Elisa cherubini portfolio

2,715 views
2,548 views

Published on

Published in: Career
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,715
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
36
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Elisa cherubini portfolio

  1. 1. Elisa Cherubini via Novara, 143 20153 Milano, Italy p. +39 333 8773221eli.cheru@gmail.com
  2. 2. Elisa Cherubini Nata a Milano nel 1985. Nel 2004 conseguo la maturità artistica presso la Fondazione Sacro Cuore e mi iscrivo all’Accademia di Architettura di Mendrisio (CH). Nel 2006 collaboro con lo studio d’architettura Boeri Studio a Milano in qualità di stagista. Nel 2010 mi laureo all’Accademia di Architettura di Mendrisio (Master of Science in Architecture) con i professori Francisco e Manuel Aires Mateus. Dal 2004 al 2010, durante i miei studi all’Accademia di Architettura, ha potuto ricevere gli insegnamenti di rinomati architetti quali Francisco e Manuel Aires Mateus, Yvonne Farrell and Shelley McNamara, Peter Wilson, Michel Desvigne, Miller & Maranta e altri. Da luglio 2010 sono architetto O.T.I.A e da luglio 2011 sono architet- to iscritto all’Ordine degli architettiElisa Cherubini- Biografia Elisa Cherubini- Biography di Milano. Born in Milan in 1985. In 2004 I obtained the artistic high school graduation at Fondazione Sacro Cuore and reistered at Accademia di Architettura di Mendrisio (CH). In 2006 I worked for Boeri Studio in Milan as an intern. In 2010 I graduated at Accademia di Architettura di Mendrisio, (Master of Science in Architecture) with profes- sors Francisco and Manuel Aires Mateus. From 2004 to 2010, during my studies at Accademia di Architettura, I have been taught by renowned architects as Francisco and Manuel Aires Mateus, Yvonne Farrell and Shelley McNamara, Peter Wilson, Michel Desvigne, Miller & Maranta and others. From july 201o I am O.T.I.A architect and from july 2011 I am “Ordine degli architetti di Milano” architect. 2 3
  3. 3. Parco disposte ad altezze differenti ed im- piegate per diverse attività sportive, dai blocchi scale che consentono la risalita nell’edificio, è chiuso Planimetria generale del sito e modello dell’edifi- cio, scala 1:100 | materiale: legno e cemento. del nuoto percorribile in tutta la sua dimen- sione esclusivamente dagli atleti che possono godere del paesaggio cir- lateralmente e la visibilità è limi- tata al piano delle piscine, mentre il cielo è visibile attraverso i lucernari Site plan and model building, scale 1:100 | mate- rial: wood and concrete. Centro natatorio al lago di Varese, costante a 360°. Lo spazio d’acqua è aperti sul perimetro della copertura Varese, Italia. completamente aperto durante i mesi in corrispondenza delle corti esterne. estivi, mentre nel periodo invernale Sezionando il tetto si rileva come, Professori: Francisco e Manuel è agibile un solo settore costituito da coniugando la componente della Aires Mateus tre vasche. luce con l’inclinazione necessaria agli Il piano degli spalti è costituito dalle spalti, ad esso venga conferita una Il paesaggio che lambisce il lago di gradinate dalle quali assistere alle forma che lo fa apparire come Varese è caratterizzato da un’ampia competizioni, nonché dal emergente dal suolo e allo stesso e fitta zona boschiva, che si protende bar/ristorante e dai servizi per gli tempo fluttuante. perpendicolarmente verso il lago e la atleti. Il “tetto abitato”, sostenuto sua palude, intervallata dalla realiz- zazione di estese radure che aprono profonde vedute dalla strada verso lo specchio d’acqua. L’idea guida del progetto è di rela- zionarsi con il territorio, creando un nuovo paesaggio d’acqua, di un “Parco del nuoto”, informato dalle caratteristiche della trasparenza e dell’orizzontalità. Elisa Cherubini- Parco del NuotoElisa Cherubini- Parco del Nuoto L’edificio si sviluppa su due livelli che dialogano tra loro: al primo livello il piano dell’acqua ed al secondo livello il piano degli spalti. Il piano dell’acqua è costituito da sei vasche 4 5
  4. 4. Lake swimming center, Varese, Italy. The landscape that borders the lake of Varese is characterized by a wide and thick forest area that extends perpendicular to the lake and its marsh, punctuated by the realization of wide clearings that open deep views from the road to the pool of water. The main idea of this project is to relate to the territory, creating a new water landscape, a “swimming park”, informed by the characteristics of transparency and level planeing. The building is organized in two levels, that interact with each other: the first level is the water level, the second one is the terraces. The water level consists of six swimming pools placed at different heights and used for various sports activities, it can be crossed in its full size only by athletes who can enjoy the surrounding Elisa Cherubini- Parco del NuotoElisa Cherubini- Parco del Nuoto landscape to 360 degrees. The space is completely opened to water during summer months, while during winter just one sector is water accessible, which consists of three swimming pools. The terraces level consists of bleachers from which is possible to watch competitions, and of a bar/restaurant and services for ath- letes. The living roof, supported by stairs block that allow the lift in the building, has closed sides and the visibility is limited to the pool level, while the sky is visible through the skylights opened on the perimeter of the roof at the outdoor courtyards. Dissecting the roof, it can be seen that, combining the component of light with the right angle of the ter- races, it is given a form that makes it look like emerging from the ground and at the same time floating. Pianta P0 | piano delle vasche e sezione 01. Plan P0 | swimming pools plan and section 01. 6 7
  5. 5. Elisa Cherubini- Parco del NuotoElisa Cherubini- Parco del Nuoto Pianta P1 piano degli spogliatoi e sezione o5. | Pianta P2 | piano degli spalti e sezione 04. Plan P1 | changing room plan and section 05. Plan P2 | terraces plan and section 04. 8 9
  6. 6. Elisa Cherubini- Parco del Nuoto Vista dello spalto e della piscina olimpionica. Sul fondo, vista del parco Zanzi e del lido della Schiranna. Pianta P3 | piano di copertura e sezione 03. View of the terrace and the Olympic pool. At the bottom, view of Zanzi Park and Plan P3 | roof plan and section 03. Schiranna Bathing beach. 10 11
  7. 7. Casa 7 spazi tipologie di spazi: • la zona giorno e la zona notte degli ambienti della casa ai rumori, ai riflessi dell’acqua ed ai colori del cielo che appartengono allo spazio Casa al Castello Aragonese, sono spazi estroversi che si della cupola. Ischia, Italia. aprono al panorama circostante La cupola, che non viene mai perce- a 360°; pita nella sua interezza, se non nello Professori: Francisco e Manuel spazio della piscina attraverso una Aires Mateus • lo spazio centrale della cupola e le rampa che ne costeggia il perimetro, piccole nicchie dei bagni, ricavate diventa una sorta di luogo segreto Il progetto della casa al Castello all’interno dello spessore della e intimo della casa, che si scopre Aragonese si sviluppa nella zona est stessa, sono spazi introversi che gradualmente passando dallo dell’isola ischitana, in concomitanza si contrappongono alla volontà di “spazio aperto” della zona giorno e di un’area pianeggiante e prominente apertura delle altre due aree della della zona notte allo “spazio chiuso” rispetto al perimetro del promontorio. casa generalmente più vissute. delle nicchie dei bagni, da cui si intuisce la dimensione di questo L’idea di progetto è di qualificare i 7 La zona giorno e la zona notte, poste spazio centrale. spazi della casa attraverso uno comu- su livelli diversi, interagiscono con ne centrale, che sovrasta la piscina il vuoto centrale attraverso due tagli naturale ricavata nel terreno, attorno che si vanno idealmente incrociando al quale tutti gli spazi ruotano e dal nella stessa cupola: il primo rivolto quale sono generati. verso l’acqua nella zona giorno ed il secondo rivolto verso il cielo nello Il volume dell’abitazione che poggia spazio delle camere. sul terreno e in qualche punto al I tagli nello spazio centrale, possibili Dettaglio sezione A muro di fortificazione dell’isola, è proprio grazie allo sfalsamento dei ... “La zona giorno e la zona notte interagiscono costituito da due differenti piani, permettono la partecipazione con il vuoto centrale attraverso due tagli che si Elisa Cherubini- Casa 7 spaziElisa Cherubini- Casa 7 spazi incrociano idealmente nella cupola”. Vista aerea del sito e modello del castello Aragonese. Section detail A Nella pagina accanto: planimetria del sito e ... “ The living and sleeping areas interact with vista dal mare del castello Aragonese. the central void through two cuts that ideally intersect in the same dome”. Aerial view of the site and Aragonese castle model. On the opposite page: site plan and the sea view of Aragonese castle. 12 13
  8. 8. Pianta piano copertura +2,90m Roof plan +2,90m Pianta piano abitazione +0,00m | +1,00m House plan +0,00m | +1,00m Elisa Cherubini- Casa 7 spaziElisa Cherubini- Casa 7 spazi Pianta piano terra -4,46m | -3,35m Ground floor -4,46m | -3,35m Pianta P1 | piano dell’abitazione. Sezione A-A | sezione longitudinale della casa. Prospetto Ovest | prospetto della casa visto dal mare. P1 plan | house plan. Section A-A | longitudinal section of the house. West Elevation | elevation of the house from the sea. 14 15
  9. 9. Casa al Castello Aragonese, thickness, are introverts spaces Ischia, Italy. and they are opposed to the de- sire to open up of other two areas The “Casa al Castello Aragonese” of the house generally more lived. project is located in the east area of Ischia island, in conjunction with a The living and sleeping areas, placed flat area and it’s prominent from the on different levels, interact with the perimeter of the promontory. central void through two cuts that ideally intersect in the same dome: The project idea is to define the 7 the first facing the water in the living spaces of the house through a central area and the second one facing the common space, which overlooks the sky in the space of rooms. The cuts natural pool carved into the ground, in the central area, possible thanks to around which all the spaces revolve the offset of the plans, allow the par- and from which they are generated. ticipation of the rooms of the house to the sounds, water reflections and The volume of the house that rests colors of the sky that belong to the on the ground and at some point space of the dome. on the fortification wall of the island The dome, which is never seen in consists of two different types its entirety, if not in the pool area of spaces: through a ramp that runs along the perimeter, it becomes a sort of • the living and sleeping spaces are secret and close place of the house, Elisa Cherubini- Casa 7 spazi Parco del Nuoto extroverts and they are opened which can be gradually revealed to the surrounding landscape at going from “open space” of the 360 °; living area and sleeping area to the Elisa Cherubini-Elisa Cherubini- Casa 7 spazi “enclosed space” of niches in the • the central area of the dome and bathrooms, where one senses the small niches in the bathrooms, size of this central space. located inside of the same Sezioni dell’edificio e modello generale del castello Aragonese, scala 1:2000 | materiale: polistirolo bianco. Sections of the house and general model of Aragonese sastle, scale 1:2000 | material: white polystyrene. 16 17
  10. 10. Percorso • uno inferiore, pubblico, con fun- zioni di ristoro, quali il Lounge ed turali, poichè nel progetto l’elemento dell’acqua assume una particolare lungo il Ristorante, e di svago, come la Spa e la zona della Piscina; rilevanza, in quanto associato all’idea di comfort e di benessere. il fiume • uno superiore, privato, dove si sviluppano le camere dell’albergo. La distinzione fra spazio pubblico e spazio privato è sottolineata anche dal diverso affaccio dei piani: Albergo sul fiume Douro, gli spazi a piano terra sono aperti ed Oporto, Portogallo. Lo spazio pubblico, compreso tra il affacciati verso il fiume, mentre le livello superiore delle camere e lo camere sono rivolte verso la Professori: Francisco and Manuel zoccolo alla base del piano pubblico, montagna rocciosa. Aires Mateus si sviluppa in una sorta di percorso che si comprime e si dilata, attraverso Il progetto si sviluppa come un ser- differenti geometrie, per accogliere le pente lungo la riva del fiume diverse funzioni. Douro, a ridosso del bordo della cava, nell’ansa che il fiume Questi spazi sono ulteriormente ca- stesso ha generato. ratterizzati da piscine con forme na- Gli spazi dell’albergo sono distribuiti su due livelli:Elisa Cherubini- Percorso lungo il fiume Elisa Cherubini- Percorso lungo il fiume Modello dell’albergo, scala 1:100 | materiale: polistirolo bianco stuccato. Lo schizzo mostra l’idea di suddividere l’albergo in piano pubblico e privato e la sezione dell’edifi- cio ripsetto al fiume. Model of the hotel, scale 1:100 | material: white polystyrene plastered. Planimetria generale e sezioni dell’edificio. The sketch shows the idea of separate the public and private space and the section of the hotel. Site plan and sections of the building. 18 19
  11. 11. Hotel on the River Douro, The public space between the top lev- the ground floor spaces are opened Porto, Portugal. el of the rooms and the socket at the facing towards the river, while the base of the public level, develops into rooms are facing the rocky mountain. The project is structured like a snake a sort of path that compresses and along the banks of the Douro River, expands, through different geometries near the edge of the quarry, in the to accommodate different functions. bend generated by the river itself. These spaces are further character- The hotel spaces are on two levels: ized by pools with natural forms, as the water element in the project • a lower one, public, with catering, is particularly important, as associ- such as the lounge and the restau- ated with the idea of comfort and rant, and entertainment venues, well-being. such as the spa and pool area; The distinction between public space and private space is also stressed by • a higher one, private, where hotel the different facing of each floors: rooms are located. Vista dell’albergo dallo spazio della piscina in testa all’edificio. Elisa Cherubini- Parco del Nuoto Hotel view from the pool area at the top of the building.20 21
  12. 12. Il piano l’acqua del lago e del fiume Cassara- te, i monti che l’abbracciano. nistrativi dell’università, la mensa, il bar, le sale conferenze e l’auditorium. dell’acqua. Tre layer diversi che dialogano tra loro ed il cui dialogo è stato cercato Sopra questo spazio, sopraelevato di circa 9 metri, insiste il grande “tetto” Il piano anche nello sviluppo del progetto dedicato ad accogliere il futuro am- che ospita le aule per gli studenti Ad unificare gli elementi del progetto della città. pliamento dell’università luganese. L’università nella “nuova” città di Lu- concorre l’elemento dell’acqua, che permea le circolazioni e i percorsi dello spazio pubblico, radicando Nuovo polo universitario per la città gano diventa l’occasione per creare un l’architettura alle peculiarità del terri- di Lugano, Svizzera. nuovo polo di aggregazione per tutta torio in cui è inserito. la cittadinanza. Professoresse: Yvonne Farrell e Shelley McNamara A questo scopo si è scelto di creare un ampio spazio pubblico, che La città di Lugano nella sua confor- prendesse forma dalle geometrie del mazione territoriale è caratterizzata luogo, nel quale sono state organiz- da tre aspetti peculiari: l’edificato, zate funzioni, quali gli uffici ammi- Elisa Cherubini- Il piano dell’acqua. Il piano della città Planimetria generale. Nella pagina accanto: sezione trasversale e longitudinale del complesso universitario. Site plan. On the opposite page: cross and longitudinal sections of the university complex.22 23
  13. 13. New university campus for the city For this purpose we chose to create a of Lugano, Switzerland. large public space, which took shape from the geometry of the place, The city of Lugano in its territorial which were organized features, such structure is characterized by three as university administrative offices, distinctive features: the built environ- cafeteria, bar, conference rooms ment, the lake and the river Cassa- and auditorium. Above this space, rate, the mountains that embrace it. raised about 9 metres, insists the Three different layers that interact large “roof” where are located the among themselves and whose classrooms for students. dialogue has been searched in the Water contributes to unify the ele- development of the project, mostly ments of the project, which perme- to accommodate the future expan- ates the movement and locations of sion of the University of Lugano. public space, rooted to the specific architecture of the area in which The university in the “new” city of it is situated. Lugano is an ideal opportunity to cre- ate a new aggregator for all citizens.Elisa Cherubini- Il piano dell’acqua. Il piano della città Elisa Cherubini- Il piano dell’acqua. Il piano della città Immagini scattate lungo la riva del Piano P1 | università: aule e servizi dedicati fiume Cassarate. all’università +8.00m. Piano P0 | spazio pubblico: auditorium +6.50m, Dettaglio della sezione trasversale con vista uffici +6.50m, mensa -6.50m. sugli spazi delle aule, dei laboratori e Piano interrato | laboratori -9.50m. dell’auditorium. Plan P1 | university: university classrooms and Pictures taken from the riverbank Cassarate. dedicated services +8.00m. Cross section detail and view on spaces of class- Plan P0 | public space: auditorium +6.50m, rooms, laboratories and auditorium. offices +6.50m, cafeteria -6.50m. Basement | labs -9.50m. 24 25
  14. 14. l’edificio. Gli scalatori arrampi- Dino dove le attività che vi si svolgono hanno la durata di qualche ora Shop candosi incontrano sulla parete dei piccoli shops che forniscono amusment o poco più. Hairdresser bottigliette d’acqua o attrezzature di prima necessità; building L’edificio è costituito da: • una ludoteca per i bambini, spazio Nail Spa Hairdresser • un bar, situato in cima alla parete Centro ricreativo in Cromwell Road, di intrattenimento per il dopo- di climbing; Londra, Inghilterra. scuola e in supporto alle attività Tea Time delle mamme; • uno skatepark, che occupa una Professore: Peter Wilson porzione del tetto dell’edificio, • un club per le mamme, collegato Playground raggiungibile 24 ore su 24. Traffico, rumore, velocità, auto... alla ludoteca; Questa è Cromwell Road, una delle Skatepark arterie principali del traffico londine- • gli shops, quali un parrucchiere, se situata nel quartiere residenziale una nail spa ed un negozio di Coffee Bar di Kensington. Scarsi sono i luoghi di dischi; incontro per la comunità e per l’acco- Black Box Games glienza di attività che supportino la • un black box games, spazio dedi- vita stessa dei cittadini. cato ai videogiochi; Records “Dino” è un edificio per il divertimen- • una parete di climbing, nata dal to, per il tempo libero e l’incontro, desiderio di creare una testa per Sport Water ShopElisa Cherubini- Dino amusment building Elisa Cherubini- Dino amusment building Mums Club Pianta P1 e sezione lon- Planimetria del sito. gitudinale dell’edificio. Child Care Center 2 Pianta P2 e prospetto sul fronte della strada. P1 plan and longitudinal section of the building. Site plan. P2 plan and elevation on the front of the road. 26 27
  15. 15. Leisure Centre in Cromwell Road, London, England. Traffic, noise, speed, cars ... This is Cromwell Road, one of the main streets of London situated in the resi- dential district of Kensington. Here there are very few meeting places for the community and for the host of activities that support the very life of citizens. “Dino” is a building for fun, leisure and meeting, where the activities that take place there last for a few hours or so. The building consists of: • a child care center, an entertain- ment space for after-school and support to mothers activities; • a club for mothers, related to the child care center; Elisa Cherubini- Parco del NuotoElisa Cherubini- Dino amusment building • the shops, such as a hairdress- ing salon, a nail spa and a record store; • a black box games, a space dedi- cated to video games; • a climbing wall, born from the desire to create a head for the building. Climbers can find on the wall small shops that provide small bottles of water or essential equipment; • a bar located on top of the climb- ing wall; • a skate park, which occupies a portion of the roof of the building, accessible 24/7. Modelli di studio durante la Vista dell’interno della ludoteca e del passaggio fase di progettazione. pubblico sottostante conducente allo skatepark sul tetto e ai negozi. Study models during the planning stage. Interior view of the child care center and the public transit going to the skate park on the roof and to the shops. 28 29
  16. 16. Una nuova La nuova città si sviluppa attorno ad un cuore verde dove, come previ- città lineare sto dal programma, si affacciano principalmente edifici destinati a per Como CENTRO STORICO residenza e terziario, nel tentativo di raggiungere un mix funzionale, senza la separazione delle residenze dagli Cluster neoterziario per la città di uffici e dalle aree ad uso pubblico, Como, Italia. creando un alto grado di intensità e di interconnessione all’interno Professore: Joseph Acebillo CENTRO INDUSTRIALE dell’insediamento. L’intera area, che si sviluppa lungo Il nuovo cluster neo-terziario a l’asse autostradale della A9 Villaguardia è stato pensato come un (Milano- Lugano), vede collocati edi- nuovo centro in sequenza lineare con fici atti ad ospitare attività universita- la città di Como. rie, di produzione cinematografica e sportive. La vicinanza con l’autostra- o Il nuovo nucleo si chiude in un gam da permette una maggiore facilità di Ber “loop” concentrico che chiude la se- Zurigo acceso a quest’area. Allontanandosi quenza città-industria-nuovo cluster Milano dal centro della città, l’edificato acco- neoterziario, limitando lo sprawl che Vares e glie funzioni principalmente residen- caratterizza la città comasca. ziali e altre attività commerciali. Per collegare il nuovo cluster con la città di Como- lago e le principali CENTRO NUOVO arterie di traffico (in particolare la Planimetria generale.Elisa Cherubini- Una nuova città lineare per Como Milano- Zurigo) si è pensato di creare Il traffico ferroviario e stradale si immettono nel- delle nuove infratrutture stradali e la città lungo un ring, che circoscrive un parco ferroviarie che ne permettessero i verde centrale, e connette le principali funzioni collegamenti diretti. pubbliche. La città si sviluppa su una generica griglia ortogonale con isolati densamente costruiti e occupati da edifici destinati ad uso commerciale, residenziale e terziario. Le funzioni pubbliche sono servite dalle infrastrutture locali e sono predisposte per animare lo spazio pubblico. Queste sono tutte interconnesse e raggiungibili a piedi dalla stazione intermodale. Site plan. Rail and road traffic enters the city on a ring enclosing a central green park and connects main public functions. The city develops on a gerarchical ortogonal grid, which creates fully built dense plots. Ground occupancy ratio is very high at the center and buildings are meant for a mix of commercial, residential and tertiary use. The public functions are served by the local infrastructure and are aranges to animate the public space between them. They are all interconnected and reachable by foot from the intermodal station. 30 31
  17. 17. Housing: Terziario: densità dell’housing in rapporto all’occupazione densità delle attività terziarie in rapporto all’oc- del suolo. cupazione del suolo. Housing: Tertiary: density of housing in relation to the ground density of tertiary activity in relation to the occupancy. ground occupancy. Elisa Cherubini- Una nuova città lineare per ComoElisa Cherubini- Una nuova città lineare per Como Attività commerciali: Infrastrutture: densità delle attività commerciali in rapporto densità delle infrastrutture in rapporto all’occu- all’occupazione del suolo. pazione del suolo. Commercial activity: Infrastructures: density of commercial activity in relation to the density of infrastructures in relation to the ground occupancy. ground occupancy. 32 33
  18. 18. Neo-tertiary cluster neoterziario for the city of Como, Italy. The new cluster in Villaguardia was designed as a new center in a linear sequence with the city of Como. The new center will be closed in a loop sequence that closes the concentric city-industry-neoterziary new cluster. The new cluster is connected with the city of Como- lake and with the main traffic road (especially Milan- Zurich) through a new road and railway infra- structures that would allow direct links. The new town is built around a green heart, where, as planned, there will primarily be residential and tertiary buildings, in an attempt to achieve a functional mix, with no separation of residences from the offices and areas for public use, creating a high degreeElisa Cherubini- Una nuova città lineare per Como of intensity and interconnection within the settlement. The entire area, which extends along the A9 highway axis (Milano- Lugano), shows buildings designed to accommodate academic activities, sports and film produc- tion. The proximity to the highway allows at greater ease the access to this area. Moving away from the city center, the area features primarily residential and other commercial activities. Il loop concentrico è collegato con le principali Vista dell’area intorno al parco con le strisce arterie di traffico automobilistico d’acqua e gli edifici circostanti. (Milano- Zurigo; Bergamo- Varese) e ferroviario. View of the area around the park with strips of The loop is connected to the main arterial road water and the surrounding buildings. (Milan- Zurich, Bergamo- Varese) and rail. 34 35
  19. 19. Un nuovo Per rispondere alle richieste del programma, l’idea perseguita è stata spazio quella di creare un grande spazio adibito a verde pubblico, ribassato pubblico rispetto al piano della strada, definito nei suoi limiti da edifici atti ad ospita- per Cantù re attività differenti: • a nord gli edifici residenziali e Cluster neoterziario per la città di commerciali; Cantù, Italia. • a ovest, lungo l’asse che collega il Professori: Joaquim Español centro di Cantù con il nuovo polo, gli edifici legati al settore terziario L’esercizio proposto prevedeva la ed alle infrastrutture di interesse progettazione di un piccolo insie- pubblico. L’ingresso al parco è me urbano alla periferia di Cantù, preceduto da una piazza, sulla nell’area tra l’incrocio di Via Manzoni quale si affaccia la biblioteca e il e Corso Europa. centro di ricerca per il legno, che funge anche da “ingresso” agli L’obiettivo era quello di creare uno spazi commerciali collocati al di spazio pubblico complesso (piazza sotto delle residenze. o piattaforma e parco) formato e Al di fuori dei limiti di quest’area servito da alcuni edifici destinati ad si colloca una torre, posta a fianco residenza, uffici, piccolo tessuto com- dell’asse stradale e comunicante merciale e infrastrutture di interesse con il resto dell’insediamentoElisa Cherubini- Un nuovo spazio pubblico per Cantù Elisa Cherubini- Un nuovo spazio pubblico per Cantù pubblico (biblioteca e centro di attraverso un sottopassaggio. ricerca del legno). L’edificio vuole fungere da con- trappunto alla torre campanaria del centro storico di Cantù. Planimetria generale. Schema: - dei LIMITI | ACCESSI; - delle ABITAZIONI | ACCESSI; - dgli UFFICI- AREE COMMERCIALI | ACCESSI. Modello generale, Nella pagina accanto: scala 1:1000 | materiale: polistirolo bianco. lo schema rappresenta il centro storico di Cantù in sequenza con il nuovo cluster. Vengono Site model, evidenziati in giallo gli edifici pubblici nella “vec- scale 1:1000 | material: white polystyrene. chia” Cantù (la chiesa) e nella “nuova” Cantù (il centro di ricerca del legno e la biblioteca). Site plan. Scheme: - LIMITS | ACCESS; - HOUSING | ACCESS; - OFFICES- COMMERCIAL AREAS | ACCESS. In the opposite page: the diagram represents Cantù center in sequence with the new cluster. It highlights the government buildings in the “old” Cantù (the Church) and in the “new” Cantù (the research center of the wood and the library). 36 37
  20. 20. Cluster neoterziario for the city of To meet the demands of the pro- The park entrance is preceded by a Cantù, Italy. gram, the underlying intention was to square, overlooked by the library and create a large space used as a public research center for wood, The proposed exercise is to design a park, lower than street level, within which also serves as “gateway” to small urban complex on the outskirts limits defined by buildings which ac- the commercial space located of Cantù, the area between the commodate different activities: below the residences. intersection of Via Manzoni and Outside the limits of this area lies Corso Europa. • to the north, residential and com- a tower, placed next to the highway mercial buildings; axis and communicating with the The goal was to create a complex rest of the settlement through an public space (square or platform and • to the west, along the axis con- underpass. The building wants to act park) served by some buildings for necting the center of Cantù with as a counterpoint to the bell tower of residence, offices, small commercial the new center, the buildings the old town of Cantù. fabric and infrastructure of public associated with the service interest (library and research center sector and infrastructure in the of the wood). public interest.Elisa Cherubini- Un nuovo spazio pubblico per Cantù Modello del progetto del nuovo cluster, scala 1:500 | materiale: cartoncino bianco e FOAM. Model of the project, Concorsi scale 1:500 | material: white paperboard and FOAM. competitions 38 39
  21. 21. SU del lotto a nord. Il progetto pur attribuendo sia ad USI che a SUPSI un’organizzazione ed una logica Concorso di progetto distinte e definite opta per un’idea di Campus universitario USI/SUPSI unitarietà in cui è lo spazio pubblico Lugano - Viganello, a determinare il carattere dell’intero prima e seconda fase. campus. Università e città si incontrano negli Studiowe Architetti, Lugano, Svizzera. spazi comuni destinati al pubblico radicati nella terra – tra cui auditorio Il progetto si legge nel contesto e mensa, mentre la parte adibita allo dell’asse verde che si sviluppa lungo studio e al lavoro intellettuale – uffici, il fiume dalla foce fino in fondo al aule e laboratori – è rialzata da terra. piano del Cassarate ed aggiunge un Le diverse funzioni sono distribuite tassello ad un sistema esistente di in strati sovrapposti secondo una spazi pubblici disposti in alternanza sequenza verticale in progressione sulle due sponde del corso d’acqua. dal pubblico al privato. Integra la grande scala tramite un intervento unitario per l’intero lotto – che si realizza nella scelta di un grande tetto, e tramite un corpo interrato in risposta al tessuto della città circostante – che si realizza in un unico corpo con tetto percorribile che circoscrive un vuoto centrale. Schema degli spazi pubblici lungo la riva delElisa Cherubini- Su fiume Cassarate e il nuovo polo universitario. Il tetto rappresenta l’elemento a scala Nella pagina accanto: urbana, la corte interrata l’elemento vista e sezioni dal Cassarate. a scala di quartiere. Insieme definiscono lo spazio pubblico. Scheme of the public space along river Il disegno generale è completato Cassarate and the new university. dal posteggio seminterrato che On the opposite page: assume il diverso orientamento view and sections from via la Santa.40 41
  22. 22. University campus project of the roof to the most relevant competition USI/SUPSI in Lugano - topographic references and the Viganello, first and second phase. underlying bodies of the surrounding urban fabric, we introduce a The project is written in the context diagonal path that connects the of the green axis that runs along the two campuses. The project opts for river from the mouth to the end of an idea of unity where is the public Cassarate river and adds a piece to space to determine the character an existing system of public spaces. of the entire campus. University and city come together in common It integrates the big stair through a areas for the public rooted in the single intervention for the entire lot land, while the area for study and - which takes place in the choice of intellectual work is raised from the a large roof, and through a selective ground. intervention in response to the different and random shapes of the city - which is realized in a single body Piani laboratori e aule. with the roof around a central void Spazi comuni -3.80 m. that surrounds. Laboratories and classrooms plan. In addition to a reading of existing Coomon space -3.80 m; assets, resulting in the alignment42 43
  23. 23. Render dal Piano Laboratori;Modello in gesso - scale 1:1000.Render from laboratories plan;Plaster model - scale 1:1000. Pubblicazioni, esposizioni Publications, exhibition
  24. 24. Varese Progetti 110 e lode didattici: Casa 7 spazi Trasformazioni architettoniche e urbane nella città al Castello di Varese (20010). Nello Spazio Museale di Villa Aragonese Baragiola a Varese si inaugura 15° Incontro Ischitano di l’esposizione dei progetti di diploma, Architettura Mediterranea (2010). edizione 2010, Trasformazioni architettoniche e urbane nella città di L’esposizione presenta gli elaborati Varese, centro e periferia, promossa progettuali redatti per l’isola d’Ischia dall’Accademia di architettura di dagli studenti dell’Accademia di Mendrisio in partnership con la città Architettura di Mendrisio all’interno di Varese. In mostra le proposte dell’Atelier Aires Mateus diretto dai elaborate da 110 studenti guidati da proff. Manuel e Francisco Elisa Cherubini- Pubblicazioni, esposizioniElisa Cherubini- Pubblicazion, exhibition tredici architetti- professori di chiara Aires Mateus. fama internazionale. The exhibition presents the design Into Villa Baragiola Museum Space documents prepared for the island in Varese opens the exhibition of Ischia by students of Accademia of diploma projects, 2010 di Architettura di Mendrisio in the edition, Architectural and urban Atelier Aires Mateus directed by transformations in the city of Varese, Proff. Manuel and Francisco Aires center and periphery, promoted by Mateus. the Accademia di Architettura di Mendrisio in partnership with the city of Varese. An exhibition of proposals drawn up by 110 students, led by thirteen architects/professors of international fame. 46 47
  25. 25. Diploma Nuove 2010 verticali Trasformazioni a Milano: architettoniche e urbane nella città di Varese (2010). Archea, L’esposizione costituisce un’opportu- Boeri nità per riflettere e ripensare la città di Varese, portando l’attenzione su una città che si trasforma. Si tratta di Studio, 5+1 una mostra- vetrina dell’attività didat- Residenze Isola. tica di Mendrisio che illustra quanto Spazio FMG, si produce nella scuola, focalizzan- via Bergognone 27, do l’attenzione sulla ricchezza e la Milano, Italia (2007). diversità degli approcci e dei metodi adottati nei diversi atelier. Esecuzione del modello del “Bosco La Galleria ospita una sezione intro- Verticale” per la mostra milanese Elisa Cherubini- Pubblicazioni, esposizioniElisa Cherubini- Pubblicazion, exhibition duttiva della mostra con i modelli “Nuove verticali a Milano” nel nuovo delle varie aree e delle proiezioni “Spazio FMG per l’Architettura”, d’immagini; nella lobby sono invece realizzato presso il laboratorio di accolti i modelli di tutti gli studenti. modellistica ONE OFF. The exhibition is an opportunity to Model execution of “Bosco Verticale” rethink the city of Varese, focusing for the Milan exhibition “Nuove the attention to a transforming city. verticali a Milano” in “Spazio FMG This is an exhibition of the teaching per l’Architettura”. made at ONE OFF of Mendrisio that illustrates what modeling lab. occurs in schools, focusing on the richness and diversity of approaches and methods adopted in the various workshops. The Gallery houses an introductory section of the exhibition with models of the various areas and projections of images; in the lobby are accepted models of all students. 48 49
  26. 26. Esposizione progetti concorso di architettura Campus universitario USI/SUPSI a Lugano, Viganello (2011). Nell’Aula Magna dell’Università della Svizzera italiana di Lugano si inaugura l’esposizione del Concorso Internazionale di Architettura bandito dall’Università della Svizzera italiana e dalla Scuola universitaria professionale della Svizzera italianaElisa Cherubini- Pubblicazion, exhibition per la realizzazione del nuovo campus universitario a Lugano Viganello. Tutti i progetti saranno esposti presso fino al 27 luglio 2011. Into Aula Magna at the Università della Svizzera italiana Lugano Campus opens the exhibition of the international contest for architecture that was announced by Università della Svizzera italiana and by the Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana for the creation of the new university campus in Lugano-Viganello. All of the projects are on exhibition until July 27th. Curriculum Vitae Curriculum Vitae 50

×