Diversity

2,058 views
1,993 views

Published on

Incontro Aiesec Pavia del 28 aprile 2008

0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,058
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
43
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Diversity

  1. 1. Uno spazio di pensabilità sulle dinamiche interculturali Aiesec Pavia, 28 Aprile 2008 Luca Baiguini [email_address] www.lucabaiguini.com
  2. 2. <ul><li>Obiettivi </li></ul><ul><li>Sperimentare le dinamiche interculturali </li></ul><ul><li>Confrontare la sperimentazione con i propri vissuti </li></ul><ul><li>Introdurre i concetti ed i modelli che stanno alla base delle dinamiche consapevoli ed inconsapevoli di confronto con la diversità </li></ul>
  3. 3. BAFA BAFA
  4. 4. Edward Hall Culture Low context e Culture High context High context Strutture relazionali Network densi e interrelati Relazioni di lungo termine Alte barriere all’entrata Orientamento alla relazione Gestione della conoscenza Implicita Difficile da spiegare, anche agli stessi appartenenti alla cultura Low context Strutture relazionali Legami deboli Relazioni di breve termine Basse barriere all’entrata Orientamento al compito Gestione della conoscenza Esplicita Consciamente organizzata e compartimentata
  5. 5. Hanno una forte tendenza a costruire relazioni che durano per tutta la vita Sono abituate a relazioni di breve periodo Basano la puntualità sulle relazioni Esaltano la puntualità Prestano e prendono in prestito spesso e facilmente Mostrano grande rispetto per la proprietà privata; prendono in prestito o prestano con molta difficoltà Si preoccupano di più di coloro ai quali sono legati (famiglia, amici, colleghi stretti), piuttosto che della privacy Si preoccupano di non disturbare gli altri; seguono le regole della privacy e della premura Cambiano piano spesso e facilmente Aderiscono in maniera religiosa ai piani Sono coinvolte dalle relazioni umane e dalle persone Sono coinvolte dal lavoro Agiscono in una logica high-context e possiedono di già le informazioni Agiscono in una logica low-context ed hanno bisogno di informazioni Considerano che un obiettivo si debba raggiungere, se possibile Prendono gli impegni legati al tempo (scadenze, programmazione) molto seriamente Si distraggono e interrompono facilmente Si concentrano sul lavoro Fanno molte cose contemporaneamente Fanno una cosa per volta Le persone policroniche Le persone monocroniche
  6. 6. Possiamo fidarci?
  7. 7. (Rosenthal & Jacobson, 1976; Rosenthal, 2002) Effetto Pigmalione Le nostre convinzioni circa la realtà influenzano il nostro modo di percepire la realtà stessa Non solo: le nostre convinzioni circa la realtà “creano” la realtà
  8. 8. Bias di conferma È un processo mentale che consiste nel prendere atto delle informazioni ricevute e selezionarle in modo da porre maggiore attenzione e, quindi, attribuire maggiore credibilità a quei dati che confermano le proprie credenze e, viceversa, ignorare o sminuire quelli che le contraddicono.
  9. 9. Implicit Association Test Greenwald, Banaji, Nosek Maschio Femmina Giovanni Roberto Anna Barbara Massimo Cristina Rita Giorgio Lisa Matteo
  10. 10. Maschio Carriera Femmina Famiglia Lisa Matteo Bucato Affari Giovanni Commerciante Roberto Capitalista Barbara Cristina Casa Corporation Parenti Rita Lavori domestici
  11. 11. Maschio Famiglia Femmina Carriera Bebè Sara Massimo Commerciante Impiego Giovanni Roberto Barbara Colf Affari Ufficio Cristina Rita Nipoti Nonni
  12. 12. Euroamericano Male Afroamericano Bene Nuocere Cattivo Stupendo Meraviglioso ……… ..
  13. 13. Euroamericano Bene Afroamericano Male Nuocere Cattivo Stupendo Meraviglioso ……… ..
  14. 14. www.implicit.harvard.edu “ moderata preferenza automatica per i bianchi” Atteggiamenti consci : quello che scegliamo di credere Atteggiamenti inconsci : le associazioni immediate, automatiche, che facciamo prima di avere il tempo di pensare
  15. 15. Due esempi <ul><li>Un’indagine condotta sui manager di circa 250 aziende di Fortune 500: </li></ul><ul><li>L’ altezza media dei maschi americani è di circa 1,75 centimetri. L’altezza media dei top manager è di circa 1,83 centimetri </li></ul><ul><li>Nella popolazione statunitense gli uomini più alti di 1,83 centimetri sono il 14,5%, tra i top manager dell’indagine sono il 58% </li></ul><ul><li>Nella popolazione statunitense gli uomini più alti di 1,88 centimetri sono il 3,9%, tra i top manager dell’indagine sono oltre il 30% </li></ul>
  16. 16. Due esempi <ul><li>Un’indagine sui venditori d’auto dell’area di Chicago: </li></ul><ul><li>Se si presenta un uomo bianco il prezzo proposto per primo è: prezzo pagato dal concessionario + 725 dollari </li></ul><ul><li>Se si presenta una donna bianca prezzo pagato dal concessionario + 935 dollari </li></ul><ul><li>Se si presenta una donna di colore prezzo pagato dal concessionario + 1195 dollari </li></ul><ul><li>Se si presenta un uomo di colore prezzo pagato dal concessionario + 1687 dollari </li></ul>
  17. 17. Che fare?
  18. 18. 1. Conoscere 2. “Frequentare”
  19. 19. Arrivederci Luca Baiguini [email_address] www.lucabaiguini.com

×