EU Kids Online

1,469 views
1,353 views

Published on

Presentazione di Piermarco Aroldi alla Summer School Meris in Metodologia della Ricerca Online e Internet Studies - Urbino

0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,469
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
22
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

EU Kids Online

  1. 1. 25 paesi 25.000 ragazzi (9-16 anni) 25.000 genitori Questionari f2f e autocompilatiII
  2. 2. Lo sfondo della ricerca La tradizione di ricerca •  Audience studies: uso nel contesto della vita quotidiana •  Internet studies: molta ricerca empirica, poco comparabile Il contesto dei discorsi sociali •  La retorica “digital natives” vs. “ digital immigrants” •  La retorica del moral panic: bullismo, pornografia, pedofilia Il contesto delle politiche di ricerca •  Enfasi sulla dimensione del rischio •  Finalizzazione della ricerca alla definizione di politiche di intervento a tutela dei minori
  3. 3. Una ricerca … Centrata sul •  Concettualizzazione dell’infanzia in termini di agency in relazione alla struttura delle opportunità in cui è inserita ragazzo •  Non puramente speculativa, né indifferente ai condizionamenti dell’agency Critica •  Finalizzata alla implementazione di un ambiente online più sicuro (anche attraverso percorsi di Media Literacy) •  Attenta ai diversi fattori che articolano le variabiliContestualizzata psicologiche, sociali e culturali del soggetto •  Crossnazionalità come strumento interpretativo dei Comparativa fenomeni rilevati
  4. 4. demografiche Danni Fattori di Usi Attività o rischio psicologiche copingUTENTE INDIVIDUALE Gruppo Genitori Scuola dei pari Mediazione sociale Il minore come unità di analisi stratificazione regolamentazioneInfrastruttura Sistema Valorisocio-economica tecnologica educativo culturaliNATIONAL CONTEXT Il paese come unità di analisi
  5. 5. Come Quali sono i Quali sono le usano internet Cosa fattori che conseguenze per i i ragazzi? fanno online ? modellano la ragazzi? loro esperienza?Focus del progetto Benefici / Usi Attività Opportunità / danni Rischi Imparare Apprendimento Dove Contenuti Creare positivi Autostima Come Giocare Contenuti user- Socialità generated Conoscere Valori Contenuti/ Frequenza persone e messaggi In/esclusione dagin sessuali Hang out Coping/resilienza Competenze Contatto con o di in Sperimentare sconosciuti Fastidio/turbamen nuove cose to Bullismo Camp Fare i bulli Abuso Etc. Usi improprio di dati personali Etc. Etc. Etc.
  6. 6. Rischi e opportunità online I
  7. 7. Alcune questioni di metodo  Etica della ricerca: –  Introduzione di argomenti “sensibili” nell’interazione con i ragazzi –  Attendibilità delle loro risposte (desiderabilità sociale) –  Supervisione di un Comitato Etico presso la LSE e confronto con gli stakeholders nazionali –  Autocompilazione di parte del questionario da parte dei ragazzi –  Privacy nei confronti dei genitori  Uniformità dello strumento di rilevazione per la comparabilità crossnazionale: –  Adozione di scale e indicatori universalmente validi –  Traduzione del questionario
  8. 8. Alcune emergenze di ricerca  Correlazione tra uso, opportunità, rischi e resilienza, secondo la logica “the more … the more …”  … ma basse percentuali di rischio per quanto riguarda l’Italia  Non tutti i rischi si traducono in danni  Importanza delle strategie di coping  Importanza della mediazione (genitori e famiglia, gruppo dei pari, scuola)
  9. 9. Più opportunità, più rischi
  10. 10. Consapevolezza dei genitoriFra i ragazzi che hanno incontrato un certo tipo di rischi online… Vedere immagini sessuali online: 41% dei genitori non ne è consapevole e lo esclude, 24% risponde di non saperlo i genitori sono meno consapevoli del fatto che le proprie figlie (47%) e i figli più piccoli (56% 9-10 anni) hanno visto immagini sessuali online Essere vittima di bullismo online: 56% dei genitori non ne è consapevole e lo esclude, 14% risponde di non saperlo i genitori sono meno consapevoli quando a essere coinvolti sono i ragazzi di 9-10 anni (64%) Ricevere messaggi sessuali online: 52% dei genitori non ne è consapevole e lo esclude; 26% risponde di non saperlo i genitori di bambini più piccoli,e in famiglie di classe sociale più alta sono i meno consapevoli Incontrare offline un contatto online : 61% dei genitori non ne è consapevole e lo esclude, 11% risponde di non saperlo. I genitori di bambini più piccoli,dei ragazzi maschi, e in famiglie di classe sociale più alta sono i meno consapevoli
  11. 11. Grazie per l’attenzione …… tutti i risultati sul sito:

×