0
Ministero dell’Ambiente e dellaTutela del Territorio e del Mare Le politiche del Ministero dell’Ambiente a     favore dell...
La smart city e la mobilitàSpazio urbano diretto verso una politica che affronta la sfida postadalla globalizzazione e cri...
Sostenibilità urbana e mobilitàLa mobilità è un tema estremamente attuale nel dibattito in corso alivello europeo e nazion...
I NUOVI SCENARI DELLE POLITICHE SULLA MOBILITÀ NELLE                    AREE URBANE   Evoluzione dell’area urbana in area ...
L’uso della cittàStiamo assistendo ad una sostanziale modifica dell’uso del territorio equindi nel rapporto tra la città t...
La mobilità delle personeFattori che determinano la mobilità delle persone e la  loro domanda relativa:  strategie persona...
I nuovi utentiLe metropoli di nuova generazione si caratterizzano per la presenzadi nuovi gruppi di popolazione: i city us...
Spunti di riflessione• Esclusione sociale: effetti delle politiche di mobilità sull’equità  sociale; solidarietà sociale e...
L’uso della cittàStiamo assistendo ad una sostanziale modifica dell’usodel territorio e quindi nel rapporto tra la cittàtr...
Roma ZTL varchiRoma centro storico
La qualità dell’aria nelle città italianeLa qualità dell’aria nelle città italiane: le politichepromosse dal MATTMLe polit...
Strategia da adottare e strumenti da utilizzareUn’efficace strategia da seguire non può prescindere da unobiettivo: la rid...
I cofinanziamenti del MATTM per la mobilità sostenibile                                Risorse erogate a titolo di        ...
Fondo Mobilità Sostenibile Programma di finanziamenti per il miglioramento della qualità dell’aria    nelle aree urbane e ...
Fondo Mobilità SostenibileCofinanziamenti ripartiti per aree di intervento                                           Diffu...
Bando “Bike sharing e fonti rinnovabili”Pubblicato in G.U.R.I. n. 88 del 16 aprile 2010, ha l’obiettivo di favorire la  re...
La congestione
vita.   Tavolo tecnico per la mobilità sostenibile (30 settembre 2010) Linee di indirizzo per una strategia della mobilità...
vita.   Linee di indirizzo per una strategia della mobilità                       sostenibile        l’inquinamento atmosf...
vita.   Una strategia win win per la mobilità sostenibile          Regolamentazione dell’accesso ai centri urbani delle au...
vita.   Una strategia win win per la mobilità sostenibile          Estensione dei sistemi regionali di trasporto rapido di...
Le politiche del Ministero dell’Ambiente a favore della mobilità sostenibile
Le politiche del Ministero dell’Ambiente a favore della mobilità sostenibile
Le politiche del Ministero dell’Ambiente a favore della mobilità sostenibile
Le politiche del Ministero dell’Ambiente a favore della mobilità sostenibile
Le politiche del Ministero dell’Ambiente a favore della mobilità sostenibile
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Le politiche del Ministero dell’Ambiente a favore della mobilità sostenibile

721

Published on

Settimana Unesco di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2010

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
721
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Le politiche del Ministero dell’Ambiente a favore della mobilità sostenibile"

  1. 1. Ministero dell’Ambiente e dellaTutela del Territorio e del Mare Le politiche del Ministero dell’Ambiente a favore della mobilità sostenibile Roma, 5 novembre 2010 UNESCO Facoltà di Ingegneria-Sapienza Università di Roma Arch. Giovanna Rossi
  2. 2. La smart city e la mobilitàSpazio urbano diretto verso una politica che affronta la sfida postadalla globalizzazione e crisi economica in termini di competitività esviluppo sostenibile (coesione sociale, conoscenza, creatività, libertà emobilità fruibile, qualità dell’ambiente naturale e culturale)In termini di mobilità una smart city deve garantire:. spostamenti agevoli disponibilità di trasporto pubblico innovativo e sostenibile promozione di mezzi a basso impatto regolamentazione dell’accesso in centro storico privilegiando lavivibilità adozione di soluzioni per il mobility management e infomobilità
  3. 3. Sostenibilità urbana e mobilitàLa mobilità è un tema estremamente attuale nel dibattito in corso alivello europeo e nazionale e nelle strategie e politiche comunitarieper la sostenibilità urbana, per le numerose implicazioni e ricadutesociali, economiche ed ambientali e richiede strategiepolitiche integrate per garantire la sua sosteniblità.Le decisioni legate alla pianificazione dell’uso del territorio e deitrasporti sono complesse poiché richiedono di considerare moltepliciaspetti, di ordine sociale, economico, ambientale, oltre che di tipofisico, legislativo, tecnologico, e legate al coinvolgimento deicittadini-utenti.La mobilità urbana è diventata una delle più grandi opportunità e nelcontempo fonte di problemi della vita contemporanea, il cuimaggiore fattore strutturale è legato ai cambiamenti della morfologiaurbana e alla modifiche dell’intero sistema urbano
  4. 4. I NUOVI SCENARI DELLE POLITICHE SULLA MOBILITÀ NELLE AREE URBANE Evoluzione dell’area urbana in area vasta Grandi concentrazioni di popolazione in grandi e complessi sistemi urbani legati dalle quotidiane funzioni di pendolarismo, e da relazioni più complesse di scambio e predominio Riequilibrio territoriale dello spazio urbano e nascita della città policentrica Nuovi stili di vita e diversa articolazione dei tempi degli spostamenti Aumento della domanda di mobilità e dei punti di origine e destinazione degli spostamenti
  5. 5. L’uso della cittàStiamo assistendo ad una sostanziale modifica dell’uso del territorio equindi nel rapporto tra la città tradizionale e il suo hinterlandUna città “oltre” non definibile da confini amministrativi o politiciUn nuovo tipo di forma urbana interamente dipendente dalla mobilità(economia, consumo di energia, trasporto, inquinamento)La vita nella città è regolata dalla funzionalità dei servizi pubblici come gliuffici, le scuole, i negozi ma anche dai nuovi stili di vita dei singoli cittadiniIl tempo e lo spazio sono diventati variabili all’interno di processi dipianificazione urbana e strumento per analizzare i flussi della mobilità.
  6. 6. La mobilità delle personeFattori che determinano la mobilità delle persone e la loro domanda relativa: strategie personali di utilizzo del tempo legate al lavoro e tempo libero ritmi urbani collettivi dipendenti dalla struttura degli orari di lavoro, articolazione dei tempi sociali e stili di vita morfologie spazio-tempo dei cronotipi nell’area metropolitana che attraggono popolazioni da diverse scale di spazio e secondo specifici calendari, in connessione con l’accessibilità di infrastrutture in grado di trasportare i flussi con sistemi di trasporto adeguati nei tempi e nelle prestazioni
  7. 7. I nuovi utentiLe metropoli di nuova generazione si caratterizzano per la presenzadi nuovi gruppi di popolazione: i city users, utenti della cittàCategorie come turisti, consumatori, uomini d’affari, operatorieconomici. Categorie che frequentano la città in modo non regolaree temporaneoNuove modalità di aggregazione e uso della città: manifestazioni,concerti, notti bianche, eventiPer queste forme di mobilità, vanno identificate le principalinecessità di trasporto
  8. 8. Spunti di riflessione• Esclusione sociale: effetti delle politiche di mobilità sull’equità sociale; solidarietà sociale e territoriale, offerta di trasporto e coesione tra soggetti• Diritto alla mobilità da parte del cittadino; compatibilità con le politiche di mobilità sostenibile adottate e la tutela ambientale e sicurezza pubblica• Convivenza centro storico, nuova città e mobilità urbana: nuove “mura” virtuali per proteggere l’area sensibile dalla pressione esercitata dal traffico che porta a nuove modalità d’uso (ZTL, aree pedonali, road pricing) con conseguenti conflitti• Cyberinfrastrutture: integrazione di reti (persone, banche dati, modelli) capaci di governare la complessità della mobilità urbana , nuove tecnologie
  9. 9. L’uso della cittàStiamo assistendo ad una sostanziale modifica dell’usodel territorio e quindi nel rapporto tra la cittàtradizionale e il suo hinterland.Si verificano grandi concentrazioni di popolazione ingrandi e complessi sistemi urbani legati tra loro non solodalle quotidiane funzioni di pendolarismo, bensì darelazioni più complesse di scambio e predominio.Una città “oltre” non definibile da confini amministrativio politici.Un nuovo tipo di forma urbana interamentedipendente dalla mobilità (inquinamento, economia,consumo di energia, trasporto).
  10. 10. Roma ZTL varchiRoma centro storico
  11. 11. La qualità dell’aria nelle città italianeLa qualità dell’aria nelle città italiane: le politichepromosse dal MATTMLe politiche di riduzione dell’impatto ambientale della mobilità urbanahanno puntato sull’introduzione di rigorose norme relative alletecnologie motoristiche e su una migliore qualità dei carburanti.I benefici derivanti da queste misure, a partire dagli anni ‘90, sonostati compensati dall’incremento del parco circolante e, specificamenteper il PM10, dall’aumento del numero dei veicoli diesel.La situazione appare particolarmente critica nelle aree urbane, nellequali risulta difficile garantire il rispetto dei valori limite definiti dallanormativa comunitaria: per garantire il rispetto di tali valori, infatti, ènecessario ridurre le concentrazioni atmosferiche medie di PM10 del30% su base annua.
  12. 12. Strategia da adottare e strumenti da utilizzareUn’efficace strategia da seguire non può prescindere da unobiettivo: la riduzione significativa del traffico veicolare, inparticolare nelle aree urbane e metropolitane.Strumenti di tale strategia sono:Promozione del Trasporto Pubblico Locale(realizzazione di infrastrutture, potenziamento ed ammodernamento dei veicoli)Realizzazione e potenziamento di servizi integrativi ecomplementari al TPL(servizi a chiamata, car sharing ecc)Diffusione ed attuazione di azioni di Mobility ManagementCondivisione delle informazioni territoriali di interesseambientale a livello delle Amministrazioni locali
  13. 13. I cofinanziamenti del MATTM per la mobilità sostenibile Risorse erogate a titolo di cofinanziamento: € 615 mln Valore complessivo interventi cofinanziati: € 970 mln Soggetti beneficiari: 160 EE.LL.
  14. 14. Fondo Mobilità Sostenibile Programma di finanziamenti per il miglioramento della qualità dell’aria nelle aree urbane e per il potenziamento del trasporto pubblico Legge n. 296 del 27 dicembre 2006 - Finanziaria 2007Fondo per la mobilità: Finanziamento di 239 ML di euro per il triennio 2007 – 2009 a favore di enti localiIl programma prevede 9 tipologie di intervento: Realizzazione di servizi e infrastrutture per il trasporto pubblico Potenziamento e sostituzione flotta con veicoli a basso impatto e potenziamento infomobilità Razionalizzazione progetti consegna merci Parcheggi di interscambio e intermodalità Diffusione ed utilizzo dei carburanti a basso impatto ambientale e potenziamento reti di distribuzione Diffusione del Mobility manager Servizi integrativi al TPL (car sharing, taxi collettivo ecc.) Promozione mobilità ciclistica Realizzazione di interventi specifici per aumentare la sicurezza degli utenti deboli
  15. 15. Fondo Mobilità SostenibileCofinanziamenti ripartiti per aree di intervento Diffusione carburanti b.i.a. Logistica distributiva Sicurezza ut ent i deboli € 2.711.626,69 (1%) € 2.433.552,63 (1% ) € 22.329.315,50 (11% ) M obilità ciclistica € 36.214.425,01 (19% )Servizi integrativi al TPL € 4.416.101,89 (2% ) M obility management € 1.273.033,04 (1%)Servizi a favore del TPL€ 49.684.909,21 (26% ) Parcheggi di interscambio € 28.191.056,23 (15%) Potenziamento TPL € 47.153.786,83 (24%)
  16. 16. Bando “Bike sharing e fonti rinnovabili”Pubblicato in G.U.R.I. n. 88 del 16 aprile 2010, ha l’obiettivo di favorire la realizzazione di progetti di bike sharing associati a sistemi di alimentazione mediante energie rinnovabili ed in particolare pensiline fotovoltaiche.Risorse stanziate: € 14 mlnSoggetti beneficiari: Comuni, Enti gestori dei parchi nazionali e Regionali,anche in forma associata.Sono ammissibili a cofinanziamento progetti presentati entro 6 mesi dalladata di pubblicazione dell’avviso in G.U.R.I (15 ottobre 2010), con un costocompreso tra € 50.000 e 500.000 (IVA inclusa) e che riguardano determinatetipologie di intervento
  17. 17. La congestione
  18. 18. vita. Tavolo tecnico per la mobilità sostenibile (30 settembre 2010) Linee di indirizzo per una strategia della mobilità sostenibile Tre obiettivi contestuali: •ridurre le emissioni e l’inquinamento da traffico nelle aree urbane e negli attraversamenti delle aree metropolitane • ridurre i consumi energetici e le emissioni di CO2 dal settore del trasporto, che oggi raggiungono circa il 30% del totale •“fluidificare” e rendere veloce il trasporto delle persone e delle merci, componente chiave della crescita delle economie post industriali, e ridurre contestualmente i costi della “congestione” del traffico La mobilità sostenibile è un caso esemplare di “win-win strategy”, in quanto associa i benefici economici a quelli ambientali, lo stimolo alla crescita con il miglioramento della qualità della vita
  19. 19. vita. Linee di indirizzo per una strategia della mobilità sostenibile l’inquinamento atmosferico da traffico è ancora una priorità per l’Italia nonostante le direttive europee e le innovazioni tecnologiche. La qualità dell’ambiente nelle aree urbane è limitata da due fattori principali: numero elevato di autovetture per abitante n. 598 /1000 abitanti Vetustà del parco circolante (il 40% del parco supera i 10 anni) le emissioni di CO2 del settore dei trasporti nel 2010 sono stimate in 132 milioni di tonnellate pari al 25 % delle emissioni totali. Il trasporto su gomma è prevalente su quello su ferrovia e nave (50% di emissioni del trasporto su strada) la congestione da traffico a causa dei ritardi per gli automobilisti e consegna delle merci, costa oltre 40 ML di € l’anno. Costi esterni
  20. 20. vita. Una strategia win win per la mobilità sostenibile Regolamentazione dell’accesso ai centri urbani delle auto e dei veicoli di trasporto delle merci: Nuova fase oltre le ZTL regolamentata a livello nazionale, introduzione di sistemi di ITS Sostegno alle politiche urbane a favore della mobilità ciclistica e del potenziamento di servizi integrativi al trasporto pubblico locale: Servizi di trasporto flessibili, mobility management, intermodalità Produzione e diffusione di auto ad alta efficienza e basse emissioni (elettriche, ibride plug- in, a gas naturale) in sostituzione delle auto circolanti immatricolate prima del 2001: Le auto elettriche: generazione di elettricità da FR, gestione batterie per minimizzare gli effetti sui rifiuti, ricarica rapida, in sostituzione del parco circolante , il ruolo della ricerca e sviluppo tecnologico Sviluppo dei carburanti alternativi : ricerca e sviluppo sui biocarburanti di “seconda generazione”
  21. 21. vita. Una strategia win win per la mobilità sostenibile Estensione dei sistemi regionali di trasporto rapido di massa: incremento sistemi integrati di trasporto ferroviario regionale e trasporto locale, intermodalità e integrazione tariffaria Sostituzione, ovvero miglioramento delle prestazioni, degli autobus e dei camion immatricolati prima del 2000: riduzione emissioni inquinanti e miglioramento TPL, filtri antiparticolato e sostituzione flotte di autobus Trasferimento su treno e cabotaggio del trasporto merci per l’attraversamento delle grandi aree metropolitane : estensione del trasporto ferroviario (pianura Padana), regolamentazione accesso dei camion in autostrada e contestuale trasferimento su ferrovia Integrazione delle politiche nazionali e regionali con le linee di indirizzo comunitarie, e acquisizione delle buone pratiche di mobilità sostenibile realizzate a livello europeo: riferimento all’esperienza scaturita a livello comunitario: modalità di gestione e ricerca nel settore trasporti, VIII Piano Quadro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico.
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×