Soundplanning Pres Pula120908

826 views
773 views

Published on

Published in: Education, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
826
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Soundplanning Pres Pula120908

    1. 1. Dalle comunità di pratica alle reti sociali: l’esperienza del progetto Sound Planning <ul><ul><li>ICTE/ICTA 12th September 2008 </li></ul></ul><ul><ul><li>Prima conferenza internazionale sulle ICT al servizio dell'apprendimento in Sardegna </li></ul></ul>
    2. 2. http://darrensidnick.blogspot.com/2008/08/communities-of-practice-cops-with-nancy.html Di cosa parliamo…
    3. 3. La comunità di pratica Sound Planning dominio identità Autorità di gestione e responsabili dell'attuazione dei progetti cofinanziati dal FSE, esperti di Project Cycle Management, facilitatori pratica Metodologie e strumenti del Project Cycle Management Documentazione e linee guida per la progettazione del FSE 2007-2013 Condivisione di esperienze e percorsi di formazione in modalità blended Programmazione del Fondo sociale europeo 2007-2013
    4. 4. <ul><li>facilitare l'apprendimento e la creazione di conoscenza sulle metodologie di programmazione e progettazione più rispondenti ai criteri indicati dalla nuova programmazione dei fondi strutturali; </li></ul><ul><li>favorire lo scambio di esperienze tra i paesi membri dell’Unione Europea per diffondere le buone pratiche dell'iniziativa comunitaria Equal. </li></ul>Obiettivi
    5. 5. Cosa può fare la comunità <ul><li>stimolare la cooperazione tra i membri e favorire l'apprendimento tra pari; </li></ul><ul><li>facilitare la circolazione delle conoscenze pratiche e diffondere nuove soluzioni ai problemi </li></ul><ul><li>accrescere le competenze specialistiche degli attori chiave della programmazione del FSE 2007-2013 </li></ul>
    6. 6. <ul><li>Autorità di gestione e progettisti </li></ul><ul><ul><li>Informati sulle buone pratiche, le iniziative e le fonti documentali di riferimento a livello nazionale ed europeo; </li></ul></ul><ul><ul><li>Informati sui vantaggi, in termini di fattibilità e efficacia degli interventi, derivanti dall'utilizzo del PCM; </li></ul></ul><ul><ul><li>Capaci di applicare la metodologia e gli strumenti del PCM alla programmazione del Fondo Sociale Europeo </li></ul></ul>Risultati attesi
    7. 7. <ul><li>Community Manager </li></ul><ul><ul><li>assicura il mantenimento degli obiettivi, delle regole e delle relazioni, cura la comunicazione con e tra i membri, favorisce l'interazione e la partecipazione </li></ul></ul><ul><li>Moderator (s) ‏ </li></ul><ul><ul><li>monitora e guida le discussioni, tenendo la comunità focalizzata sugli obiettivi concordati, recepisce le novità e gli umori del membri, identifica nuove attività o iniziative da proporre </li></ul></ul><ul><li>Web Content editor </li></ul><ul><ul><li>Cura i contenuti, fornisce le informazioni e i documenti inerenti il dominio della comunità, seleziona e pubblica le notizie di interesse per i membri </li></ul></ul><ul><li>Knowledge leaders </li></ul><ul><ul><li>Esperti di dominio, contribuiscono alla creazione della conoscenza comune </li></ul></ul>I ruoli
    8. 8. <ul><li>Discussioni e conversazioni online (sincrone/asincrone) ‏ </li></ul><ul><li>Eventi in presenza : </li></ul><ul><ul><li>Summerschool per le Autorità di gestione del FSE (Cagliari) ‏ </li></ul></ul><ul><ul><li>3 showcasing workshops (Bruxelles, Torino, Varsavia) ‏ </li></ul></ul><ul><li>Assistenza specialistica (esperti online, FAQ) ‏ </li></ul><ul><li>Community cultivation (pubblicazione di contenuti e documenti, animazione, tech stewardship, tutoraggio) ‏ </li></ul><ul><li>Blended learning sul PCM (3 edizioni del corso online, 1 workshop introduttivo per ciascuna edizione, 45 partecipanti da 12 diversi Stati membri dell'UE) ‏ </li></ul>Le attività della comunità
    9. 9. <ul><li>basato sulle tecnologie Web 2.0 e ispirato ad una logica partecipativa; </li></ul><ul><li>Open source and Open content oriented (interoperabilità, granularità e riuso dei contenuti didattici); </li></ul><ul><li>centrato sui blog (ma anche sui forum e strumenti di comunicazione sincrona) ‏ </li></ul><ul><li>Implementa un sistema di classificazione dei contenuti che integra una tassonomia basata su metadati standard (Dublin Core) con l'informal/social tagging (tagclouds) e il social bookmarking (del.icio.us) ‏ </li></ul><ul><li>RSS </li></ul>L'ambiente web
    10. 10. Document Repository weblog foto flickr link Del.icio.us Calendario condiviso (ical) ‏ Piattaforma e-Learning Tagcloud Forum feed RSS utenti online WEB 2.0 for Communities of practice Drupal Open Source Content Management System www.soundplanning.esflive.eu
    11. 11. Calendario del corso Attività recenti Aggregatore weblog comunità Moduli Didattici Strumenti Materiali didattici sul corso Test di autovalutazione
    12. 12. Il livello di partecipazione <ul><li>252 membri registrati nella comunità (18 persone tra staff di progetto e coordinatori) ‏ </li></ul><ul><li>Forum attivi: 3 </li></ul><ul><li>Weblog attivi: 10 </li></ul><ul><li>N°Post: 141 (83 nei weblog, 64 nei Forum) ‏ </li></ul><ul><li>N°Documenti: 62 </li></ul>Summer school, Cagliari 11-12 giugno 2007
    13. 13. Il livello di partecipazione <ul><li>YouTube : solo lo 0,16% dei visitatori partecipa alla creazione di contenuti </li></ul><ul><li>Wikipedia : solo il 4,6% degli utenti contribuisce all’enciclopedia collettiva </li></ul><ul><li>Flickr : solo lo 0,2% dei visitatori pubblica le proprie foto </li></ul><ul><li>Però il 12% del traffico US è generato da siti WEB2.0! </li></ul><ul><li>Bill Tancer, Hitwise, WEB2.0 EXPO, </li></ul><ul><li>http://www.techcentral.ie/corporate_it/Users_failing_Web_2_sites/view </li></ul>
    14. 14. Incontrarsi, condividere, apprendere <ul><li>Reti sociali </li></ul><ul><ul><li>un insieme di individui (nodi) che sono collegati fra di loro da un qualche tipo di relazione in particolare relazioni primarie </li></ul></ul><ul><ul><li>(Wikipedia, Social Network) ‏ </li></ul></ul><ul><li>Comunità di pratica </li></ul><ul><ul><li>luogo per la condivisione della conoscenza e per l’apprendimento attivo </li></ul></ul><ul><ul><li>luogo di aggregazione e di nascita di relazioni sociali </li></ul></ul><ul><li>Legami deboli </li></ul><ul><li>Identità individuale </li></ul><ul><li>Visibilità personale </li></ul><ul><li>Raggiungibilità </li></ul><ul><li>Affermare la propria conoscenza </li></ul><ul><li>Nuove relazioni </li></ul><ul><li>Impegno leggero, poco tempo </li></ul><ul><li>Bisogni funzionali: è facile basta poco interesse </li></ul><ul><li>Pulsioni aggreganti: narcisismo e competizione </li></ul><ul><li>Legami forti </li></ul><ul><li>Identità di gruppo </li></ul><ul><li>Vedere i propri pari </li></ul><ul><li>Autorevolezza </li></ul><ul><li>Condividere conoscenza </li></ul><ul><li>Approfondire relazioni </li></ul><ul><li>Impegno rilevante, molto tempo </li></ul><ul><li>Bisogni funzionali: è importante mi è utile per altre attività </li></ul><ul><li>Pulsioni aggreganti: curiosità e appartenenza </li></ul>
    15. 15. http://www.innovatoripa.it/
    16. 16. Grazie per l'attenzione [email_address] www.formez.it

    ×