataggio i punti delle tracce con una frequenza maggiore a quelladi default. Le impostazioni pi` utilizzate sono quelle basate sul tempo u(questo metodo va settato in base al mezzo di locomozione: in macchinae in bici vanno bene valori inferiori a 5 secondi; a piedi, con un passo nontroppo svelto, si pu` arrivare fino a 10) oppure sulla distanza (in questo ocaso ` bene non superare i 10 m, sui garmin ` il minimo disponibile), per i e enovizi ` consigliato di utilizzare la distanza poich´ questo metodo crea una e etraccia “pi` pulita” rispetto al metodo del tempo. u Il nostro percorso ini- zia su una strada fore- ` stale. E bene in questo caso appuntare questa in- formazione poich´ nella fase e di editing sar` importante a per etichettarla corretta- mente con highway=track. Un modo semplice per ten- er nota di queste cose ` uti- e lizzare i waypoint registra- bili col GPS, cio` memoriz- e zare nel nostro caso il pun- to di inizio della strada fore- stale con un waypoint e, se Figura 3: L’interfaccia di JOSM il modello lo permette, asse- gnargli un nome significati-vo (es. inizio forestale). Se il GPS non lo permette appuntare su un pezzo 9
  • 10. di carta il codice del waypoint in questione e la sua descrizione. Allo stessomodo registreremo la fine della strada forestale con un altro waypoint, cos` ıcome l’inizio del sentiero. Sempre mediante i waypoint, ` utile appuntare informazioni interessanti ecome il codice del sentiero o il suo nome. ` E da precisare che il nome che si assegna ai waypoint non ` fondamen- etale, ma serve come promemoria personale, infatti nemmeno i waypointentrano a far parte del database di OSM, ma serviranno esclusivamente daappunti in fase di editing. Adottate quindi lo stile che pi` trovate utile, ucompleto e comodo per appuntare quel che trovate. Un altro metodo utilizzato ` quello di sfruttare le potenzialit` di un e aregistratore digitale e JOSM, infatti quest’ultimo software permette di sin-cronizzare la vostra traccia GPS con la registrazione audio. Sono due lepossibilit` di utilizzo del registratore, la prima ` di accendere il registratore a ein concomitanza dell’inizio della registrazione della traccia GPS e lasciar-lo acceso; bisogna ricordarsi di prendere un waypoint per ogni elementoregistrato vocalmente in modo tale da potersi spostare facilmente da unpunto ad un altro; questa metodologia pu` essere molto comoda quando si o` alla guida di un mezzo di trasporto tipo bicicletta o automobile. L’altraepossibilit` ` quella di accendere il registratore solo in concomitanza della aemappatura di un waypoint. ` E molto utile anche la macchina fotografica, impostando l’ora del GPSnella macchina ` possibile poi georiferire le immagini prodotte e avere un eulteriore strumento a supporto della vostra mappatura. Se avete un data-logger con il quale non potete vedere l’ora esatta fate una foto ad un orolo-gio, alla partenza o al ritorno, questa vi servir` per aggiustare l’orario e ageoriferire correttamente le immagini Ovviamente non solo le strade sono importanti per OpenStreetMap: adesempio nel nostro giro in montagna potrebbe essere interessante averea disposizione segnavia (tourism=information & information=guidepost),bivacchi (amenity=shelter), rifugi (tourism=alpine hut), fontane d’acquapotabile (amenity=drinking water) e molto altro ancora. A questo punto, giunti a casa dalla nostra gita, scarichiamo sul PC letracce e i waypoints rilevati, apriamo il nostro editor preferito e dal men` ucarichiamo sia le tracce che i waypoints che quindi ci appariranno sulloschermo. Ora si possono scaricare i dati di OpenStreetMap gi` presenti sul aserver mediante l’apposito pulsante. Attraverso i tool di disegno si vanno cos` a ricalcare le nostre tracce ıassegnando i tag di descrizione; le modifiche effettuate possono ora esserecaricate sul server di OpenStreetMap mediante l’apposito pulsante. Sulla mappa in homepage (detta slippy map) le modifiche non appari-ranno istantaneamente ma si dovr` attendere un po’ di tempo prima che avengano renderizzate; questo processo pu` durare pochi minuti cos` come o ıqualche giorno. ` E da sottolineare che le tracce, pur non entrando direttamente nel data-base principale di OpenStreetMap, ` possibile caricarle sul sito tramite la e 10
  • 11. pagina http://www.openstreetmap.org/traces, al fine di renderle pub-bliche e disponibili a chiunque le voglia ricalcare o controllare; inoltre,passando pi` volte nella stessa “strada”, avremo delle tracce sempre un upo’ diverse, avendone tante si pu` avere una precisione maggiore facendo opassare la nostra way nella linea mediana di tutte le tracce.Ho un cellulare con GPS integrato o collegabile adun’antenna GPS Il continuo sviluppo tecnologico ha portato alla costruzione di cellularisempre pi` complessi e performanti; molti modelli delle ultime gene-razioni uhanno un ricevitore GPS incorporato, questa situazione ha fatto si chevenissero sviluppati programmi per contribuire al progetto e utilizzare insvariati modi i dati di OpenStreetMap. Esistono software per la maggior-parte dei sistemi operativi (Linux, Android, Symbian, iPhone Windows CE)utilizzati sui cellulari. Nella sezione software vengono presentati alcuni deipi` utilizzati. u Per esempio per Android vi ` la possibilit` di utilizzare diversi applica- e ativi. Vespucci ` un editor di OpenStreetMap completo mentre Geopaparazzi ee OSMand permettono l’inserimento di soli punti.Per tutti i cellulari che supportano applicazioni java si consiglia inveceGpsMid.Su IPhone/IPad il miglior software ` Mapzen Poi Collector, sviluppato da eCloudMade, una delle prime aziende nate intorno a OpenStreetMap.Infine... MOLTO IMPORTANTE: non copiare mai da altre mappe se non sei sicuro di poterlo fare. N´ e Google n´ le carte topografiche hanno una licenza e che ne permette la copia. Molto altro ci sarebbe da dire, inizia pure a lavorare con cautela e per qualsiasi dubbio, chiedi in mailing list o sul canale irc.Prima di domandare controlla che qualcuno non abbia gi` avuto ail tuo stesso problema consultando gli archivi della mailing list.Donazione tracce Se hai delle tracce GPS da te registrate e non hai voglia o tempo di im-parare a importarle, puoi aiutare OpenStreetMap gi` da subito donandole. a Qualcuno della comunit`, possibilmente che conoscer` la tua zona, le a acaricher` all’interno del database di OpenStreetMap. a Le tracce migliori sono quelle su un unico tipo di percorso, ad es. tuttosentiero o tutto strada forestale , ma anche le altre in generale vanno bene; 11
  • 12. in questo caso sarebbe meglio avere un minimo di conoscenza della zonaoppure una breve descrizione del tracciato. Ricordati: togli l’opzione diseguire fedelmente il tracciato preesistente.Passaparola Se a te il progetto non interessa, passaparola a tutti coloro chepotrebbero essere incuriositi o che potrebbero dare una mano. Quando c’` la possibilit`, usa le mappe online di OpenStreetMap, se hai e ada mostrare delle zone a degli amici, ma usale anche nei forum e nel restodel web; integrarle col vostro sito risulter` molto facile. a In alcune zone il dettaglio e la grafica sono molto superiori ad altrealternative.Mapping party I mapping party sono eventi legati al progetto, du- rante i quali un certo numero di OSMapper, cos` ` chiamato ı e chi partecipa a OpenStreetMap, sceglie una zona, solitamente poco mappata oppure da com- pletare, incomincia a pubbli- cizzare l’evento all’interno del- la comunit` e all’esterno con- a tattando enti pubblici, associa- zioni e media per diffondereFigura 4: La foto di gruppo di OSMit 2010 la manifestazione. Il contatto esterno alla comunit` ` molto a eimportante per cercare di coinvolgere nuove persone all’interno del progetto. Solitamente i mapping party si tengono nel corso del weekend per cer-care di far affluire pi` persone possibili; ricordo tra gli altri, il Mapping Par- uty di Arezzo, il primo ufficiale in Italia, quello di Pompei, con scopi archeo-logici all’interno dei resti romani della nota localit` napoletana, M(’)appare aPortofino, per la sentieristica del Parco naturale regionale di Portofino,Dolomiti Mapping Party e il Graian Alps Mapping Party; anche questi ul-timi due avevano un tema specifico: la montagna; il primo tra il gruppodel Brenta e il secondo, effettuato grazie al supporto del Parco Nazionaledel Gran Paradiso, nella valle dell’Orco in Piemonte. Inoltre si possono realizzare anche eventi di durata minore, imicro mapping party (Roma, Vicenza, Trentino, Milano). In Italia ab-biamo anche sperimentato, con ottimi risultati, un mapping party dilatatonei mesi: M(’)appare Milano. Con il supporto della trasmissione radiofoni-ca Mentelocale trasmessa su Radio Popolare di Milano e dell’associazione di 12
  • 13. volontariato GFOSS.it, sono stati organizzati per tre mesi micro mappingparty con cadenza bisettimanale, questo ha permesso di andare a copriremolte zone del capoluogo lombardo e di diffondere il progetto. Nel 2011 si` tenuto il terzo evento nazionale su OpenStreetMap denominato OSMit:ela prima edizione si ` tenuta a Trento, la seconda a Genova e l’ultima a ePadova.Informazioni utili http://wiki.openstreetmap.org/wiki/WikiProject_Italy, il por-tale principale della comunit` italiana, per vedere il lavoro a livello a `nazionale e contattare gli altri utenti della penisola. E molto utile con-tribuire sul wiki attraverso traduzioni di pagine gi` esistenti in altre lingue, ache servono sempre sia ai nuovi arrivati che a quelli che non conoscono almeglio la lingua inglese (la pi` usata sul wiki insieme al tedesco), sia alla ucreazione e al mantenimento delle pagine in italiano oltre a quelledella vostra regione, provincia o comune. Esiste anche un sito in italiano che in questo momento ` in fase di esviluppo http://www.openstreetmap.it; attualmente l’unica parte attiva` il blog blog.openstreetmap.it.e Tieni costantemente sotto controllo anche il portale wiki internazionalehttp://wiki.openstreetmap.org/wiki/Main_Page che contiene sempreottimi spunti. La comunit` pi` attiva ` quella tedesca con una marea di a u evolontari. In Italia il progetto ` iniziato nel 2007 ed ora incomincia ad eessere utilizzabile, in special modo a livello locale e non globale, poich´ vi esono zone molto ben mappate e altre ancora vuote. Se hai dubbi o domande consulta le risposte alle domande frequen-ti http://wiki.openstreetmap.org/index.php/It:FAQ, altri potrebberoaver avuto il tuo stesso problema e potresti trovare la soluzione.Contatti Il principale riferimento nazionale ` la mailing list italiana: ehttp://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it Esistono anche alcune mailing list regionali, attualmente sono presenti:Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Piemonte, Trentino, Veneto. Inoltre` presente una mailing list dedicata agli aspetti legati alla biciclettae Altra risorsa utile ` la chat (canale irc) #osm-it @ irc.oftc.net, che epu` essere raggiunta, oltre che da client irc, anche attraverso questo in- odirizzo web https://www.mibbit.com/?server=irc.oftc.net&channel=%23osm-it; ci puoi trovare anche nella chat (canale irc) di GFOSS.it, laprincipale associazione che supporta OSM in Italia, l’indirizzo ` #gfoss e@ irc.eu.freenode.net. Ci su` accedere anche via web tramite webchat. ofreenode.net canale #gfoss 13
  • 14. Esistono inoltre molte altre mailing list internazionali che trattano parti-colari aspetti di OpenStreetMap: dalle diverse nazionalit` alle informazioni ariguardo lo sviluppo, applicativi, routing, aspetti legali ecc ecc http://wiki.openstreetmap.org/wiki/Mailing_listSoftware Di seguito verranno segnalati software, con diverse finalit`, che hanno ala possibilit` di interfacciarsi con OpenStreetMap. aEditor JOSM : l’editor per OpenStreetMap pi` utilizzato, scritto uin Java ha molti tools utilissimi oltre a svariati plugin Potlach: editor online dal sito principale di OpenStreetMap, moltocomodo per la possibilit` di avere le foto aeree di Yahoo come sfondo a Merkaator : altro editor per OpenStreetMapAnalisi Osmosis : programma per gestire i dati di OpenStreetMap QGIS : software GIS per l’analisi e la visualizzazionedi dati geografici, si interfaccia con OpenStreetMap attraverso diversi toolche permettono lo scaricamento, la modifica e l’aggiornamento del database PostgreSQL/PostGIS : database relazionale che con lasua estensione spaziale PostGIS pu` contenere i dati di OpenStreetMap ocaricati utilizzando il software osm2pgsql Spatialite : estensione spaziale del database Sqlite;attraverso il modulo spatialite osm carica file .osm; al suo interno ` imple- ementanto un ottimo algoritmo per il routing Open Source Routing Machine : motore di analisi dellereti sviluppato per OpenStreetMapRendering Mapnik : software per la rappresentazione di dati geografi-ci, pu` creare singole immagini o tile per la pubblicazione sul web o Osmarender : simile al precedente 14
  • 15. Maperitive : simile al precedente, molto user friendly MapOSMatic : a differenza dei precedenti permette distampare, con uno stile predefinito una mappa a grande scala e lo stradarioVisualizzatori OpenLayers: client WebGIS che permette di visualizzare in modo moltosemplice le tile di OpenStreetMap Leaflet: come sopra, leggermente pi` semplice ma con meno poten- uzialit` a Marble : visualizzatore di dati geografici su modelloGoogle Earth OSM3D: visualizzatore 3D per i dati OpenStreetMapRouting Gosmore : visualizzatore 2D e 3D per i dati Open-StreetMap, inoltre permette di effettuare routing (Linux, Android, Win-dows, Maemo, Wince) Navit : software per il routing con i dati diOpenStreetMap PgRouting : estensione di PostGIS per effettuare calcolidi routing; esiste osm2pgrouting che importa i file di OpenStreetMap inPostgreSQL con le tabelle conformi al formato richiesto da PgRoutingGPS Qlandkarte : software utilizzato soprattutto per la vi-sualizzazione e la gestione di dati scaricati dal GPS, permette di caricarecome sfondo le mappe di OpenStreetMap MkGmap : trasforma i dati in formato .osm in formato.img per Garmin GroundTruth : simile al precedenteCellulari 15
  • 16. Android http://wiki.openstreetmap.org/wiki/Android Vespucci: un buon editor, non ` a livello di JOSM ma ` comunque uno e estrumento molto valido per uno smartphone Osmdroid: un visualizzatore ma non solo, una libreria da utilizzare sulproprio software per aver la possibilit` di scegliere tra diverse tipologie di amappe Geopaparazzi: software per effettuare campionamenti; ha la possibilit` adi caricare punti nel database di OpenStreetMap attraverso semplici form OSMand: visualizzatore di mappe anche offline in formato vettoriale (pos-sibilit` di scaricare l’intera Italia o le singole regioni), pu` caricare punti a osul database OSMtracker: editor con possibilit` di mappe offline (esiste una versione aanche per Windows Mobile) Mapdroyd: visualizzatore di mappe offline Triposo: guide di citt` con dati osm vettoriali precaricati a GPS Status: per controllare il segnale dei satelliti GPSiPhone/iPad http://wiki.openstreetmap.org/wiki/Iphone Mapzen Poi Collector: editor solamente puntuale OSMTrack: registratore di tracce Navmii: software per la navigazione basato su mappe di OpenStreetMap Route-Me: una libreria da utilizzare sul proprio software per aver lapossibilit` di scegliere tra diverse tipologie di mappe aN900/Maemo http://wiki.openstreetmap.org/wiki/Maemo osm2go: editor molto buono che interagisce - runtime - con il server diOpenStreetMapjava2me GpsMid: carica mappe vettoriali di OpenStreetMap e permette di crearePOI e tracceLink I siti che visualizzano i dati di OpenStreetMap sono ormai moltissimi;potete trovare una lista per lo pi` completa a questo indirizzo http:// uwiki.openstreetmap.org/wiki/Maps 16
  • 17. VisualizzazioneGenerali http://www.openstreetmap.org: ` il portale ufficiale di OSM. Da qui epotrai consultare le mappe dimostrative “ufficiali” cliccando sul + in alto adestra sulla mappa: Standard e MapQuest Open sono mappe generiche chemostrano molte caratteristiche mappate (ma non tutte), Open Cycle Map` invece una mappa tematica pensata per i ciclisti e Mappa dei trasportiemette in evidenza le linee di trasporto pubblico e le fermate. http://www.openstreetbrowser.org: permette di visualizzare innu-merevoli informazioni inserite in OpenStreetMap, altrimenti nascoste o vi-sibili soltanto mediante un rendering ad hoc. Ne sono un esempio l’eviden-ziamento dinamico dei percorsi dei mezzi pubblici con le relative fermate,ma anche strutture turistiche, storiche, sportiveSport http://www.opencyclemap.org: la mappa dedicata al cicloturismo,evidenzia le piste ciclabili nazionali, regionali e locali (ove mappate logica-mente), le fontanelle di acqua potabile, i negozi, i meccanici e i parcheggiper le biciclette, ha uno sfondo pensato a mettere in risalto l’altimetriaattraverso rilievi e curve di livello Di seguito una serie di link che rappresentano sentieristica, mountainbike: • http://www.wanderreitkarte.de/ • http://maps.refuges.info/ • http://hikebikemap.de/ • http://beta.letuffe.org/?layers=00B00FFFFFFFFFFFFF • http://osm.lonvia.de/world_hiking.html http://www.openpistemap.org: ` una mappa tematica pensata per gli eamanti degli sport invernali, vengono renderizzati gli impianti di risalita,le piste a seconda della scala di difficolt` e le isolinee a http://www.skidea.com: ` un portale che visualizza gli impianti di esport invernali e permette di scaricare una mappa formato Garmin per ipi` grandi comprensori sciistici u http://whitewater.quaker.eu.org/: mappa tematica per l’attivit` asportiva lungo i fiumi http://www.openseamap.org: mappa tematica che visualizza gli ele-menti utili alla navigazione http://oobrien.com/oom/?layers=B00FFTF: OpenOrienteeringMap,mappa libera per l’orienteering 17
  • 18. Sociali http://wheelmap.org: ` il portale per le persone con disabilit` mo- e atorie. Realizzato da una ONLUS tedesca permette di ottenere ed inserireinformazioni sull’accessibilit` dei locali a http://toolserver.org/~stephankn/cuisine/: ` una mappa tema- etica dedicata alle diverse tipologie di ristoranti http://openqueermap.info/: evidenzia i locali dedicati a gay, lesbichee transgender http://toolserver.org/~kolossos/openlayers/kml-on-ol.php: vi-sualizza le informazioni di Wikipedia su OpenStreetMapTrasporti http://3liz.fr/public/osmtransport/: mappa che visualizza i tra-sporti pubblici, ` possibile interrogare gli elementi per avere maggiori in- eformazioni http://openbusmap.org/: altro visualizzatore di trasporti pubblici http://parking.openstreetmap.de/: mappa tematica dedicata ai par-cheggiPOI http://www.openaddresses.org/: visualizza e permette di inserireindirizzi di civici mappa degli orari: visualizza gli orari di apertura e chiusura dei negozi,bar, edifici pubblici ecc.; questa mappa utilizza il tag opening hoursQualit` a Di seguito sono riportati solo alcuni degli strumenti, per avere una vi-sione completa dei programmi per mantenere alta la qualit` dei dati in aOpenStreetMap controllate questa pagina http://wiki.openstreetmap.org/wiki/IT:Quality_Assurance OpenStreetBugs: uno dei primi strumenti per la qualit` dei dati, per- amette agli utenti di segnalare errori http://www.mapdust.com/: un portale simile al precedente OSM Inspector: segnala diverse tipologie di possibili errori Duplicate nodes map: segnala i nodi duplicati QualityStreetMap: permette di segnalare le zone completamente map-pate attraverso griglie per diversi tag, copre tutta Europa Keep Right: segnala diverse tipologie di erroreRouting http://www.yournavigation.org: si tratta di un navigatore che per- `mette di trovare il percorso migliore che unisce due punti. E possibile 18
  • 19. scegliere il pi` breve, il pi` veloce o l’utilizzo a piedi o in bicicletta. I u upercorsi trovati per la bici daranno priorit` alle piste ciclabili a http://www.openrouteservice.org: il servizio principale proposto ` eun navigatore simile a quello sopra descritto. In Germania, basandosi sulservizio strade ` capace di calcolare in tempo reale il percorso migliore in ebase al traffico od eventuali incidenti. Il sito fornisce inoltre servizi pi` uspecifici come ad esempio il tempo di accessibilit`: dato un punto sulla amappa verr` evidenziata l’area raggiungibile entro un determinato tempo adal punto considerato http://map.project-osrm.org/: routing web basato sul motore OpenSource Routing Machine http://routingdemo.geofabrik.de/: utilizza anch’esso Open SourceRouting Machine http://nominatim.openstreetmap.org/: ` il servizio di geocoding di eOpenStreetMap routing sperimentale osm: ` il routing sperimentale per la pagina iniziale edel progetto.ServiziItalia http://download.gfoss.it/osm/: distribuisce i file italiani di Open-StreetMap in diversi formati: backup del file italiano e file .osm diviso perregioni, .img per Garmin e formato per Navit http://www.gfoss.it/osm/stat/: statistiche e stradario diviso perlimiti amministrativi http://osmstats.hanskalabs.net: portale sulle statistiche degli uten-ti, scalate le classifiche dei vari tag... QueryOSM: servizio WPS (Web Processing Service) per ottenere i datiitaliani di OpenStreetMap in formato GML o GeoJSONMondo http://open.mapquest.it/: portale che utilizza i dati di OpenStreetMapper rendering, routing e interrogazione dati; paragonabile a GoogleMapsma con dati liberi. Inoltre vengono formiti diversi servizi ed API (http://developer.mapquest.com) basati sui dati OpenStreetMap http://www.itoworld.com: ` un’azienda che fornisce un utile servizio eper verificare l’attivit` di mappatura in una determinata zona: scoprire ae contattare gli utenti che ci lavorano, vedere le modifiche nel tempo.Necessita di registrazione gratuita http://www.cloudmade.com: fornisce svariati servizi come ad esempio,previa registrazione, la possibilit` di creare in modo semplice mappe con arendering personalizzato http://www.geofabrik.de: fornisce svariati servizi come la possibilit` adi scaricare i dati OSM relativi ad una determinata nazione e un tool per 19
  • 20. confrontare le mappe OpenStreetMap con le mappe di Google. Si sco-prir` come in molti casi la precisione e il dettaglio di OSM siano superiori aa GoogleMaps. Le mappe di Google devono essere utilizzate solo comeinteressante confronto e non per essere copiate http://walking-papers.org: permette di stampare una mappa dautilizzare durante le “mappature” per segnare nuovi elementi, inoltre unavolta scannerizzato il foglio con le modifiche si pu` inserire sul portale o http://switch2osm.org/: ` un sito internet che mostra come e perch` e eutilizzare OpenStreetMap nel vostro sito iternet da quello casalingo a quellodi una grandissima impresa http://toolserver.org/~ti/distance-o-meter/: strumento moltointeressante che permette di visualizzare la copertura di diversi elementipuntuali attraverso buffer http://www.lenz-online.de/cgi-bin/osmpoi/osmpoi.pl: visualiz-za moltissime tipologie di punti raccogliendo le informazioni dal databasedi OpenStreetMap http://planet.openstreetmap.org/: potete trovare il database com-pleto di OpenStreetMap http://hdyc.neis-one.org/: visualizza alcune informazioni su unutente selezionato http://wdye.osm-tools.org/: visualizza su mappa statica o dinamicadove avete effettuato pi` editing u http://yosmhm.neis-one.org/: visualizza una Heat Map che rappre-senta dove un utente ha maggiormente editato http://tagwatch.stoecker.eu/: informazioni sull’utilizzo dei tag http://taginfo.openstreetmap.de/: come sopra Questo documento ` rilasciato con licenza Creative Commons e Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/it/ 20

×