• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Dalla preistoria ai media di massa - Storia Dei Media Digitali Lezione 1
 

Dalla preistoria ai media di massa - Storia Dei Media Digitali Lezione 1

on

  • 2,456 views

Corso di Storia dei Media Digitali - Lezione 1 ...

Corso di Storia dei Media Digitali - Lezione 1
Dalla Preistoria ai Media di Massa
Come cambia la cultura di una società con l'evoluzione dei media.

Istituto Europeo di Design - Corso di Media Design

Statistics

Views

Total Views
2,456
Views on SlideShare
2,449
Embed Views
7

Actions

Likes
1
Downloads
75
Comments
0

2 Embeds 7

http://www.slideshare.net 6
http://a0.twimg.com 1

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Dalla preistoria ai media di massa - Storia Dei Media Digitali Lezione 1 Dalla preistoria ai media di massa - Storia Dei Media Digitali Lezione 1 Presentation Transcript

    • Storia dei media digitali Lorenzo Cassulo lorenzo@15multimedia.net Lezione 1 1
    • Definizione di medium Un "medium" (dal latino, pl. media) e un mezzo di comunicazione che permette la trasmissione di informazioni secondo determinate modalità e attraverso un determinato linguaggio. 2 2
    • Definizione di medium I media permetto la comunicazione secondo determinate coordinate spazio/tempo: la comunicazione può essere fissa in uno spazio o collegare luoghi diversi, può essere fissa in un determinato tempo o collegare tempi diversi. 3 3
    • Lo sviluppo dei media Nella storia dello sviluppo dei media si sono succedute diverse "rivoluzioni" sia di tipo STRUTTURALE, riguardanti le coordinate spazio/tempo, sia TECNOLOGICHE, riguardanti dei cambiamenti fondamentali nella struttura delle connessioni, della memoria e della riproduzione. 4 4
    • Evoluzione dei media • PREISTORIA: la cultura orale (spazio/ tempo circoscritti e memoria condivisa); • Il segnali di fumo (spazio); • I graffiti rupestri (tempo). 5 5
    • Evoluzione dei media La SCRITTURA ampliamento dell'orizzonte culturale comune, la memoria supera il limite biologico del ricordo, decade il ruolo del saggio: la conoscenza si fonda su un supporto oggettivo e non più sulla soggettività degli anziani. La scrittura permette di acquisire nuove conoscenze. 6 6
    • Evoluzione dei media POTERE CULTURALE E SOCIALE DELLA SCRITTURA la capacità di avvalersi della funzione della scrittura diventa caratteristica distintiva di determinate classi sociali e svolge una funzione di mantenimento e supporto del potere (gli SCRIBA EGIZIANI) 7 7
    • Evoluzione dei media • MEDIOEVO i monaci amanuensi (ordine dei Benedettini) detenevano il monopolio della cultura. • Il decidere quale libro copiare e quale no era una forma di potere e influenzava la cultura. • L'influenza sui media si ha soprattutto NON dicendo qualcosa. 8 8
    • Evoluzione dei media Anno1450: INVENZIONE DELLA STAMPA A CARATTERI MOBILI (GUTENBERG). • La stampa diventa più veloce e ogni libro può essere stampato. • Il primo libro pubblicato fu la Bibbia (500 copie), la chiesa si oppose fermamente alla diffusione della stampa. 9 9
    • Evoluzione dei media Conseguenze dello sviluppo e della diffusione dell'editoria: • Si stampano più libri di quanti se ne possano leggere in una vita, il sapere dell'umanità sorpassa il sapere del singolo e non ha più "limiti"; • Nascono le biblioteche, cataloghi e riviste specializzate con recensioni dei libri. 10 10
    • Evoluzione dei media • Con il perfezionarsi delle tecnologie di stampa comporta la nascita di nuovi linguaggi: gli indici dei libri e i diagrammi sono i primi libri che "non possono essere letti". • La stampa porta anche l'affermazione, la standardizzazione e la codificazione delle lingue locali. 11 11
    • Evoluzione dei media La stampa è stata una "rivoluzione lunga", si è diffusa nell'arco di 4 secoli ed ha superato le resistenze dei centri di monopolio del potere: in questo periodo è stata più un catalizzatore dei mutamenti sociale che la loro causa. 12 12
    • Evoluzione dei media • I periodici di informazione si diffondono nel '700 inizialmente destinati alla borghesia riportano notizie di politica e economia, nel periodo tra l'800 e il 900 con l'avvento della società di massa il consumo di periodici incomincia a diffondersi tra le classi più basse e incomincia a trattare argomenti più futili: "PennyPress" 1833 "The Sun" NY. • I media diventano media di massa dal momento che incominciano a indirizzare i loro messaggi verso grandi quantità omogenee di spettatori (le masse). 13 13
    • Evoluzione dei media • LA SOCIETÀ DI MASSA, a seguito della rivoluzione industriale la popolazione incomincia ad affluire nei grandi e medi agglomerati urbani: gli uomini entrano in rapporto tra loro con maggior frequenza, diminuiscono i contatti personali. Il grosso della popolazione è entrato nel circolo dell’economia di mercato come produttore o come consumatore di beni e di servizi. • Viene introdotto l'obbligo scolastico: diminuisce l'analfabetismo. 14 14
    • Evoluzione dei media PENNY PRESS: primi giornali popolari, sono lo strumento attraverso cui gli individui vengono a conoscenza del luogo in cui vivono, vi è distacco dalla politica e un avvicinamento ai lettori, nasce la figura del reporter che ricerca la notizia e si delineano i criteri di notiziabilità dei fatti. 15 15
    • Evoluzione dei media Il newsmaking: i valori/notizia. I criteri relativi al contenuto della notizia: 1. Grado e livello gerarchico dei soggetti coinvolti. 2. Impatto sull'interesse nazionale. 3. Quantità di persone che l'evento coinvolge. 4. Rilevanza dell'evento riguardo agli sviluppi futuri di una determinata situazione. 16 16
    • Evoluzione dei media Il newsmaking: i valori/notizia. Criteri relativi al prodotto notizia: 1. Azione (illustrazione visiva). 2. Ritmo (nell'esposizione). 3. Chiarezza del linguaggio. 4. Bilanciamento dei tre elementi. 17 17
    • Evoluzione dei media Il newsmaking: i valori/notizia. Criteri relativi al pubblico: 1. La possibilità dello spettatore di identificarsi nei protagonisti della notizia. 2. Le notizie di servizio. 3. Notizie leggere. 18 18
    • Evoluzione dei media Il newsmaking: i valori/notizia. Criteri relativi alla concorrenza: 1. Lo scoop a svantaggio dei concorrenti. 2. Aspettative reciproche (scegliere una notizia perché ci si aspetta che anche la concorrenza la sceglierà). 3. Omogenizzazione della copertura mediatica e scarsa innovazione. 19 19
    • Copyleft Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.5/it/ Storia dei Media Digitali by Lorenzo Cassulo is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License. Based on a work at formazione.15multimedia.itcourse/view.php?id=12. Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.15multimedia.it/contatti/ 20