Le Opportunità nell’Europa Centro‐Orientale: Edilizia Sociale, Green Economy e InnovazioneSocial Housing: il Contesto Euro...
COSA È IL SOCIAL HOUSING ?
SOCIAL HOUSING = SOCIAL BUILDING                           In Europa * (2006):              ... offerta di alloggi e servi...
SOCIAL HOUSING = SOCIAL BUILDING                  European Commission * (2010):          ... la fornitura di alloggi socia...
SOCIAL HOUSING = SOCIAL BUILDING           E’ importante chiarire che il                 Social Housing non è solo Casa … ...
ANALISI DEL CONTESTO EUROPEO
L’ inaccessibilità al Bene Casa        Costo medio delle abitazioni in % ai redditi disponibili nella UE,        per tipo ...
L’ inaccessibilità al Bene Casa        Costo medio delle abitazioni in % ai redditi disponibili nella UE,        per tipo ...
L’ inaccessibilità al Bene Casa                            Suddivisione % dei costi per l’abitazione                      ...
L’ inaccessibilità al Bene Casa                            Suddivisione % dei costi per l’abitazione                      ...
Qualità delle Abitazioni e delle Condizioni Abitative                     Tasso di sovraffollamento sulla % di popolazione...
Qualità delle Abitazioni e delle Condizioni Abitative                     Tasso di sovraffollamento sulla % di popolazione...
PROFILO DEI PAESI UE   Rapporto Cecodhas Housing Europe,    ‘2012 Housing Europe Review, The nuts and       bolts of Europ...
% degli alloggi sociali inlocazione sul patrimonioabitativo totale       Disponibilità di Alloggi e Affitto
OLANDA1 - Fondo Centrale per il SH (CFV), un ente pubblico indipendente che agisce comesupervisore della situazione finanz...
AUSTRIA- 20-60%: sussidi condizionati (sovvenzioni, prestiti a basso tasso di interesse),con limiti per mantenere bassi i ...
DANIMARCA- 91%: del capitale totale è erogato delle banche in forma di prestito a favoredelle Associazioni non-profit.- 7%...
REP. CECALa maggior parte dei finanziamenti necessari per coprire i costi diinvestimento per nuovi alloggi sociali provien...
LITUANIALa costruzione e la gestione degli alloggi di proprietà pubblica èinteramente finanziata con fondi pubblici. In pa...
LETTONIAGli enti locali sono responsabili del finanziamento delledilizia sociale checostituisce una voce di bilancio. Dal ...
ESTONIAIl social housing in Estonia è finanziato dai Comuni attraversotrasferimenti di fondi da parte del Governo centrale...
POLONIALa banca pubblica, BGK, eroga crediti preferenziali alle aziende TBS e allecooperative per la costruzione di allogg...
da SOCIAL BUILDING                  a SMART BUILDING
SMART BUILDING      for   SMART CITY         Agenda 2020 UE (Europe 2020):   crescita che affondi le basi su un’economia  ...
LA QUALITA’ DELL’ABITARE SOCIALE
NO Effetto Ghetto         Qualità dell’ Abitare Sociale per:                  Creare Mix di Utenza         Offrire un Acco...
I Vantaggi per gli Enti Locali Farsi promotori di iniziative per il contenimento del     disagio abitativo, anche attraver...
Gli alloggi in S.H. saranno gestiti per molti anni,durante i quali dovranno essere contraddistinti da:Oneri Manutentivi Mi...
Sistema di controllo assicurativo e di certificazione riconosciuti dall’investitoreper la qualità del progetto e dei lavor...
*  …“Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu ha...
Grazie per l’Attenzione !!!Luca Biancuccibiancucci@oltrenetwork.it       luca.b1973  @luca_biancucci  http://www.linkedin....
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Social Housing: il Contesto Europeo e gli Obiettivi di Qualità

2,604 views
2,525 views

Published on

ExpoEdilizia di Roma 21/03/2013
Convegno: le opportunità nell’Europa centro-orientale: edilizia sociale, green economy e innovazione
Organizzato da: Camera di Commercio Italia - Repubblica Ceca
Il settore dell'edilizia sociale è oggi di fronte a una duplice sfida: da un lato esso è chiamato a rispondere alle crescenti esigenze abitative che non sono soddisfatte dal mercato, dall’altro, sono in diminuzione le risorse che sono state generalmente utilizzate per finanziare il settore, anche in Paesi che storicamente hanno una grande quota di alloggi sociali; queste, in alcuni casi hanno subito tagli drammatici nel quadro dei piani di austerità fiscale.
È ancora da vedere se gli Stati membri europei sceglieranno di sacrificare il settore dell'alloggio sociale per attenersi a rigorose politiche di spesa o se invertiranno la tendenza all’abbandono del sostegno all'edilizia sociale da parte dello Stato che ha caratterizzato
nella maggior parte dei casi gli ultimi due decenni, e che ha portato a una disponibilità i/nsufficiente e al crescente rischio di esclusione abitativa per i cittadini dell'UE.

2 Comments
1 Like
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
2,604
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
19
Actions
Shares
0
Downloads
37
Comments
2
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Social Housing: il Contesto Europeo e gli Obiettivi di Qualità

  1. 1. Le Opportunità nell’Europa Centro‐Orientale: Edilizia Sociale, Green Economy e InnovazioneSocial Housing: il Contesto Europeo e gli Obiettivi di QualitàLuca Biancucci – Roma 21 marzo 2013
  2. 2. COSA È IL SOCIAL HOUSING ?
  3. 3. SOCIAL HOUSING = SOCIAL BUILDING In Europa * (2006): ... offerta di alloggi e servizi con forte connotazione sociale, per coloro che non riescono a soddisfare il proprio bisogno abitativo sul mercato (per ragioni economiche o per assenza di un’offerta adeguata, cercando di rafforzare la loro condizione)presenza di criteri particolari di assegnazione deglialloggi che li connotano come servizio di interesse economico generale (SIEG) ...* definizione del CECODHAS, Comitato europeo per la promozione del diritto alla casa
  4. 4. SOCIAL HOUSING = SOCIAL BUILDING European Commission * (2010): ... la fornitura di alloggi sociali comprende ‘lo sviluppo, la locazione/vendita e manutenzione di abitazioni a prezzi accessibili e la loro assegnazione e gestione’ … … sempre più spesso, la gestione di alloggi sociali può comprendere gli aspetti sociali: ad esempio, i servizi di assistenza sono coinvolti in programmi diedilizia abitativa o di risistemazione dei gruppi specifici o nella gestione del debito per le famiglie a basso reddito* seconda relazione biennale sui servizi sociali di interesse generale
  5. 5. SOCIAL HOUSING = SOCIAL BUILDING E’ importante chiarire che il Social Housing non è solo Casa … ma è anche Casa & Servizi Social Building che sono anche … negozi, ambulatori, uffici, studentati,cohousing, coworking, l’housing temporaneo, ecc …
  6. 6. ANALISI DEL CONTESTO EUROPEO
  7. 7. L’ inaccessibilità al Bene Casa Costo medio delle abitazioni in % ai redditi disponibili nella UE, per tipo di famiglia, per popolazione totale e a rischio di povertàFonte: Eurostat - 2009
  8. 8. L’ inaccessibilità al Bene Casa Costo medio delle abitazioni in % ai redditi disponibili nella UE, per tipo di famiglia, per popolazione totale e a rischio di povertà I cittadini Europei spendono in media più di un quinto del loro reddito (22,9%) per ledilizia residenziale. La quota dei costi degli alloggi per reddito disponibile dei soggetti a rischio di povertà è quasi il doppio della media globale (40,4%). Le persone a rischio di povertà che vivono da sole sonoquelle che mediamente spendono per le abitazioni una quota maggiore rispetto al loro reddito, mentre le famiglie numerose sono quelle che spendono relativamente meno.Fonte: Eurostat - 2009
  9. 9. L’ inaccessibilità al Bene Casa Suddivisione % dei costi per l’abitazione rispetto al reddito disponibile nei 27 Paesi UEFonte: Eurostat - 2009
  10. 10. L’ inaccessibilità al Bene Casa Suddivisione % dei costi per l’abitazione rispetto al reddito disponibile nei 27 Paesi UE E’ possibile approssimativamente individuare 3 gruppi di Paesi. In primo luogo, i Paesi al di sopra della media europea: Danimarca, Germania, Grecia, Regno Unito, Olanda, Romania, Svezia e Ungheria. In secondo luogo, un altro gruppo tra il 17% e la media europea (circa il 23%), che va dalla Repubblica Ceca alla Francia e all’Italia. Infine, esiste un gruppo di Paesi in cui l’alloggio, in media, non sembra essere molto costoso, come Cipro, Malta, Lussemburgo, Slovenia, Irlanda, Estonia, Lituania e Portogallo.Fonte: Eurostat - 2009
  11. 11. Qualità delle Abitazioni e delle Condizioni Abitative Tasso di sovraffollamento sulla % di popolazioneFonte: Eurostat - 2009
  12. 12. Qualità delle Abitazioni e delle Condizioni Abitative Tasso di sovraffollamento sulla % di popolazione Uno degli elementi determinanti per la valutazione dellaqualità delle condizioni abitative è rappresentato dallo spazio di alloggio a disposizione per le persone che vi risiedono. Nel 2009 in media il 17,8% della popolazione europea viveva in abitazioni sovraffollate. In Lettonia e Romania il tasso di sovraffollamento supera il 50% (rispettivamente 57,7% e 55,3%) e nella maggior parte dei Paesi dellEst la percentuale di popolazione che soffre di mancanza di spazio rappresenta più di un quinto della popolazione. Dallaltro canto, le percentuali più basse sono state registrate a Cipro (1%) e in Olanda (1,7%).Fonte: Eurostat - 2009
  13. 13. PROFILO DEI PAESI UE Rapporto Cecodhas Housing Europe, ‘2012 Housing Europe Review, The nuts and bolts of European social housing systems’
  14. 14. % degli alloggi sociali inlocazione sul patrimonioabitativo totale Disponibilità di Alloggi e Affitto
  15. 15. OLANDA1 - Fondo Centrale per il SH (CFV), un ente pubblico indipendente che agisce comesupervisore della situazione finanziaria dell’organizzazione ed interviene per supportarel’organizzazione nel caso l’organizzazione si venga a trovare in difficoltà finanziarie.2 - Fondo Garantito per il SH (WSW), un’organizzazione privata creata dalle stesseorganizzazioni immobiliari che agisce come fondo di solidarietà per le organizzazioni stesse.La garanzia reciproca di questo fondo permette alle organizzazioni di beneficiare dicondizioni e di tassi di interesse favorevoli quando devono finanziare le loro attività attraversoil capitale proveniente dal mercato. Nel caso questi due strumenti non siano sufficientiper risolvere eventuali problemi finanziari delle organizzazioni, lo Stato e le autoritàlocali possono intervenire come ultima risorsa.
  16. 16. AUSTRIA- 20-60%: sussidi condizionati (sovvenzioni, prestiti a basso tasso di interesse),con limiti per mantenere bassi i costi di costruzione e di finanziamento.- 5-15%: di equity dello sviluppatore.- 0-15%: equity dei futuri inquilini (con diritto di acquisto in alcune circostanze).- 50-70%: prestiti commerciali, oggi finanziati attraverso obbligazioni e tramitele Housing Banks, che rifinanziano attraverso obbligazioni convertibiliimmobiliari a condizioni molto favorevoli.
  17. 17. DANIMARCA- 91%: del capitale totale è erogato delle banche in forma di prestito a favoredelle Associazioni non-profit.- 7%: dal Comune del costo totale dell’intervento come anticipo di capitale, cheviene stanziato sotto forma di prestito a tasso zero e partecipa anche comesoggetto garante verso le banche per il mutuo globale.- 2%: è coperto dai depositi dei singoli inquilini.
  18. 18. REP. CECALa maggior parte dei finanziamenti necessari per coprire i costi diinvestimento per nuovi alloggi sociali proviene dal bilancio municipale.Il Fondo Statale per lo sviluppo dell’edilizia residenziale si occupa di fornirecofinanziamento attraverso dei contributi forniti ai soggetti che investono inquesto settore allinterno di programmi specifici.Anche se il Fondo Statale per lo sviluppo dell’edilizia residenziale includeprogrammi finalizzati a sostenere la costruzione di alloggi sociali in affitto, questiprogrammi non sono attualmente operativi a causa della mancanza di risorseeconomiche a bilancio nel Fondo.
  19. 19. LITUANIALa costruzione e la gestione degli alloggi di proprietà pubblica èinteramente finanziata con fondi pubblici. In passato il 90% del costo è statofinanziato dallo Stato e il 10% dai Comuni, ma ora il rapporto è cambiato e laquota comunale è sempre più elevata rispetto al passato. Gli affitti negli alloggicomunali destinati al social housing variano a seconda della posizione, ma inmedia sono inferiori rispetto ai canoni di mercato di circa dieci volte.
  20. 20. LETTONIAGli enti locali sono responsabili del finanziamento delledilizia sociale checostituisce una voce di bilancio. Dal 2006 i nuovi piani di sviluppo di ediliziaresidenziale sociale sono co-finanziati dal governo centrale attraversofondi speciali.Il programma di sovvenzioni incoraggia anche il partenariato pubblico - privatoper la costruzione e la ristrutturazione di alloggi sociali, tuttavia fino adora non ci sono esempi di operatori privati coinvolti in progetti disviluppo di questo tipo.
  21. 21. ESTONIAIl social housing in Estonia è finanziato dai Comuni attraversotrasferimenti di fondi da parte del Governo centrale o tramite sovvenzionifornite dall’Estonian Credit e dal fondo di garanzia di esportazione, “ExportGuarantee Fund - kredEx”, una Società per Azioni che può finanziare fino al50% del costo globale dell’intervento. Nel 2006 l’81% dei finanziamenti perservizi abitativi sono pervenuti dai bilanci degli enti locali, il 18% è statoautofinanziato dai beneficiari e l1% è derivato dal budget dello Stato.
  22. 22. POLONIALa banca pubblica, BGK, eroga crediti preferenziali alle aziende TBS e allecooperative per la costruzione di alloggi sociali. I prestiti coprono fino al 70%del valore del progetto. Le organizzazioni TBS coprono il restante 30%attraverso risorse proprie.Le municipalità utilizzano il loro budget principalmente per espandere lostock di alloggi municipali. Lo stato può sovvenzionare le municipalità e leassociazioni non governative per la costruzione e la ristrutturazione di alloggidestinati ai senza-tetto e a persone con necessità particolari: i cosiddetti alloggiprotetti.
  23. 23. da SOCIAL BUILDING a SMART BUILDING
  24. 24. SMART BUILDING for SMART CITY Agenda 2020 UE (Europe 2020): crescita che affondi le basi su un’economia ‘Smart, Sustainable and Inclusive’Intelligente Sostenibile Inclusiva
  25. 25. LA QUALITA’ DELL’ABITARE SOCIALE
  26. 26. NO Effetto Ghetto Qualità dell’ Abitare Sociale per: Creare Mix di Utenza Offrire un Accompagnamento Sociale Progettare e Gestire Servizi Socio Assistenziali e Commerciali rivolti al territorio e il Quartiere circostante Proporre Canoni Calmierati (intermedi tra offerta pubblica e libero mercato)
  27. 27. I Vantaggi per gli Enti Locali Farsi promotori di iniziative per il contenimento del  disagio abitativo, anche attraverso l’Housing Temporaneo (ad es. per i cosiddetti talenti e i creativi) Cogliere l’occasione per Rigenerare Immobili  e Riqualificare le Aree Dismesse Proporre alla cittadinanza Nuovi Servizi collegati all’abitare Coinvolgere gli operatori locali per Nuove Forme di Welfare
  28. 28. Gli alloggi in S.H. saranno gestiti per molti anni,durante i quali dovranno essere contraddistinti da:Oneri Manutentivi Minimi(altrimenti diventa difficile recuperare gli investimenti effettuati)Costi Gestionali Bassissimi(sarebbe inutile offrire canoni contenuti, se l’utenza sarà gravata da spese alte!)Caratteristiche Costruttive che non si svalutino nel tempo(il valore futuro degli immobili è legato alla qualità delle soluzioni tecniche adottate)
  29. 29. Sistema di controllo assicurativo e di certificazione riconosciuti dall’investitoreper la qualità del progetto e dei lavoriSistema di monitoraggio sul corretto sviluppo dell’iniziativa, il rispetto delle tempistiche e dei valori preventivatiLivelli di efficienza energetica per permettere non solo di contenere i costi di riscaldamento, ma anche di prevenire l’obsolescenza tecnologica degli alloggi quando si esaurirà il periodo di locazione obbligatoria
  30. 30. * …“Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai unidea, ed io ho unidea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.” … * George Bernard Shaw
  31. 31. Grazie per l’Attenzione !!!Luca Biancuccibiancucci@oltrenetwork.it luca.b1973 @luca_biancucci http://www.linkedin.com/pub/luca‐biancucci/28/5b7/246 http://www.slideshare.net/lucabiancucci

×