Your SlideShare is downloading. ×
Ortocircuito
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Ortocircuito

1,141
views

Published on


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,141
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI SCUOLA PRIMARIA PIU' GUSTO A SCUOLA via F.lli Di Dio 101 - 20099 Sesto S.Giovanni Telef. 02-3657491 – telefax 02-36574925 - [email_address] CON ORTOCIRCUITO
  • 2. L'ORTO DAL GRANO AL PANE IL COMPOST LE OLIVE E L'OLIO LE NOSTRE ATTIVITA'
  • 3. IL NOSTRO ORTO
  • 4. Un obiettivo fondamentale del Piano dell’offerta formativa della nostra scuola è quello della formazione del futuro cittadino e perciò l’educazione al rispetto dell’ambiente e di una sana e corretta alimentazione. Il progetto di orticoltura e giardinaggio può così essere un’occasione per affrontare fin dai primi anni di scuola il tema di un corretto rapporto con l’ambiente e un contributo verso l’assunzione di scelte responsabili e informate per il futuro di tutti
    • Interagire in modo ecologico con l’ambiente
    • Comprendere che le piante e l’agricoltura sono risorse fondamentali per la vita
    • Incrementare le conoscenze delle piante del nostro ambiente
    • Comprendere l’importanza di nutrirsi correttamente
    1 .Comprendere la necessità e l’utilità della raccolta differenziata e i vantaggi che ne derivano 2. Conoscere i bisogni dell’uomo e le forme di utilizzo delle risorse ambientali 3. Invogliare gli alunni a superare la diffidenza nei confronti degli ortaggi e delle verdure anche attraverso la loro coltivazione. 4. Conoscere i procedimenti di trasformazione di stato di una sostanza e/o di un materiale FINALITA' OBIETTIVI IL PROGETTO
  • 5.
    • COLTIVAZIONE DELL’ORTO:
    • Tutte le classi a turno cureranno la scelta di coltivazioni, la semina, lo sviluppo degli ortaggi e la raccolta con
    • La pulizia della superficie, la preparazione del terreno
    • Attuazione della raccolta differenziata
    • Cura dell’orto didattico e coltivazioni in serra
    • Svolgimento di giornate ecologiche
    • Conoscenza delle piante del giardino
    • Realizzazione di fioriere
    • Educare ad una corretta alimentazione
    • Realizzare il “compost
    • PARTIRE SEMPRE DALL’AMBIENTE PIU’ VICINO AGLI ALUNNI
    • LEGARE LE ESPERIENZE ALLE DISCIPLINE
    • IMPARARE FACENDO
    • MOTIVARE IL VISSUTO DEL BAMBINO ATTRAVERSO L’ADOZIONE E LA CURA DELL’ORTO
    • UTILIZZARE MOLTEPLICI LINGUAGGI E TECNOLOGIE
    METODOLOGIA ATTIVITA'
  • 6. I NOSTRI ATTREZZI E’ STATO MOLTO DIVERTENTE USARE GLI ATTREZZI DEL GIARDINAGGIO: ABBIAMO COSI’ IMPARATO LA LORO FUNZIONE E COME MANEGGIARLI
  • 7. PULIZIA DELL’ORTO Si tolgono le erbacce
  • 8. RIMOZIONE DELL’ERBA E DEI SASSI
  • 9. LA PREPARAZIONE DEI SOLCHI
  • 10. TERRENO VANGATO E PRONTO PER LA SEMINA UN NOSTRO NONNO VOLONTARIO CHE CI AIUTA NELLA CURA DELL’ORTO
  • 11. SCELTA DELLA PROFONDITA’ DEI SOLCHI
  • 12. INNAFFIATURA
  • 13. I PRODOTTI DEL NOSTRO ORTO DOPO TANTA FATICA E CURA ECCO FINALMENTE I PRIMI RISULTATI UNA TENERA INSALATINA
  • 14. I PISELLI
  • 15. LE ZUCCHINE BISOGNE D’ACQUA LE ZUCCHINE IN FIORE IL TRAPIANTO DELLE ZUCCHINE
  • 16. ZAFFERANO CON INFIORESCENZA PIANTE DI ZAFFERANO
  • 17. ZAFFERANO IN FIORE : SARA’ BUONISSIMO IL NOSTRO RISOTTO GIALLO
  • 18. CRESCITA DI FAGIOLI FAGIOLI IN FIORE
  • 19. Che buona l’insalata con le cipolle ……
  • 20. PULITURA DELLA RUCOLA E RACCOLTA
  • 21. IL TRAPIANTO DELLE FRAGOLE
  • 22. MI PIACE E NON MI PIACE Quante volte ho ripetuto questa parola? Tantissime volte. La maestra mi ha sempre detto che devo almeno assaggiare tutti i cibi che vengono serviti, io però non sempre l’ascolto,certi cibi non mi vanno proprio giù. Ho capito ,studiando il corpo umano, che molti cibi che non mi piacciono sono molto importanti, ma proprio non ci riesco ad ingoiarli. Perché ci sono cibi che non mi piacciono e altri invece che mi piacciono moltissimo? Sarà per il profumo? O per l’aspetto invitante? O perché si sciolgono in bocca?..... ……… Molto spesso faccio pure il bis…. Ho imparato anche che i gusti cambiano da persona a persona,sono molto soggettivi. Una persona può cambiare gusto anche nel corso della vita. Un cibo si rifiuta o si sceglie per : - L’ASPETTO - PER L’ODORE - PER IL SAPORE O - PER LA CONSISTENZA DALL’ORTO ALLA MENSA
  • 23. Avendo sperimentato la coltivazione delle verdure siamo stati invogliati maggiormente ad assaggiarle e abbiamo scoperto che: LA VERDURA FRESCA CI PIACE MOLTO
  • 24. I FIORI DEL NOSTRO GIARDINO NON SOLO VERDURE DEL NOSTRO ORTO, MA ANCHE PROFUMATISSIMI FIORI PER ABBELLIRE IL NOSTRO GIIARDINO ECCO I GIACINTI VIOLA
  • 25.  
  • 26. I NARCISI
  • 27. IL NARCISO BIANCO
  • 28. I FIORI ROSA DEL PESCO
  • 29. I TULIPANI COLORATI
  • 30. IL SUSINO
  • 31. L'ULIVO DEL NOSTRO GIARDINO DALLE OLIVE ALL'OLIO
  • 32. TUTTI INSIEME INTORNO ALL’ULIVO
  • 33. OSSERVIAMO E RACCOGLIAMO LE OLIVE
  • 34. IL PROFUMO DELLE OLIVE
  • 35. DALLA RACCOLTA ALL’ASSAGGIO CHE BUONE!
  • 36.  
  • 37. ASSAGGIAMO LE OLIVE DA TAVOLA
  • 38. PRODUCIAMO L'OLIO D'OLIVA
    • MATERIALI
    • Olive nere, barattolo, ciotola, batticarne,teli di tulle, acqua
    • PROCEDIMENTO
    • Una manciata di olive viena messa dentro il telo
    • Viene schiacciata con il batticarne dentro la ciotola
    • Il succo ottenuto viene messo in un barattolo di vetro
    • Queste operazioni sono state ripertute per ognuno di noi
    • Infine il telo contenente le bucce e i noccioli viene lavato con l’acqua
    • Abbiamo versato le bucce e i noccioli nella ciotola mentre il succo delle olive
    • lo abbiamo versato nel barattolo di vetro
    COSA SUCCEDERA’? IPOTESI: il succo delle olive diventerà più chiaro perché la polpa si depositerà Il succo delle olive diventerà olio Lunedì 23 novembre
  • 39. LA SPREMITURA
  • 40. DALLA SPREMITURA ALLA SANSA
  • 41. OSSERVIAMO LA SANSA PRIMARIA LA SANSA PRIMARIA E’ LA POLTIGLIA ( BUCCE, POLPA) CHE ABBIAMO OTTENUTO SCHIACCIANDO LE OLIVE: E’ DI COLORE MARRONE – ROSSO. LA POLTIGLIA SI E’ SEPARATA IN TRE STRATI: QUELLO IN MEZZO E’ DI COLORE PIU’ SCURO LUNEDI’ 30 NOVEMBRE DECIDIAMO DI FILTRARE LOSTRATO PIU’ IN ALTO DI COLORE MARRONCINO. PER FILTRARE ABBIAMO VERSATO LA POLTIGLIA OLEOSA SU UN COLINO SOPRA UN TELO A UNA TRAMA STRETTA. IN SUPERFICIE SI VEDE UN LIQUIDO GIALLO : E’ L’OLIO
  • 42.  
  • 43. LO STRATO DI MARRONE PIU’ SCURO E’ L’ACQUA CHE ABBIAMO VERSATO DURANTE LA MACINATURA DELLE OLIVE. SOPRA DI ESSO SI VEDONE DELLE CHIAZZE LUCCICANTI: SONO GOCCIOLINE D’OLIO!! PERCHE’ SONO IN SUPERFICIE? LE GOCCIOLINE SONO IN SUPERFICIE PERCHE’ L’OLIO E’ PIU’ LEGGERO DELL’ACQUA
  • 44. Il compostaggio a scuola :   Con il compostaggio abbiamo voluto imitare  i processi che in natura riconsegnano le sostanze organiche al ciclo della vita: un perfetto riciclaggio di rifiuti.  Le materie prime per la produzione del terriccio compostato sono tutti gli scarti residui ed avanzi di ogni tipo organico che, secondo il Consiglio Nazionale delle Ricerche, costituiscono un terzo dei rifiuti cittadini .  I vantaggi del compostaggio sono dunque:  una corretta gestione dei rifiuti  la prevenzione alla produzione di inquinanti atmosferici  la garanzia per la fertilità del suolo nella forma più pregiata: quella organica.  Il nostro progetto nasce dalla volontà di sistemare l'orto della scuola che da tempo ci sembra poco produttivo.    IL COMPOST
  • 45. Grazie a due genitori che hanno offerto il loro tempo libero nell'orto della scuola è stata costruita una compostiera. Questo grande contenitore di legno raccoglierà tutti i rifiuti raccolti dai bambini della scuola.
  • 46. Il Comune di Sesto S.Giovanni ci ha donato una nuova compostiera .Piano piano la riempiamo con gli sfalci dell’erba e con avanzi. Per ottenere un ottimo fertilizzante bisogna ogni tanto inumidire e rivoltare il compost
  • 47. DAL GRANO AL PANE La semina del grano Abbiamo seminato il grano nell’orto della scuola che era stato precedentemente pulito dall’erba e arato. Ognuno di noi ha sparso sul terreno scelto un pugnetto di grano Il grano è stato messo sotto terra con la zappa facendo dei solchi Infine è stato completamente interrato con il rastrello Questo tipo di semina si chiama: SEMINA A SPAGLIO
  • 48. IL GRANO IN CRESCITA
  • 49. In autunno si semina In inverno si riposa In primavera germoglia In estate diventa spiga
  • 50. Ai chicchi di grano , per poter germogliare, e alla piantina per crescere servono: pioggia, sole, neve, aria
  • 51. La crescita del chicco di grano può essere danneggiata da grandine e vento
  • 52.  
  • 53.  
  • 54. LA NOSTRA ESPERIENZA DOPO AVER SEMINATO IL GRANO E VISTO CRESCERLO ABBIAMO PROVATO A FARE IL PANE IL PANE